Fear Porn travestito da scienza – La verita’ sulla variante Delta

I futures azionari sono in rosso stamattina mentre gli avvertimenti del Dr. Anthony Fauci sulla presunta “terribile minaccia” rappresentata dalla variante Delta continuano ad essere drammaticamente amplificati dai media americani.

Ieri abbiamo approfondito la questione della variante Delta poiché i casi giornalieri di COVID segnalati negli Stati Uniti sono aumentati dopo aver toccato i livelli più bassi dall’inizio della pandemia. I dati hanno innescato un altro round di avvertimenti nei riguardi della fascia relativamente ampia di americani che si rifiutano di farsi il vaccino.

Mercoledì, Bloomberg ha pubblicato l’ultima di una serie di storie che ribadiscono efficacemente gli stessi fatti: il tasso di vaccinazione in una manciata di stati rossi è sostanzialmente inferiore al tasso nel resto del paese. Anche se anche Bloomberg ammette che “a livello nazionale, le notizie sembrano buone… la campagna di vaccinazione del Paese è tra le più riuscite al mondo…”

Fonte: Bloomberg

Un accademico citato nella storia di Bloomberg, Timothy Callaghan, che studia presso il Texas A&M, ha avvertito che “avremo contee in cui la vaccinazione è rara e lontane dall’immunità di gregge, e altre dove è alta. Potremmo essere diretti verso un paese diviso tra vaccinati e non vaccinati.”

Hanno anche avvertito che un’analisi della scorsa settimana sui casi di COVID in 700 contee ha rilevato che la nuova variante delta identificata per la prima volta in India (che, secondo Bloomberg, è “molto più contagiosa”) è stata trovata più spesso nelle contee statunitensi meno vaccinate.

Ma la variante Delta è davvero “molto più contagiosa” delle precedenti iterazioni di SARS-CoV-2?

In un recente articolo pubblicato da The Blaze, lo scrittore Daniel Horowitz spiega che i dati esistenti suggeriscono che la variante Delta non è più mortale o più contagiosa di altri ceppi. Horowitz ha descritto gli avvertimenti degli epidemiologi e dei burocrati della sanità pubblica come il dottor Fauci come “fear porn travestito da scienza”.

L’implicazione di questi titoli è che in qualche modo questa variante è veramente più trasmissibile e mortale (come le varianti precedenti vennero falsamente descritte), sfugge all’immunità naturale e forse al vaccino – e quindi, paradossalmente, devi vaccinarti e continuare a fare tutto le cose che non hanno funzionato per le altre varianti!

Attribuendo ad ogni città e paese la propria “variante”, penso che i mercanti del panico si siano resi conto che le masse avrebbero colto la truffa della variante, quindi hanno deciso di rinominarle Alpha (britannica), Beta (sudafricana), Gamma ( brasiliana) e Delta (indiana), che suona più come una gerarchia di progressione e gravità.

Tuttavia, se le persone guardassero effettivamente i dati, si renderebbero conto che la variante Delta è in realtà meno mortale. Questi titoli sono in grado di guadagnare slancio solo a causa dell’assurda percezione pubblica che in qualche modo l’India sia stata colpita peggio del resto del mondo. In realtà, l’India ha un settimo del tasso di mortalità pro capite degli Stati Uniti; è solo che l’India ha avuto la grande ondata invernale più tardi, quando i paesi occidentali avevano in gran parte sorpassato la fase cruciale, dando così l’illusione che l’India in qualche modo avesse sofferto peggio. Ora, i nazisti della sanità pubblica stanno trasferendo la loro grande bugia su ciò che è successo in India al mondo occidentale.

Fortunatamente, il governo del Regno Unito ha già dimostrato che questi titoli sono una bugia. Il 18 giugno, Public Health England ha pubblicato il suo 16° rapporto su “SARS-CoV-2 variants of concern and variants under investigation in England”, questa volta raggruppando le varianti con lettere greche.

Come puoi vedere, la variante Delta ha un tasso di mortalità dello 0,1% (CFR) (tasso di mortalita’ per caso) su 31.132 infezioni. Questo è lo stesso tasso dell’influenza ed è molto più basso del CFR del ceppo ancestrale o di qualsiasi delle altre varianti. E come sappiamo, il CFR è sempre più alto del tasso di mortalità per infezione (IFR), perché molte delle infezioni più lievi e asintomatiche non sono documentate.

In altre parole, Delta è letteralmente l’influenza con un identico tasso di mortalita’. Questo è esattamente ciò che ogni pandemia respiratoria ha fatto nel corso della storia: si trasforma in una forma più trasmissibile e meno virulenta. Non sono state le maschere, i lockdown, o vaccini sperimentali a permettere questo.

Secondo il suddetto rapporto, la variante Delta ha rappresentato oltre il 75% di tutti i casi nel Regno Unito da metà maggio. Se fosse davvero così mortale, avrebbe dovuto scatenare il caos nelle ultime settimane.

È possibile vedere una relazione inversa quasi perfetta tra i tassi di ospedalizzazione tra aprile e maggio quando la variante Delta è diventata il ceppo dominante del virus in Inghilterra. Alcune aree potrebbero vedere una leggera oscillazione di tanto in tanto man mano che l’immunità di gregge prende piede, indipendentemente dalla variante in circolazione. Tuttavia, il tasso di mortalita’ è ben al di sotto di quello di una stagione influenzale e non si tratta piu’ di un’epidemia.

Per quanto riguarda i vaccini, non ci sono prove che in qualche modo forniscano una protezione migliore, né che la variante Delta giustifichi l’impiego di vaccini sperimentali.

Ancora una volta, i numeri sono bassi su tutta la linea e non ci sono prove che la variante Delta sia piu’ pericolosa delle altre. Non ci sono prove che il vaccino sia indispensabile con questa variante. La stessa India sembra aver raggiunto l’immunità di gregge – con l’OMS che stima tassi di infezione tra il 60% e il 75% nella maggior parte dei luoghi – con un settimo del tasso di mortalità dell’Inghilterra, ma con un quarto della percentuale di persone che hanno ricevuto una dose del vaccino.

Pertanto, la buona notizia è che ora che la maggior parte dei paesi ha raggiunto un elevato grado di immunità di gregge, non vi è alcun rischio che gli ospedali vengano invasi, indipendentemente dalla variante. La cattiva notizia è che dopo Delta, ci sono Epsilon e altre 19 lettere dell’alfabeto greco, che consentiranno al ciclo tortuoso di disinformazione, paura, panico e controllo di continuare. E ricorda, poiché esiste già un “Delta+”, le opzioni sono infinite fino a quando la nostra società non raggiungerà finalmente l’immunità dal COVID fear porn.

Detto questo, gli Stati Uniti non sono l’unico paese vittima dell’isteria della variante Delta. Secondo i rapporti pubblicati mercoledì mattina, i leader dell’UE, tra cui la tedesca Angela Merkel e il francese Emmanuel Macron, stavano pianificando di tenere una chiamata per discutere di ulteriori potenziali restrizioni di viaggio.

Fonte

covid3_3

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 30 giugno 2021, in Uncategorized con tag , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 2 commenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: