Peter Daszak ha lavorato per la CIA?

Un whistleblower di EcoHealth Alliance si fa avanti.

“Abbiamo trovato altri coronavirus nei pipistrelli, un’intera schiera, alcuni dei quali sembravano molto simili alla SARS. Quindi abbiamo sequenziato la proteina spike: la proteina che si lega alle cellule. Poi noi… beh, non ho fatto questo lavoro, ma i miei colleghi in Cina si`. Crei pseudo particelle, inserisci le proteine ​​spike di quei virus, vedi se si legano alle cellule umane. Ad ogni passo che fai, ti avvicini sempre di più ad un virus patogeno per le persone. Finisci con un piccolo numero di virus che sembrano davvero degli assassini”.

Questa dichiarazione è stata pronunciata dal presidente di EcoHealth Alliance Peter Daszak in un forum del 2016 in cui si discuteva di “malattie infettive emergenti e la prossima pandemia”. Daszak, che ha ricevuto più di 118 milioni di dollari in sovvenzioni e contratti dalle agenzie federali, inclusi 53 milioni di dollari da USAID, 42 milioni di dollari da DOD e 15 milioni di dollari da HHS, sembrava vantarsi della manipolazione dei coronavirus “killer” simili alla SARS effettuata da i suoi “colleghi in Cina” presso l’ormai famigerato Istituto di virologia di Wuhan.

Secondo una ricerca investigativa condotta dal giornalista indipendente Sam Husseini e da The Intercept, gran parte del denaro assegnato a EcoHealth Alliance non si è concentrato sulla salute o sull’ecologia, ma piuttosto sulla guerra biologica, il bioterrorismo e altri usi pericolosi di agenti patogeni mortali.

EcoHealth Alliance ha ricevuto la maggior parte dei suoi finanziamenti dall’Agenzia degli Stati Uniti per lo sviluppo internazionale (USAID), una sussidiaria del Dipartimento di Stato che funge da copertura frequente per la Central Intelligence Agency (CIA). La loro seconda maggiore fonte di finanziamento proveniva dalla Defense Threat Reduction Agency (DTRA), che è una filiale del Dipartimento della Difesa (DOD) che afferma di avere il compito di “contrastare e scoraggiare le armi di distruzione di massa”.

L’Agenzia degli Stati Uniti per lo sviluppo internazionale (USAID) ha una lunga storia di agire come veicolo contrattuale per varie attività segrete della CIA. Con un budget annuale di oltre 27 miliardi di dollari e operazioni in oltre 100 paesi, un ex direttore dell’USAID, John Gilligan, una volta ha ammesso che l’agenzia era piena di “infiltrati della CIA”. Gilligan ha spiegato che “l’idea era di impiantare agenti in ogni tipo di attività che avessimo all’estero; governo, volontari, religiosi, di ogni genere”.

Nel 2013, un cablogramma statunitense pubblicato da WikiLeaks ha delineato la strategia degli Stati Uniti per indebolire il governo venezuelano attraverso l’USAID “penetrando la base politica di Chavez”, “dividendo il Chavismo” e “isolando Chavez a livello internazionale”. Nel 2014, l’Associated Press ha rivelato che l’USAID ha appaltato un progetto per sviluppare un rivale di Twitter al fine di fomentare una ribellione a Cuba.

Dal 2009 al 2019, USAID ha collaborato con EcoHealth Alliance sul loro programma PREDICT che ha identificato oltre 1.200 nuovi virus, inclusi oltre 160 ceppi di coronavirus; formato circa 5.000 persone in tutto il mondo per identificare nuove malattie; e migliorato o sviluppato 60 laboratori di ricerca.

Quale modo migliore per la CIA di raccogliere informazioni sulle capacità di guerra biologica del mondo?

Fondi totali ricevuti dalla EcoHealth Alliance attraverso sovvenzioni e contratti dalle agenzie federali degli Stati Uniti (dal 2002). L’Istituto Nazionale di Allergie e Malattie Infettive e’ una divisione del Dipartimento di Salute e Servizi Umani, le cui sovvenzioni sono rappresentate dalla colonna HHS

Il dottor Andrew Huff ha conseguito il dottorato di ricerca. in salute ambientale specializzandosi in malattie emergenti prima di diventare un vicepresidente associato presso EcoHealth Alliance, dove ha sviluppato nuovi metodi di biosorveglianza, analisi dei dati e visualizzazione per il rilevamento delle malattie.

Il 12 gennaio 2022, il dottor Andrew Huff ha rilasciato una dichiarazione pubblica (su Twitter) in cui affermava che Peter Daszak, il presidente di EcoHealth Alliance, gli aveva detto che stava lavorando per la CIA.

Di seguito la dichiarazione completa del Dr. Andrew Huff:

Il Dr. Huff ha continuato: “… non sarei sorpreso se la comunità della CIA / IC avesse orchestrato l’insabbiamento del COVID agendo da intermediaria tra Fauci, Collins, Daszak, Baric e molti altri. Nella migliore delle ipotesi, è stata la più grande cospirazione criminale nella storia degli Stati Uniti da parte di burocrati o incaricati politici”.

Cosa hanno nascosto esattamente?

L’EcoHealth Alliance di Peter Daszak, finanziata da USAID, DOD e altre agenzie governative degli Stati Uniti, ha collaborato con il dottor Ralph Baric dell’Università della Carolina del Nord e il dottor Shi Zhengli del Wuhan Institute of Virology per condurre ricerche sul guadagno di funzione sui pipistrelli che trasmettevano il coronavirus.

Baric ha creato con successo un coronavirus “chimerico” nel 2015. C’è una traccia scientifica ben documentata che descrive in dettaglio come il Dr. Baric e la Dr. Zhengli hanno continuato a collaborare insieme alla ricerca sul guadagno di funzione per creare quello che sarebbe poi diventato un potenziale precursore del virus SARS-CoV-2.

Il dottor Anthony Fauci, il dottor Francis Collins e il dottor Peter Daszak, che erano sostenitori di questo tipo di collaborazione internazionale sulla ricerca sul guadagno di funzione, sono stati fortemente incentivati ​​a nascondere la possibilità di un’origine di laboratorio perché in precedenza avevano incanalato denaro dei contribuenti statunitensi verso il laboratorio cinese.

All’inizio del 2020 si parlava molto dell’origine del virus SARS-CoV-2. Due articoli pubblicati nel marzo 2020, uno su Nature Medicine e uno su The Lancet, hanno manipolato pesantemente la direzione del dialogo sull’origine del virus.

Entrambi i documenti sono stati ripetutamente citati da Fauci, Collins, Daszak, dai media aziendali e dalle big tech come prove per mettere i popoli sotto lockdown e persino censurare qualsiasi discussione sulla possibilità che il virus abbia avuto origine presso il Wuhan Institute of Virology.

Solo in seguito, attraverso e-mail redatte rilasciate dalla FOIA, abbiamo appreso che Fauci, Collins e Daszak erano intimamente coinvolti nella realizzazione dei due articoli che respingevano le ipotesi sull’origine del laboratorio come “teoria del complotto”.

Nel febbraio 2020, Daszak ha detto al ricercatore sul coronavirus dell’Università della Carolina del Nord, il dottor Ralph Baric, che non avrebbero dovuto firmare la dichiarazione che condannava la teoria della fuoriuscita dal laboratorio in modo che sembrasse più indipendente e credibile. “Tu, io e lui non dovremmo firmare questa dichiarazione”, ha scritto Daszak.

Altre e-mail non redatte hanno rivelato che mentre questi scienziati ritenevano privatamente che la fuoriuscita dal laboratorio fosse lo scenario più probabile, hanno comunque lavorato per seminare la narrativa dell’origine naturale nel pubblico attraverso gli articoli pubblicati su Nature Medicine e The Lancet.

Nell’aprile 2020, Daszak si è opposto al rilascio pubblico dei dati sulla sequenza del virus correlati al Covid-19 che sono stati raccolti dalla Cina, nell’ambito del programma PREDICT dell’Agenzia statunitense per lo sviluppo internazionale (USAID) perché ha affermato che attirerebbe “un’attenzione molto sgradita” ai suddetti programmi “PREDICT e USAID”.

Nel settembre 2020, gli scienziati sono rimasti indignati quando Daszak è stato scelto per guidare la task force dell’Organizzazione mondiale della sanità che esaminava la possibilità che il Covid-19 fosse trapelato dal Wuhan Institute of Virology.

Nonostante molti chiari tentativi di interrompere una legittima indagine scientifica sull’ipotesi dell’origine del laboratorio di Wuhan, la teoria ha continuato a persistere principalmente a causa del fatto che il governo cinese non è stato in grado di fornire un solo frammento di prova a sostegno della teoria dell’origine naturale.

Nel maggio 2021, la narrativa è cambiata quando Nicholas Wade, un ex giornalista scientifico del New York Times, ha pubblicato un articolo in cui delineava il caso della teoria della fuoriuscita dal laboratorio.

Per SARS1, una specie ospite intermedia è stata identificata entro quattro mesi dallo scoppio dell’epidemia e l’ospite di MERS è stato identificato entro nove mesi. Eppure, circa 15 mesi dopo l’inizio dell’epidemia di SARS2 e una ricerca presumibilmente intensiva, i ricercatori cinesi non sono riusciti a trovare né la popolazione di pipistrelli originale, né le specie intermedie in cui SARS2 sarebbe potuta saltare, né alcuna prova sierologica dell’origine naturale.

Ad ogni occasione utile, Fauci, Collins e Daszak hanno fatto tutto il possibile per offuscare, fuorviare e disinformare il mondo sulla possibilità che SARS-CoV-2 avesse avuto origine al Wuhan Institute of Virology.

Se il dottor Andrew Huff dice la verità, Fauci, Collins e Daszak non stanno coprendo l’origine del laboratorio solo per se stessi, ma anche per la Central Intelligence Agency, il Dipartimento della Difesa e il governo degli Stati Uniti.

Fonte

befunky-collage-2022-01-20t130733.220-817x429-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 24 gennaio 2022, in Uncategorized con tag , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: