Archivio dell'autore: neovitruvian

Uno studio afferma che l’ideologia transgender ha un impatto corrosivo sulla societa`

L’ideologia mainstream transgender ha avuto un “impatto corrosivo” sulla società britannica e ha avuto un’influenza negativa sul benessere dei bambini, secondo uno studio del think tank Civitas.

L’ex direttrice del Center for the Study of Higher Education presso l’Università del Kent, la dott.ssa Joanna Williams, ha scritto nel suo rapporto The Corrosive Impact of Transgender Ideology che il transgenderismo è passato da una preoccupazione di “nicchia” a un punto focale politico principale negli ultimi due decenni a seguito della coalizione dell’establishment britannico “dietro le richieste di una piccola comunità transgender”.

“Le istituzioni precedentemente autorevoli ora mancano di fiducia nella propria capacità di guidare e guardare alla comunità transgender come un gruppo vittimizzato che può fungere da fonte di autorità morale. Tuttavia, questo, a sua volta, erode i diritti basati sul sesso e mina la protezione dei minori “, ha scritto la Williams.

“Le persone in posizioni di potere all’interno dei media, dell’istruzione, del mondo accademico, della polizia, dell’assistenza sociale, della medicina, della legge e del governo locale e nazionale sono state preparate a piegarsi dietro le richieste di una piccola comunità transgender”, ha aggiunto.

Il rapporto chiedeva al governo di vietare la prescrizione di bloccanti della pubertà per i bambini di età inferiore ai 18 anni, di vietare lo studio delle affermazioni transgender che contraddicono le realtà biologiche e di vietare alle scuole di consentire agli studenti di “iniziare la transizione” a scuola senza il permesso dei genitori.

Lo studio ha osservato che la pervasività del transgenderismo ha portato a un aumento significativo del numero di bambini “” che hanno difficoltà nello sviluppo della loro identità di genere “” riferendosi al Tavistock – la clinica nazionale del Regno Unito specializzata nella cura dei bambini.

“Il numero di tredicenni ha chiesto aiuto nell’ultimo anno è aumentato del 30 percento al 331 percento, mentre il numero di undicenni è aumentato del 28 percento rispetto all’anno precedente. I pazienti più giovani avevano solo tre anni. Tre quarti dei bambini che desiderano aiuto per cambiare genere sono ora ragazze – la percentuale più alta mai registrata ”, ha rilevato lo studio.

Il dott. Williams ha sottolineato che i bloccanti della pubertà sono “frequentemente presentati ai giovani come una soluzione semplice e temporanea all’apparente “problema” del loro corpo che cambia”, nonostante il fatto che i farmaci “possano causare danni irreparabili al corpo in via di sviluppo di un bambino e un impatto dannoso sulla futura fertilità ”.

Sostenendo il divieto di prescrivere questi farmaci agli adolescenti, Williams ha affermato che “come società, vietiamo alle persone di età inferiore ai 18 anni di acquistare sigarette o alcol, ma li riteniamo in grado di consentire droghe che alterano il corpo”.

Lo studio ha anche continuato a denigrare l’impatto che il movimento transgender ha avuto sul discorso pubblico in Gran Bretagna.

“L’espansione dei diritti transgender è andato di pari passo con l’espansione della regolamentazione statale e istituzionale (sia pubblica che privata) del linguaggio e del comportamento. Ciò evidenzia una differenza significativa tra gli attivisti transgender di oggi e il movimento per i diritti degli omosessuali di un’era precedente “, ha affermato la dott. Willams.

A differenza del movimento per i diritti degli omosessuali, che Williams sosteneva cercasse la libertà, il movimento transgender “chiede il riconoscimento e la protezione del loro stato attraverso la regolamentazione del comportamento di coloro al di fuori del gruppo di identità”.

“Considerando che in passato essere radicali significava chiedere maggiore libertà allo stato e all’autorità istituzionale, oggi essere radicali significa richiedere restrizioni alla libera espressione in nome della prevenzione del reato”, ha aggiunto.

Fonte

Neovitruvian

La censura sui social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

€2,00

Un giudice ha ordinato a Virigina Giuffre, accusatrice di Epstein, di distruggere le prove

A Virginia Giuffre una vittima di Jeffrey Epstein è stato ordinato, da un giudice distrettuale degli Stati Uniti, di distruggere i file che si ritiene contenessero i nomi dei soci di Epstein, perché “ottenuti impropiamente”.

L’anziana giudice distrettuale Loretta Preska ha dichiarato mercoledì che gli avvocati della Giuffre avrebbero dovuto fornire la prova che i documenti erano stati distrutti, aggiungendo che “il consulente dovrà presentare una dichiarazione giurata che descriva dettagliatamente le misure adottate per farlo”, secondo Newsweek.

Preska ha osservato che un ordine di protezione che disciplina i documenti “ottenuti in modo improprio” è stato applicato solo durante un procedimento giudiziario che è stato risolto.

La sentenza di Preska è arrivata dopo una richiesta dell’avvocato Alan Dershowitz di ottenere l’accesso ai documenti. Giuffre ha affermato che Dershowitz era uno degli uomini con cui Epstein l’ha costretta a fare sesso. In risposta, Dershowitz fece causa alla Giuffre per diffamazione nel 2019. Dershowitz affermò che ottenere i file di Epstein sarebbe stato un vantaggio per la sua difesa.

Preska ha dichiarato nella sua sentenza che il desiderio di Dershowitz di vedere tutti i file “con oltre un migliaio di voci” non era uno “colpo mirato” ma un “bombardamento a tappeto”. –Newsweek

A settembre 2019, un avvocato della presunta “signora” di Epstein, Ghislaine Maxwell – che è stata arrestata giovedì, ha detto a Preska che ci sono “centinaia” di persone nominate nelle circa 2.000 pagine di documenti.

L’avvocato Jeffrey Pagliuca ha detto mercoledì al giudice distrettuale americano Loretta Preska che i materiali includono anche una rubrica con circa 1.000 nomi. Preska sta valutando come eseguire una sentenza della corte d’appello federale di New York secondo cui deve prendere in considerazione la possibilità di revocare alcuni documenti. All’udienza non furono nominati dettagli sull’identità delle persone presenti nei documenti che potevano includere donne che affermano di essere vittime di Epstein, dei suoi amici e di altri. –Bloomberg

Epstein è morto dopo essere stato preso in custodia nel luglio 2019 con l’accusa di traffico e cospirazione. Da quando i suoi vergognosi atti sono diventati pubblici, i suoi associati – tra cui Bill Clinton, Bill Gates, Ehud Barak e il capo di Victoria’s Secret Les Wexner hanno cercato di prendere le distanze da Epstein e dalle sue attività.

Altri nomi famosi associati a Epstein includono Reid Hoffman, cofondatore di LinkedIn, Elon Musk e Mark Zuckerberg, che Musk ha presentato all’autore del reato sessuale. Il portavoce di Zuckerberg ha detto a Vanity Fair ” Mark ha incontrato Epstein a una cena in onore degli scienziati non organizzata da Epstein”, aggiungendo “Mark non ha più comunicato con Epstein dopo la cena”.

Musk disse alla rivista “Non ricordo di aver presentato Epstein a nessuno, dato che non lo conoscevo abbastanza bene per farlo, Epstein è ovviamente un perverito e Zuckerberg non è un mio amico. Diversi anni fa, ero a casa sua a Manhattan per circa 30 minuti a metà pomeriggio con Talulah [Riley], poiché era curiosa di incontrare questa strana persona per un romanzo che stava scrivendo. Non abbiamo visto nulla di inappropriato, a parte la strana arte. Ha ripetutamente cercato di farmi visitare la sua isola. Ho rifiutato. “

Fonte

Neovitruvian

La censura sui social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

€2,00

Avvocato della vittima: Ghislaine Maxwell potrebbe rivelare “nomi importanti” del network pedofilo di Epstein come parte del patteggiamento

La stessa speculazione circondò lo stesso Epstein prima che venisse suicidato

L’avvocato della vittima Lisa Bloom afferma che Ghislaine Maxwell potrebbe rivelare un “nome importante” coinvolto nella rete pedofila di Jeffrey Epstein al fine di ottenere un patteggiamento.

Apparendo nella trasmissione radiofonica britannica LBC, la Bloom ha dichiarato: “Sono sicura che gli avvocati di Ghislaine proveranno a fare un accordo in cui rivelera` un nome importante per diminuire la sua condanna”.

“Lei stessa, tuttavia, e` un nome importante, con la scomparsa di Jeffrey Epstein un anno fa, è uno dei più grandi nomi tra le persone coinvolte in questo schema”, ha aggiunto.

La prospettiva che la Maxwell riveli un “nome più importante” per ottenere una condanna ridotta è interessante dato che ci sono state segnalazioni che Jeffrey Epstein stava pianificando di fare lo stesso prima di “suicidarsi” settimane dopo.

Come abbiamo sottolineato il 7 luglio, poco più di un mese prima della sua morte, Jack Posobiec di OANN ha riferito che l’avvocato di Epstein aveva offerto a nome del suo cliente “di collaborare all’inchiesta, incluso rivelare i nomi delle persone che pagavano per attività con ragazze minorenni in cambio di una pena massima non superiore a 5 anni. “

Non è noto se quello sia stato uno degli incentivi al “suicidio” di Epstein, ma è stato ampiamente ipotizzato che il pedofilo miliardario sarebbe stato eliminato prima che potesse parlare.

Poco più di una settimana prima del “suicidio” di Epstein, l’avvocato Spencer Kuvin aveva espresso il timore che la vita di Epstein fosse stata in pericolo impedendogli di fare i nomi di persone influenti che erano complici del traffico sessuale di ragazze e giovani donne.

Dopo la morte di Epstein, un membro del Congresso disse al Daily Mirror che molte persone potenti stavano “facendo un enorme sospiro di sollievo” dato che ora non avrebbe piu` potuto parlare.

Fonte

Neovitruvian

La censura dei media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

€2,00

Suicide Watch: Ghislaine Maxwell accusata di traffico di minori

Quasi esattamente un anno dopo l’arresto di Jeffrey Epstein, anche Ghislaine Maxwell – la socialite britannica che una volta era la ragazza di Epstein – e` stata arrestata. E le accuse contro di lei sono pesanti.

L’accusa descrive il ruolo diabolico della Maxwell nel reclutare, gestire e trasportare ragazze in varie località per essere violentate da Epstein e amici. È anche accusata di spergiuro per aver mentito sotto giuramento nel 2016 per il suo coinvolgimento nella tratta di minori.

L’accusa afferma:

1 Le accuse qui esposte derivano dal ruolo di GHISLAINE MAXWELL, nello sfruttamento e nell’abuso sessuale di più ragazze di Jeffrey Epstein. In particolare, almeno dal 1994 circa, fino almeno al 1997 compreso, MAXWELL ha assistito, facilitato e contribuito all’abuso di Jeffrey Epstein sulle ragazze minorenni, tra le altre cose, ha aiutato Epstein a reclutare, gestire e infine abusare delle vittime conosciute dalla MAXWELL ed Epstein di età inferiore ai 18 anni. Le vittime avevano appena 14 anni, venivano curate e maltrattate dalla MAXWELL e da Epstein, entrambi i quali sapevano che alcune vittime avevano effettivamente meno di 18 anni.
2 Come parte e a sostegno del loro piano di abuso delle vittime minorenni, GHISLAINE MAXWELL, l’imputata e Jeffrey Epstein hanno attirato e fatto sì che le vittime minorenni viaggiassero nelle residenze di Epstein in diversi stati. Inoltre, nel tentativo di nascondere i suoi crimini, la MAXWELL ha ripetutamente mentito quando è stata interrogata sulla sua condotta, anche in relazione ad alcune delle vittime minori qui descritte, quando ha fornito testimonianze sotto giuramento nel 2016.

L’accusa spiega come la Maxwell si sia presa cura delle ragazze normalizzando gradualmente gli abusi – una tecnica manipolativa usata dai pedofili predatori.
4 A partire dal 1994, GHISLAINE MAXWELL, l’imputata, ha attirato e si e` presa cura di molte ragazze minorenni per intraprendere atti sessuali con Jeffrey Epstein, attraverso una varietà di mezzi e metodi, inclusi ma non limitati a:

a. La MAXWELL ha tentato prima di fare amicizia con alcune delle vittime minorenni di Epstein prima del loro abuso, chiedendo alle vittime della loro vita, di che scuola frequentassero e delle loro famiglie. La MAXWELL ed Epstein avrebbero trascorso del tempo a costruire amicizie con vittime minorenni, ad esempio portando le vittime al cinema o a fare shopping. Avendo sviluppato un rapporto con una vittima, la MAXWELL avrebbe cercato, tra l’altro, di normalizzare l’abuso sessuale, discutendo argomenti sessuali, spogliarsi di fronte alla vittima, essendo presente quando una vittima minore veniva denudata per partecipare ad atti sessuali che coinvolgevano la vittima minorenne e Epstein.

La presenza della MAXWELL durante le interazioni delle vittime minorenni con Epstein, comprese le interazioni in cui la vittima minorenne era denudata o che riguardavano atti sessuali con Epstein, aiutava a mettere a proprio agio le vittime perché era presente una donna adulta. Ad esempio, in alcuni casi, la MAXWELL massaggiava Epstein di fronte a una vittima minorene. In altri casi, la MAXWELL incoraggiava le vittime minorenni a offrire massaggi a Epstein, compresi massaggi sessuali durante i quali una vittima minorenne sarebbe stata completamente o parzialmente nuda. Molti di questi massaggi hanno portato Epstein ad abusare sessualmente delle vittime minorenni.

Maxwell è accusata di sei capi di imputazione, tra cui cospirazione per invogliare le minorenni a viaggiare ed impegnarsi in atti sessuali illegali, l’attirare un minore a viaggiare per impegnarsi in atti sessuali illegali, cospirazione per il trasporto di minori con l’intento di impegnarsi in attività sessuali criminali, il trasporto di un minore con l’intento di impegnarsi in attività sessuali criminali e spergiuro.

Se ritenuta colpevole, la Maxwell potrebbe andare in prigione per 30 a 40 anni. La pesantezza di queste accuse potrebbe essere un modo per “incoraggiarla” a cercare un accordo per svuotare il sacco e fare dei nomi importanti.

Uno di questi nomi: il principe Andrea.

Il principe Andrew, Ghislaine Maxwell e la diciassettenne Virginia Guiffre, che ora è un importante accusatrice.

In un’intervista del 2019 con la BBC, Virginia Guiffre (che recentemente ha avvertito le persone che NON aveva intenzioni suicide) ha spiegato come Maxwell l’ha portata dal Principe Andrew. Ha dichiarato:

“È il ballerino più orribile che abbia mai visto in vita mia. Sudava come un porco. In macchina Ghislaine mi diceva che dovevo fare per Andrew quello che facevo per Jeffrey e questo mi rese inquieta ”.

Ghislaine Maxwell è stata in contatto con l’élite occulta per tutta la sua vita. È la figlia del compianto Robert Maxwell, magnate dei media e membro del Parlamento con legami noti con il British Secret Intelligence Service (MI6), il KGB sovietico e il servizio di intelligence israeliano Mossad. Inutile dire che Ghislaine Maxwell probabilmente conosce il lato oscuro di molte persone potenti.

La sua vita è in pericolo? Bene, considerando il fatto che Steve Bing – un caro amico di Epstein e un frequente passeggero del Lolita Express – è morto in circostanze misteriose circa una settimana fa, direi: Sì.

Fonte

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

€2,00

Ghislaine Maxwell arrestata nel New Hampshire

Dopo essersi nascosta per mesi, la NBC riferisce che Ghislaine Maxwell, è stata arrestata dall’FBI e accusata dai pubblici ministeri federali.

Secondo quanto riferito da diversi alti funzionari delle forze dell’ordine, la socialite ed erede britannica è stata arrestata nel New Hampshire e dovrebbe comparire in un tribunale federale più tardi oggi.

L’amica e confidente di lunga data di Jeffrey Epstein avrebbe dovuto aiutare Epstein a preparare ragazze adolescenti per fare sesso con i ricchi e i potenti.

Come riporta Adam Klasfeld, l’accusa afferma che:

“[Ghislaine] Maxwell ha assistito, facilitato e contribuito all’abuso di Jeffrey Epstein su ragazze minorenni, aiutando, tra le altre cose, Epstein a reclutare, gestire e infine abusare delle vittime …

“Le vittime avevano appena 14 anni.”

“In particolare, tra il 1994 o intorno al 1994 e intorno al 1997, MAXWELL aveva una relazione intima con Epstein e fu anche pagata da Epstein per gestire le sue varie proprietà.”

Ghislaine è stata accusata da tre donne di procurarsi e addestrare ragazze per eseguire massaggi e atti sessuali su Epstein e sui suoi collaboratori.

Virginia Giuffre (precedentemente chiamata Virginia Roberts), una delle presunte vittime di Epstein, sostenne in una causa civile che la Maxwell la “reclutò” nell’orbita di Epstein, dove fu costretta a fare sesso con Epstein e i suoi potenti amici, incluso il Principe Andrew.

Giuffre afferma nella sua denuncia che la Maxwell, unica imputata nella causa e figlia del defunto magnate del settore editoriale Robert Maxwell, reclutava regolarmente ragazze minorenni per Epstein.

Giuffre sostiene che alla fine la Maxwell l’abbia istruita su come offrire “massaggi” a Epstein compresi atti sessuali e, in sostanza, spingendola alla prostituzione. Quando la Maxwell ha negato pubblicamente le accuse e ha definito bugiarda la Giuffre nel 2015, ciò le ha dato l’apertura per presentarsi al tribunale federale e presentare la causa per diffamazione che ora è stata processata. –Politico

A maggio abbiamo notato che la donna sarebbe stata rinchiusa in un lussuoso appartamento sull’Avenue Matignon di Parigi – a soli cinque minuti di auto dall’appartamento del pedofilo da 8,6 milioni di dollari.

La Maxwell “si sta spostando ogni mese per tenere alla larga gli investigatori privati ​​vivendo nelle residenze di colleghi e contatti fidati”, secondo una fonte.

“Vuole rimanere in Francia il più a lungo possibile per trarre vantaggio dalle leggi sull’estradizione e ha una vasta rete di contatti disposti a tenerla nascosta”, hanno aggiunto. “Secondo la legge francese chiunque sia nato sul suolo francese è al sicuro dall’estradizione in un altro paese, indipendentemente dal presunto crimine”.

Come ha spiegato Gabrielle Bruney di Esquire a maggio, Maxwell è la più giovane dei nove figli di Elisabeth e Robert Maxwell, nata in Francia nel 1961. La famiglia viveva in una dimora inglese e suo padre era il fondatore di un impero mediatico e prestava servizio in Parlamento . Maxwell ha frequentato uno dei collegi più esclusivi del Regno Unito e poi l’Università di Oxford. Come membra dell’alta società britannica, Maxwell si mescolò con alcune delle famiglie più celebri della nazione e divenne amica del principe Andrew.

Suo padre morì nel 1991, annegato, dopo essere caduto dal suo yacht. È stato ipotizzato che la sua morte possa essere stata un suicidio, poiché il giorno della sua morte avrebbe dovuto incontrarsi con la Banca d’Inghilterra sulla questione della sua inadempienza su milioni di prestiti. Dopo la sua morte, i media britannici lo hanno soprannominato il “truffatore del secolo”, quando è stato rivelato che aveva prelevato centinaia di milioni di sterline dai fondi pensione dei suoi dipendenti. La Maxwell ha riferito a una news outlet dopo la morte di suo padre che sentiva che era stato assassinato.

Si trasferì negli Stati Uniti l’anno della morte di suo padre e presto incontrò Jeffrey Epstein. La relazione segnò una seconda inversione di fortuna per la Maxwell, la cui famiglia perse gran parte della sua ricchezza dopo la morte di suo padre. Nel 2000, si è trasferita in una residenza di Manhattan da $ 4,95 milioni acquistata “da una società anonima a responsabilità limitata, con un indirizzo che corrisponde all’ufficio di J. Epstein & Co. A rappresentare l’acquirente era Darren Indyke, avvocato di lunga data di Mr. Epstein”. È stata la sua compagna per anni, gestendo le sue case e presentandole ai suoi amici.

Secondo una causa che ha presentato quest’anno nella speranza di ottenere fondi dalla proprietà del defunto finanziere, “Mentre lavorava per Epstein, la Maxwell era responsabile della gestione delle proprietà di Epstein situate a New York, Parigi, Florida, New Mexico e nelle Isole Vergini americane. ”

“Nel corso della loro relazione, si legge nella causa, “Epstein ha promesso alla Maxwell che l’avrebbe sostenuta finanziariamente. Epstein fece ripetutamente queste promesse a Maxwell, sia per iscritto che per conversazione. “

Tuttavia, su Vanity Fair del 2003 Epstein ha negato che la Maxwell fosse un dipendente.

Dopo la condanna di Epstein del 2008 per aver sollecitato la prostituzione da una ragazza minorenne, i due sembravano aver posto fine alla loro associazione pubblica. Nel 2009, l’accusatrice Virginia Roberts Giuffre ha intentato una causa civile contro Epstein accusando lui e la Maxwell di averla controllata e gestita nel loro presunto business di prostitute. Nel 2012, la maxwell ha fondato un’associazione no profit ambientale chiamata The TerraMar project, che si è conclusa alla fine del 2019.

Sebbene diversi sopravvissuti abbiano affermato che la Maxwell abbia partecipato ai presunti crimini di Epstein, non è mai stata accusata criminalmente. Una cosa che potrebbe ostacolare i potenziali sforzi per livellare le accuse contro la Maxwell è il famigerato patteggiamento del 2008 che Epstein ha concluso con il procuratore americano per Miami, Alexander Acosta, con cui lo ha mandato in prigione per soli 13 mesi dopo aver subito accuse che avrebbero potuto procurargli un condanna a vita. Il produttore di Jeffrey Epstein: Filthy Rich, Joe Berlinger, ha descritto l’accordo con Esquire come “un affare senza precedenti, mai sentito prima” che “includeva un accordo di non accusa per co-cospiratori nominati e senza nome”.

Ad aprile, una corte d’appello ha confermato l’accordo del 2007, scrivendo nel suo parere che la decisione non era “un risultato che ci piace, ma è il risultato che pensiamo la legge richieda”.

La Maxwell sta attualmente facendo causa alla compagnia di Epstein per il denaro per le sue spese legali e per la sua sicurezza privata, sostenendo che il suo “precedente rapporto di lavoro” con Epstein le ha causato minacce di morte.

Come osserva Jonathan Turley, francamente, come avvocato difensore, sono sorpreso che la Maxwell abbia rischiato di tornare negli Stati Uniti. Si credeva vivesse a Parigi. Era risaputo che il dipartimento di giustizia stava portando avanti il caso, comprese le richieste di intervista al principe Andrea.

Il suo arresto potrebbe essere snervante per figure come il principe Andrew. Sarebbe la testimone piu importante se decidesse di collaborare a più ampie indagini penali. Giuffre e altre hanno affermato che fosse la persona che procurava giovani ragazze perche` fossero abusate da Epstein.

Non sara facile perseguirla dato il tempo che e` passato. Tuttavia, il governo ha chiaramente testimoni vivi come la Giuffre che potrebbero avere un impatto significativo su una giuria.

Turley nota che il ruolo improprio svolto dal Dipartimento di Giustizia sul caso originale di Epstein potrebbe effettivamente aiutarlo ora con qualsiasi azione legale contro la Maxwell.

Fonte

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante aiutami a sopravvivere con una donazione

€2,00

Chaz/Chop, l’utopia socialista, fallisce miseramente e viene smantellata

CHAZ è ormai un ricordo del passato. Il governo rivoluzionario di breve durata ha ceduto. Cos’altro puoi aspettarti da “ribelli” cresciuti in “spazi sicuri”e istruiti sui social media. Il Che non è solo una faccia su una maglietta, ragazzi!

La Capitol Hill Autonomous Zone (CHAZ) ha subito anche un cambiamento di nome post-coloniale in Capitol Hill Occupied Protest (CHOP) prima che la polizia di Seattle li svegliasse all’alba, riprendendo il territorio appartenente alla citta` di Seattle. Questo sequel secessionista del 1860 assomigliava più a Fuga da New York che alla utopia antifa. Supplicare gente esterna per cibo e medicine mentre bloccavano clienti e venditori locali superava persino l’ingenuità di Grant Park del 1968 dei loro antenati generazionali.

Le vere rivoluzioni fanno appello alla storia, forniscono il loro sostegno alle popolazioni indigene e addestrano la loro squadra nella sopravvivenza fisica e nell’autosufficienza. I veri rivoluzionari non crescono in spazi sicuri e non vengono istruiti da twitter. ANTIFASTAN non aveva la piu pallida idea di cosa fosse una rivoluzione ed ha esposto la debolezza fondamentale di questa nuova razza di aspiranti ribelli di sinistra. L'unico posto in cui possono vincere e sui social media dove il cyber Grande Fratello può modificare a piacimento "il campo di gioco", come facevano mamma e papa` quando erano dei bambini. Ma appena rovini l’happy hour al sindaco, basta latte e biscotti (o, in questo caso, barriere di cemento fornite dalla città e servizi igienici portatili per giocare al piccolo rivoluzionario).

Le folli contraddizioni interne dell’idolatria intersezionalista hanno rapidamente vanificato ogni risibile tentativo di governare CHAZ, trasformandosi in un’orgia comica orwelliana. CHAZ ha provato a formare una struttura sociale costruita su una “gerarchia inversa dell’oppressione”, in cui i vincenti venivano giudicati dalle loro origini, dalla loro biologia o dalla autoidentificazione del loro stato sessuale prescelto, mentre i perdenti, diffamati, si esibivano in umiliazioni pubbliche, si auto-immolavano ammettendo di aver sbagliato. L’unica cosa che mancava era il consulente aziendale da $ 600 all’ora che insegnasse come i loro antenati fossero colpevoli. Questo, naturalmente, si è trasformato in richieste esorbitanti basate sul colore della pelle, con “riparazioni” di $ 10 da ogni non-afroamericano a ogni afro-americano, capitolando infine in segregazione razziale, limitando le risorse per razza, colore della pelle e antenati, compresi i necessari controlli collettivistici del territorio.

La struttura di potere del paese-precedentemente-noto-come-CHAZ si dissipò altrettanto rapidamente, quando i pilastri ideologici gemellati di intersezionalismo e anarchia, in contraddizione con le regole della folla “rivoluzionaria” e da psicologie sviluppate negli spazi sicuri, impedirono qualsiasi accordo di competenza delegata nel governo di CHAZ. Invece, la folla prese subito il sopravvento, castrando ogni possibile gestione del potere.

Mentre la folla regnava, emerse un’altra debolezza nei fondatori di CHAZ: la propensione orwelliana verso la soppressione delle idee contrarie e degli individui dissidenti. La folla irrazionale di CHAZ attacco` i predicatori di strada, e i giornalisti investigativi, spesso bandendoli con la forza. Quando la cultura dell’annullamento consuma i suoi sostenitori in una purga degna di Stalin, chi rimane?

Senza che nessuno potesse esercitare autorita all'interno del gruppo e con essa ulteriormente indebolita dalla base razziale e identitaria, il potere si è presto spostato dove era prevedibile: i piu` forti presero il controllo. I signori della guerra emersero. Le forze di sicurezza di CHAZ dipendevano da un movimento radicato nell’anarchia ideologica, gestito da millennial e zoomers, consumato dall’odio per la polizia e dalla cultura dell’annullamento.

Un gruppo che odia i poliziotti sara competente nel vestire i panni delle forze dell'ordine? Sai chi odia la polizia ed è abituato a esercitare la forza? I criminali. E così sono stati i criminali a prendere il controllo. Presto sono iniziate le storie di stupri e rapine, un gruppo di imprenditori e residenti ha intentato cause legali per descrivere gli orrori, e molti giovani neri sono morti. L'ultimo insulto? Aver sconvolto la sindaca di Seattle , che vide cio che aveva definito “estate dell’amore” trasformarsi in “Fuga da New York”. A questo punto è intervenuta la polizia.

In un tempo di spazi sicuri, social media e generazioni coccolate psicologicamente non addestrate alla sopravvivenza e non informate sulla storia, il paese precedentemente noto come CHAZ non era una comune di Parigi del 1871. Viva quale rivoluzione? La folla voleva vedere i suoi avversari “ghigliottinati”, in stile Rivoluzione francese, ma fu CHAZ a essere terminata. L’idealismo dei giovani Twitterati ha incontrato la ghigliottina della reale governance.

Fonte

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

€2,00

La professoressa di “White Lives don’t matter” – “Resisto alla tentazione di gambizzare gli uomini bianchi”

Emergono altri tweet razzisti dall’account di Priyamvada Gopal mentre l’Università di Cambridge continua a sostenerla e a difenderla

Altri tweet razzisti della professoressa dell’Università di Cambridge Priyamvada Gopal sono stati scoperti, incluso uno in cui ha parlato della sua voglia di “gambizzare i bianchi”.

La settimana scorsa la Gopal ha causato polemiche quando ha twittato la frase “White Lives don’t matter”, portando alla creazione di una petizione che chiedeva che venisse licenziata. Tuttavia, l’Università di Cambridge ha risposto promuovendola facendole ottenere una cattedra, nonostante il fatto che il tweet sia stato censurato da Twitter per discorso d’odio.

La reazione dei media è stata quella di ritrarre la Gopal come vittima del bullismo. Quando tuttavia uno stirscione con la scritta “White Lives Matter” ha sorvolato uno stadio durante una partita di calcio a Manchester, la risposta e` stata di totale indignazione e condanna.

Sono stati ora scoperti tweet ancora più odiosi, tra cui una discussione in cui la Gopal afferma: “Resisto alla tentazione di gambizzare uomini bianchi ogni giorno. Quindi, no **IO ** sono l’eroe. ”

“@Cambridge_Uni può riconoscere che questo è completamente inaccettabile e indifendibile? Come dovrebbero sentirsi al sicuro i suoi studenti? ” ha chiesto Emma Webb.

“È razzista. Penso che dobbiamo fermare questa stupidata che le minoranze non possono essere razziste perché assolutamente possono esserlo. È razzista e se la cava perché non è bianca.” ha osservato Dominique Samuels.

Forse questi messaggi porteranno a un’altra petizione che richiedera` la rimozione della Gopal. La prima è stata eliminata da Change.org dopo aver ricevuto oltre 20.000 firme.

La Cambridge University è stata al fianco della Gopal nonostante avesse precedentemente licenziato Noah Carl dopo che 500 accademici avevano firmato una lettera che metteva in discussione la ricerca di Carl su razza e intelligenza.

L’istituzione ha anche annullato una conferenza di Jordan Peterson dopo che il solito gruppetto woke si era lamentato della sua posizione sulla correttezza politica e dopo essere apparso in una fotografia con un uomo che indossava una maglietta che diceva: “Sono un orgoglioso Islamofobo.”

Fonte

Neovitruvian

La censura dei social media e`sempre piu` pesante aiutami a sopravvivere con una donazione

€2,00

Forbes censura uno degli ambientalisti piu` famosi perche` si e` scusato di 30 anni di bugie sul clima

Forbes ha deciso di non pubblicare un articolo del pluripremiato attivista climatico Michael Shellenberger, in cui si scusa “del “terrore climatico” che abbiamo creato negli ultimi 30 anni”.

Schellenberger, un progressista, è stato nominato uno degli “Eroei dell’ambiente” da TIME, mentre il suo libro Break Through è stato annunciato da WIRED come potenzialmente “la cosa migliore che sia accaduta all’ambientalismo dalla Silent Spring di Rachel Carson”.

Il suo libro Apocalypse Never è stato ampiamente elogiato come un “approccio aperto basato sui fatti” alla scienza del clima e “coinvolgente e ben studiato”.

Ora che si è scusato per tre decenni di allarmismo climatico, Forbes ha bloccato l’articolo di Shellenberger senza spiegazioni.

Quindi….eccolo qui:

Per conto degli ambientalisti, mi scuso per il terrorismo climatico

A nome degli ambientalisti di tutto il mondo, vorrei scusarmi formalmente per il terrorismo climatico che abbiamo creato negli ultimi 30 anni. I cambiamenti climatici esistono. Semplicemente non e` fine del mondo. Non è nemmeno il nostro problema ambientale più grave.

Potrei sembrare una persona strana a dire tutto questo. Sono stato un attivista del clima per 20 anni e un ambientalista per 30.

Ma come esperto di energia mi e` stato richiesto dal Congresso di fornire una testimonianza obiettiva da esperto e sono stato invitato dall’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) a servire come revisore esperto del suo prossimo rapporto di valutazione, mi sento in obbligo di scusarmi per quanto noi ecologisti abbiamo confuso il pubblico.

Ecco alcuni fatti che pochi conoscono:

Gli umani non stanno causando una “sesta estinzione di massa”

L’Amazzonia non è “il polmone del mondo”

Il cambiamento climatico non sta peggiorando le catastrofi naturali

Gli incendi sono diminuiti del 25% in tutto il mondo dal 2003

La quantità di terra che utilizziamo per la carne – è diminuita di un’area grande quasi quanto l’Alaska

L’accumulo di legna da ardere e delle case vicino alle foreste, non i cambiamenti climatici, spiegano perché ci sono molti piu` incendi in Australia e California

Le emissioni di carbonio sono in calo nella maggior parte delle nazioni ricche e sono diminuite in Gran Bretagna, Germania e Francia dalla metà degli anni ’70

Adattarsi alla vita sotto il livello del mare ha reso i Paesi Bassi ricchi non poveri

Produciamo il 25% in più del cibo di cui abbiamo bisogno e le eccedenze alimentari continueranno ad aumentare man mano che il mondo diventa più caldo

La perdita di habitat e l’uccisione diretta di animali selvatici rappresentano una minaccia maggiore per le specie rispetto ai cambiamenti climatici

Utilizzare il legno come combustibile è molto peggio per le persone e la fauna selvatica rispetto ai combustibili fossili

Prevenire le pandemie future richiede piu` “agricoltura industriale” non meno.

So che i fatti di cui sopra suoneranno come “negazionismo climatico” per molte persone. Ma questo dimostra solo il potere dell’allarmismo climatico.

In realtà, i fatti descritti sopra provengono dai migliori studi scientifici disponibili, compresi quelli condotti o accettati dall’IPCC, dall’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO), dall’Unione internazionale per la conservazione della natura (IUCN) e altri importanti organismi scientifici.

Alcune persone, leggendo questo, immaginano che io sia un anti-ambientalista di destra. Non lo sono. A 17 anni, ho vissuto in Nicaragua per mostrare solidarietà alla rivoluzione socialista sandinista. A 23 anni ho raccolto fondi per le cooperative di donne guatemalteche. All’inizio dei 20 anni vivevo nella semi-amazzonia facendo ricerche con piccoli agricoltori. A 26 anni ho aiutato a esporre le cattive condizioni nelle fabbriche Nike in Asia.

Sono diventato ambientalista a 16 anni quando ho lanciato una raccolta fondi per Rainforest Action Network. A 27 anni ho aiutato a salvare le ultime sequoie antiche non protette in California. A trent’anni ho sostenuto le energie rinnovabili e aiutato con successo a convincere l’amministrazione Obama a investire 90 miliardi di dollari in esse. Negli ultimi anni ho contribuito a salvare un gran numero di centrali nucleari dall’essere sostituite dai combustibili fossili per evitare un forte aumento delle emissioni

Tuttavia fino allo scorso anno, ho evitato di parlare del terrorismo climatico. In parte è perché ero imbarazzato. Dopo tutto, sono colpevole di allarmismo come qualsiasi altro ambientalista. Per anni ho definito i cambiamenti climatici una minaccia “esistenziale” per la civiltà umana e l’ho definita una “crisi”.

Ma soprattutto avevo paura. Rimasi in silenzio sulla campagna di disinformazione climatica perché avevo paura di perdere amici e finanziamenti. Le poche volte in cui ho evocato il coraggio di difendere la scienza del clima da coloro che l’hanno travisata ho sofferto gravi conseguenze. E così per lo più sono rimasto zitto e non ho fatto quasi nulla mentre i miei colleghi ambientalisti terrorizzavano il pubblico.

Sono stato anche al fianco della gente alla Casa Bianca e molti nei media hanno cercato di distruggere la reputazione e la carriera di uno scienziato eccezionale, un brav’uomo e un mio amico, Roger Pielke, Jr., un democratico progressista e ambientalista che ha testimoniato a favore delle normative sul carbonio. Perché l’hanno fatto? Perché la sua ricerca dimostra che i disastri naturali non stanno peggiorando.

Ma poi, l’anno scorso, le cose sono andate fuori controllo.

Alexandria Ocasio-Cortez ha dichiarato: “Il mondo finirà tra dodici anni se non affrontiamo i cambiamenti climatici”. Il gruppo ambientalista di più alto profilo della Gran Bretagna ha affermato “Il cambiamento climatico uccide i bambini”.

Il giornalista verde più influente del mondo, Bill McKibben, ha definito il cambiamento climatico la “più grande sfida che gli umani abbiano mai affrontato” e ha affermato che “spazzerebbe via le civiltà”.

I giornalisti mainstream hanno riferito, ripetutamente, che l’Amazzonia era “il polmoni del mondo” e che la deforestazione era come una bomba nucleare pronta ad esplode.

Come risultato, la metà delle persone intervistate in tutto il mondo l’anno scorso ha dichiarato di ritenere che il cambiamento climatico avrebbe estinto l’umanità. E a gennaio, uno su cinque bambini britannici ha dichiarato ai sondaggisti di avere incubi sul cambiamento climatico.

Che tu abbia o meno figli, devi vedere quanto sia sbagliato. Ho una figlia adolescente e questo mi ha fatto riflettere. Dopo che abbiamo parlato della scienza, si e` sentita rassicurata. Ma le sue amiche sono profondamente disinformate e quindi, comprensibilmente, spaventate.

Così ho deciso che dovevo parlare. Sapevo che scrivere alcuni articoli non sarebbe bastato. Avevo bisogno di un libro per disporre correttamente tutte le prove.

E così le mie scuse formali per la paura che ci circonda arrivano nella forma del mio nuovo libro, Apocalypse Never: Why Environmental Alarmism Hurts Us All. .

Si basa su due decenni di ricerca e tre decenni di attivismo ambientale. In 400 pagine, con 100 note, Apocalypse Never copre i cambiamenti climatici, la deforestazione, i rifiuti di plastica, l’estinzione delle specie, l’industrializzazione, la carne, l’energia nucleare e le energie rinnovabili.

Alcuni punti salienti del libro:

Le fabbriche e l’agricoltura moderna sono le chiavi della liberazione umana e del progresso ambientale

La cosa più importante per salvare l’ambiente è produrre più cibo, in particolare carne, su meno terra

La cosa più importante per ridurre l’inquinamento atmosferico e le emissioni di carbonio è passare dal legno al carbone, dal petrolio al gas naturale, all’uranio

Utilizzare il 100% di energie rinnovabili richiederebbe un aumento della terra utilizzata per produrre energia che passerebbe dall’odierno 0,5% al ​​50%

Dovremmo desiderare che città, fattorie e centrali elettriche abbiano densità di potenza più elevate, non inferiori

Il vegetarianesimo riduce le emissioni di meno del 4%

Greenpeace non ha salvato le balene, lo ha fatto invece passare dall’olio di balena al petrolio e all’olio di palma

La carne bovina “ruspante” richiederebbe 20 volte più terra e produrrebbe il 300% in più di emissioni

Il dogmatismo di Greenpeace ha peggiorato la frammentazione delle foreste dell’Amazzonia

L’approccio colonialista alla conservazione dei gorilla in Congo ha prodotto un contraccolpo che potrebbe aver provocato l’uccisione di 250 elefanti

Perché eravamo vittime di questo inganno?

Negli ultimi tre capitoli di Apocalypse Never espongo le motivazioni finanziarie, politiche e ideologiche. I gruppi ambientalisti hanno accettato centinaia di milioni di dollari da interessi sui combustibili fossili. Gruppi motivati ​​da credenze anti-umaniste hanno costretto la Banca Mondiale a smettere di cercare di porre fine alla povertà e rendere la povertà “sostenibile”. E lo stato di ansia, depressione e ostilità nei confronti della civiltà moderna sono alla base di gran parte dell’allarmismo

Una volta che ti rendi conto di quanto siamo stati male informati, spesso da persone con motivazioni palesemente sgradevoli o malsane, è difficile non sentirsi ingannati.

Apocalypse Never avra` successo nel fare la differenza? Vi sono certamente ragioni per dubitarne.

I media hanno pronunciato dichiarazioni apocalittiche sui cambiamenti climatici dalla fine degli anni ’80 e non sembrano disposti a smettere.

L’ideologia alla base degli allarmi ambientali – il malthusianismo – è stata ripetutamente sfatata per 200 anni e tuttavia è più potente che mai.

Ma ci sono anche ragioni per ritenere che l’allarmismo ambientale, se non avrà fine, avrà un potere culturale inferiore.

La pandemia di coronavirus è una vera crisi che mette in prospettiva la “crisi” climatica. Anche se pensi che abbiamo reagito in modo esagerato, Covid-19 ha ucciso quasi 500.000 persone e distrutto economie in tutto il mondo.

Le istituzioni scientifiche tra cui l’OMS e l’IPCC hanno minato la loro credibilità attraverso la ripetuta politicizzazione della scienza. La loro esistenza e rilevanza future dipende da una nuova leadership e da una seria riforma.

I fatti contano ancora, e i social media stanno consentendo una più ampia gamma di voci nuove e indipendenti che mettono in dubbio i giornalisti ambientalisti allarmisti.

Le nazioni stanno tornando apertamente all’interesse personale e lontano dal malthusianismo e dal neoliberismo, che è positivo per il nucleare e cattivo per le energie rinnovabili.

Ci sono prove schiaccianti che la nostra civiltà ad alta energia sia migliore per le persone e la natura rispetto alla civiltà a bassa energia in cui gli allarmisti climatici ci riporterebbero.

Gli inviti dell’IPCC e del Congresso sono segni di una crescente apertura a nuove idee sul cambiamento climatico e sull’ambiente. Un altro è stato la risposta al mio libro da scienziati del clima, ambientalisti e studiosi ambientali. “Apocalypse Never è un libro estremamente importante”, scrive Richard Rhodes, l’autore vincitore del Pulitzer di The Making of the Atomic Bomb. “Questo potrebbe essere il libro più importante sull’ambiente mai scritto”, afferma uno dei padri della scienza climatica moderna Tom Wigley.

“Noi ambientalisti condanniamo coloro che hanno idee antitetiche e che ignorano la scienza”, ha scritto l’ex capo di The Nature Conservancy, Steve McCormick. “ Ma troppo spesso siamo colpevoli della stessa cosa. ”

Se sei arrivato a questo punto, spero che sarai d’accordo sul fatto che forse non è così strano come sembra che un ambientalista, progressista e attivista del clima per tutta la vita abbia sentito il bisogno di parlare contro l’allarmismo.

Spero inoltre che accetti le mie scuse.

Fonte

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

€2,00

2022: Un passaporto vaccinale. L’unione europea mantiene il silenzio su dei documenti sospetti

Sorpresa, sorpresa, la Commissione europea (CE) aveva una “tabella di marcia sulla vaccinazione” pronta mesi prima che scoppiasse la pandemia di COVID-19.

La tabella di marcia dovrebbe portare a una “proposta della Commissione relativa a una carta / passaporto vaccinale comune per i cittadini dell’UE entro il 2022”.

L’ultimo aggiornamento risale al terzo trimestre del 2019, il documento di 10 pagine è stato seguito, il 12 settembre, da un “vertice globale sulla vaccinazione” ospitato congiuntamente dalla CE e dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

Sotto l’intestazione “Dieci azioni verso la vaccinazione per tutti – tutti dovrebbero poter beneficiare del potere della vaccinazione”, il manifesto del vertice recita:

“Nonostante la disponibilità di vaccini sicuri ed efficaci, la mancanza di accesso, la carenza di vaccini, la disinformazione, la compiacenza nei confronti dei rischi della malattia, la diminuzione della fiducia del pubblico nel valore dei vaccini e i disinvestimenti stanno danneggiando i tassi di vaccinazione in tutto il mondo.”

E con loro, probabilmente, i profitti delle compagnie farmaceutiche.

Nel luglio 2017, ad esempio, l’Italia ha reso obbligatorie 12 vaccinazioni per i bambini. In seguito, i prezzi di questi stessi vaccini sono aumentati del 62%: da un prezzo medio per dose di € 14,02 fino a € 22,74.

Il mercato globale delle vaccinazioni vale attualmente 27 miliardi di dollari all’anno. Secondo le stime dell’OMS, raggiungerà i 100 miliardi di dollari entro il 2025.

Poiché il vertice globale sulle vaccinazioni CE-OMS ha anche discusso di un nuovo programma di immunizzazione per il 2030, gli azionisti delle grandi industrie farmaceutiche non devono preoccuparsi dell’andamento a lungo termine delle loro azioni.

Il manifesto del vertice globale sulla vaccinazione continua elencando 10 “lezioni (…) e azioni necessarie verso la vaccinazione di ogni persona”.

Ogni “lezione” è una gemma di ciò che il filosofo neo-marxista italiano Diego Fusaro chiama “il capitalismo terapeutico”.

La formulazione è perentoria e non lascia spazio a sfumature e dibattiti. Aggettivi come “tutti” “ognuno” “indiscutibilmente” abbondano. Le asserzioni al condizionale sono assenti.

Più che un piano d’azione cauto, scientificamente ispirato e senza lacune, frasi come – “proteggere tutti dappertutto”, “non lasciare nessuno indietro” – ha un sapore “messianico”.

Che dire di quelli che non vogliono essere “protetti”? Nella sola Germania, circa il 10% dell’intera popolazione, o 8 milioni di persone, sono fortemente contrari alla vaccinazione contro il Coronavirus.

Ma vediamo cosa possiamo imparare, per così dire, da queste “lezioni”.

La lezione 1 inizia con: “Promuovere la leadership politica globale e l’impegno per la vaccinazione” – questo sembra ciò a cui stiamo assistendo ora, con i governi di tutto il mondo che suggeriscono che le maschere e le distanze sociali rimarranno in vigore fino a quando non verrà trovato un vaccino per Corona-Sars2.

E che dire di quei politici che sono contro le vaccinazioni?

Verra` detto ai loro elettori, la stessa cosa che il famoso commissario europeo per il bilancio Gunther Oettinger disse ai sostenitori della Lega italiana nel 2018, ovvero che “i mercati insegneranno loro a votare la cosa giusta?”.

Si scatenerà una nuova pandemia per insegnare alle persone a votare per il partito politico “giusto”?

La lezione 4, “Affrontare le cause alla radice dei dubbi sulla vaccinazione, aumentando la fiducia del pubblico”, sembra il modello di una grande campagna di propaganda, quella che prevede – leggiamo nella tabella di marcia dell’UE sulle vaccinazioni – lo “sviluppo della formazione attraverso l’e-learning rivolto ai medici di base e ai principali operatori sanitari che si concentra sul miglioramento delle loro competenze per affrontare quella parte di popolazione titubante e promuovere il cambiamento comportamentale ”.

Lezione 5, “Sfruttare il potere delle tecnologie digitali, in modo da rafforzare il monitoraggio delle prestazioni dei programmi di vaccinazione”, cosa che solleva, in questo periodo in cui sono in voga le app di tracciamento e i braccialetti elettronici, legittime preoccupazioni per quanto riguarda una ancor maggiore invasione “tecnologica” nella nostra vita – e nei nostri corpi .

Di quali tecnologie digitali stiamo parlando? Forse un chip sottocutaneo, come quello recentemente brevettato con il numero satanico 060606 dalla Fondazione Bill e Melinda Gates?

La lezione 9 è, per il giornalista non mainstream, e per la libertà di parola in generale, la piu` minacciosa:

“Consentire agli operatori sanitari a tutti i livelli e ai media di fornire informazioni efficaci, trasparenti e obiettive al pubblico e combattere informazioni false e fuorvianti, impegnandosi anche attraverso piattaforme di social media e aziende tecnologiche.”

Eccoci: la lotta contro le cosiddette Fake News è tornata. Più lavoro per gli auto proclamati “fact checker” di Facebook.

Fake News è ovviamente il Nuovo Parlare Orwelliano riguardo qualsiasi informazione non allineata, indipendentemente dal contenuto, dalle origini e dalla verificabilità.

In effetti, il manifesto globale sulla vaccinazione non fornisce alcuna definizione di “informazione obiettiva” o di “informazione falsa e fuorviante”.

Se i vaccini sono sicuri come sostengono l’UE e l’OMS senza offrire alcuna prova, perché allora il governo degli Stati Uniti ha creato, già negli anni ’80, un organismo chiamato National Vaccine Injury Compensation Program (VICP)?

Per fornire, leggiamo nel sito web ufficiale del VICP, “un’alternativa al sistema legale tradizionale per la risoluzione delle petizioni relative alle lesioni da vaccino”.

Con discreto successo, sembrerebbe.

Nel periodo tra il 10/01/1988 (quando il VICP ha iniziato a concedere risarcimenti per i danni) e il 06/01/2020 (ultimi dati disponibili), il VICP ha assegnato un risarcimento di 4.385.672.580,43 USD.

Questa cifra esclude il risarcimento derivante da azioni legali effettive, in particolare azioni di classe, contro Big Pharma.

Ma, come spiega il documentarista italiano Massimo Mazzucco, le autorità statunitensi non si sono fermate lì per proteggere Big Pharma da azioni legali.

Nel 2010, una sentenza di riferimento della Corte Suprema degli Stati Uniti ha citato il titolo 42 del codice degli Stati Uniti così:

“La legge elimina la responsabilità del produttore per gli inevitabili effetti collaterali di un vaccino.”

La stessa sentenza elabora ulteriormente:

“Nessun produttore di vaccini sarà ritenuto responsabile in un’azione civile per danni derivanti da lesioni o decessi correlati al vaccino associati alla somministrazione di un vaccino dopo il 1 ottobre 1988 …

… se la lesione o la morte derivano da effetti collaterali che erano inevitabili anche se il vaccino era adeguatamente preparato ed era accompagnato da istruzioni e avvertenze adeguate “

Il 1988 fu ovviamente l’anno in cui il Programma nazionale di compensazione degli infortuni da vaccini iniziò a concedere compensi alle vittime di lesioni da vaccino, risparmiando mal di testa legali a Big Pharma nel processo.

Come sottolinea il biologo Dr. Shiva Ayyadurai, l’impossibilità di citare in giudizio le compagnie farmaceutiche per i vaccini, unita alla caduta dei profitti delle vendite di farmaci, ha trasformato i vaccini nel nuovo modello di business di Big Pharma.

E ora l’UE e l’OMS finanziato da Bill Gates, vanno a braccetto.

“Il governo dello stato moderno”, scriveva Karl Marx nel suo manifesto comunista, “non è che un comitato per la gestione degli affari comuni dell’intera borghesia”.

Se Marx fosse vivo oggi, avrebbe potuto concludere che la governance dell’organizzazione internazionale non è che un comitato per la gestione degli affari comuni delle élite globali.

Fonte


 

Neovitruvian

La censura dei media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

€2,00

Reddit permette il “discorso d’odio” contro i gruppi che rappresentano la “maggioranza”

Dopo che la subeddit “The Donald” è stata censurata da Reddit, gli utenti si sono focalizzati sulle politiche del sito in materia di incitamento all’odio, che esplicitamente non protegge “le persone che sono nella maggioranza”.

Sebbene fosse stato in gran parte inattivo per mesi dopo che i proprietari avevano creato TheDonald.win, Reddit ha vietato il forum che ospitava oltre 800.000 sostenitori di Trump.

Ciò è accaduto lo stesso giorno in cui il sito di streaming Twitch ha temporaneamente sospeso il canale del presidente Trump per “discorsi di odio”.

Un interessante particolare che emerge dalla censura di Reddit è che la sezione del sito sulla promozione dell’odio basato sull’identità o sulla vulnerabilità afferma esplicitamente che è ancora consentito parlare di odio verso “le persone che sono nella maggioranza”.

Questo è presumibilmente un riferimento ai bianchi, che sono ancora la maggioranza in America ma rappresentano solo il 10-12% della popolazione mondiale.

“I gruppi marginali o vulnerabili includono, a titolo esemplificativo, gruppi basati sulla loro razza, colore, religione, origine nazionale, etnia, stato di immigrazione, genere, identità di genere, orientamento sessuale, gravidanza o disabilità reali e percepite. Questi includono le vittime di un grande evento violento e le loro famiglie “, afferma la politica di Reddit.

“Mentre la regola dell’odio protegge tali gruppi, non protegge tutti i gruppi o tutte le forme di identità. Ad esempio, la regola non protegge i gruppi di persone che sono nella maggioranza o che promuovono tali attacchi di odio “.

In altre parole, Reddit permette ai suoi utenti di applicarsi in comportamenti tra cui “molestie, bullismo e minacce di violenza”, purché l’obiettivo siano “le persone che sono nella maggioranza”.

Fonte