Pedogate: Abuso di potere (Parte 2)

Il 7 febbraio 1987, il Washington Post ha pubblicato un articolo intitolato Officials Describe ‘Cult Rituals’ in Abuse Case, (link di riserva) in cui un caso di abuso su minori che coinvolgeva sei minori vittime ha portato all’arresto di due uomini adulti con legami con Washington, DC. L’articolo descriveva come un sindacato criminale rapisse bambini, li tenesse in catene, li trafficasse attraverso i confini di stato e li costringesse a partecipare a sacrifici rituali di capre in almeno due occasioni.

I bambini venivano lasciati “sporchi, trasandati, affamati, sconvolti e agitati”, secondo un documento del tribunale. Cinque dei sei bambini non rispondevano agli stimoli e solo una ragazza è stata in grado di descrivere quello che avevano passato. (Articoli aggiuntivi qui e qui)

Secondo l’agente speciale Ramon J. Martinez del servizio doganale degli Stati Uniti, quando la polizia ha fatto irruzione nel magazzino utilizzato per il lavaggio del cervello, ha scoperto grandi sacchetti di plastica contenenti fotografie di pedopornografia, una sala di produzione video e quello che sembrava essere un altare.

Questo caso alla fine ha portato a un’indagine molto più ampia su un gruppo chiamato The Finders, guidato da un uomo di nome Marion Pettie. The Finders era composto da almeno 40 membri che vivevano in una comune in stile anni ’60 che si estendeva dalla Virginia fino alla Florida. La polizia di Washington aveva appreso dei The Finders da una fonte confidenziale che aveva informato la polizia di essere stato reclutato dal gruppo con promesse di denaro, sesso e un invito a esplorare il satanismo con loro.

Sarebbero passati sette anni prima che un’altra agenzia di stampa si interessasse dei The Finders. US News & World Report ha pubblicato un articolo il 19 dicembre 1993 intitolato Through a Glass, Very Darkly che menzionava brevemente le teorie del complotto che circondano il caso, principalmente quella del coinvolgimento della CIA.

“Il Dipartimento di Giustizia ha avviato una nuova indagine sui The Finders e sulle attività del gruppo. Sta anche riesaminando l’indagine del 1987 sul gruppo per determinare se quell’indagine sia stata chiusa in modo improprio. I funzionari della giustizia non elaboreranno, tranne per dire che l’indagine è “in corso” e che coinvolge “questioni irrisolte” in relazione ai The Finders.

Una delle domande irrisolte riguarda le accuse secondo cui i The Finders sono in qualche modo collegati alla Central Intelligence Agency. I documenti del servizio doganale rivelano che nel 1987, quando gli agenti doganali cercarono di esaminare le prove raccolte dalla polizia di Washington, DC, gli fu detto che l’indagine dei The Finders “era diventata una questione interna della CIA”. Il rapporto della polizia sul caso era stato classificato segreto”.

Nonostante una preponderanza di prove che spingono lo slancio delle indagini, l’agente speciale Martinez afferma di essere stato informato che il caso era stato improvvisamente dichiarato una “questione interna” della CIA.

“Mi è stato detto che l’FBI si era ritirato dall’indagine diverse settimane prima e che la Divisione di controspionaggio estero dell’FBI aveva ordinato a MPD di non avvisare l’Ufficio sul campo dell’FBI di Washington di tutto ciò che era accaduto. Non saranno disponibili ulteriori informazioni. Non verranno presi ulteriori provvedimenti”.

La CIA ha ufficialmente denunciato questa teoria, ma ha riconosciuto che un’azienda che aveva fornito formazione informatica alla CIA impiegava anche diversi membri di The Finders.

Indagini indipendenti in seguito hanno rivelato che l’azienda di informatica non era semplicemente un datore di lavoro dei membri di The Finders, ma era in realtà di proprietà della setta. Perché la CIA dovrebbe affidare la formazione dei suoi ufficiali a un appaltatore privato di proprietà di un culto che traffica bambini? I The Finders potrebbero essere un gruppo di facciata per dei cattivi attori della CIA?

Inoltre, l’articolo US News & World Report descriveva altri legami nel mondo reale che la CIA aveva con il leader del culto, Marion Pettie.

“…l’interesse della CIA per i The Finders potrebbe derivare dal fatto che la sua defunta moglie una volta ha lavorato per l’agenzia e che suo figlio ha lavorato per un’azienda proprietaria della CIA, l’Air America.”

Nonostante molte agenzie di stampa abbiano liquidato questi membri della setta come hippie beatnik, i mandati di perquisizione alla fine hanno portato alla luce prove di crimini molto più intriganti. Secondo le memorie dell’agente speciale Martinez,

“Giovedì, 5 febbraio 1987, l’agente speciale senior Harrold ed io abbiamo assistito il Dipartimento di polizia metropolitana (MPD) di Washington DC con due mandati di perquisizione riguardanti il ​​possibile sfruttamento sessuale dei bambini. Nel corso dei mandati di perquisizione sono stati scoperti numerosi documenti che sembravano riguardare il traffico internazionale di bambini, il trasferimento di alta tecnologia nel Regno Unito e il trasferimento internazionale di valuta”.

L’FBI ha ufficialmente declassificato tutti i file relativi a The Finders il 25 ottobre 2019. Come riassunto da NewsWars,

“Dopo diversi paragrafi di informazioni oscurate, l’FBI ha rivelato che qualcuno “ha affermato che i The Finders sono coinvolti in un piano ben organizzato di abusi sui minori e che [redatto] in collaborazione con il Dipartimento di Stato e la sezione di controspionaggio estero dell’FBI, ha cospirato per coprire quegli abusi”.

I mandati di perquisizione sono stati eseguiti anche in un magazzino che coinvolgeva la “mappe classificate di [un] sistema di tunnel/fognature sotterranee” a Washington D.C.

Come sottolinea Mint Press News,

“Stranamente, nella pubblicazione è inclusa anche una mappa relativa allo scandalo McMartin Preschool senza motivo noto, dal momento che in questo momento i casi sono completamente estranei a parte il fatto che entrambi contenevano accuse di abusi satanici”.

Lo scandalo McMartin Preschool è stato indagato a fondo da Ted Gunderson (seconda parte), ex agente speciale dell’FBI e capo della divisione di Los Angeles, e all’epoca probabilmente si era andati molto vicini a rendere pubbliche le reti altamente organizzate del traffico di esseri umani dei ricchi e famosi . Tuttavia, dopo diversi anni di processi, tutte le accuse sono state ritirate nel 1990. Il collegamento tra The Finders e lo scandalo McMartin Preschool nella divulgazione dell’FBI ha solo suscitato ulteriormente il sospetto dei giornalisti investigativi e alimentato le fiamme delle teorie del complotto sulla corruzione ad alto livello .

Nel 1988, l’anno successivo alla denuncia del Washington Post su The Finders, Geraldo Rivera ha prodotto un rapporto investigativo intitolato Devil Worship: Exposing Satan’s Underground che è diventato il documentario televisivo più apprezzato in quel momento. Nel programma, Rivera ha indignato gli spettatori di tutto il mondo mostrando molteplici istanze di sacrifici umani rituali. Ha anche intervistato sedicenti sopravvissuti agli abusi rituali satanici che hanno condiviso storie che apparentemente si confermavano a vicenda.

Il pubblico televisivo fu di nuovo sconvolto un anno dopo, quando una donna di nome Vicki Polin apparve all’Oprah Winfrey Show affermando di essere sfuggita a una linea di sangue satanica multigenerazionale. Polin ha affermato di essere stata abusata sessualmente dal culto quando era una bambina, che allevavano bambini umani per sacrifici rituali e che si integravano perfettamente nella società come persone normali.

Nello stesso anno a Londra, in Inghilterra, una ragazza di 15 anni di nome Teresa ha raccontato a 60 Minutes Australia che sua nonna l’ha costretta a entrare in una rete di pedofili satanici impegnata in sacrifici umani rituali e cannibalismo.

Teresa ha spiegato di essere stata costretta dal culto ad abortire il proprio bambino, a compiere atti sessuali su animali e ad essere violentata da 30 adulti contemporaneamente durante le cerimonie sataniche. Il giornalista Ian Leslie ha descritto il racconto di Teresa come “la storia più dolorosa e inquietante” di cui abbia mai dovuto riferire nei suoi 27 anni di carriera.

Teresa crede che i membri del culto fossero membri molto ricchi e potenti della società. Sua madre crede che la rete operi su una scala che va oltre la comprensione.

Nel caso di Teresa, la polizia ha avviato un’indagine e ha trovato referti medici che hanno dimostrato prove di abusi sessuali prolungati. Alla fine, 5 uomini sono stati accusati di stupro mentre sua nonna è stata accusata di 7 conteggi di favoreggiamento nello stupro e 2 conteggi di aver compiuto aborti su Teresa, sebbene queste accuse siano state ritirate nello stesso anno.

Il programma 60 Minutes comprendeva un consulente per abusi sessuali che affermava di aver ascoltato 21 testimonianze simili da altri sopravvissuti negli ultimi 2 anni.

Il 17 maggio 1991, il Chicago Tribune ha pubblicato una storia intitolata A Chilling Tale of Child Abuse No One Can Prove che discuteva le testimonianze di nove bambini – le cui esperienze si confermavano a vicenda – che sostenevano di essere stati maltrattati in rituali satanici. L’articolo riconosceva l’ondata crescente di vittime che si faceva avanti.

“Le accuse di abusi rituali satanici sui bambini risalgono a secoli fa, ma hanno subito un forte aumento dal 1980”.

“Mentre più bambini sono incoraggiati a farsi avanti ed esporre gli adulti che li hanno feriti, la polizia sta riscontrando più casi di abusi sui minori accompagnati da accuse di rituali occulti”.

L’articolo insiste sul fatto che le accuse di queste vittime erano così incredibili che sfortunatamente erano viste come vicoli ciechi per le autorità.

“La gente se la cava con le molestie sui bambini perché non possiamo provare che ci siano adoratori satanici che mangiano le persone. Ben presto diventa non perseguibile”.

Per quanto incredibili potessero sembrare le storie, l’autore dell’articolo del Chicago Tribune ha commentato la credibilità di queste affermazioni.

“E come potevano così tanti bambini, molti dei quali non si conoscevano, inventare una storia così simile? Dissero di essere stati costretti a partecipare all’uccisione di animali, di essere stati tagliati con coltelli e che alcuni di loro avevano subito abusi sessuali. I loro disegni raffiguravano simboli satanici e persone e animali torturati”.

Nel 1993, le accuse di abuso rituale sono diventate così comuni che è stato compilato un manuale di formazione per le forze dell’ordine intitolato Satanic Cult Awareness, che è stato successivamente pubblicato dal Dipartimento di giustizia degli Stati Uniti al National Criminal Justice Reference Service. Il manuale di addestramento chiarisce i cinque tipi di messe sataniche e l’intero calendario annuale dei giorni sacri satanici, noti come sabba, che vengono celebrati con orge, sacrifici animali, sacrifici umani, cannibalismo o altre cerimonie simili.

“I rituali sono condotti nella maggior parte di queste messe e sono usati come strumento per determinare un cambiamento nello stato di coscienza tra i partecipanti. Droghe, colori, musica, canti, parole e pratiche meditative sono usati per migliorare o ipnotizzare i partecipanti”.

Il manuale di addestramento descrive Halloween, chiamato Samhain (sa-ween), come il giorno sacro più significativo osservato nel calendario satanico. Il manuale afferma che i rituali di Halloween coinvolgono sangue, sesso, demoni e sacrifici umani. Questo potrebbe essere uno shock per la maggior parte di coloro che celebrano Halloween come un giorno di divertimento spensierato. È davvero possibile che Halloween sia un giorno di sacrifici umani?

Nel 2001, Jeremiah Films ha pubblicato un documentario intitolato Halloween: Dolcetto o scherzetto che presenta l’ex satanista Glenn Hobbs la cui testimonianza corrobora il manuale di addestramento alla consapevolezza del culto pubblicato dal Dipartimento di Giustizia. Hobbs insiste sul fatto che lui e altri bambini sono stati drogati e trafficati da una rete satanica che sacrifica ritualmente i bambini ad Halloween, tra gli altri giorni.

Si dice che questa ondata di vittime che ha fatto notizia negli anni ’80 e ’90, ora denominata panico satanico, sia stata un periodo di isteria di massa ed è spesso paragonata ai processi alle streghe di Salem.

Vox ha tentato di sfatare questo periodo di “isteria sociale” in un articolo pubblicato il 21 marzo 2021 intitolato Why Satanic Panic Never Really Ended.

“In tutto questo, i media hanno alimentato un’ondata di paura pubblica che ha portato interi gruppi di adulti razionali e pensanti ad essere isterici”.

Il panico satanico era davvero solo un’illusione paranoica delle masse o c’era forse la verità dietro l’isteria? Se le vittime stessero dicendo la verità, quanto sono vaste e pervasive queste reti sataniche di pedofili?

Nel 2001, Cheryl e Lynn Hersha hanno pubblicato le loro esperienze come vittime di abusi rituali satanici in un libro intitolato Secret Weapons: Two Sisters’ Terrifying True Story of Sex, Spies, and Sabotage. Le sorelle descrivono il loro coinvolgimento in un programma governativo segreto che ha sottoposto le sorelle a traumi psicologici e addestramento sperimentale nel libro che include file declassificati della CIA e testimonianze del personale militare. Poiché il libro era visto come una finzione, non ha ricevuto un’attenzione diffusa.

In generale, c’è stata una pausa nelle nuove vittime del cosiddetto panico satanico per quasi 15 anni tra il 1993 e il 2007 circa, durante i quali coloro che si sono fatti avanti in genere hanno lavorato con piccoli programmi mediatici autofinanziati e non con i principali organi di informazione.

Ora, con il senno di poi, sembra che le reti televisive tradizionali siano state colte alla sprovvista dalle prime storie di abusi rituali satanici. Nel 1993, sembra che fosse stato loro dato un ordine di bavaglio poiché praticamente tutta la copertura delle testimonianze dei sopravvissuti era vietata a meno che non si tentasse di sfatarle.

Alla fine, l’avvento di Internet ha offerto alle vittime la possibilità di aggirare i guardiani della stampa mainstream utilizzando siti Web di streaming video come YouTube per pubblicare autonomamente le loro testimonianze affinché il mondo potesse vederle.

Karly Franz https://www.youtube.com/watch?v=H1BgESUgBck (0:00 e anche 7:43)

Fiona Barnett https://www.youtube.com/watch?v=1Q3yH9EIPfs

https://www.youtube.com/channel/UCbD-ObJY5pvczHG31e29YAQ

Teal Swan https://www.youtube.com/watch?v=fVpsMBeTjHY

Nathan Reynolds https://www.youtube.com/watch?v=uJetXrRxmEg (inizia a 08:45)

Aria https://www.youtube.com/watch?v=l-1Made2BVk (dettagli esplosivi a 11:04 e a 13:53)

Nancy Dunn https://www.youtube.com/watch?v=MQY778AOCGk (25:48)

Si può guardare al racconto di Anneke Lucas. Dopo 40 anni di silenzio, Lucas si è finalmente fatta avanti affermando di essere stata violentata migliaia di volte da bambina da una rete di individui ricchi, potenti e famosi di tutto il mondo che regolarmente uccidevano anche bambini. (intervista aggiuntiva uno e due e tre)

Le affermazioni della Lucas sulle cerimonie sataniche a cui partecipavano potenti luminari che coinvolgevano orge e sacrifici di bambini sono state confermate nell’aprile del 2017 da un ricco banchiere e imprenditore olandese di nome Ronald Bernard che ha spiegato come ha assistito personalmente ai rituali di sacrificio di bambini.

“Oggi si parla ancora di 8.000-8.500 persone che gestiscono il mondo intero”.

“Ed ero anche in contatto con quei circoli, solo che ridevo perché per me erano solo clienti. Così sono andato in posti chiamati Chiese di Satana. Così ho visitato questi posti e stavano facendo la loro Santa Messa con donne nude e liquori e cose del genere. E mi ha solo divertito. Non credevo in nessuna di queste cose ed ero tutt’altro che convinto che tutto ciò fosse reale. Secondo me, l’oscurità e il male sono dentro le persone stesse.

“Quindi ero un ospite in quei circoli e mi divertiva molto vedere tutte quelle donne nude e le altre cose. Era la bella vita. Ma poi ad un certo momento, ed è per questo che vi dico questo, sono stato invitato a partecipare ai sacrifici all’estero.

Il punto di rottura sono stati i bambini.”

Una donna con lo pseudonimo di Svali è apparsa sull’Investigative Journal il 17 gennaio 2006, affermando di essere un ex programmatore del controllo mentale degli Illuminati. Ha descritto una cabala segreta che si impegna regolarmente in sacrifici di bambini, controllo mentale, abusi sessuali, ecc. Il suo sito Web è una miniera di preziose informazioni sull’occulto.

Nell’intervista, Svali ha spiegato che tutti i membri degli Illuminati sono costretti ad assistere e praticare rituali di sacrificio umano che vengono condotti in Vaticano in una camera sotterranea segreta, a cui si accede da una porta nascosta dietro un dipinto gigante. Forse questo può aiutare a spiegare perché una statua di un dio a cui si sacrificano bambini, Moloch, è stata eretta a Roma nel 2019. Quando Svali ha tentato di fuggire dall’organizzazione e di salvare i suoi figli nel processo, è stata accolta con minacce di morte, cause giudiziarie e ordini restrittivi. Poco dopo aver scritto diversi articoli e aver parlato in una manciata di programmi radiofonici, Svali è scomparsa del tutto.

CONCLUDENDO
Per quanto scioccante e incredibile possa sembrare a chi non lo sapesse, l’evidenza di un impero pedofilo globale che tira i fili del governo, della finanza e dell’intrattenimento è gravemente profonda. Autoproclamati sopravvissuti agli abusi rituali satanici si sono fatti avanti per condividere le loro storie orribili che dimostrano la portata e la depravazione di ciò che accade nell’ombra della società. Per decenni sono stati ignorati e ridicolizzati.

Non è chiaro se questi sedicenti sopravvissuti agli abusi rituali satanici siano veritieri o meno. Ogni affermazione specifica deve essere analizzata da sola, controllando contemporaneamente le dichiarazioni per vedere se emerge un modello consistente. Così facendo, una cosa diventa ampiamente chiara. Molti dei dettagli specifici di ciascuna delle loro testimonianze sono ossessivamente simili.

Con tutte le prove sul tavolo, il mondo sta finalmente riconoscendo che la sociopatia e la perdizione sono penetrate ai livelli più alti della società e sono rimaste nascoste in bella vista.

miniature-di-youtube-1280x720-px-5

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 2 febbraio 2022, in Uncategorized con tag , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: