La Ceo di Youtube ammette: diamo molta piu` visibilita` ai canali mainstream tradizionali anche se non piace all’utenza

Susan Wojcicki, CEO di YouTube, ammette che la società sa che ai suoi utenti non piace che il gigante dei video manipoli il proprio algoritmo per dare maggiore visibilita` alle fonti mainstream “autorevoli”, ma che lo fanno comunque.

Da diversi anni ormai, la società ha artificialmente manipolato il proprio motore di ricerca per garantire che i creatori di contenuti indipendenti siano sepolti sotto un muro di contenuti provenienti da fonti “tradizionali”.

Questo rigging è così grave che la società ha praticamente “rotto” il suo motore di ricerca, con alcuni video pubblicati da creatori indipendenti quasi impossibili da trovare anche se l’utente cerca il titolo esatto.

La modifica è stata apportata per aiutare i mainstream tradizionali in difficoltà che stavano perdendo la guerra contro i creatori di contenuti indipendenti nonostante la loro massiccia disponibilita` economica.

In un’intervista con il podcast “Rabbit Hole” del New York Times, Wojcicki ha dichiarato che la decisione di spingere i risultati di ricerca “autorevoli” è stata presa dopo il massacro di Nizza, ma che anche dopo il cambiamento, questi risultati hanno avuto scarsi risultati in termini di coinvolgimento.

“Gli utenti non vogliono davvero vederli”, gli ingegneri di YouTube hanno detto alla Wojcicki.

Ma la Wojcicki si rifiutò di ascoltarli e disse loro: “Non importa. Abbiamo una responsabilità. È successo qualcosa nel mondo ed è importante che i nostri utenti lo sappiano “.

“Negli anni trascorsi da quando la Wojcicki ha preso questa decisione, YouTube ha truccato pesantemente il sito a favore di fonti autorevoli al punto che ora hanno una probabilità 10 volte maggiore di raggiungere i migliori risultati di ricerca per alcuni eventi mentre gli YouTuber non verranno raccomandati nemmeno per le breaking news “, riporta Reclaim the Net.

Come abbiamo sottolineato in precedenza, il disprezzo della società per la propria base di utenti è stato anche sottolineato dal suo Chief Product Officer Neil Mohan che ha insultato i creatori di YouTube non mainstream come idioti che vivono nel seminterrato.

Ciò e` avvenuto in seguito ad una nuova politica da parte della società che ha come scopo quello di rimuovere qualsiasi contenuto che mettesse in discussione le linee guida ufficiali del coronavirus dell’Organizzazione mondiale della sanità, nonostante il fatto che tali linee guida siano cambiate numerose volte.

Forse il motivo per cui agli utenti di YouTube non piace la società che promuove i canali mainstream tradizionali è perché i media sono ampiamente detestati e portatori di fake news.

La stessa cosa potrebbe alla fine succedere a YouTube se continua a pugnalare i creatori indipendenti che hanno contribuito a renderlo cio` che e` oggi.

Fonte

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 12 maggio 2020, in Uncategorized con tag , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: