Archivio mensile:maggio 2020

Yoel Roth, il capo delle policy aziendali sui contenuti di twitter, pensa che alla Casa Bianca ci siano nazisti

Ovviamente, un personaggio imparziale

Dopo che Twitter ha annunciato che avrebbe iniziato a fare il “fact checking” dei tweet del presidente Trump, è stato rivelato che il capo dell ‘”integrità del sito” presso il colosso dei social media pensa che tutti coloro che hanno votato per Trump siano razzisti e che ci siano “veri nazisti alla Casa Bianca “.

Dopo che il governatore della California Gavin Newsom ha firmato un ordine esecutivo per garantire che tutti gli elettori riceveranno votazioni postali per le elezioni di novembre, Trump ha avvertito in un tweet: “Le caselle postali verranno derubate, le schede elettorali saranno falsificate e persino stampate illegalmente e firmate in modo fraudolento”.

Twitter ha poi schiaffato diversi tweet di Trump con un’etichetta di avvertimento che affermava che “non vi è alcuna prova che le votazioni per corrispondenza siano collegate alla frode degli elettori”, citando la CNN e il Washington Post.

L’avvertimento ha anche messo in evidenza numerosi tweet di sinistra con la spunta blu che affermano che Trump aveva torto. Come documentiamo, la maggior parte di queste persone sono ossessionate da Trump e trascorrono praticamente ogni giorno a iperventilarsi su di lui su Twitter – difficilmente la fonte “neutrale” su cui si può fare affidamento per fornire un “controllo dei fatti”.

Ciò ha spinto Trump in seguito a twittare: “I repubblicani ritengono che le piattaforme dei social media mettano a tacere totalmente le voci dei conservatori. Li regoleremo o li chiuderemo prima di poter permettere che ciò accada. ”

Ora è emerso che il “responsabile dell’integrità del sito” di Twitter, Joel Roth, il leader del team responsabile dello sviluppo e dell’applicazione delle regole di Twitter, è un uomo di sinistra anti-Trump.

“Sto solo dicendo che sorvoliamo quegli Stati che hanno votato per un mandarino razzista per una ragione”, ha twittato a novembre 2016.

Roth ha anche affermato che ci sono dei “VERI NAZISTI NELLA CASA BIANCA”, qualcosa che probabilmente non avrebbe resistito a un “controllo dei fatti”.

Ha anche paragonato la consigliera della Casa Bianca Kellyanne Conway al ministro della propaganda nazista Joseph Goebbels.

Roth è responsabile dell’integrità del sito su Twitter da luglio 2018 ed è responsabile della “sicurezza elettorale” e della “disinformazione”, il che significa che quasi sicuramente ha svolto un ruolo chiave nella decisione di “verificare i fatti” sui tweet di Trump.

Nel frattempo, attendiamo che Twitter faccia il “fact check” delle false affermazioni sulla “collusione russa” o su qualsiasi altra questione promossa dalle “spunte blu” che si sono dimostrate incredibilmente sbagliate.

Non fatevi illusioni.

Fonte

L’avvocato di Epstein: e` stato omicidio, ma non so chi lo ha commesso

Il principale avvocato di Jeffrey Epstein afferma di sapere che il pedofilo miliardario è stato assassinato in prigione, ma non sa chi è / sono il/i  killer, osservando che Epstein era “ottimista ed entusiasta” di andare in tribunale nel tentativo di dare una ripulita alla sua reputazione.

L’avvocato di Epstein David Schoen ha fatto i commenti in una serie di documentari di Discovery sul multimilionario caduto in disgrazia, rivelando che il finanziere si stava preparando a rivelare le informazioni chiave al processo.

Schoen è convinto che Epstein non si sia suicidato, osservando: “A un certo punto è arrivata una psichiatra carceraria e mi ha chiesto di andarmene per poter parlare con Epstein da sola. Parlarono per cinque minuti e lui sembrò rilassato. Stava sorridendo mentre se ne andava.

“Aveva in programma di combattere davvero questo caso. Aveva preso accordi per assumermi. ” Ha aggiunto Schoen.

Nel documentario in tre parti, intitolato Who Killed Jeffrey Epstein ?, Schoen ha anche affermato di essere molto preoccupato per Nicholas Tartaglione, un ex poliziotto, accusato di quattro omicidi, che inizialmente condivideva una cella con Epstein durante il suo presunto tentativo di suicidio.

“Il primo incidente accaduto che i giornali hanno riportato come un possibile tentativo di suicidio, Epstein non ha voluto discutere ulteriormente. Ha detto agli ufficiali della prigione che non riusciva a ricordare cosa fosse successo, non voleva rispondere ad altre domande “, ha detto Schoen.

“Guarda, era in una situazione pericolosa. È un ragazzo molto ricco accusato di reati sessuali bloccato con un ragazzo accusato di quattro omicidi “. ha aggiunto l’avvocato.

“Prima di tutto non avrebbe dovuto essere rinchiuso assieme a tutti gli altri, questo è riprovevole … Avrebbe ragazzi che guardano le notizie notturne sulla TV della prigione e gli avrebbero detto: hai una casa da $ 70 milioni, eh?” Proclamò Schoen.

“Ho detto questo anche ad altri clienti invitandolo ad essere vigile e dirmi se qualcuno lo stava estorcendo.” disse l’avvocato.

Schoen ha anche affermato di essere rimasto deluso dal fatto che gli “amici potenti” di Epstein abbiano tenuto le distanze dopo il suo arresto.

“Speravo che il principe Andrew si sarebbe schierato dalla sua parte” ha detto Schoen.

L’avvocato ha anche definito la squadra legale da cui ha preso il posto, definendo l’ex rappresentante legale di Epstein Jay Lefkowitz un “idiota”.

Schoen ha anche affermato che gli avvocati che agiscono per conto delle vittime stavano cercando di mungere Epstein per milioni, in alcuni casi chiedendo pagamenti fino a $ 25 milioni per far svanire le loro accuse.

“Spero che alcune persone concordino sul fatto che alcune di queste donne lo hanno ingannato “. Dichiarò Schoen.

Il documentario va in onda simultaneamente con uno speciale di Netflix che presenta racconti di testimoni e vittime delle sordide attività di Epstein

Fonte

L’episodio dei Simpsons che ha “profetizzato” il Coronavirus

In un episodio del 2010 dei Simpsons, un “conclave segreto degli imperi mediatici americani” rilascia un virus mortale per “rimettere gli americani al loro posto: in stanze buie, incollati ai loro televisori, in definitiva terrorizzati”. Ecco come questa clip ha anticipato l’era del COVID-19.

Nel corso degli anni, ci sono state così tante clip de “I Simpson lo hanno predetto” che è diventato un meme. Mentre alcune di queste previsioni erano piuttosto inquietanti (ovvero Donald Trump che diventava presidente), molte potevano essere liquidate come pura coincidenza. Perché, dopo tutto, i Simpsons e` uno show con 202 ore di programmazione andato in onda in tre decenni. Quindi, in un punto o nell’altro, alcune delle cose che accadono nello spettacolo sono destinate a riflettersi nella vita reale.

Tuttavia, da quando e` iniziata l’epidemia di coronavirus, alcune di queste clip hanno colto l’attenzione degli osservatori. Ad esempio, in un episodio del 1993, le persone chiedono una cura per l ‘”influenza di Osaka”, che proviene dall’Asia. Vengono quindi attaccati dalle api assassine.

Nel 2020, le persone chiedono una cura per il “virus di Wuhan” e sono terrorizzate dai calabroni assassini.

Mentre questa clip è in qualche modo strabiliante, ce n’è un’altra che è molto più rilevante oggi. E stranamente, sta ottenendo poca o nessuna attenzione da parte dei media. Sono quasi propenso a credere che i media ignorino di proposito questa clip perché ridicolizza a fondo la loro intera narrativa.

All’inizio dell’episodio del 2010 intitolato The Fool Mounty, un “conclave segreto degli imperi mediatici americani” cerca di creare una “falsa crisi” al fine di “rimettere gli americani al loro posto: in stanze buie, incollate ai loro televisori e troppo terrorizzati per saltare le pubblicità ”. Quella crisi fasulla è un virus mortale.

Ecco la clip.

C’è molto da decomprimere in questa clip di 3 minuti poiché quasi ogni scena sembra un eco di quello che sta accadendo nel 2020.

TANTE COINCIDENZE

L’episodio inizia con un elicottero che fa scendere un rappresentante della Fox News per un incontro segreto che si svolge in un luogo simbolico.

La clip dei Simpsons su una “influenza felina” era incredibilmente profetica.

L’incontro si svolge all’interno della corona della Statua della Libertà.

Il fatto che la cabala dei media segreti stia tramando contro l’umanità all’interno della corona della Statua della Libertà è simbolico. E questo episodio riguarda una crisi pianificata sfruttando un virus.

All’interno della corona, i rappresentanti di tutti i principali media si riuniscono nella segretezza piu` totale.

L’uomo che gestisce l’incontro dice:

“Questo e` il conclave segreto degli imperi mediatici americani. Siamo qui per escogitare la prossima crisi fasulla che riportera` gli americani al loro posto: in stanze buie, incollate ai loro televisori, troppo terrorizzate per saltare la pubblicità “.

“Obiettivo: creare una crisi fasulla”. Un modo perfetto per riassumere le notizie principali di oggi.

L’uomo continua:

“Penso che dovremmo procedere puntando sulla salute pubblica”.

Una donna aggiunge:

“Una nuova malattia. Nessuno è immune. È come l’estate dello squalo tranne che, invece di uno squalo, è un’epidemia. E invece dell’estate, è per sempre! “

Nel 2020, è difficile ascoltare queste righe e non pensare a COVID-19. È una nuova malattia. Nessuno è immune. È anche “per sempre” poiché le fonti dei media stanno già avvertendo il pubblico che il virus è qui per rimanere. Ecco alcuni titoli recenti:

Questo titolo del New York Times prepara mentalmente le persone a un’estate di coronavirus. Titoli simili vengono pubblicati in tutto il mondo

Mentre i numeri di COVID-19 scendono nella maggior parte del mondo, i media stanno già suscitando paura per una seconda ondata.

Tornando ai Simpsons, un altro rappresentante dei media afferma:

“Abbiamo degli standard, questa non può essere una malattia inventata. L’unica cosa morale da fare è rilasciare un virus mortale ”.

Quindi inventano un nome per la malattia, “Cat Flu”

Le news fanno il loro dovere: terrorizzare la popolazione.

Il giornalista Kent Brockman afferma:

“La cat flu sta arrivando gente! Il Center for Disease Disinformation prevede, con un certo grado di probabilità, che l’influenza del gatto domestico potrebbe, ipoteticamente, diffondersi nel seguente modello di epidemia: “

Una mappa spaventosa della malattia che si diffonde negli stati uniti

Brockman dice “Center for Disease Disinformation” – un colpo al CDC che è stato accusato in passato di sovrastimare gravi malattie come l’H1N1. Quindi, Brockman parla di proiezioni “ipotetiche” con “un certo grado di probabilità”. Questa è una battuta sul fatto che i media passino direttamente allo scenario più terrificante e catastrofico – anche se la probabilità è bassa – per suscitare paura e panico.

Naturalmente, come rappresentanti delle masse, i Simpson si conformano immediatamente ai mass media.

L’influenza felina ha delle assonanze con COVID-19. Dall’inizio dell’epidemia, un flusso costante di titoli associa il virus ai gatti. Ecco alcuni esempi recenti da varie fonti di notizie.

CTV news

North Shore News

Canoe News

PostMedia News

Vanity Fair

Quindi, Kent Brockman accelera la paura, elencando “ridicoli” sintomi. Dicendo:

“Gli abitanti di Springfield sono invitati a rimanere sintonizzati per ulteriori informazioni se manifestano uno dei seguenti sintomi: sete lieve, fame occasionale, stanchezza durante la notte”.

Secondo la maggior parte delle fonti, i sintomi di COVID-19 sono febbre, tosse secca, stanchezza e mal di gola. In altre parole, non ci vuole davvero molto per lanciare qualcuno in modalità panico COVID.

Mentre Homer impazzisce per il virus, Marge gli dice che c’e` un vaccino. Vanno fuori e lo fanno.

Una lunga coda per il vaccino contro l’influenza felina. Probabilmente assisteremo a scene simili in tutto il mondo nel prossimo futuro.

CONCLUDENDO

Questa clip del 2010 è stata probabilmente ispirata dalla crisi dell’H1N1 che è stata trovata gravemente sovrastimata da organizzazioni come l’OMS e il CDC. Si è comunque conclusa con una campagna di vaccinazione di massa.

Dieci anni dopo, questa clip è più rilevante che mai. Si tratta di fonti mediatiche che pianificano insieme per suscitare paura, i giornalisti che si trasformano in commentatori del giorno del giudizio e il pubblico che si scatena in una frenesia.

Una cosa è certa, il lockdown per il COVID-19 ha portato a termine con successo una cosa:

“Riportare gli americani al loro posto: nelle stanze buie, incollati ai loro televisori, troppo terrorizzati per saltare la pubblicità”.

Fonte

Un testimone dice di aver visto Bill Clinton sull’isola di Epstein

Un ex dipendente di Jeffrey Epstein afferma di aver visto Bill Clinton sull’isola in un nuovo esplosivo documentario su Netflix.

Le affermazioni sono contrarie rispetto a quello che dice Clinton riguardo al fatto di non aver mai visitato l’isola, che secondo quanto riferito è stata il sito di molteplici aggressioni sessuali di donne minorenni da parte del pedofilo condannato Epstein e dei suoi ospiti d’élite.

Le affermazioni sono fatte da Steve Scully, un settantenne esperto di telefonia e internet che era presente sull’isola di Little Saint James, come parte di Jeffrey Epstein: Filthy Rich, che presenta testimonianze di vittime e testimoni delle sordide attività di Epstein .

Scully afferma di aver visto Clinton seduto con Epstein sotto il portico della villa dell’isola. Scully non ha visto Clinton prendere parte ad alcuna attività illegale, tuttavia, e dice che nessun altro ospite era presente al momento.

Scully afferma di aver visto altre “persone importanti” visitare l’isola, incluso il principe Andrew, aggiungendo che alcune sarebbero state nude e fiancheggiate da ragazze in topless.

“Ti dici che non lo sapevi per certo e non hai mai visto nulla, ma è solo razionalizzazione”, osserva Scully nel programma, aggiungendo “Jeffrey Epstein, era un ragazzo che nascondeva molto bene la sua devianza – ma non cosi` bene. “

Anche le precedenti affermazioni fatte dalla “schiava sessuale” Virginia Roberts Giuffre su Epstein nei documenti legali collocano Clinton sull’isola.

Giuffre ha affermato di aver cenato con l’ex presidente, Epstein, con Ghislaine Maxwell e altre due donne di New York sull’isola in un’occasione.

Giuffre ha anche detto di aver visto Clinton “passeggiare nell’oscurità con due bellissime ragazze attorno a un braccio”.

A gennaio, sono emerse immagini di Clinton con le braccia attorno a Chauntae Davies, che ha affermato di essere stata reclutata come massaggiatrice personale di Epstein e “schiava sessuale”:

Clinton è stato anche raffigurato sui gradini dell’aereo privato di Epstein, soprannominato “Lolita Express” con la Maxwell nel 2002 :.

I registri di volo hanno dimostrato che Clinton ha effettuato 26 viaggi in quell’aereo dal 2001 al 2003.

Clinton è stato anche raffigurato con la governante di Epstein Jun-Lyn Fontanilla e un altro membro dello staff nella casa di Epstein a New York:

I sondaggi indicano che la maggioranza degli americani crede che Epstein sia stato assassinato e non si sia suicidato in prigione.

La prima immagine del cappio presumibilmente usato da Epstein contraddiceva la storia ufficiale del suo presunto “suicidio”. Mostra un panno pulito nonostante il collo di Epstein fosse insanguinato.

Il nuovo documentario in quattro parti va in onda dal 27 maggio su Netflix.

Fonte

 

Il governo italiano e i 60.000 spioni

Domenica il governo italiano ha annunciato le intenzioni di creare un esercito di spie per monitorare il distanziamento sociale, affermando che recluterà 60.000 persone per monitorare le attività dei loro amici e vicini e assicurarsi che aderiscano alle norme segregatorie.

I rapporti indicano che il governo puntera` soprattutto sui disoccupati, in particolare quelli che hanno presentato domanda di indennità di recente.

Vuole che diventino “assistenti civici”, che segnaleranno infrazioni sull’uso di maschere per il viso e altre regole ordinate dallo stato a seguito del blocco del coronavirus.

Gli informatori non riceveranno uniformi o badge e saranno semplicemente incorporati nella popolazione, il che significa che chiunque potrebbe essere una spia del governo.

Non è senza precedenti in Italia, dato che il sindaco di Roma Virginia Raggi ha utilizzato un sito Web in cui gli italiani possono informare i loro vicini se li vedono infrangere le regole di allontanamento sociale.

L’annuncio è stato fatto dal ministro degli Affari regionali e delle autonomie Francesco Boccia e dal sindaco di Bari (Puglia), Antonio Decaro, che ricopre la carica di presidente dell’Associazione nazionale dei comuni italiani.

“Stiamo gradualmente entrando in una nuova normalità in cui vi è una progressiva ripresa delle attività produttive e i cittadini tornano nelle città giorno dopo giorno”, si legge in una nota.

I comuni “saranno in grado di trarre vantaggio dal contributo degli “assistenti civici” per applicare tutte le misure messe in atto per contrastare e contenere la diffusione del virus, a cominciare dal distanziamento sociale”. aggiunge la dichiarazione.

“Ora è il momento di reclutare tutti quei cittadini che vogliono aiutare il Paese, dimostrando un grande senso civico”, conclude la dichiarazione.

Queste spie del distanziamento sociale, che ricordano gli informatori di partito di 1984 di Orwell, sono state impiegate anche in altri paesi.

“La famiglia era diventata in effetti un’estensione della psicopolizia. Era un dispositivo per mezzo del quale tutti potevano essere circondati giorno e notte da informatori che li conoscevano intimamente. ”
– George Orwell, 1984

Fonte

Il lavaggio del cervello e il Nuovo Vocabolario: 6 parole e frasi che non vogliamo sentire mai piu`

Ricordi come, dopo l’11 settembre, in America, ci fu quella brutta legge che creo i TSA e autorizzò ogni sorta di sorveglianza contro il popolo americano e lo chiamarono, ironicamente, il Patriot Act?

Naturalmente, sapevamo che la legge non era per niente patriottica, tuttavia, questo non impedi` certo che venisse approvata calpestando tutta la costituzione. La parola “patriota” è stata pervertita da coloro che erano al potere ed e` servita a violare molti diritti costituzionali negli aeroporti e molte altre invasioni nella nostra privacy.

Il che ci porta ad un’altra frase che non significa ciò che la gente pensa che significhi: in nome della “sicurezza”.

Se hai guardato qualsiasi tipo di copertura mediatica o letto articoli, probabilmente hai visto o sentito una pletora di parole e frasi che sono attualmente pervertite a causa della pandemia di coronavirus. Non so te, ma se non sentissi piu` la parola “sicuro” o “nuova normalità”, sarei una persona molto più felice.

Se pensi che alle persone venga fatto il lavaggio del cervello attraverso la ripetizione, è perché e` cosi`. Queste parole d’ordine e molte altre di cui discuteremo verranno utilizzate per indottrinare il pubblico. Come scrisse Joseph Goebbels, ministro della Propaganda della Germania nazista del Reich:

“Se dici una bugia abbastanza grande e continui a ripeterla, alla fine la gente finirà per crederci. La menzogna può essere mantenuta solo per il tempo in cui lo Stato può proteggere il popolo dalle conseguenze politiche, economiche e / o militari della menzogna. Diventa quindi di vitale importanza per lo Stato usare tutti i suoi poteri per reprimere il dissenso, poiché la verità è il nemico mortale della menzogna, e quindi per estensione, la verità è il più grande nemico dello Stato. ” (fonte)

Siamo incredibilmente divisi in questo momento e le parole stanno alimentando le discussioni infuocate che si svolgono sia online che offline, durante alterazioni in cui una parte ritiene che l’altra parte sia insensibile e orribile.

Diamo un’occhiata a questa presa ostile del nostro vocabolario con 6 parole che vorrei fossero eliminate da conversazioni, pubblicità e media.

1. La nuova normalità

Sebbene sia assolutamente vero, non torneremo mai “alla normalità” che avevamo prima della pandemia, c’è una “nuova normalita`” che ci viene imposta la quale è palesemente alimentata dalla paura.

La “nuova normalità” viene spesso utilizzata per indurre le persone ad accettare qualsiasi regola incostituzionale o non dignitosa che l’elite in carica vuole farci trovare tollerabile, come i quadrati fatti con il nastro adesivo sul pavimento quando aspettiamo il nostro turno per entrare in un negozio. Sai come quando i gatti si rannicchiano in un quadrato chiuso sul pavimento come se fosse una scatola? Ora vogliono che gli umani lo facciano per il privilegio di comprare alcol o cibo.

Altre bizzarre attività che rientrano nella “nuova normalita`” sono quei personaggi che prendono la temperatura mascherati nei negozi cercando di evitare altri umani come se stessero giocando a una sorta di strano gioco, e facendo vergognare pubblicamente coloro che non sembrano terrorizzati perché odiano chiaramente gli anziani.

2. Siamo tutti sulla stessa barca

Le frasi saccarine del tipo “siamo tutti nella stessa barca” sono state create all’inizio del lockdown. Le celebrità ci hanno intrattenuto con le canzoni di John Lennon. Hanno realizzato dei video nelle loro dimore, dicendoci di non preoccuparci, perché “siamo tutti sulla stessa barca.” Tranne, ovviamente, che hanno ancora milioni di dollari in banca e il resto di noi non avrebbe dovuto andare al lavoro o aprire la nostra attività per fare i soldi di cui abbiamo bisogno per sopravvivere.

I social media hanno anche realizzato piccoli frame per le tue foto di profilo che recavano quelle parole selvaggiamente fastidiose. Anche gli articoli che ci incoraggiano a starsene chiusi nelle nostre case ci hanno ricordato che tutti, ricchi o poveri, sono “sulla stessa barca”. È solo che la barca dei ricchi era “uno yacht e isole private mentre il resto di noi era stipato in cucina nelle riunioni virtuali con i nostri datori di lavoro mentre vietava ai figli di scaricare troppi contenuti in modo da avere abbastanza internet.

3. Resta a casa.

Stai a casa. Resta a casa.

Quante volte hai sentito questa frase all’inizio del blocco? Probabilmente hai perso il conto. #StayHome #Restaacasa è stato un hashtag virale su Twitter, le persone finivano gli aggiornamenti sul proprio stato nei social media incoraggiando gli altri a “rimanere a casa”, e ci è stato detto che se non “restiamo a casa” avremmo rischiato la vita di ogni persona che amavamo diffondendo inconsciamente il virus.

Chiaramente le uniche persone che asintomatiche erano i buchi di culo che non “sarebbero rimasti a casa”. Erano COVID Marys e COVID Marks, che diffondevano spensieratamente malattie agli anziani e ai bambini con il cancro solo perché non si limitavano a “restare a casa”.

Al fine di farci “restate a casa” in alcuni stati, il governo ha fatto una lista di cio` che riteneva fossero acquisti “essenziali” e di vietare tutti gli altri acquisti (Approfondimenti sulla parola “essenziale” in un momento. Volevano farci pensare che se avessimo solo comprato un litro di latte o un po` pane non avremo trasmesso i nostri germi. I germi si sarebbero trasmessi solo quando avessimo comprato copripiumini o semi da giardino .

4. Distanziamento sociale

Un’altra frase che mi fa venire voglia di ringhiare ferocemente a coloro che la usano è “distanza sociale”. Devo ammettere che ho sempre avuto uno spazio personale invisibile che non mi piace venga invaso, ma l’intero discorso della distanza sociale significa ora che i negozi hanno frecce che ti dicono in che modo puoi camminare lungo un corridoio e i suddetti quadrati di nastro o X sul pavimento per stare in una linea opportunamente socialmente distanziata.

A causa del “distanziamento sociale”, abbiamo trascorso mesi incapaci di visitare i nostri cari, andare nei ristoranti per mangiare o andare nei corridoi del negozio di liquori per selezionare il nostro whisky preferito. Continueremo a prendere socialmente le distanze in tutti i modi ridicoli nella futura “nuova normalita`”.

5. Un metro e mezzo di distanza

Alla frase distanziamento sociale si accompagna la misura ovvero un metro e mezzo (o due metri). Se qualcuno ti si avvicina troppo al negozio, puoi gridare rabbiosamente da dietro la maschera: “Un metro e mezzo coglione!” ed è perfettamente accettabile. Il metro e mezzo è il gold standard, la bolla protettiva che ti tiene “al sicuro” dal prenderti il COVID 19 quando non puoi “rimanere a casa”.

Tutte quelle X sul pavimento dei negozi sono misurate a sei piedi di distanza. I bambini che tornano a scuola dovranno stare a un metro di distanza dagli altri bambini mentre marciano nel parco giochi in una lugubre formazione. Gli uffici vengono ridisegnati in modo che tutti possano stare a sei piedi di distanza dagli altri.

6. Essenziale
Anche la parola “essenziale” è stata corrotta. Se sei stato in grado di continuare a lavorare durante l’intero blocco, è perché eri un lavoratore “essenziale” che svolgeva un lavoro “essenziale”. “Essenziale” è stato definito separatamente dal governatore di ogni stato, quindi varia da luogo a luogo.

La parola “essenziale” è stata anche usata per descrivere gli acquisti che il governo riteneva abbastanza importanti da permetterti di farli di persona e per i viaggi fuori casa. Era “essenziale” andare in drogheria, dal dottore, in farmacia e andare a spasso con il cane. Tuttavia, il cane doveva camminare sulle strade del quartiere con tutte le altre persone essenzialmente a spasso con i loro cani, invece che su un sentiero nella foresta da solo, perché i sentieri erano chiusi perché non erano essenziali.

SI TRATTA DI PURO LAVAGGIO DEL CERVELLO

Se ti sei mai chiesto come è fare il lavaggio del cervello a qualcuno, eccoti una dimostrazione. La ripetizione delle stesse parole piu` volte fino a quando non iniziano a uscire anche dalla tua bocca. Quando ascolti costantemente queste frasi e il loro opposto viene usato per incitare la paura irrazionale, questo è il lavaggio del cervello.

Non sono un paranoico, che indossa la stagnola quando ti dico che siamo tutti gli obiettivi di un’operazione dei mass media per farci accettare questa “nuova normalità” scandalosa e draconiana. Quando ascolti ripetutamente determinati messaggi, quando senti una sceneggiatura proveniente dai media mainstream, dai social media, quando il coglione del tuo vicino fa la spia con i bambini che giocano fuori, e quando ogni altro articolo ha una o più di queste parole nel titolo, c’è un ordine del giorno.

E quell’agenda si tradurrà nella perdita di ancora piu` liberta` e una maggiore sorveglianza.

Non sto dicendo che questo virus non fosse reale o che non fosse una minaccia per la salute pubblica. Lo era. Il fatto che le cose non siano andate male come previsto non significa che le misure adottate non fossero necessarie, ma che hanno funzionato. Ma ciò non significa che tali misure debbano essere proseguite per sempre.

Tuttavia … come per tutte le cose, quando il governo ottiene un po ‘più di potere e controllo in più, diventa avido. L’elite non ha lasciato che questa crisi andasse sprecata e fara` di tutto per rendere permanente questa assurdita`.

Una popolazione spaventata e indottrinata è una popolazione che è facile da controllare.

Fonte

Scusate femministe occidentali, ma le donne vogliono essere donne

Un importante studio condotto su quasi 350.000 persone in 48 paesi mostra che le differenze sessuali nella personalità sono maggiori nei paesi con livelli più elevati di uguaglianza di genere. Le femministe si sono sbagliate di nuovo: ignorano la biologia a loro rischio e pericolo.


Lo studio della personalita` e` uno dei campi più affascinanti della psicologia moderna. Tuttavia, non riescono ad essere cosi` “woke” come la scienza mainstream si aspetterebbe. Questi studi spesso rilevano che le donne hanno tratti più alti di nevroticismo e disponibilita` rispetto agli uomini; tratti che possono avere un impatto sui guadagni e sulla carriera. Sottolineare questo fatto è ciò che ha causato a James Damore, autore del leggendario “Google memo”, così tanti problemi nel 2017.

E un nuovo studio pubblicato sul Journal of Personality, intitolato: “Differenze sessuali nelle caratteristiche della personalità HEXACO in tutti i paesi e le etnie”, è l’ultimo di una lettura imbarazzante per professori universitari postmoderni, femministe militanti e altri che negano costantemente i fatti di vita. Questo studio ha utilizzato un modello a sei tratti noto come HEXACO, che significa: Honesty-Humility, Emotionality, eXtraversion, Agreeableness (versus Anger), Conscientiousness, and Openness to Experience. (onestà-umiltà, emotività, estroversita`, disponibilita` (contro rabbia), coscienza e apertura all’esperienza.)

Nello studio, 347.192 persone hanno compilato dei questionari in cui hanno classificato quanto fortemente concordavano con affermazioni come “Mi piace guardare la televisione” o “Vado spesso a fare passeggiate”. Lo studio ha raccolto dati per diversi anni e provenienti da 48 paesi, classificati in base all’uguaglianza di genere usando una combinazione di due parametri: l’indice del divario di genere e l’indice di sviluppo umano.

Non sorprende che i paesi nordici siano in cima a questo indice, seguiti da Irlanda, Svizzera e Nuova Zelanda. In basso ci sono bastioni di correttezza politica come il Kenya, il Libano, l’India e, in ultima analisi, il Pakistan.

DONNE EMOTIVE, UOMINI PAZIENTI

Ecco, questo gigantesco studio ha replicato i risultati precedenti dimostrando che le donne hanno ottenuto punteggi significativamente più alti degli uomini in Emotività e Onestà-Umiltà. Inoltre, suddivise a livello nazionale, le differenze di genere nell’emotività erano maggiori nei paesi ricchi e dove l’equalita` di genere era superiore. Infine, come se si volesse spingere il chiodo finale nella bara dei negazionisti della biologia, le differenze sessuali nell’emotività mostrarono una piccola variazione etnica all’interno dei paesi di lingua inglese. Ciò significa che l’uguaglianza di genere in effetti era la causa delle differenze sessuali, piuttosto che la presenza di determinati gruppi etnici non nativi.

L’emozionalità è caratterizzata da tratti come l’ansia, l’attaccamento emotivo e la sensibilità, ritenuta utile per proteggere i bambini. Non dovrebbe sorprendere che le donne siano programmate per essere superiori agli uomini in questo tratto; a meno che non siate woke. Sebbene la più grande differenza fosse di gran lunga nella emozionalita`, c’erano altri effetti minori. Gli uomini hanno ottenuto punteggi più alti nei tratti secondari di Pazienza, Prudenza e Inquisitività, mentre le donne erano superiori nell’Apprezzamento Estetico e nell’Altruismo.

Gli autori descrivono la scoperta chiave dell’articolo, ovvero che le differenze sessuali sono direttamente proporzionali all’uguaglianza di genere, come qualcosa di “contro-intuitivo”. Ma è controintuitivo solo se le tue intuizioni sono fermamente postmoderne, aristocratiche e anti-scientifiche. Una persona la cui comprensione della società va oltre la sociologia (almeno il marchio postmoderno) e accetta l’idea che la biologia abbia qualche ruolo, si rende conto che quando minimizzi una variabile, massimizzi l’effetto dell’altra. Quindi, in un ambiente controllato rispetto alle relazioni di genere – come una società ricca ed egualitaria – non è rimasto altro che differenziare la vita delle persone se non i loro bisogni intrinseci. In altre parole, sia per gli uomini che per le donne, la loro biologia prende il sopravvento quando sono liberi di prendere le proprie decisioni.

UN TIPO DI EQUALITA` SBAGLIATA

Come al solito, il problema (se ce n’è uno) si riduce a “uguaglianza di opportunità” rispetto a “uguaglianza di risultato”. Era in Occidente che le donne, i neri e altri gruppi etnici erano davvero ostacolati dall’andare in determinati luoghi e fare certe cose. Nel corso del 20 ° secolo, ma in particolare negli anni ’60, furono fatti grandi progressi per eliminare queste disuguaglianze. Ora ci sono leggi estese per fermare questa discriminazione – molte delle quali probabilmente calpestano il territorio della discriminazione nei confronti di gruppi “storicamente privilegiati”.

Ma come è diventato sempre più evidente da allora, l’uguaglianza delle opportunità non è stata abbastanza buona per alcuni attivisti (che ironicamente sono per lo più persone di livello universitario di classe media). Queste persone non hanno capito o hanno scelto di non capire perché l’utopia che immaginavano (che sarebbe stata una distopia per molti) non si materializzò. Pensavano che consentendo alle donne di intraprendere una carriera se lo desideravano, avrebbe comportato almeno una donna e una “persona di colore” per ogni “maschio bianco” in ogni posizione di potere in ogni settore. Naturalmente, non stanno parlando delle posizioni più ordinarie, o di qualsiasi cosa al di sotto del livello del consiglio di amministrazione di Fortune-500 o del presidente degli Stati Uniti.

Gli “intellettuali” woke sono ansiosi di sottolineare la differenza tra genere e sesso ogni volta che possono. Sostengono che il genere è un “costrutto sociale”, mentre il sesso è semplicemente un brutto processo che ha a che fare con i genitali. (Naturalmente, nonostante sia un costrutto sociale, il genere è anche in qualche modo fondamentale per queste persone, molto più interessante, variabile ed essenziale per l’identità di una persona rispetto al sesso.) In ogni caso, ecco una semplice frase che dico spesso ai professori di sociologia per aiutare i loro studenti a ricordare la distinzione: quando aumenta l’uguaglianza di genere, lo fanno anche le differenze di sesso

Fonte

Il modello computazionale per il Covid-19 era pieno di errori, quello per i cambiamenti climatici e` ancora peggio!

I parallelismi tra coronavirus e cambiamento climatico sono sorprendenti. I modelli pandemici hanno esagerato il pericolo e hanno insistito sul fatto che dobbiamo mettere sotto lockdown l’intera societa`. I modelli utilizzati dagli scienziati per i cambiamenti climatici vengono similmente distorti in modo da promuovere l’utopia delle “emissioni zero”.

Il Covid-19 ha suscitato un enorme dibattito sulle virtù della modellistica informatica. I numeri spaventosi pubblicati dalla squadra del professor Neil Ferguson a metà marzo hanno avuto un impatto enorme sulla politica di lockdown nel Regno Unito e hanno influenzato le decisioni in tutto il mondo.

Il team di Ferguson ha suggerito che 500.000 persone potrebbero morire nel Regno Unito senza l’intervento del governo. Perfino la politica originale di isolare possibili casi e membri della stessa famiglia, insieme ai consigli sul lavaggio delle mani, avrebbe comunque provocato 250.000 morti – o così affermavano i modelli.

Ora sembra sempre più chiaro che questi risultati sono stati un’enorme esagerazione che hanno lasciato il Regno Unito in un lockdown dal quale sara` difficile uscire. Applicare i modelli di Ferguson alla Svezia, che ha evitato le misure estreme di altri paesi, ne è una chiara prova. Il bilancio delle vittime in Svezia è stato di gran lunga inferiore alle previsioni dei modelli di Ferguson e, come molti altri paesi, è stato sostanzialmente causato da un fallimento nella protezione delle case di cura per anziani piuttosto che da un fallimento nel bloccare la società in generale.

Sarebbe stato molto meglio apprezzare le inevitabili limitazioni dei modelli computazionali. Innanzitutto, la nostra conoscenza del problema stesso – in questo caso, il virus e come si diffonde – è sempre imperfetta. In secondo luogo, non abbiamo mai abbastanza dati, quindi saranno sempre parziali. In terzo luogo, il modello stesso è sempre un’approssimazione molto approssimativa del mondo reale, basata su proiezioni su come le persone si comportano, sul modo in cui funziona l’economia e molto altro.

Invece, i numeri più spaventosi assumono una vita propria, incoraggiando i politici ad agire “ragionevolmente” rispetto ad un “worst case scenario” piuttosto che su quelli più probabili.

Dobbiamo imparare rapidamente queste lezioni, poiché esiste un’altra presunta minaccia che esiste da decenni e che continuerà a rimbombare per molti anni a venire: i catastrofici cambiamenti climatici.

La politica relativa al riscaldamento globale è sempre stata costruita su complessi modelli computazionali. E i limiti di questi modelli in relazione all’attuale pandemia sono ancora più amplificati quando si tratta di prevedere quanto sarà caldo il pianeta nei decenni a venire.

Il cambiamento climatico è un problema molto più complesso della diffusione di un virus. L’idea di base che alcuni gas assorbono le radiazioni dalla superficie terrestre e quindi le emettono di nuovo – il cosiddetto “effetto serra” – esiste da oltre un secolo.

Ma gli impatti diretti di questo effetto sono abbastanza limitati. L’anidride carbonica e altri gas serra prodotti dall’uomo potrebbero rendere il mondo più caldo, ma non cosi` caldo da non poterci adattare facilmente. In effetti, potrebbe esserci un vantaggio da un riscaldamento moderato. Perfino la NASA, che è stata al centro delle paure dei cambiamenti climatici, ha notato che l’aumento dei livelli di anidride carbonica potrebbe aiutare ad aumentare la crescita delle piante, comprese le colture alimentari.

Le previsioni più allarmanti per il riscaldamento si verificano se l’innalzamento della temperatura dovuto alla CO2 provoca altre cose che amplificano il riscaldamento. Ad esempio, un mondo più caldo significa vapore acqueo nell’atmosfera, il che è un problema perché il vapore acqueo è il gas serra più abbondante di tutti. La fusione del permafrost potrebbe rilasciare il metano bloccato in terreni congelati.

Anche gli impatti delle variazioni della radiazione solare o il mutare del livello di nuvolosità sono oggetto di notevoli controversie. Abbiamo una comprensione migliore, ma ancora parziale, della fisica.

I dati sono un grosso problema. Non abbiamo avuto registrazioni accurate delle temperature fino al XX secolo inoltrato. Gli oceani sono stati misurati correttamente solo negli ultimi anni e le regioni polari non sono ancora molto ben servite. I dati veramente globali dai registri satellitari sono apparsi solo dal 1979.

Creare un modello in cui tutti i diversi elementi del nostro clima interagiscono è un compito mastodontico riservato ai supercomputer più potenti del mondo. Risulta comunque complicato testare i modelli computazionali: vogliamo risposte in pochi anni quando testare correttamente i modelli potrebbe richiedere decenni. Quello che sappiamo è che esiste un problema persistente con gli attuali modelli – esagerano le previsioni di riscaldamento rispetto alle variazioni di temperatura del mondo reale.

Con quali numeri crei i modelli? Quando gli economisti fanno fatica a prevedere come appariranno le economie tra 12 mesi, come puoi dire come sarà l’economia mondiale tra 30 anni?

Una controversia riguarda i percorsi rappresentativi di concentrazione (RCP) utilizzati dai modelli climatici. Questi considerano il livello di impatto sul riscaldamento, da diversi livelli di gas serra, con “ipotesi” su come si raggiungeranno tali livelli di concentrazione.

Senza perdersi troppo nella complessità, il fatto è che uno di questi percorsi – chiamato RCP 8.5 – viene utilizzato più volte negli studi, erroneamente. In breve, si suggerisce che se non facciamo nulla per il cambiamento climatico, la temperatura del mondo aumenterà e ci saranno enormi problemi, sia per l’uomo che per il resto del mondo naturale.

Come ha affermato un ricercatore: “RCP8.5 non è mai stato concepito per essere uno scenario normale, ma uno scenario di fascia alta, coerente con gli scenari di emissioni più elevate disponibili nella letteratura”. Lo scenario suggerisce che la popolazione mondiale aumenterà molto più rapidamente di quanto si creda davvero, che useremo sempre più energia, che la combustione del carbone aumenterà in modo massiccio e molto di più. È una fantasia del cambiamento climatico e dovrebbe essere trattata come tale.

Nel mondo reale, i tassi di fertilità sono in declino praticamente ovunque, stiamo diventando sempre più efficienti nell’uso dell’energia e tendiamo a spostarci dal carbone ad altre fonti energetiche. Il solo passaggio dal carbone al gas ha avuto un impatto maggiore sulla riduzione delle emissioni rispetto a qualsiasi altra cosa.

I parallelismi tra la scienza del coronavirus e la scienza del cambiamento climatico sono sorprendenti. La modellistica pandemica ha suggerito che dobbiamo bloccare intere società. I modelli di cambiamento climatico sono utilizzati per richiedere emissioni “zero” entro 30 anni al massimo, se non prima. Chiunque suggerisce che la soluzione potrebbe essere molto più dannosa del problema (come nel caso del coronavirus) viene definito un assassino – o peggio.

Covid-19 è un vero problema che è stato gravemente esagerato. Mi sembra che anche i cambiamenti climatici possano causare alcuni problemi, ma che questi sono stati esagerati all’inversoimile da attivisti e politici che cercano di perseguire i propri programmi politici.

È fondamentale interrogare a fondo la scienza e i modelli su cui si basa – o potremmo finire in una situazione ancora più disastrosa rispetto all’attuale disordine in cui ci troviamo.

Fonte

Giornalista di sinistra: voterei Biden anche se bollisse e poi si mangiasse dei bambini

La editorialista di sinistra Katha Pollitt ha scritto un articolo per The Nation in cui afferma che avrebbe votato per Joe Biden anche “se avesse bollito i bambini e li avesse mangiati”.

Nell’articolo, la Pollitt sconfessa il mantra di “credere sempre alle donne” per mettere in dubbio l’accusa di violenza sessuale di Tara Reade contro Biden prima di dichiarare: “Voterei per Joe Biden anche se bollisse e poi si mangiasse dei bambini. Non e` il mio candidato, ma riprendersi alla Casa Bianca è piu` importante “.

Dopo aver messo in dubbio la veridicità dell’affermazione della Reade secondo cui Biden la spinse contro un muro in un corridoio e la penetrò con le dita, Pollitt ha chiarito che non aveva importanza se Biden l’avesse aggredita o meno.

“Che tu creda o meno a Tara Reade … dovresti votare per Joe Biden se è il candidato. … Non possiamo permetterci il lusso di perdere le elezioni per sentirci moralmente puri o inviare un messaggio sulla violenza sessuale. Ciò non aiuterà affatto le donne. O chiunque altro “, ha affermato.

Le osservazioni della Pollitt sottolineano ancora una volta il modo in cui la sinistra rinuncera` volentieri alla sua “giustizia per le donne” se minaccia di ostacolare l’ottenimento del potere.

Il suo commento è  ancora piu` agghiacciante se si pensa al fatto che è un’attivista abortista.

Una delle migliori risposte alla Pollitt è arrivata dal conduttore di The Hill Rising, Krystal Ball, che ha twittato:

Fonte

Un moderatore trans di twich che si identifica come un “cervo” minaccia di censurare i critici

“Ci sono alcune persone che dovrebbero aver paura di me.”

Un membro del “Consiglio consultivo per la sicurezza” di Twitch che si identifica come un cervo (sì, davvero) si vantava in un stream di avere il “potere” di censurare i critici, affermando, “alcune persone dovrebbero avere paura di me”.

Twitch è una piattaforma di video in streaming live che è diventata famosa per i suoi livelli di censura draconiani che in molti casi superano anche YouTube.

La scorsa settimana, lo streamer transgender “Steph” Loehr, AKA FerociouslySteph, nato come uomo e il quale apparentemente si e` fatto rimuovere i genitale, è stato nominato come nuovo membro del “Safety Advisory Council” di Twitch, dando a Loehr il potere di influenzare i Termini di servizio e potenzialmente censurare i singoli utenti.

Prima di arrivare ai commenti di Steph su questo, conosciamolo meglio.

Qui Loehr spiega come gli piace uscire nel suo cortile comportandosi come un cervo mentre mangia erba.

In questa clip, Loehr fai il verso di un cervo mentre ha un “deergasm” (orgasmo di un cervo?) mentre si fa massaggiare la testa dal suo fidanzato.

Ecco Loehr che twitta su ciò che sembra essere un’operazione di cambio di sesso, osservando: “Se i tuoi testicoli ti rendono depressivo, è tempo di tagliarli.”

Qui scopriamo che Loehr pensa che molti giocatori siano “suprematisti bianchi”.

Come puoi vedere, Loehr è ovviamente un individuo davvero equilibrato che dovrebbe assolutamente rimanere imparziale e neutrale quando si decide quali opinioni possono essere espresse su Twitch.

Lo YouTuber KeemStar ha sottolineato come Loehr si stia vantando di avere il potere di censurare i critici che si sono presi gioco di lui per essersi identificato come un cervo, commentando: “Twitch deve davvero porre fine a questo! Ci sara` un Gamer Gate.”

Nella clip, Loehr afferma: “Ho il potere, non possono portarmelo via e onestamente ci sono alcune persone che dovrebbero aver paura perché rappresento il moderatore e la diversità e sto per arrivare da te se sei una persona merdosa – mi opporrò a te, punto e Twitch mi sta sostenendo. ”

“Questo rappresenta il pensiero di tutti gli autoritari che vogliono controllare il tuo discorso, i tuoi pensieri e amministrarti le punizioni se non sei d’accordo con loro”, ha osservato lo Youtuber Count Dankula. “Non appena ha ottenuto il potere, la sua maschera non è caduta, la ha strappata via utilizzandola come un frisbee.”

Dopo che Loehr e` stato nominato nel consiglio di sicurezza di Twitch, i media mainstream si sono immediatamente affrettati a difenderlo, sostenendo che mettere in discussione la sua neutralità rappresentava una “campagna di molestie”.

Come evidenzia Ralph Retort, l’ascensione di Loehr a moderatore di Twitch è stata quasi certamente aiutata dall’ADL.

“La promozione risale a quasi due anni fa. Questo non è qualcosa che è successo di punto in bianco. L’ADL ha fatto gli straordinari per mettere le mani in pasta nei videogiochi. Troppi soldi e influenza sul tavolo per essere ignorati! ”

Questi sono i tipi di persone che ora hanno il potere di controllare la libertà di parola online.

Da una prospettiva più ampia, questi sono i tipi di persone a cui viene consegnato il potere sulla società.

E ci chiediamo perché siamo in un tale casino.

Fonte