Archivi Blog

Google sostiene che Bill Gates e’ il “dottore piu’ potente al mondo”

Risultato basato su un articolo del 2017 che descrive in dettaglio l ‘”influenza” di Gates sull’Organizzazione mondiale della sanità

Una ricerca per “chi è il medico più potente del mondo” (who is the most powerful doctor in the world) su Google fornisce come risposta Bill Gates.

La scoperta sta facendo il giro sui social media:

In risposta alla domanda, l’intera prima pagina dei risultati elenca Bill Gates, che non è nemmeno un medico, sulla base di un articolo di Politico del 2017 che descrive in dettaglio “l’influenza” di Gates sull’Organizzazione mondiale della sanità.

L’articolo rileva che Gates ha donato 2,4 miliardi di dollari all’OMS dal 2000, una cifra che è aumentata nei cinque anni da quando il pezzo è stato scritto.

Fonte

gettyimages-1158031479-768x432-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Il folle piano di Bill Gates di oscurare il sole probabilmente non raffreddera’ il pianeta, ma lo aiutera’ sicuramente a vendere piu’ copie del suo libro

Nonostante le enormi controversie che circondano la scienza della geoingegneria solare, il fondatore di Microsoft sta contribuendo a finanziare un piano per ridurre gli effetti dei gas serra schermando la Terra dal sole, proprio come il cattivo dei Simpson.

Uno dei grandi problemi quando si tratta della pandemia di coronavirus è che ha distolto molta attenzione dal problema globale preferito che in precedenza occupava l’attenzione dell’elite: il cambiamento climatico e l’imminente fine del mondo.

Quindi, fortunatamente, il gazillionaire Bill Gates, il “genio del male”, è coinvolto in un esperimento che garantira’ notti insonni. Si tratta di un palloncino, un chilogrammo di polvere di gesso e il tentativo di oscurare il sole.

Come qualcosa uscito direttamente dal playbook di Charles Montgomery Burns, Gates è uno tra una dozzina di donatori individuali e 14 fondazioni che stanno finanziato il rilascio di una mongolfiera questa estate a un’altitudine di 12 miglia sopra la città svedese di Kiruna. Da lì, rilascerà una scia di particelle di gesso: carbonato di calcio o CaCO3, come ricorderai dalla tavola periodica.

Questo esperimento è una versione ridotta del piano originale di un paio di anni fa che avrebbe visto migliaia di aerei ad alta quota spruzzare milioni di tonnellate di particelle per formare una nuvola chimica sopra la terra che avrebbe successivamente raffreddato la superficie del pianeta . Arrivederci, cielo azzurro.

Il problema con quell’idea era che non esiste ancora un aereo che possa volare abbastanza in alto e attualmente non esiste un metodo praticabile per distribuire le particelle. Quindi, torniamo al punto di partenza.

Avendo accantonato questo schema – e l’alternativa di costruire un grande parasole, come il malvagio signore supremo di Springfield – Gates e i suoi amici al “dibolico” SCoPEx (Esperimento di perturbazione controllata dalla stratosfera) stanno provando qualcosa su scala più piccola nel tentativo di determinare se possono deviare l’energia solare e raffreddare la superficie terrestre abbastanza da compensare gli aumenti di temperatura attribuiti ai gas serra.

Ora, alzi la mano qualcuno a cui piace ancora quest’idea? Anche se sembra totalmente folle, un sondaggio d’opinione del 2016 condotto dall’Università di Harvard ha rilevato che il 67% degli intervistati era a favore della geoingegneria solare, in gran parte perché era economica, nonostante il fatto che, per i loro standard, fosse anche “imperfetta”.

Uno studio del Fourth National Climate Assessment degli Stati Uniti ha calcolato che il costo annuale per la creazione di una nuvola chimica di raffreddamento sarebbe di 2,25 miliardi di dollari ogni anno per i primi 15 anni. Dopodiché? Bene, siamo tornati al punto di partenza, perché molto probabilmente tutti si sono dimenticati dei gas a effetto serra poiché non ci sono stati effetti evidenti per un decennio e mezzo.

Un altro problema con l’interferenza con la natura è che nessuno sa come la riduzione dell’energia solare su una parte del pianeta influirà sul clima in altre parti. In uno speciale della CNBC del 2019, la professoressa Kate Ricke, dell’UC San Diego, ha affermato che il modello suggeriva che se il processo continuasse nel tempo, il clima in Cina sarebbe più caldo e secco, mentre l’India sperimenterebbe condizioni più umide e più fresche.

E questo solleva alcune questioni precise, perché, come lo scienziato del clima Alan Robock, della Rutgers University, ha sottolineato alla CNBC, “Non possiamo nemmeno decidere sulle emissioni e sui gas serra. Come decideremo di impostare il termostato planetario? “

Immagina quelle discussioni che hai a casa per accendere il riscaldamento, ma su scala internazionale: “Togli le mani dall’interruttore, Washington! Pechino si sta scaldando e Mumbai gela! “

È qui che entra in gioco l’inganno. Invece di fumo e specchi, abbiamo palloncini e polvere di gesso. Perché la sola idea di abbassare il calore del sole, e il potenziale catastrofico di farlo, potrebbe essere sufficiente per far fermare tutti, pensare e lavorare un po ‘di più su quegli obiettivi di emissioni, che, ovviamente, sono il Santo Graal della scienza del clima.

Se non raggiungiamo quei numeri, o almeno facciamo uno sforzo concreto, allora ci sono molte persone, e non solo Greta Thunberg, in fila a competere sullo scenario maggiormente apocalittico.

Secondo Andy Parker, direttore del progetto presso l’International Solar Radiation Management Governance Initiative, gli Stati non disposti o incapaci di frenare le proprie emissioni di gas serra potrebbero persino prendere in mano la situazione.

Ha avvertito la CNBC: “C’è la prospettiva che i paesi vadano avanti e facciano della geoingegneria solare per conto loro causando disaccordo, conflitto, tensione e forse anche guerra”.

Forse questo è ciò che fanno i miliardari. Qui abbiamo uno degli uomini più ricchi del mondo che spinge il suo libro appena pubblicato, convenientemente intitolato “ Come evitare un disastro climatico ”, con l’aiuto di una glorificata trovata pubblicitaria da 3 milioni di dollari sulla Svezia quest’estate, per testare una tecnologia radicale che probabilmente non decollera’ mai.

Burns sarebbe verde d’invidia per un complotto così cinico e diabolico.

Fonte

605a492e20302770e13345b7

Neovitruvian

La censura dei social media e’ sempre piu’ pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Ciò che davvero irrita di Bill Gates e del suo nuovo libro è l’ipotesi che un miliardario ne sappia qualcosa sul cambiamento climatico

Il filantropo ipercritico Bill Gates, vola in tutto il mondo usando jet privati ​​per dirci che siamo noi persone normali che dobbiamo cambiare il nostro comportamento ed essere meno abbienti per “salvare il pianeta”.
Il miliardario ex capo di Microsoft diventato filantropo globalista ha pubblicato un nuovo libro, promuovendo un’agenda “net-zero”, ma almeno riconosce quanto sia difficile il compito e ammette, dato che possiede quattro aerei privati ​​e vive in una villa di 66.000 piedi quadrati che vanta 24 bagni, di essere “un messaggero imperfetto sul cambiamento climatico”.

How to Avoid a Climate Disaster è il tentativo di Bill Gates di aumentare il sostegno per un’azione drastica sulla riduzione delle emissioni di gas serra. Suggerisce giustamente che un mondo in riscaldamento causerà problemi all’umanità. Egli osserva che variazioni relativamente piccole delle temperature medie significano che le cose appariranno molto diverse in futuro. “In termini climatici, un cambiamento di pochi gradi è un grosso problema”, dice. L’ultima era glaciale era di soli sei gradi più fredda di oggi, osserva, e c’erano coccodrilli nel circolo polare artico quando i dinosauri vagavano negli ultimi anni sulla terra e il mondo era solo quattro gradi più caldo di oggi.

Un mondo più caldo, afferma Gates, comporterebbe problemi per le città costiere, lascerebbe molti agricoltori con meno acqua, aumenterebbe il rischio di temperature insopportabili che causano colpi di calore, porterebbe a un aumento della siccità e delle inondazioni, causerebbe conflitti armati e più crisi di rifugiati e molto altro ancora. (Molte di queste affermazioni sono in realtà molto più controverse di quanto egli lascia intendere.) Il cambiamento climatico, sostiene, ucciderà molte più persone a lungo termine rispetto al Covid-19. È vero, ma lo saranno anche molte altre cose, dalle malattie cardiache e dalla tubercolosi alla malnutrizione. È desiderabile ossessionarsi su un problema particolare?

Come sempre con la narrativa sul clima, il cambiamento è visto solo come uno svantaggio. I potenziali lati positivi di un mondo più caldo sono raramente menzionati, come l’apertura di nuove aree per l’agricoltura a latitudini più elevate, per esempio. Il freddo è un assassino più grande del caldo. E, come residente in Scozia, la possibilità di estati più calde potrebbe rendere le vacanze “a casa” molto più piacevoli.

C’è anche la questione di come affrontare i problemi quando si presentano. Gates parla della diffusione di malattie tropicali come la malaria in luoghi “dove non sono mai state viste prima”, apparentemente ignaro del fatto che la malaria fosse endemica in Europa fino quasi all’eradicazione negli anni ’50. I casi di malaria e i decessi sono diminuiti drasticamente negli ultimi dieci anni circa, in particolare nel sud-est asiatico, suggerendo che un maggiore sviluppo economico e una migliore assistenza sanitaria possono avere un impatto enorme. Non sarebbe meglio affrontare direttamente un problema come la malattia, nella speranza di debellarlo o ridurlo notevolmente, piuttosto che sperare che tagli estremamente costosi alle emissioni di gas serra possano evitare una parte di casi in futuro?

Tuttavia, se il libro di Gates ha un merito, sta nel richiamare l’attenzione su quanto sarebbe difficile ridurre le emissioni di gas a effetto serra. Costruire qualche altro parco eolico, guidare un’auto elettrica e riciclare scrupolosamente le tue bottiglie di plastica potrebbe sembrare la cosa giusta da fare, ma tali cambiamenti in realtà graffiano solo la superficie.

I combustibili fossili sono assolutamente centrali per le nostre vite. Sono una meravigliosa scoperta, che forniscono enormi quantità di energia in una forma molto compatta. Gates osserva che, libbra per libbra, la benzina è 35 volte più densa di energia rispetto alle migliori batterie agli ioni di litio disponibili oggi. Le nostre emissioni non provengono semplicemente dalla generazione di elettricità (27% delle emissioni) e dallo spostamento (16% delle emissioni). Costruire cose, in particolare cemento e acciaio, produce il 31% delle emissioni, ma al momento ci sono poche alternative a quei materiali.

L’agricoltura è un’altra grande fonte di emissioni e nessuna quantità di cibo a base vegetale e carne “coltivata in laboratorio” può spazzarle via completamente. In effetti, dovremmo volerlo? Gli animali trasformano le cose non commestibili per l’uomo, in particolare l’erba, in cibo altamente nutriente. Guardando fuori dalla mia finestra nella Scozia rurale verso le colline di fronte, pecore e mucche stanno producendo cibo da un paesaggio in cui l’agricoltura arabile sarebbe impossibile.

Gates ha ragione a sottolineare che sarebbe impossibile arrivare a emissioni ‘nette zero’ (ovvero tagliare tutte le emissioni possibili e quindi catturare i gas serra dall’atmosfera per far fronte al resto) senza un enorme investimento in nuove tecnologie come l’energia nucleare sicura ed economica, alternative al cemento e molto, molto altro ancora. Almeno a questo proposito, ha molto in comune con altri critici delle politiche sul cambiamento climatico come Bjorn Lomborg e Michael Shellenberger.

Fonte

603cfe442030274bda03998b

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

La Bill & Melinda Gates Foundation supporta un gruppo educativo che afferma che la matematica e` razzista

Il gruppo Pathway afferma che le minoranze sbagliano le risposte a causa del “suprematismo bianco”.

La Bill & Melinda Gates Foundation sta finanziando un gruppo educativo attivista che crede che la matematica sia razzista e che arrivare a una risposta obiettiva sia un esempio di “supremazia bianca”.

Sì davvero.

Un conglomerato di 25 organizzazioni educative chiamato A Pathway to Equitable Math Instruction afferma che chiedere agli studenti di trovare la risposta corretta è una “pratica intrinsecamente razzista”.

Il sito web dell’organizzazione elenca la Bill & Melinda Gates Foundation come unico donatore.

“In effetti, negli ultimi dieci anni, la Bill & Melinda Gates Foundation ha assegnato oltre 140 milioni di dollari a una varietà di gruppi associati a Pathway. Le loro “risorse antirazziste” sono l’epicentro di un nuovo corso di formazione per insegnanti offerto dal Dipartimento dell’Istruzione dell’Oregon in tutto lo stato “, riferisce National File.

“Tre delle organizzazioni più importanti che ricevono sovvenzioni da Gates sono The Education Trust, Teach Plus e WestEd, tutte organizzazioni 501c senza scopo di lucro”.

Una guida per insegnanti prodotta da Pathway intitolata “Dismantling Racism in Mathematics Instruction” afferma in modo ridicolo che la matematica “viene utilizzata per sostenere le opinioni capitaliste, imperialiste e razziste”.

Gli insegnanti sono incaricati di incolpare gli studenti non bianchi che danno risposte sbagliate sulle “pratiche suprematiste bianche”, che sono veramente responsabili del “rendimento insufficiente” delle minoranze.

Come abbiamo evidenziato in precedenza, seguendo le università, le scuole sono ora diventate terreno fertile per questo tipo di follia intersezionale.

All’inizio di questa settimana, abbiamo riferito di come il preside della East Side Community School di New York abbia inviato ai genitori bianchi un manifesto che li invita a diventare “traditori bianchi” e sostenere la piena “abolizione dei bianchi”.

L’anno scorso, abbiamo rivelato come ai bambini di una scuola elementare in Virginia viene insegnato che tratti come “oggettività” e “perfezionismo” sono caratteristiche “razziste” della “supremazia bianca”.

Nel frattempo, i distretti scolastici in tutta l’America stanno eliminando gli standard di classificazione per “combattere il razzismo”.

La mossa è stata annunciata a San Diego dopo che è stato rivelato che solo il 7% dei voti D o F viene assegnato a studenti bianchi, mentre il 23% andava ai nativi americani, il 23% agli ispanici e il 20% ai studenti neri .

Come osserva Allie Beth Stuckley, “Non capisco. Forse sono proprio le persone che non vogliono che i bambini di colore imparino correttamente la matematica ad essere i veri suprematisti bianchi. “

Fonte

190221gates1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Bill Gates lodato come salvatore del mondo

Il miliardario vuole zero emissioni di carbonio anche se acquista enormi quantità di terra.

Bill Gates è stato lodato come l’uomo che “salvera` il mondo” e che aiuta il pianeta a raggiungere zero emissioni di carbonio in un nuovo rapporto di Wired Magazine, nonostante tali standard non si riflettano nello stile di vita del filantropo miliardario.

L’articolo indaga su come Gates intende realizzare un mondo a “zero emissioni di carbonio” e promuove il suo nuovo libro che sostiene “è tempo di apportare cambiamenti sociali, economici e logistici reali al nostro modo di vivere per evitare il disastro”.

Secondo Gates, il pianeta deve raggiungere zero emissioni di carbonio per “evitare la catastrofe”

Gli sforzi di Gates per ridurre le emissioni di CO2 possono avere una lucentezza ambientalista, ma quell’obiettivo rischia anche di ridurre il tenore di vita nell’ovest, qualcosa che non sfiorera` assolutamente Gates.

Come abbiamo sottolineato in precedenza, mentre agli americani viene detto che il sogno di possedere proprietà privata è finito grazie al futuro “Great Reset”, Gates e altri miliardari hanno acquistato enormi quantità di terreni agricoli.

Gates è ora il più grande proprietario di terreni agricoli in America, secondo un rapporto di Forbes.

Mentre i media mainstream continuano a sostenere l’influenza di Gates, ha ricevuto dure critiche altrove.

Come abbiamo evidenziato la scorsa settimana, l’avvocato Robert F. Kennedy Jr., figlio di Robert F. Kennedy e nipote dell’ex presidente degli Stati Uniti John F. Kennedy, ha scritto un rapporto completo accusando Gates di impegnarsi nel neo-feudalesimo.

Kennedy avverte che, “Per mascherare i suoi piani distopici per l’umanità con intenzioni benigne, Gates ha espropriato la retorica di” sostenibilità “,” biodiversità “,” buona amministrazione “e” clima “.

Ha anche accusato Gates di tentare di monopolizzare e dominare la produzione alimentare globale, etichettandola “una forma oscura di filantrocapitalismo basata sulla biopirateria e sulla biopirateria aziendale”.

Kennedy è stato successivamente bandito da Instagram dopo la pubblicazione del suo rapporto.

Come abbiamo evidenziato in precedenza, la messaggistica pro-Gates ha trovato spazio anche nella programmazione televisiva per bambini.

Fonte

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Un inquietante video per bambini chiede: “Cosa succederebbe se Bill Gates sparisse?”

Il cartone dice ai bambini che se Bill Gates scomparisse, il pianeta e tutti quelli che ci vivono morirebbero.

In un altro esempio di come la propaganda globalista venga inserita nella programmazione dei bambini, un video rivolto ai bambini spiega come sarebbero orribili le cose se Bill Gates scomparisse.

Dopo aver immaginato cosa accadrebbe se Batman e Superman non fossero più in giro, il video, prodotto da AumSum, rivolge quindi la sua attenzione al globalista Gates.

Il video afferma che poiché Gates è la terza persona più ricca del mondo, se scomparisse “un miliardario cosi` rispettato mancherebbe a molte persone”.

Nel video due personaggi iniziano a piangere dietro a Gates, tirando fuori mazzette di denaro, poi scompaiono.

Quindi rileva che se Gates fosse svanito, “la filantropia prenderebbe un brutto colpo”, con ulteriori affermazioni che se Gates non fosse stato in giro per il mondo i ricchi e potenti probabilmente non avrebbero più dato “metà” dei loro soldi per cause caritatevoli.

Il video afferma inoltre che la conservazione del clima e l’energia pulita cesserebbero di esistere se Gates non fosse qui, e che i combustibili fossili malvagi “ritornerebbero”.

Come a voler dare una buona dose di propaganda, il fumetto insegna anche ai bambini che Warren Buffet sarebbe sconvolto se Gates scomparisse, e questa sarebbe una brutta cosa.

Non si fa menzione di come, se Bill Gates scomparisse, anche i suoi sforzi per monopolizzare completamente e dominare la produzione alimentare globale e i programmi di salute pubblica attraverso colture e medicinali geneticamente modificati scomparirebbero.

Qualcosa che potrebbe anche scomparire nel tempo sarebbe la fame estrema, che è aumentata del 30 per cento nei 18 paesi africani che la Fondazione Gates ha inizialmente preso di mira.

La scomparsa di Gates potrebbe anche vedere un rallentamento della tendenza alla crescente povertà rurale, con le persone che soffrono la fame in queste nazioni che sono salite a 131 milioni.

Forse senza i massicci finanziamenti di Gates, le multinazionali agricole e chimiche non avrebbero le risorse per decimare in modo così efficace la biodiversità dei terreni agricoli e non sarebbero in grado di applicare efficacemente i loro alimenti sintetici e pesticidi brevettati.

Mettelo nel cartone la prossima volta.

Fonte

bill-gates-disappeared-childrens-video-768x432-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Robert F. Kennedy Jr: Il “Neo Feudalesimo” alla Bill Gates

“Per me è sconcertante vedere come tanti miei amici nel movimento ambientalista abbiano accettato i piani distopici di Gates per l’umanità”

L’avvocato Robert F. Kennedy Jr., figlio di Robert F. Kennedy e nipote dell’ex presidente degli Stati Uniti John F. Kennedy, ha scritto un resoconto completo del tentativo di Bill Gates di monopolizzare e dominare la produzione alimentare globale, etichettandolo come “una forma oscura del filantrocapitalismo basato sulla biopirateria e sulla biopirateria aziendale “.

Kennedy avverte che “Per nascondere i suoi piani distopici per l’umanità con intenzioni benigne, Gates ha espropriato la retorica di “sostenibilità”,”biodiversità”, “buona amministrazione” e “clima””.

Kennedy continua: “Queste cause sono tutte realtà oscure che pongono minacce esistenziali ai nostri figli e richiedono un’attenzione urgente.

Scrivendo per il suo gruppo Childrens Health Defense, Kennedy osserva che “Mi sconcerta vedere come così tanti dei miei amici nel movimento ambientalista abbiano accettato gli imbrogli di Gates”.

L’articolo contiene una serie di collegamenti che documentano la “strategia a lungo termine di controllo dell’agricoltura e della produzione alimentare a livello globale” di Gates.

Attraverso il saggio, Kennedy nota come Gates abbia:

Aiutato a orchestrare e incoraggiare i lockdown che hanno mandato in bancarotta più di 100.000 aziende solo negli Stati Uniti e fatto precipitare un miliardo di persone nella povertà e nell’insicurezza alimentare, che, tra gli altri danni devastanti, uccide 10.000 bambini africani al mese, aumentando la ricchezza di Gates di $ 20 miliardi.

Sia diventato il più grande proprietario di terreni agricoli negli Stati Uniti. Il portafoglio di Gates comprende ora circa 242.000 acri di terreno agricolo americano e quasi 27.000 acri di altra terra in Louisiana, Arkansas, Nebraska, Arizona, Florida, Washington e altri 18 stati.

Ha fatto ingenti investimenti in colture OGM, brevetti di sementi, alimenti sintetici, intelligenza artificiale compresi lavoratori agricoli robotici e posizioni di comando in colossi del cibo tra cui Coca-Cola, Unilever, Philip Morris (Kraft, General Foods), Kellogg’s, Procter & Gamble e Amazon ( Whole Foods) e in multinazionali come Monsanto e Bayer che commercializzano pesticidi chimici e fertilizzanti petrolchimici.

Ha costretto un sistema fallito di agricoltura basata su OGM, prodotti chimici e combustibili fossili sui poveri agricoltori africani, decimando la biodiversità e garantendo che i suoli diventassero più acidi ad ogni applicazione di fertilizzanti petrolchimici. Uno studio ha rilevato che la fame estrema è aumentata del 30% nei 18 paesi presi di mira da Gates. La povertà rurale si è metastatizzata in modo drammatico e il numero di persone affamate in queste nazioni è salito a 131 milioni.

Kennedy osserva che, proprio come con i programmi di vaccinazione di Gates in Africa, “non c’era né valutazione interna né responsabilità pubblica”.

Kennedy osserva inoltre che la presa di potere di Gates non si esaurisce con la produzione di cibo. Ha cercato di dominare nei settori della salute pubblica, della privatizzazione delle carceri, dell’istruzione online e delle comunicazioni globali, promuovendo le valute digitali, la sorveglianza ad alta tecnologia, i sistemi di raccolta dei dati e l’intelligenza artificiale.

Il pezzo è una straordinaria critica a Gates: “ha imparato ad arricchirsi durante la crisi globali, che si tratti di pandemie, clima, carestia o estinzione di massa”.

Collaborando con aziende come Monsanto e promuovendo gli OGM, Kennedy accusa che Gates sia impegnato in una “guerra chimica alla salute umana”.

Il pezzo rileva anche come Gates abbia spinto “false” agenzie governative globali che lui stesso ha creato “per spingere le sue diaboliche miscele chimiche, mediche e alimentari”, comprese le proteine ​​degli insetti.

“Seguendo l’esempio di Gates, GAVI è ottimista sul fatto che gli insetti diventeranno presto un importante integratore alimentare per i bambini poveri e denutriti”, scrive Kennedy.

Kennedy copre anche la spinta dell’élite per un “Grande Reset” “per imporre controlli autoritari, sorveglianza pervasiva, nuovi modelli economici oppressivi e un governo unico mondiale su un’umanità assediata, terrorizzata e arrendevole”.

L’articolo è una lettura obbligata per capire quanto siano profondamente radicati i tentacoli di Bill Gates nelle strutture di controllo del globo e come ogni politica e programma che sta promuovendo sia fondamentalmente anti-umano.

Robert F. Kennedy Jr. espone da tempo questo programma anti-umano e anti-planetario, motivo per cui viene incessantemente attaccato e diffamato dai “think tank” d’élite e dalle organizzazioni globaliste.

Le richieste di cancellazione di Kennedy aumenteranno sicuramente dopo l’ultima critica contro Gates e i suoi tirapiedi.

Fonte

billy2

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

La Microsoft assieme ad una grande coalizione di giganti tecnologici sta sviluppando passaporti COVID finanziati da Rockefeller

Lo sforzo vaccinale più significativo nella storia

Una coalizione di grandi aziende tecnologiche, inclusa Microsoft, sta sviluppando un passaporto COVID, con l’aspettativa che per viaggiare e accedere ai servizi di base sarà necessario un documento digitale collegato al proprio registro vaccinale. Il gruppo si chiama Vaccination Credential Initiative (VCI) e include Microsoft, Salesforce e Oracle.

https://www.cnbc.com/video/2021/01/14/tech-and-health-firms-launch-covid-vaccine-credential-standards.html

Anche l’operatore sanitario statunitense Mayo Clinic è coinvolto nel progetto, che viene descritto come “lo sforzo di vaccinazione più significativo nella storia degli Stati Uniti”. L’idea ora è familiare. Chiunque sia stato vaccinato riceverà un codice QR che può essere memorizzato sul proprio cellulare nell’app wallet. Quelli senza telefono avranno accesso a una versione stampata.

Abbiamo precedentemente riferito sullo sviluppo di questo cosiddetto “CommonPass“, che ha anche il sostegno del Forum economico mondiale, e ora sono emersi ulteriori dettagli.

“L’obiettivo della Vaccination Credential Initiative è consentire alle persone di avere accesso digitale ai propri registri di vaccinazione”, ha affermato Paul Meyer, CEO dell’organizzazione no profit The Commons Project, anch’essa coinvolta nel progetto.

Meyer ha affermato che il documento consentirà alle persone di “tornare in sicurezza a viaggiare, lavorare, andare a scuola e vivere la propria vita, proteggendo al contempo la privacy dei propri dati”. Meyer ha affermato che la coalizione sta lavorando con diversi governi e si aspetta che vengano adottati standard che vedranno test negativi obbligatori o prove di vaccinazione, al fine di reinserirsi nella società. “Gli individui dovranno produrre documenti di vaccinazione per tornare alla vita normale”, ha aggiunto. “Viviamo in un mondo connesso a livello globale.

Il Financial Times riporta che The Commons Project ha ricevuto finanziamenti per il progetto dalla Rockefeller Foundation e che è stato implementato da tutte e tre le principali alleanze di compagnie aeree. La Fondazione Rockefeller ha precedentemente pubblicizzato i suoi piani per una “piattaforma digitale di dati sul Covid-19”, nonché il desiderio di “lanciare un Corpo sanitario comunitario Covid per test e tracciamento dei contatti”. “Il coordinamento di un programma così massiccio dovrebbe essere trattato come uno sforzo in tempo di guerra”, afferma la fondazione sul suo sito web, aggiungendo che dovrebbe esserci “una commissione bipartisan per i test pandemici istituita per assistere e servire da ponte tra locale, stato, e funzionari federali con le sfide logistiche, di investimento e politiche che questa operazione dovrà inevitabilmente affrontare “.

Il gruppo vuole anche vedere una standardizzazione globale dei cosiddetti passaporti dei vaccini, osservando che “L’attuale sistema di registrazione delle vaccinazioni non supporta prontamente un accesso conveniente, il controllo e la condivisione di documenti di vaccinazione verificabili”.

La coalizione di grandi aziende tecnologiche sta cercando di “personalizzare tutti gli aspetti del ciclo di vita della gestione delle vaccinazioni e integrarsi strettamente con le offerte di altri membri della coalizione, che ci aiuteranno tutti a tornare alla vita pubblica”, ha affermato Bill Patterson, vicepresidente esecutivo di Salesforce . “Con un’unica piattaforma per aiutare a fornire operazioni sicure e continue e rafforzare la fiducia con clienti e dipendenti, questa coalizione sarà cruciale per sostenere la salute pubblica e il benessere”, ha affermato Patterson.

Mike Sicilia, vicepresidente esecutivo delle Global Business Unit di Oracle, ha aggiunto che “Questo processo deve essere semplice quanto il banking online. Ci impegniamo a lavorare collettivamente con le comunità tecnologiche e mediche, nonché con i governi globali “.

Ken Mayer, fondatore e CEO di Safe Health, ha anche affermato che il VCI “consentirà agli sviluppatori di applicazioni di creare soluzioni di verifica dello stato di salute che preservano la privacy che possono essere perfettamente integrate con i sistemi esistenti”. In parole povere, “aiuterà a far ripartire i concerti e gli eventi sportivi”, ha detto Mayer.

Il contesto sembra chiaro. Coloro che non hanno il passaporto COVID non potranno viaggiare o partecipare a eventi sociali. Centinaia di aziende tecnologiche si stanno arrampicando su se stesse per sviluppare sistemi di passaporti COVID. Come abbiamo riportato il mese scorso, la IATA, il più grande gruppo di lobby del trasporto aereo del mondo, prevede che la sua app COVID per i pass di viaggio sarà lanciata nei primi mesi del 2021. Un’altra app “passaporto COVID” chiamata AOKpass della società di sicurezza di viaggio International SOS è attualmente in fase di sperimentazione tra Abu Dhabi e il Pakistan.

Abbiamo documentato in modo esauriente le preoccupazioni relative alla privacy e ai diritti associate al passaggio all’adozione e, cosa più importante, alla standardizzazione globale dei cosiddetti passaporti COVID.

Il gruppo per i diritti umani con sede nel Regno Unito Privacy International ha avvertito che se i passaporti “immunitari” verranno rilasciati da alcuni governi, potrebbe segnalare un passo verso “schemi di identità digitale” e altri schemi di identificazione obbligatori. “Una volta che hai più usi (ad es. Accesso ai servizi) in più domini (ad es. Settore pubblico, settore privato), in più paesi (ad es. Viaggi), ci stiamo avvicinando a un documento di identità globale necessario per vivere la tua vita”, ha avvertito il gruppo .

Il gruppo svedese per i diritti umani L’Istituto internazionale per la democrazia e l’assistenza elettorale (IDEA) ha recentemente avvertito che il 61% dei paesi ha utilizzato le restrizioni COVID e “che erano preoccupanti dal punto di vista della democrazia e dei diritti umani”.

Anna Beduschi, accademica dell’Università di Exeter, ha commentato il potenziale passaggio verso i passaporti per i vaccini da parte dell’UE, sottolineando che “pone domande essenziali per la protezione della privacy dei dati e dei diritti umani”. Beduschi ha aggiunto che i passaporti dei vaccini possono “creare una nuova distinzione tra gli individui in base al loro stato di salute, che può quindi essere utilizzata per determinare il grado di libertà e diritti di cui possono godere”.

Il capo della protezione dei dati dell’UE, Wojciech Wiewiórowski, ha recentemente etichettato l’idea di un passaporto di immunità “estrema” e ha ripetutamente affermato che è allarmante e “disgustoso”. Un rapporto compilato l’anno scorso dall’ente di ricerca sull’intelligenza artificiale dell’Ada Lovelace Institute ha affermato che i cosiddetti passaporti “immunità” “rappresentano rischi estremamente elevati in termini di coesione sociale, discriminazione, esclusione e vulnerabilità”.

Sam Grant, responsabile della campagna presso il gruppo di difesa delle libertà civili Liberty, ha avvertito che “qualsiasi forma di passaporto per l’immunità rischia di creare un sistema a due livelli in cui alcuni di noi hanno accesso alle libertà e al supporto mentre altri sono esclusi”. “Questi sistemi potrebbero far sì che le persone che non hanno l’immunità vengano potenzialmente bloccate dai servizi pubblici essenziali, dal lavoro o dagli alloggi – con i più emarginati tra noi come i più colpiti”, ha ulteriormente avvertito Grant. “Questo ha anche implicazioni più ampie perché qualsiasi forma di passaporto immunitario potrebbe aprire la strada a un sistema di identificazione completo – un’idea che è stata ripetutamente rifiutata in quanto incompatibile con la costruzione di una società che rispetti i diritti”, ha ulteriormente sollecitato Grant.

Gloria Guevara, CEO del World Travel and Tourism Council (WTTC), ha anche criticato i passaporti come “discriminatori“, dicendo “Non dovremmo mai richiedere la vaccinazione per ottenere un lavoro o per viaggiare”. Parlando a un evento Reuters, il capo del WTTC ha anche condannato la compagnia aerea Qantas per la sua precedente affermazione secondo cui le persone non vaccinate non sarebbero state ammesse sui loro aerei. “Ci vorrà molto tempo per vaccinare la popolazione mondiale, in particolare quelli nei paesi meno avanzati, o in diverse fasce d’età, quindi non dovremmo discriminare coloro che desiderano viaggiare ma non sono stati vaccinati”, ha osservato Guevara. Tuttavia, lo spettro dei cosiddetti “passaporti dell’immunità” si profila a livello globale.

Come notato in precedenza, il primo ministro greco Kyriakos Mitsotakis ha scritto una lettera al capo della Commissione europea Ursula von der Leyen, chiedendo che la Commissione dovrebbe “ standardizzare ” un passaporto per i vaccini in tutti i paesi membri e che dovrebbe essere richiesto alle persone per viaggiare in tutta l’area, sottolineando ulteriormente che “le persone che sono state vaccinate dovrebbero essere libere di viaggiare”. La richiesta dovrebbe essere discussa nei prossimi giorni. I passaporti vaccinali sono stati precedentemente pubblicizzati dall’UE, con funzionari che hanno suggerito ad aprile che anche i richiedenti il ​​visto avrebbero dovuto essere vaccinati.

I paesi dell’UE tra cui Spagna, Estonia, Islanda e Belgio hanno tutti indicato di essere aperti a qualche forma di passaporto per i vaccini, oltre a condividere i dati oltre confine. La Danimarca ha recentemente annunciato che sta lanciando un “passaporto Covid”, per consentire a coloro che hanno assunto il vaccino di impegnarsi nella società senza restrizioni. La Polonia ha anche annunciato l’intenzione di introdurre passaporti vaccinali, che consentiranno a coloro che hanno preso il COVID di ottenere maggiori libertà rispetto a coloro che non l’hanno fatto. Avendo lasciato l’UE, la Gran Bretagna non farebbe parte di alcun programma europeo standardizzato, tuttavia ha ora confermato che sta distribuendo passaporti per i vaccini, nonostante le precedenti negazioni .

Recentemente, il governo dell’Ontario, in Canada, ha ammesso che sta esplorando i “passaporti dell’immunità” in combinazione con le restrizioni sui viaggi e l’accesso ai luoghi sociali per i non vaccinati.

Il mese scorso, Israele ha annunciato che i cittadini che ricevono il vaccino COVID-19 riceveranno “passaporti verdi” che consentiranno loro di frequentare i locali e mangiare nei ristoranti. Una litania di altre figure del governo e dell’industria dei viaggi negli Stati Uniti, in Gran Bretagna e altrove hanno suggerito che i “passaporti COVIDstanno arrivando affinché la “vita torni alla normalità”. Inoltre, gli hotel hanno indicato che sfrutteranno tale soluzione.

Gli assicuratori hanno anche indicato che saranno in linea con qualsiasi standardizzazione dei passaporti per le vaccinazioni e potrebbero chiedere di vedere la prova della vaccinazione prima di coprire coloro che desiderano andare in vacanza.

L’International Travel and Health Insurance Journal ha riferito che “Se l’UE obbliga i viaggiatori a vaccinarsi, i fornitori di assicurazioni di viaggio potrebbero rifiutarsi di coprire coloro che rifiutano di farsi vaccinare”.

Il sito web di notizie dell’UE Schengenvisainfo ha anche riferito della probabile mossa degli assicuratori, sottolineando che gli anti-vaxx saranno probabilmente specificamente presi di mira dai mandati. “Anche se i viaggiatori anti-vax trovano una scappatoia nell’obbligo e riescono a entrare in uno degli Stati membri, i fornitori di assicurazioni di viaggio possono rifiutarsi di coprirli”, afferma il rapporto. Continua: “Con l’elevato volume di notizie false e teorie del complotto che sono in corso da mesi sulla pandemia e la vaccinazione, la vera sfida per l’UE non sarà quella di acquistare le dosi di vaccino necessarie, ma piuttosto convincere le persone a vaccinarsi ” Il rapporto aggiunge che “I teorici della cospirazione, in Europa e nel resto del mondo, hanno preso di mira il fondatore di Microsoft Bill Gates, noto sostenitore della vaccinazione, sostenendo che è responsabile della pandemia di Coronavirus”.

Fonte

gettyimages-1244902634-768x432-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Il progetto di Bill Gates per oscurare il sole va avanti

Un progetto condotto dagli scienziati dell’Università di Harvard e finanziato in gran parte dal fondatore di Microsoft, Bill Gates, per testare la tecnologia di oscuramento del sole per raffreddare il riscaldamento globale sta procedendo silenziosamente in Svezia.

Sappiamo cosa stai pensando – questo non può essere reale … ma lo è.

Reuters riferisce che il progetto di Harvard “prevede di testare una controversa teoria secondo cui il riscaldamento globale può essere fermato spruzzando particelle nell’atmosfera che rifletterebbero i raggi del sole”.

In Svezia, i piani per pilotare un pallone di prova l’anno prossimo sono già in corso.

Il pallone di prova non rilascerà alcuna particella nell’atmosfera, ma “potrebbe essere un passo verso un esperimento, forse nell’autunno del 2021 o nella primavera del 2022”.

Questi esperimenti possono vedere “fino a 2 kg di polvere di carbonato di calcio non tossico” rilasciati nell’atmosfera.

Il piano di Bill Gates per oscurare il sole è una cattiva idea

Oscurare i raggi del sole e pensare che non porterà a problemi drastici e imprevedibili rende questo caso piuttosto ovvio.

Reuters osserva che il progetto – chiamato Stratospheric Controlled Perturbation Experiment (SCoPEx) – sta giocando con “qualcosa con rischi potenzialmente grandi e difficili da prevedere, come i cambiamenti nei modelli di pioggia globali”.

“Non c’è alcun merito in questo test se non quello di consentire il passaggio successivo”, ha affermato Niclas Hällström, direttore del think tank svedese WhatNext?

Ha aggiunto: “Non puoi testare il grilletto di una bomba e dire ‘Questo non può far male.'”

Gates afferma che la vita dopo COVID non tornerà alla normalità fino al 2022

Il fan dell’ingegneria sociale Bill Gates ha fatto notizia all’inizio di questo mese quando voleva oscurare in modo figurato il sole sulla società suggerendo che i lockdown pandemici potevano e dovrebbero essere estesi.

Il nerd della tecnologia ha espresso sostegno per la chiusura di bar e ristoranti per un massimo di sei mesi aggiuntivi e ha indicato che i lockdown potrebbero continuare fino al 2022.

“Certamente, entro l’estate saremo molto più vicino alla normalità di quanto lo siamo ora, ma anche all’inizio del 2022, a meno che non aiutiamo altri paesi a sbarazzarci di questa malattia e otteniamo alti tassi di vaccinazione nel nostro paese, il rischio di reintroduzione del lockdown sarà dietro l’angolo. “, Ha avvertito Gates.

Molti americani hanno dimostrato di non essere disposti a continuare con la farsa del lockdown. Non siamo sicuri nemmeno di quanti saranno entusiasti del fatto che Gates dominera` il sole.

Fonte

17206554-0-image-a-109_1565654204552

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante , aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Tutto quello che c’e` da sapere sui vaccini per il Covid

In un ambiente così altamente polarizzato e politicizzato, è possibile uno studio così scrupolosamente obiettivo?

Ora che e` stata annunciata con gioia la notizia sul vaccino a RNA messaggero (mRNA) di Pfizer (c'e` da notare che il CEO di Pfizer ha venduto la maggior parte delle sue azioni nella società immediatamente dopo l’annuncio), esaminiamo i vaccini a RNA messaggero (mRNA) ) che si stanno rapidamente avvicinando all’approvazione normativa.

Alcune persone hanno concluso che i vaccini non sono sicuri, indipendentemente dalla loro fonte o dai meccanismi. Queste persone non prenderanno mai alcun vaccino Covid.

Altri rifiuteranno il vaccino perché hanno concluso che la faccenda Covid e` una esagerazione.

Giusto. Ma molte altre persone pensano che il Covid è pericoloso, in parte perché si sa così poco sui suoi effetti a lungo termine. Il basso tasso di mortalità Covid potrebbe distrarci dalle sue altre conseguenze più insidiose.

Le autorità che cercano disperatamente di riavviare l’economia e rassicurare la popolazione sono pronte ad approvare nuovi vaccini utilizzando un nuovo meccanismo per generare una risposta immunitaria: i vaccini a RNA messaggero (mRNA).

Non sono uno scienziato o un clinico, ma ho seguito da vicino gli sviluppi scientifici negli ultimi 40 anni e quindi ho una conoscenza di base di questo nuovo percorso.

Sto postando link di seguito ad articoli che descrivono i vaccini a mRNA in modo più dettagliato. Tutte queste fonti sono riviste rispettate o organi di stampa.

I vaccini contro i virus agiscono introducendo un virus inattivo o una particella virale nel flusso sanguigno dove questa nuova particella estranea, attiva il nostro sistema immunitario per creare anticorpi contro questo virus specifico. Se il virus vivo ci infetta in un secondo momento, il nostro sistema immunitario è già pronto ad identificare e distruggere il virus.

L’RNA messaggero è stato scoperto solo nel 1961. Il DNA è l’insieme di istruzioni, il “modello”, e l’mRNA è una parte fondamentale del meccanismo cellulare che copia un filamento del “modello” del DNA e costruisce una proteina basata sulle istruzioni del DNA.

I vaccini a RNA messaggero non introducono una particella virale nel nostro sistema immunitario – forniscono istruzioni cellulari (cioè un “modello”) per una particella virale che le nostre cellule riproducono una volta che l’mRNA entra nelle nostre cellule e fornisce il “modello” per l’assemblaggio della particella virale.

Ecco una descrizione recente di questo meccanismo dalla rivista The Atlantic:

“Moderna lavora sui vaccini a RNA, iniettando non proteine ​​ma molecole di acido nucleico che codificano le istruzioni per costruire le proteine. Le tue cellule usano l’RNA per produrre proteine ​​tutto il tempo; l’RNA è come i modelli o gli schemi dati agli operai della fabbrica per costruire un determinato oggetto “.

COVID-19 Vaccines Are Coming, but They’re Not What You Think. 

Ed ecco un’altra descrizione di un medico che scrive sull’independent.co.uk:

This is the hard-to-swallow truth about a future coronavirus vaccine (and yes, I’m a doctor)

“Il vaccino RNA messaggero di Moderna, d’altra parte, è completamente nuovo e a dir poco rivoluzionario. Utilizza una sequenza di materiale RNA genetico prodotto in un laboratorio che, quando iniettato nel tuo corpo, deve invadere le tue cellule e hackerare i ribosomi in modo che producano i componenti virali che successivamente addestreranno il tuo sistema immunitario a combattere il virus. In questo caso, l’mRNA-1273 di Moderna è programmato per far produrre alle tue cellule la famigerata proteina spike del coronavirus che dà al virus la sua corona – da cui prende il nome. “

Molti sul campo vedono del potenziale nell’mRNA in quanto potrebbe fornire vaccini di qualita` superiore perché possono generare risposte delle cellule T così come le risposte immunitarie convenzionali alle particelle virali. Sono anche più facili ed economici da produrre e possono essere stabili a temperatura ambiente per una settimana, a differenza del vaccino Pfizer che deve essere refrigerato a temperature estremamente basse.

The Super Cold Covid Vaccine Distribution Problem

Ma questi sono i primi vaccini a mRNA che devono essere approvati per l’uso umano, e quindi non ci sono studi a lungo termine su cosa potrebbe andare storto.

Una preoccupazione è la possibilità che i vaccini a mRNA possano innescare una risposta immunitaria generalizzata (interferone, ecc.) Piuttosto che solo una risposta immunitaria specifica a un virus specifico (anticorpi, ecc.).

Il nostro sistema immunitario è estremamente complesso e non pretendo di averne una completa comprensione. Detto questo, il sistema immunitario ha diversi livelli di risposta. Un vaccino convenzionale innesca la produzione di un anticorpo specifico che “riconosce” uno specifico invasore. In altri casi, il sistema immunitario può attivare una risposta generalizzata.

Il pericolo è che l’mRNA possa innescare una risposta che potrebbe poi precipitare in disturbi autoimmuni in cui il sistema immunitario va in tilt e inizia ad attaccare le cellule del corpo piuttosto che limitare le sue capacità distruttive a virus, batteri, ecc. .

Uno dei miei corrispondenti di MD mi ha recentemente inviato un’e-mail che riassume queste preoccupazioni.

“Ho letto del vaccino Pfizer. Sapevo da tempo che si trattava di un vaccino a mRNA, ma mi sono reso conto che sarà il primo vaccino a mRNA mai approvato per uso umano.

Se COVID fosse un virus “Steven King” (ovvero che uccide tutti), certo, fallo: previeni le morti e preoccupati poi per le conseguenze.

Ma la mortalità è bassa, i trattamenti per i casi acuti stanno migliorando, la trasmissione è prevenibile e il rischio maggiore ora sembra essere la morbilità a lungo termine.

I vaccini a mRNA per la natura stessa dei loro componenti provocano una risposta all’interferone che innesca l’autoimmunità generalizzata. Ciò può, infatti, essere parte del meccanismo della morbilità a lungo termine associata all’infezione da COVID.

L’introduzione di massa di filamenti di mRNA nelle popolazioni può effettivamente ridurre la morbilità e la mortalità COVID acute, ma quante complicazioni autoimmuni risulteranno?

Nessuno lo sa.

Non è mai stato fatto prima – mai.

Ci vorrebbero anni di studi attentamente controllati e limitati in tutti i gruppi etnici per scoprirlo.

Non dovrebbe esserci una discussione prima che i “passaporti di immunità” siano obbligatori?

Del resto, non dovremmo scoprire quanto dura l’immunità naturale prima di provare a provocare l’immunità indotta?

Prima cosa, non fare del male. “

Infatti. E poi c’è l’interesse personale di coloro che cercano una rapida approvazione dei vaccini. Come indicato nell’articolo di independent.co.uk citato sopra:

“Ma forse la domanda più importante da porre sul nuovo vaccino RNA messaggero di Moderna non è scientifica né tecnica, ma di etica e moralità. Quando si tratta degli Stati Uniti e del loro sistema sanitario privato, le aziende farmaceutiche hanno una lunga e sordida storia di profitti sulle persone e sulle vite umane “.

Perché qualcuno dovrebbe fidarsi che le società Big Pharma agiranno per il bene pubblico piuttosto che per massimizzare i profitti?

La folle corsa delle società Big Pharma per possedere il primo vaccino approvato creerà una confusione inutile e potenzialmente pericolosa su quale vaccino funziona effettivamente meglio a lungo termine.

First, A Vaccine Approval. Then “Chaos and Confusion.” (NY Times)

“Non ci si e` ancora resi conto del caos e della confusione che si scatenera` in pochi mesi”, ha affermato il dottor Gregory Poland, direttore del Vaccine Research Group presso la Mayo Clinic.

La FDA ha fissato un livello molto basso per i vaccini Covid: il vaccino deve essere efficace solo per il 50% di coloro che lo assumono per essere approvato. Ma come notato sopra, le aziende Big Pharma hanno padroneggiato l’arte della statistica alterando i risultati in modo che sembrino molto più conclusivi di quanto non siano in realtà.

Se hai effettivamente esaminato i risultati della sperimentazione sui farmaci di Fase III (io l’ho fatto), scopri che le incertezze sono state mascherate con tecniche di analisi statistica. Molti farmaci approvati funzionano solo meno della metà del tempo nel mondo reale.

Un altro corrispondente professionista sanitario ha raccomandato il libro Tainted Truth: The Manipulation of Fact In America come fonte per capire come i dati degli studi vengono manipolati per ottenere i risultati desiderati.

Il pericolo qui a mio avviso è che il pubblico in generale scarsamente informato e politicamente polarizzato presumerà che un vaccino Covid sia essenzialmente efficace al 100% come un vaccino contro il morbillo, quando l’efficacia nel mondo reale potrebbe essere notevolmente meno certa. Forse i vaccini funzioneranno solo per il 75% dei destinatari. Come farà qualcuno a sapere se ricade in quel 25% per il quale il vaccino offre solo false speranze?

Nessuno sa quanto durerà l’immunità generata da questi vaccini. Queste due incertezze generano dubbi insormontabili, che molto probabilmente intorbidano le acque e rendono più difficile accertare quali vaccini effettivamente funzionano e per quanto tempo offrono l’immunità.

Le nostre carenze educative non aiuteranno, poiché una popolazione che ha una conoscenza limitata delle statistiche e della biologia di base ha pochi mezzi per separare i risultati statistici dal mondo reale.

Forse i vaccini a mRNA manterranno la loro promessa, con un’efficacia quasi perfetta e un’immunità di lunga durata. Il problema è che ci vorrà molto tempo e studi accurati, depoliticizzati e confermati in modo indipendente per giungere a conclusioni affidabili.

In un ambiente così altamente polarizzato e politicizzato, è possibile uno studio così scrupolosamente obiettivo? In un sistema che premia l’analisi statistica, un sistema in cui gli addetti ai lavori di Big Pharma raccolgono milioni di dollari vendendo le loro azioni, è possibile avere studi veramente obiettivi sull’efficacia e sul lungo termine degli effetti di un vaccino?

Ho i miei dubbi. E questo è un problema che va ben oltre le incognite dei vaccini mRNA.

Ecco alcuni link per approfondire:


 Fonte

https___d1e00ek4ebabms.cloudfront.net_production_53db3bfa-b846-4129-a1a9-eed0e16fb9fa

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €