Il Medical Journal descrive l’essere “bianchi” come una patologia parassitaria che non ha cura

Ma certamente viviamo in una cultura pregna di “razzismo sistemico”.

Una ricerca pubblicata sul Journal of the American Psychoanalytic Association descrive l’essere “bianchi” come una patologia parassitaria che non ha cura.

Sì davvero.

L’articolo, intitolato “On Have Whiteness”, è stato scritto dal Dr. Donald Moss (che è bianco), un membro della facoltà sia del New York Psychoanalytic Institute che del San Francisco Center for Psychoanalysis.

Moss afferma che i bianchi hanno una “particolare suscettibilità” alla condizione “parassitaria”, che dice “rende gli appetiti dei suoi ospiti voraci, insaziabili e perversi” e li porta a “terrorizzare” i non bianchi.

Il folle accademico quindi inquadra l’essere “bianchi” come una malattia maligna che può essere prevenuta solo attraverso massicci programmi di rieducazione.

“Un trattamento efficace consiste in una combinazione di interventi psichici e storico-sociali. Tali interventi possono ragionevolmente mirare solo a rimodellare gli appetiti delle persone bianche, a ridurne l’intensità, ridistribuire i loro obiettivi e, occasionalmente, rivolgere quegli obiettivi verso il lavoro di riparazione”, scrive.

Nonostante cio’, Moss si lamenta del fatto che “non vi è alcuna garanzia contro la regressione” e “che non c’è ancora una cura permanente”.

Questa retorica così sfrenata viene anche vomitata dai colleghi insegnanti di Moss nelle scuole e nelle università di tutta l’America con il pretesto della Critical Race Theory.

L’articolo sottolinea ancora una volta come l’unica forma consentita di “razzismo sistemico” e discriminazione che esiste in Occidente è contro i bianchi.

Quando letteralmente ogni grande istituzione culturale, entità governativa, industria dell’intrattenimento, università e media amplifica questo tipo di bile, la nozione di “privilegio bianco” è ridicola.

Fonte

090621study1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 10 giugno 2021, in Uncategorized con tag , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: