La polizia australiana viola le regole del lockdown per una festa in ufficio a tema LGBT

Mentre al resto della popolazione viene ordinato di non parlarsi

Mentre agli australiani è stato detto che non dovrebbero nemmeno parlarsi in base alle regole del lockdown, i funzionari di polizia a Sydney hanno tenuto una festa in ufficio per celebrare la comunità LGBT.

Sì davvero.

Il comando dell’area di polizia di Mount Druitt ha pubblicato su Facebook immagini che mostrano oltre una dozzina di dipendenti riuniti nelle immediate vicinanze per riconoscere il Wear It Purple Day.

Le immagini mostravano che la stanza era stata decorata con bandiere LGBT mentre i dipendenti si preparavano per un buffet.

“Mt Druitt si trova nella città di Blacktown LGA, un’area con uno dei più alti tassi di casi di Covid da quando è iniziata la seconda ondata di delta di Sydney a metà giugno”, riporta il Daily Mail.

Sebbene i servizi di emergenza siano esenti dalle regole del lockdown che impediscono gli assembramenti di persone, in modo da poter svolgere il proprio lavoro, tale liberta’ non dovrebbe essere utilizzata per fare feste in ufficio.

“Happy Wear it Purple Day. Follow your rainbow and start the conversation”, ha affermato il testo che accompagna il post di Facebook, uno slogan ironico dato che agli australiani è stato detto che non dovrebbero “conversare tra loro”, anche se indossano maschere, al fine di ridurre la trasmissione del COVID.

Tale divieto proviene dal dottor Kerry Chant, che lunedì ha anche parlato specificamente di evitare contatti ravvicinati negli uffici, un messaggio che i dipendenti della polizia di Mount Druitt ovviamente pensano che non si applichi a loro.

“Assicurati di non condividere la sala dove prendi il te’, di indossare maschere e assicurati di non partecipare quando hai sintomi”, ha detto Chant.

Anche ai nonni australiani è stato recentemente detto dalle autorità sanitarie di non vedere i propri nipoti in nessuna circostanza.

Forse se tutti accettassero di incontrarsi per celebrare gli “LBGT”, che è apparentemente più importante che fermare una pandemia, allora sarebbe OK.

“La polizia del NSW è a conoscenza delle immagini ed è in corso una revisione interna per determinare se vi sono violazioni degli ordini di sanità pubblica”, hanno affermato le autorità in una dichiarazione dopo che il post originale di Facebook è stato cancellato.

Fonte

010921party1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 1 settembre 2021, in Uncategorized con tag , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: