Miliardari come Bill Gates non ci salveranno dal Covid, dai cambiamenti climatici o dalle fake news. Perche’ non e’ nel loro interesse

La convinzione del fondatore di Microsoft che Big Pharma debba mantenere il monopolio sui vaccini, negando così a milioni di persone di ottenerli, dimostra una verità essenziale sui super ricchi: sono sanguisughe egoiste.

Miliardari. La nostra società ha un rapporto complicato con queste persone poiché la loro mera esistenza in un momento di disuguaglianza record sottolinea solo l’assurdità della nostra vita quotidiana sotto una forma deformata di capitalismo. Questo perché nessuno di loro ha effettivamente guadagnato un miliardo di dollari, piuttosto hanno sfruttato i lavoratori per accumulare quella ricchezza oscena. Sono sanguisughe, non dovrebbero esistere ma alcuni, presumo, sono brave persone.

In un articolo di aprile per The New Republic, il giornalista Alexander Zaitchik espone esattamente come Gates, attraverso la sua rete di beneficenza, avesse sostanzialmente dirottato la risposta globale al Covid-19 e la avesse allontanata dall’idea di un “vaccino popolare”, optando invece per il programma COVAX.

Ciò è accaduto perché, scrive Zaitchik, Gates e la sua rete avevano implicitamente sostenuto che “i diritti di proprietà intellettuale non presenteranno problemi per soddisfare la domanda globale o garantire un accesso equo, e che devono essere protetti, anche durante una pandemia”. Fondamentalmente, Gates pensa che sia possibile sradicare il Covid-19 e rafforzare le stesse strutture sistemiche che hanno portato alla sua diffusione incontrollata in primo luogo.

Questo prevedibilmente fallì. In una recente intervista con Sky News, a Gates è stato chiesto se sarebbe stato utile cambiare la legge sulla proprietà intellettuale al fine di condividere la “ricetta per questi vaccini” con i paesi più poveri a cui ha risposto, “No.”

Ha continuato spiegando che non avrebbe fatto differenza poiché ci sono poche fabbriche in grado di produrre il vaccino.

“Il problema non e’ la proprietà intellettuale. Non esistono fabbriche di vaccini inattive approvate, che possono produrre vaccini sicuri”, ha detto. “Devi controllare scrupolosamente ogni processo di produzione. Ci sono un ventaglio di problemi con la proprietà intellettuale e i farmaci, ma non in termini di quanto velocemente siamo stati in grado di produrli. “

Il problema con ciò che ha detto Gates – il semidio in contatto con persone ai massimi livelli su questo tema poiché è lo zar non ufficiale del Covid – è che si tratta di una menzogna. Ad esempio, un articolo del 1 marzo di AP afferma che ci sono almeno, secondo i loro rapporti, tre fabbriche in tre diversi continenti che “potrebbero iniziare a produrre centinaia di milioni di vaccini Covid-19 con breve preavviso se solo avessero i progetti e il know-how tecnico. “

Per qualche ragione, PolitiFact ha risposto al clamore intorno alla palese menzogna di Gates, affermando che “Bill Gates ha difeso i diritti di proprietà intellettuale per i produttori di vaccini Covid-19, ma gli ingredienti dei vaccini Covid-19 approvati per l’uso negli Stati Uniti sono già pubblici. ” Questo è vero, ma fuorviante perché mentre gli ingredienti dei vaccini sono pubblici, la “ricetta” – cioè la formula esatta, come prepararla insomma – non lo è. La causa di questo e’ Bill Gates.

Secondo lui, i suoi adulatori e dirigenti di Big Pharma, le protezioni dei brevetti portano all’innovazione e quindi portano a una medicina migliore e più innovativa. Ma anche questa è una bugia. Secondo uno studio dell’Institute for New Economic Thinking, i contribuenti statunitensi hanno sovvenzionato ogni nuovo farmaco negli ultimi dieci anni, e questo include anche la tecnologia del vaccino a mRNA. (Per essere onesti, in realtà è difficile trovare un esempio di nuova tecnologia in qualsiasi settore senza alcun legame con la R&S del governo.)

Il dottor Jonas Salk, anche lui beneficiario del sostegno del governo per la sua ricerca, avrebbe potuto diventare il primo miliardario al mondo chiedendo un brevetto per il vaccino antipolio, ma notoriamente rifiutò. Grazie a questa decisione, la poliomielite è stata effettivamente eradicata nella maggior parte del mondo. Le barriere della proprietà intellettuale lo avrebbero reso impossibile.

Il motivo per cui Gates e altri sono così intenzionati a difendere i diritti di proprietà intellettuale è che sono profondamente radicati nella loro ideologie. Pensaci: Gates ha fatto tutta la sua fortuna grazie a queste leggi. Ammettere che le leggi sulla proprietà intellettuale sono un ostacolo all’accesso di beni e servizi da parte delle persone sarebbe anche un’ammissione che lui e la sua fortuna non hanno posto nella società. Quindi vengono usati argomenti ideologici senza basi fattuali come copertura per giustificare l’esistenza di tali limitazioni cercando contemporaneamente di fare la cosa giusta.

Il problema è che fare la cosa giusta, è letteralmente impossibile per questi monopolisti, il cui unico motivo è il profitto. Gates potrebbe avere buone intenzioni e potrebbe sinceramente voler risolvere questa pandemia, ma le soluzioni che propone sono offuscate da questa dissonanza cognitiva.

Gates e i suoi amici di Big Pharma non possono salvarci dal Covid-19 proprio come Mark Zuckerberg non può salvarci dalle “fake news”. Questo perché è contro i loro interessi risolvere effettivamente questi problemi.

Fonte

6091596b85f5401f923d03e9

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Politica finlandese rischia 6 anni di prigione per aver citato la Bibbia e criticato l’omosessaulita’

“Le mie dichiarazioni erano tutte basate sugli insegnamenti della Bibbia sul matrimonio e la sessualità”.

Una politica cristiana in Finlandia rischia fino a 6 anni di carcere dopo essere stata accusata di molteplici crimini d’odio per aver criticato l’omosessualità e citato versetti biblici.

L’attuale parlamentare finlandese ed ex ministro degli interni Päivi Räsänen è stata accusata di tre capi di reato d’odio, quando ha citato Romani 1: 24-27 in risposta alla partecipazione della Chiesa luterana finlandese al Pride LGBT del 2019.

Un’altra delle accuse riguarda la partecipazione di Räsänen a un programma radiofonico del 2018 sulla questione di “cosa penserebbe Gesù degli omosessuali?”

“Il procuratore generale finlandese, un uomo di sinistra che considera il comunista Nelson Mandela il suo “guru”, ha annunciato che dopo aver aperto le indagini sulla Räsänen nel settembre 2019, lo stato aveva prove sufficienti per accusarla”, riferisce National File.

Il pubblico ministero ha affermato che le osservazioni di Räsänen “oltrepassano i confini della libertà di parola e di religione e probabilmente alimenteranno intolleranza, disprezzo e odio” perché erano “dispregiative e discriminatorie nei confronti degli omosessuali”.

Ciascuno dei tre conteggi comporta una potenziale pena detentiva di 2 anni, il che significa che il parlamentare potrebbe essere rinchiuso per circa 6 anni.

“Le mie dichiarazioni erano tutte basate sugli insegnamenti della Bibbia sul matrimonio e la sessualità”, ha detto Räsänen. “Difenderò il mio diritto di confessare la mia fede, in modo che nessun altro venga privato del diritto alla libertà di religione e di parola. Continuo a ritenere che le mie espressioni siano legali e non dovrebbero essere censurate. Non abiurero` le mie opinioni. Non mi lascerò intimidire a nascondere la mia fede. Più i cristiani tacciono su temi controversi, più si restringe lo spazio per la libertà di parola “.

Paul Coleman, direttore esecutivo di ADF International, che rappresenta Räsänen, ha affermato che questo scenario “stava diventando fin troppo comune in tutta Europa” e che tali casi stanno contribuendo a una “cultura della paura e della censura”.

Come abbiamo evidenziato la scorsa settimana, un pastore cristiano nel Regno Unito è stato maltrattato e arrestato dalla polizia dopo che un membro del pubblico lo ha denunciato per il commento “omofobico” secondo cui il matrimonio era tra un uomo e una donna.

Mentre il movimento LGBT afferma ancora di rappresentare le persone che vengono “oppresse”, gode del sostegno di tutte le principali istituzioni culturali, organi di stampa e entità aziendali sveglie nell’ovest.

Può anche fare affidamento sul potere dello stato in numerosi paesi europei per imprigionare letteralmente persone che si limitano a mettere in dubbio la moralità di ciò che rappresenta il movimento LGBT.

Questa non è oppressione. Questo è essere un oppressore.

Fonte

040521mp1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Pio e Amedeo e il monologo sul politically correct: Hanno ragione, se la pensi diversamente sei parte del problema

Da anni avviso il mio pubblico di quel cancro che imperversa negli Stati Uniti e nel Regno Unito ovvero l’ideologia woke. La metastasi in questi due Paesi si e’ evoluta in altre e piu’ pericolose forme chiamate “cultura della cancellazione” e “teoria critica della razza”. Se da decenni tolleriamo (a stento) il politically correct, preparatevi all’orrore del movimento woke.

La comicita’ e’ uno dei primi settori che questo tumore ideologico attacca: non si puo’ piu’ ridere e scherzare su nulla perche’ potrebbe “offendere” il prossimo. Si tratta del risultato di una generazione “snowflake”, fragile e impaurita dalla responsabilita’, incapace di cogliere l’ironia ma pronta a protestare contro ogni “offesa” percepita.

Il nucleo su cui fa perno l’intero monologo di Pio e Amedeo e’ su come le semplici parole vengono scambiate per le intenzioni.

“Non e’ l’uso della parola il male, ma l’intenzione”

“Lo show di Pio e Amedeo è stato omofobo”, ha dichiarato Fabrizio Marrazzo, portavoce Partito Gay per i diritti Lgbt+, Solidale, Ambientalista e Liberale, “Nel duetto di Pio e Amedeo nella trasmissione Felicissima sera su Canale 5 abbiamo visto un pessimo esempio di comicità che vuole sdonagare le parole negro, utilizzata per definire gli schiavi, i pregiudizi sugli ebrei, che servivano ad alimentate l’odio durante il nazismo”. “E non poteva mancare la parola ‘ricchione’”, conclude Marrazzo, “che fa parte di quel grande insieme di sostantivi dispregiativi nei confronti degli omosessuali, utilizzata soprattutto nel Meridione questa è la definizione non altre. Pessimo esempio di comicità che banalizza la discriminazione”. – Repubblica

Questi liberali vivono in un mondo a parte, in cui linguaggio, storia e persone vengono cancellate per creare una nuova realta’ autoritaria dove poter controllare le masse in maniera piu’ semplice.

Ci deve essere la possibilita’ di fare ironia su tutto: in Francia avere un dibattito nelle scuole su Maometto e’ un tabu, i professori hanno paura di venir uccisi! Vogliamo che i comici e i liberi pensatori facciano la stessa fine?

La folla woke, politically correct su twitter funziona un po’ come gli estremisti islamici che terrorizzano la Francia. Riempiono di insulti e minacce il soggetto, spesso riescono a trovare l’indirizzo di casa mettendo a repentaglio la sicurezza di un cittadino solo per aver espresso una opinione.

E’ ora di ribellarci a questo movimento cancerogeno prima che sia troppo tardi, prima che finiamo come gli statunitensi, i canadesi gli inglesi o gli australiani:

In Canada un padre e’ in galera per aver identificato la figlia con il suo genere biologico

In Inghilterra una attivista sostiene che il latte sia razzista

Negli Stati Uniti si sta cercando di eliminare la cultura classica perche’ frutto del suprematismo bianco

Si stanno cancellando show, cartoni animati e persone perche’ non si adattano alla ideologia woke sanitizzata del momento

Ci sono centinaia di pronomi in inglese per identificare correttamente questi mentecatti (spesso inclusi nella bio di twitter)

Il parto non e’ prerogativa delle donne ma delle “persone che possono rimanere incinta”

Potrei andare avanti per giorni ad elencare le follie woke, ma lascio a voi questo tesoro di cringitudine.

Il movimento woke, come il politically correct e` qualcosa di elitario, snob che non e’ diffuso naturalmente tra le masse. Sono infatti quei ragazzi che sembrano alternativi con l’ultimo iphone, rampolli di una borghesia medio alta e aiutati nel loro pensiero da un sistema scolastico tenuto in cattivita’ dalla sinistra che propagano il cancro.

Utilizzano termini come “inclusivita’” “diversita’” “giustizia sociale” “latinx” “non binario” “gender fluid” “spettro di genere” eccc… che nessuno mai si sognerebbe di utilizzare (anche perche’ spesso sono impronunciabili) e sono comuni solo nei loro gruppetti ed eco-chamber.

Eliminare la storia e il passato, etichettare tutti gli ultra 35enni come “boomer” perche’ “retrogradi” e “bigotti” sono le armi utilizzati da questi idioti per cancellare tutti i nostri traguardi culturali. Se hanno la possibilita’ di perdere tempo in ideologie cosi’ idiote e’ anche perche’ vivono in uno stato libero, dove la liberta’ di pensiero e parola sono garantiti a livello costituzionale. In un paese come la Cina o l’Afghanistan probabilmente verrebbero rinchiusi in un manicomio perche’ non sarebbero in grado di funzionare normalmente nella societa’.

L’elite e chi ci controlla ama profondamente questo nuovo movimento anti culturale perche’ divide e annulla tutti i nostri diritti. E’ fascismo mascherato da lotta sociale.

Una volta, erano i nazisti a bruciare i libri – ora questi pseudo eroi del politicamente corretto e della giustizia sociale fanno lo stesso….

175143659-595fdb53-ed46-4176-a12d-5f86e231732a

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Polizia tedesca chiude piattaforma pedopornografica con 400.000 utenti

La polizia tedesca ha chiuso una delle più grandi piattaforme di pornografia infantile del mondo, un sito darknet chiamato “Boystown”, arrestando diversi sospetti ritenuti i suoi amministratori. Il sito aveva circa 400.000 utenti al momento della sua chiusura.
La chiusura della piattaforma è stata annunciata lunedì in una dichiarazione dei procuratori di Francoforte insieme all’Ufficio federale di polizia criminale.

Le forze dell’ordine hanno affermato di aver catturato tre sospetti ritenuti gli amministratori della piattaforma ormai non piu` funzionante, che secondo quanto riferito aveva oltre 400.000 utenti al momento in cui l’operazione di polizia l’ha messa offline.

La polizia l’ha descritta come “una delle piattaforme darknet di pornografia infantile più grandi al mondo” e ha affermato che è attiva almeno da giugno 2019. Diverse altre piattaforme di chat dedicate alla condivisione di pornografia infantile sono state messe offline durante i raid.

Due sospetti, un uomo di 40 anni di Paderborn e un uomo di 49 anni di Monaco, sono stati arrestati durante i raid della polizia a metà aprile. Un altro sospettato, un uomo di 58 anni del nord della Germania, è stato arrestato in Paraguay dove risiede da anni. La Germania ha chiesto la sua estradizione.

La polizia ha anche arrestato un quarto sospetto, un uomo di 64 anni di Amburgo, ritenuto uno degli utenti più attivi della piattaforma. Hanno detto che l’uomo avrebbe caricato sulla piattaforma oltre 3.500 post contenenti contenuti altamente illegali.

Durante le incursioni è stata sequestrata una grande quantità di materiale pornografico, comprese immagini di “abusi sessuali gravissimi sui bambini piccoli”.

La rimozione della rete di pornografia infantile è stata annunciata dagli alti funzionari tedeschi che hanno affermato che l’azione di polizia mostra che le autorità sono in grado di proteggere efficacemente i più vulnerabili e punire i predatori sessuali che li depredano.

“Questo successo investigativo ha un messaggio chiaro: coloro che attaccano i più deboli non sono al sicuro da nessuna parte”, ha affermato il ministro dell’Interno tedesco Horst Seehofer. “Questo è ciò per cui gli investigatori lavorano giorno e notte, online e offline, a livello globale.”

Faremo tutto ciò che è in nostro potere per proteggere i bambini da questi crimini disgustosi.

Fonte

60900a6785f5402ce243106d

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Pubblicita’ della CIA per il reclutamento ridicolizzata perche’ troppo woke

La bizzarra pubblicita’ ha provocato una reazione di sconcerto tra il pubblico

Una pubblicita’ per il reclutamento della CIA con una “donna cisgender di colore” che inveisce contro il “patriarcato” e annuncia che le è stato diagnosticato un “disturbo d’ansia generalizzato” è stato ridicolizzato per il suo assecondare l’agenda woke

Il promo è diventato virale su Twitter, raccogliendo quasi un milione di visualizzazioni, spingendo l’hashtag “The CIA” ad andare in tendenza.

Nel video, una donna ispanica rigurgita con disinvoltura i principali mantra della giustizia sociale, spiegando come sia una “figlia di immigrati” mentre si vanta di essere “perfetta”.

“Sono una millennial cisgender a cui è stato diagnosticato un disturbo d’ansia generalizzato”, afferma.

“Sono intersezionale, ma la mia esistenza non è basata sul dover a tutti i costi appartenere ad una categoria”, aggiunge, dopo aver ipocritamente elencato ogni casella dell’ideologia woke e aver mostrato il suo “premio Donald R. Cryer per la diversità e l’inclusione”.

Quindi inizia a divagare sul modo in cui parla e sul fatto che si e’ “guadagnata il posto”.

“Ero abituata a lottare con la sindrome dell’impostore, ma a 36 anni, mi rifiuto di interiorizzare idee patriarcali fuorvianti su ciò che una donna può o dovrebbe essere”, afferma, ancora una volta decisamente non cercando di spuntare le caselle dell’ideologia woke.

Poi continua ad accarezzare il proprio ego prima di dichiararsi “una orgogliosa latina di prima generazione e ufficiale della CIA”.

I commentatori su twitter della clip hanno espresso un misto di disgusto e sconcerto per lo stato in cui versa la CIA.

Fonte

030521cia1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Pedogate: I modelli ricorrenti della cabala

Sono sempre stato bravo a trovare modelli ricorrenti e piu’ approfondisco questo argomento, piu’ divento ricettivo ad un nuovo tipo di linguaggio. Uno che parla alle parti piu’ oscure della mia anima.

“Quale sarebbe il tuo ultimo pasto?” “Una pizza col bordo alto….mi piace ogni tipo di pizza”

E` in questo momento che la sensazione di illudermi si fa strada nelle mie convinzioni. Probabilmente il video sopra dove la Clinton esprime la sua passione per la pizza e’ “sincero” e senza doppi sensi. Sarei disonesto tuttavia se non ammettessi che spesso, gran parte di me stesso, crede che l’ex segretario di Stato si stia rivolgendo a noi, noi che abbiamo capito a fondo l’argomento del pizzagate/pedogate.

Circa 2:30: “Nomina la cosa piu’ biricchina che Chelsea ha fatto alla casa bianca quando era adolescente” “Ordinare una pizza”. Circa 7:50: “Chelsea, tua madre ti era molto vicina, cosa e’ quella cosa che piu’ odiavi di lei?” “Pizza a pranzo e cena tutti i giorni”

Penso che le persone ricchissime e la classe dirigente siano fissate con il simbolismo

E dopo aver investigato in questo mondo, vedo la realta’ con occhi nuovi. Nel bene e nel male ora posso rendermi conto dei loro modelli ricorrenti

Pentacolo alla Casa Bianca

E’ possibile che la loro simbologia sia rivolta piu’ a noi che a LORO?

Un modo per guidarci nel cambiamento o meglio nel “reset” dei paradigma? Quello che voglio dire e’ che una volta non facevo caso a certe cose e a volte ho difficolta’ a capire come possa essere un “miglioramento”. Ero in grado di vedere un film della Disney senza accorgermi delle migliaia di riferimenti ad emblemi massonici.

O delle palesi metafore, come nel caso di Pinocchio in cui i bambini vengono condotti nel Paese dei Balocchi (Pleasure Island in inglese “Isola del Piacere”) il quale ricorda l’isola di Epstein

A volte mi piacerebbe chiudere le porte della percezione, ma so di non poterlo fare. Questi sono i modelli ricorrenti della cabala:

L’OCCHIO

Il primo modello non e’ direttamente collegato al traffico di minori ma rimane tuttavia importante tra l’elite. E’ l’occhio che tutto vede

Si tratta di un nuovo linguaggio simbolico che l’elite utilizza per trasmettere un messaggio oppure e’ solo una coincidenza? Il fatto che non riesca a dare una risposta definitiva forse, e’ la cosa piu’ spaventosa.

BIEBER 666:

Prendiamo ora in analisi il video di “Where are u now” di Justin Bieber:

Anche se il video musicale trasmette il fatto che le immagini siano state create dai fan, il produttore del video Alex Brewer afferma che solo un parte di esse lo e’.

BIG HUGS MUG

Nella parte introduttiva di questi articoli ho spiegato come il codice “BH kids” funzionasse come una chiave per dei contenuti pedofili sul normale web

Per coloro che non hanno letto gli articoli precedenti, il focus qui e’ sul sito lisca.com che e’ una compagnia slovena che vende biancheria intima e compariva nelle ricerche digitando BHKIDS

Ancor piu’ inquietante la ricerca mostrava immagini di bambine nude, probabilmente di 6 anni

La stranezza e’ che quando si visitava normalmente il sito lisca.com non erano presenti immagini di bambini, tuttavia utilizzando la chiave BHKIDS si attivavano nuovi link, prima occultati.

Ho scoperto la funzionalita’ di BHKIDS digitando queste 3 parole in vietnamita che significano (NON FUMARE) da questa immagine di Obama e dello chef Bourdain

La ragione per cui ho rievocato questo punto e’ perche’ sembra che la chiave BHKIDS non funzioni solo per le aziendi di biancheria intima…

La Brookview House a Boston in Massachusetts e’ una organizzazione no-profit che fornisce alloggi e case per bambini orfani.

Ora, se BH fosse presente nel sito, non sarebbe un problema in quanto e’ l’acronimo di Brookview House, pensarla diversamente sarebbe da paranoici. Tuttavia non e’ presente, non ci sono link, pagine o citazioni, nulla, nada de nada.

Ma nello stesso esatto modo di lisca.com, scivendo BHKids su Google ecco cosa succede

(Potete provarlo voi stessi, i link sono ancora attivi alla scrittura di questo articolo)

La buona notizia e’ che non c’e’ niente di “indecente”. La cattiva notizia e’ che il sito nasconde le ricerche associate ai termini BHKIDS. Potrebbe certo essere una coincidenza, tuttavia il presidente e AD di Brookview e’ Deborah Hughes

La prima stagione di True Detective e’ stata uno dei migliori show televisivi dei miei tempi. Il telefilm ruota attorno a due investigatori che indagano su un culto satanico nel quale sono coinvolti anche membri di alto livello della polizia, complici nell’aver coperto abusi sessuali di minori e traffico di esseri umani. I creatori hanno deciso di utilizzare questo simbolo per identicare il culto satanico:

Si tratta di un ovvio riferimento al simbolo utilizzato dai pedofili:

Simbolo che e’ presente nell’episodio 6 della terza stagione

La prima stagione di True Detective ebbe cosi tanto successo perche' analizzo’ nel dettaglio la natura del suo soggetto. Dal mio punto di vista, solamente qualcuno con conoscenze sugli schemi simbolici e comportamentali dell’elite pedofila, avrebbe potuto realizzare uno show che riesce sempre a ritrarre con esatezza questo mondo spaventoso.

Questo simbolo pedofilo

viene spesso scambiato per un “cerchio” quando in realta’ e’ un derivato dell’originale “Spirangle”

La forma del primo rimane “triangolare” nonostante sia quasi sublimata in un cerchio. Riferendosi al simbolo in True Detective questa attenzione al dettaglio per i simboli che fanno riferimento ai gruppi di pedofili, potrebbe potenzialmente derivare da una comprensione piu’ profonda dell’argomento rispetto alla maggior parte di noi.

Una comprensione di cosa questi culti vogliono trasmetterci. Questa e’ la scena di apertura della prima stagione di True Detective, vediamo se qualcosa risuona:

Potete skippare direttamente a 1:56: “NO SMOKING”
BH M(inors)?

Lo show e’ prodotto dalla BlumHouse Productions:

BHad BHabie

Funziona cosi’ in questi “Ranch” (In America ci sono show tv dove ragazzi irrequieti vengono mandati in ranch isolati per essere rieducati n.d.r.) non hai cellulare, internet, non hai prove per dimostrare quello che succede e lo staff copre tutto.
Abusata a 17 da membri dello staff
I bambini venivano legati, strangolati e spinti contro il muro e abusati sessualmente a Provo. Non potevo riportare questi abusi alla mia famiglia perche’ tutte le comunicazioni erano monitorate e censurate

CONCLUDENDO

Non sono del tutto sicuro della natura di BH o dell’enigmatico simbolo a spirale dei pedofili o della possibilita’ che un culto elitario pedofilo che sacrifica bambini esista ai nostri giorni. Ma qualche volta, quando sono dell’umore giusto sospetto che le mie convinzioni sulla natura del male di questo mondo sono vere, ma subito dopo questa nozione tende a dissolversi e ho dei dubbi. Dubbi che a volte mi fanno vacillare data l’estensione di questo male. Rimango tuttavia che la “malattia dell’elite” esista e sia radicata da millenni.

Fonte

crop-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Regno unito: Prete cristiano arrestato per aver detto che il matrimonio e’ solo tra uomo e donna

71enne rilasciato senza accuse dopo aver passato la notte in carcere.

Un prete cristiano nel Regno Unito è stato arrestato dalla polizia dopo che un membro del pubblico lo ha denunciato per il commento “omofobico” secondo cui il matrimonio era solo tra un uomo e una donna.

Sì davvero.

L’incidente è avvenuto fuori dalla stazione di Uxbridge, a ovest di Londra. Un videoclip mostra l’anziano prete affrontato dalla polizia e ammanettato con forza prima di essere portato via.

“Non stavo facendo commenti omofobici, stavo solo definendo il matrimonio come una relazione tra un uomo e una donna. Stavo solo dicendo quello che dice la Bibbia: non volevo ferire nessuno o offendere “, ha detto John Sherwood, che è stato un prete per 35 anni.

“Stavo predicando il Vangelo in pubblico così come lo si fa in chiesa”, ha aggiunto.

Un direttore della CNN ammette che la rete e’ pura propaganda

In una serie di video rivelatori, un membro dello staff della CNN viene ripreso mentre ammette che la sua rete è impegnata in una operazione di propaganda. Ecco uno sguardo a ciò che ha avuto da dire sulla loro copertura di COVID, BLM e riscaldamento globale.

In una serie di video pubblicati da Project Veritas, il direttore tecnico della CNN Charlie Chester rivela la vera mentalità e le motivazioni della sua rete. E non si tratta di “giornalismo”. Affatto. Nelle sue stesse parole, si tratta di agende, propaganda e manipolazione per spingere narrazioni specifiche.

Le rivelazioni in questi video sono estremamente importanti: confermano ogni singolo sospetto che qualsiasi individuo sano di mente ha mentre guarda le “news”. Usando diversi esempi, Chester descrive come le notizie della CNN siano completamente guidate da ordini del giorno predefiniti che sono dettati dall’alto.

I video completi (guardali qui) sono divisi in tre parti e forniscono un vero corso su come i media manipolano l’opinione pubblica per promuovere le agende dell’élite. Insomma, Charlie Chester conferma quanto da anni si discute su Neovitruvian.

ISTERIA COVID
Per quanto riguarda il COVID, Chester ha ammesso che la rete fa di tutto per raccogliere ascolti. La copertura della CNN si è concentrata fortemente su storie che diffondono paura per aumentare lo share. Questo è il motivo per cui tengono un contatore delle vittime sullo schermo.

Chester parla dell’importanza del bilancio delle vittime.

Chester ammette persino che a volte desiderava che il conteggio fosse più alto perché ciò avrebbe aiutato la sua rete a “raggiungere l’obiettivo”. E, quando rimuovevano il contatore, ricevevano spesso una chiamata sul “batphone” (letteralmente un telefono rosso speciale) dal presidente della rete Jeff Zucker che chiedeva di ripristinarlo.

Se pensi che il terrore scomparira’ una volta terminata la minaccia COVID, ripensaci. Hanno già deciso quale sarà la loro prossima ossessione.

ISTERIA DEI CAMBIAMENTI CLIMATICI
In diverse occasioni, Chester ha affermato che il cambiamento climatico sarà il “prossimo COVID”. Sa già che questo diventerà l’obiettivo principale della CNN. In realtà stanno già lavorando a storie del terrore per aumentare l’isteria.

“Hanno già annunciato nel nostro ufficio che inizieremo a concentrarci principalmente sul clima … Il riscaldamento globale … sarà il nostro obiettivo. Ad esempio, il nostro obiettivo era quello di liberarci di Trump. Quindi il nostro prossimo focus sara’ la consapevolezza sul cambiamento climatico “.

Quando il giornalista sotto copertura chiede se le notizie saranno basate sulla paura, Chester risponde con sicurezza:

“Sì, la paura vende.”

Alla domanda su chi decide cosa diventerà il “focus”, Chester ammette che gli ordini vengono dall’alto:

“Il capo della rete. Zucker. Immagino che lui e altri dirigenti abbiano discusso su quale sara’ … la prossima storia da sfruttare (…) La questione del clima richiederà anni. Quindi, probabilmente saranno in grado di mungerla per un bel po’. “

ISTERIA SULLA DIVISIONE RAZZIALE
Nel terzo video, Chester ha raccontato di quando stava cercando di trovare del materiale per l’agenda dell ‘”odio asiatico”. Tuttavia, dopo aver svolto alcune ricerche, ha scoperto che in realta’ erano “gli uomini di colore” a perpetrare la maggior parte degli attacchi contro gli asiatici. E questo andava contro la narrativa BLM che stavano cercando di spingere.

Questo piccolo aneddoto illustra chiaramente come i mass media sono ossessionati dalla razza. Più tardi, Chester ha persino ammesso di dare piu` risalto alle notizie in cui gli autori di violenze sono bianchi. Quando l’aggressore non è bianco, ignorano semplicemente la storia.

PROPAGANDA PURA
In diverse occasioni, Chester afferma che la sua rete partecipa a una propaganda a tutto campo forzando le storie.

“Voglio dire, è proprio come la propaganda. Come se tu potessi plasmare la percezione di un intero popolo. Giusto?”

I mass media decidono cosa è una news e cosa non lo e’. In questo modo, manipolano la percezione della realtà. Nelle parole di Chester, la manipolazione dei media è abbastanza potente da “cambiare il mondo”.

Funzionamento dell’agenda setting

Chester spiega come le interviste sono inquadrate per spingere una narrazione specifica.

“Ascolta il modo in cui fanno le domande. Perché in realtà non stanno facendo domande. Quello che stanno effettivamente facendo è dire alla persona cosa dire.

Li induciamo a parlare di cosa vogliamo che parlino. È come guidarli in una direzione prima ancora che aprano bocca. E le uniche persone che lasceremo andare in onda, per la maggior parte, sono persone che hanno una comprovata esperienza nel cogliere l’esca “.

Chester è pienamente consapevole che la sua rete di notizie è irrimediabilmente prevenuta e che tutti i mass media sono uguali.

“Voglio dire, non esistono notizie imparziali. Semplicemente non e’ possibile. Ci sono troppe agende. Ci sono troppe persone che hanno un lavoro, che hanno bisogno di nutrire le loro famiglie per essere ​​imparziali. È impossibile. Le notizie più imparziali provengono normalmente, dagli scantinati delle persone con i loro podcast “.

CONCLUSIONE
Durante le sue rivelazioni, Charlie Chester ha spiegato chiaramente come funziona la sua rete (e tutti i mass media). 1) L’agenda e’ decisa dall’élite. 2) Un flusso costante di storie di parte e di paura inonda la rete, tutte incentrate sul racconto di una narrativa specifica. Tutti i fatti che vanno contro quella narrativa vengono ignorati 3) L’isteria è portata a un livello così estremo da convincere le persone a rispettare l’ordine del giorno, provocando un cambiamento nel mondo reale.

Questo cambiamento nel mondo reale non è mai nell’interesse delle masse. Si tratta di spaventare le persone affinché cedano i loro diritti e le loro libertà. Si tratta di dividere le masse per assicurarsi che non si uniscano e insorgano contro l’élite. Si tratta di smorzare i dibattiti e mantenere le persone completamente ignoranti.

Fonte

leadcnn

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Follie dal mondo woke: Studenti della UCLA sostengono che gli erogatori automatici di sapone sono razzisti

Nel caso tu stia cercando un’ulteriore prova che il mondo “woke” sia una follia che si diffonde come un cancro, ecco qui una vicenda accaduta all’Università della California, a Los Angeles.

L’editoriale, scritto da Sullivan Israel, sostiene che alcuni studenti dell’UCLA affermano che i distributori automatici di sapone – sì, quelli che si trovano nei bagni che erogano sapone senza dover essere toccati – sono razzisti.

La teoria scaturisce da uno studente che dice che i distributori “non vedono le sue mani” a causa del colore della sua pelle, ha riferito The Blaze.

Un secondo studente ha detto che gli erogatori costringono “le persone di colore” a mostrare i loro palmi – che sono “le uniche aree chiare della pelle”.

L’editoriale di Israel ha abilmente confutato la stupida idea, sostenendo che la teoria secondo cui “il razzismo sistemico e la supremazia bianca sono tutt’intorno a noi, e in tutti e in ogni cosa” e che è una “forza segreta che esiste ovunque, permea tutte le cose, e esercita il potere sulla società non e’ nient’altro che una “teoria del complotto”.

Quindi, Israel ha usato “la scienza” per sfatare ulteriormente il concetto: “Prima di tutto, lasciatemi sfatare la base di questa affermazione: per chiunque non lo sappia, i sensori sui distributori di sapone non vedono le mani umane; non hanno occhi. Funzionano utilizzando un semplice dispositivo chiamato sensore PIR che riconosce la luce infrarossa, che viene emessa da tutte le persone, indipendentemente dal colore (purché non siano morte). “

“Inoltre, non so voi, ma quelle dannate cose non funzionano mai per me. Non ricordo quante volte le ho colpire per cercare di tirare fuori il sapone (eppure non mi è mai venuto in mente di incolpare l’anti -Semitismo) “, ha continuato.

Ha concluso: “Ma sto divagando. Il punto qui non è come funziona un distributore di sapone. È l’idea che gli studenti della UCLA pensassero di essere immersi nel suprematismo bianco. Questa, e altre affermazioni simili, non sono idee sostenute da uno studente solitario, ma piuttosto una visione del mondo che è stata ribadita e sostenuta dagli oltre 80 studenti che hanno partecipato al dibattito su zoom “.

Puoi leggere l’articolo qui.

Fonte

systm

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Una citta’ canadese offre vaccinazioni contro il Covid, tranne se sei bianco

“Un tipico esempio di razzismo”

La città di Hamilton in Canada ha pubblicato un tweet che offre il vaccino COVID-19 a “popolazioni nere e di altre razze” di età superiore ai 18 anni, un atto totalmente discriminatorio.

“Appuntamenti per il vaccino COVID-19 sono ora disponibili per i neri e altre popolazioni razzializzate / persone di colore di età superiore ai 18 anni che vivono nei codici postali L9C, L8W, L8L, L8N e L9K presso la clinica del vaccino COVID-19 al FIRSTONTARIO CENTER, dal venerdì alla domenica la prossima settimana “, dichiara il tweet.

Questo messaggio è stato seguito da un altro tweet che diceva che non sono piu` disponibili appuntamenti, consigliando che: “I neri e altre popolazioni / persone di colore, che hanno più di 18 anni e hanno come codice postale L9C, L8W, L8L, L8N, L9K possono chiamare l’Hotline della sanità pubblica COVID-19 al numero 905-974-9848, opzione 7 per un appuntamento presso altre sedi cliniche a seconda della disponibilità del vaccino. “

Ai sensi del Canadian Human Rights Act, “i motivi di discriminazione vietati sono razza, origine nazionale o etnica, colore, religione, età, sesso, orientamento sessuale, identità o espressione di genere, stato civile, stato familiare, caratteristiche genetiche, disabilità”.

Escludendo i bianchi dalle vaccinazioni, l’iniziativa della città sembra violare questo atto.

Tuttavia, altri hanno suggerito che, in base alla Costituzione canadese, è di fatto consentito discriminare a favore dei non bianchi in nome di una “azione affermativa”.

I commentatori hanno espresso la loro confusione.

“Come puo` essere anche lontanamente considerato equo? Vivo a L9C, ho più di 40 anni e un sistema immunitario compromesso ma non riesco a prendere un appuntamento !!! Ridicolo “, ha commentato Shelly Petrie.

“Immagina questo stesso tweet ma con “bianco” invece di “nero” e l’indignazione che provocherebbe”, ha osservato un altro commentatore.

“Farai affidamento su queste classifiche razziali coloniali spagnole per determinare la priorità?” ha scherzato un altro.

“Mentre un 56enne bianco con una malattia rara che ha causato danni a entrambi i polmoni, un sistema immunitario compromesso, palpitazioni cardiache e ipertensione, è ancora in attesa della prima iniezione. Sento un grave livello di razzismo da parte dei nostri funzionari eletti ”, ha detto un altro.

Fonte

260421canada1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €