Twitter sospende uno scrittore scientifico dopo aver pubblicato i risultati ufficiali del test clinico Pfizer

Un ex giornalista scientifico del New York Times, Alex Berenson, è stato sospeso per aver semplicemente citato i risultati di uno studio clinico di Pfizer e sollevato dubbi sugli obblighi vaccinali. Nel frattempo, la Casa Bianca ha accusato sia il Washington Post che il New York Times di rapporti irresponsabili sul Covid, ma sorprendentemente Twitter non ha sospeso quegli account. Twitter non è disposto a consentire alle persone di leggere o discutere punti di vista con cui non è d’accordo come azienda. Molti a sinistra, tuttavia, hanno abbracciato questo tipo di censura selettiva. Si scopre che il problema con la censura per molti era l’incapacità di censurare le opinioni a cui si opponevano. Con i “giusti” censori al lavoro, le preoccupazioni sulla libertà di parola sono state messe da parte.

Ho poca capacità di giudicare la scienza su tali questioni. Tuttavia, accolgo con favore il dibattito. Tuttavia, piuttosto che rispondere a tali critiche e confutare le loro argomentazioni, molte persone si concentrano sul mettere a tacere chiunque abbia punti di vista dissenzienti come Berenson.

Berenson è stato effettivamente ridotto al silenzio da Big Tech a causa delle sue opinioni discordanti sulla scienza che circonda il Covid-19. Il suo ultimo reato contro Big Tech è stato quello di riportare i risultati pubblicati da Pfizer sui propri dati clinici. Ha affermato che la ricerca ha mostrato poca differenza di moralità tra quelli nella sperimentazione con un vaccino e quelli a cui è stato somministrato un placebo.

Alex ha confermato che Twitter aveva inizialmente taggato il post con un avvertimento. Poi lo hanno tolto. Dopo che Berenson ha pubblicato il seguente tweet in cui si segnalava la rimozione dell’avvertimento di Twitter…

Hanno bloccato il suo account.

Questo è il terzo blocco di Berenson in due settimane, che riteniamo sia il passo finale prima di un divieto permanente.]

Ben Wakana, vicedirettore delle comunicazioni strategiche per la Casa Bianca, ha criticato pesantemente il Washington Post sul titolo di uno studio su un focolaio di COVID-19 a Provincetown, nel Massachusetts, il 4 luglio. Il tweet del Post recitava “Le persone vaccinate costituivano i tre quarti delle persone infette in un massiccio focolaio di covid-19 nel Massachusetts, secondo uno studio del CDC”. Wakana ha risposto “Completamente irresponsabile. 3 giorni fa il CDC ha chiarito che gli individui vaccinati rappresentano una quantità MOLTO PICCOLA dei malati in tutto il paese. Praticamente tutti i ricoveri e i decessi continuano ad essere tra i non vaccinati. Irreale non contestualizzarlo”.

Wakana ha affrontato lo stesso problema con un tweet del New York Times affermando “Breaking News: la variante Delta è contagiosa come la varicella e può essere diffusa dalle persone vaccinate con la stessa facilità dei non vaccinati, secondo un rapporto del CDC. Questo ha triggerato Wakana all’inverosimile: “LE PERSONE VACCINATE NON TRASMETTONO IL VIRUS COME LE PERSONE NON VACCINATE E SE NON INCLUDI IL CONTESTO STAI SBAGLIANDO NEL FARE INFORMAZIONE”.

Ora tutti e tre i post (Berenson, The Post e The Times) citavano studi e sono stati accusati di non essere contestualizzati. Tuttavia, solo Berenson è stato sospeso.

Ovviamente, nessuno di questi post dovrebbe essere eliminato e Twitter non dovrebbe imporre uno dei più grandi programmi di censura della storia. Tuttavia, il silenzio dei sostenitori della libertà di parola, accademici e giornalisti a questa ipocrisia è assordante.

L’ascesa della censura aziendale si è combinata con i media fortemente pro-Biden per fomentare la paura. Questa preoccupazione è stata amplificata dalle richieste dei leader democratici per una maggiore censura, inclusa la censura dei discorsi politici, e ora si dice che l’amministrazione Biden abbia regolarmente segnalato il materiale da censurare da Facebook.

Questo è il motivo per cui mi sono definito un Internet Originalist:

L’alternativa è “l’originalità di Internet” – nessuna censura. Se le società di social media tornassero ai loro ruoli originali, non ci sarebbe una china scivolosa di pregiudizi politici o opportunismo; assumerebbero lo stesso status delle compagnie telefoniche. Non abbiamo bisogno che le aziende ci proteggano da pensieri dannosi o “fuorvianti”. La soluzione al cattivo discorso è più discorso, non un discorso approvato da una entita’ esterna.

Se Pelosi chiedesse che Verizon o Sprint interrompano le chiamate per impedire alle persone di dire cose false o fuorvianti, il pubblico sarebbe indignato. Twitter svolge la stessa funzione comunicativa tra parti consenzienti; consente semplicemente a migliaia di persone di partecipare a tali scambi digitali. Quelle persone non si iscrivono in modo che Dorsey o qualche altro signore su Internet monitori le loro conversazioni e le “protegga” da pensieri errati o dannosi.

Fonte

https___bucketeer-e05bbc84-baa3-437e-9518-adb32be77984.s3.amazonaws.com_public_images_bcc4a003-72f9-4417-b43a-be0eb75ac72a_750x1334

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 2 agosto 2021, in Uncategorized con tag , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: