Una scuola americana insegna il “cannibalismo”, ma sono i genitori preoccupati ad essere bollati come “terroristi domestici”

Come ulteriore prova che il sistema scolastico statunitense e’ andato completamente fuori dai binari, agli studenti in Georgia viene insegnato che “mangiare bambini” potrebbe essere un modo per risolvere la fame nel mondo. Cosa serve ancora perche’ la gente si svegli?

Come parte di una lezione, gli studenti delle scuole superiori di Richmond Hill hanno avuto il compito di trovare modi per “allevare e mangiare i bambini per risolvere il problema della fame nel mondo”. Yum. Rhonda Thomas, fondatrice e presidente di Truth in Education, ha analizzato i dettagli del compito in classe in un’intervista scioccante con The New American. Le informazioni sulla lezione che ha divulgato sono a dir poco – come la stessa Thomasha descritto – “sataniche”.

“Dal momento che il bambino è morto, non abbiamo bisogno di occupare più terra per i cimiteri, quindi metteremo [i bambini] sulla griglia e cuoceremo la loro carne e prepareremo deliziosi hamburger… Per la produzione di massa, incoraggeremmo il governo degli Stati Uniti a creare una trattativa commerciale con la Cina per cercare di ridurre la popolazione donando bambini al nostro governo”.

“Ci rivolgeremo a tutte le organizzazioni, comprese quelle che si occupano dell’affidamento”.

Questa volgare lezione di “satira” non finisce qui. Prosegue discutendo della creazione di un “Dahmer Mini Camp”, dove il motto è “sei ciò che mangi”. Per chi non lo sapesse, “Dahmer” è un’allusione a Jeffrey Dahmer, il defunto serial killer americano che non solose la prendeva con gli uomini di colore, ma se li mangiava. Una volta che la tua risata di pancia si è placata, fai un’ipotesi sulla fascia demografica che sarebbe presa di mira per i baby burger? Datti una “A” se hai detto “Basso reddito, aree e paesi poveri”, le stesse comunità, per inciso, di cui Planned Parenthood si occupa.

A questo punto, alcuni lettori potrebbero essere tentati di scrollarsi di dosso questo folle espediente letterario come il frutto dell’ingegno di un insegnante con chiari problemi psicologici. Sfortunatamente, ciò significherebbe saltare a una conclusione affrettata. Dopotutto, qui stiamo parlando della mentalità progressista radicale.

Ormai molte persone hanno già familiarità con alcuni dei libri piuttosto grafici che si sono fatti strada – un po’ come i vermi che invadono una mela altrimenti perfetta – sugli scaffali delle biblioteche delle scuole pubbliche. Il mese scorso, Stacy Langton, un genitore di bambini nel Fairfax, Virginia School District, ha portato l’argomento alla ribalta mentre si rivolgeva pubblicamente al consiglio scolastico locale in uno scontro epico che è diventato rapidamente virale.

Langton è arrivata armata per l’incontro sotto forma di due libri disponibili nella biblioteca scolastica di suo figlio, “Lawn Boy” e “Queer Gender”. Questi romanzi, come ha spiegato Langton, contengono scene di “pedofilia, sesso tra uomini e ragazzi…” dove in un caso “un ragazzo di quarta elementare [sta] facendo sesso orale su un maschio adulto…”

E pensare che i guerrieri della giustizia sociale stanno cancellando Dr. Seuss, Via col vento e Huckleberry Finn.

Come ha risposto il governo a questa e ad altre denunce inoltrate per conto di genitori che potrebbero avere voce in capitolo su ciò che passa per la testa dei loro figli? Incredibilmente, si è schierato con i consigli scolastici, suggerendo che questi genitori “controversi” potrebbero effettivamente essere accusati di “terrorismo domestico” in futuro. Anche il Washington Post, uno dei principali portavoce del Partito Democratico, ha definito la mossa un “Grande errore”.

Ok, torniamo al cannibalismo e a Jeffrey Dahmer, due argomenti di cui molti genitori non avrebbero mai pensato che i loro figli avrebbero sentito parlare a scuola. Più o meno allo stesso modo in cui gli insegnanti di sinistra del transgenderismo e della teoria critica della razza stanno ottenendo la loro antologia, così sembra che i dottrinari del cannibalismo stiano ottenendo la loro. Come spiega Thomas, gli studenti sono in grado di accedere attraverso i media center della loro scuola alla graphic novel del 2012, “My Friend Dahmer”, che documenta la relazione adolescenziale dell’autore John Backderf con il futuro serial killer. Un distretto scolastico del Texas ha accettato di consentire agli studenti l’accesso al libro, ma a condizione di “supporto di consulenza”. Immagina un libro che richieda al bambino di entrare in consulenza dopo la lettura.

Dal momento che è ovvio che tali discussioni in classe inciteranno solo polemiche, quale mai potrebbe essere lo scopo ultimo? Dopotutto, l’insegnante potrebbe facilmente suggerire la produzione di massa e il consumo di insetti o parassiti, ad esempio, se lo scopo della lezione fosse migliorare la comprensione della satira e le abilità di scrittura creativa. Ma chiaramente è in gioco qualcos’altro di più sinistro, e non sembra essere stato un incidente.

Sono propenso a schierarmi con Rhonda Thomas e altri che sono dell’opinione che lezioni scolastiche così radicali siano specificamente progettate per normalizzare la devianza e la depravazione tra bambini e adulti. Capovolgere la realtà in uno stile chiaro, luciferino, al punto che le persone non sono più in grado di distinguere il giusto dall’ingiusto, il morale dall’immorale e il decente dall’indecente. La cosa preoccupante e’ che sembra funzionare. Quante persone avrebbero potuto prevedere solo 10 anni fa che i genitori avrebbero portato con entusiasmo i loro figli a “Drag Queen Story Hour” nella loro biblioteca locale? No, questo e’ puro satanismo.

“Le nostre scuole prendono di mira i nostri bambini”, è il modo in cui Thomas ha riassunto la situazione che ora prevale nelle comunità di tutto il paese. “Questo risale all’apprendimento socio-emotivo. Questo sta scioccando il loro sistema di valori, scioccando le loro emozioni per essere in grado di normalizzare la depravazione”.

In breve, l’obiettivo di queste folli lezioni è fomentare la polemica, che per sua stessa definizione richiede due parti opposte. La classica tattica divide et impera dove gli unici vincitori sono coloro che desiderano, per ragioni note solo a loro, rompere le fondamenta stesse della società. Una volta che sono stati creati due schieramentri, proprio come avviene ora con il transgenderismo e la teoria critica della razza, allora la minoranza può proclamare il vittimismo e avere i propri presunti diritti sostenuti a ogni livello della società. E con i media di sinistra che supportano ogni diabolico capriccio dei progressisti, hanno un potente alleato dalla loro parte.

È tempo che le vere vittime di questi attacchi in classe – i bambini – ricevano alcune garanzie che le scuole finanziate dai contribuenti rimangano luoghi di sano apprendimento, libere dalla corruzione dell’ideologia politica.

Fonte

616d93ab2030275be733e12b

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 19 ottobre 2021, in Uncategorized con tag , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: