Un ricercatore suggerisce che una deliberata campagnia propagandistica ha forzato il mondo ad andare in lockdown

Il ricercatore e avvocato Michael P.Senger suggerisce che il governo cinese abbia lanciato un’aggressiva campagna di propaganda per esagerare la gravità del coronavirus al fine di costringere il resto del mondo a un lockdown draconiano a beneficio di Pechino.

In un articolo per Tablet Magazine, Senger descrive in dettaglio come alla fine di gennaio, “è iniziata l’isteria internazionale COVID-19” con una serie di video sospetti pubblicati su siti di social media che mostravano persone in Cina che improvvisamente collassavano per le strade, incluso un caso in cui un uomo ha cercato di interrompere la sua rovinosa caduta allungando un braccio, suggerendo che questi collassi siano una cosa organizzata.

Dopo che decine di milioni di persone sono state confinate nelle loro case durante uno dei piu` brutali lockdown della storia, Senger osserva come a febbraio il PCC “ha segnalato un calo esponenziale dei casi di coronavirus, fino al 19 marzo quando hanno annunciato che il loro lockdown aveva eliminato i casi domestici. interamente.”

La Cina ha ufficialmente registrato solo 4.634 morti per coronavirus, nonostante abbia una popolazione quasi cinque volte più numerosa degli Stati Uniti, dove l’attuale bilancio delle vittime è di oltre 205.000.

L’Organizzazione mondiale della sanità e altri esperti scientifici si sono poi espressi in modo positivo sulla risposta della Cina al COVID-19, che è ciò che ha portato praticamente ogni altro paese del pianeta a rispecchiare il suo approccio.

Tuttavia, Senger sostiene che l’isteria iniziale su COVID e il lockdown che ne è seguito potrebbe essere stata una campagna di propaganda cinese attentamente orchestrata per ingannare i suoi concorrenti egemonici a distruggere le loro economie in risposta a un virus con un tasso di mortalità relativamente basso.

Il ricercatore documenta come eserciti di account di bot cinesi su Twitter siano stati determinanti nel promuovere lockdown precoci in paesi come l’Italia criticando pesantemente allo stesso le figure politiche che si rifiutavano di ordinare lockdown rigorosi, come il governatore del Sud Dakota Kristi Noem, con critiche e abusi.

Sottolinea anche come gli organi dei media statali cinesi abbiano infangato e violentato l’appoccio dell'”immunità di gregge”, inizialmente considerato ma poi respinto da diversi leader occidentali, come una violazione dei “diritti umani”.

Anche la Svezia, che ha optato per l’approccio dell’immunità di gregge rifiutandosi di imporre un lockdown e ne e` uscita economicamente in maniera migliore rispetto a qualsiasi altro paese europeo, è stata presa di mira dai bot, così come il primo ministro britannico Boris Johnson, che è stato accusato di essere coinvolto in un “genocidio”. considerando inizialmente l’approccio dell’immunità di gregge.

La conclusione di Senger cerca di sottolineare il motivo per cui la Cina si e schierata cosi` ferventemente nei confronti di lockdown su scala globale.

“La spiegazione più benevola possibile per la campagna del PCC per i lockdown globali è che il partito ha promosso in modo aggressivo la stessa menzogna a livello internazionale e nazionale: che i lockdown funzionano.
Per i membri del partito, quando Wuhan ha chiuso i battenti probabilmente era ovvio che il lockdown avrebbe “eliminato” il coronavirus; se Xi voleva che fosse vero, allora doveva essere così. Questa è la patologia totalitaria che George Orwell chiamava “doppio pensiero”. Ma il fatto che i regimi autoritari mentano sempre non dà loro il diritto di diffondere menzogne ​​mortali nel resto del mondo, specialmente con mezzi clandestini “.

“E poi c’è la possibilità che chiudendo il mondo, Xi Jinping, che ha scalato le fila del partito, citando antichi studiosi cinesi, studiando l’economia e la scienza della complessità stia immaginando un futuro socialista con la Cina al centro , sapeva esattamente cosa stava facendo. “

La teoria di Senger ha peso se si considera come la Cina sia tornata alla “normalità” da mesi, mentre i paesi occidentali, ancora in preda al panico per l’isteria COVID, continuano a tenere sotto lockdown i propri cittadini paralizzando le proprie economie nonostante i ricoveri e i decessi dovuti al coronavirus in paesi come il Regno Unito si sono quasi azzerati.

Fonte

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

€2,00

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 28 settembre 2020, in Uncategorized con tag , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: