Il Grande Reset, Parte 1: Aspettative ridotte, e feudalismo bio-tecnologico

Il grande reset è nella mente di tutti, che ne siano coscienti oppure no. È presagito dalle misure intraprese dagli stati di tutto il mondo in risposta alla crisi del covid-19. (Intendo per “crisi” non la cosiddetta pandemia in sé, ma le risposte a un nuovo virus chiamato SARS-2 e l’impatto delle risposte sulle condizioni sociali ed economiche.)

Nel suo libro, COVID-19: The Great Reset, il fondatore e presidente esecutivo del World Economic Forum (WEF) Klaus Schwab scrive che la crisi del covid-19 dovrebbe essere considerata “un’opportunità [che può essere] colta per rendere il tipo di cambiamenti e scelte politiche che porteranno le economie sulla strada verso un futuro più giusto e più verde “. Sebbene Schwab promuova il Great Reset da anni, la crisi covid ha fornito un pretesto per attuarlo finalmente. Secondo Schwab, non dovremmo aspettarci che il sistema mondiale postcovid torni alle sue modalità operative precedenti. Piuttosto, alternando descrizione e prescrizione, Schwab suggerisce che i cambiamenti saranno, o dovrebbero essere, attuati attraverso domini interdipendenti per produrre una nuova normalità.

Allora, cos’è il Grande Reset e qual è la nuova normalità che stabilirà?

Il grande ripristino significa redditi e consumo di carbonio ridotti. Ma Schwab e il WEF definiscono il Grande Ripristino anche in termini di convergenza dei sistemi economici, monetari, tecnologici, medici, genomici, ambientali, militari e di governance. Il Great Reset comporterebbe grandi trasformazioni in ciascuno di questi domini, cambiamenti che, secondo Schwab, non solo altereranno il nostro mondo, ma ci porteranno anche a “mettere in discussione cosa significhi essere umani”.

In termini di economia e politica monetaria, il Great Reset comporterebbe un consolidamento della ricchezza, da un lato, e la probabile emissione del reddito di base universale (UBI) dall’altro. Potrebbe includere il passaggio a una valuta digitale, inclusa una centralizzazione consolidata di conti bancari e bancari, tassazione immediata in tempo reale, tassi di interesse negativi e sorveglianza e controllo centralizzati su spesa e debito.

Mentre ogni aspetto del Grande Ripristino coinvolge la tecnologia, il Grande Ripristino implica specificamente “la Quarta Rivoluzione Industriale”, o transumanesimo, che include l’espansione della genomica, della nanotecnologia e della robotica e la loro penetrazione nei corpi e nei cervelli umani. Naturalmente, la quarta rivoluzione industriale prevede la ridondanza della manodopera umana in settori in aumento, per essere sostituita dall’automazione. Ma inoltre, Schwab saluta l’uso della nanotecnologia e delle scansioni cerebrali per prevedere e prevenire il comportamento umano.

Il grande ripristino significa l’emissione di passaporti medici, che saranno presto digitalizzati, nonché la trasparenza delle cartelle cliniche comprensive di anamnesi, trucco genetico e stati di malattia. Ma potrebbe includere l’impianto di microchip che leggano e riferiscano sugli stati cerebrali in modo tale che “attraversare un confine nazionale potrebbe un giorno comportare una scansione cerebrale dettagliata per valutare il rischio per la sicurezza di un individuo”.

Sul fronte genomico, il Great Reset include progressi nell’ingegneria genetica e la fusione di genetica, nanotecnologia e robotica.

In termini militari, il Great Reset comporta la creazione di nuovi spazi di battaglia tra cui il cyberspace e il cervello umano come campi di battaglia.

In termini di governance, il Great Reset significa governo e “governamentalità” sempre più centralizzati, coordinati ed espansi, la convergenza di aziende e stati e la digitalizzazione delle funzioni governative, incluso, con l’uso del 5G e algoritmi predittivi, in tempo reale tracciamento e sorveglianza delle persone o “predizione” del comportamento umano e dei sistemi.

Detto questo, “il grande ripristino” non è che una campagna di propaganda coordinata avvolta sotto un manto di inevitabilità. Piuttosto che una mera teoria del complotto, come ha suggerito il New York Times, il Great Reset è un tentativo di cospirazione, o il “pio desiderio” dei pianificatori socioeconomici di avere “stakeholder” aziendali e governi che adottino i desideri del WEF.

Per vendere questo pacchetto, il WEF mobilita la retorica dell'”uguaglianza economica”, dell'”equità”, dell'”inclusione” e di “un destino condiviso”, tra gli altri eufemismi. Insieme, tali frasi rappresentano la componente politica e ideologica collettivista, socialista del socialismo aziendale immaginato (poiché il socialismo economico non può mai essere messo in atto, è sempre solo politico e ideologico).

Esaminerò le prospettive per il grande ripristino nelle prossime parti. Ma per ora è sufficiente dire che il WEF immagina un ordine globale bio-tecno-feudalista, con pianificatori socioeconomici e “stakeholder” aziendali al timone e la maggior parte dell’umanità in balia di essi. La massa dell’umanità, vivrà in una stasi economica di ridotte aspettative, con l’autonomia individuale notevolmente ridotta se non completamente cancellata. Come suggerito da Mises, tali pianificatori sono autoritari che intendono applicare i loro piani centralizzati.

Fonte

digital-cage-wire

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 6 gennaio 2021, in Uncategorized con tag , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: