Un enorme disconnessione tra la retorica sul clima e il fare qualcosa a riguardo

La COP26 sara` un fallimento epico…

Conferenza delle Parti
La COP26 è la 26a Conferenza annuale delle parti sui cambiamenti climatici. L’obiettivo di questi incontri è concordare metodi per limitare il riscaldamento globale a 1,5ºC rispetto ai livelli preindustriali entro il 2100.

La COP15 di Parigi ha fissato obiettivi ambiziosi, ma gli obiettivi sono una cosa e le azioni un’altra. Il resto delle 25 precedenti conferenze è completamente fallito.

A meno che Cina, India e nazioni in via di sviluppo non siano a bordo, non aspettarti che la COP possa cambiare qualcosa. Ed ecco un suggerimento: Cina, India e i paesi in via di sviluppo non sono d’accordo,

Obiettivi della COP26
Assicurati emissioni zero a livello globale entro la metà del secolo

Adattarsi per proteggere le comunità e gli habitat naturali

Mobilitare la finanza

Collaborare per raggiungere gli obiettivi

Fatta eccezione per il primo punto il resto sono cazzate, ora vi spiego.

Mobilitare la finanza significa pagare i paesi in via di sviluppo per raggiungere i loro obiettivi. I paesi in via di sviluppo vogliono più soldi di quelli concordati.

La Cina non si impegna a ridurre le emissioni a zero entro la metà del secolo. I paesi non stanno lavorando insieme.

Programma della COP26
30-31 ottobre: ​​i leader del G20 si riuniscono a Roma. Momento chiave: cercare impegni climatici da Cina, India e Arabia Saudita. Più soldi per il clima da Francia e Italia. Un comunicato del G20 che riafferma l’obiettivo 1.5C.

1-2 novembre: il vertice dei leader mondiali apre la COP26. Momento chiave: un’apparizione di Xi Jinping segnerà che la Cina fa sul serio.

4 novembre: Energy Day – Momento chiave: cercare nuovi firmatari del patto No New Coal delle Nazioni Unite.

5 novembre: Giornata dei giovani e dell’empowerment pubblico. Momento chiave: aspettatevi proteste rumorose da Greta Thunberg.

10 novembre: Giornata dei trasporti, con particolare attenzione al taglio del carbonio dalle auto. Momento chiave: Boris Johnson spera in nuovi divieti nazionali sulle vendite di auto a benzina e diesel.

12 novembre: le trattative dovrebbero concludersi, quindi aspettatevi tafferugli dell’ultimo minuto per ritardare il procedimento. Momento chiave: rilascio del testo negoziato. Nessun obiettivo climatico stabilito. Il testo potrebbe concordare di presentare obiettivi per la riduzione del carbonio più ambiziosi entro il 2023. Le nazioni dovrebbero anche aver concordato tempistiche comuni per i loro obiettivi climatici e il formato per le relazioni sui progressi rispetto a tali obiettivi.

Cosa aspettarsi
30-31 ottobre: ​​Altro comunicato inutile che ribadisce l’obiettivo 1.5C.

1-2 novembre: molti discorsi tra cui un altro sul fatto che il mondo finira in 15 anni. Xi Jinping non garantira` nulla di concreto.

4 novembre: Ci saranno nuovi firmatari del patto delle Nazioni Unite No New Coal, ma Cina e Stati Uniti non saranno tra questi.

5 novembre: Aspettatevi proteste rumorose da Greta Thunberg. Questo obiettivo sarà certamente raggiunto, ma non realizzerà un accidente.

10 novembre: Giornata dei trasporti, con particolare attenzione al taglio del carbonio dalle auto. Momento chiave: Boris Johnson spera in nuovi divieti nazionali sulle vendite di auto a benzina e diesel. Se c’è qualcosa su cui gioire arriverà in questo settore. Ma non ci saranno divieti significativi sulla benzina a parte forse le auto diesel. La maggior parte del successo verrà comunque dalle case automobilistiche.

12 novembre: i negoziati dovrebbero concludersi, quindi aspettatevi tafferugli dell’ultimo minuto per ritardare i procedimenti. Momento chiave: rilascio del testo negoziato. Nessun obiettivo climatico stipulato, ma è probabile che le nazioni riaffermino il supporto per l’obiettivo di 1,5°C. Il testo deluderà sicuramente gli attivisti del cambiamento climatico.

Summit sul clima verso il nulla
Il Wall Street Journal ci mette nella giusta prospettiva con il suo articolo The Climate Summit to Nowhere.

È incongruo al limite del bizzarro organizzare un vertice come questo mentre l’Europa sta affrontando una crisi energetica, il presidente Biden implora l’OPEC di produrre più petrolio, la Cina sta costruendo sempre piu` centrali elettriche a carbone in mezzo a una carenza di elettricità.

Non importa. Questo vertice si chiama COP26 perché ce ne sono già stati 25. Le nazioni hanno fatto promesso e fatto ben poco nelle precedenti 25. Ma piuttosto che adeguarsi a questa realtà politica, i delegati faranno promesse ancora più irrealistiche.

Gli impegni dei paesi in via di sviluppo sono ancora più fragili e dipendono dalle tangenti dei ricchi. L’Associazione delle nazioni del sud-est asiatico (Asean) questa settimana hanno chiesto più aiuti internazionali per finanziare la riduzione delle emissioni: un “pavimento” di 100 miliardi di dollari all’anno dovrebbe risolvere la situazione, con 367 miliardi di dollari nei prossimi cinque anni destinati all’Asean. Le Filippine vogliono diminuire del 75% le emissioni di carbonio entro il 2030, ma il 72% è subordinato agli aiuti esteri, ha riferito Nikkei questa settimana.

I paesi ricchi hanno promesso per la prima volta 100 miliardi di dollari nel 2009, ma i soldi non si sono ancora visti. I contribuenti nelle economie ricche saranno ancora meno disposti a sacrificare il proprio denaro per il clima quando si rendono conto di chi non verrà alla COP26: il russo Vladimir Putin e il cinese Xi Jinping.

I leader di altri grandi produttori di CO2, come l’India, la terza al mondo, saranno a Glasgow ma potrebbero anche non esserlo. Il ministro dell’ambiente di Delhi ha suggerito questa settimana che il suo governo non aderirà alla politica delle emissioni zero. Con diverse centinaia di milioni di indiani che vivono ancora in povertà, l’India ha bisogno di più energia dai combustibili fossili, così come tutta l’Africa.

Il signor Xi ha promesso nel 2020 di ridurre le emissioni climatiche, ma solo dopo il 2030. Nel qui e ora, la Cina sta costruendo più centrali a carbone perché far crescere l’economia è una priorità molto più alta. Il budget del Cremlino fluttua sulla produzione di petrolio e gas.

Più soldi per favore
Si prega di considerare la dichiarazione congiunta dell’ASEAN sui cambiamenti climatici COP 26.

“Il Regno di Cambogia, la Repubblica di Indonesia, la Repubblica democratica popolare del Laos, la Malaysia, la Repubblica dell’Unione di Myanmar, la Repubblica delle Filippine, la Repubblica di Singapore, il Regno di Thailandia e la Repubblica socialista del Vietnam, riaffermano i nostri impegni ….”

Basandosi su….”un costo di 100 miliardi di dollari all’anno, che tiene conto delle esigenze e delle priorità dei paesi in via di sviluppo”.

Nikkei Asia riferisce che l’ASEAN esorta il mondo sviluppato a chiedere molto piu` di 100 miliardi di dollari di finanziamento.

Sinossi
La Cina continuerà a costruire centrali a carbone fino al 2030

La Cina ha come obiettivo la neutralita` nel 2060, non nel 2050

La Russia non farà nulla

L’India non accetterà gli obiettivi

I paesi in via di sviluppo chiederanno ma non riceveranno più denaro

Gretta, terrà un discorso entusiasmante sulla fine del mondo come lo conosciamo entro 15 anni.

Quanta anidride carbonica verrà rilasciata da tutti coloro che si accalcano in giro per il mondo per partecipare a questo inutile vertice?

La COP26 sarà il più grande fallimento finora.

Ma ehi, Gretta avrà la sua foto su innumerevoli giornali e riviste. Questo conta qualcosa, no?

Fonte

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 1 novembre 2021, in Uncategorized con tag , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: