Come Google e Wikipedia ti fanno il lavaggio del cervello

I giganti di Internet coprono gli scandali di Big Pharma, sopprimono la medicina alternativa e seppelliscono fatti scomodi…

Secondo una ricerca condotta da We Are Social, l’utente medio di Internet trascorre oltre 6 ore e mezza online ogni giorno.

Internet è sia una benedizione che una maledizione.

Da un lato, ci dà accesso alla conoscenza e alla tecnologia che migliorano la nostra vita, ma dall’altro è uno strumento di controllo mentale che crea dipendenza e può essere sfruttato per influenzare le tue scelte e manipolare il tuo pensiero.

La pseudopandemia COVID ha visto la censura di Internet salire a un livello senza precedenti. I controllori e i loro scagnozzi si affannano a mettere a tacere chiunque osi mettere in discussione l’efficacia dei vaccini o l’esistenza di Sars-Cov-2.

Ricapitoliamo:

Nel giro di pochi mesi sono stati cancellati migliaia di canali YouTube e milioni di post su Facebook.

L’account Twitter dell’ex presidente degli Stati Uniti è stato rimosso e Greenmedinfo, un sito che aggrega la ricerca sui rimedi naturali, ha cancellato sia i propri account Facebook che Instagram perdendo oltre mezzo milione di follower.

Anche LinkedIn si è unito all’azione cancellando l’account del Dr. Robert Malone dopo aver messo in dubbio la sicurezza dei vaccini mRNA, la tecnologia per la quale lui stesso ha svolto un ruolo enorme nella creazione.

Parler è stato rimosso da Internet, così come il sito Web di America’s Frontline Doctors dopo aver approvato trattamenti non approvati dall’agenda per combattere il COVID-19.

Più di recente, con una mossa inquietante ma prevedibile, Facebook ha iniziato a inviare agli utenti messaggi inquietanti relativi a “contenuti estremisti”.

Quindi i contenuti che vanno contro l’agenda principale vengono censurati o eliminati del tutto. Lo sappiamo. Ma per quanto riguarda il contenuto che va contro gli interessi aziendali ma non è abbastanza insidioso da essere rimosso? Cosa fa Google, il più grande motore di ricerca al mondo, che elabora oltre 40.000 richieste di ricerca al secondo, riguardo a tali contenuti?

La prima cosa da capire su Google è che è più di un semplice motore di ricerca. Google sviluppa e mantiene una rete di applicazioni che interagiscono tra loro per raccogliere, analizzare e sfruttare i tuoi dati. Ogni applicazione alimenta i dati nella successiva, formando una catena globale di scambio di informazioni.

Ad esempio, l’iniziativa per le auto senza conducente di Google alimenta Google Maps, che a sua volta alimenta gli elenchi locali di Google. È questo effetto di rete che ha reso Google una forza così potente e senza rivali nello spazio dei motori di ricerca.

Come motore di ricerca, Google decide quali informazioni vedere e quali no. Va da sé, ma qualsiasi strumento con tale potere deve essere gestito in modo responsabile e ripetutamente esaminato.

Chiunque scelga di utilizzare uno strumento del genere dovrebbe anche essere consapevole di vedere Internet attraverso una lente creata dai misteriosi algoritmi di Google e le informazioni che stanno ricevendo non provengono necessariamente da una fonte obiettiva o neutra.

La capacità di Google di influenzare il pensiero delle persone è stata dimostrata dal lavoro del Dr. Robert Epstein quando il suo team ha scoperto che Google stava influenzando profondamente i risultati delle elezioni. Epstein scrive che:

La nostra ricerca non lascia dubbi sul fatto che Google abbia la capacità di controllare gli elettori. Negli esperimenti di laboratorio e online condotti negli Stati Uniti, siamo stati in grado di aumentare la percentuale di persone che hanno preferito qualsiasi candidato tra il 37 e il 63 percento dopo una sola sessione di ricerca. […] Che i dirigenti di Google la vedano o meno in questo modo, i dipendenti che regolano costantemente gli algoritmi dei giganti della ricerca manipolano le persone ogni minuto di ogni giorno”.

Sembrerebbe anche che Google sia intrinsecamente dalla parte di Big Pharma. Nel 2019, il motore di ricerca ha apportato un aggiornamento al suo algoritmo che ha “nascosto” i siti non affiliati a società da miliardi di dollari.

I siti Web interessati includevano GreenMedInfo, SelfHacked e Mercola.com. Alcuni di questi siti hanno perso oltre il 90% del loro traffico organico, durante la notte.

Durante la ricerca della maggior parte degli argomenti relativi alla salute su Google, la prima pagina è quasi sempre piena di contenuti di siti Web come WebMD, la cui storia è piena di conflitti di interesse e collaborazioni aperte con Monsanto, Merck e altre aziende.

Nel 2017, il motore di ricerca ha inserito nella lista nera naturalnews.com, un’organizzazione che riferisce su argomenti controversi sulla salute tra cui la sicurezza dei vaccini, gli OGM e gli esperimenti farmaceutici, de-indicizzando oltre 140.000 delle loro pagine web.

In un articolo del 2019, il fondatore di NaturalNews, Mike Adams, ha detto questo su Google (enfasi nell’originale):

Non commettere errori: Google è pro Big Pharma, pro-Monsanto, pro-glifosato, pro-pesticidi, pro-chemioterapia, pro-fluoruro, pro-5G, pro-geoingegneria e supporta pienamente ogni altro veleno tossico che mette in pericolo l’umanità.

I legami di Google con Big Pharma sono ben noti. Nel 2016, la società madre di Google, Alphabet, ha collaborato con GlaxoSmithKline per creare una nuova società focalizzata sulla ricerca sulla bioelettronica, una branca della scienza medica volta a combattere le malattie prendendo di mira i segnali elettrici nel corpo. GSK lavora anche direttamente con Google grazie a un accordo tra le due società che consente a GSK il pieno controllo sui dati che utilizzano. Quali dati? Dati di chi? Questo non è rivelato.

Alphabet ha investito fortemente anche in Vaccitech, una società di vaccini con sede nel Regno Unito fondata da ricercatori del Jenner Institute dell’Università di Oxford, il Vaticano della ricerca sui vaccini.

Infine, è emerso di recente che il braccio di beneficenza di Google, Google.org, ha fornito finanziamenti per ricerche e studi condotti da Peter Daszak e dalla sua organizzazione benefica, EcoHealth Alliance, la stessa beneficenza che in precedenza ha lavorato con il laboratorio di Wuhan coinvolto nella cosiddetta ricerca sul “guadagno di funzione”.

Questi conflitti di interesse da soli dovrebbero mettere in discussione la capacità del motore di ricerca di fornire una visione imparziale dei contenuti sanitari su Internet.

L’algoritmo di “completamento automatico” di Google è un’altra fonte di manipolazione che agisce per influenzare le percezioni delle persone sul pericolo dei vaccini e sull’efficacia dei trattamenti naturali.

Ad esempio, se digiti “vaccines cause” (I vaccini causano) su Google, il suggerimento principale è “vaccines cause adults” (i vaccini causano adulti). Voglio dire, sul serio? Al contrario, se cerchi “Chiropractic is” (Il chiropratico e’), i suggerimenti principali sono “quackery”, “pseudoscience” and “dangerous” (ciarlataneria, pseudoscienza e pericoloso).

Si suppone che il completamento automatico si basi sui dati raccolti da ricerche reali di Google, in particolare quelle comuni e di tendenza. Tuttavia, i dati delle tendenze di Google mostrano chiaramente che dal 2004 “i vaccini causano l’autismo” e’ stato cercato molto più volte di “i vaccini causano gli adulti” e “la chiropratica è buona” ha ricevuto un punteggio di popolarità molto più alto di “la chiropratica è ciarlataneria” , il suggerimento principale.

Una tendenza simile può essere osservata per termini come “supplements are”“GMOs are”“glyphosate is”“organic is”, “homeopathy is”, and “holistic medicine is” (gli integratori sono”, gli OGM sono, il glifosato è, organico è, l’omeopatia è e la medicina olistica è).

Guardando al modo in cui Google favorisce i contenuti di Big Pharma, è ragionevole sospettare che i loro “data lake” vengano avvelenati. In effetti, ciò è stato confermato nel 2019 quando l’ex ingegnere del software di Google, Zack Vorheis, ha fatto trapelare 950 pagine di documenti interni dell’azienda che fornivano prove del fatto che Google stava plasmando i risultati elettorali, implementando programmi di censura e mantenendo liste nere non divulgate.

Gli algoritmi di Google sono avvolti nel mistero, basati su modelli di machine learning black-box che poche persone comprendono.

I modelli di apprendimento automatico devono essere “addestrati” e finché Google fornisce loro dati per dire “la medicina non farmacologica è cattiva, Big Pharma è buona”, gli algoritmi continueranno a influenzare Internet in quella direzione, alterando la percezione delle persone sulla salute naturale e presentando la medicina basata sulle medicine come la luce splendente in un mondo oscuro pieno di nemici invisibili.

Quando si tratta di manipolazione psicologica, il “partner nel crimine” di Google è Wikipedia. Wikipedia è un’enciclopedia online gratuita gestita dalla Wikimedia Foundation.

Se hai mai cercato qualcosa su Internet, probabilmente hai visto Wikipedia apparire nella parte superiore dei risultati di ricerca. Quando si tratta di domande senza alcun impatto commerciale, come “Qual è la capitale della Turchia?”, Wikipedia fa un buon lavoro.

Ma quando si tratta di industrie multimiliardarie, le cose si fanno un po’ oscure. Le grandi aziende hanno grandi tasche e non si oppongono al concetto di “pay-to-play”. Ciò è stato evidenziato nel 2012 quando la società di pubbliche relazioni britannica Bell Pottinger è stata smascherata per il suo coinvolgimento nella manipolazione delle voci di Wikipedia per i clienti paganti.

Neanche il fondatore di Wikipedia, Jimmy Wales, è un santo. Nel 2008 ha usato la piattaforma come strumento per rompere le sue relazioni interpersonali aggiornando il suo stato di relazione sulla sua voce Wiki prima di dirlo alla sua ragazza. E nel 2010, è stato coinvolto in uno scandalo di rimozione della pornografia di Wikipedia che lo ha visto rinunciare “volontariamente” a determinati privilegi di editing e amministratore.

Uno dei settori in cui il pregiudizio di Wikipedia è più evidente è l’assistenza sanitaria. In un articolo per l’Orthomolecular News Service, Howard Strauss, nipote di Max Gerson, MD (il creatore della terapia del cancro Gerson) afferma che:

Questo scrittore e molti altri nel campo della medicina alternativa e della guarigione naturale hanno sperimentato personalmente il pregiudizio di Wikipedia quando hanno contribuito al sito con articoli ben documentati e accuratamente ricercati, solo per vederli radicalmente alterati e cancellati, da “editori” anonimi, per essere infine banditi da ulteriori modifiche o contributi. Questo è impossibile da conciliare con un libero flusso di informazioni”.

E questo può essere verificato poiché Wikipedia mantiene un registro pubblico di tutte le modifiche apportate a un articolo nel tempo. Continua commentando la storia di Wikipedia e afferma che:

All’inizio, è stato interessante vedere il flusso di informazioni non censurate attraverso il sito e persino contribuire ad esso. Poi l’America corporativa si rese conto che Wikipedia, e siti simili, stavano distribuendo informazioni che erano state accuratamente soppresse dai media, e si misero a correggere quell’omissione. Presto, voci di Wikipedia sulla guarigione naturale, sulla medicina olistica, e altri argomenti hanno cominciato a somigliare a pubblicità di Monsanto, o Merck, o il NIH. I contributori dovrebbero essere anonimi, i redattori “volontari” dovrebbero essere sia anonimi che neutrali. Ma era chiaro che per certi argomenti delicati questo era tutt’altro che vero».

Se vuoi vedere da solo il pregiudizio di Wikipedia, cerca qualsiasi disciplina medica che non sia basata sulle medicine. E se vuoi rendere le cose davvero divertenti, bevi un bicchierino di whisky ogni volta che vedi la parola “pseudoscienza”.

Qui ci sono veri frammenti di voci di Wikipedia su forme alternative di medicina e guarigione naturale, presi dalle prime frasi della voce …

Chiropratica: “La chiropratica è una medicina alternativa pseudoscientifica…”

Medicina cinese: “La medicina tradizionale cinese (MTC) è una branca della medicina tradizionale cinese. È stata descritta come “irta di pseudoscienza”.

Omeopatia: “L’omeopatia è un sistema pseudoscientifico di medicina alternativa”.

Ayurveda: “La teoria e la pratica dell’Ayurveda sono pseudoscientifiche”.

Agopuntura: “L’agopuntura è una pseudoscienza”.

Nuova Medicina Tedesca: “Nuova Medicina Germanica (GNM), precedentemente nota anche come Nuova Medicina Tedesca e Nuova Medicina, un sistema di pseudo-medicina”.

Medicina funzionale: “La medicina funzionale è una forma di medicina alternativa che comprende una serie di metodi e trattamenti non provati.“

Gli editori mostrano un livello scioccante di parzialità scegliendo riferimenti accurati, molti dei quali non sono sottoposti a revisione paritaria o scientifici, e fanno affermazioni vuote che descrivono come fatti.

La voce sulla Medicina Funzionale è particolarmente difficile da mandare giu’. La Medicina Funzionale è una forma di medicina focalizzata sull’identificazione e sull’affrontare la causa principale della malattia. Si tratta spesso di trattamenti per correggere squilibri nutrizionali e disbiosi intestinale.

Tuttavia, l’autore afferma che la medicina funzionale comprende una serie di trattamenti “non provati” e “smentiti” e cita due articoli su sciencebasedmedicine.org, una famigerata pubblicazione “scettica”, entrambi scritti dallo stesso autore.

Gli articoli, tutt’altro che scientifici o accademici, si leggono come pezzi di opinione scritti da un medico corrotto, che chiaramente non ha idea di cosa sia realmente la medicina funzionale. L’autore, il dottor Wallace Sampson, è morto nel 2015. Ecco la biografia dell’autore:

Ematologo/oncologo in pensione, presunto analizzatore di affermazioni mediche ideologiche e fraudolente, editore fondatore della rivista scientifica sulla revisione della medicina alternativa dice di rilevare la ciarlataneria a naso.

Per inciso, la voce di Wikipedia per la revisione scientifica della medicina alternativa afferma che si tratta di una rivista medica ormai non piu’ esistente e che è stata valutata almeno tre volte dalla National Library of Medicine (NLM) per l’indicizzazione in MEDLINE, ma ogni volta e’ stata respinta. Che peccato.

Inoltre, nel 2003, una Corte d’Appello della California ha dichiarato che il dottor Sampson “è di parte e indegno di credibilità”. Eppure questi sono il tipo di ciarlatani che Wikipedia sostiene come “esperti”.

Invece di citare pubblicazioni scritte da medici prevenuti, obsoleti e non istruiti dal punto di vista nutrizionale, gli editori farebbero bene a immergersi nella Medicina nutrizionale di Alan Gaby (oltre 16.000 riferimenti scientifici) o in Inflammation Mastery del Dr. Alex Vasquez. Presumendo che abbiano l’intelligenza per leggere testi accademici di alto livello, basati su una scienza reale e imparziale (non opinioni).

Se fossi un editore di Wikipedia, potrei scegliere di riscrivere l’articolo sulla chemioterapia, affermando che è una pseudoscienza citando questo studio del 2004 che ha rilevato che il contributo complessivo della chemioterapia alla sopravvivenza al cancro è di poco superiore al 2%, o questo studio su Nature Medicina che ha scoperto che la chemioterapia aumenta la crescita e la sopravvivenza del tumore.

Wikipedia ha reso la sua posizione sulla salute alternativa abbastanza chiara nel 2014 quando il fondatore Jimmy Wales ha ridicolizzato una petizione di 8.000 firme su Change.org che chiedeva una discussione più equa sulla medicina alternativa e complementare sull’enciclopedia. La petizione affermava che:

Come guardiani dello status quo, [Wikipedia] rifiutano il discorso con scienziati e clinici all’avanguardia o, se è per questo, chiunque abbia un punto di vista diverso”

Invece di riconoscere la sua mancanza di esperienza nel settore dell’assistenza sanitaria e rivalutare le voci wiki fraudolente e dubbie, Wales ha dimostrato la sua mancanza di consapevolezza affermando che:

Quello che non faremo è fingere che il lavoro di folli ciarlatani sia l’equivalente del “vero discorso scientifico”. Non lo è.”

Francamente, non è sorprendente sentire una tale risposta dall’uomo che guida un’organizzazione che serve gli interessi della Big Money Machine e la sua ricerca di ammutolire la popolazione. Come afferma il dottor Vasquez, in una recente critica a un pezzo di propaganda del New York Times sul “pericolo” degli integratori alimentari per combattere il coronavirus:

L’impalcatura della nostra ignoranza istituzionalizzata richiede il supporto strutturale di pubblicazioni e organizzazioni che fingono di informarci e responsabilizzarci lasciandoci semplicemente più stupidi e più deboli di prima.”

Allora, quando Wikipedia è diventata un’estensione di Big Pharma? La verità è che la sezione sulla salute di Wikipedia è stata requisita da un aspro gruppo di scettici che vivono all’interno dei propri costrutti egoici di realtà e salute.

Questo movimento contro la salute è cresciuto nel 2006 quando Paul Lee, allora il listmaster di Quackwatch, ha pubblicato un post sul forum invitando gli scettici a farsi avanti e iniziare a scrivere contenuti su Wikipedia su argomenti di salute naturale e complementare.

Quackwatch, un sito web “scettico” volto a “sfatare” e diffamare la medicina non farmacologica, è stato fondato da Steven Barrett, un medico senza licenza che ha fallito l’esame del consiglio psichiatrico, e non ha pubblicato ricerche pubblicate (almeno non sono stato in grado di trovarne). Durante un procedimento giudiziario, ha ammesso legami con l’AMA, la Federal Trade Commission e la FDA (sebbene le sue fonti di finanziamento siano probabilmente molto più estese).

Lee violava completamente la politica di neutralità di Wikipedia e, sapendolo, ha dichiarato:

Qualsiasi coordinamento degli sforzi dovrebbe essere effettuato tramite e-mail privata, poiché Wikipedia mantiene una cronologia molto pubblica di ogni piccola modifica e non è possibile rimuoverla. Non abbiamo bisogno di accuse di complotto”.

Quindi, in una mossa che dimostra sia gli standard etici che morali dell’organizzazione, Wikipedia ha nominato Paul Lee un redattore senior con diritti e privilegi speciali.

L’influenza che hanno sia Google che Wikipedia è sorprendente se si considera che Google riceve più di 1 miliardo di domande relative alla salute al giorno. Quante di queste persone si sono allontanate da trattamenti efficaci a causa delle informazioni fornite loro da Google? Quante persone credono erroneamente che i vaccini COVID siano efficaci e sicuri?

Ma chi dobbiamo incolpare per il crescente potere e influenza che Google e Wikipedia detengono? Forse siamo da biasimare. Confidare ciecamente sul fatto che l'”autorità” abbia cuore i nostri migliori interessi è il tipo di pensiero infantile che ci ha messo in questo pasticcio.

Essendo il sito Web numero uno al mondo, Google controlla circa il 90% del traffico di ricerca globale. Le nostre menti, le nostre convinzioni sulla salute, le posizioni politiche e le visioni del mondo sono inseparabilmente legate alle informazioni che leggiamo su Internet e né Google né Wikipedia sono una fonte obiettiva di queste informazioni.

È tempo che ci assumiamo la responsabilità della nostra salute. Dobbiamo sviluppare la capacità di leggere e valutare le conoscenze sanitarie in modo oggettivo e intuitivo.

Soffri di depressione? Forse hai bisogno di controllare i tuoi livelli di vitamina B12 o vitamina D, forse hai bisogno di eliminare gli alimenti trasformati e neuroinfiammatori dalla tua dieta.

Internet non fa miracoli, Internet non sa cosa è meglio per te, nessuno lo sa. Il tuo corpo è diverso dal mio. I trattamenti che funzionano per te potrebbero non funzionare per me. Ma finché impariamo ad ascoltare i nostri corpi, a comprendere il nostro paesaggio interiore unico, possiamo iniziare a cercare trattamenti e professionisti che fanno davvero la differenza.

La lezione è questa:

Tu sei l’autorità. Leggi, impara, capisci e non prendere nulla per oro colato. Dobbiamo imparare a sviluppare la nostra intuizione parallelamente alle nostre capacità di pensiero critico.

Il discernimento è la nostra arma segreta.

Stiamo combattendo una guerra dell’informazione. Armati di conoscenza e sii libero.

Fonte

wikipedia-phone-black-and-white-1920x900-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 13 luglio 2021, in Uncategorized con tag , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 2 commenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: