Il direttore della CNN rivela in privato come la rete affronta il tema della razza quando si tratta di proteste e sparatorie

Nell’ultimo video sotto copertura di Project Veritas, il direttore tecnico della CNN Charlie Chester ha ammesso che la sua rete cerca di aiutare il movimento Black Lives Matter.
Chester ha rivelato una serie di segreti commerciali a un reporter sotto copertura con Project Veritas, un gruppo conservatore famoso per le loro operazioni a telecamere nascoste. Dopo aver ammesso che la CNN ha alimentato di proposito i timori sulla pandemia di Covid-19 per aumentare gli ascolti e si è concentrato sul cacciare Trump dalla Casa Bianca, Chester ha poi parlato di questioni razziali, in un video pubblicato giovedì da Project Veritas.

Dopo aver svolto alcune ricerche sull’apparente aumento dei crimini d’odio anti-asiatici negli Stati Uniti, Chester ha detto di essersi reso conto che i neri era dietro la maggior parte degli attacchi. Sfortunatamente per la CNN, questa prospettiva non si adattava alla narrativa scelta dall’emittente.

“Sono del tipo, ma che sto facendo?’ Stiamo cercando di aiutare quelli di BLM”, aggiungendo che “l’ottica” della violenza nera sugli asiatici non aiuta la causa del BLM . “Piccole cose”, come questi crimini d’odio, “sono sufficienti per frenare i movimenti”, ha aggiunto.

Chester non ha spiegato come pensa che sostenere Black Lives Matter possa fermare singoli atti di violenza criminale. Allo stesso modo, alcuni manifestanti di BLM apparentemente non si preoccupano della buona pubblicità, come si è visto mercoledì sera al Brooklyn Center, Minnesota, quando un manifestante ha buttato a terra un membro della CNN con una bottiglia rotta puntata alla testa, prima di inseguire la crew.

Chester non si e’ fermato qui. Ha ammesso che i media in generale si concentrano sulla razza dello sparatore, ma solo se e’ un bianco.

“Non si da peso alla notizia se lo sparatore non e’ bianco”, ha aggiunto, sostenendo che le storie di sospetti non bianchi perdono di “interesse” quando viene menzionato il colore della loro pelle.

Nulla di ciò che Chester ha detto sarà una sorpresa per i conservatori, che hanno a lungo sostenuto che la rete mostra un chiaro pregiudizio liberale, e sembra persino “odiare i bianchi“.

Il fondatore di Project Veritas James O’Keefe ha dichiarato alla fine dell’ultimo video che lo staff della CNN “dovrebbe avere il coraggio di dire pubblicamente ciò che ci ha detto in privato”. Tuttavia, è altamente improbabile che la rete abbandoni la sua linea editoriale. Né Chester né altri dipendenti della CNN hanno risposto a O’Keefe quando si sono confrontati, e il presidente della rete Jeff Zucker ha precedentemente ignorato le telefonate di O’Keefe.

La polemica di O’Keefe con la CNN non è solo ideologica. Il capo del Project Veritas ha detto martedì a Sean Hannity di Fox News che intende citare in giudizio la CNN per un servizio giornalistico che descrive il suo lavoro come “disinformazione” e la sua organizzazione come gruppo “attivista”.

Fonte

60788d9f85f54036812dbd7e

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 16 aprile 2021, in Uncategorized con tag , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 2 commenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: