Archivi categoria: Programmazione Beta

Megan Fox cancella il tatuaggio di Marilyn Monroe

Una delle molte foto di Megan Fox riferite al controllo mentale

Se si guardano le foto postate la settimana scorsa nella sezione “subliminal verses” su facebook, si può notare una foto di Megan Fox con il suo tatuaggio di Marilyn Monroe. In questo sito si afferma più volte che Marilyn Monroe è l’originale “Sex Kitten” prodotta dalla programmazione MK-Ultra. La Monroe divenne una sorta di “ragazza immagine” per coloro che propagandano il controllo mentale basato sul trauma. Rappresenta quasi un “requisito” per le star che fanno “parte del’agenda” alludere alla bionda icona, in un modo o nell’altro, nei servizi fotografici o nei video.

Megan Fox ha recentemente deciso di rimuovere il suo tatuaggio di Marilyn Monroe. Le ragioni per cui lo ha fatto sono piuttosto interessanti: Senza mai citare direttamente il “controllo mentale”, allude però a tutti i sintomi della programmazione Monarch accusati dalla Monroe, affermando che: “È un personaggio negativo, in quanto soffriva di disturbi della personalità ed aveva una personalità bipolare . Non voglio attirare questo tipo di energia negativa nella mia vita. ”

Ecco un articolo dove parla di questa sua decisione:

Megan Fox spiega la scelta di cancellare il suo tatuaggio di Marilyn

Megan Fox, 24 anni, è uscita allo scoperto riguardo la rimozione del suo tatuaggio permanente del ritratto di Marilyn Monroe sull’avambraccio destro.

“La sto eliminando,” dice la Fox al giornale italiano Amica.È un personaggio negativo, soffriva di disturbi della personalità, era bipolare. Non voglio attrarre questo tipo di energie negative nella mia vita.

In passato, la Fox sottolineò la sua somiglianza alla sex symbol del passato, arrivando a dire una volta, di aver paura di morire giovane come successe alla leggenda dello schermo.

“Ho praticamente letto ogni libro mai scritto su Marilyn Monroe,”  disse la Fox a Wonderland Magazine nel 2009. “Potrei finire così perché ho sempre in testa l’idea di essere una personalità borderline. A volte mi capitano alcuni lievi attacchi di schizofrenia. Credo sicuramente di avere qualche disturbo della personalità ma non ho ancora capito di cosa si tratti. ”

Nel mese di aprile, OnTheRedCarpet.com  riferì che l’inchiostro del tatuaggio dell’attrice cominciava a mostrare segni di sbiadimento al Golden Globe Awards e che è sempre più tenue nelle recenti apparizioni. La foto sopra mostra il tatuaggio della Fox al Golden Globe di gennaio e prima del trattamento, nel 2009 presso il Teen Choice Awards.

La Fox possiede ancora diversi tatuaggi su cui non è intervenuta, tra cui “We will all laugh at gilded butterflies” sulla spalla destra, che è una citazione dall’opera di Shakespeare, “King Lear”, e “C’era una volta una bambina che non aveva mai conosciuto l’amore.. fino a quando un ragazzo non le spezzò il cuore ” sul costato.

– Fonte

CANCELLARE TATUAGGI:
cancellare tatuaggi

ELIMINARE TATUAGGI:
eliminare tatuaggi

 

Illuminati: Dr Who

Sopra, il Dr. Who con uno dei suoi robot “ebraici”, chiamati “Daleks”

Gli Illuminati discendono dal culto frankista sabbatiano che ha da sempre cospirato per distruggere gli ebrei, una volta adempiuto il loro compito.

Quasi ogni “marchio” degli Illuminati è presente nella serie fantascientifica, “Dr. Who” in onda sulla BBC: le più evidenti impronte della elite sono la multi-sessualità; l’anti-religione e il simbolismo occulto di ogni genere.

CIò che però denota senza alcuna ombra di dubbio che il Dr. Who è un progetto gestito dagli Illuminati si può osservare in 2 aspetti diversi:

1) Lo show televisivo presenta analogie con la razza ebraica mostrando di riflesso come gli ebrei sono stati usati, manipolati e condannati a morte.

2) I nuovi episodi fanno da specchio ad eventi reali che stanno avvenendo in questo momento. Quando si tiene presente che questi episodi sono stati progettati e creati con più di un anno di anticipo, cominciamo a vedere un modello: gli Illuminati hanno un piano preciso e vogliono mostrare il loro coinvolgimento negli eventi (in maniera spesso sottile e poco percettibile da occhi poco esperti).

L’analogia con la razza ebraica viene presentata sotto forma di una razza di nome Daleks. Il nome “Dalek” è tratto dalla parola norvegese che sta a significare “lupo”. Come gli studenti dei Protocolli di Sion sanno, gli Illuminati si credono i lupi che predano tra le pecore umane.

Il “Dottore” è il nemico finale del Daleks. Di volta in volta, li ha spazzati via con un sol colpo – inevitabilmente però riemergono ancora una volta, in una forma o nell’altra. Il Dalek ha una paura terribile del “Dottore”. I daleks lo hanno soprannominato “la tempesta in arrivo” e “il Distruttore di Mondi”.

Perché gli Illuminati dovrebbero chiamarsi lupi, per poi creare una razza immaginaria di lupi, mettendola poi in mezzo ad una faida di sangue dove probabilmente avrebbero avuto la peggio?

No, non è così che funziona, in realtà. Gli ebrei sono stati utilizzati,  come lo siamo tutti.

Gli Illuminati reputano allo stesso livello nostro gli ebrei e la loro intenzione di distruggere Israele si è fatta completamente chiara.

In un episodio, uno dei più recenti, infatti, una donna di nome Jennifer Lucas (“Lucas” significa anche “lupo”), formula un piano per distruggere tutte le persone che non sono come lei. Un personaggio le dice: “Eri una ragazza dolce, Jennifer, ma sei diventata un mostro.”

Alla fine, si trasforma in una bestia e viene distrutta da un uomo che sembra e si comporta come il Dottore, ma che in realtà non lo è. La distruzione di Lucas segna la distruzione di Israele. La distruzione del falso dottore fa da eco all’intenzione degli Illuminati di distruggere coloro che operano come “maschera” degli Illuminati (per questo, rimando al film V per Vendetta).

In un altro episodio, il creatore stesso dei Dalek è viene distrutto, insieme con la tutta la sua progenie. Viene tradito dal Dalek supremo, un essere di nome Dalek Khan (“Lord of the Daleks”). Poco prima che si verifichi l’olocausto, Dalek Khan spiega la sua decisione di annientare il suo popolo, “Ho visto ciò che siamo diventati, e ho deciso di finirla.”

L’AUTOCOMPIACIMENTO NELLE LORO IMPRONTE

Le firme di “autocompiacimento” degli illuminati vengono poste su eventi pianificati molto tempo fa e che poi si sono avverati. Gli esempi abbondano

Gli eventi si verificano, i simboli e i contesti in Dr. Who gli rispecchiano. I più liquiderebbero queste somiglianze come coincidenze, magari per le più profonde verrebbero tirati in ballo i teorici del complotto, classificate comunque alla stregua di fesserie, ma chi ha lavorato nelle produzioni televisive e nei film sa che per ogni dettaglio c’è il suo perchè.

Mi impegno a fornire un esempio. All’inizio di quest’anno, sono scoppiati i disordini in Nord Africa, poco dopo, è iniziata la sesta stagione del Dr. Who. In questa serie – in realtà, cominciata dalla fine della 5a stagione – il Dottore è improvvisamente ossessionato dall’indossare un fez. Il fez è un cappello che viene indossato esclusivamente nel Nord Africa.

“Indosso un fez” dice il medico, in diverse occasioni, anche durante una intrusione nello Studio Ovale degli Stati Uniti, dove, per inciso, si comporta come un rappresentante di Scotland Yard (uno dei continui riferimenti al Rito Scozzese della Massoneria).

All’inizio del primo episodio della sesta stagione, i protagonisti umani visualizzano un video del Dr. Who, con indosso un fez, menstre sta ballando in Marocco con Abbott e Costello in mezzo alla legione straniera francese.

Chiunque sia stato attento ai fatti avvenuti in Africa sa del ruolo degli inglesi e dei francesi nei tumulti in atto in Nord Africa. Potrebbe creare stupore, vedere il dottore in modalità “Scotland Yard” entrare nello studio ovale dicendo: “Portami un fez. Voglio un fez. Indosso un fez adesso”.

Questo è un esempio dell’autocompiacimento degli Illuminati dato dal fatto di aver realizzato ciò che avevano programmato.

ALTRE IMPRONTE DEGLI ILLUMINATI

I dettagli della produzione del dottor who sono stracolmi di tracce “illuminate”.

Uno dei personaggi principali della serie è Jack Harkness, un vorace bi-sessuale che viene chiamato “l’uomo del futuro”. Si trasformò in un essere immortale, che nel corso di miliardi di anni, si sarebbe trasformato in una gigantesca testa demoniaca. Questo essere assume il nome “the Face of Beau” (“il volto della bellezza”) diventando il protettore della razza umana.

Un altro personaggio è Rory il Romano. Ha iniziato come un normale cittadino britannico, finendo per diventare un centurione romano, a guardia del sonno della sua sposa celtica scozzese, Amelia Pond.

Venne uccisa dai nemici del Dottore, ma il Dottore la mise dentro il vaso di Pandora dove dopo 2000 sarebbe rivissuta. All’emergere dal vaso, l’universo conosciuto è stato distrutto e ricostruito poi in base ai suoi ricordi.

Rory il romano è un’analogia per il rapporto tra il Rito Scozzese e il Vaticano. Si potrebbe anche notare che, poco dopo l’apparizione di Rory il Romano sulla BBC, non uno ma ben due film sono stati distribuiti da Hollywood, riguardanti il ​​destino della nona legione in Scozia. Uno si intitola “The Centurion”, e l’altro, “The Eagle”. Entrambe le produzioni sono sponsorizzate dagli Illuminati.

Gli effetti speciali sui dispositivi energetici/laser in Dr. Who sono costituiti dai seduttivi semplici colori che hanno fatto grande Star Wars premiandone la potenza visiva.

Rosso, blu, giallo, bianco e verde hanno ciascuno una specifica importanza simbolica nella serie. I riferimenti a guerre stellari sono troppo numerosi da menzionare qui ed ora. Dato il fatto che Star Wars fu una produzione illuminata, ciò non dovrebbe stupire molto. Potrei aggiungere, anche, che il creatore stesso dei Daleks era il modello fisico utilizzato per progettare l’aspetto dell'”l’imperatore” della serie Star Wars, persino la sua voce.

La frase, “Tutti devono morire prima o poi. Chi decide quando?”, Si ripete per tutta la serie. Le carte ormai sono in tavola…

Ogni nome della serie è stato scelto per un motivo.

OCCULTO E MASSONERIA

Le simbologie occulte, massoniche e addirittura sataniche sono presenti in maniera estesa in Dr Who.

I Serpenti, le croci sataniche, la croce dei Cavalieri Templari … anche la forma del veicolo del dottore, il Tardis, è sormontato da una piramide com montata sopra una luce brillante.

Vi è inoltre una serie di episodi che ha a che fare con una specie chiamata “The Weeping Angels”, che sono “la specie più mortale mai evoluta”. I weeping angels sono entità orrendamente violente che prendono la forma di statue cattoliche cristiane. In definitiva, il Dottore gli annienta e cancella loro dalle menti degli umani.

Questi simboli, e una grande quantità di storie sottolineano che “la vera umanità” è stata tenuta prigioniera dall’inizio della fede cristiana.

Vi sono molte tematiche simili al telefilm “il prigioniero”

Questo è ciò che intendono gli Illuminati. E’ cio in cui credono, ciò per cui hanno lavorato per tutto questo tempo: distruggere la religione, per distruggere i “fallimenti” del passato, per far rivivere “la vera umanità” liberando “il prigioniero”, e creando “l’uomo del futuro”.

Il gruppo che noi chiamiamo gli Illuminati sono reali. Non hanno esitato nel rivelare le loro motivazioni e i piani per una popolazione generale noiosa e non riflessa.

Sanno che passerà per lo più inosservato. Questo non li disturba. A loro avviso, rafforza solo la sensazione che non vi sarà gente da piangere, una volta che avranno finito.

Fonte

Amy Winehouse e il club dei 27

La prematura morte di Amy Winehouse è stata un triste evento che ha fatto provare a molti una sensazione di déjà-vu. E’ infatti una dei numerosi artisti morti all’età di 27 anni e una delle molte celebrità che hanno perso la vita in circostanze strane.

Famosa per la sua caratteristica voce e stile soul, famigerata per le sue polemiche di abuso di sostanze, Amy Winehouse incarna la dicotomia classica di una rock star: genialità artistica accoppiata ad una tendenza per l’auto-distruzione. La sua morte precoce, all’età di 27 anni, è stato l’ultimo ingrediente necessario per diventare una rockstar memorabile: l’eterna giovinezza. Andando oltre la sua musica, la Winehouse verrà ora ricordata tra il gruppo di coloro che “vissero intensamente e morirono giovani” e per sempre sarà avvolta da questa aurea magica/mistica che attornia le star che muoiono appena sbocciate. Non potremo mai vedere Amy Winehouse invecchiare e perdere il suo talento. Non sarà costretta ad apparire sulle pubblicità di serie C per pagare le bollette. Morendo all’età di 27 anni, Amy Winehouse sarà ricordata per sempre come fiera diva che ha ispirato, scioccato, attratto e respinto moltissime persone. Di grande importanza un altro fatto, morendo all’età di 27 anni, Amy Winehouse è diventata il membro più giovane del Club 27.

IL CLUB 27

I membri del club 27

IL CLUB 27 (o FOREVER 27) è il nome dato al gruppo di stelle dello spettacolo che è morto alla giovane età di 27 anni. Anche se ci sono decine di artisti nel Club 27, i più notevoli sono Jimi Hendrix, Janis Joplin, Jim Morrison e Kurt Cobain. La maggior parte dei membri di questo club conducevano una vita piuttosto travagliata e le cause dei loro decessi sono sempre circondate da un alone di mistero. Infatti, indagando sulle circostanze della morte di Jim Morrison, Jimi Hendrix e Kurt Cobain si viene condotti rapidamente verso domande senza risposta e a varie altre “anomalie”. Nessuna autopsia, nessuna causa del decesso oggettiva e rapporti di polizia vaghi sembrano essere la norma in questi casi ad alto profilo. In breve, possiamo trovare tutto il necessario, in questi morti premature, per generare “teorie alternative” per spiegare l’omicidio.

Amy Winehouse sembra essere una aggiunta perfetta per il club. Anche se si potrebbe sostenere che non fosse una artista ironica e rivoluzionaria come Hendrix e molti altri, si possono notare molte somiglianze con loro: Uno stile unico, un grande seguito, l’uso di droghe pesanti e alcool, una tendenza per la depressione e per altri problemi mentali, rapporti amorosi traviati e, infine (soprattutto), un mucchio di domande senza risposta che circondano la sua morte.

MEGA RITUALI

Il fenomeno delle stelle che muoiono in giovane età, in circostanze strane, va oltre il tanto pubblicizzato club 27. Mentre questo Club è “riservato” ai cantanti morti all’esatta età di 27 anni, molti altri tipi di artisti sono morti in circostanze misteriose attorno all’età di 30 anni. Di recente, la morte di Heath Ledger (vedi l’articolo su di lui intitolato “Illuminati: Parnassus l’uomo che voleva ingannare il diavolo”) e quella di Brittany Murphy hanno seguito lo schema delle morti sopra descritte. Stranamente, sembra esserci un accumulo mediatico attorno a queste figure prima della loro morte, che documenta i loro strani comportamenti o i loro problemi personali. Queste morti sono state premeditate e fanno parte di un rito malato organizzato dalle menti occulte delle elite al vertice del settore dell’intrattenimento? L’elite fa salire alla ribalta queste carismatiche stae per poi sacrificarle, in modo da creare un mega-rituale “globale”? Che l’ondata emotiva che circonda questi eventi venga imbrigliata in qualche modo dalle alte forze occulte? Questi concetti potrebbero sembrare del tutto ridicoli alla persona media, ma, per gli iniziati all’occultismo, la potenza magica di un sacrificio umano viene chiaramente riconosciuta ed è inoltre documentata dai rituali di molte antiche civiltà. Nel libro Secret Societies and Psychological Warfare, l’autore Michael A. Hoffman II scrive:

“Il problema del controllo dell’umanità attraverso parole e simboli esoterici codificati all’interno di un opera, in uno spettacolo mediatico o in un rituale è uno dei più difficili che le persone possano comprendere. Questo è il motivo per cui molte persone vengono additate con disprezzo come “profani”, “gentili” o “goyim” da parte degli iniziati alle società segrete “

Per quanto riguarda i mega-rituali Hoffman scrive:

   “[Alcuni omicidi] sono da considerarsi rituali, coinvolgendo un culto protetto dal governo americano dai media corporativi e dalla polizia.

    Tali omicidi sono in realtà intricate coreografie cerimoniali; condotti la prima volta su scala molto intima e segreta, tra gli stessi iniziati in modo da programmarli, poi su larga scala, amplificandoli incalcolabilmente grazie ai media.

    Il risultato finale è un rituale altamente simbolico osservato da milioni di persone, è una inversione satanica, una messa nera, in cui i “banchi” vengono riempiti da spettatori di tutte le nazioni e attraverso il quale l’umanità viene svilita e brutalizzata, la fase ‘Nigredo’ del processo alchemico.

    – Michael A. Hoffman II, società segrete e guerra psicologica

Nel 1940, il poeta francese e regista teatrale Antonin Artaud predisse l’avvento dei mega rituali occulti nei media. Artaud era un adepto di diverse scuole di occultismo ed era ben consapevole del potere trasmutativo dei rituali teatrali: creò il famigerato “Teatro della Crudeltà”, che aveva l’intenzione di modificare profondamente il pubblico. Per quanto riguarda il trattamento della Mente di Gruppo, Artaud scrisse:

 “A parte l’insignificante stregoneria degli stregoni del paese, ci sono alcuni rituali in cui vi partecipano periodicamentetutte le coscienze allertate … Questo è il modo attraverso cui strane forze vengono sollevate e portate verso la volta astrale, fino alla cupola oscura che si compone soprattutto di … della velenosa aggressività contenuta nella maggior parte delle persone … la formidabile oppressione tentacolare di una specie di magia “civile” che presto comparirà alla luce del sole “.

A Hollywood, i soggetti di questi riti vengono spesso manipolati e controllati mentalmente e le loro morti vengono spesso “annunciate” in un modo o nell’altro attraverso opere simboliche. Nell’Immaginario del dottor Parnassus, l’ultimo film in cui appare Heath Ledger, il tema del sacrificio è estremamente importante. In una scena importante, vediamo le immagini di tre personaggi che sono morti giovani: Rodolfo Valentino, James Dean e la principessa Diana. Vedendo queste immagini, una donna dice a Johnny Depp – che fu uno dei sostituti di Ledger nel film – “Queste persone … sono tutte morte”. Depp rispose:

“Sì … ma sono comunque immortali. Non diventeranno vecchi o grassi. Non si ammaleranno o diventeranno deboli. Sono oltre la paura, perché sono … per sempre giovani. Sono degli dei … e tu potrai unirti a loro. ”

Ha poi aggiunto:

“Il tuo sacrificio deve essere puro.”

Queste linee di testo erano destinate ad Heath Ledger.

Una opera realizzata da Vincent Fantauzzo, amico di Ledger, rappresentante degli alter-ego che sussurrano ad Heath nell’orecchio. Il dipinto è stato completato poco prima della sua morte.

Brittany Murphy è apparsa in numerosi strani servizi fotografici prima della sua prematura scomparsa. Alcuni di loro alludono al controllo mentale Monarch e ai riti occulti.

Immagine relativa al controllo mentale di Brittany Murphy

Brittany Murphy circondata da individui mascherati in un contesto rituale occulto, foto scattata poco prima della sua morte.

IL CASO DI AMY WINEHOUSE

Al momento della stesura di questo articolo, l’esatta causa della morte di Winehouse è ancora da determinare (spesso viene citata la crisi di astinenza per alcool). Come per ogni strana morte di celebrità, al pubblico verrà probabilmente data una spiegazione vaga che coinvolge le droghe o l’alcol. Alcuni fatti strani emergono in superficie, contraddicendo la versione “ufficiale” della causa della morte, provocando la nascita di voci, speculazioni e versioni alternative.

Ci sono già testimoni che hanno descritto strani avvenimenti poco prima della sua morte. In questo articolo, i vicini di casa della Winehouse dichiarano di aver sentito urla e un qualche tipo di tamburo battere” provenire dalla sua casa la notte in cui morì.

La morte di Amy Winehouse: I vicini a Camden hanno sentito ‘grida e urla’

Uno dei suoi vicini di casa è convinto che sia morta nelle prime ore di Venerdì, perché la sentì urlare. “Penso che sia accaduto qualcosa quella notte. Sembrava uno strano gioco erotico. Stava gridando e urlando. “L’uomo, che ha chiesto l’anonimato, dice di essersi svegliato attorno alle 2 dopo aver sentito sbraitare ad alto volume. “Era molto strano e mio figlio dice di aver sentito anche battere un tamburo”.

Questo pomeriggio il ragazzo ha sentito uno degli amici della Winehouse piangere all’interno della casa della cantante, rendendosi conto che probabilmente era morta. Secondo il giovane un amico l’avrebbe riaccompagnata a casa dopo una serata fuori, tornando questo pomeriggio e trovando il suo corpo esanime. “Amy manteneva abbastanza un basso profilo e quando sentì queste urla pensai che non fosse da lei. “Dissi a mio figlio: “probabilmente la droga non sarà buona’.”

Ha detto di averla vista circa tre settimane mentre veniva aiutata in casa dai suoi “protettori”, perchè non era più in grado di camminare alle 10 del mattino. “Non riusciva a camminare, non sarebbe riuscita a mettere un piede davanti all’altro.”

Il proprietario di un ristorante della zona, Ze Silva, 56 anni, ha detto che la Winehouse avrebbe frequentato con regolarità il suo locale, 2 volte alla settimana. La vide per l’ultima volta Martedì mentre sosteneva di aver smesso di bere. “Non aveva niente da bere. Mi ha detto ‘Caro, non mi dare alcun alcolico, non bevo più’. “Era normale. Ne avrebbe parlato a tutti, avrebbe avuto la lucidità e la forza di fare delle foto con dei bambini, o di fare autografi. “Era una brava ragazza, mi sento molto triste”.

La Winehouse sarebbe andata al ristorante, A Baia, a giocare a snooker con le sue guardie del corpo e ne avrebbe mandato uno a prenderle la sua colazione da asporto. Fiori, orsacchiotti e candele vennero lasciati accanto al nastro della polizia che bloccava Camden Square. Una cartolina dice: “Non sarai dimenticata da Camden. Noi tutti ti amiamo e continueremo ad amarti. La tua leggenda vivrà per sempre. “

– London 24, Amy Winehouse death: Neighbour in Camden heard ‘screaming and howling’

Questo ci porta alla domanda più importante: la morte di Amy Winehouse è stata un omicidio o, forse, un sacrificio rituale? La sua morte è semplicemente il risultato di una denuncia di un settore degradato?

Dopo la morte della Winehouse la cantante Kelly Clarkson ha twittato un messaggio piuttosto toccante riguardo a questo argomento.

“Ho sentito le notizie su Amy Winehouse. Sono incredibilmente triste. Io non la conoscevo ma l’ho incontrata un paio di volte e ho avuto modo di sentirla cantare prima che si devastasse. Era una ragazza bella e di talento. Sono arrabbiata. E’ uno spreco di talento. Una povera ragazza che non vedeva nessuna speranza e che ha continuato a vivere dove aveva le radici. Mi sono sentita uno straccio emotivamente e mentalmente, tutto questo è terribile. Continuo a chiedermi perché alcuni di noi vengono risparmiati e gli altri fanno da esempio. Sono molto arrabbiata e triste. Non so perché mi disturbi tanto. A volte penso che questo lavoro rappresenti la morte di ognuno di noi, o almeno la morte della nostra parte emotiva. Forse è per questo che da ragazzina imparai che Dio non voleva falsi dèi o idoli. Da piccola pensavo che come dio fosse terribilmente egoista, ora però non sono della stessa opinione. Non voleva che seguissimo persone o cose imperfette e non tanto per i seguaci, ma per gli dei e / o gli idoli, che non saranno mai quello che uno vuole o di cui ha bisogno perchè siamo stati creati imperfetti. Sapeva che non saremmo stati in grado di gestire la pressione, la vergogna, la gloria, o la potenza che i riflettori portano con se. Io sono sconvolta. Sono anche molto grata e riconoscente alle persone che mi amano e mi sostengono. Senza amici e senza una stupefacente famiglia chissà dove sarei. I miei pensieri e preghiere sono con i suoi amici e familiari. Mi dispiace tanto per la tua dipartita. Prego per la pace nei vostri cuori. “

GETTATA FUORI DAL TRENO DELLA LIBERTA’?

Amy da bimba

Una profetica scultura del 2008 di Amy Winehouse intitolata “L’unica buona rockstar è una rockstar morta”. Rappresenta Amy Winehouse distesa a terra priva di vita con un foro di proiettile in testa. Accanto a lei, un’inquietante maschera di Minnie, che, come affermato in diversi altri articoli, può rappresentare il controllo mentale degli Illuminati

Nell’opera di Fritz Springmeier The Illuminati Formula to Create a Mind Control Slave, sugli schiavi controllati mentalmente si afferma che:

    “I programmatori  instillano nelle loro menti l’idea che verranno “gettati dal treno della libertà” verso i 30 anni. (Treno della libertà è una parola in codice nella programmazione Monarch basata sul trauma, essere gettato dal treno della Libertà significa essere uccisi.) “

Le vittime del controllo mentale spesso muoiono in giovane età a causa di diverse ragioni. In primo luogo, secondo gli esperti del controllo mentale basato sul trauma, il tormento, la tortura e il controllo esercitato sulle vittime non può essere sostenuto indefinitamente durante l’età adulta. Ad un certo punto, spesso intorno ai 30 anni, la programmazione svanisce, facendo lentamente tornare la lucidità a queste persone. Questo contatto con la realtà spesso traumatico, fa andare le persone in un forte stato depressivo, mostrando i sintomi di disturbi mentali come l’MPD (disturbo da personalità multipla) e del consumo di droghe e di superalcolici. Quando gli schiavi (specialmente quelli che sono influenti) smettono di rispondere alla programmazione e iniziano a mostrare comportamenti irregolari ed imprevedibili, vengono spesso “gettati dal treno della libertà”.

Alcune vittime con volontà e carattere eccezionalmente forte riescono a liberarsi dai vincoli del controllo mentale (in una certa misura). Per impedire loro di “parlare”, vengono stanati e anche loro “buttati fuori dal treno della libertà”.

“Se uno schiavo non si conforma o lo si deve gettare dal treno della libertà tutto ciò ci fornisce una statistica utilizzabile. Semplicemente attivalo per l’omicidio e poi guarda la polizia freddarlo. Il NWO si guadagna una statistica in più ed è un altro caso che serve per spaventare la gente e farle accettare il controllo delle armi.”

La Winehouse era una schiava del controllo mentale e venne gettata dal treno della libertà? Difficile da dire. Ha chiaramente visibili i tipici sintomi di una “vittima del settore” e alcune sue frequentazioni personali (in particolare Blake Fielder-Civil) sembrano averla manipolata profondamente, svolgendo un ruolo quindi di “Handler” (simile al rapporto tra Mariah Carey e Tommy Mottola e della compianta Anna-Nicole Smith con Howard K. Stern). Ci sono diversi livelli di controllo mentale e la Winehouse non avrebbe potuto reggere l’intero processo di programmazione Monarch. Tuttavia, semplicemente mettendo una persona già vulnerabile nell’ambiente tossico dell’industria musicale e mettendo in movimento la macchina sforna celebrità, con costanti vessazioni mediatiche, è sufficiente per indurre un trauma che porterà instabilità, spianando a sua volta la strada per il controllo mentale.

Nonostante il suo successo, la Winehouse non è stata mai una “pedina industria” come molta altra gente di cui si discute su questo sito. La sua mancanza di volontà (o incapacità) di “darsi un contegno” potrebbero essere una delle cause della sua scomparsa. La figlioccia della Winehouse Dionne Bromfield e protettore rispecchiano perfettamente questa incapacità.

L’ultimo video della Bromfield, pubblicato due mesi prima della morte della Winehouse.

CONCLUSIONE

Anche se è difficile conoscere l’esatta causa della morte di Amy Winehouse, il suo caso non è certo l’unico. Vi è, infatti, uno schema che sembra ripetersi quando si guarda la precoce morte delle giovani celebrità. Se si volesse confrontare la vita e le circostanze che hanno portato alla morte di queste stelle, si potrebbero notare somiglianze importanti per poi rendersi conto che importanti “pezzi del puzzle” spesso mancano dalle storie ufficiali. Di umili origini, queste stelle raggiungono un grande livello di popolarità. Tuttavia, ad un certo punto, qualcosa va storto e quasi inevitabilmente si verifica una gravosa caduta. La parte mancante del puzzle è per caso questa cosa andata storta? Se questi artisti non sono un risultato diretto del controllo mentale Monarch, esiste comunque, nel loro entourage, una figura di “gestore”, che le manipola e le influenza verso un comportamento autodistruttivo. I media spesso amplificano i problemi delle stelle, raffigurandole come delle tossicodipendenti malate. Quando viene annunciata la loro morte, il mondo è sconvolto, ma non così sorpreso. Droga e alcol sono, come sempre, il capro espiatorio perfetto. Come si dice … “caso chiuso”.

Perché è la nostra cultura popolare è ossessionata dal sesso e dalla morte, dove gli astri nascenti, che catturano l’amore di milioni di persone, vengono fatti fuori? In un settore permeato dal simbolismo occulto, gestito da persone e organizzazioni che credono nei poteri occulti, è possibile dunque che avvengono dei rituali? Lo shock collettivo causato dall’annuncio della morte di una celebrità, viene utilizzato come psicodramma rituale destinato a imprimersi nella coscienza collettiva? Una cosa resta comunque costante: Le morti sono sintomatiche dell’oscura realtà dello show-business, che è tossico a molti livelli. Essere parte di questo “regno” e volerne uscire, è, per citare una canzone Winehouse, una “Some Unholy War“.

Fonte

Moda: Lingerie per signorine dai 4 ai 12 anni (con una bella dose di mkultra)

Con una mossa che ha spiazzato i modaioli, bambine truccate e discinte promuovono una nuova linea di lingerie che si rivolge a bimbe dai quattro anni.

La combinazione di lingerie e abbigliamento da salotto forma la ‘Loungerie,’ la linea di Après Lunes per bambine dai quattro ai 12 anni, che comprende una gamma di mutandine, reggiseni, corpetti e T-shirt con bordi di pizzo, nastri, fiocchi e motivi a strisce nautiche.

Gli scatti rappresentano bambine in pose e stili che sembrano troppo prematuri per la loro età.

Troppo giovani? Si

Mentre indossano reggiseni e mutandine a strisce, giocano con trucchi e gioielli, fili di perle avvolti attorno ai loro piccoli colli.

Marilisa Lacco autrice di Le Snob Lingeries ha detto al Ny daily news:

‘E’ carino quando una bambina si veste con gli abiti di sua madre, i gioielli e i tacchi alti.

‘E’ inappropriato sessualizzare bambini. Un reggiseno triangolare tempestato di perle su una bambina non mi sta bene. ‘

Il suo parere esprimere una posizione americana sul tema. Luis Paredes, dal Lingerie Journal ha affermato che gli europei saranno meno offesi dalle immagini:

‘Recentemente, un sacco di riviste di moda e marchi di moda sono stati attaccati per l’utilizzo di bambini nei loro scatti.

Fonte

MK ULTRA

Le immagini che seguono sono molto forti, ma sono necessarie per dare l’idea di cosa significhi l’idea di sessualizzazione. Quando si parla di condizionamento, del cambio di prospettiva dato dal precedente, è proprio questo….rendere accettabile l’inaccettabile.

Pattern a scacchiera bianco nera, lo specchio simbolo della multipersonalità e attivitatore del controllo mkultra (guardatevi la puntata di Fringe dove Olivia Dunham viene “posseduta” da Bell…)

Ancora un richiamo alla multi personalità, notare l’immagine dell’uccello in gabbia, metaforicamente identifica la bambina che attraverso l’alienazione può fuggire mentalmente dalla gabbia, ancora pattern bianco/nero

Pattern nero/bianco, stella viola al contrario, farfalla monarch

Qualche tempo fa uscirono degli scatti simili dove le bambine veniva presentate vestite e truccate come delle giovani donne, facendo scalpore in tutto il mondo. Anche li si potevano osservare simbologie della programmazione mkultra. Qui si va oltre con bambine in mutandine e reggiseno per il fine di sponsorizzare una ditta di intimo/lingerie. Tutte queste bambine sono vittima di programmazione Mk ultra basata sul trauma. La depersonalizzazione e al contempo la sessualizzazione sono 2 degli obiettivi dell’agenda degli Illuminati. Saputo questo, un pò, non vi viene voglia di combatterli? Non riuscite nemmeno con questo ad aprire gli occhi?

Ma non preoccupatevi sarà tutto normale un giorno…

Attentato in Norvegia: Simbolismo, Israele, Pike

Il gruppo dei giovani del partito laburista, il quale apparteneva al partito politico dominante, è stato massacrato in Norvegia pochi giorni fa:

“Il Partito laburista (in norvegese: Arbeiderpartiet, A / Ap) è un partito social democratico norvegese [5] patner di alto livello del governo norvegese, parte della coalizione rosso-verde, il cui leader, Jens. Stoltenberg, è l’attuale primo ministro della Norvegia.

Il Partito laburista norvegese segue ufficialmente la corrente socialdemocratica. Il suo slogan dal 1930 è stato “lavoro per tutti”, il partito opta per una forte stato sociale, finanziato attraverso tasse e imposte. [6] Nel corso degli ultimi 20 anni, il partito è andato oltre ai principi dell’economia sociale di mercato nella sua politica, permettendo la privatizzazione di molti beni e servizi del governo, riducendo progressivamente le imposte sul reddito, dopo l’ondata di liberalizzazioni economiche del 1980. Il partito laburista identifica se stesso come un partito progressista che aderisce alla cooperazione sia a livello nazionale che a livello internazionale. La sua ala giovanile è la Lega della gioventù dei lavoratori ‘.

Fin dalla sua creazione, negli ultimi anni del 19 ° secolo, è costantemente cresciuto fino a diventare il più grande partito della Norvegia nel 1927. – Una posizione che mantiene da allora “(Fonte)

Come partito politico di maggioranza esercitano una grande influenza sulla politica estera. I giovani che sono stati uccisi avevano appena deciso di boicottare Israele:

“Due giorni prima del massacro di Utoya Island, il leader dell’AUF (movimento giovanile del Partito laburista) Eskil Pedersen ha rilasciato un’intervista al Dagbladet, il secondo giornale più grande della Norvegia, in cui ha rivelato quello che pensava su Israele.

Nel corso del colloquio, Pedersen ha dichiarato di “ritenere che fosse giunto il momento per misure più drastiche contro Israele, e v0rrebbe che il ministro degli Esteri imponesse un boicottaggio economico contro il paese”.

Pederson ha continuato dicendo, “Il processo di pace non conduce da nessuna parte, e anche se il mondo intero si aspetta che Israele rispetti i patti, non è così. Noi giovani laburisti proponiamo un embargo economico unilaterale contro Israele. ”

L’AUF Labour Party Youth Movement è stato un attivo promotore della campagna di boicottaggio di Israele. Il quotidiano Dagbladet segnala che “L’AUF è stato a lungo un sostenitore del boicottaggio internazionale ad Israele, ma la decisione all’ultimo congresso, esige che la Norvegia imponga un embargo economico unilaterale del paese aumentando la severità nei controlli rispetto al passato “.

“Riconosco che questa è una misura drastica”, ha dichiarato Pedersen, “ma penso che fornisca una chiara indicazione sul fatto che siamo stanchi del comportamento di Israele, tutto qui”. (Fonte)

I psicopatici satanisti che controllano tutti i governi di questo nostro mondo non sono ebrei, sono luciferiani. Vogliono provocare una guerra che distruggerà tutte le altre religioni, tra cui l’ebraismo, in modo che il loro dio sarà l’unica divinità venerata in tutto il mondo. Come questo ultimo incidente dimostrerà, non sono amici di Israele o degli ebrei.

Albert Pike, uno dei fondatori del Rito Scozzese della Massoneria, e un devoto luciferiano, scrisse:

La Terza guerra mondiale deve essere fomentata approfittando delle differenze causate dagli agenti del Illuminati fra i sionisti politici ed i capi del mondo islamico. La guerra deve essere condotta im modo tale che l’Islam (il mondo arabo musulmano) e il sionismo politico (lo stato d’Israele) si distruggano reciprocamente. Nel frattempo le altre nazioni, una volta di più divise su questa circostanza saranno costrette a combattere fino al punto di un completo esaurimento fisico, morale, spirituale ed economico… libereremo i nichilisti ed gli atei e provocheremo un cataclisma sociale che in tutto il suo orrore mostrerà chiaramente alle nazioni l’effetto dell’ateismo assoluto, origine di ferocia e dell’agitazione più sanguinaria. Allora dappertutto, i cittadini, obbligati a difendersi contro la minoranza del mondo dei rivoluzionari, stermineranno quei distruttori di civiltà ed la massa, disillusa dalla Cristianità, i cui spiriti deistici da quel momento saranno senza bussola o direzione, ansiosa per un ideale, ma senza conoscere dove rendere la propria adorazione, riceverà la vera luce attraverso la manifestazione universale della dottrina pura di Lucifero, portata infine alla vista pubblica. Questa manifestazione risulterà dal movimento reazionario generale che seguirà con la distruzione della cristianità e dell’ateismo, entrambi conquistati e sterminati allo stesso tempo.. ” (Fonte)

La gente di questo mondo ha bisogno di riconoscere che i veri nemici che camminano tra di noi sono gli psicopatici satanisti che cercano di provocare la totale distruzione dell’umanità attraverso i loro agenti provocatori. Sono i più ricchi dei ricchi, i banchieri internazionali e i veri leader politici di questo nostro mondo. I loro nomi infarciscono le liste delle varie Organizzazioni degli Illuminati come il Council on Foreign Relations, Bilderbergers e ai gruppi Tavola Rotonda.

SIMBOLISMO MASSONICO

In Massoneria, i colori hanno un significato:

“L’assegnazione di significati simbolici ai colori probabilmente è vecchia quanto il simbolismo stesso. Per citare uno degli esempi dalle pratiche di un popolo antico si possono prendere in causa gli egiziani, quei maestri antichi del simbolismo alla quale il ricercatore di simboli massonici si rivolge per cercare di capirli, utilizzarono i colori nei loro geroglifici per trasmettere certe idee precise, ogni colore è espressivo di certe concezioni. I geroglifici degli spiriti dei morti erano caratterizzati dal bianco. Agli uomini venne attribuito il colore rosso per la carnagione, mentre alle donne il giallo. Il Zaffiro era il colore del dio egizio Amon. Il verde era il colore usato per la carne del dio Ptah, fondatore del mondo, lo spirito creativo e attivo dell’intelligenza divina, e fu anche il colore usato per la carne di Lunus, la luna. Rosso-marrone era il colore dato alla carne di Thoueri, la concubina di Tifone. Infine nero era il colore di Anubi, il dio dei morti e dell’imbalsamazione.

I colori simbolicamente significativi nella massoneria sono il porpora, il rosso, il bianco, il nero, il verde, il giallo, viola e blu. Ogni colore ha per scopo l’insegnamento al Massone di una preziosa lezione morale o il richiamo su alcuni fatti storici di interesse Massonico.

Il blu è il colore supremo della Massoneria. In primo luogo, perché è quel colore che, tra tutti quelli utilizzati in Massoneria, è una conquista massonica intoccabile di ogni confratello. Il Royal Arch Mason tenterà di fare suo il colore rosso, il Maestro Perfetto si sentirà titolare esclusivo del verde e del nero, e così via, ma il blu viene riconosciuto da ogni Massone come appartenente a tutti noi e nessun massone, qualunque sia il suo grado, metterà in dubbio la proprietà del blu del Maestro Massone …. (Fonte)

Per gli antichi egizi, il colore blu (zaffiro) era il simbolo del dio Amun, che più tardi divenne Amon-Ra. Egli era il dio dei poveri. Il fatto potrebbe anche essere collegato al socialismo e al comunismo.

All’interno degli Illuminati, la programmazione tramite colori viene utilizzata per creare assassini proprio come quello norvegese:

“Una volta che il bambino si identifica completamente con il colore (o meglio, al modello per cui il sistema accetta questo colore), allora viene insegnato in modo graduale, attraverso molte sessioni di allenamento, cosa significhi il colore blu. Vengono messi in piedi drammi, dove la piccola vittima reciterà con altri bambini nel ruolo di “blu”. Sono drogati, ipnotizzati, traumatizzati, costretti ad agire in determinati modi che rispecchiano gli insegnamenti ricevuti sul “blu” . Diversi allenatori e regioni assegneranno significati diversi a colori diversi. Molti sistemi militari sono codificati in blu. I militari sottoposti a tale training vengono chiamati periodicamente per rafforzare la loro programmazione. Se l’allenatore volesse in un secondo momento accedere ad un sistema blu, dovrebbe indossare un capo di abbigliamento o una sciarpa del colore che vogliono raggiungere. ” (Fonte)

Il blu è il colore della programmazione militare. Potrebbe anche essere il colore dell’altra personalità del killer il che spiegherebbe pechè fosse vestito di blu nella foto sopra. Le multi personalità vengono create dalla scissione dell’ego attraverso il condizionamento basato sul trauma. Le altre personalità possono essere addestrate a maneggiare le armi, a uccidere decine di persone, proprio come l’attentatore Norvegese.

Questo incidente urla “Candidato Marciuriano”

Fonte Fonte

“Sucker Punch” ovvero come far apparire il controllo mentale Monarch sexy

Sucker Punch è un film thriller/fantastico che promette ai suoi spettatori due cose: ragazze sexy ed esplosioni. E le offre puntualmente entrambe. DIetro le gonne corte e gli effetti CGI si nasconde un’inquietante storia di fondo: Sucker Punch racconta la vita di uno schiavo Monarch che si dissocia dalla realtà per sfuggire ai traumi causati dagli abusi sessuali. Questo articolo esamina il significato nascosto e il simbolismo di Sucker Punch.

Attenzione: questo articolo si occupa di temi inquietanti e contiene importanti spoiler.

Prodotto da Zack Snyder (Watchmen, 300), Sucker Punch descrive l’avventura di una ragazza che sta tentando di fuggire da un ospedale psichiatrico dove è stata rinchiusa a forza. Per raggiungere questo obiettivo, la nostra eroina, “Baby Doll”, e le sue amiche, devono trovare cinque oggetti che verranno utilizzati per sfuggire poi dal manicomio in cui sono rinchiuse. La maggior parte dei critici non ha apprezzato la trama simil videogioco di Sucker Punch e sono stati confusi dai diversi livelli di realtà alternative.

Il film viene percepito in maniera confusa, perché c’è un fatto importante di questo film che non è noto alla maggior parte degli spettatori che rende il film un poco più, coeso e coerente: Sucker Punch mette in scena il controllo mentale basato sul trauma. Racconta la storia di una vittima della programmazione Monarch (più precisamente Beta o programmazione Sex Kitten), mentre si “allena ad alienarsi” [cit. 16 barre/Don’t be crazy XD]. Il film è ambientato nella psiche dello schiavo, in cui la dissociazione è un meccanismo di difesa per sfuggire al trauma insopportabile dell’abuso sessuale e fisico. I segreti profondi e oscuri del controllo mentale Monarch non vengono mai portati- sullo schermo ma sono impliciti nei significati e nei simboli presenti in tutto il film.

(Nota: se non si ha familiarità con la programmazione Monarch, ti suggerisco di leggere l’articolo intitolato Origini e Tecniche del controllo mentale Monarch prima di continuare)(In Inglese).

Sucker Punch, offre un assaggio della confusione vissuta dagli schiavi MK reali in quanto sottopone gli spettatori agli stessi contorti stimoli mentali: l’illusione, l’inganno, le ambiguità e i repentini volta faccia. Con l’avanzare del film, il confine tra realtà e finzione diventa sempre più sfocato e i messaggi diventano confusi. Ad uno sguardo superficiale il film potrebbe essere tranquillamente percepito come un’esaltazione della forza femminile, ma il simbolismo sul controllo mentale presente nel film indica che in realtà è l’esatto contrario. La nostra eroina Baby Doll è alla ricerca della “libertà”, ma, alla fine, tale “libertà” si rivelò essere tutt’altro che quella da lei immaginata. In realtà, l’intero film può essere inteso in due modi completamente opposti. Sucker Punch inizia con una voce fuori campo che dice:

  “Ognuno ha un angelo. Un custode che veglia su di noi. Non sappiamo quale forma prenda. Un giorno, è un vecchio. Il giorno dopo, una ragazzina. Ma non lasciatevi ingannare dalle apparenze. Essi possono essere feroci come qualsiasi drago. Ma non sono qui per combattere le nostre battaglie … ma per sussurrare dal nostro cuore … ricordandoci che siamo noi. E’ Ognuno di noi che detiene il potere sui mondi che creiamo. “

Come molte altre parti del film, questa introduzione può fare riferimento agli angeli custodi che aiutano le persone a farsi carico della loro vita o agli handl che hanno il potere di manipolare i pensieri degli schiavi MK. Questo è solo uno dei molti possibili doppi significati nel film.

ABUSI DOMESTICI

Il film si svolge durante il 1950-’60 (nonostante gli evidenti anacronismi), in un periodo durante il quale venne riconosciuta ufficialmente l’attuazione degli esperimenti con l’MK-Ultra. La protagonista principale di Sucker Punch è una ragazza ventenne conosciuta solo come Baby Doll. Il suo nome suggerisce fortemente l’ipotesi del controllo mentale: le “bambole” non controllano i propri movimenti o gli ambienti in cui sono. Il background di Baby Doll rispecchia quello di molti schiavi della vita reale: un genitore violento che causa traumi multipli in giovane età, rendendo il soggetto predisposto alla dissociazione. Viene poi trasferita in un istituto dove si svolge attualmente la programmazione, sotto la supervisione di specialisti (i gestori).

La storia di Baby Doll è infatti la tipica storia degli schiavi Monarch della vita reale, che spesso sono stati sottoposti ad abusi in giovane età. Dopo diversi anni di maltrattamenti, le spietate figure genitoriali non hanno poi alcuna difficoltà consegnando i bambini alle autorità MK – diradando le possibili accuse criminali che potrebbero dover affrontare per i loro anni di abusi.

Le sequenze introduttive del film Baby Doll presentano una fonte di trauma: un violento patrigno.

Il patrignio di Baby Doll ubriaco sta per tentare di abusala sessualmente. Molti schiavi della programmazione Monarch provengono da famiglie che hanno abusato di loro.

“Il tipo di padre che in genere è maggiormente preferito dai programmatori è il pedofilo. Se un padre ha abusato di sua figlia fin dalla tenera età, allora è logico supporre che l’uomo non abbi una coscienza. Questo coinvolgimento del padre nelle attività criminali possono essere continuamente aumentate. Vogliono uomini che non svilupperanno scrupoli per ciò che hanno fatto in passato. “
– Fritz Springmeier, The Illuminati Formula to Create a Mind Control Slave

Le Ferite attorno all’occhio del patrigno danno enfasi al simbolo dell”‘occhio onniscente”, che rappresenta, come si è visto in altri articoli, il controllo mentale degli Illuminati. Il simbolo dell’occhio onniscente appare in altre scene durante il film.

Il patrigno chiama la polizia e accusa Baby Doll di aver ucciso sua sorella – un crimine che lui commise. Lei viene arrestata dalla polizia e poi subito drogata. Il suo calvario come schiava Monarch comincia adesso.

I funzionari statali danno un sedativo a Baby Doll per poi essere trasportata in manicomio, che si rivelerà essere un sito per la programmazione mentale. Gli schiavi controllati mentalmente vengono costantemente drogati dai loro gestori per facilitare la loro programmazione.

IL SITO DELLA PROGRAMMAZIONE

Baby Doll viene trascinata a forza all’interno della struttura. Diversi istituti di salute mentale sono stati reali siti della cia dove veniva sperimentato il controllo mentale.

Il manicomio in cui viene messa Baby Doll ha tutte le caratteristiche di un sito per la programmazione. La minaccia di abusi fisici e sessuali è costante durante l’intero film e diverse tecniche vengono utilizzate per attivare il processo di dissociazione.

La musica è estremamente importante per l’istituto (e per l’effettivo controllo mentale Monarch) dove viene utilizzata come uno strumento della programmazione. La maggior parte delle canzoni ascoltate durante il film hanno testi suggestivi che, nel contesto del controllo mentale, possono far scattare la dissociazione. Mentre Baby Doll viene accompagnata nella sua cella, si sente la cover di Yoav della canzone “Where is my mind”. Il testo descrive la sensazione della dissociazione:

Con i tuoi piedi in aria e la tua testa sul pavimento
provi questo giochetto e giri,
la tua testa collasserà
ma non c’è niente in essa
e chiederai a te stesso

dov’è la mia mente (x3)

Nell’istituto, Baby Doll apprende che il suo patrigno pagò per sottoporla alla forma di controllo mentale peggiore di tutte: una lobotomia completa. L’amministratore del manicomio racconta al patrigno: “Non si preoccupi, non si ricorderà nemmeno del suo nome quando avremo finito con lei”.

Il film poi velocemente scatta in avanti alla scena della lobotomia.

Le lobotomie venivano effettuate attraverso l’inserimento di uno strumento appuntito attraverso un occhio della vittima per “disattivare” la corteccia prefrontale. Il film sottolinea il simbolismo dell’ago che sta attraversando l’occhio in quanto rappresenta simbolicamente il controllo mentale degli Illuminati.

Proprio nel momento in cui il medico è in procinto di perforare l’orbita ed entrare nel cervello di Baby Dolls, si verifica una dissociazione e gli spettatori vengono immersi in una realtà alternativa. Veniamo portati verso il mondo dissociato creato dalla psiche di Baby Doll, in cui incarna un altro suo alter ego: la sex kitten.

LA REALTA’ ALTERNATIVA

Nel controllo mentale Monarch, ci sono diversi tipi di programmazione, a seconda dell’uso che i gestori vogliono fare dello schiavo. In Sucker Punch, è ovvio che Baby Doll e le sue amiche sono state sottoposte alla programmazione Beta – nota anche come programmazione Sex Kitten. L’enfasi all’inizio del film sugli abusi sessuali del patrigno è, in termini di programmazione Monarch, l’ancora.

“Tutta la programmazione di ogni schiavo è ancorata ad un qualche tipo di trauma. Uno dei primi traumi fondamentali sarà seguito, filmato, codificato e utilizzato come ancoraggio. Per esempio, lo stupro più brutale subito da una ragazza dal padre verrà utilizzato come un’ancora su cui costruire la programmazione Beta. (…) Vengono create delle psicosi estreme all’interno del bambino che cerca di affrontare i problemi creati dall’incesto da una delle figure di riferimento più importanti in quell’età, il padre “.
     – Ibid.

Nella realtà alternativa di Baby Doll, l’istituto di sanità mentale diventa un bordello gestito da un mafioso – che è, nella vita reale, il capo del centro. I “pazienti psichiatrici” dell’istituzione sono prostitute che devono ballare per attirare i clienti. Questa versione distorta della realtà implica una cosa importante che non è direttamente citata nel film: se Baby Doll è una prostituta nella sua realtà alternativa, ciò implica che essa viene sottoposta a sesso forzato all’interno del manicomio. Nella programmazione Monarch reale, ripetuti e sistematici abusi sessuali vengono utilizzati per creare un trauma e la dissociazione.

Nella sua realtà alternativa, Baby Doll incarna un personaggio alternativo – quella che viene chiamata Sex Kitten – che vengono programmate per eseguire favori sessuali. La programmazione rimuove le inibizioni e, come vedremo, Baby Doll sarà istruita a “lasciarsi andare” e a diventare sensuale a comando.

E’ durante la scena della lobotomia che vediamo la prima scena di dissociazione, nella quale l’operazione si trasforma in una sordida danza sexy.

Baby Doll preparata per la lobotomia

Il mondo alternativo di Baby Doll che riflette gli effetti della lobotomia

Nonostante l’apparenza possa far pensare il contrario, il film non condanna mai veramente la prostituzione forzata o le pratiche di controllo mentale. Tutto è trasformato in una fantasia semi-pornografica, rendendo la situazione fresca e sexy. Per esempio, Baby Doll quando veste i panni dell’alter ego Sex Kitten è costantemente vestita da scolaretta sexy che viene accompagnata da un prete.

Le diverse personalità di Baby Doll hanno un passato diverso. I reali schiavi della programmazione Monarch vengono programmati per avere diverse parti del se, che possiedono un passato diverso, atteggiamenti diversi e, talvolta, parlano anche con accenti diversi rispetto alla personalità “centrale”. Nel caso di Baby Doll, il suo patrigno diventa un sacerdote.

SEX KITTENS

Nella sua realtà alternativa, Baby Doll è costretta a ballare e a fare sesso con i clienti. Dal momento che il suo mondo alternativo è un prodotto della dissociazione, che serve a “zuccherare” la realtà per renderla sopportabile, possiamo dedurre che è costretta ad avere rapporti sessuali nell’istituto per le malattie mentali, ma il film non lo mostra mai in realtà.

A Baby Doll viene detto che lei è qui per avere dei rapporti sessuali con i clienti. Le fantasie dei cuscini alludono alla programmazione Sex Kitten.

Sweet Pea, un altra “paziente” / schiava, che sta facendo pratica con le sue mosse di danza. Indossa stampe feline, che vengono usate nella programmazione Monarch le Sex Kittens.

Anche Blondie, interpretata da Vanessa Hudgens, indossa stampe feline. Pur non essendo bionda, lei si fa chiamare Blondie, che riflette l’ossessione della programmazione Monarch per le bionde(vedi Marilyn Monroe).

Vanessa Hudgens è una ex star della Disney, come indicato negli articoli precedenti, vi sono numerosi collegamenti tra le piccole stelle della Disney e la programmazione Monarch.

La Hudgens si fece questo tatuaggio di una farfalla (che per qualche ragione venne fortemente pubblicizato) durante il periodo in cui Sucker Punch uscì nelle sale. I tatuaggi vengono utilizzati nella programmazione Monarch per identificare gli schiavi.

SPECCHI E FARFALLE

Non diversamente da altri film sul tema del controllo mentale (vedi Black Swan), giochi di specchi e di riflessi vengono spesso utilizzati durante Sucker Punch a simboleggiare la sfocatura della linea tra realtà e finzione e dare agli spettatori un piccolo assaggio di cosa è il mondo MK.

Il gioco degli specchi e i movimenti della telecamera fa si che gli spettatori si rendano conto che stanno guardando i riflessi invertiti nel corso dell’intera scena – avvertendoli di non fidarsi mai di ciò che vedono. Si noti la farfalla tra gli specchi, un simbolo della programmazione Monarch.

Quando una delle schiave viene uccisa da Blue, la telecamera si sposta verso uno specchio illuminato dal quale scivola giù una vecchia foto di quando lei era bambina. Si noti la farfalla.

Quasi tutti i film sul controllo mentale hanno come particolare comune l’utilizzo del simbolo dello specchio frantumato – che rappresenta la frantumazione della personalità dello schiavo. In Sucker Punch, lo specchio si frantuma quando Blue tenta di stuprare Baby Doll.

IL SECONDO LIVELLO DI DISSOCIAZIONE

Dove quindi, queste potenti scene di azione si andranno a collocare in tutta questa raccapricciante ed inquietante confusione? Beh, tutto ciò che accade, accade nella testa di Baby Doll in un tentativo di sfuggire dalla realtà. Ogni scena di azione si verifica quando Baby Doll è costretta ad eseguire una danza seducente.

Utilizzando la musica come strumento di programmazione, Vera Grosky (medico dell’istituto che fa l’istruttrice di danza in una realtà alternativa) dice a Baby Doll di “lasciarsi andare del tutto”. In altre parole, deve dissociarsi. Seguendo gli ordini di Vera, quando la musica inizia, Baby Doll viene catapultata in una sorta di secondo mondo fantastico. Per la durata della canzone, la danza si trasforma, nella testa di Baby Doll, in una scena d’azione immaginaria che rispecchia vagamente la realtà. Questo livello multiplo di dissociazione è il meccanismo di difesa di Baby Doll contro la realtà nuda e cruda: aver raggiunto il terzo livello significa che Baby Doll sta ballando nel secondo livello del club, il che significa che molto probabilmente sta venendo abusata al primo livello del club (spero che questo non confonda troppo).

Durante il suo primo ballo Baby Doll, si dissocia in un mondo che assomiglia al Giappone feudale. Indossa un vestito striminzito da scolaretta, ricordando a tutti che, la verità dietro questa enorme finzione è che viene utilizzata per il suo corpo.

Durante questa prima scena, di azione dissociativa, Baby Doll incontra il “Saggio”, la guida che la porterà verso la “libertà” … uso questa parola tra virgolette per un motivo. Anche se può sembrare che per tutto il film, il saggio guidi Baby Doll verso la libertà, sa fin dall’inizio che il suo aiuto la porterà ad ottenere l’esatto contrario – la lobotomia totale. Ne parleremo più avanti.

La seconda scena d’azione si svolge in Germania, durante la prima guerra mondiale. Ancora una volta, Baby Doll è costretta a ballare. La canzone che deve ballare è estremamente significativa: è un remake della classica canzone White Rabbit di Jefferson Airplane. Nel contesto del controllo mentale, il testo della canzone assume un significato profondo:

One pill makes you larger
And one pill makes you small
And the ones that mother gives you
Don’t do anything at all
Go ask Alice
When she’s ten feet tall

And if you go chasing rabbits
And you know you’re going to fall
Tell ‘em a hookah smoking caterpillar
Has given you the call
Call Alice
When she was just small

When men on the chessboard
Get up and tell you where to go
And you’ve just had some kind of mushroom
And your mind is moving slow
Go ask Alice
I think she’ll know

When logic and proportion
Have fallen sloppy dead
And the White Knight is talking backwards
And the Red Queen’s “off with her head!”
Remember what the dormouse said;
“Feed Your Head”

Una pillola ti fa diventare più grande
E una pillola ti fa diventare più piccolo
E quelle che ti da tua madre
Non fanno nulla
Vai chiedi ad Alice
Quando era alta tre metri

E se si va a caccia di conigli
E sai che stai per cadere
Di loro di fumare un narghilè dal bruco
Vi ha dato la chiamata
chiamate Alice
Quando lei era piccola

Quando gli uomini sulla scacchiera
si alzeranno e ti diranno dove andare
E tu hai appena preso un qualche tipo di fungo
E la tua mente si muove lentamente
Vai a chiedere ad Alice
Penso che ne sappia

Quando la logica e la proporzione
sono cadute sciatte morte
E il Cavaliere Bianco parla al contrario
E la Regina Rossa dice “tagliatele la testa”
Ricordate cosa ha detto il ghiro;
“Nutrite il vostro cervello”

 

Questa canzone classica può essere interpretata in diversi modi, ma, nel contesto di questo film, si inserisce perfettamente nel tema del controllo mentale. Come visto negli articoli precedenti, il film Alice nel Paese delle Meraviglie è usato come un vero e proprio strumento di programmazione Monarch, dove viene detto allo schiavo di “seguire il Bianconiglio” attraverso lo specchio – che equivale alla dissociazione. Per questo motivo, il simbolo del coniglio bianco divenneo un simbolo importante del controllo mentale nella cultura popolare.

 

Nella scena d’azione durante la prima guerra mondiale, le ragazze cavalcano dei “mech”, che mettono in evidenza il simbolo del coniglio bianco.

ANDARE IN “PARADISO”

Durante l’intero film, l’unico obiettivo di Baby Doll è quello di “lasciare questo posto” e di “essere libera”. A più riprese, il processo viene indicato come l'”andare in Paradiso”. Tuttavia, come gli schiavi reali controllati mentalmente, gli spettatori del film sono confusi dall’ingannevole doppio senso del linguaggio e dalle improvvise inversioni di marcia – usando belle parole per descrivere una realtà orribile. Nel film, “Paradiso” e “Libertà” non equivalgono a scappare dal manicomio, bensì significa piuttosto la completa dissociazione dalla realtà. L’uomo saggio che sembra guidare Baby Doll verso la “libertà” contribuisce a farle accettare il fatto che la lobotomia sia l’unico modo per essere davvero “liberi”.

Il finale inquietante rispecchia la ancora più inquietante realtà degli schiavi Monarch: anche se riuscissero a sfuggire dalla morsa dei loro gestori, non possono sfuggire alla sofferenza e al trauma che hanno subito. A quanto pare Baby Doll si rende conto di questo fatto. Così, alla fine, invece di fuggire dall’istituto con la sua amica Sweet Pea, Baby Doll agisce come una vera e propria eroina sacrificandosi per liberare la sua amica, creando un diversivo che le permetesse la fuga. Baby Doll viene sequestrata e lobotomizzata.

Dopo che il medico esegue la lobotomia, lo stesso dice:

“Hai visto il modo in cui mi guardava? Proprio negli ultimi istanti. Era come … se voleva che lo facessi “.

Almeno, il sacrificio di Baby Doll ha permesso a Sweet Pea di sfuggire dall’istituto ed essere libera, giusto? Non è così sicuro.

Dopo la fuga, Sweet Pea viene mostrata in una stazione degli autobus in procinto di lasciare la città. Quando entra nel bus, un ragazzo, che le sembrava stranamente familiare, la guarda.

Lo strano ragazzo alla stazione degli autobus è lo stesso ragazzo che apparve nella scena della prima guerra mondiale. Dal momento che quella scena era il risultato di una dissociazione, che sia anche la scena della stazione degli autobus una fantasia fittizia?

MERCHANDISE MK

Ecco alcune t-shirt ufficiali di Sucker Punch che contengono la loro giusta quota di simbolismo riguardante il controllo mentale degli illuminati.

L’orso di peluche con la fronte ricucita e i bottoni al posto degli occhi rappresentano gli schiavi bambini del controllo mentale MK ultra e la loro innocenza persa.

Il coniglio del “mech” con una sola pupilla

Un altro disegno per una camicia che pone l”enfasi su un occhio. Appesa alla spada vi è la “chiave” per la libertà di Baby Doll… dissociarsi con le fantasie.

CONCLUDENDO

La maggior parte dei cinefili è uscito dalla sala dopo aver visto Sucker Punch credendo che il  film fosse sull’ “emancipazione”, “su donne che combattono”. Mentre alcuni potrebbero percepire Baby Doll come una donna forte che lotta contro l’oppressione degli uomini, altri potrebbero concludere che il film si rivolge alle perversioni, trasformandole in fantasie. Lo stesso doppio linguaggio può essere attribuito al film quando si tratta del tema del controllo mentale. Mentre il messaggio principale del film sembra essere la “lotta per la libertà”, uno sguardo più approfondito rivela che il film potrebbe dire il contrario. Alla fine, la “battaglia” di Baby Doll non era un tentativo di ribellarsi per raggiungere la libertà, lo scopo era bensì la dissociazione. La sua “guida” non era un agente della liberazione, ma un gestore che possedeva le chiavi della sua psiche, guidandola tra le fratture della sua personalità.

Le parole finali del film, provenienti da una voce fuori campo, giocano acnh’esse sui doppi sensi. E’ un discorso carismatico sull’autodeterminazione o una descrizione di un controllo completo da parte del gestore della psiche dello schiavo?

“Chi ci ispira ad onorare ciò che amimano con la nostra stessa vita? Chi manda i mostri ad ucciderci e allo stesso tempo, canta che non moriremo mai? Chi ci insegna ciò che è reale e come ridere delle menzogne? Chi decide perché viviamo e per che motivo dovremo morire? Chi ci incatena? E chi possiede la chiave che può renderci liberi? ”

Il film termina con la stesse parole dette da Baby Doll prima di ballare e di dissociarsi la prima volta.

“Sei tu. Hai tutte le armi necessarie. Ora lotta. ”

Attraverso l’illusione, l’inganno e i discorsi a doppio senso, gli spettatori sono testimoni di una sottile promozione e glorificazione delle cose per cui il film “sembra” andare contro. Credo sia per questo abbiano chiamato il film Sucker Punch.

Fonte

Billboard Awards 2011: Le 2 iniziazioni occulte

Ieri, il 22 maggio 2011, si è svolto a Las Vegas, l’annuale appuntamento con i Billboard Awards. Erano presenti moltissime star: Britney Spears, Rihanna, Nicki Minaj, Beyonce tra le altre. Come abitudine, in queste manifestazioni, lo spettacolo risulta curato al dettaglio, con un contenuto che va oltre la mera consegna dei premi. Sembra di essere tornati indietro, nel “lontano” 2003, quando Madonna, nel ruolo di gran sacerdotessa, iniziava le giovani Britney Spears e Christina Aguilera, esibendosi in un ben noto bacio saffico con la prima. Se volete date un occhio al video qui sotto, vi farà tornare alla mente il tutto:

Se non siete contenti, vi invito a leggere lo spezzone di questo articolo, in cui si parla dell’evento di 8 anni fa.

LA PRIMA INIZIAZIONE


La perfomance comincia con Rihanna che canta S&M seduta su uno sgabello con alle spalle una scala:

In questa immagine si possono notare: i capelli rossi di Rihanna, ancora una volta il simbolo della donna in rosso o per meglio dire, della puttana di Babilonia. Si può notare anche come la cantante abbia i polsi legati da manette, simbolo della sua schiavitù e sottomissione agli Illuminati. Della scala parleremo dopo quando si avrà una visione più completa del video.

Successivamente si alza dallo sgabello, scendendo poi su una piattaforma da dove spuntano mani:

Versione: Simbologia disoccultata

Rihanna da il via al vero e proprio “rituale”. Il riconoscimento della società segreta, attraverso il simbolismo formato dalle gambe e dalle braccia che escono dal pavimeto. Potremo dunque collegare questa “piattaforma” alla mente tormentata e spezzata della cantante. Le mani cominciano ad essere molte di più, formando un’altra simbologia:

Posseduta dagli Illuminati?

Dopo una breve performance sulla piattaforma, la candidata è pronta per l’iniziazione:

Britney Spears, fa la sua entrata molto simile a quella di Madonna nel 2003

Ed il tempio massonico è fatto! Lo stage rappresenta un tempio massonico, dove sta avvenendo un rituale di iniziazione, che vede una gran sacerdotessa eleggere un candidato ad un certo grado massonico.

Immagine a dir poco simbolica

Qualche esempio di tempio massonico, la pavimentazione massonica, le colonne, la scala…c’è tutto come sul palco dei Billboard awards…

Britney assume il ruolo di Sacerdotessa che andrà ad iniziare Rihanna. Possiamo subito notare che anche la Spears è in catene, saldamente nelle mani degli Illuminati. Successivamente possiamo notare la sottomissione di Rihanna (principo passivo), alla sacerdotessa (principio attivo).

La sottomissione di Rihanna alla Spears, l’idea dell’opposto


Britney Spears si muove e di reazione lo fa anche Rihanna sotto di lei: un riferimento alle marionette quali sono?

Infine il bacio saffico, come avvene nel 2003 tra Madonna e la Spears:

Conclusa l’iniziazione, la sacerdotessa ha cantato la canzone dell’iniziata, un grande onore, l’allieva è promossa.

NICKY MINAJ, ABBASSA LA CRESTA!


A quanto pare questi due riti di iniziazione si intrecciano, in una perfetta metafora degli opposti, che si delinea chiaramente nella pura rappresentazione scenica (il colore dei vestiti, della pelle, dei capelli) e più ermeticamente nella visione di insieme.

La Minaj è vestita in maniera bizzarra e si staglia autorevole davanti a delle sue copie (probabilmente le sue multi personalità derivanti dal condizionamento Monarch).

La Minaj e le sue “copie” . Notare il vestiario massonico

Il video continua mostrando la Minaj che dirige il coro delle sue alter ego. In un certo senso sembra che riesca a gestire il suo io, acquisendo così maggior sicurezza in se stessa, sentendosi in grado di agire secondo la sua volontà.

Il controllo di se

Nel bel mezzo della scena subentra un gallo gigante che strappa la giacca alla Minaj. Siamo nel mondo interiore della Minaj, dove quest’ultima pensa di essere libera di scegliere e di avere una personalità più forte che riesce a “gestire” le altre. Ma questo è tutta una fantasia (il gallo) che rappresenta anche il suo gestore (gli illuminati) che le fanno abbassare figurativamente la cresta, togliendole quell'”idea” (rappresentata in questo caso dal giubbotto strambo). Infatti veste completamente di bianco come una normale candidata all’iniziazione. La Minaj rappresenta comunque una delle personalità del suo ego frammentato, si può dedurre comunque che sia virtualmente la più forte, la personalità plasmata dagli illuminati pronta al rito di iniziazione. C’è un però, il comportamento della cantante non passerà inosservato.

La nave rappresenta il mezzo (personalità) con cui inoltrarsi nel mare (psiche). Il gallo irrompe nella scena

Cade il palco, strappato il giubbetto la Minaj torna ad essere una delle tante personalità

Procedendo con il video la Minaj si esibisce immediatamente con le altre sue copie cantando la canzone “Super Bass”, eseguendo gli ordini del suo gestore.

Compaiono poi dei nerboruti marinai/soldati della marina per richiamare ed introdurre il tema sessuale/violento tipico di molte delle ultime canzoni pop. (Vedi Lady Gaga con Bad Romance, c’è una scena che richiama l’immagine qui sotto)

Dopo lo strusciarsi con i marinai arriviamo ad una parte del video dove viene richiamato il tema del controllo, della marionetta: voce robotica per la Minaj mentre le sue personalità avanzano stile robocop.

Controllo mentale. Gli illuminati esercitano un fortissimo controllo sulle loro vittime, a cui viene promesso successo e fama

Il video ci racconta una storia: Nicki tenta di ribellarsi agli illuminati, ma…non ce la fa. Ripercorriamo poi con lei le tappe che la hanno portata ad essere quello che è. Quando è assieme ai marinai simbolicamente è l’inizio di quando inizia a “vendersi” agli illuminati. Successivamente le luci si spengono, il momento della riprogrammazione basata sul trauma. Si riattivano le luci e la Minaj è un burattino tra tanti. Fare il burattino le porta la fama e la gloria, artificiosamente costruite dagli Illuminati.

Il successo e la fama….

…quando hai venduto l’anima agli Illuminati

La Minaj è ormai stufa, avendo come risultato un indebolimento delle altre personalità a vantaggio della personalità forte, in questo caso la vera Minaj.

Le altre personalità sembrano essersi “spente”

La Minaj recentemente è stata scelta per aprire il tour di Britney Spears. Forse questo rappresenta un punto chiave per capire l’intera vicenda: la Minaj vuole fare strada come le sue “amiche” Rihanna Lady Gaga, Katy Perry ecc… non si sente riconosciuta al livello delle altre pop star femminili e questo non le va bene. Probabilmente mossa da invidia non ha saputo resistere alla gelosia, mettendo in dubbio in qualche modo la volontà degli Illuminati. Volontà che si sarebbe realizzata da lì a poco con l’aggancio al tour della Spears. La Minaj pretendeva lo zuccherino troppo presto dal padrone.

Ecco infatti comparire nella scena Britney Spears intonando il suo ultimo singolo. Notiamo la particolare collana/rosario rossa sulla spalla destra. Britney qui rappresenta la puttana di Babilonia (il potere dominante n.d.r.):

Viene associata ai colori porpora e scarlatto (rosso scarlatto a volte con un pizzico di arancio), alla stregoneria, alle finanze e al commercio. Secondo la bibbia, la prostituta di Babilonia è la struttura di potere presente sulla Terra prima dell’arrivo della “Bestia”.

La puttana di Babilonia

La Minaj è contenta….chissà come mai! 

Semper fidelis

CONCLUSIONE

In eventi come questi gli Illuminati si sbizzarriscono nel trovare fuori sempre nuovi sistemi per condurre le proprie operazioni ” in piena vista” promulgando allo stesso modo la loro agenda. Questo rituale, copiato da quello del 2003, getta nuova luce su diversi aspetti dell’iniziato. Da una parte abbiamo l’iniziato passivo, succube, completamente aservito agli Illuminati e ai loro scopi; dall’altra abbiamo l’iniziato attivo, che cerca a tutti i costi di aumentare la propria influenza e fama. Rihanna rappresenta la candidata perfetta, la cui personalità è stata ridotta in pezzi talmente piccoli, che non ha nessuna volontà neppure latente. Tutto questo fa parte del processo per la Grande Opera, dove il Gran Maestro plasma e forma le menti degli inziati in modo che obbediscano a lui o ai suoi piani. Se l’iniziato riuscirà a sopportare tutte le offese fisiche e psicologiche disilludendosi ecco che la Grande Opera è compiuta, da uomo a schiavo. La gloria e il successo arriveranno solo se il desiderio personale verrà azzerato, sostituito da quello degli illuminati. La Minaj invece ha una personalità troppo forte spesso incapace di trattenere le proprie emozioni e la propria volontà…sicuramente una candidata da rimandare a settembre, sperando che riesca ad umiliarsi ancora di più di fronte ai “Grandi capi”.

Origini e tecniche del controllo mentale Monarch

La programmazione Monarch è un metodo per il controllo mentale utilizzato da numerose organizzazioni per scopi segreti. Si tratta della prosecuzione del progetto MK-ULTRA, un programma di controllo mentale sviluppato dalla CIA, e testato su militari e civili. I metodi sono incredibilmente sadici (lo scopo principale è quello di traumatizzare la vittima), ed i risultati sono raccapriccianti: la creazione di una schiavo mentalmente controllato, che può essere attivato in qualsiasi momento per eseguire qualsiasi azione richiesta dal gestore (handler). Mentre i mass media ignorano il problema, oltre 2 milioni di americani hanno subito gli orrori di questa programmazione. Questo articolo esamina le origini della programmazione Monarch, alcuni dei suoi metodi e il simbolismo.

Attenzione questo articolo contiene elementi forti che potrebbero fungere da attiviatori per i sopravvissuti della programmazione Monarch

La programmazione Monarch è una tecnica di controllo mentale che comprende elementi del Satanic Ritual Abuse (SRA) e del disturbo di personalità multipla (MPD). Si utilizza una combinazione di psicologia, neuroscienze e rituali occulti per creare all’interno degli schiavi un alter ego che può essere attivato ​​e programmato dai gestori. Gli schiavi della programmazione Monarch vengono utilizzati da varie organizzazioni collegate con l’elite mondiale in settori come: l’esercito, la schiavitù sessuale e l’industria dell’intrattenimento. In questo articolo daremo un occhio alle origini della programmazione Monarch, alle sue tecniche e al suo simbolismo.

ORIGINI

Durante il corso della storia, sono stati registrati molteplici resoconti che descrivevano rituali e pratiche simili al controllo mentale. Uno dei primi scritti che si riferisce all’uso dell’occultismo per manipolare la mente, può essere trovato nel Libro dei Morti egiziano. Si tratta di una raccolta di rituali, molto studiato dalle società segrete di oggi, che descrive i metodi di tortura e di intimidazione (per creare un trauma), l’uso di pozioni (farmaci) e il “lancio” di incantesimi (ipnotismo), che si traduce nel totale asservimento dell’iniziato. Altri eventi attribuiti alla magia nera, alla stregoneria e alla possessione demoniaca (dove la vittima è animata da una forza esterna) sono anche essi antenati della programmazione Monarch.

Tuttavia è durante il 20 ° secolo che il controllo mentale diviene una scienza in senso moderno del termine, dove migliaia di soggetti sono stati sistematicamente osservati, documentati e sperimentati.

Uno dei primi studi sulla metodica del controllo mentale basato sul trauma sono state condotte da Josef Mengele, medico che lavorava in campi di concentramento nazisti. Inizialmente acquisì notorietà per essere stato uno dei medici delle SS che curò la selezione dei prigionieri in arrivo, determinando chi doveva essere ucciso e che sarebbe diventato un operaio per i lavori forzati. Tuttavia, egli è noto soprattutto per aver condotto degli esperimenti macabri sugli esseri umani all’interno dei campi di concentramento. Mengele conduceva esperimenti pure sui bambini, motivo per il quale venne chiamato “L’angelo della Morte”.

Joseph Mengele, 1935

Mengele non gode di stima per i suoi sordidi esperimenti sui prigionieri dei campi di concentramento, in particolare sui gemelli. Una parte del suo lavoro, menzionata raramente, è la ricerca sul controllo della mente. Gran parte di essa è stata confiscata dagli Alleati ed è ancora classificata ai nostri giorni.

    “DR. GREEN (Dr. Joseph Mengele): Il miglior programmatore, si potrebbe forse conferire lui il titolo di padre della programmazione Monarch, un ex-medico del campo di concentramento nazista. Migliaia di schiavi Monarch controllati mentalmente negli Stati Uniti avevano il “Dr. Green” come loro programmatore capo “1

    “Il Dr. Joseph Mengele, conosciuto ad Auschwitz, fu il principale promotore del Progetto Monarch, basato sul trauma, e dei programmi MkUltra della CIA. Mengele e circa 5, 000 altri nazisti di alto rango sono stati segretamente trasferiti negli Stati Uniti e nel Sud America all’indomani della seconda guerra mondiale in una Operazione progettata dalla Paperclip. I nazisti hanno continuato la loro opera nello sviluppo di tecnologie di controllo mentale e missilistica in segreto nelle basi sotterranee militari. L’unica cosa che c’è stata detta era che il lavoro di progettazione missilistica era portato avanti in collaborazione con l’ex celebrità nazista Warner Von Braun. Gli assassini, i torturatori, i mutilatori che hanno spezzato migliaia di vite sono stati discretamente tenuti da parte, occupando comunque le basi sotteranee militari degli Stati Uniti che a poco a poco sono diventate la dimora di migliaia e migliaia di bambini americani rapiti dalle strade (circa un milione l’anno) e messi in gabbie di ferro impilate dal pavimento al soffitto come parte della “rieducazione”. Questi bambini sarebbero stati utilizzati per affinare e perfezionare ulteriormente le tecnologie sul controllo mentale di Mengele. Alcuni bambini selezionati (almeno quelli che sopravvivevano alla ‘rieducazione’), sarebbero diventati gli schiavi controllati mentalmente del futuro che sarebbero poi stati utilizzati in migliaia di lavori diversi che vanno dalla schiavitù sessuale agli omicidi. Una parte consistente di questi bambini, che erano considerati materiali di consumo, sono stati abbattuti intenzionalmente di fronte (e da) altri bambini, al fine di traumatizzare il tirocinante selezionato in totale rispetto e sottomissione 2.

Le ricerche di Mengele servirono come base per l’illegale e segreto programma di ricerca CIA chiamato MK-ULTRA.

MK-ULTRA

Documento sull’Mk-Ultra declassificato

Il progetto MK-ULTRA è andato avanti dagli inizi degli anni 50 fino alla fine degli anni 60, utilizzando i cittadini americani e canadesi come soggetti di prova. Le prove pubblicate sul  Progetto MK-ULTRA indicano l’utilizzo di metodologie che miravano a manipolare i singoli stati mentali e alterare le funzioni cerebrali, compresa la somministrazione di farmaci surrettizia e di altre sostanze chimiche, la deprivazione sensoriale, l’isolamento e abusi verbali e sessuali.

Gli esperimenti MK-ULTRA più pubblicizzati indicano la somministrazione di LSD su soggetti umani inconsapevoli, compresi i dipendenti della CIA, i militari, i medici, gli agenti governativi, le prostitute, i malati di mente, e i membri del pubblico in generale, al fine di studiare la loro reazioni.

Tuttavia, la portata dell’MK-ULTRA, non si ferma qui. Vennero sistematicamente utilizzate sedute di elettroshock, torture fisiche/mentali e abusi sessuali su molti soggetti, compresi i bambini.

Foto declassificata di una giovane vittima dell’MK-Ultra (1961). Bambina di 8 – 10 anni sottoposta a 6 mesi di LSD, elettroshock, privazione sensoriale. Circa ogni 60 minuti la memoria le veniva cancellata ed ora il suo cervello è come quello di un neonato.

Anche se gli obiettivi ammessi dei progetti erano quelli di sviluppare metodi di tortura e interrogatorio da usare contro i nemici del paese, alcuni storici hanno affermato che il progetto mirò a creare il “candidato della Manciuria”, programmato per compiere atti diversi, quali omicidi e altre missioni segrete.

L’MK-ULTRA venne portato davanti alla luce dei riflettori da varie commissioni nel 1970, compresa quella della Rockefeller del 1975. Anche se si sostiene che la CIA abbia interrotto tali esperimenti, dopo l’intervento di queste commissioni, alcuni whistle-blowers affermano che il progetto ha assunto un basso profilo e il programma Monarch sia diventato il suo successore “classificato”.

L’affermazione più incriminate finora fatta da un funzionario del governo per quanto riguarda la possibile esistenza di un progetto MONARCH venne estratta da Anton Chaitkin, uno scrittore per il Taurillon. Quando venne chiesto direttamente all’ex direttore della CIA William Colby: “Cosa ne pensa del progetto Monarch?”, rispose con rabbia e con ambiguità, “Ci siamo fermati tra la fine del 1960 e i primi anni del 1970.”3.

PROGRAMMAZIONE MONARCH

Anche se non c’è mai stata alcuna ammissione ufficiale dell’esistenza della programmazione Monarch, eminenti ricercatori hanno documentato l’uso sistematico del trauma in soggetti per scopi di controllo mentale. Alcuni sopravvissuti, con l’aiuto di terapisti dedicati, sono stati in grado di “deprogrammare” se stessi per andare poi a registrare e divulgare i dettagli raccapriccianti delle loro traversie.

Gli schiavi Monarch sono principalmente utilizzati dalle organizzazioni per effettuare operazioni mediante capri espiatori addestrati a svolgere compiti specifici, che non contestino gli ordini, che non ricordino le loro azioni e che, se scoperti, si suicidino automaticamente. Sono il capro espiatorio perfetto per gli omicidi di alto profilo (vedi Sirhan Sirhan), candidate ideali per la prostituzione, per la schiavitù sessuale e della pornografia snuff. Sono anche perfette marionette per l’industria dell’intrattenimento che fa di loro delle star.

    “Quello che posso dire è che oggi la programmazione rituale basata sull’abuso è molto diffusa, è sistematica, si organizza attraverso le conoscenze esoteriche che non sono scritte, o pubblicate su qualsiasi libro o dette in un talk show, ma che vediamo costantemente aggirarsi in tutto il paese.

    La gente dice: “A quale scopo?” La mia ipotesi migliore è quella che vogliono un esercito di candidati della Manciuria, decine di migliaia di robot mentali che si prostituiranno, agiranno nella pornografia infantile, nel contrabbando della droga, nel contrabbando internazionale di armi, faranno snuff-film, ogni sorta di cosa che porti un forte guadagno economico, ci tenteranno insomma, alla fine i megalomani al vertice della piramide penseranno di aver creato un ordine satanico che comanderà il mondo”. 4

I programmatori Monarch causano traumi intensi ai soggetti, attraverso l’uso di elettroshock, torture, abusi sessuali e giochi mentali, al fine di costringerli a dissociarsi dalla realtà – una risposta naturale in alcune persone, quando si trovano a sopportare un dolore insopportabile. La capacità del soggetto di dissociarsi è un requisito importante ed è, più facilmente riscontrabile nei bambini che provengono da famiglie che hanno subito abusi anche nelle generazioni precedenti. La dissociazione mentale permette ai gestori di creare diversi alter ego in compartimenti a tenuta stagna nella psiche del soggetto, che possono essere quindi programmati e attivati a piacimento.

“La programmazione basata sul trauma può essere definita come la tortura sistematica che blocca la capacità di elaborazione cosciente della vittima (attraverso il dolore, il terrore, la droga, l’illusione, la privazione sensoriale o l’eccesso di stimolazione sensoriale, la diminuzione dell’ossigeno, il freddo, il caldo, la stimolazione cerebrale e, spesso, con esperienze di pre-morte), e che impiega poi suggerimenti e / o condizionamenti classici e operanti (in coerenza con i principi consolidati della modificazione comportamentale) per impiantare i pensieri, le direttive e le percezioni nella mente inconscia, nelle nuove identità, che forzano la vittima a fare, sentire, pensare o percepire le cose, agli scopi del programmatore. L’obiettivo è che la vittima segua le direttive senza consapevolezza, compresi gli atti che sono in palese violazione con la morale o i principi del soggetto.

L’installazione della programmazione per il controllo mentale si basa sulla capacità della vittima di dissociarsi, che consente la creazione di nuovi personaggi indipendenti l’un l’altro che sono i veicoli con cui la programmazione si attua in maniera segreta. I bambini dissociati sono i primi “candidati” per questo genere di programmazione “. 5

Il controllo mentale Monarch è segretamente utilizzato da vari gruppi e organizzazioni per vari scopi. Secondo Fritz Springmeier, questi gruppi sono conosciuti come il “Network” e formano la struttura portante del Nuovo Ordine Mondiale.

ORIGINI DEL NOME

Il controllo mentale Monarch è chiamato in questo modo in riferimento alla farfalla Monarca – un insetto che comincia la sua vita come un verme (che rappresenta il potenziale non sviluppato) e, dopo un periodo nel bozzolo (programmazione) rinasce come splendida farfalla (lo schiavo Monarch). Alcune caratteristiche specifiche per la farfalla monarca, sono applicabili anche al controllo mentale.

    “Uno dei motivi principali per cui la programmazione Monarch ha assunto questo nome fù la farfalla monarca. La farfalla monarca impara dove è nata (radici) e passa questa conoscenza genetica ai suoi discendenti (di generazione in generazione). Questo è stato uno degli animali che ha fatto tacere gli scienziati, rendendo scientifico il fatto che il sapere possa essere trasmesso geneticamente. Il programma Monarch si basa sugli obiettivi Nazisti/Illuminati di creare una razza superiore, in parte attraverso la genetica. Se la conoscenza può essere trasmessa geneticamente (ed è così), allora è importante che vengano trovati i corretti genitori che possano passare la corretta conoscenza a quelle vittime selezionate per il controllo mentale Monarch “6.

“Quando una persona sta subendo traumi indotti da elettroshock, è provato che essa subisce una sensazione di leggera vertigine, come se si sentisse sospeso o fluttuante come una farfalla. Vi è anche una rappresentazione simbolica relativa alla trasformazione o alla metamorfosi di questo bell’insetto: da un bruco in un bozzolo (dormienza, inattività), ad una farfalla (nuova creazione), che ritorna al suo punto di origine. Tale è il modello migratorio che rende questa specie unica.”7

METODO

La vittima viene chiamata “schiavo” da parte del programmatore / gestore, che a sua volta è percepito come un “maestro” o “Dio”. Circa il 75% è di sesso femminile, in quanto in possesso di una maggiore tolleranza al dolore e perchè tendono a dissociarsi più facilmente rispetto ai maschi. Gli Handler della programmazione Monarch cercano di dividere in comparti la psiche del soggetto, creando personalità multiple usando il condizionamento basato sul trauma.

Di seguito è riportato un elenco parziale di queste forme di tortura:

1. Abuso sessuale e tortura

2. Confinamento in box, gabbie, bare, ecc, o sepoltura (spesso con una piccola apertura o un tubo d’aria per l’ossigeno)

3. Contenzione con corde, catene, polsini, ecc

4. Provocando la sensazione di annegamento

5. Caldi o freddi estremi, immersione nell’acqua ghiacciata o in prodotti chimici corrosivi/acidi

6. Scarnificazione (alle vittime destinate a sopravvivere venivano staccati solo le parti superiori dello strato epidermico)

7. Girare su se stessi

8. Luce Accecante

9. Scosse elettriche

10. Ingestione forzata di fluidi corporei, come sangue, urina, feci, carne, ecc

11. Essere appesi in posizioni scomode e dolorose

12. La fame e la sete

13. La privazione del sonno

14 Compressione forzata con pesi e oggetti

15. Privazione sensoriale

16. Allucinogeni, per creare confusione e amnesia, somministrate per iniezione o per via endovenosa

17. Ingestione o iniezione di sostanze chimiche tossiche per creare dolore o malattia, compresi agenti chemioterapici

18. Stiramento degli arti o dislocamento degli stessi

19. Posizionamento di serpenti, ragni, vermi, ratti e altri animali per indurre paura e disgusto sul corpo

20. Esperienze vicine al pre morte, come l’asfissia da soffocamento o annegamento, con immediata rianimazione

22. Si è costretti ad essere esecutori o testimoni di abusi, della tortura e il sacrificio di persone e animali.

23. Partecipazione coatta nella pedopornografia e nella prostituzione

24. Stuprare una donna per metterla incinta, viene quindi fatta abortire e il feto viene utilizzato a scopo rituale, o se la gravidanza non viene interrotta, il bambino viene rapito per essere una vittima sacrificale o diventare uno schiavo.

25. Abusi che vanno a colpire anche la spiritualità delle vittime facendole sentire possedute, molestate, e completamente controllate da spiriti o demoni

26. Profanazione delle credenze giudaico-cristiana e delle forme di culto; dedizione a Satana o ad altre divinità

27. Abusi e illusioni vengono perpetrati in modo da convincere le vittime che Dio è il male, come ad esempio convincere una bambina che è stato Dio a violentarla.

28. La chirurgia usata come forma di tortura, di sperimentazione, o che causa una variata percezione delle cose.

29. Danni o minacce ai familiari, agli amici, alle persone care, agli animali domestici, e alle altre vittime, per forzare il rispetto

30. L’uso della illusione e della realtà virtuale per confondere e rendere l’intera vicenda unw cosa poco credibile 8.

    “La base per il successo della programmazione Monarch è che possono essere create differenti personalità o parti di personalità, che non si conoscono tra loro, ma che possono prendere il controllo del corpo in momenti diversi. Le pareti di amnesia costruite grazie ai traumi, formano uno scudo protettivo di segretezza che protegge i colpevoli dall’essere scoperti, e impedisce alla personalità principale di sapere quando il sistema di cambio personalità è attivo. Lo scudo del segreto permette ai membri del culto di vivere e di lavorare assieme agli altri e di rimanere totalmente inosservati. La personalità dominante potrebbe essere un buonissimo cristiano, ma la personalità che si nasce sotto di essa potrebbe essere più satanica di quella di Mr. Hyde (Guardatevi BTK Bind Torture Kill). Si cerca di fare molto sotto il profilo del mantenimento della segretezza della agenzia di intelligence o del gruppo occulto che sta controllando lo schiavo. Il tasso di successo di questo tipo di programmazione è alto, ma quando fallisce, i fallimenti vengono eliminati attraverso la morte. Ogni trauma e tortura serve a uno scopo. Una grande quantità di sperimentazioni e ricerca furono condotti per sapere cosa poteva essere fatto e cosa no. Vennero elaborati grafici con i dati statistici su quanto si potesse torturare un corpo di un dato peso e di una data età senza che tale individuo morisse. “9

    “A causa del grave trauma indotto dalla terapia elettroconvulsiva, dagli abusi sessuali e da altri metodi, la mente si divide in personaggi differenti dal principale. Precedentemente indicato come Disturbo di Personalità Multipla, è attualmente riconosciuto come Disturbo dissociativo di identità ed è la base per la programmazione Monarch. Il condizionamento della mente della vittima viene ulteriormente rafforzato attraverso l’ipnosi, la coercizione a doppio legame, inversioni tra piacere e dolore, privazioni di cibo, acqua, sonno e sensoriale, insieme a vari farmaci che modificano alcune funzioni cerebrali “. 10

La dissociazione viene quindi ottenuta traumatizzando il soggetto, utilizzando l’abuso sistematico e rituali occulti terrificanti. Una volta che la scissione della personalità di base si verifica, un “mondo interno” può essere creato e nuovi alterego possono essere programmati utilizzando strumenti quali la musica, i film (soprattutto le produzioni Disney) e le fiabe. Questi ausili visivi e audio rafforzano il processo di programmazione con immagini, simboli, significati e concetti. Gli alterego appena creati possono essere attivati con le parole di attivazione o con dei simboli con cui è stata programmata la psiche del soggetto dal gestore. Alcune delle immagini più comuni interne viste dagli schiavi del controllo mentale sono gli alberi, l’Albero Cabalistico della Vita, loop infiniti, antichi simboli e lettere, ragnatele, specchi, vetri rotti, maschere, castelli, labirinti, demoni, farfalle, clessidre, orologi e robot. Questi simboli sono comunemente inseriti nei film della cultura popolare e nei video per due motivi: per desensibilizzare la maggioranza della popolazione, utilizzando i messaggi subliminali e la programmazione neuro-linguistica e di costruire deliberatamente specifici trigger e chiavi per la programmazione di base per i bambini “monarch” altamente impressionabili. 11 Alcuni dei film utilizzati per la programmazione Monarch includono Il mago di Oz, Alice nel paese delle meraviglie, Pinocchio e la Bella Addormentata.

Il film Il mago di Oz è utilizzato dai gestori del programma Monarch per i loro schiavi. Simboli e significati nel film diventano attivatori nella mente della vittima che consentono un facile accesso alla mente dello schiavo da parte del gestore. Nella cultura popolare, velati riferimenti alla programmazione Monarch usano spesso analogie con Il mago di Oz e Alice nel paese delle meraviglie.

In ogni caso, allo schiavo viene fornita una particolare interpretazione della trama del film, al fine di migliorare la programmazione. Ad esempio, ad uno schiavo che guarda Il mago di Oz viene insegnato che “Somewhere Over The Rainbow”è il “luogo felice” dove le vittime del controllo Monarch devono andare per sfuggire al dolore insopportabile che gli affligge. Utilizzando il film, i programmatori incoraggiano gli schiavi ad andare “oltre all’arcobaleno” dissociandosi, separando in modo efficace le loro menti dai loro corpi.

     “Come accennato prima, l’ipnotizzatore troverà più facile ipnotizzare i bambini se ci sa fare con loro. Un metodo che è efficace è quello di dire ai bambini piccoli, “Immagina di guardare il tuo programma tv preferito.” Questo è il motivo per cui i film della Disney e gli altri show per i piccoli sono così importanti per i programmatori. Essi sono lo strumento ipnotico ideale per ottenere la dissociazione mentale del bambino. I programmatori hanno utilizzato i film fin dall’inizio per far imparare ai piccoli gli script ipnotici. I bambini hanno bisogno di sentirsi parte del processo ipnotico. Se l’ipnotista permette al bambino di costruirsi il suo immaginario personale, le suggestioni ipnotiche saranno più forti. Piuttosto di dire il colore del cane, il programmatore può chiederlo direttamente al bambino. E’ proprio in questo aspetto che i libri e i film proiettati assistono il bambino nel focalizzare la giusta direzione da intraprendere con la sua psiche. Se l’ipnotista parla con il bambino, dovrà prendere delle precauzioni extra per non cambiare il tono della voce e avere transizioni morbide. La maggior parte dei film della Disney sono utilizzati ai fini della programmazione. Alcuni di essi sono progettati specificatamente per il controllo della mente “12.

LIVELLI DELLA PROGRAMMAZIONE MONARCH

I livelli di programmazione Monarch identificano le “funzioni” dello schiavo e prendono il nome dalla elettroencefalografia (EEG) delle onde cerebrali ad essi associate.

Tipi di onde cerebrali

Monitoraggio delle onde cerebrali attraverso il cuoio capelluto

Considerata come la programmazione “generale” o regolare, quella ALPHA si situa all’interno delle dinamiche di base del controllo della personalità. E’ caratterizzata da una ritenzione mnemonica estremamente pronunciata, insieme ad un sostanziale incremento della forza fisica e visiva. La programmazione alpha si realizza attraverso la deliberata suddivisione della personalità delle vittime, in sostanza, provoca una divisione sinistra-destra del cervello, consentendo una riunione programmata dell’emisfero sinistro e destro attraverso la stimolazione neuronale.

La BETA rappresenta la programmazione “sessuale” (schiavi sessuali). Questa programmazione elimina le convinzioni morali apprese e stimola l’istinto sessuale primitivo, privo di inibizioni. Alterego “Gatte” possono crearsi a questo livello. Conosciuta come la programmazione Sex-Kitten, è la più visibile delle programmazioni sulle celebrità femminili, sulle modelle, sulle attrici e sulle cantanti che sono state sottoposte a questo tipo di programmazione. Nella cultura popolare, i vestiti con stampe feline spesso denotano la programmazione sex-kitten.

La DELTA è nota come programmazione “killer” ed è stata originariamente sviluppata per l’addestramento degli agenti speciali o dei soldati d’elite (cioè la Delta Force, il First Earth Battalion, il Mossad, ecc) nelle operazioni di infiltrazione. L’ottima risposta adrenalinica e l’aggressività controllata sono evidenti. I soggetti sono privi di paura e sono molto sistematici nello svolgimento delle loro assegnazioni. Istruzioni come il suicidio  sono stratificate in a questo livello.

THETA. Viene considerata una programmazione psichica. I bloodliners (cioè coloro che discendono da famiglie di tradizione satanista) hanno una propensione psichica, sconosciuta a chi non appartiene alle loro casate, utilizzando la telepatia. Tuttavia, dati i limiti intrinseci di questo tipo di controllo mentale vennero introdotti svariati sistemi elettronici, come impianti cerebrali che sfruttano le tecnologie laser ed elettromagnetiche. E’ noto che essi vengono utilizzati in abbinamento a super computer e a satelliti di geolocazione.13

CONCLUDENDO

E’ difficile rimanere obiettivi descrivendo gli orrori subiti dagli schiavi Monarch. L’estrema violenza, l’abuso sessuale, la tortura mentale e i giochi sadici inflitti alle vittime da “rinomati scienziati” e da funzionari di alto livello dimostrano l’esistenza di un vero e proprio “lato oscuro” del potere. Nonostante le rivelazioni, i documenti e i whistle blowers, la grande maggioranza della popolazione ignora, respinge o evita il problema del tutto. Oltre due milioni di americani sono stati programmati dal condizionamento basato sul trauma dal 1947 e la CIA ha ammesso pubblicamente i propri progetti sul controllo mentale nel 1970. Film come The Manchurian Candidate fanno riferimento direttamente al soggetto della discussione che sto portando avanti, raffigurando le tecniche di tortura, come l’elettroshock, l’uso di parole “attivatrici” e l’implementazione del microchip nelle nostre vite. Diversi personaggi pubblici che vediamo nei nostri schermi tv e nei film sono schiavi del controllo mentale. Personaggi famosi, da Candy Jones, a Celia Imrie a Sirhan Sirhan sono uscite allo scoperto e hanno raccontato le loro esperienze di vittime del controllo mentale … ma ancora il pubblico rivendica l’idea che “sia tutto una finzione”.

La ricerca e i fondi investiti nel progetto Monarch non vennero spesi solo per le vittime del controllo Monarch. Molte delle tecniche della programmazione messe a punto in questi esperimenti vengono applicati su una scala mondiale attraverso i mass media. I video musicali, le notizie dei media ufficiali, i film, le pubblicità e i programmi televisivi sono concepiti utilizzando i dati più avanzati sul comportamento umano a disposizione. Molti di questi provengono dalla programmazione Monarch.

Fonte

Natalia Kills: “Zombie” e “Wonderland”, dedicate al controllo mentale degli illuminati

Negli ultimi anni, la scena musicale pop ha incorporato gradualmente, sempre più grandi dosi di simbolismo illuminato nei suoi video musicali. L’ultima arrivata tra le cantanti pop, Natalia Kills, non sfugge sicuramente a questa regola. Mentre altre pop star mischiano simbolismi sovversivi ad altri temi e questioni, i video di Natalia sembrano concentrarsi esclusivamente sulle immagini del controllo mentale. Andremo ora ad analizzare i video “Zombie” e “Wonderland”.

Natalia Kills è una cantautrice inglese che sottoscrisse un sottoscritto con will.i.am e Interscope Records. Non diversamente dalle altre pop star femminili, Natalia ha cominciato a lavorare nel settore dello spettacolo in giovane età (7). Nel 2005, Natalia Kills era una rapper conosciuta sotto il nome di Verbalicious e pubblicò un singolo dal titolo “Don’t Play Nice”, un brano rap allegro con uno stile sportivo, radicalmente diverso da quello attuale.

Dopo essere stata presa sotto l’ala della Cherrytree Records e quindi alla Interscope, il suo nome cambiato in Natalia Kills, il suo stile musicale passò all’electro-pop e la sua immagine complessiva divenne molto più “sicura”, attenta alla moda e contorta. In altre parole, venne trasformata in una pop star degli illuminati.

Anche se non possiede lo stesso livello di popolarità in tutto il mondo, Natalia Kills è spesso paragonata a Lady Gaga. Anche se i suoi fan probabilmente non apprezzano il confronto, ci sono in effetti diverse somiglianze tra le cantanti: entrambe hanno iniziato a cantare in giovane età, entrambe hanno firmato con la Cherry Tree della Interscope, entrambe hanno subito una metamorfosi estrema: dopo aver firmato il contratto sono diventate più snob ed è avvenuta una iper-sessualizzazione nel loro carattere; sia hanno cambiato il loro nome dopo la firma con la Cherry Tree, entrambe hanno lavorato con gli stessi produttori, e cosa più importante, incorporano, nei loro video, forti messaggi simbolici occulti e sul controllo mentale.

C’è una leggera differenza, però, nel mondo di Natalia Kills, che ci crediate o no, le immagini sul controllo mentale e sul simbolismo sono ancora più evidenti. Le sue canzoni e video possono effettivamente essere lette come un diario di una vittima della programmazione Monarch.

Il mondo di Natalia è dominato dai concetti di tortura,  di oppressione, di sadici handler, di violenza, di abusi sessuali e di droga. In tutti e tre i suoi video, Natalia viene abusata e tratta male, in una costante combinazione tra sesso e violenza (i nostri due istinti più primordiali).

Riflessi e specchi rotti: simboli della frattura nella personalità dello schiavo controllato mentalmente

Nel primo singolo di Natalia, Mirrors, vengono mostrati tutti i riferimenti, apparentemente obbligatori, al controllo mentale, attraverso il simbolismo (specchi fratturati, cuore in gabbia, ecc) e attraverso il BDSM (Bondage / Dominazione / Sadismo / Masochismo). Tuttavia, è nei suoi due singoli successivi, Zombie e Wonderland, che si può associare chiaramente Natalie al controllo mentale Monarch (per chi ne capisce di simbolismo Monarch, i nomi delle canzoni da solo dicono tutto). Vediamo il simbolismo di questi due video.

ZOMBIE

Senza il video, Zombie poteva essere interpretata come la storia di un ragazzo dal cuore di ghiaccio che non ricambia l’interesse della ragazza innamorata….. L’impostazione del video, però, sicuramente non corrisponde a questa interpretazione: Natalia è legata ad un tavolo in quello che sembra un freddo laboratorio (la location dove venivano attuate le procedure per il controllo mentale?), ed è controllato da una persona invisibile che sta sadicamente torturando Natalia e coloro i quali la stessa ama.

Il video comincia mostrando manichini senza vita, smembrati, simbolo dell’impotenza degli schiavi controllati mentalmente nel ribellarsi contro l’handler. Questo simbolismo si può trovare in moltissimi altri video di pop star

Una maschera viene meticolosamente tolta dal volto di Natalia. Le maschere vengono utlizzate nel controllo Monarch per confondere e programmare lo schiavo. Rappresentano le multi personalità del soggetto che possono essere messe e tolte a volontà dell’handler. I guanti ben visibili, provano che non si tratta di un rapporto tra 2 amanti ma bensì di un rapporto tra schiavo e suo handler.

In questa veloce scena, l’handler sembra infilare qualcosa nella testa di Natalia (si tratta di un riferimento all’elettroshock?)

Strumenti di tortura usati dal suo Handler.Questo video non parla proprio di una storia d’amore non contraccabiata…In un’altra scena si vede l’handler con una siringa in mano: nel controllo mentale spesso vengono iniettati sedativi e allucinogeni per riuscire a controllare meglio lo schiavo

Nel contesto del video, diventa chiaro che i testi riguardino in realtà la malata, contorta e forzata infatuazione sentita da uno schiavo verso il suo gestore. L’inizio del brano descrivere la relazione:
I’m in love with a zombie
Can’t keep his hands off me
I think he’s looking at me
But he’s looking right through me

You think you’re so cool boy
Blood rushing through my veins now
Do you want me for my body
Do you want me for my brain, brain, brain, brain

Non tiene le mani apposto è uno dei riferimenti al carattere abusivo della “relazione” sessuale tra Natalia e il suo handler. Le ultime due righe di questo versetto sono in realtà le più agghiaccianti: Mi vuoi per il mio corpo / Mi vuoi per il mio cervello, cervello, cervello, cervello. L’handler, alias lo zombie, vuole in realtà il suo cervello, cioè l’obiettivo finale è il controllo della mente. La sta abusando per provocarle un trauma e una dissociazione, che crea psicologicamente diversi alter ego, che a conti fatti è il fine ultimo della programmazione Monarch. Il video lo esplicita: non stiamo sicuramente parlando di un ragazzo che fa lo stronzo, ma di un sadico, tipo Josef Mengele.

Dopo aver assistito a questo freddo, robotico single, ho avuto la sensazione che i video successivi di Natalia sarebbero stati delle feste di simboli, dal momento che i nuovi cantanti devono spingere sempre un passo in avanti i piani degli illuminati … Immagino di aver avuto ragione.

WONDERLAND

Una schiava dell’Mk Ultra costretta a non vedere la realtà con i propri occhi ma con quelli degli handlers che la comandano. C’è una enfasi sul rosso il colore del sacrificio.

Per coloro che hanno familiarità con il simbolismo del controllo mentale, il nome di questo singolo, Wonderland, è un segnale che in questa canzone vi sarà molto di più della semplice musica. Alice in Wonderland è il principale film associato con la programmazione Monarch, in quanto è uno strumento di programmazione vero e proprio. Utilizzando le associazioni nel film, gli schiavi sono anzi incoraggiati a “camminare attraverso lo specchio” – nel senso di dissociarsi dalla realtà. Nella fiaba, Alice entra in un mondo fantastico dove tutto è magico, sottosopra ed instabile, un mondo simile al mondo interno dello schiavo, dove tutto può essere modificato dal gestore.

Sapendo questo, la storia apparentemente casuale e senza senso di Wonderland comincia a prendere forma. Se avete letto altri articoli su questo sito, probabilmente si può riconoscere e identificare il significato di questi simboli, in quanto si trovano in numerosi altri video musicali. L’uso costante dello stesso insieme di simboli attraverso la cultura popolare non è un caso: una storia è raccontata in termini velati per coloro che hanno “occhi per vedere”.

La canzone parla di disillusione verso il mondo magico delle fiabe. Questa sensazione è particolarmente vera per le vittime del controllo mentale, che sono programmate con le fiabe da loro gestori. Il mondo affascinante di queste storie è, naturalmente, in netto contrasto con l’orribile realtà di queste vittime, che sono programmati a riconoscere delle affinità tra queste storie e la loro realtà interna frastagliata. Ciò si riflette nel primo versetto di Wonderland:

I’m not Snow White, but I’m lost inside this forest
I’m not Red Riding Hood, but I think the wolves have got me
Don’t want those stilettos, I’m not, not Cinderella
I don’t need a knight, so baby, take off all your armor

Questo versetto descrive la confusione mentale (lost inside this forest), il controllo da parte degli operatori (I think the wolves have got me) e anche l’abuso sessuale (Don’t want those stilettos) inflitte alle vittime della programmazione MK ultra dalle stesse persone che narrano loro le fiabe. Nonostante questi riferimenti, si potrebbe sostenere che la canzone in sé possa essere interpretata come il desiderio di un “amore vero”. Beh, come sempre, possiamo rivolgerci al video per avere un chiarimento … in esso è  abbastanza chiaro, l’amore, c’entra poco….

Riempito con veloci messaggi semi subliminali di forti parole, il video non fa alcuna allusione ad un innamoramento, ma fa un sacco di riferimenti al controllo mentale. Alcune delle frasi che lampeggiano sullo schermo sono mantra che vengono effettivamente utilizzate negli schiavi controllati mentalmente al fine di confonderli.

“L’amore è dolore” è una citazione dal libro di Fritz Springmeier “The Illuminati Formula to create a Mind Controlled Slave” che viene effettivamente utilizzata nelle vittime. Gli schiavi sono effettivamente programmati per percepire la tortura come una forma di amore. Dal libro: “Il programmatore prende in considerazione anche le cosiddette ‘parole di potere ‘. Queste sono parole che hanno un significato specifico per la persona.

Questa immagine compare sullo schermo per circa mezzo secondo

Il video inizia con una sorta di processione rituale, dove Natalia – vestita di rosso, il colore occulto del sacrificio – viene forzatamente trascinata da qualche parte da degli uomini in tenuta antisommossa. La scena è costellata di brevi flash che mostrabo la polizia mentre sbaraglia delle persone durante una rivolta – ponendo il video nel contesto di uno stato di polizia.

Natalia/cappuccetto rosso, condotta verso i lupi

Natalia viene seguita da donne vestite di nero che portando una bandiera rossa, alludendo alla natura rituale della processione. Natalia viene portata in un edificio sicuro in cui è costretta a partecipare ad una cena di alto valore simbolico.

Sotto la supervisione della polizia in tenuta antisommossa, la cena si svolge su un pavimento con un motivo a scacchi – il pavimento rituale massonico in evidenza in innumerevoli altri video

Il tavolo della cena è intriso di simbologie sul controllo mentale:

Una tortina imbottita di pillole – mischiare le cose che i bambini amano con la causa del loro abuso.

Moncherini di bambole sul tavolo del pranzo. Come per i manichini senza braccia visti in Zombie, queste bambole rappresentano l’impotenza degli schiavi controllati mentalmente.

Gli ospiti della cena indossano maschere a forma di coniglio. In Alice nel Paese delle Meraviglie, Alice segue il bianconiglio nella sua tana, portandola a Wonderland. Nella programmazione Monarch allo schiavo viene detto di “seguire il bianconiglio” per raggiungere Wonderland – una parola in codice per la dissociazione totale. Nel video, il coniglio bianco ingoia una pillola, dicendo a Natalia di fare lo stesso.

In un’altra scena, Natalia viene mostrata mentre più mani le coprono la visione. Questa immagine simbolica viene utilizzata anche in altri video che hanno per tema il controllo mentale per rappresentare gli handler che controllano la loro vittima.

In alto: Natalia Kills in Wonderland; In basso: Rihanna nel breve video pubblicitario del suo profumo. Entrambi i video contengono pesante simbolismo Monarch ed entrambi dispongono di questa scena inquietante.

La cena si svolge sotto la sorveglianza di polizia in tenuta antisommossa. Come visto negli articoli precedenti, vi è uno sforzo cosciente per “normalizzare” la presenza di questi fattori nella cultura popolare, vi è quindi una loro presenza forte nei video commerciali

La polizia del Nwo supervisiona il processo di controllo mentale (la cena) che si sta svolgendo al piano di sotto

Dopo “aver preso le pillole”, Natalia diventa un po’ chiassosa, inducendo la polizia a razziare il luogo e  a picchiarla selvaggiamente. La portano poi fuori dove il sacrificio avrà luogo.

Uno stile di esecuzione medievale, con il taglio della testa di Natalia

All’inizio del video, Natalia viene mostrata vestita di rosso (il colore del sacrificio) e seguita da donne vestite di nero (la morte e la mattina). Il suo sacrificio rituale era previsto fin dall’inizio. In termini di controllo mentale, il processo ha causato in Natalia una dissociazione, andare al Paese delle Meraviglie e “perdere la testa”. La trasformazione, avvenuta sul pavimento con fantasia a scacchiera, ha fatto si che Natalia perdesse il controllo della sua mente e delle sue azioni. Attraverso il trauma dell’oppressione, la droga e l’abuso fisico, Natalia si è dissociata ed è andata a Wonderland, l’unico rifugio dal suo trauma.

Come l’ascia si abbassa, così appare la parola “Wonderland” in rosso, associando la testa tagliata al vero significato della parola “Wonderland” in questa canzone. Il video termina con un’immagine ispiratrice, destinata a sollevare una generazione di giovani menti:

La testa di Natalia tagliata, con un gruppo di mosche attorno ad essa. Un simbolo adeguato della nostra cultura pop.

CONCLUDENDO

Non appena i veterani della musica pop perdono il loro smalto e la loro “magia”, ci sono nuove stelle pronte a spazzarli via e a sostituirli nelle menti dei giovani fan. Le etichette discografiche e l’industria discografica degli Illuminati nel loro complesso sono consapevoli della natura del business, che è alimentata da giovani alla costante ricerca del brivido successivo a buon mercato e di cavalcare sempre l’ultima tendendza. Nel giro di pochi mesi, i fan possono andare da “Lei/lui è la migliore la/lo amerò per sempre” a “Pff..che noia”. Così, nel caso in cui le persone si stancassero mai della Gaga, la sua etichetta discografica ha già pronta la star della nuova generazione che assolverà alle necessità degli Illuminati.

Mentre il pubblico diventa sempre più insensibile all’agenda, i video diventano sempre più rappresentazioni incensurate del controllo mentale, che è probabilmente la pratica più sadica e malvagia mondo. Il video di Natalia può essere letto come un diario di una vittima della programmazione Monarch, dove si descrive un mondo dominato dalla oppressione, dalle torture, dalle violenze, dagli abusi sessuali e dalla droga. Natalia dipinge il mondo orribile degli schiavi del controllo Monarch e di come lei stessa è stata abusata e portata al degrado psichico, il tutto però rappresentato come un qualcosa di figo e alla moda.

Natalia non gode attualmente del livello di notorietà di Rihanna o di Lady Gaga. Ha però tutto ciò che serve per diventare una favorita del settore – una candidata ideale per guidare una nazione di zombie a Wonderland.

Fonte

Judas: Interpretazione e significato occulto

Nuovo video per Lady Gaga, questa volta la signorina Germanotta, interpreta in chiave moderna alcuni passaggi biblici (bacio di Giuda, lavanda dei piedi ecc…). Come sempre gli strati interpretativi sono diversi, dal più ovvio e superficiale a quello più ermetico e simbolico. L’interpretazione ufficiale del video spiega come esso parli della storia di una ragazza combattuta tra due diversi poli, l’uno la retta via cui cerca di aggrapparsi con tutte le forze (Gesù) l’altra a cui “non riesce a dire di no” è la perdizione (Giuda). Ovviamente questa è una interpretazione ridicola, che evita di prendere in considerazione tutto il simbolismo presente nel video.

Riportando le parole stesse della Gaga ecco la sua interpretazione:

“‘Judas è una metafora e un’analogia sul perdono e sul tradimento e su tutte quelle cose che ti perseguitano nel corso della vita e su come credo personalmente che sia l’oscurità nella nostra vita ad accendere ed illuminare la grande luce che sta sopra di noi. Qualcuno una volta mi disse: “Se non hai ombre vuol dire che non sei nella luce.” La canzone parla quindi di “lavare i piedi” al bene e al male e di comprendere e di perdonare i demoni del tuo passato per riuscire ad andare avanti. Mi piacciono molto le metafore estreme presenti nel video e pure ai miei fan. E’ certo una metafora molto impegnativa e aggressiva, ma resta pur sempre una metafora.” Fonte

A braccetto con lo “zeitgeist” che si sta imponendo socialmente e culturalmente, nella nostra civiltà, con questo discorso si tentano di far passare concetti traviati e manipolati. L’oscurità non illumina nessuna luce che abbiamo “sopra” di noi, in caso la luce che sta dentro di noi può illuminare la negatività che ci attornia. La ricerca della luce attraverso le tenebre, puzza di dottrine luciferine (ma guarda un pò!). Con questa affermazione la Gaga esprime abbastanza chiaramente cosa per lei significa luce: qualcosa che proviene dalle tenebre: Lucifero.

I 12 APOSTOLI/MOTOCICLISTI 

Il video si apre con una banda di motociclisti che sta percorrendo una autostrada. La banda di motociclisti sono i dodici apostoli al seguito di Gesù, compreso Giuda. La Gaga interpreta Maria Maddalena, avvinghiata ad una figura che richiama quella di Gesù cristo, con indosso una corona di spine. Tra i motociclisti vi è Giuda, che supera la moto della Gaga mentre la stessa molla a “Judas” un’occhiata di fuoco.

I motociclisti in tenuta esibiscono sul retro del giubbotto il simbolo della “Skull & Bones” società segreta che credo sia ben nota ai frequentatori di questo sito.

Logo Skull & Bones

BENAVIDEZ

Dopo il giretto in autostrada, finalmente Gaga e compagnia bella arrivano nel loro rifugio. Appena entrati, per una frazione di secondo, appare, nella parete dietro di loro, la scritta “Benavidez”. Nulla è messo a caso soprattutto nei video degli schiavi degli illuminati. Chi è Benavidez?

Roy Benavidez, fù un soldato dell’esercito americano, membro del “Gruppo di studio e osservazione” durante la guerra in Vietnam che conduceva, tra l’altro, psy – ops in territorio vietnamita. Quando si ritirò dalla carriera militare si dedicò alla gioventù americana, avendo come manifesto un semplice motto: “Le cattive abitudini e le cattive compagnie vi rovineranno”. Fonte

Contesutalizzando il messaggio nel video della Gaga, si tratta forse di un impercettibile messaggio, atto a metterci in guardia dai suoi burattinai? Le “Cattive compagnie” sono forse gli illuminati? Le “cattive abitudini” sono forse un riferimento al passato burrascoso della Gaga che probabilmente ha facilitato il suo ingresso nella cerchia di stars brandizzate dagli illuminati?

LA DONNA IN ROSSO

Dopo l’arrivo al rifugio, ci ritroviamo in questo giardino interno dove la Gaga vestita con un Sarong rosso, balla sculettando. Come in tutti i recenti video delle marionette degli Illuminati, le protagoniste (Katy Perry, Rihanna, Britney Spears) subiscono diverse trasformarsi nel corso del cortometraggio.

Uno dei personaggi più comuni a comparire nei film commissionati dagli Illuminati è la donna in rosso. Questo personaggio rappresenta la puttana di Babilonia, metaforicamente un ente o struttura di potere citata nell’ultimo libro della Bibbia, l’Apocalisse. Che cosa dice la Bibbia riguardo la prostituta di Babilonia?

E la donna era vestita di porpora e di scarlatto, adornata d’oro, di pietre preziose e di perle, con una coppa d’oro in mano piena di abominazioni e delle immondezze della sua fornicazione:
E sulla sua fronte era scritto un nome misterioso: Babilonia la grande, la madre delle prostituzioni e delle abominazioni della terra.

Apocalisse [17:04-17:05]

Viene associata ai colori porpora e scarlatto (rosso scarlatto a volte con un pizzico di arancio), alla stregoneria, alle finanze e al commercio. Secondo la bibbia, la prostituta di Babilonia è la struttura di potere presente sulla Terra prima dell’arrivo della “Bestia”. Dopo il suo arrivo, “la bestia” spoglia nuda la prostituta, e ne brucia le carni. Quello che la Bibbia sembra suggerire è che un potere malvagio (“la Bestia”) arriverà e schiaccierà un altro potere del male (La puttana di Babilonia).

Capirete presto che il colore rappresenta una grande parte del loro simbolismo. Una moto nera, un cavallo nero, o un’auto nera possono essere simboli atti a rappresentare il cavaliere nero o i cavalieri dell’apocalisse.
Gli attributi comuni per la  “donna in rosso” sono questi:

Si innamora / o seduce l’Anticristo
E’ vestita completamente di rosso in almeno una scena
Ad un certo punto tradirà una parte per giurare fedeltà ad un’altra
Lavora per il “cattivo” della situazione
Mostra evidenti segni di fedeltà verso l’anticristo
Ama il denaro, la fama, e la gloria
Pratica la magia

Ecco alcune immagini, tratte da film di successo dove compare questo marchio di fabbrica:

Svariate opere “illuminate” rappresentanti il concetto di puttana di Babilonia

Mentre l’interpretazione ufficiale insiste sul fatto che la Gaga rappresenti Maria Maddalena, si possono trovare molte indicazioni sul fatto che rappresenti anche la figura della puttana di Babilonia:

E la donna era vestita di porpora e di scarlatto, adornata d’oro, di pietre preziose e di perle

Simbologia pienamente rispettata, motociclette, colori rosso, porpora, pietre preziose…

Il video continua progressivamente, con la Germanotta che non sembra resistere al fascino di Giuda, contrapposta ad un più risoluto e timido Gesù Cristo. Giuda in questo video rappresenta gli eccessi e i vizi dell’uomo comune: è un rissaiolo, donnaiolo e ubriacone sempre pronto a dimostrare la sua egoistica natura. Dall’altra parte abbiamo un Gesù apatico, in una sorta di buddhità data dalla sua condizione. Stanca ormai della sua condizione la Gaga, non riesce a resistere al lato oscuro (Giuda) e tradisce Gesù. Probabilmente la Gaga esprime attraverso le immagini la sua condizione di prigioniera degli Illuminati, adoratori di Lucifero dediti a pratiche malvage, ma che le garantisco però, la fama e il successo che tanto desidera.

ELETRIC CHAPEL

Dopo aver ballato nel giardinone esterno, Gaga e apostoli si fanno strada all’interno dell'”Eletric Chapel”. La cantante, sta a braccetto con Gesù, mentre Giuda è già ubriaco e sta facendo baraonda all’interno del locale. L’ “Eletric Chapel” è stato definito dalla stessa Gaga come un rifugio, un santuario dove ci si possa sentire bene ed essere protetti.

L’eletric chapel, notare il riferimento metaforico riportato nell’immagine sotto l’insegna. La cappella elettrica

Qui la coreografia è eseguita con degli uomini

Stessa coreografia, ora son tutte donne

L’eletric chapel non è altro che un riferimento all’MK ULTRA e alle sedute di elettroshock cui sono sottoposte le vittime. Venivano e vengono condotti esperimenti di questo tipo: ad esempio viene fatto ascoltare per 16 ore di fila un messaggio audio, dopo la seduta di elettroshock ce se ne dimentica completamente. Diciamo che la pratica dell’elettroshock unita a droghe, barbiturici e ad un forte condizionamento fisico/ambientale, crea amnesi e danni permanenti al cervello.

“Ci sarà in una delle prossime generazioni un metodo farmacologico per far amare alle persone la loro condizione di servi e quindi produrre dittature, come dire, senza lacrime; una sorta di campo di concentramento indolore per intere società in cui le persone saranno private di fatto delle loro libertà, ma ne saranno piuttosto felici”

Aldous Huxley, 1961, California Medical School di San Francisco

Seguendo questo principio si può dire che l'”Eletric Chapel” sia il luogo dove finiscono le paranoie e le preoccupazioni svaniscono. Moralità, coerenza e fermezza in questo luogo sono parole prive di significato, dove tutto si può.

Notare in fondo alla stanza il simbolo dell’Eletric Chapel: la testa di un uomo con piccole scosse che fuoriescono dalla stessa… un riferimento all’elettroshock?


Dopo il ballo all’Eletric Chapel la Gaga assieme agli apostoli e Gesù si avvia verso una sorta di palco/altare, dove Gesù comincia a perdonare i peccati della gente.

Pietro: Può fondare una casa o affondare un corpo

In questa parte del video possiamo notare, come la Gaga sia in qualche modo stanca delle manfrine di Gesù sempre buono e immutabile, che perdona tutti e non sembra venir toccato dalle passioni e dalla voglia di divertirsi (il contrario di Giuda).

Lacci, sbarre…tutti a simboleggiare la costrizione e l’imprigionamento in una condizione noiosa e deprimente. Il salsiciotto legato credo che capiate anche da soli cosa significhi!XD

IL FASCINO DI GIUDA

Proseguendo nel video, vediamo una nuova versione della Gaga, sta volta mentre tenta di mettere in guardia Gesù dal tradimento di Giuda. Giuda, incurante della pistola puntata contro, ammalia la protagonista che cede ai suoi sentimenti, tradendo Gesù.

Qui la coscienza “malvagia” della Gaga prende il sopravvento, notare il simbolo dell’occhio che tutto vede. Il suo vero io viene accecato e ridotto al silenzio (catene, dita e capelli coprono la bocca e l’occhio destro)

Non sembra essere molto contenta!:)

Ipnotizzata da Giuda

Maria Maddalena, cade in ginocchio profondamente addolorata per aver tradito Gesù.

LA LAVANDA DEI PIEDI

Lady Gaga viene ora sommersa da un’ondata (riferimento simbolico al suo stato emozionale) l’acqua infatti rappresenta la ragione, la propria mente. Un’acqua calma e tranquilla significa stabilità, un maremoto ovviamente disequilibrio emozionale/mentale.

Sommersa da un maremoto di emozioni

Lady Gaga esegue quindi la lavanda dei piedi a Gesù e a Giuda, venendo perdonata dal primo.

LAPIDAZIONE

Il video si chiude con la pubblica lapidazione di Maria Maddalena.

Dopo aver descritto sommariamente i punti salienti del video cercherò di mostrarvi il simbolismo massonico/illum

SIMBOLISMI VARI ED EVENTUALI

Occhio Onniscente 1

Piramide e occhio con piramide (nella chiesa)

Scacchiera massonica

Occhio onniscente 2

Occhio onniscente 3

Occhio onniscente 4

Occhio onniscente 5

6 birre per Gesù, la posizione delle braccia della Gaga ricorda un 6 e altre 6 birre per Judas…666 La triade satanica (i satanisti tendono ad invertire i riti cristiani e appropiarsene come segno di sfida.

Capelli in stile scacchiera massonica bianco/nero (bene e male)

3 LIVELLI DI INTERPRETAZIONE

LIVELLO 1:

Siete ragazzine adolescenti, vi trovate alla seconda storia d’amore ma non riuscite a ricordarvi, il primo insostituibile amore? Ecco riassunto in 4 e 4 otto il “significato” dato dalla Gaga e ufficialmente promulgato dai mass media. Insomma metafore forti, immagini e colori sgargianti, per narrare una storia vecchia come l’umanità…La difficoltà di dimenticare il passato lasciandoselo alle spalle. I cosidetti “legami che stringono” sono difficili da tagliare e spesso ci vuole deteminazione per farlo.

Bhè…questo significato è puerile e fa acqua da tutte le parti… Qui non si sta parlando di amori da dimenticare ma bensì di una scelta, vivere nella virtù o nel peccato. La Gaga vede bianco o nero (chissà perchè…).

LIVELLO 2:

Avvicinandoci alla verità, possiamo andare ad analizzare i 2 protagonisti maschili del video Gesù e Giuda. Due opposti, l’uno imperturbabile, l’altro schiavo delle passioni. E’ una suddivisione netta che non lascia spazio a vie di mezzo. La Gaga nel video dice di voler esprimere la difficoltà che si deve affrontare nel cammino dei giusti, la tentazione. Tentazione che per altro trova ben poca resistenza da parte della Germanotta.

LIVELLO 3:

Certamente non si tratta solo di un amore mai dimenticato o di tentazioni insostenibili. Nella figura di Gesù possiamo identificare, l’uomo medio, certo buono, ma che, in questa società corrotta, l’unica cosa che può fare di sensato è perdonare i peccati degli altri. Dall’altra parte abbiamo Giuda o meglio gli Illuminati, il potere forte che in questa società determina se vali o no. La Gaga ovviamente è assuefatta da questa organizzazione e non può fare a meno di lei, nè sul piano professionale nè sul piano privato. Probabilmente il fiasco di “Born this way” non è stato mandato giù dagli Illuminati e questo video rappresenta un modo per ribadire la sua vicinanza agli Illuminati, perchè Lady Gaga può essere una “Fame Monster” ma senza di LORO non è nulla.

CONCLUSIONE

Preannunciato dalla stessa Gaga come qualcosa di rivoluzionario video e canzone stentano, seppur orecchiabili, a raggiungere i picchi di PokerFace, Paparazzi o di Alejandro. Il video francamente non stupisce più di tanto è come sempre pubblicità agli illuminati e promulgazione dell’agenda dei capi. Possiamo vedere il riferimento all’MkUltra all’interno dell'”Eletric Chapel” in cui la Gaga ha un’espressione molto vuota. Come sempre l’estrema sessualizzazione del video è una parte della programmazione beta (Sex kitten) con simboli quali la donna in rosso/puttana di Babilonia. Il target della Gaga va a toccare anche età molto basse manipolando (data l’immaturità dei cervellini di 10 -12 anni) la percezione del sesso, della donna e dell’uomo.  Siamo di fronte ad una operazione di sottile eugenetica, nella quale le persone più riflessive (intelligenti) vengono lasciate in parte (seppur con mooooolto dispiacere) per degli idioti tutto muscoli e niente cervello. Se notate e qui mi rivolgo al pubblico maschile, la bellezza media non basta più, ci sono i brutti e i belli, i discreti sono automaticamente messi nel dimenticatoio dei cessi e le persone intelligenti vengono etichettate come noiose, perchè non parlano di Uomini e donne, calcio, moda o Grande Fratello. Vogliono far riprodurre come conigli gente con QI basso (70-90 punti) per poter meglio controllare una popolazione cretina e fare estinguere  le persone di intelligenza media e superiore (100 – 140 punti di QI) perchè sono loro la vera fonte di problemi. Per i geni (150 in sù) basta farli passare dalla loro parte….tanto non sono in tanti ormai….

Fonte? IO!:P