Dave Chappelle contro la tirannia dell’agenda di genere

L’artificale polemica che circonda lo speciale comico di Chappelle “The Closer” è la prova che l’agenda di genere si sta trasformando in un mostro tirannico che minaccia il concetto stesso di libertà di parola.

Secondo la mia onesta opinione, l’ultimo special di Dave Chappelle The Closer non è stato così divertente. A volte, c’erano scorci del Chappelle dei primi tempi, quello veramente esilerante. Tuttavia, questi momenti non sono durati a lungo. Chiaramente, essere divertenti non era la massima priorità di Chappelle.

The Closer voleva dimostrare un punto. E ci sono voluti solo pochi giorni per vedere questo punto completamente dimostrato.

The Closer mirava a dimostrare che alcune parole non possono essere pronunciate nei media – anche se sono di fatto vere – sotto la minaccia della persecuzione pubblica e della rovina finanziaria. E Chapelle ha commesso il peggiore psicoreato: ha detto che “il genere è un dato di fatto”.

Come la stragrande maggioranza delle persone sulla Terra, Chappelle crede che gli uomini abbiano organi riproduttivi maschili e che le donne abbiano organi riproduttivi femminili. Ecco perché la parola “genere” e “genitali” condividono la stessa radice.

Tuttavia, questo fatto fondamentale della vita, che solo pochi anni fa era una verità indiscussa e universalmente accettata, è diventato un tabù. Ancora peggio, ora è considerato offensivo e “transfobico”. Non da persone normali, ma da una potente agenda che sta cercando di ridefinire completamente il significato del genere e della sessualità umana in generale.

Questa agenda è sostenuta da fondi illimitati e da una forte influenza politica. Ha costretto i governi di tutto il mondo a ridefinire il modo in cui classificano i generi. In effetti, il genere è ormai una “identità”, non un fatto che riguarda i genitali.

Questa agenda è diventata così aggressiva che abbiamo visto sostituire la parola “donna” con le espressioni più assurde e disumanizzanti che si possano pensare.

Su questa copertina della “rinomata” rivista medica The Lancet, la parola “donne” è stata sostituita da “corpi con vagine”. Questa pubblicazione scientifica considera ufficialmente offensiva la parola “donne” e in qualche modo, il termine grottesco e completamente disumanizzante “corpi con vagine” è ritenuto migliore. Nella loro assurda ricerca per cancellare i sessi, sono disposti a sostituire la parola “donne” con un’espressione che userebbe un serial killer psicopatico.

Quindi, e’ come se Chappelle avesse tirato un bestemmione. Ancora peggio, ha difeso JK Rowling che è stata cancellata per essere una “TERF”. Come ha sottolineato Chappelle, a loro piace creare parole per vincere nelle discussioni.
TERF sta per “femminista radicale trans-escludente”. Questa parola è stata creata appositamente per insultare e attaccare le femministe che affermano che le donne hanno organi riproduttivi femminili. Questo va contro l’agenda che sostiene che chiunque si “identifichi come una donna” è una vera donna.

Chappelle ha detto:

“Sono del team TERF. Sono d’accordo. Il genere è un dato di fatto. (…) Ogni essere umano in questa stanza, ogni essere umano sulla Terra ha dovuto passare attraverso le gambe di una donna per venire al mondo. Questo è un dato di fatto”.

Chappelle sapeva benissimo che pronunciare queste parole avrebbe portato ad una sua eventuale cancellazione. Perché, nel 2021, usare la definizione vera, valida e fattuale della parola donna è “transfobico”. Ma Chappelle lo ha fatto lo stesso in modo che tutti possiamo assistere alla follia che ne sarebbe derivata.

Ed e’ successo. GLAAD – l'”organizzazione di monitoraggio dei media” il cui obiettivo ammesso è quello di “modellare la narrativa” ha twittato quanto segue:

La parola chiave in questo tweet è “piattaforma”. Questo è il modo in cui “controllano la narrativa”. Coloro che non rispettano la loro dottrina sono “de-piattaformati”, nel senso che sono banditi dai mass media e da tutte le sue piattaforme.

In altre parole, GLAAD ha chiesto a titolo definitivo la cancellazione della carriera di Chappelle. Questo è il tipo di oppressione che vediamo in Cina contro i “dissidenti”.

Poco dopo, innumerevoli media hanno rivelato i loro veri volti. Nonostante siano letteralmente LA STAMPA, si sono schierati contro la libertà di parola e PER la censura.

Uno dei tanti titoli che chiedono la cancellazione di Dave Chappelle.

Un titolo della CBC (la società televisiva canadese di proprietà del governo). Il titolo introduce l’idea di rimuovere lo speciale formulandolo in una domanda, in un modo subdolo.

Per assicurarsi che la controversia non si estinguesse e che la libertà di parola non prevalesse, le persone dietro l’agenda di genere hanno organizzato uno sciopero di fronte al quartier generale di Netflix. Molte di queste persone lavorano per Netflix, la stessa società che ha prodotto media orribili come Cuties, un film che esalta la sessualizzazione dei bambini.
Tuttavia, lo sfruttamento dei bambini non è una causa a cui tengono. Quello che gli interessa davvero è far tacere un uomo di colore che fa battute.

Ecco un video eloquente della protesta.

Questo breve video riassume la follia di questa agenda e le persone dietro di essa. Come puoi vedere, c’è un ragazzo con un cartello “Ci piace Dave”, il segno meno minaccioso nella storia delle proteste. Non appena entra nella folla, un manifestante distrugge immediatamente il cartello. Lo stesso manifestante inizia a urlare “Ha un’arma!” mentre alza la mano del ragazzo che tiene ancora il bastone di legno rotto. Quindi, i manifestanti usano il fatto che ha un'”arma” per spingerlo fuori dalla folla e farlo tacere.

Questo è esattamente il modo in cui funzionano in tutte le sfere della società. Impongono una falsa etichetta ai loro avversari. Quindi, usano quella falsa etichetta per demonizzarli e metterli a tacere.

La protesta è arrivata con una “lista di domande” presentata a Netflix. Mette in piena mostra le tendenze tiranniche di questa agenda.

1 Eliminare riferimenti/immagini di Chappelle all’interno del luogo di lavoro, inclusi ma non limitati a murales, poster, nomi di stanze;

2 Riconoscere che lo speciale danneggia la comunità trans;

3 Investire in contenuti trans e non binar

4 Un nuovo fondo per sviluppare specificamente talenti trans e non binari

*Questo fondo dovrebbe supportare sia i talenti above the line (ATL) che quelli below the line (BTL)
*Questo fondo dovrebbe esistere in aggiunta al Fondo per l’uguaglianza creativa esistente

4 Investimenti in contenuti trans o non binari su Netflix paragonabili al nostro investimento totale in contenuti transfobici, inclusi investimenti comparabili nella promozione di contenuti

5 Gli investimenti dovrebbero essere comparabili ma non limitati alle opere prodotte da Dave Chappelle (“The Closer” e “Sticks and Stones”), After Life di Ricky Gervais, ecc.

6 Investimento in più creatori trans per realizzare programmi sia con script che senza script tra i generi;

7 Rivedere i processi interni sulla messa in servizio e/o il rilascio di potenziali contenuti dannosi, coinvolgendo numerose e diverse parti che possono parlare del suo danno, inclusa la consultazione di fornitori di terze parti;

8 Rivisitare il ruolo di ERG nelle conversazioni su potenziali contenuti dannosi e sviluppare materiali per assicurarci di avere il miglior supporto regionale della categoria su complicate questioni di diversità

9 Assumere dirigenti di contenuti transgender in posizioni di rilievo e promuovere un ambiente inclusivo per loro;

10 Reclutare persone trans per ruoli di leadership in azienda (direttore, vicepresidente, ecc.) e promuovere un ambiente inclusivo per loro;

11 La possibilità per i dipendenti e gli alleati Trans* di essere in grado di rimuovere se stessi dai contenuti promozionali dell’azienda;

12 Un disclaimer prima di The Closer che dice specificamente che contiene linguaggio transfobico, misoginia, omofobia e incitamento all’odio;

13 Aumentare la promozione e la divulgazione di altri titoli trans nella piattaforma

Netflix ha gia` abbracciato al 100% questa agenda. La maggior parte dei suoi contenuti spinge questo ordine del giorno a un livello assurdo. Chappelle è stato uno dei pochi artisti che ha avuto una certa libertà artistica. Ma, in questo clima di oppressione, non sono ammesse eccezioni. Tutte le opinioni dissenzienti devono essere schiacciate. Anche il CEO di Netflix Ted Sarandos, che originariamente ha sostenuto lo spettacolo di Chappelle, ha dovuto fare marcia indietro e dire che “ha sbagliato”.

Chiaramente, Chappelle sapeva che questa folle reazione sarebbe avvenuta. Ma lo ha fatto comunque.

Nel corso degli anni, Chappelle aveva gia` parlato dell’agenda dell’élite. Ad esempio, nel 2006, Chappelle ha chiesto a Oprah perché c’era così tanta pressione sui comici neri per indossare abiti da donna.

CONCLUDENDO
The Closer era transfobico? No. Chappelle scherzava. Questo è il suo lavoro. Ha anche fatto battute sui bianchi, i neri e R Kelly che urinava sui volti delle ragazze.

Chappelle ha persino dedicato l’ultima parte del suo spettacolo a Daphne Dorman, una comica trans che ha preso sotto la sua ala protettrice. Chappelle ha anche notato che Daphne si è suicidata dopo essere stata brutalmente vittima di bullismo da parte di attivisti trans.

Il punto principale dello spettacolo di Chappelle era che etichette, definizioni e pronomi non contano. È l’essere umano reale, vivente, che respira dietro tutto ciò che conta.

Chiaramente, i promotori dell’agenda non si preoccupano di quel messaggio. Perché, in effetti, l’intero scandalo non ha nulla a che fare con le persone transgender reali. Riguarda l’agenda di genere.

I poteri forti stanno attivamente cercando di distruggere il concetto stesso di maschio e femmina per sostituirli con falsi costrutti artificiali. Il movimento trans è usato come una pedina in questa battaglia per rendere offensivi questi concetti, giustificando la censura.

The Closer mirava a dimostrare che non si possono affermare fatti riguardanti i mattoni più basilari della vita umana senza essere attaccati e demonizzati. E purtroppo ci è riuscito.

Fonte

leadchappelle

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 22 ottobre 2021, in Uncategorized con tag , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: