La Open Society Foundation di George Soros chiude anche in Turchia

L’Open Society Foundations di George Soros chiuderà i battenti in Turchia, sostenedo che “affermazioni infondate e speculazioni” hanno ostacolato il suo lavoro.


L’organizzazione ha annunciato la notizia lunedì, giorni dopo che il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha accusato Soros di alimentare proteste per dividere il paese, riferendosi all’anziano liberale finanziere come a quel “famoso ebreo ungherese Soros”.

Erdogan ha accusato Soros di aver controllato il personaggio dell’opposizione turca Osman Kavala, accusato di finanziare e organizzare manifestazioni antigovernative nel 2013, ed essere collegato a un fallito tentativo di colpo di stato nel 2016. Kavala è un membro del comitato consultivo dell’OSF.

Più di una dozzina di persone legate a Kavala sono state arrestate la scorsa settimana, mentre il giro di vite di Erdogan su chiunque sia sospettato di coinvolgimento con il colpo di stato continua.

In una dichiarazione rilasciata lunedì, un portavoce delle Open Society Foundations ha confutato le affermazioni di Erdogan. L’organizzazione ha descritto gli apparenti tentativi di Erdogan di collegare Soros alle proteste nel 2013 come “non nuovi e falsi”, e ha affermato che le “dichiarazioni e speculazioni infondate” di Erdogan “hanno reso impossibile” continuare le attività.

Sostenitore di spicco delle cause liberali in tutto il mondo, le attività di Soros lo hanno visto attirare ripetutamente l’ira dei nazionalisti e della destra. L’OSF ha terminato le sue operazioni in Ungheria terra natale di Soros all’inizio di quest’anno, dopo che il primo ministro Viktor Orban ha silurato il magnate per essersi immischiato negli affari della nazione.

Dopo che l’OSF dovette chiudere in Ungheria, il parlamento nazionale ha approvato la legge “Stop Soros”, un atto legislativo introdotto dal partito Fidesz di Orban che ha criminalizzato gli operatori umanitari e le organizzazioni sospettate di “consentire l’immigrazione illegale”. Liberalizzare l’immigrazione e i controlli alle frontiere è stato a lungo uno degli obiettivi di Soros, da cui il nome della legge.

Il progetto Open Society Foundations è stato avviato nel 1979, con la prima fondazione non statunitense inaugurata in Ungheria nel 1984. Il gruppo ha attualmente una spesa annuale di oltre $ 940 milioni, opera in oltre 100 paesi in tutto il mondo, con 26 fondazioni nazionali e regionali e uffici.

Fonte

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 27 novembre 2018, in Uncategorized con tag , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: