Dati del governo mostrano che i non vaccinati hanno meno probabilita` di contrarre il Covid

Il Public Health Scotland ha rilasciato i dati delle ultime quattro settimane i quali mostrano che i non “vaccinati” hanno meno probabilità di contrarre il COVID rispetto a quelli a cui sono state iniettate due o tre dosi di siero ad mRNA. La classe dirigente ha anche mentito apertamente sul fatto che si trattasse di una “pandemia di non vaccinati”, considerando che coloro che si sono vaccinati hanno maggiori probabilità di essere ricoverati in ospedale o morire rispetto alle persone non vaccinate.

I dati hanno mostrato un tasso di infezione di 866 per 100.000 persone per i vaccinati con 2 dosi e 481 per 100.000 per chi ha fatto la terza dose. I non vaccinati avevano un tasso di infezione di 413 per 100.000. Anche il tasso di mortalità per COVID è drasticamente diverso. Il tasso di mortalità di coloro che hanno avuto due vaccinazioni è di circa 12 per 100.000, che è più del 50% superiore al tasso dei non vaccinati.

Sembra che nuove informazioni stiano trapelando qua e la` informando la gente su cosa siano veramente questi vaccini e il CDC ha pure ammesso che non interrompono la trasmissione del virus.

Direttore del CDC: “Quello che i vaccini non possono più fare è prevenire la trasmissione

All’inizio di questo mese, la principale agenzia sanitaria dell’Unione europea ha avvertito che ricevere richiami ogni quattro mesi potrebbe danneggiare la capacità del sistema immunitario di combattere la malattia. L’Agenzia europea per i medicinali ha invece consigliato ai paesi di rispecchiare la strategia di vaccinazione contro l’influenza stagionale legata all’inizio della stagione fredda. –WND

Public Health Scotland non è stata l’unica a rilasciare dati su questi sieri sperimentali. Il Regno Unito ha rilasciato informazioni dannose che mostrano che questi sieri ad mRNA stanno distruggendo il sistema immunitario umano fino al punto del completo degrado, o AIDS (sindrome da immunodeficienza acquisita).

Ora sono emersi anche dati dal Canada che mostrano quanto sia diventata una bugia il concetto di “pandemia dei non vaccinati”. Dati recenti della provincia dell’Alberta mostrano che infezioni, ricoveri e decessi per COVID aumentano tutti nei giorni e nelle settimane dopo che le persone hanno ricevuto la prima dose di vaccino, riporta l’ex giornalista del New York Times Alex Berenson.

I dati dal Regno Unito dal 16 agosto al 5 dicembre 2021, hanno mostrato che le persone che erano state vaccinate rappresentavano quattro decessi su cinque per COVID-19, ha riferito Gateway Pundit. Inoltre, un “brevetto tecnico sulle varianti preoccupanti di SARS-CoV-2” del Regno Unito ha rilevato che al 29 dicembre i soggetti completamente vaccinati costituiscono il 74% dei ricoveri a causa dell’infezione dalla variante omicron che ora domina le nazioni occidentali. –WND

Fonte

LibertyCovid-768x511

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 28 gennaio 2022, in Uncategorized con tag , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: