Il folle piano di Bill Gates di oscurare il sole probabilmente non raffreddera’ il pianeta, ma lo aiutera’ sicuramente a vendere piu’ copie del suo libro

Nonostante le enormi controversie che circondano la scienza della geoingegneria solare, il fondatore di Microsoft sta contribuendo a finanziare un piano per ridurre gli effetti dei gas serra schermando la Terra dal sole, proprio come il cattivo dei Simpson.

Uno dei grandi problemi quando si tratta della pandemia di coronavirus è che ha distolto molta attenzione dal problema globale preferito che in precedenza occupava l’attenzione dell’elite: il cambiamento climatico e l’imminente fine del mondo.

Quindi, fortunatamente, il gazillionaire Bill Gates, il “genio del male”, è coinvolto in un esperimento che garantira’ notti insonni. Si tratta di un palloncino, un chilogrammo di polvere di gesso e il tentativo di oscurare il sole.

Come qualcosa uscito direttamente dal playbook di Charles Montgomery Burns, Gates è uno tra una dozzina di donatori individuali e 14 fondazioni che stanno finanziato il rilascio di una mongolfiera questa estate a un’altitudine di 12 miglia sopra la città svedese di Kiruna. Da lì, rilascerà una scia di particelle di gesso: carbonato di calcio o CaCO3, come ricorderai dalla tavola periodica.

Questo esperimento è una versione ridotta del piano originale di un paio di anni fa che avrebbe visto migliaia di aerei ad alta quota spruzzare milioni di tonnellate di particelle per formare una nuvola chimica sopra la terra che avrebbe successivamente raffreddato la superficie del pianeta . Arrivederci, cielo azzurro.

Il problema con quell’idea era che non esiste ancora un aereo che possa volare abbastanza in alto e attualmente non esiste un metodo praticabile per distribuire le particelle. Quindi, torniamo al punto di partenza.

Avendo accantonato questo schema – e l’alternativa di costruire un grande parasole, come il malvagio signore supremo di Springfield – Gates e i suoi amici al “dibolico” SCoPEx (Esperimento di perturbazione controllata dalla stratosfera) stanno provando qualcosa su scala più piccola nel tentativo di determinare se possono deviare l’energia solare e raffreddare la superficie terrestre abbastanza da compensare gli aumenti di temperatura attribuiti ai gas serra.

Ora, alzi la mano qualcuno a cui piace ancora quest’idea? Anche se sembra totalmente folle, un sondaggio d’opinione del 2016 condotto dall’Università di Harvard ha rilevato che il 67% degli intervistati era a favore della geoingegneria solare, in gran parte perché era economica, nonostante il fatto che, per i loro standard, fosse anche “imperfetta”.

Uno studio del Fourth National Climate Assessment degli Stati Uniti ha calcolato che il costo annuale per la creazione di una nuvola chimica di raffreddamento sarebbe di 2,25 miliardi di dollari ogni anno per i primi 15 anni. Dopodiché? Bene, siamo tornati al punto di partenza, perché molto probabilmente tutti si sono dimenticati dei gas a effetto serra poiché non ci sono stati effetti evidenti per un decennio e mezzo.

Un altro problema con l’interferenza con la natura è che nessuno sa come la riduzione dell’energia solare su una parte del pianeta influirà sul clima in altre parti. In uno speciale della CNBC del 2019, la professoressa Kate Ricke, dell’UC San Diego, ha affermato che il modello suggeriva che se il processo continuasse nel tempo, il clima in Cina sarebbe più caldo e secco, mentre l’India sperimenterebbe condizioni più umide e più fresche.

E questo solleva alcune questioni precise, perché, come lo scienziato del clima Alan Robock, della Rutgers University, ha sottolineato alla CNBC, “Non possiamo nemmeno decidere sulle emissioni e sui gas serra. Come decideremo di impostare il termostato planetario? “

Immagina quelle discussioni che hai a casa per accendere il riscaldamento, ma su scala internazionale: “Togli le mani dall’interruttore, Washington! Pechino si sta scaldando e Mumbai gela! “

È qui che entra in gioco l’inganno. Invece di fumo e specchi, abbiamo palloncini e polvere di gesso. Perché la sola idea di abbassare il calore del sole, e il potenziale catastrofico di farlo, potrebbe essere sufficiente per far fermare tutti, pensare e lavorare un po ‘di più su quegli obiettivi di emissioni, che, ovviamente, sono il Santo Graal della scienza del clima.

Se non raggiungiamo quei numeri, o almeno facciamo uno sforzo concreto, allora ci sono molte persone, e non solo Greta Thunberg, in fila a competere sullo scenario maggiormente apocalittico.

Secondo Andy Parker, direttore del progetto presso l’International Solar Radiation Management Governance Initiative, gli Stati non disposti o incapaci di frenare le proprie emissioni di gas serra potrebbero persino prendere in mano la situazione.

Ha avvertito la CNBC: “C’è la prospettiva che i paesi vadano avanti e facciano della geoingegneria solare per conto loro causando disaccordo, conflitto, tensione e forse anche guerra”.

Forse questo è ciò che fanno i miliardari. Qui abbiamo uno degli uomini più ricchi del mondo che spinge il suo libro appena pubblicato, convenientemente intitolato “ Come evitare un disastro climatico ”, con l’aiuto di una glorificata trovata pubblicitaria da 3 milioni di dollari sulla Svezia quest’estate, per testare una tecnologia radicale che probabilmente non decollera’ mai.

Burns sarebbe verde d’invidia per un complotto così cinico e diabolico.

Fonte

605a492e20302770e13345b7

Neovitruvian

La censura dei social media e’ sempre piu’ pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 24 marzo 2021, in Uncategorized con tag , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: