Archivi Blog

Moderna e BioNtech crollano a picco mentre il dibattito sul “richiamo” della FDA solleva domande sull’efficacia del vaccino e sugli effetti collaterali (Se hai 30 anni e generalmente stai bene hai lo 0.0004% di morire….Lo dice la FDA!)

Venerdì, un gruppo di consulenti chiave della FDA – il Comitato consultivo sulle pratiche di immunizzazione – si riunisce per discutere e votare la richiesta di Pfizer per l’approvazione di una terza dose di richiamo COVID del suo vaccino “Comirnaty” per tutti gli americani di età pari o superiore a 16 anni. Le due grandi domande a cui devono rispondere sono: ci sono prove sufficienti per suggerire che i richiami sono sicuri e dovrebbero essere resi disponibili a tutti, o dovrebbero essere limitati a un gruppo più piccolo di americani anziani e immunocompromessi?

All’ordine del giorno ci sono le presentazioni di Pfizer, del personale della FDA, del personale del CDC, dei ricercatori israeliani e di altri. Al termine dell’incontro virtuale, iniziato alle 0830ET Eastern, ai membri verrà chiesto di votare sì o no. Quel voto non è previsto fino al tardo pomeriggio, dopo una lunga giornata di dibattito.

Le parti interessate possono guardare il dibattito il dibattito su YouTube:

Dopo che la Casa Bianca si è chiesta se il richiami potesse essere erogato cinque o otto mesi dopo la seconda dose, Pfizer ha chiesto l’approvazione per i richiami circa sei mesi dopo la seconda iniezione, dopo aver presentato dati che mostrano che l’efficacia diminuisce nel tempo. E mentre Moderna ha fatto una richiesta simile e ha presentato dati simili, il suo vaccino non verrà preso in considerazione venerdì. Nonostante i migliori sforzi delle compagnie farmaceutiche, la FDA è rimasta apparentemente poco convinta della necessità di dosi di richiamo.

Nelle ultime settimane, gli scienziati sono diventati sempre più espliciti sulla loro opposizione agli Stati Uniti che spingono sul farsi il richiamo. La maggior parte sostiene che questi richiami sarebbero meglio utilizzati nei paesi in via di sviluppo, dove i tassi di vaccinazione sono più bassi e il rischio di una nuova variante mortale è più alto. Uno scienziato esasperato si è lamentato del fatto che il processo scientifico fosse “manipolato” dalla politica, un riferimento alla spinta del presidente Biden a iniziare a iniziare la 3a vaccinazione di fronte all’ondata delta che sembra aver finalmente raggiunto il picco. L’OMS ha anche esortato il presidente Biden a non andare avanti con i richiami, sostenendo che c’è una maggiore necessità altrove.

Mentre il gruppo della FDA ascolta vari funzionari sanitari durante la sezione dei commenti pubblici sui pro e i contro di un richiamo, stanno emergendo alcuni fatti molto scomodi sull’efficacia del vaccino e sugli effetti collaterali dello stesso – fatti che in qualsiasi altro luogo sarebbero immediatamente censurati.

Forse è per questo che due alti funzionari della FDA si sono appena dimessi.

“Le prove attuali, quindi, non sembrano mostrare la necessità di fare il richiamo alla popolazione generale, in cui l’efficacia contro le malattie gravi rimane elevata”, hanno scritto gli scienziati della FDA Marion Gruber e Phil Krause.

“Se un richiamo non necessario provochera’ reazioni avverse significative, potrebbero esserci implicazioni per l’accettazione del vaccino che vanno oltre i vaccini COVID-19. Pertanto, la strada del richiamo dovrebbe essere intrapresa solo se vi sono prove chiare sul fatto che sia appropriato”, hanno affermato gli scienziati.

E poi hanno fatto vedere questa diapositiva…

Se hai 30 anni e generalmente stai bene hai lo 0.0004% (1 su 250.000) di morire….Lo dice la FDA!

Le azioni Pfizer stanno scendendo ma i prezzi delle azioni Moderna e BioNtech stanno crollando poiché l’analista di Evercore ISI Umer Raffat prevede che il panel di consulenti non consiglierà i richiami (con il voto previsto per oggi)…

Fonte

2021-09-17_9-49-59-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €