Il governo italiano e i 60.000 spioni

Domenica il governo italiano ha annunciato le intenzioni di creare un esercito di spie per monitorare il distanziamento sociale, affermando che recluterà 60.000 persone per monitorare le attività dei loro amici e vicini e assicurarsi che aderiscano alle norme segregatorie.

I rapporti indicano che il governo puntera` soprattutto sui disoccupati, in particolare quelli che hanno presentato domanda di indennità di recente.

Vuole che diventino “assistenti civici”, che segnaleranno infrazioni sull’uso di maschere per il viso e altre regole ordinate dallo stato a seguito del blocco del coronavirus.

Gli informatori non riceveranno uniformi o badge e saranno semplicemente incorporati nella popolazione, il che significa che chiunque potrebbe essere una spia del governo.

Non è senza precedenti in Italia, dato che il sindaco di Roma Virginia Raggi ha utilizzato un sito Web in cui gli italiani possono informare i loro vicini se li vedono infrangere le regole di allontanamento sociale.

L’annuncio è stato fatto dal ministro degli Affari regionali e delle autonomie Francesco Boccia e dal sindaco di Bari (Puglia), Antonio Decaro, che ricopre la carica di presidente dell’Associazione nazionale dei comuni italiani.

“Stiamo gradualmente entrando in una nuova normalità in cui vi è una progressiva ripresa delle attività produttive e i cittadini tornano nelle città giorno dopo giorno”, si legge in una nota.

I comuni “saranno in grado di trarre vantaggio dal contributo degli “assistenti civici” per applicare tutte le misure messe in atto per contrastare e contenere la diffusione del virus, a cominciare dal distanziamento sociale”. aggiunge la dichiarazione.

“Ora è il momento di reclutare tutti quei cittadini che vogliono aiutare il Paese, dimostrando un grande senso civico”, conclude la dichiarazione.

Queste spie del distanziamento sociale, che ricordano gli informatori di partito di 1984 di Orwell, sono state impiegate anche in altri paesi.

“La famiglia era diventata in effetti un’estensione della psicopolizia. Era un dispositivo per mezzo del quale tutti potevano essere circondati giorno e notte da informatori che li conoscevano intimamente. ”
– George Orwell, 1984

Fonte

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 26 maggio 2020, in Uncategorized con tag , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 2 commenti.

  1. Molto democratico.Segue alla regola il detto:divide et impera.Tutti i cittadini comincerano à guardarsi in cagnesco e penserano:”questo sarà una spia bastarda,”!.E poi rimane la domanda:chi?? verificherà che la “denuncia”è reale o no?!dalla serie:io,spia governativa,mi è antipatico il mio vicino o la mia vicina che non vuole uscire con me,quindi,traccc,la denuncio che fà gli ammucchiate..!Poi,se sono disocupati,saranno facilmente comprabili ed influenzabili.Si sà Quanto verano pagati questi 009?Che brutta cosa……Nè un regime comunista o fascista ha mai fatto una porcheria del genere.E con l’ipocrita pretesa che la fà per il bene del popolo!!Questa cosa e 1000 volte peggio del razzismo,perchè nascera l’odio Nazionale,ogniuno odìerà e sospeterà di ogniuno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: