Australia: Facebook blocca tutte le news, gli aggiornamenti del governo e della sanita`: Un assalto ad una nazione sovrana

“I giganti della tecnologia pensano di essere più potenti del governo”

Il primo ministro australiano ha accusato Facebook di considerarsi “ più potente del governo ” dopo che la società tecnologica ha bloccato tutte le notizie dalla sua piattaforma di social media nel paese prima che il parlamento discutesse se dovesse essere costretta a pagare per i contenuti prodotti da media di terze parti .

Il primo ministro Scott Morrison ha criticato Facebook e ha dichiarato che “la compagnia pensa … che le regole non dovrebbero applicarsi a se stessa”.

I rapporti indicano che, oltre a bloccare le notizie, Facebook in Australia ha impedito la condivisione di alcune informazioni del governo, inclusi gli aggiornamenti dei servizi di emergenza su Covid, gli incendi e l’assistenza alle vittime di violenza domestica.

Morrison ha osservato che “le azioni di Facebook contro l’Australia oggi, interrompendo i servizi di informazione essenziali sui servizi sanitari e di emergenza, sono state tanto arroganti quanto deludenti”.

“Potrebbero cambiare il mondo, ma questo non significa che lo gestiscano”, ha continuato il Primo ministro, aggiungendo “Non saremo intimiditi da BigTech che cerca di fare pressione sul nostro Parlamento”.

Intervenendo in Parlamento, il ministro della Salute Greg Hunt ha descritto le azioni di Facebook come “un assalto a una nazione sovrana e un assalto alla libertà delle persone”.

“Facebook ha compiuto passi senza precedenti e riprovevoli, inaccettabili in una democrazia e un abuso del loro potere”, ha detto.

Il ministro delle comunicazioni Paul Fletcher ha affermato che Facebook sta cercando disperatamente di costringere il governo a fare marcia indietro sulla nuova legge.

“La proposta non è ancora nella legge, quindi solleva una domanda ovvia, perché lo stanno facendo ora?” Fletcher ha osservato.

Il ministro dell’Agricoltura David Littleproud ha dichiarato: “Il popolo australiano e il suo governo non saranno vittime di bullismo da parte di qualche grande azienda tecnologica che sta mettendo a rischio la vita delle persone e mettendo i profitti davanti alle persone”.

L’ex vice primo ministro Barnaby Joyce ha paragonato Mark Zuckerberg a Kim Jong-un.

Fonte

facebook_australia-768x432-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 18 febbraio 2021, in Uncategorized con tag , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: