Il Coronavirus era nelle acque reflue spagnole gia` nel MARZO 2019

Tracce di coronavirus sono state scoperte a Barcellona nelle acque reflue mesi prima che il primo caso della temuta malattia fosse riportato in Cina, secondo un nuovo studio condotto da un gruppo di ricercatori spagnoli.
Gli scienziati del gruppo Enteric Virus dell’Università di Barcellona hanno rilevato la presenza del virus in campioni congelati delle acque reflue della città raccolti il 12 marzo 2019. Il gruppo, guidato da Rosa Maria Pintó e Albert Bosch, stava esplorando il potenziale di analisi delle acque reflue nei sistemi di allarme rapido e prevenzione dei futuri focolai di Covid-19, quando ha fatto la clamorosa scoperta.

Inizialmente, il team aveva trovato il virus in campioni datati 15 gennaio 2020 – circa 41 giorni prima del primo caso confermato di Covid-19 in Spagna. Hanno deciso di controllare campioni precedenti, presi tra gennaio 2018 e dicembre 2019, e tutti si sono dimostrati negativi “tranne quello del 12 marzo 2019, in cui i livelli di SARS-CoV-2 erano molto bassi ma erano chiaramente positivi”, il team ha riferito in una dichiarazione, riferendosi al virus con il suo nome ufficiale.

I ricercatori sono giunti alla conclusione che il virus potrebbe essersi diffuso in tutto il mondo molto prima di quanto si pensasse inizialmente.

“Barcellona riceve molti visitatori per motivi turistici o professionali”, ha affermato Bosch. “È più che probabile che si sia verificata una situazione simile in altre parti del mondo.”

Il gruppo ha ipotizzato che alcuni dei primi casi di Covid-19 avrebbero potuto essere scambiati per una grave influenza. Mentre lo studio, pubblicato nel repository medRxiv, non è stato finora sottoposto a peer review, la rivelazione è stata ampiamente coperta dai media spagnoli, come il quotidiano El Mundo.

Il virus si è diffuso in quasi tutto il mondo, infettando più di nove milioni di persone e causando quasi 500.000 vittime. Gli scienziati hanno ipotizzato che abbia avuto origine in un mercato nella città cinese di Wuhan nel dicembre 2019.

Il primo caso europeo confermato di coronavirus è stato registrato in Francia nel gennaio 2020. Tuttavia, vari studi apparsi da allora lo hanno messo in discussione. Una ricerca italiana focalizzata anche sull’analisi delle acque reflue ha mostrato che tracce del virus sono state trovate a Milano e Torino in campioni risalenti a metà dicembre 2019.

Fonte

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

€2,00

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 27 giugno 2020, in Uncategorized con tag , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: