Consigliera dei laburisti ridicolizzata per essersi vantata di aver indossato una maschera su un treno vuoto

“Che coraggio e sacrificio.”

Una consigliera dei laburisti e’ stata ridicolizzata dopo essersi vantata su Twitter di aver indossato una maschera facciale su un treno vuoto.

Non tutti gli eroi indossano mantelli.

“Continuerò a indossare la mia maschera sui mezzi pubblici. Anche quando sono da sola sulla metropolitana”, ha twittato Alice Perry.

Numerosi commentatori hanno sottolineato che Perry deve essere rimasta delusa dal fatto che nessuno sul treno potesse vedere quanto fosse compiacente e virtuosa, motivo per cui ha deciso di fare un selfie e pubblicarlo su Twitter.

“Questa pandemia ha fornito l’opportunità alle persone normali di sentirsi degli eroi dell’inutilita”, ha commentato una persona.

“Questa è la prova di un irrazionale, trauma psicologico e condizionamento umano. Le persone hanno bisogno di una leadership che interrompa questo ciclo, non che stia la a promuoverlo”, ha affermato l’avvocato Viva Frei.

Il bizzarro tweet di Perry sottolinea ancora una volta come la maschera abbia poco a che fare con la protezione e tutto con la sottomissione al culto del conformismo.

Come precedentemente evidenziato, il dottor Colin Axon, un consigliere di SAGE per il governo, ha liquidato le maschere dicendo che non servono praticamente a nulla, osservando che la particella del virus COVID-19 è fino a 5.000 volte più piccola dei fori nella maschera.

Fonte

260721perry1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Israele: Il vaccino Pfizer ha una efficacia di appena il 39% contro la variante Delta

Nell’ultimo mese, Israele, il paese più vaccinato al mondo ha visto il numero di test COVID positivi aumentare di oltre 30 volte poiché il numero di infezioni attive nel paese ha superato quota 10.000.

Nel frattempo, il Ministero della Salute israeliano, che in precedenza aveva stimato la vera efficacia del vaccino Pfizer contro la variante delta a 64% (efficace al 90% nel prevenire malattie gravi e morte), ha appena rilasciato nuovi dati i quali indicano che il vaccino Pfizer, sebben sia ancora efficace all’88% nel prevenire malattie gravi, è efficace solo per il 39% contro la variante delta.

Alex Berenson, un ex giornalista del NYT che ha spesso riferito di scoperte scientifiche che non supportano la narrativa ufficiale su maschere e vaccini, ha condiviso i risultati in un tweet e ha ipotizzato che la vera efficacia nell’offrire protezione contro la variante Delta potrebbe essere addirittura inferiore.

Anche Bloomberg ha riconosciuto che i dati israeliani “potrebbero essere distorti a causa dei diversi modi di testare i gruppi di persone vaccinati rispetto a quelli non vaccinati, secondo il rapporto.

“I modelli fortemente distorti nel recente focolaio in Israele, sono limitati a specifici settori della popolazione e località”, significa che l’analisi potrebbe non essere in grado di prendere in considerazione tutti i fattori, ha affermato Ran Balicer, presidente del team di esperti consultivi nazionali di Israele sulla risposta al Covid-19. “Stiamo cercando di integrare questo approccio di ricerca con altri, tenendo conto di ulteriori caratteristiche personali. Ma questo richiede tempo e un numero maggiore di casi”.

BBG ha anche riconosciuto che i dati “probabilmente alimenteranno il dibattito sull’opportunità di somministrare richiami a persone che sono già state vaccinate – qualcosa su cui Pfizer e’ gia al lavoro…”

Ma il dottor Anthony Fauci, la FDA e il CDC hanno detto che non ci sono prove dell’utilita’ di un richiamo. Israele ha già ordinato una serie di dosi di richiamo che prevede di iniziare a distribuire ai pazienti più vulnerabili il 1° agosto.

I numeri israeliani sono molto più bassi di altri studi recenti, incluso uno studio recentemente pubblicato sul New England Journal of Medicine, che ha scoperto che due dosi offrono una protezione dell’88% contro la variante Delta che causa la malattia sintomatica, mentre offrono una protezione del 94% contro la variante alfa .

Ma non importa tutto questo: come ha detto il presidente Biden all’inizio di questa settimana, “se sei vaccinato, sei al sicuro”…….

Fonte

israel13

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Tony Podesta ingaggiato da Huawei per “migliorare le relazioni con l’amministrazione Biden”

Il gigante cinese delle telecomunicazioni Huawei sta assumendo il lobbista democratico Tony Podesta per cercare di instaurare “rapporti cordiali con l’amministrazione Biden”, secondo Politico che cita due persone che hanno familiarità con la questione.

Podesta lavorerà per far avanzare una serie di obiettivi dell’azienda a Washington, secondo una delle persone. Ha rifiutato di commentare. Anche un portavoce di Huawei ha rifiutato di commentare.

Huawei affronta una serie di sfide a Washington. Nel febbraio 2020, il Dipartimento di Giustizia ha accusato la società di aver violato il Racketeer Influenced and Corrupt Organizations Act, o RICO, uno strumento chiave del DOJ per perseguire il crimine organizzato. Il DOJ ha affermato che Huawei ha aiutato il governo autoritario iraniano a sviluppare le sue capacità di sorveglianza interna e ha cercato di fare affari segretamente in Corea del Nord. Il Dipartimento di Giustizia ha anche accusato il direttore finanziario della società, Meng Wanzhou. È stata arrestata in Canada, dove sta combattendo l’estradizione negli Stati Uniti. Huawei e Meng si dichiarano innocenti. Huawei ha affermato che le accuse sono uno sforzo per “danneggiare irrevocabilmente” la sua reputazione e il suo business, come riportato dalla CNBC.

A Podesta, il lobbista di K-street, collezionista d’arte, indossatore di scarpe rosse e la cui azienda si è autodistrutta dopo essere diventata un obiettivo dell’indagine Mueller, secondo quanto riferito è stata offerta l’immunità testimoniando contro l’ex partner Paul Manafort.

Manafort e Podesta hanno entrambi guadagnato milioni insieme come agenti non registrati su un progetto pro-Russia in Ucraina. Mentre Podesta ha avuto la straordinaria lungimiranza di registrarsi retroattivamente come agente straniero nell’aprile 2017, Manafort non l’ha fatto ed è stato successivamente dichiarato colpevole di frode fiscale, mancata divulgazione di conti bancari esteri e frode bancaria.

Una settimana dopo che Mueller ha annunciato che stava prendendo di mira Manafort e una societa’ senza nome chiamata “Società B” in ottobre, Podesta si è dimesso dalla sua posizione di presidente del Podesta Group, che ha co-fondato con suo fratello Tony nel 1988.

Come abbiamo notato nel 2018, Manafort e Podesta hanno lavorato con il Centro europeo pro-Russia per un’Ucraina moderna (ECMU), un think tank con sede a Bruxelles legato all’ex presidente ucraino Viktor Yanukovich che stava spingendo per l’ingresso dell’Ucraina nell’Unione europea. Manafort ha supervisionato il progetto ECMU, sul quale il Podesta Group ha guadagnato circa 1,2 milioni di dollari, l’azienda di Manafort ha anche guadagnato 17 milioni di dollari tra il 2012 e il 2014 in consulenze per il centrista Yanukovychs. Yanukovich è fuggito dall’Ucraina in Russia dopo essere stato spodestato in un colpo di stato del 2014.

Il Gruppo Podesta ha ricevuto più di 1,2 milioni di dollari dal Centro europeo per un’Ucraina moderna per il suo lavoro dal 2012 al 2014, secondo le nuove informazioni. Il lavoro dei Podesta Group includeva incontri con i funzionari del Dipartimento di Stato Tom Nides e Jake Sullivan e lo staff di John McCain (R-Ariz.) e Dick Durbin (D-Ill.), oltre a contattare il personale del Congresso, giornalisti e ricercatori di think tank . -Politico

Quando Mueller iniziò ad avvicinarsi a Paul Manafort, i clienti del Podesta Group si spaventarono.

Prima dell’alba di lunedì 23 ottobre 2017, NBC News ha riferito che il signor Mueller si stava preparando a incriminare il signor Manafort e ad implicare il signor Podesta riguardo al lavoro in Ucraina. I telefoni hanno iniziato a squillare: i clienti volevano sapere cosa stava succedendo. La banca delle imprese voleva discutere il suo conto.

La notte seguente, il signor Podesta ha organizzato una festa di compleanno, servendo a centinaia di ospiti pizza appena sfornata dal forno a legna nel suo cortile a Kalorama. -WSJ

I problemi di Podesta iniziarono molto prima che l’indagine di Mueller sfiorasse la sua orbita. Durante l’estate del 2016, la banca SunTrust ha interrotto i legami con il Gruppo Podesta per il suo lavoro per una filiale statunitense di una banca russa autorizzata – presumibilmente di proprietà del Cremlino russo – che ha pagato al gruppo Podesta $ 170.000 in un periodo di 6 mesi fino a settembre 2016 per fare pressione contro le sanzioni economiche emesse dall’amministrazione Obama per l’annessione della Crimea nel 2014.

L’amministratore delegato di Podesta Groups ha inviato un’e-mail esasperata a un collega. Tony pensa che questo tipo di clienti non abbiano ripercussioni sull’azienda, ha detto, tuttavia questo fatto dovrebbe davvero fornire la prova che dobbiamo prendere sul serio i clienti che attiriamo.

Dopo la sconfitta della signora Clinton a novembre, il Podesta Group ha tagliato bonus e commissioni. –WSJ

Avanti veloce fino a ottobre 2017 – appena un giorno dopo che i pubblici ministeri statunitensi hanno annunciato le accuse di Manafort e Gates, “un funzionario della nuova banca dell’azienda, Chain Bridge Bank, ha chiesto 655.000 dollari in contanti o garanzie entro 24 ore – o avrebbe tagliato la linea di credito.”

Il signor Trump, che di tanto in tanto puntava un riflettore sgradito sull’azienda, quel giorno ha twittato: La più grande storia di ieri, quella che ha messo in difficoltà i democratici, è che Podesta e’ fuggito dalla sua stessa azienda. -WSJ

Infine, nell’aprile di questo 2018, il Podesta Group ha chiuso i battenti in quello che il Wall Street Journal ha descritto come un “crollo disastroso”:

Un crollo disastroso provocato da attacchi inaspettati e aggravato dall’arroganza. Problemi finanziari, minacce legali e l’elezione del presidente Donald Trump hanno portato via tutto ai clienti, all’azienda e, infine, la posizione di Mr. Podesta come uno dei giocatori più influenti di Washington. –WSJ

Ultimo, ma non per importanza; nell’ottobre 2017 un ex dirigente “di lunga data” del Gruppo Podesta con “conoscenza personale diretta” dell’operazione ha divulgato a Tucker Carlson diversi altri aspetti della vita all’interno della macchina lobbistica di Tony Podesta, dopo aver affermato di essere stato intervistato dal consigliere speciale Robert Mueller. Forse sentiva che la sua testimonianza sarebbe finita inascoltata, dato che descriveva in dettaglio il potenziale riciclaggio di denaro attraverso la collezione d’arte di Tony, i collegamenti della Fondazione Clinton a Uranium One e afferma che i russi stavano cercando di stabilire un’incursione alla Casa Bianca di Obama attraverso i Podestà.

Secondo il rapporto Politico, “Podesta dovrebbe aumentare il ventaglio dei clienti. Conosce il presidente Joe Biden da decenni ed è amico di molti dei suoi consiglieri. Podesta vive anche vicino all’ex presidente Barack Obama nella sfarzosa DC. nel quartiere di Kalorama. Suo fratello John era consigliere di Obama e capo dello staff del presidente Bill Clinton”.

Vediamo se la vecchia magia del Podestà può aiutare Huawei a farsi strada nelle grazie dell’amministrazione Biden.

Fonte

tony-podesta

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

1.250 membri del clero avvertono che i passaporti vaccinali creeranno un “apartheid medico” nel Regno Unito

“Una delle proposte politiche più pericolose mai fatte nella storia della politica britannica”.

1.250 importanti membri del clero nel Regno Unito hanno avvertito che l’introduzione di passaporti vaccinali obbligatori per poter andare in chiesa creerebbe un “apartheid medico” e sarebbe “divisivo, discriminatorio e distruttivo”.

La portata del Green Pass si sta già espandendo, con il ministro Nadhim Zahawi che suggerisce che il programma potrebbe essere esteso ulteriormente a eventi sportivi e aziendali, luoghi di musica e festival.

Quando è stato chiesto dal conduttore radiofonico LBC Nick Ferrari se lo schema potesse essere ulteriormente ampliato per vietare ai non vaccinati di frequentare la chiesa, il ministro degli affari Paul Scully ha risposto: “Non escludiamo nulla”.

Ora 1.250 membri del clero di varie confessioni cristiane hanno firmato una lettera aperta al primo ministro Boris Johnson avvertendo che “l’introduzione di passaporti vaccinali costituirebbe una forma non etica di coercizione e violazione del principio del consenso informato”.

Notando che molti cristiani non desiderano prendere il vaccino a causa di “seri problemi di coscienza legati all’etica della produzione o del test del vaccino”, la lettera afferma anche che i passaporti vaccinali rischiano, “di creare una società a due livelli, un apartheid medico in cui una sottoclasse di persone che rifiutano la vaccinazione è esclusa da aree significative della vita pubblica”.

“Questo schema ha il potenziale per determinare la fine della democrazia liberale come la conosciamo e per creare uno stato di sorveglianza in cui il governo usa la tecnologia per controllare alcuni aspetti della vita dei cittadini. In quanto tale, questa costituisce una delle proposte politiche più pericolose mai fatte nella storia della politica britannica”, avverte la lettera.

Con alcuni proprietari di locali notturni che si rifiutano di far rispettare la politica se diventa legge, il contraccolpo sta crescendo contro i passaporti vaccinali.

I manifestanti in Grecia, Francia e ora in Italia sono tutti scesi in piazza per manifestare contro la misura draconiana, con un’altra grande manifestazione pianificata dagli attivisti anti-lockdown per questo sabato a Londra.

Resta da vedere se ci sarà abbastanza opposizione per bocciare la legge in Parlamento, anche se, come al solito, i sondaggi mostrano che la maggioranza del pubblico britannico sostiene effettivamente l’idea.

Fonte

230721church1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazioen

2,00 €

Gli italiani scendono in strada per protestare contro il Green Pass obbligatorio

I manifestanti gridano “Non vogliamo la dittatura!”

Dopo che il governo italiano ha seguito altri paesi europei nell’annunciare l’obbligo dei passaporti vaccinali, gli italiani sono scesi in piazza per protestare contro il provvedimento, con i manifestanti a Torino che gridavano: “No dittatura!”

Dopo che Francia e Regno Unito hanno annunciato che per entrare in alcuni luoghi sarebbe stata richiesta la prova della vaccinazione, l’Italia ha seguito l’esempio.

Dal 6 agosto, le autorità italiane pretenderanno che gli italiani abbiano il Green Pass impedendo l’accesso a luoghi come “bar e ristoranti al coperto, musei , piscine, palestre, parchi a tema e altro ancora”, ai non vaccinati o a coloro che non possono produrre un test negativo riporta Axios.

Gli italiani arrabbiati a Torino hanno reagito protestando nelle strade.

La folla cantava: “Nessun lasciapassare verde, niente lasciapassare verde!”, “Nessuna dittatura, nessuna dittatura!” e “libertà, libertà!” durante la manifestazione.

Le nuove misure sono state giustificate da “un picco di infezioni della variante Delta”, sebbene le 5.057 nuove infezioni da coronavirus segnalate giovedì siano circa 10 volte inferiori al picco di infezioni registrato nel Paese a novembre.

Se le proteste in Italia sono simili a quelle che abbiamo visto in Francia, aspettati che diventino velocemente piu’ distruttive.

Sebbene i disordini in Francia abbiano costretto il presidente Macron a ridurre marginalmente alcuni dei luoghi in cui saranno richiesti i passaporti per i vaccini, l’elenco è ancora lungo e comprende trasporti pubblici, bar, caffè e centri commerciali con una superficie di oltre 20.000 metri quadrati.

Sabato a Londra è prevista un’altra grande protesta contro i passaporti vaccinali.

Fonte

220721italy-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Un consiglio comunale nel Regno Unito ha suggerito che la torta locale potrebbe essere razzista perché contiene zucchero

Il consiglio comunale di Leeds è preoccupato per le origini dei prodotti locali come la torta Parkin perché potrebbe aver incluso un tempo lo zucchero importato dai Caraibi ed è quindi da considerarsi razzista.

Sì davvero.

La torta di pan di zenzero è stata segnalata in un documento del consiglio laburista come parte di un programma eseguito specificatamente per saziare i delinquenti di Black Lives Matter e scoprire “esempi di come il razzismo continua a essere prevalente nella vita di tutti i giorni”.

“Storicamente, alcuni degli ingredienti utilizzati per realizzare questi prodotti “locali” sono stati ottenuti attraverso il commercio triangolare degli schiavi (ad esempio lo zucchero)”, afferma il documento.

L’indagine cruciale, che il documento conferma essere stata condotta “in relazione a Black Lives Matter”, lamenta “come prodotti locali come lo Yorkshire Parkin e il tè dello Yorkshire siano, di fatto, dipendenti dal commercio globale”.

Oh no, l’orrore.

La cosa diventa ancora piu’ scandalosa se si pensa che tutte queste informazioni sono state preparate per le scuole in modo che ai bambini in età scolare si possa insegnare quanto dovrebbero odiare se stessi e il proprio paese.

Il documento lamenta il fatto che lo zucchero nella torta Parkin, così come gli ingredienti per lo Yorkshire Tea, “sarebbero stati acquistati da tutto l’impero e avrebbero comportato il lavoro di persone sotto schiavitu’, nonché lo sfruttamento delle risorse e delle comunità in tutto il mondo. “

“È possibile che i leader della città abbiano preso di mira la torta dopo aver determinato che mancavano statue problematiche nella città”, riferisce RT. “A differenza di città come Bristol – dove è stata rovesciata una statua del commerciante di schiavi Edward Colston – Leeds è priva di memoriali che onorano le persone legate alla tratta degli schiavi, conclude il rapporto. Tuttavia, “i temi dell’impero e del colonialismo sono ancora importanti all’interno del patrimonio della città” e si può fare molto per promuovere una maggiore “diversità” nel comune”.

Lascia che ti ricordi che questa totale stupidità è tutta finanziata dai contribuenti.

Fonte

210721parkin1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Gruppo di pediatri richiedere che tutti i bambini sopra i 2 anni indossino maschere a scuola

Afferma che è “la strategia più efficace per creare messaggi coerenti”.

L’American Academy of Pediatrics chiede che tutti i bambini di età superiore ai 2 anni indossino maschere per il viso nelle scuole e negli asili nido, un suggerimento che va oltre qualsiasi precedente restrizione.

Il gruppo, ha annunciato che anche se i bambini sono stati vaccinati dovrebbero comunque essere costretti a indossare le mascherine, suggerendo che “La combinazione di livelli di protezione che includono vaccinazioni, mascheratura e igiene delle mani pulite renderà l’apprendimento sicuro e possibile per tutti.”

Il gruppo afferma inoltre che “è dimostrato che indossare la maschera riduce la trasmissione del virus e protegge coloro che non sono vaccinati”.

La dichiarazione del gruppo afferma inoltre che il mascheramento universale è “la strategia più efficace per creare messaggi e aspettative coerenti tra gli studenti senza l’onere aggiuntivo di dover monitorare lo stato di vaccinazione di tutti”.

La richiesta va oltre quella del CDC, che ha affermato che i bambini e gli adulti che lavorano nelle scuole completamente vaccinati non hanno bisogno di indossare mascherine.

L’AAP fa eco ad Anthony Fauci, che la scorsa settimana ha chiesto che tutti i bambini di età superiore ai 2 anni siano costretti a indossare maschere:

Molti stati hanno annullato e persino vietato i mandati delle maschere in questa fase.

La scorsa settimana, le autorità sanitarie della California hanno tentato di imporre un mandato per le mascherine ai bambini, prima di fare marcia indietro solo poche ore dopo:

Fonte

gettyimages-1268259825-768x432-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Un organo di stampa prende in giro i “teorici della cospirazione” e poi ammette che potrebbero aver ragione dopo la cancellazione, da parte di YouTube, del video della protesta

Un organo di stampa che ha deriso i “teorici della cospirazione” per aver protestato contro il lockdown a Londra nel “freedom day” è stato costretto ad ammettere che potrebbero aver ragione dopo che YouTube ha cancellato il loro video in quanto contraddice l’Organizzazione mondiale della sanità.

Guido Fawkes, che dovrebbe essere uno sbocco conservatore ma ha pedissequamente sostenuto la pratica del lockdown, ha pubblicato una storia in cui ha ridicolizzato i manifestanti, affermando: “Guido non riesce a capire perché questi manifestanti abbiano scelto di protestare oggi…”

Oh non lo so, Guido, forse per il fatto che il governo ha appena annunciato che i vaccini saranno obbligatori per entrare nei locali notturni, nei grandi locali e potenzialmente anche nei pub entro la fine di settembre.

Forse stavano protestando contro questo?

“Qualcuno dovrebbe dire ai manifestanti che il successo del programma vaccinale è ciò che ha posto fine al tanto odiato lockdown”, afferma l’articolo, ignorando opportunamente che coloro che non hanno preso il vaccino (un gruppo che includerà praticamente tutti i manifestanti) saranno di fatto sotto lockdown se le cose continuano cosi’.

L’articolo continua chiamando alcuni di loro “pazzi arrabbiati” mentre respinge il resto come “teorici della cospirazione”.

In modo abbastanza esilarante, tuttavia, poche ore dopo che Guido ha caricato un video della protesta su YouTube, l’outlet ha ricevuto un messaggio da YT nel quale si affermava che il video era stato rimosso per violazione delle regole di disinformazione COVID.

“YouTube non consente contenuti che contestino esplicitamente l’efficacia delle linee guida delle autorità sanitarie locali o dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) sul distanziamento sociale e l’autoisolamento che potrebbero indurre le persone ad agire contro tale guida”, afferma il messaggio.

“Forse i cappellini di carta stagnola hanno ragione”, ha ammesso Guido dopo la rimozione del video, anche se ha continuato a etichettarli come “pazzi”.

Forse invece di insultare le persone con preoccupazioni sincere, Guido dovrebbe sfidare artisti del calibro di YouTube sul perché mettere in discussione i mandati dell’OMS, che sono cambiati drasticamente in numerose occasioni, spesso contraddicendo completamente le precedenti affermazioni del corpo, è verboten.

Forse i “teorici della cospirazione” hanno ragione.

Fonte

190721protest1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Macron costretto a rinunciare ai passaporti vaccinali obbligatori per i centri commerciali dopo le proteste a livello nazionale

Regole modificate dopo le manifestazioni di protesta

Il presidente francese Emmanuel Macron è stato costretto a fare marcia indietro sull’imposizione dei passaporti vaccinali obbligatori per l’ingresso nei centri commerciali dopo le proteste a livello nazionale.

Come abbiamo evidenziato la scorsa settimana, l’annuncio di Macron secondo cui sarebbero necessarie prove o vaccinazioni o un test negativo per visitare centri commerciali, ristoranti, bar, ospedali, bar, caffetterie e accedere ai trasporti pubblici ha scatenato manifestazioni immediate.

Ciò è proseguito durante il fine settimana, con circa 114.000 persone che hanno partecipato alle proteste nelle principali città come Nantes, dove la polizia ha nuovamente utilizzato i gas lacrimogeni per disperdere i manifestanti.

“A Lione, la polizia ha arrestato nove manifestanti mentre a Lans-en-Vercors, sabato mattina, è stato perquisito un centro di vaccinazione”, riporta l’Express.

Le scene hanno spinto Macron a tornare indietro almeno in parte sulle misure, con i pass COVID ora richiesti solo per i centri commerciali con una superficie di oltre 20.000 metri quadrati.

“I leader aziendali sono preoccupati e voglio rassicurarli: mostreremo comprensione”, ha detto ai media il ministro delle finanze Bruno Le Maire.

Come abbiamo precedentemente documentato, in base alla legge draconiana, le persone in Francia che entrano in un bar o ristorante senza un pass COVID rischiano 6 mesi di carcere, mentre gli imprenditori che non controllano il loro stato rischiano una pena detentiva di 1 anno e una multa di 45.000 euro.

Come nel Regno Unito, dove i passaporti vaccinali diventeranno obbligatori per i locali notturni, i locali più grandi e potenzialmente anche i pub, si sta creando un apartheid medico a due livelli in base al quale coloro che non prendono il vaccino rimarranno de facto sotto lockdown a tempo indeterminato.

Fonte

190721france1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

La propaganda e come combatterla

Ogni sistema totalitario nella storia ha usato il potere della propaganda visiva per generare una nuova “realtà”, una che reifica la sua ideologia ufficiale. Il totalitarismo della nuova normalita’ non fa eccezione. Ad esempio, dai un’occhiata a questa pagina del The Guardian – uno dei principali organi di propaganda delle classi dirigenti capitaliste globali – il 17 luglio 2021…

Questo non è solo giornalismo “di parte” o “sensazionalista”. È propaganda sistematica ufficiale, non diversa da quella diffusa da ogni altro sistema totalitario nel corso della storia. Ecco la pagina del giorno dopo…

Dimentica per un momento il contenuto degli articoli e goditi l’effetto visivo cumulativo. La propaganda ufficiale non è solo informazione e disinformazione. In realtà non si tratta tanto di farci credere alle cose quanto di creare una realtà ufficiale e di imporla alla società con la forza. Quando stai cercando di evocare una nuova “realtà”, le immagini sono strumenti estremamente potenti, altrettanto potenti, se non più potenti, delle parole.

Eccone altre che potresti ricordare…

Ancora una volta, l’obiettivo di questo tipo di propaganda non è semplicemente ingannare o terrorizzare il pubblico.

Il punto principale è costringere le persone a guardare queste immagini, ancora e ancora, ora dopo ora, giorno dopo giorno, a casa, al lavoro, per strada, in televisione, in Internet, ovunque.

È così che creiamo la “realtà”. Rappresentiamo le nostre convinzioni e valori a noi stessi e agli altri con immagini, parole, rituali e altri simboli e comportamenti sociali. In sostanza, evochiamo la nostra “realtà” più ci crediamo tutti, più è convincente.

Questo è anche il motivo per cui le mascherine obbligatorie sono state essenziali per il roll-out dell’ideologia della nuova normalita’. Costringere le masse a indossare maschere dall’aspetto medico in pubblico è stato un capolavoro di propaganda. In poche parole, se riesci a costringere le persone a vestirsi come se stessero andando a lavorare nel reparto di malattie infettive di un ospedale ogni giorno per 17 mesi… Ti sei procurato una nuova “realtà”… una nuova “realtà” patologizzata-totalitaria, una “realtà” paranoica-psicotica, simile a un culto in cui le persone precedentemente semi-razionali sono state ridotte a lacchè balbettanti senza senso che hanno paura di uscire senza il permesso delle “autorità” e stanno iniettando ai loro figli “vaccini” sperimentali.

Il potere assoluto dell’immagine visiva di quelle maschere, e l’essere costretti a ripetere il comportamento rituale di indossarle, è stato quasi irresistibile. Sì, lo so che hai resistito. Anch’io. Ma noi siamo la minoranza. Negare il potere di ciò che stiamo affrontando potrebbe farti sentire meglio, ma non ci porterà da nessuna parte, o, in ogni caso, da nessuna parte bene. Il fatto è che la stragrande maggioranza del pubblico – fatta eccezione per le persone in Svezia, Florida e altri luoghi ufficialmente inesistenti – ha eseguito roboticamente questo rituale teatrale e ha molestato coloro che si rifiutano di farlo, simulando così collettivamente un “piaga apocalittica”.

I cultisti – cioè quelli che indossano ancora maschere all’aperto, che sbraitano cifre inutili sul numero di casi, che fanno i prepotenti con tutti per farsi “vaccinare” e collaborano con la segregazione dei “non vaccinati” – non si comportano come si comportano perché sono stupidi. Si comportano così perché vivono in una nuova “realtà” che è stata creata per loro nel corso degli ultimi 17 mesi da una massiccia campagna di propaganda ufficiale, la più ampia ed efficace nella storia della propaganda.

In altre parole, per dirla senza mezzi termini, siamo in una guerra di propaganda e stiamo perdendo. Non possiamo eguagliare il potere di propaganda dei media aziendali e dei governi della Nuova Normalità, ma ciò non significa che non possiamo contrattaccare. Possiamo e dobbiamo, in ogni occasione. Recentemente, i lettori mi hanno chiesto come farlo. Quindi, OK, ecco alcuni semplici suggerimenti.

La stragrande maggioranza dei Nuovi Normali obbedienti non sono fanatici totalitari. Sono spaventati e deboli, quindi stanno seguendo gli ordini, adattando le loro menti alla nuova “realtà” ufficiale. La maggior parte di loro non si percepisce come aderente a un sistema totalitario o come segregazionista, anche se è quello che sono. Si percepiscono come persone “responsabili” che seguono “direttive sanitarie” sensate per “proteggere” se stessi e gli altri dal virus e dalle sue “varianti” mutanti in continua crescita. Percepiscono i “non vaccinati” come una minoranza di estremisti “teorici della cospirazione” pericolosi e irrazionali, che vogliono uccidere loro e le loro famiglie. Quando diciamo loro che semplicemente rivogliamo i nostri diritti costituzionali e di non essere costretti a essere “vaccinati” e censurati e perseguitati per aver espresso le nostre opinioni, non ci credono. Pensano che stiamo mentendo. Ci percepiscono come minacce, come aggressori, come mostri, come estranei tra loro, che hanno bisogno di essere affrontati… che è esattamente come le autorità vogliono che ci percepiscano.

Dobbiamo cercare di cambiare questa percezione, non rispettandoli o essendo “educati” con loro. Al contrario, dobbiamo diventare più conflittuali. No, non violenti. Conflittuali.

Per cominciare, dobbiamo chiamare le cose come sono. Il sistema del “pass vaccinale” è un sistema di segregazione. È segregazionismo. Chiamalo con il suo nome. Coloro che collaborano con esso sono segregazionisti. Non stanno “aiutando” o “proteggendo” nessuno da nulla. Sono segregazionisti, puri e semplici. Chiamali “segregazionisti”. Non lasciare che si nascondano dietro la loro terminologia. Mettili a confronto con ciò che sono.

Stesso discorso vale per quando parlano di covid. I “casi”, le “morti” e i “vaccini” sono tutti trattati con la stessa dose di terrore. Le persone sane non sono casi medici. Se il Covid non ha ucciso qualcuno, non è una morte da Covid, punto. I “vaccini” che non si comportano come i vaccini, e che stanno uccidendo e paralizzando decine di migliaia di persone, e che non sono stati adeguatamente testati per la sicurezza, e che vengono imposti indiscriminatamente a tutti, non possono essere chiamati vaccini.

OK, ecco che arriva la grande idea, che funzionerà solo se abbastanza persone la metteranno in pratica. Probabilmente non ti piacerà…ma eccola qui comunque:

Questo è il triangolo rosso rovesciato che i nazisti usavano nei campi di concentramento per designare gli oppositori politici e i membri della resistenza antinazista. Fattene uno. Realizzalo con tessuto, carta o qualsiasi altro materiale che hai a portata di mano. Metti una grande “U” nera al centro per indicare “Non vaccinato”. Indossalo in pubblico, vistosamente. Quando le persone ti chiedono cosa significa e perché lo indossi in pubblico, diglielo. Incoraggiali a fare lo stesso, supponendo che non siano segregazionisti della nuova normalita’, in qual caso … beh, quella sarà una conversazione diversa, ma vai avanti e dillo anche a loro.

Questo è tutto. Questa è l’intera grande idea. Il triangolo non ha lo scopo di sostituirlo. È solo un modo semplice per le persone di esprimere la loro opposizione al sistema di segregazione totalitario e pseudo-medico che viene attualmente implementato … nonostante tutte le altre cose che hai fatto, e che ho fatto, per 17 mesi.

D’accordo, sento già la tua delusione. Pensavi che avrei proposto un assalto frontale al castello segreto di Klaus Schwab, o un attacco navale di guerriglia allo yacht di Bill Gates. Per quanto catartici possano essere entrambi questi sforzi, sarebbero (a) futili e (b) suicidi. Per quanto frustrante sia stata per tutti noi, questa è ancora una battaglia per i cuori e le menti. In sostanza, è una Guerra alla Realtà (o tra due “realtà” se preferite). Si combatte nella testa delle persone, non nelle strade.

Tornando al triangolo rosso.

Il punto di una protesta visiva come questa è costringere i Nuovi Normali a confrontarsi con una diversa rappresentazione di ciò che loro e noi siamo. Una rappresentazione che rispecchia fedelmente la realtà. No, ovviamente non siamo nei campi di concentramento ma veniamo segregati, usati come capro espiatorio, censurati, umiliati e maltrattati, non per motivi legittimi di salute pubblica, ma a causa del dissenso politico, perché ci rifiutiamo di seguire gli ordini acriticamente e di conformarci alla loro nuova ideologia ufficiale. I Nuovi Normali hanno bisogno di essere costretti a percepire le loro credenze e azioni in quel contesto, anche se solo per alcuni fugaci momenti al centro commerciale, o al supermercato, o dovunque.

Pensala in questo modo… come ho spiegato sopra, stanno fondamentalmente eseguendo un evento teatrale, evocando una “realtà pandemica” con parole, azioni e oggetti di scena pseudo-medici. Quello che dobbiamo diventare è quello stronzo tra il pubblico che distrugge la sospensione dell’incredulità e ricorda a tutti che sono seduti in un teatro, e non nella Danimarca del XV secolo, rispondendo ad alta voce al telefono proprio nel bel mezzo della scena di Amleto. soliloquio.

Seriamente, dobbiamo diventare quello stronzo il più vistosamente possibile, il più spesso possibile, per interrompere lo spettacolo che stanno esibendo i Nuovi Normali… e per ricordare loro cosa stanno effettivamente facendo e a chi lo stanno effettivamente facendo.

Fonte

red-nazi-triangle-all-

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €