I gilet arancioni marciano per il terzo giorno a Melbourne, la polizia picchia duro

I muratori arrabbiati per la vaccinazione obbligatoria, si sono messi a scioperare.

I muratori con gilet arancioni hanno marciato per il terzo giorno di seguito a Melbourne, in Australia, contro le vaccinazioni obbligatorie, con un video che mostra un manifestante che sanguina copiosamente dopo che la polizia gli ha rotto il cranio.

Dopo che le autorità hanno chiuso l’industria delle costruzioni a Melbourne per due settimane nel tentativo di costringere i lavoratori a farsi vaccinare, la rabbia è solo aumentata, con i giubbotti arancioni che si sono impegnati in numerosi scontri con la polizia.

Le manifestazioni sono proseguite per un terzo giorno, con numerose clip che illustrano quanto i lavoratori siano incazzati dall’obbligo vaccinale e la brutalità della risposta della polizia.

“Mi hanno spaccato la testa”, ha detto un uomo di nome Kyle Mitchell mentre giaceva sanguinante a terra.

La polizia ha arrestato una madre semplicemente per aver portato un cartello di protesta mentre il suo bambino piangeva e si aggrappava a lei.

I poliziotti antisommossa hanno gettato a terra un’altra donna.

Un’altra clip mostra una manifestante che piange mentre viene trascinata via dalla polizia.

Un altro video mostra la polizia che invia agenti provocatori.

La polizia ha sparato proiettili di gomma contro i manifestanti.

Un manifestante portava un cartello che diceva “Andrews è il virus”, in riferimento a Dan Andrews, il premier di Victoria.

Un altro manifestante ha affermato che gli operai edili non rispetteranno mai il comunismo.

I giornalisti che hanno amplificato la narrativa del lockdown del governo per oltre un anno non vengono trattati con molto rispetto.

Fonte

220921australia1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 22 settembre 2021, in Uncategorized con tag , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 2 commenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: