Rowan Atkinson: La cultura della cancellazione e` come la “folla medievale che cerca qualcuno da bruciare”

La star britannica combatte da molto tempo in difesa della libertà di parola contro la polizia linguistica

Rowan Atkinson, famoso per aver interpretato i personaggi Mr Bean e Blackadder, è tornato ad apparire sui titoli dei giornali per aver criticato l’ascesa di una distruttiva cultura della cancellazione.

In un’intervista con Radio Times del Regno Unito, Atkinson ha descritto i troll online che cercano di vietare tutto come “l’equivalente digitale della folla medievale”.

“Il problema che abbiamo online è che un algoritmo decide cosa vogliamo vedere, il che finisce per creare una visione semplicistica e binaria della società”, ha detto.

“Alla fine tutto si riduce a un o sei con noi o contro di noi. E se sei contro di noi, meriti di essere “cancellato””, ha sottolineato il comico britannico.

Atkinson ha anche criticato i social media, dicendo che lo riempiono di “paura per il futuro”, perché continuano a ridurre la tolleranza per opinioni diverse, il che amplia le divisioni nella società.

“Quello che abbiamo ora è l’equivalente digitale della folla medievale che vaga per le strade alla ricerca di qualcuno da bruciare”, ha esortato Atkinson.

Ha notato che ha subito attacchi da questa marmaglia d’odio, non solo a causa di Mr Bean, scritto 30 anni fa, ma anche per la sua lunga storia di difesa della libertà di parola.

“È spaventoso per chiunque sia vittima di quella folla e mi riempie di paura per il futuro”, ha dichiarato Atkinson.

Atkinson si è opposto all’introduzione delle cosiddette leggi sull’incitamento all’odio nel 2005, descrivendo la legislazione in questo modo: E` come utilizzare una “mazza per rompere una noce”.

Atkinson si è inoltre opposto all’introduzione di clausole di “incitamento all’odio” omofobiche nella legge britannica nel 2009.

All’epoca, nel 2009, Atkinson ha delineato dove si stavano dirigendo tali mosse per reprimere la parola, profetizzando “una cultura della censura, un atteggiamento interrogativo, negativo e di piombo che è incoraggiato dalle legislazioni di questa natura”.

Il comico ha avvertito che sarebbe stato solo “notevolmente e significativamente alleviato da [una] clausola di libertà di parola”.

Nel 2012, Atkinson si è ulteriormente scagliato contro il comportamento “offensivo” classificato come reato.

“Il problema evidente del divieto di insulto è che troppe cose possono essere interpretate come tali. La critica, il ridicolo, il sarcasmo, affermando semplicemente un punto di vista alternativo al normale, puo` essere interpretato come un insulto “, ha dichiarato Atkinson all’epoca durante un’appassionata difesa della libertà di parola:

Nel 2020, Atkinson è stato nuovamente preso di mira dalla folla di cui parla quando si è pubblicamente opposto alla legge scozzese sui “crimini d’odio”, affermando che “rischiava di soffocare la libertà di espressione e la capacità di articolare o criticare le credenze religiose e di altro tipo”.

Diversi altri comici si sono scagliati contro l’ascesa della cultura dell’annullamento, tra cui la star di Monty Python John Cleese, il creatore di The Office Ricky Gervais, i ‘podfathers’ Joe Rogan e Adam Carolla, così come Bill Burr e la star del ‘politicamente scorretto’ Dave Chapelle, per citarne solo alcuni.

La cultura della cancellazione ha visto alcuni comici autocensurarsi per placare la folla:

La commedia è il canarino nella miniera di carbone quando si tratta della cultura della cancellazione, tuttavia, ci sono segni che i suoi tentacoli stanno penetrando profondamente in tutti gli aspetti della società.

Un recente studio condotto da Civitas, un importante gruppo di esperti focalizzato sull’istruzione, ha rivelato che la libertà di parola nelle principali università del mondo viene erosa a un ritmo allarmante.

Lo studio ha rilevato che negli ultimi tre anni oltre il 68% delle università del Regno Unito ha visto la libertà di parola severamente limitata, con gli accademici incapaci di discutere in modo significativo le sfumature di questioni come razza e genere.

Il rapporto rileva che le università tra cui Oxford, Cambridge e St Andrews, tre delle istituzioni più importanti al mondo, sono tra quelle che sono cadute nella categoria “rossa” per la libertà di parola a seguito di casi di “assenza di piattaforme” per oratori.

L’anno scorso, 150 dei migliori intellettuali, autori e attivisti del mondo hanno firmato una lettera aperta in cui denunciavano la cultura della cancellazione da parte della sinistra, la censura e la marcia totalitaria del “conformismo ideologico”.

La lettera avvertiva che la cultura dell’annullamento sta creando un clima di avversione al rischio che impedisce a chiunque di dissentire dal consenso monolitico della retorica della giustizia sociale, creando un “clima soffocante che alla fine danneggerà le cause più vitali del nostro tempo”.

Negli Stati Uniti, il vice segretario del Dipartimento per la sicurezza interna ha anche recentemente avvertito che le azioni delle società tecnologiche nell’abbracciare la cultura della cancellazione e censurare le opinioni con cui non sono d’accordo costituisce una “grave minaccia alla sicurezza nazionale”.

Fonte

gettyimages-1052857582-768x432-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 6 gennaio 2021, in Uncategorized con tag , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: