Le società di streaming iniziano a sbarazzarsi dei contenuti woke dopo il crollo di abbonati

Non lo ammetteranno mai apertamente, ma sottostare all’agenda woke fa fallire le aziende.

Hollywood è stata apertamente progressista per decenni, ma questo non è niente in confronto all’invasione della giustizia sociale dal 2016.

Dopo circa cinque anni di un attacco di sinistra senza precedenti all’industria dell’intrattenimento, stiamo finalmente iniziando a vedere la furia perdere ossigeno. C’è una debolezza nelle produzioni woke che i media alternativi hanno sottolineato da molto tempo: non realizzano profitti perché sono progettati per placare una minoranza di zennial di sinistra sul lastrico. Questa è la folla sbagliata su cui fare affidamento per fare cassa a fine anno.

È giusto dire che l’industria dell’intrattenimento è stata parzialmente truffata. In primo luogo, ci sono quegli allettanti prestiti ESG che possono essere facilmente ottenuti fintanto che un’azienda dichiara a gran voce la propria fedeltà all’agenda della giustizia sociale. Poi, naturalmente, c’è il fatto che molti amministratori delegati aziendali e addetti al marketing seguono le tendenze di Twitter con il presupposto ignorante che Twitter sia in realtà un riflesso del mondo reale. La folla woke su Twitter è amplificata dalla società stessa, mentre la maggior parte delle voci contrarie vengono soffocate e sepolte. Chiunque utilizzi l’eco chamber di Twitter come indicatore di marketing sarebbe portato a credere che l’ideologia di sinistra sia l’ideologia prevalente della nazione. Neanche lontanamente.

Alcune aziende si stanno finalmente rendendo conto di questo fatto e stanno prendendo provvedimenti per ridurre la loro esposizione ai contenuti woke, l’altra strada porterebbe solo al fallimento. Ecco il punto: la sinistra potrà rilevare ogni piattaforma per la distribuzione dei media (quasi fatto), ma non possono ancora costringere il pubblico a consumare contenuti woke. Alla fine, la perdita di spettatori e denaro danneggerà i loro profitti.

Warner Media (ora di proprietà di Discovery) sembra essere in prima linea nell’eliminazione dei contenuti di sinistra. Sotto la guida dell’amministratore delegato David Zaslav, Discovery sta analizzando in modo aggressivo Warner per capire perché un’azienda con così tanti marchi e franchise iconici fallisce continuamente al botteghino e in streaming. Zaslav si sta sbarazzando dei contenuti di estrema sinistra trattandoli come il veleno che sono.

Ricordiamo il fallimento di CNN+ dopo meno di un mese di attività quando non riuscì ad attirare abbonati. Ora, Zaslav ha accantonato il film “Batgirl” da 100 milioni di dollari, una parodia woke con registi woke. Secondo quanto riferito, sta anche eliminando l’imminente film di Supergirl, che secondo le voci è stato progettato per sostituire l’amato franchise di Superman con una versione femminile interpretata da un’attrice di origini colombiane (la Supergirl originale dovrebbe essere bianca e bionda).

Un altro evento che ha scioccato la sinistra è stato Netflix che ha cancellato “First Kill”, una serie di vampiri lesbici che nessuno ha chiesto e apparentemente nessuno ha guardato.

Questo è successo dopo che Netflix ha cancellato una serie di programmi woke negli ultimi due mesi, incluso uno spettacolo chiamato “Anti-Racist Baby” scritto dal noto propagandista di Critical Race Theory Ibram X. Kendi e un altro spettacolo animato chiamato “Q-Force” (Forza Queer).

HBO Max ha recentemente cancellato il loro “Gordita Chronicles” dopo una sola stagione; lo spettacolo basato su una famiglia di immigrati dominicani ha fortemente spinto le narrazioni di sinistra sullo stato del gruppo di vittime e ha raffigurato l’America come una nazione razzista e oppressiva. Nessuna menzione del fatto che milioni di persone non bianche cercano di intrufolarsi negli Stati Uniti ogni anno.

Gli esempi dello spurgo di questa merda woke sono infiniti. Questa è una mossa intelligente da parte dei media di intrattenimento poiché il pubblico ha definito con i suoi dollari il fatto che non vuole guardare spazzatura di sinistra. Tuttavia, è troppo poco e troppo tardi?

Alcune aziende come la Disney hanno scelto scioccamente di raddoppiare i contenuti woke (dopo numerosi fallimenti al botteghino) e altre come la Warner hanno perso gran parte della fiducia da parte dei loro clienti. Le aziende e gli addetti al marketing hanno cercato a lungo di invogliare i clienti ricercando ciò che il pubblico desidera. Ma il nuovo modello consiste semplicemente nel DIRE ai clienti cosa acquistare e far vergognare il pubblico a conformarsi a un prodotto se non gli piace. Dal 2016 la strategia dei media è ATTACCARE i clienti in risposta alle critiche piuttosto che ascoltare e apprendere. Non è andata bene. Oggi queste imprese stanno pagando il prezzo delle loro trasgressioni contro il libero mercato.

Fonte

gettyimages-1267429384-768x432-1

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

5,00 €

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 8 agosto 2022, in Uncategorized con tag , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: