Facebook, Google/Youtube, Twitter, censurano un video virale di una conferenza stampa sul Coronavirus in cui dei dottori espongono le loro opinioni sul virus e la risposta all’emergenza

Facebook ha rimosso un video pubblicato oggi da Breitbart News, che è stato il post su Facebook più performante al mondo lunedì pomeriggio, riguardo una conferenza stampa tenutasi a Washington da parte del gruppo americano Frontline Doctors e organizzata e sponsorizzata dai Tea Party Patriots. La conferenza stampa ha visto la partecipazione di Ralph Norman (R-SC) e medici di prima linea che condividono le loro opinioni e opinioni sul coronavirus e sulla risposta medica alla pandemia. Anche YouTube (proprieta` di Google) e Twitter hanno successivamente rimosso il video della conferenza stampa.

Il video ha accumulato oltre 17 milioni di visualizzazioni durante le otto ore in cui è stato ospitato su Facebook, con oltre 185.000 spettatori simultanei.

In termini di viralita`, il post batteva i contenuti di molti altri account importanti su Facebook, tra cui quello diHillary Clinton, del Rev. Franklin Graham e di Kim Kardashian.

L’evento, ospitato dall’organizzazione America’s Frontline Doctors, un gruppo fondato dal Dr. Simone Gold, un medico certificato e avvocato, composto da medici, si è riunito per affrontare quella che il gruppo chiama una “massiccia campagna di disinformazione” sul coronavirus. Anche Norman ha parlato all’evento.

“Se gli americani continuano a lasciare che i cosiddetti esperti e personalità dei media prendano le loro decisioni, il grande esperimento americano di una Repubblica costituzionale con democrazia rappresentativa, cesserà”, si legge nella pagina di informazioni dell’evento.

L’evento è stato organizzato e sponsorizzato dai Tea Party Patriots.

“Abbiamo rimosso questo video per aver condiviso false informazioni su cure e trattamenti per COVID-19”, ha detto a Breitbart News un portavoce della società di Facebook, Andy Stone. La società non ha specificato quale parte del video ha definito “informazioni false”, chi ha consultato per emettere tale decisione e su quale base è stata realizzata.

Stone ha risposto all’editorialista tecnico del New York Times Kevin Roose su Twitter riguardo al video:

Stone ha poi aggiunto che la piattaforma avrebbe indirizzato gli utenti che avevano interagito con il post verso articoli riguardo i “miti sfatati dall’OMS”

La decisione di Facebook di censurare il live streaming è stata rapidamente seguita da YouTube, la piattaforma di condivisione video di proprietà di Google. Il video aveva oltre 80.000 visualizzazioni su YouTube prima della sua rimozione.

Dopo la rimozione di Facebook e YouTube, Twitter ha seguito l’esempio, rimuovendo il live streaming di Periscope della conferenza stampa di Breitbart News. La piattaforma di Jack Dorsey ha anche limitato l’account ufficiale di Breitbart News, indicando che i tweet contenenti collegamenti a più storie sulla conferenza stampa violano le politiche COVID-19 della piattaforma.

Fonte

Potete trovare il video nella pagina “fonte” linkata qui sopra

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere

€2,00

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 28 luglio 2020, in Uncategorized con tag , , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 2 commenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: