Archivi Blog

Uno show natalizio Disney mostra bambini che tengono in mano cartelli con la scritta “TI AMIAMO SATANA”

Non è proprio il massimo dopo lo scandalo Balenciaga

Un nuovo spettacolo natalizio Disney presenta un gruppo di bambini che tengono in mano cartelli che recitano “WE LOVE YOU SATAN”, provocando una reazione negativa da parte di molti, in particolare sulla scia dello scandalo Balenciaga.

L’incidente si è verificato nella serie chiamata Santa Clauses, uno spin-off Disney + dei famosi film di Tim Allen.

Ogni bambino mostra una lettera, che dovrebbe scrivere “We Love You Santa”, ma un paio di bambini finiscono nella posizione sbagliata.

La scena arriva nel bel mezzo degli scandali che stanno travolgendo i designer associati al marchio di moda Balenciaga che promuovono il satanismo, a seguito di uno strano servizio fotografico che sessualizzava i bambini.

La Disney ha fatto arrabbiare molti genitori all’inizio di quest’anno gettando il suo peso e finanziando le procedure di riassegnazione di genere, anche per i bambini, oltre a presentare personaggi transgender e LGBT:

La società è stata anche pesantemente criticata dal governatore della Florida Ron De Santis in seguito al rimprovero pubblico della Disney del suo disegno di legge “Parents Rights in Education” che impedisce ai bambini di età inferiore all’asilo di essere istruiti sui problemi del transgender e del sesso gay nelle scuole.

Tucker Carlson ha accusato la Disney di avere una “fissazione per la sessualità dei bambini” indicando recenti rapporti secondo cui quattro dipendenti del gigante dei media sono stati accusati di traffico di esseri umani in Florida, con uno che avrebbe inviato messaggi sessualmente espliciti a un agente delle forze dell’ordine che faceva finta di essere un adolescente.

Fonte

screen-shot-2022-11-29-at-12.42.44-pm

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

5,00 €

La designer di Balenciaga e Adidas viene criticata per gli inquietanti post sui social media

Mentre l’azienda di moda Balenciaga ha intentato una causa da 25 milioni di dollari contro i produttori di una pubblicità che presentava immagini pedofile che includevano orsacchiotti BDSM e altre immagini inquietanti, gli investigatori di Internet hanno puntato le luci su una delle stiliste interne dell’azienda, Lotta Volkova.

Nata nel 1984, la russa Volkova, che disegna anche per Adidas, è stata descritta da Vogue come una “super stilista”. Ma è anche super appassionata di immagini inquietanti di satanismo, bambini in difficoltà e orsacchiotti in abiti da bondage, secondo il suo feed Instagram ora privato, come notato da The Namal, citando un lungo thread su Twitter del detective di Internet @curioslight.

Per tuffarti nella tana del coniglio, clicca sul tweet qui sotto.

A seguito dell’indignazione per l’annuncio di Balenciaga, Kim Kardashian ha rilasciato una dichiarazione in cui condanna le “immagini inquietanti” – che sono uscite in particolare dopo il thread di @curiouslight. L’ha visto e ha deciso di rivalutare il suo rapporto con l’azienda?

Nel frattempo, le persone stanno ancora analizzando la pubblicità originale di Balenciaga

Fonte

eyes1a

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

5,00 €

C’è qualcosa di terribilmente sbagliato in Balenciaga

Balenciaga ha recentemente pubblicato immagini di bambini che tengono in braccio pelcuhe in abiti BDSM, suscitando enorme indignazione. Ma c’è molto di più in questa storia. I recenti servizi fotografici del marchio di lusso contengono una miriade di dettagli che puntano direttamente a un concetto disgustoso: la celebrazione dell’abuso e della sessualizzazione dei bambini.

leadbalenciaga2 There's Something Terribly Wrong With Balenciaga and the Rabbit Hole Goes Deep

Balenciaga è una casa di moda di lusso fondata nel 1919 e, sin dal suo inizio, è stata legata all’élite. Durante gli anni ’60, i clienti più entusiasti del marchio erano socialite d’élite come Mona von Bismarck e Pauline de Rothschild (la moglie del barone Philippe de Rothschild).

Nel 21° secolo, Balencia è diventato un “must” nei circoli delle celebrità, specialmente con le pedine dell’élite. La sua lista di clienti include artisti del calibro di Madonna, Nicole Kidman, Jennifer Garner, Justin Bieber e Kim Kardashian.

Insomma, Balenciaga è “dall’élite, per l’élite”. E, nel caso non te ne fossi ancora reso conto, l’élite di oggi è completamente ossessionata dalla sessualizzazione dei bambini. Stanno usando le scuole, i mass media e tutto il resto per normalizzare la loro malattia e, lentamente ma inesorabilmente, spingere i confini di ciò che è socialmente accettabile.

Dal momento che Balenciaga è parte di questo pasticcio, il marchio non poteva fare a meno di contribuire a questa cultura che cerca costantemente di sessualizzare i bambini e, cosa ancora più malata, di celebrare effettivamente i loro abusi. Perché dovrebbero farlo? Risposta breve: molti di loro sono pedofili. Ancora peggio, l’élite occulta si impegna nell’abuso sistematico dei bambini per scopi che sono troppo malvagi anche per essere immaginati.

È solo comprendendo questi fatti che le seguenti immagini avranno un senso completo. Attraverso il simbolismo, Balenciaga celebra un’intera cultura, profondamente malata, crudele e orribile.

IMMAGINI ALTAMENTE SIMBOLICHE

Le immagini che promuovono i prodotti per le “vacanze” di Balenciaga sono inquietanti e, con un’analisi più approfondita dei dettagli più piccoli, le cose peggiorano.

balencia1 There's Something is Terribly Wrong With Balenciaga and the Rabbit Hole Goes Deep

In questa foto, una ragazza è in piedi su un letto mentre tiene in mano una borsa di peluche in tenuta da bondage.

L’orso indossa un lucchetto sul collo, un top a rete, un’imbracatura e tutti i tipi di cinghie. Inutile dire che questa attrezzatura viene utilizzata nel sesso hardcore BDSM che ruota intorno al dolore, alla sottomissione e all’umiliazione.

Detto questo, perché un bambino tiene in mano questa cosa?

Questo peluche rappresenta letteralmente una schiava del sesso, come simboleggiato dal collare e dal lucchetto.

In un contesto BDSM, un collare è un dispositivo di qualsiasi materiale indossato da una persona intorno al collo per indicare il proprio stato di sottomissione o schiavo in una relazione BDSM.

I collari possono essere usati nei giochi di ruolo che comportano l’umiliazione erotica perché hanno connotazioni di controllo e stato simile a un animale domestico, specialmente se indossati con un guinzaglio.
– Wikipedia, Collare (BDSM)

Si noti che la definizione di cui sopra menziona “lo stato simile a un animale domestico, specialmente se indossato con un guinzaglio”. Coincidenza?

balenciaga5 There's Something is Terribly Wrong With Balenciaga and the Rabbit Hole Goes Deep

Questa ragazza non sembra stare bene. Affatto.

Questa immagine combina roba per bambini con oggetti “adulti” come bicchieri di vino e champagne. Inoltre, ci sono candele all’interno delle lattine di birra. Perché queste cose sono nella stanza della ragazza?
Inoltre, c’è un guinzaglio e una ciotola per cani. Nel BDSM, gli schiavi sottomessi bevono da tali ciotole. Stanno insinuando che la ragazza beva da quella ciotola? Questa interpretazione sarebbe una “forzatura” se non ci fossero due giocattoli completamente BDSM nella stessa immagine.

In breve, l’intera atmosfera del set fotografico è inquietante e piena di allusioni. In qualche modo, quello sotto riesce a essere peggio.

balenci4 There's Something is Terribly Wrong With Balenciaga and the Rabbit Hole Goes Deep

Tutto in questa immagine urla “abuso”.

Innanzitutto, c’è un nastro della polizia su una sedia. Quel tipo di nastro viene solitamente utilizzato sulle scene del crimine. La stanza di questo ragazzo è una scena del crimine? Si sono verificati abusi in questa stanza?

Inoltre, i disegni sui muri molto probabilmente causerebbero una profonda preoccupazione per gli psicologi infantili.

balenci44 There's Something is Terribly Wrong With Balenciaga and the Rabbit Hole Goes Deep

Sullo sfondo c’è il disegno di una figura cornuta dall’aspetto malvagio.

balenci45 There's Something is Terribly Wrong With Balenciaga and the Rabbit Hole Goes Deep

L’intera parete è piena di disegni che trasmettono il fatto che questo bambino è triste e disturbato.

balenci46 There's Something is Terribly Wrong With Balenciaga and the Rabbit Hole Goes Deep

C’è sto pupazzo malvagio seduto accanto ai giocattoli per bambini. Questa giustapposizione riflette perfettamente un’ossessione dell’élite: inquinare l’innocenza dei bambini.

In passato, Balenciaga ha deciso di associare questi animali di peluche a un vero e proprio abuso

Screenshot 20221123 102315 There's Something Terribly Wrong With Balenciaga and the Rabbit Hole Goes Deep

Nelle sfilate di moda, i modelli pieni di botte portavano in giro questi animali di peluche appositamente sporchi per rendere le cose ancora più inquietanti.

Il servizio fotografico sopra è stato opera di Gabriele Galimberti, un fotografo italiano amato dall’élite. Perché spinge i suoi programmi.

Screenshot 20221124 015410 There's Something Terribly Wrong With Balenciaga and the Rabbit Hole Goes Deep

Gabriele ha recentemente ritwittato un articolo che utilizzava una delle sue foto. Il titolo dell’articolo: “Perché limitare la pornografia infantile ma non le armi?” A loro piacerebbe limitare le armi ma non la pornografia infantile.

A proposito.

DOCUMENTI PEDOFILI

Alcune immagini di Balenciaga non contengono bambini. Contengono però dettagli che vanno esattamente nella stessa direzione delle immagini qui sopra, confermando anche i nostri peggiori timori.

balenciaga6 There's Something is Terribly Wrong With Balenciaga and the Rabbit Hole Goes Deep

Una foto mostra una borsetta appoggiata casualmente su alcuni documenti.

Se si ingrandisce il documento in basso, si scopre che si tratta di pedopornografia.

balencia55 There's Something is Terribly Wrong With Balenciaga and the Rabbit Hole Goes Deep

Il documento è in realtà la sentenza della Corte Suprema Ashcroft v. Free Speech Coalition.

Questa sentenza specifica non è stata scelta per errore. Si adatta perfettamente al folle tema degli abusi sui minori della campagna Balenciaga. In effetti, Ashcroft v. Free Speech Coalition inverte una parte significativa del Child Pornography Prevention Act del 1996.

Una disposizione del Child Pornography Prevention Act del 1996 (CPPA) (18 USCS 2252A(a)) proibiva il possesso o la distribuzione di “pornografia infantile”, definita in un’altra disposizione del CPPA (18 USCS 2256(8)(B)) includendo qualsiasi rappresentazione visiva che “è, o sembra essere, di un minore impegnato in una condotta sessualmente esplicita”. Pertanto, 2256 (8) (B) ha vietato una serie di immagini sessualmente esplicite, a volte chiamate “pornografia infantile virtuale”, che sembravano raffigurare minori ma erano prodotte con mezzi diversi dall’uso di bambini reali, come, ad esempio, immagini generate al computer e immagini di adulti che sembravano minorenni.
– LexiNesis, Ashcroft v. Free Speech Coalition

La Corte Suprema ha stabilito che il divieto della “pornografia infantile virtuale” violava la libertà di parola, quindi è stato revocato. In altre parole, è stata una vittoria per i pedofili. Ed è per questo che questo documento specifico era in quella foto di Balenciaga. Vogliono più vittorie giudiziarie.

CELEBRANDO ARTISTI FOLLI

baleng8 There's Something Terribly Wrong With Balenciaga and the Rabbit Hole Goes Deep

Ecco un’altra foto di Balenciaga. Niente di folle, vero?

Il diavolo è nei dettagli.

borremna There's Something Terribly Wrong With Balenciaga and the Rabbit Hole Goes Deep

Il libro in cima alla pila: Michael Borremans.

Ancora una volta, la presenza di questo libro non è casuale. Si adatta perfettamente al tema generale. L’opera più famosa di Michael Borremans è intitolata Fire From the Sun.

borreman2 There's Something is Terribly Wrong With Balenciaga and the Rabbit Hole Goes Deep

Un dipinto intitolato Cinque figure, tre arti.

Nel dipinto in alto vediamo bambini nudi coperti di sangue e con tre arti sul pavimento. Se guardi da vicino, sopra gli arti, vediamo una figura traslucida accovacciata sopra gli arti. Kim Noble, una sopravvissuta al controllo mentale basato sul trauma che dipinge immagini simboliche, utilizza le stesse immagini per rappresentare il concetto di dissociazione (utilizzato nel controllo mentale). In altre parole, questi bambini vengono traumatizzati e si dissociano.

Ecco una descrizione di questa serie di dipinti.

Nei termini più evidenti, Fire From The Sun ritrae bambini di due o tre anni in varie fasi di gioco con il fuoco e quelle che sembrano essere membra umane, persino capelli. I bambini sono tutti putti sistini dalla pelle chiara, talvolta ricoperti di sangue. I bambini non sembrano essere angosciati o disturbati (anche se alcuni spettatori in galleria potrebbero esserlo). Il dramma dei dipinti è accentuato dalla loro connessione visiva tra loro e, più in generale, con le opere più antiche di Borremans. La scena in ogni dipinto è composta su uno sfondo beige simile. Questo è un set o un palcoscenico, privo di contesto, che nasconde risposte, ma che suggerisce un regista o qualcuno che guarda.
– Elefante, Michaël Borremans: Fuoco dal sole

Come affermato nella descrizione sopra, questa scena si svolge su un palcoscenico e fa pensare a un “regista” che guarda. E’ pura psicopatia. E se questi dipinti fossero basati su qualcosa che è realmente accaduto?

BORMI0270 preview There's Something Terribly Wrong With Balenciaga and the Rabbit Hole Goes Deep

Altri riferimenti alla dissociazione.

In alcuni dei dipinti i bambini sono in procinto di scomparire: corpi fantasma non del tutto rimossi dai loro atti raccapriccianti. È importante sottolineare che Borremans ha scelto di raffigurare bambini troppo piccoli per avere ricordi chiari. In un futuro immaginario, potrebbero essere testimoni inaffidabili di questa storia di origine o trauma formativo.
– Ibid.

La descrizione sopra, da un sito web d’arte, si riferisce in realtà al trauma dei bambini, un concetto fondamentale della programmazione Monarch.

borreman3 e1669324462759 There's Something Terribly Wrong With Balenciaga and the Rabbit Hole Goes Deep

I bambini giocano con gli arti e li mangiano.

Mentre il fuoco e il (probabile) cannibalismo implicano una sorta di rituale, le opere sono più agghiaccianti come schizzi di violenza casuale e istintuale. I personaggi raffigurati si allontanano dalla loro innocenza assumendo caratteri demoniaci.
– Ibid.

fd e1669324606977 There's Something Terribly Wrong With Balenciaga and the Rabbit Hole Goes Deep

Il cannibalismo è un’altra ossessione dell’élite.

Alcuni dipinti sono completamente ritualistici.

boreman1 e1669387209133 There's Something Terribly Wrong With Balenciaga and the Rabbit Hole Goes Deep

Figure incappucciate che reggono arti in fiamme.

boreman2 e1669324712225 There's Something Terribly Wrong With Balenciaga and the Rabbit Hole Goes Deep

Sembra un rituale satanico

boreman3 e1669387258574 There's Something Terribly Wrong With Balenciaga and the Rabbit Hole Goes Deep

Abito rituale + una versione in miniatura della figura = MK ULTRA alter persona.

Potrei pubblicare foto tutto il giorno, ma credo che tu abbia capito. Il lavoro di Borremans ruota attorno a traumi, abusi, rituali, cannibalismo e un sacco di bambini nudi osservati da qualche mostro. In altre parole, si tratta della malattia dell’élite occulta. Ed è per questo che il suo libro è apparso nella foto di Balenciaga.

CONCLUDENDO

A seguito delle polemiche su questa follia, Balenciaga si è scusata. Probabilmente faceva parte del piano fin dall’inizio. Negli anni passati, ho documentato altre grandi aziende che pubblicavano immagini ridicole e pedofile per poi “scusarsi” (ad esempio il suggestivo servizio fotografico di Zara con una modella bambina).

Tuttavia, quelle scuse sono completamente inutili. Non cancellano il fatto che diversi adulti hanno lavorato consapevolmente su queste immagini mentre molti altri le hanno approvate. Sapevano cosa stavano facendo. Anche se Balenciaga ha rimosso tutte queste foto, è troppo tardi. Sono già là fuori e lo sanno.

Balenciaga è un marchio di moda “dall’élite e per l’élite”. Hanno mostrato le loro vere brutte facce, diffuso la loro cultura pedofila nel mondo e, dopo qualche (previsto) contraccolpo, hanno cancellato tutto. Poi, i mass media li hanno riabilitati, arrivando persino a chiamare complottisti coloro che hanno scovato queta follia.

Screenshot 20221124 043116 e1669325495251 There's Something Terribly Wrong With Balenciaga and the Rabbit Hole Goes Deep

Un titolo di Highsnobiety.

Non siamo lontanamente vicino a ciò che si può definire “teoria del complotto”, è la verità che ci guarda in faccia. I messaggi nella campagna di Balenciaga non sono casuali e non sono un errore: sono pienamente in linea con la cultura malata descritta da anni su questo sito.

Il lato positivo di questo orribile pasticcio: le persone si stanno svegliando con questa merda e la stanno denunciando.

Fonte

Screenshot_20221125_154227

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

5,00 €

Balenciaga si scusa per la vile pubblicità che alludeva alla pedopornografia

Il famoso marchio di moda sostiene di non saperne nulla!

Il marchio di moda Balenciaga si è scusato per un vile servizio fotografico che mostrava bambini con orsacchiotti vestiti con indumenti da bondage e un oggetto di scena relativo a un caso di pedopornografia della Corte Suprema.

I critici hanno giudicato negativamente l’etichetta spagnola diventata francese dopo che sono state pubblicate foto che mostrano bambine con in mano borse a forma di orsetti di peluche adornati con abbigliamento BDSM.

Forse ancora più insidioso è stato il posizionamento di un oggetto di scena che mostra i documenti del tribunale riguardanti Ashcroft v Free Speech Coalition, un caso della Corte Suprema del 2002.

Il caso ha annullato una parte del Child Pornography Prevention Act (CPPA) del 1996, stabilendo che la pornografia infantile “virtuale” è legale.

In un post su Instagram, Balenciaga ha scritto: “Ci scusiamo sinceramente per qualsiasi offesa che la nostra campagna possa aver causato. Le nostre borse di peluche non avrebbero dovuto essere presenti con i bambini in questa campagna. Abbiamo immediatamente rimosso la pubblicità da tutte le piattaforme”.

La società ha anche affermato di non essere a conoscenza delle carte della Corte Suprema, aggiungendo che avrebbe perseguito accuse legali contro i responsabili.

“Ci scusiamo per aver mostrato documenti inquietanti nella nostra campagna”, ha dichiarato la società. “Prendiamo molto sul serio la questione e stiamo intraprendendo un’azione legale contro le parti responsabili della creazione del set e dell’inclusione di articoli non approvati per il nostro servizio fotografico della campagna Spring ’23”.

“Condanniamo fermamente l’abuso sui bambini in qualsiasi forma”, ha proseguito la dichiarazione. “Siamo per la sicurezza e il benessere dei bambini.”

I commentatori su Twitter hanno espresso la loro totale incredulità sul fatto che la campagna, che faceva parte della collezione Primavera/Estate 2023 della settimana della moda di Parigi di Balenciaga, fosse autorizzata.

“Spaventoso quanti adulti devono essere stati coinvolti in questo”, ha osservato un utente di Twitter. “Genitori, fotografi, direttori creativi, copywriter, personale di agenzie di design, produttori, manager, inserzionisti… e nessuno di loro ha pensato, ‘aspetta un attimo, c’è qualcosa che non va?'”

Balenciaga aveva precedentemente lasciato Twitter, presumibilmente per protestare contro Elon Musk, con i critici che sottolineavano che la decisione avrebbe potuto essere influenzata dal fatto che Musk stesse facendo piazza pulita dell’ingente numero di pedofili presente sulla piattaforma.

Fonte

231122ad1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

5,00 €