I dipendenti del laboratorio di Wuhan erano “cosi’ malati da dover essere ricoverati in ospedale”

Tre ricercatori del Wuhan Institute of Virology erano così malati nel novembre del 2019 che hanno cercato ricovero in ospedale, secondo il Wall Street Journal, citando un rapporto dell’intelligence statunitense precedentemente non divulgato “che potrebbe aggiungere peso alle crescenti richieste di una più completa indagine sul fatto che il COVID -19 virus potrebbe essere sfuggito dal laboratorio. “

I dettagli della segnalazione appartengono ad una nota informativa del Dipartimento di Stato, emessa durante gli ultimi giorni dell’amministrazione Trump, secondo la quale diversi ricercatori del laboratorio, un centro per lo studio dei coronavirus e di altri patogeni, si sono ammalati nell’autunno 2019 “con sintomi compatibili sia con Covid-19 che con una comune malattia stagionale “.

La divulgazione del numero di ricercatori, i tempi delle loro malattie e le loro visite ospedaliere arrivano alla vigilia di una riunione dell’organo decisionale dell’Organizzazione mondiale della sanità, che dovrebbe discutere la prossima fase di un’indagine sulle origini del Covid-19. . -WSJ

“Le informazioni che abbiamo ricevuto dalle varie fonti erano di qualità squisita. Erano molto precise. Quello che non ti dicevano era esattamente il motivo per cui si erano ammalati”, ha detto una fonte al Journal, mentre un’altra persona ha detto che le informazioni, fornite da un “partner internazionale”, erano potenzialmente significative ma necessitavano ancora di ulteriori indagini e conferme.

Il laboratorio di Wuhan ha rifiutato in particolare di condividere dati grezzi, registri di sicurezza e registrazioni di laboratorio dei suoi vasti esperimenti con i coronavirus di pipistrello, con cui ha collaborato una ONG finanziata dagli Stati Uniti, la EcoHealth Alliance.

Pechino, nel frattempo, ha ripetutamente negato che COVID-19 sia fuggito da uno dei suoi laboratori, arrivando fino a citare la conclusione di un team guidato dall’OMS secondo cui una fuoriuscita dal laboratorio era improbabile. Un team dell’OMS, intendiamoci, che includeva Peter Daszak di EcoHealth, il ragazzo pagato $ 666.000 all’anno dall’NIH di Anthony Fauci per collaborare con il laboratorio WUhan.

“Gli Stati Uniti continuano a sostenere la teoria della fuoriuscita dal laboratorio”, ha detto al Journal il ministero degli esteri cinese in risposta a una richiesta di commento. “Si preoccupa davvero di rintracciare la fonte o di cercare di distogliere l’attenzione?”

Forse Pechino, con le sue sofisticate tecniche di tracciamento, può spiegare dove si trova Huang Yanling, lavoratore del laboratorio WIV ancora scomparso?

Huang Yanling, che lavorava presso l’Istituto di virologia di Wuhan, era uno delle decine di medici, scienziati, attivisti e giornalisti scomparsi durante il sospetto insabbiamento del Partito Comunista Cinese.

Durante le prime settimane dell’epidemia dello scorso febbraio, sui social media cinesi giravano voci secondo cui la studentessa laureata fosse la “paziente zero”, creando un collegamento diretto tra il controverso laboratorio e l’epidemia di virus.

I funzionari cinesi sono rapidamente intervenuti per censurare i rapporti da Internet.

L’Istituto di virologia di Wuhan ha negato che fosse la paziente zero e ha insistito, senza prove, che era viva e vegeta altrove nel paese, mentre cancellava la sua biografia e immagine dal suo sito web. -NZ Herald

L’amministrazione Biden, nel frattempo, è passata dallo schernire l’ipotesi della fuga dal laboratorio a una posizione più neutrale dell'”aspetta e vedi”.

“Continuiamo ad avere serie domande sui primi giorni della pandemia di Covid-19, comprese le sue origini nella Repubblica popolare cinese”, ha detto una portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale. “Non faremo dichiarazioni che pregiudichino uno studio in corso dell’OMS sulla fonte della SARS-CoV-2”, ha aggiunto.

Il Journal, facendo l’avvocato del diavolo, osserva che “non è insolito per le persone in Cina andare direttamente in ospedale quando si ammalano, o perché ricevono cure migliori o non hanno accesso a un medico di base”, e quel COVID- 19 condivide una moltitudine di sintomi con l’influenza nonostante siano malattie molto diverse.

“Tuttavia, potrebbe essere significativo se i membri dello stesso team che lavora con i coronavirus andassero in ospedale con sintomi simili poco prima che la pandemia fosse identificata per la prima volta”, continua il rapporto.

Detto questo, l’ex funzionario del Dipartimento di Stato americano David Asher, che ha guidato una task force sulle origini del COVID-19, ha detto a un seminario dell’Hudson Institute a marzo che dubitava che i lavoratori di laboratorio fossero stati infettati da una normale influenza.

“Sono molto dubbioso che tre persone in circostanze altamente protette in un laboratorio di livello tre che lavorano sui coronavirus si ammalerebbero tutte di influenza che le ha portate in ospedale o in condizioni gravi tutte nella stessa settimana, e non ha avuto nulla a che fare con il coronavirus “, ha detto, aggiungendo che i ricercatori che si sono ammalati potrebbero rappresentare “il primo cluster conosciuto” di casi di COVID-19.

A lungo caratterizzata dagli scettici come una teoria del complotto, l’ipotesi che la pandemia potesse essere iniziata con un incidente di laboratorio ha suscitato maggiore interesse da parte degli scienziati che si sono lamentati della mancanza di trasparenza da parte delle autorità cinesi o prova conclusiva dell’ipotesi alternativa: che il virus fosse contratto da esseri umani da un pipistrello o da un altro animale infetto al di fuori di un laboratorio.

Molti sostenitori dell’ipotesi di laboratorio affermano che un virus trasportato da un pipistrello infetto potrebbe essere stato portato in laboratorio in modo che i ricercatori potessero lavorare su potenziali vaccini, solo per poi sfuggire.

Mentre l’ipotesi di laboratorio viene presa più seriamente, anche dai funzionari dell’amministrazione Biden, il dibattito è ancora colorato dalle tensioni politiche, inclusa la quantità di prove necessarie per sostenere l’ipotesi. -WSJ

È un bel modo per dire che il PCC e l’establishment anti-Trump hanno politicizzato la teoria più logica e hanno sprecato quasi 18 mesi a coprire Pechino.

Durante l’ultima settimana dell’amministrazione Trump, il Dipartimento di Stato ha emesso una scheda informativa che attingeva a informazioni riservate affermando che “il governo degli Stati Uniti ha motivo di credere che diversi ricercatori all’interno del WIV si siano ammalati nell’autunno 2019, prima del primo caso identificato del focolaio, con sintomi compatibili sia con Covid-19 che con malattie stagionali “.

La scheda informativa del 15 gennaio ha aggiunto che questo “solleva interrogativi sulla credibilità” del ricercatore sui pipistrelli di Wuhan Shi Zhengli, e ha criticato Pechino per i suoi “inganni e disinformazione”.

Finora l’amministrazione Biden non ha contestato un solo aspetto della scheda informativa.

E ora gli Stati Uniti, insieme all’Unione Europea e molti altri governi, hanno chiesto un’indagine più trasparente sulle origini di COVID-19.

Fonte

wiv-outside

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 24 maggio 2021, in Uncategorized con tag , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 2 commenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: