Autori “woke” che lavoravano per la stessa agenzia della Rowling, abbandonano la compagnia perche` si e` rifiutata di “piegarsi” al dictat trans

“Questi clienti hanno deciso di andarsene perché abbiamo rifiutato di essere rieducati al loro punto di vista”

Almeno quattro autori hanno reciso i legami con l’agenzia letteraria che rappresenta loro e JK Rowling, dopo che si è rifiutata di prendere le distanze dalle osservazioni fatte dall’autrice di Harry Potter su questioni transgender.

Gli autori, tutti identificati sotto l’egida LGBTQIA, hanno rilasciato una dichiarazione congiunta rassegnando le dimissioni da The Blair Partnership in cui si afferma che “Questa decisione non è stata presa alla leggera, e siamo rattristati e delusi che si sia arrivato a questo”.

“Dopo che J. K. Rowling – la quale lavora per l’agenzia – ha fatto dei commenti pubblici su questioni transgender, abbiamo contattato l’agenzia con un invito a riconsiderare la loro posizione nei confronti dei diritti e dell’uguaglianza transgender”.

“Abbiamo ritenuto che l’agenzia non si sia impegnata in alcuna azione che ritenessimo appropriata e significativa.” gli autori hanno detto.

In altre parole, l’agenzia non ha condannato pubblicamente le opinioni della Rowling sul sesso biologico.

“La libertà di parola può essere sostenuta solo se le disuguaglianze strutturali che ostacolano le pari opportunità per i gruppi sottorappresentati sono messe in discussione e cambiate”. gli autori hanno inoltre scritto.

In una dichiarazione in risposta, The Blair Partnership ha scritto: “Sosteniamo il diritto di tutti i nostri clienti di esprimere i loro pensieri e le loro convinzioni e crediamo nella libertà di parola. L’editoria e le arti creative dipendono da queste cose. È nostro dovere, come agenzia, supportare tutti i nostri clienti in questa libertà fondamentale e non commentiamo le loro opinioni individuali “.

“Per ribadire, crediamo nella libertà di parola per tutti; questi clienti hanno deciso di andarsene perché abbiamo rifiutato di essere rieducati al loro punto di vista “, ha risposto l’agenzia.

Non sorprende che l’agenzia abbia sostenuto la Rowling, dato che i libri di Harry Potter sono un po ‘ più popolari della Trans Teen Survival Guide e di altri titoli praticamente sconosciuti pubblicati dai quattro autori woke.

Lo sviluppo arriva una settimana dopo che il personale della casa editrice Hachette ha minacciato di licenziarsi a meno che la società non annulli la sua associazione con JK Rowling e scarti i piani per pubblicare il suo nuovo libro perché sostengono che l’autrice è “transfobica”.

Il Daily Mail ha riferito che “Il personale del dipartimento dei bambini di Hachette ha annunciato di non essere più in grado di lavorare sul libro” in base alle recenti asserzioni di Rowling secondo cui il sesso biologico è reale e che ci sono solo due generi.

Hachette sostiene la Rowling, dopo aver rilasciato una dichiarazione in cui si dice “Siamo orgogliosi di pubblicare la fiaba dei bambini di JK Rowling, Ickabog. La libertà di parola è la pietra angolare dell’editoria. “

Fonte

Neovitruvian

La censura sui social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

€2,00

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 24 giugno 2020, in Uncategorized con tag , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: