Niente piu` maschietti e femminucce. La BBC supporta una visione “gender free” per la crescita dei vostri figli in un nuovo documentario

Un video recentemente condiviso sul sito della BBC ha come scopo quello di far vergognare gli adulti per crescere i bambini son stereotipi di genere e suggerisce che le distinzioni tra maschietti e femminucce debbano essere cancellate del tutto.

Il video, twittato durante il fine settimana, mette in evidenza un esperimento in cui un bambino e una bambina sono vestiti con abiti opposti al loro sesso, vengono poi messi a disposizione diversi giocattoli e una serie di volontari adulti viene filmata mentre gioca con i bambini. Gli adulti non vengono informati dell’esperimento e credono in realta` che Edward sia “Sophie” e che Marnie sia in realtà “Oliver”. Il video è un passaggio da un programma con Dr. Javid Abdelmoneim ed è intitolato: No more boys and girls: Can our kids go gender free?”

Gli adulti scelgono bambole e giocattoli di peluche per il bambino che pensano sia una femmina, e robot e macchine per colui pensano sia un maschietto.

La BBC suggerisce che i giocattoli “stereotipati” svantaggieranno le bambine più avanti nella vita, notando che gli uomini “dominano enormemente le carriere che premiano la matematica, la consapevolezza spaziale e la sicurezza fisica” – attributi apparentemente rinforzati da giocattoli “maschili”. Il video non identifica ciò che i bambini maschi otterrebbero nel giocare con i giocattoli delle bambine.

“I ragazzi sono destinati ad essere migliori in questi specifici campii? È naturale o è l’educazione? “Chiede il video. “Quando i bambini giocano a giochi dove e` richiesta consapevolezza dello spazio spesso il loro cervello cambia fisicamente in soli tre mesi”.

Nonostante il video giunga confidenzialmente alla conclusione che sia l'”educazione” la risposta, dichiarando che i volontari adulti hanno mostrato “pregiudizi” nei confronti dei bambini, il filmato sembra supportare le loro intuizioni originali, con Edward e Marine che mostrano scarso interesse per i giocattoli pensati per ” Sophie e Oliver.”

I volontari tuttavia hanno espresso di essere consapevoli del fatto che stavano agendo basandosi su “stereotipi”.

“Pensavo di essere qualcuno che avesse una mente veramente aperta”, ha detto uno. Un altro ha fatto eco al sentimento, dicendo che “ho sempre pensato che fossi piuttosto aperto a livello mentale, e vorrei penseare che si tratti solo di giocattoli per bambini, qualunque sia il loro genere”.

“Mi ha fatto riflettere, la prossima volta che saro` con un bambino, come mia nipote o mio nipote, mi assicurero` di essere effettivamente giusto e uguale con entrambi”, ha detto un altro. “E dare ad ogni bambino l’opportunità di essere chiunque voglia essere.”

Il tweet che promuoveva il video presentava l’hashtag #NoMoreBoysAndGirls.

“Gli adulti nella loro pazzia stanno distruggendo il genere e abbiamo 50 anni di prove riguardo al fatto che questa follia si traduce in ansia, depressione e incalcolabili suicidi”, ha detto l’autore e oratore pubblico Walt Heyer. Heyer è un ex transgender che ora gestisce un ministero per aiutare le persone con confusione sul genere a venire a patti con la loro identità.

“Questo è un abuso psicologico su minori e nessun bambino dovrebbe essere sottoposto a questo indottrinamento

Il video e` subito diventato virale. “Non importa quanto le aziende di giocattoli e i sostenitori del gender neutral cerchino di far si che i bambini abbandonino i giocattoli da cui sono attratti, le ragazze continueranno a stringere un animale di peluche e ad infilarlo in una carrozzina con una coperta e un biberon”, ha scritto Nicole Russell del Washington Examiner, una madre di due ragazzi e due ragazze.

Russell ha osservato che i suoi figli gravitavano naturalmente verso i giocattoli e le attività associate al loro genere, pur avendo in abbondanza entrambi in casa, e ha evidenziato uno studio del novembre 2017 che ha rilevato che “la coerenza nell’individuazione delle differenze di sesso guardando alle preferenze dei bambini riguardo i giocattoli vicini al proprio genere mostra tutta la forza di questo fenomeno e la probabilità che abbia un’origine biologica “.

“Questo non dovrebbe essere scioccante”, aggiunge Ben Shapiro alla National Review. “Anche le scimmie Rhesus preferiscono un determianto gioco a seconda del sesso. E il patriarcato tra le scimmie rhesus è difficile da digerire con gli stereotipi di genere “.

Nel The Federalist, David Marcus sostiene che la storia dimostra che le accuse, una volta derise dai liberali, erano corrette e ammonisce che la BBC sta giocando con forze che non capisce veramente.

“I ragazzi saranno ragazze, le ragazze saranno ragazzi. In ogni caso è solo un’altro costrutto culturale, perche` quindi non costruirne di nuovi? “Ha scritto. “Cotruirli tuttavia e` difficile. I concetti tradizionali che abbiamo dei ruoli di genere guidati dal sesso hanno impiegato decine di migliaia di anni per venire alla luce. Questa nuova idea, che la biologia e il genere non hanno nulla a che fare l’uno con l’altro, è una novità che viene testata su bambini che davvero non possono acconsentire all’esperimento “.

Fonte

 

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 2 agosto 2018, in Uncategorized con tag , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: