Le email di Fauci rivelano una operazione di “controllo dei danni” in risposta allo studio indiano secondo cui il coronavirus e’ stato creato in laboratorio

Nel gennaio 2020, quando l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha insistito sul fatto che il COVID-19 non era trasmissibile tra gli esseri umani e il dott. Anthony Fauci ha affermato che il rischio per il pubblico americano del virus era “basso“, i funzionari del National Institutes of Health si sono fatti in quattro in una operazione di “controllo dei danni” dopo che uno studio controverso – e ora ritirato – suggeriva che c’erano “inserzioni” simili all’HIV nel SARS-CoV-2.

Lo studio, “Uncanny similarity of unique inserts on the 2019-nCoV spike protein to HIV-1 gp120 and Gag”, ha postulato che i segmenti dell’RNA del virus non avevano alcuna relazione con altri coronavirus come la SARS, e invece sembravano essere più vicini all’HIV.

Nello specifico:

Per indagare ulteriormente se questi inserti sono presenti in qualsiasi altro virus corona, abbiamo eseguito un allineamento di sequenze multiple delle sequenze di aminoacidi glicoproteici spike di tutti i coronavirus disponibili (n = 55) [fare riferimento alla tabella S.File1] in NCBI refseq (ncbi.nlm .nih.gov) questo include una sequenza di 2019-nCoV[Fig.S1]. Abbiamo scoperto che questi 4 inserimenti [inserti 1, 2, 3 e 4] sono unici per 2019-nCoV e non sono presenti in altri coronavirus analizzati.

Abbiamo quindi tradotto il genoma allineato e scoperto che questi inserti sono presenti in tutti i virus Wuhan 2019-nCoV eccetto il virus 2019-nCoV di Bat come ospite [Fig.S4]. Incuriositi dai 4 inserti altamente conservati esclusivi di 2019-nCoV, abbiamo voluto comprenderne l’origine. A tal fine, abbiamo utilizzato l’allineamento locale 2019-nCoV con ciascun inserto come query su tutti i genomi del virus e abbiamo considerato gli hit con copertura della sequenza del 100%. Sorprendentemente, ciascuno dei quattro inserti si è allineato con brevi segmenti delle proteine ​​del virus dell’immunodeficienza umana-1 (HIV-1).

Il documento, ora ritirato, ha suscitato l’interesse di diversi giornalisti, tra cui Zero Hedge (il cui account Twitter è stato bandito un giorno dopo la pubblicazione dell’articolo che approfondiva questo argomento).

Grazie a una recente richiesta del Freedom of Information Act (FOIA) per le e-mail di Fauci, ora sappiamo che il National Institutes of Health non solo era a conoscenza del rapporto indiano, ma stava attivamente discutendo su come gestirlo.

Un’e-mail del 31 gennaio di Issam Ahmed dell’AFP chiede un commento all’immunologo NIH Dr. Barney Graham:

“Mi è stato detto da un contatto che potresti essere disposto a dare un’opinione su questo documento che è appena stato pubblicato. Suggerisce che il Coronavirus ha quattro inserti simili all’HIV-1 e questa non è una coincidenza”, si legge nell’e-mail.

Graham inoltra immediatamente la corrispondenza all’Ufficio per le comunicazioni e le relazioni con il governo (OCGR), dicendo “Questo è uno a cui non vogliamo rispondere senza un input di alto livello, ma volevamo che tu sapessi della crescente controversia”.

Due giorni dopo, Jennifer Routh dell’OCGR risponde, dicendo a Graham: “L’OCGR invierà una nota al giornalista in cui decliniamo ogni commento, notando che lo stesso non è stato sottoposto a revisione paritaria. Fateci sapere se ricevete richieste simili”.

Quella stessa domenica mattina, Fauci viene informato – con Sir Jeremy Farrar che inoltra l’articolo di Zero Hedge dopo aver menzionato come il direttore dell’Organizzazione Mondiale della Sanità Tedros Adhanom e il capo di gabinetto dell’organizzazione erano in “conclave” – apparentemente su come gestire la narrativa.”

“Hai un minuto per una chiamata veloce?” Risponde Fauci, dopo aver definito la ricerca indiana “veramente stravagante”.

Naturalmente, il documento indiano è stato rapidamente ritirato dai suoi autori e l’idea che il COVID-19 potesse essere stato creato dall’uomo è stata resa taboo per un po’.

Nell’aprile dello scorso anno, il dottor Luc Montagnier – vincitore del premio Nobel per la medicina nel 2008 per aver “scoperto” l’HIV come causa dell’epidemia di AIDS – ha affermato che SARS-CoV-2 è un virus manipolato rilasciato accidentalmente da un laboratorio a Wuhan, Cina.

“Con il mio collega, il biomatematico Jean-Claude Perez, abbiamo analizzato attentamente la descrizione del genoma di questo virus a RNA”, spiega Luc Montagnier, intervistato dal dottor Jean-François Lemoine per il podcast quotidiano di Pourquoi Docteur, aggiungendo che altri hanno già esplorato questa strada:

I ricercatori indiani hanno già provato a pubblicare i risultati delle analisi che hanno mostrato che questo genoma del coronavirus conteneva sequenze di un altro virus, … il virus dell’HIV (virus dell’AIDS), ma sono stati costretti a ritirare le loro scoperte poiché la pressione del mainstream era troppo grande .

La trama si è ulteriormente infittita quando uno studio degli scienziati cinesi pubblicato nel maggio 2020 ha scoperto che il nuovo coronavirus utilizza la stessa strategia per sfuggire all’attacco del sistema immunitario umano dell’HIV.

Poi, lo scorso giugno, l’ex capo dell’MI-6 Sir Richard Dearlove ha dichiarato di ritenere che il COVID-19 sia un virus artificiale che contiene sezioni “inserite” sfuggito accidentalmente da un laboratorio cinese, secondo The Telegraph.

Ma Sir Richard, 75 anni, ha indicato un articolo scientifico pubblicato questa settimana da un team di ricerca norvegese-britannico che afferma di aver scoperto indizi all’interno della sequenza genetica di Covid-19 che suggeriscono che gli elementi chiave sono stati “inseriti” e potrebbero non essersi evoluti in modo naturale.

Intitolato “A Reconstructed Historical Etiology of the SARS-CoV-2 Spike”, il nuovo studio, visto da The Telegraph, suggerisce che il virus è “un virus straordinariamente ben adattato per la coesistenza umana” ed è probabile che sia il risultato di un Esperimento di laboratorio di Wuhan per produrre “virus chimerici ad alto potenziale”.

Il documento conclude: “D’ora in poi, coloro che sostengono che la pandemia di Covid-19 sia derivata da un trasferimento zoonotico devono spiegare esattamente perché questo resoconto più parsimonioso è sbagliato prima di affermare che le loro prove sono persuasive, soprattutto quando, ci sono errori sconcertanti nel loro uso delle prove.” –The Telegraph

Il governo australiano ha annullato l’ulteriore sviluppo di un vaccino COVID-19 nel dicembre 2020 dopo che diversi partecipanti allo studio avevano test falsi positivi per l’HIV.

Più di recente, due virologi europei affermano di aver trovato “impronte” genetiche che dimostrano che il COVID-19 è stato creato dall’uomo.

Il professore britannico Angus Dalgleish – meglio conosciuto per aver creato il primo “vaccino contro l’HIV” al mondo, e il virologo norvegese Dr. Birger Sørensen – presidente della società farmaceutica, Immunor, che ha pubblicato 31 articoli sottoposti a revisione paritaria e detiene diversi brevetti, ha scritto che durante l’analisi del virus campioni l’anno scorso, la coppia ha scoperto “impronte uniche” sotto forma di “sei inserti” creati attraverso la ricerca sul guadagno di funzione presso l’Istituto di virologia di Wuhan in Cina.

Concludono inoltre che “SARS-Coronavirus-2 non ha “nessun antenato naturale credibile” e che è “oltre ogni ragionevole dubbio” che il virus sia stato creato tramite “manipolazione di laboratorio”.

Possiamo solo immaginare cosa stanno dicendo ora il NIH e Fauci su questa teoria.

Fonte

corona-cluster_1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 2 giugno 2021, in Uncategorized con tag , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 2 commenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: