Archivi Blog

La Microsoft assieme ad una grande coalizione di giganti tecnologici sta sviluppando passaporti COVID finanziati da Rockefeller

Lo sforzo vaccinale più significativo nella storia

Una coalizione di grandi aziende tecnologiche, inclusa Microsoft, sta sviluppando un passaporto COVID, con l’aspettativa che per viaggiare e accedere ai servizi di base sarà necessario un documento digitale collegato al proprio registro vaccinale. Il gruppo si chiama Vaccination Credential Initiative (VCI) e include Microsoft, Salesforce e Oracle.

https://www.cnbc.com/video/2021/01/14/tech-and-health-firms-launch-covid-vaccine-credential-standards.html

Anche l’operatore sanitario statunitense Mayo Clinic è coinvolto nel progetto, che viene descritto come “lo sforzo di vaccinazione più significativo nella storia degli Stati Uniti”. L’idea ora è familiare. Chiunque sia stato vaccinato riceverà un codice QR che può essere memorizzato sul proprio cellulare nell’app wallet. Quelli senza telefono avranno accesso a una versione stampata.

Abbiamo precedentemente riferito sullo sviluppo di questo cosiddetto “CommonPass“, che ha anche il sostegno del Forum economico mondiale, e ora sono emersi ulteriori dettagli.

“L’obiettivo della Vaccination Credential Initiative è consentire alle persone di avere accesso digitale ai propri registri di vaccinazione”, ha affermato Paul Meyer, CEO dell’organizzazione no profit The Commons Project, anch’essa coinvolta nel progetto.

Meyer ha affermato che il documento consentirà alle persone di “tornare in sicurezza a viaggiare, lavorare, andare a scuola e vivere la propria vita, proteggendo al contempo la privacy dei propri dati”. Meyer ha affermato che la coalizione sta lavorando con diversi governi e si aspetta che vengano adottati standard che vedranno test negativi obbligatori o prove di vaccinazione, al fine di reinserirsi nella società. “Gli individui dovranno produrre documenti di vaccinazione per tornare alla vita normale”, ha aggiunto. “Viviamo in un mondo connesso a livello globale.

Il Financial Times riporta che The Commons Project ha ricevuto finanziamenti per il progetto dalla Rockefeller Foundation e che è stato implementato da tutte e tre le principali alleanze di compagnie aeree. La Fondazione Rockefeller ha precedentemente pubblicizzato i suoi piani per una “piattaforma digitale di dati sul Covid-19”, nonché il desiderio di “lanciare un Corpo sanitario comunitario Covid per test e tracciamento dei contatti”. “Il coordinamento di un programma così massiccio dovrebbe essere trattato come uno sforzo in tempo di guerra”, afferma la fondazione sul suo sito web, aggiungendo che dovrebbe esserci “una commissione bipartisan per i test pandemici istituita per assistere e servire da ponte tra locale, stato, e funzionari federali con le sfide logistiche, di investimento e politiche che questa operazione dovrà inevitabilmente affrontare “.

Il gruppo vuole anche vedere una standardizzazione globale dei cosiddetti passaporti dei vaccini, osservando che “L’attuale sistema di registrazione delle vaccinazioni non supporta prontamente un accesso conveniente, il controllo e la condivisione di documenti di vaccinazione verificabili”.

La coalizione di grandi aziende tecnologiche sta cercando di “personalizzare tutti gli aspetti del ciclo di vita della gestione delle vaccinazioni e integrarsi strettamente con le offerte di altri membri della coalizione, che ci aiuteranno tutti a tornare alla vita pubblica”, ha affermato Bill Patterson, vicepresidente esecutivo di Salesforce . “Con un’unica piattaforma per aiutare a fornire operazioni sicure e continue e rafforzare la fiducia con clienti e dipendenti, questa coalizione sarà cruciale per sostenere la salute pubblica e il benessere”, ha affermato Patterson.

Mike Sicilia, vicepresidente esecutivo delle Global Business Unit di Oracle, ha aggiunto che “Questo processo deve essere semplice quanto il banking online. Ci impegniamo a lavorare collettivamente con le comunità tecnologiche e mediche, nonché con i governi globali “.

Ken Mayer, fondatore e CEO di Safe Health, ha anche affermato che il VCI “consentirà agli sviluppatori di applicazioni di creare soluzioni di verifica dello stato di salute che preservano la privacy che possono essere perfettamente integrate con i sistemi esistenti”. In parole povere, “aiuterà a far ripartire i concerti e gli eventi sportivi”, ha detto Mayer.

Il contesto sembra chiaro. Coloro che non hanno il passaporto COVID non potranno viaggiare o partecipare a eventi sociali. Centinaia di aziende tecnologiche si stanno arrampicando su se stesse per sviluppare sistemi di passaporti COVID. Come abbiamo riportato il mese scorso, la IATA, il più grande gruppo di lobby del trasporto aereo del mondo, prevede che la sua app COVID per i pass di viaggio sarà lanciata nei primi mesi del 2021. Un’altra app “passaporto COVID” chiamata AOKpass della società di sicurezza di viaggio International SOS è attualmente in fase di sperimentazione tra Abu Dhabi e il Pakistan.

Abbiamo documentato in modo esauriente le preoccupazioni relative alla privacy e ai diritti associate al passaggio all’adozione e, cosa più importante, alla standardizzazione globale dei cosiddetti passaporti COVID.

Il gruppo per i diritti umani con sede nel Regno Unito Privacy International ha avvertito che se i passaporti “immunitari” verranno rilasciati da alcuni governi, potrebbe segnalare un passo verso “schemi di identità digitale” e altri schemi di identificazione obbligatori. “Una volta che hai più usi (ad es. Accesso ai servizi) in più domini (ad es. Settore pubblico, settore privato), in più paesi (ad es. Viaggi), ci stiamo avvicinando a un documento di identità globale necessario per vivere la tua vita”, ha avvertito il gruppo .

Il gruppo svedese per i diritti umani L’Istituto internazionale per la democrazia e l’assistenza elettorale (IDEA) ha recentemente avvertito che il 61% dei paesi ha utilizzato le restrizioni COVID e “che erano preoccupanti dal punto di vista della democrazia e dei diritti umani”.

Anna Beduschi, accademica dell’Università di Exeter, ha commentato il potenziale passaggio verso i passaporti per i vaccini da parte dell’UE, sottolineando che “pone domande essenziali per la protezione della privacy dei dati e dei diritti umani”. Beduschi ha aggiunto che i passaporti dei vaccini possono “creare una nuova distinzione tra gli individui in base al loro stato di salute, che può quindi essere utilizzata per determinare il grado di libertà e diritti di cui possono godere”.

Il capo della protezione dei dati dell’UE, Wojciech Wiewiórowski, ha recentemente etichettato l’idea di un passaporto di immunità “estrema” e ha ripetutamente affermato che è allarmante e “disgustoso”. Un rapporto compilato l’anno scorso dall’ente di ricerca sull’intelligenza artificiale dell’Ada Lovelace Institute ha affermato che i cosiddetti passaporti “immunità” “rappresentano rischi estremamente elevati in termini di coesione sociale, discriminazione, esclusione e vulnerabilità”.

Sam Grant, responsabile della campagna presso il gruppo di difesa delle libertà civili Liberty, ha avvertito che “qualsiasi forma di passaporto per l’immunità rischia di creare un sistema a due livelli in cui alcuni di noi hanno accesso alle libertà e al supporto mentre altri sono esclusi”. “Questi sistemi potrebbero far sì che le persone che non hanno l’immunità vengano potenzialmente bloccate dai servizi pubblici essenziali, dal lavoro o dagli alloggi – con i più emarginati tra noi come i più colpiti”, ha ulteriormente avvertito Grant. “Questo ha anche implicazioni più ampie perché qualsiasi forma di passaporto immunitario potrebbe aprire la strada a un sistema di identificazione completo – un’idea che è stata ripetutamente rifiutata in quanto incompatibile con la costruzione di una società che rispetti i diritti”, ha ulteriormente sollecitato Grant.

Gloria Guevara, CEO del World Travel and Tourism Council (WTTC), ha anche criticato i passaporti come “discriminatori“, dicendo “Non dovremmo mai richiedere la vaccinazione per ottenere un lavoro o per viaggiare”. Parlando a un evento Reuters, il capo del WTTC ha anche condannato la compagnia aerea Qantas per la sua precedente affermazione secondo cui le persone non vaccinate non sarebbero state ammesse sui loro aerei. “Ci vorrà molto tempo per vaccinare la popolazione mondiale, in particolare quelli nei paesi meno avanzati, o in diverse fasce d’età, quindi non dovremmo discriminare coloro che desiderano viaggiare ma non sono stati vaccinati”, ha osservato Guevara. Tuttavia, lo spettro dei cosiddetti “passaporti dell’immunità” si profila a livello globale.

Come notato in precedenza, il primo ministro greco Kyriakos Mitsotakis ha scritto una lettera al capo della Commissione europea Ursula von der Leyen, chiedendo che la Commissione dovrebbe “ standardizzare ” un passaporto per i vaccini in tutti i paesi membri e che dovrebbe essere richiesto alle persone per viaggiare in tutta l’area, sottolineando ulteriormente che “le persone che sono state vaccinate dovrebbero essere libere di viaggiare”. La richiesta dovrebbe essere discussa nei prossimi giorni. I passaporti vaccinali sono stati precedentemente pubblicizzati dall’UE, con funzionari che hanno suggerito ad aprile che anche i richiedenti il ​​visto avrebbero dovuto essere vaccinati.

I paesi dell’UE tra cui Spagna, Estonia, Islanda e Belgio hanno tutti indicato di essere aperti a qualche forma di passaporto per i vaccini, oltre a condividere i dati oltre confine. La Danimarca ha recentemente annunciato che sta lanciando un “passaporto Covid”, per consentire a coloro che hanno assunto il vaccino di impegnarsi nella società senza restrizioni. La Polonia ha anche annunciato l’intenzione di introdurre passaporti vaccinali, che consentiranno a coloro che hanno preso il COVID di ottenere maggiori libertà rispetto a coloro che non l’hanno fatto. Avendo lasciato l’UE, la Gran Bretagna non farebbe parte di alcun programma europeo standardizzato, tuttavia ha ora confermato che sta distribuendo passaporti per i vaccini, nonostante le precedenti negazioni .

Recentemente, il governo dell’Ontario, in Canada, ha ammesso che sta esplorando i “passaporti dell’immunità” in combinazione con le restrizioni sui viaggi e l’accesso ai luoghi sociali per i non vaccinati.

Il mese scorso, Israele ha annunciato che i cittadini che ricevono il vaccino COVID-19 riceveranno “passaporti verdi” che consentiranno loro di frequentare i locali e mangiare nei ristoranti. Una litania di altre figure del governo e dell’industria dei viaggi negli Stati Uniti, in Gran Bretagna e altrove hanno suggerito che i “passaporti COVIDstanno arrivando affinché la “vita torni alla normalità”. Inoltre, gli hotel hanno indicato che sfrutteranno tale soluzione.

Gli assicuratori hanno anche indicato che saranno in linea con qualsiasi standardizzazione dei passaporti per le vaccinazioni e potrebbero chiedere di vedere la prova della vaccinazione prima di coprire coloro che desiderano andare in vacanza.

L’International Travel and Health Insurance Journal ha riferito che “Se l’UE obbliga i viaggiatori a vaccinarsi, i fornitori di assicurazioni di viaggio potrebbero rifiutarsi di coprire coloro che rifiutano di farsi vaccinare”.

Il sito web di notizie dell’UE Schengenvisainfo ha anche riferito della probabile mossa degli assicuratori, sottolineando che gli anti-vaxx saranno probabilmente specificamente presi di mira dai mandati. “Anche se i viaggiatori anti-vax trovano una scappatoia nell’obbligo e riescono a entrare in uno degli Stati membri, i fornitori di assicurazioni di viaggio possono rifiutarsi di coprirli”, afferma il rapporto. Continua: “Con l’elevato volume di notizie false e teorie del complotto che sono in corso da mesi sulla pandemia e la vaccinazione, la vera sfida per l’UE non sarà quella di acquistare le dosi di vaccino necessarie, ma piuttosto convincere le persone a vaccinarsi ” Il rapporto aggiunge che “I teorici della cospirazione, in Europa e nel resto del mondo, hanno preso di mira il fondatore di Microsoft Bill Gates, noto sostenitore della vaccinazione, sostenendo che è responsabile della pandemia di Coronavirus”.

Fonte

gettyimages-1244902634-768x432-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Il progetto di Bill Gates per oscurare il sole va avanti

Un progetto condotto dagli scienziati dell’Università di Harvard e finanziato in gran parte dal fondatore di Microsoft, Bill Gates, per testare la tecnologia di oscuramento del sole per raffreddare il riscaldamento globale sta procedendo silenziosamente in Svezia.

Sappiamo cosa stai pensando – questo non può essere reale … ma lo è.

Reuters riferisce che il progetto di Harvard “prevede di testare una controversa teoria secondo cui il riscaldamento globale può essere fermato spruzzando particelle nell’atmosfera che rifletterebbero i raggi del sole”.

In Svezia, i piani per pilotare un pallone di prova l’anno prossimo sono già in corso.

Il pallone di prova non rilascerà alcuna particella nell’atmosfera, ma “potrebbe essere un passo verso un esperimento, forse nell’autunno del 2021 o nella primavera del 2022”.

Questi esperimenti possono vedere “fino a 2 kg di polvere di carbonato di calcio non tossico” rilasciati nell’atmosfera.

Il piano di Bill Gates per oscurare il sole è una cattiva idea

Oscurare i raggi del sole e pensare che non porterà a problemi drastici e imprevedibili rende questo caso piuttosto ovvio.

Reuters osserva che il progetto – chiamato Stratospheric Controlled Perturbation Experiment (SCoPEx) – sta giocando con “qualcosa con rischi potenzialmente grandi e difficili da prevedere, come i cambiamenti nei modelli di pioggia globali”.

“Non c’è alcun merito in questo test se non quello di consentire il passaggio successivo”, ha affermato Niclas Hällström, direttore del think tank svedese WhatNext?

Ha aggiunto: “Non puoi testare il grilletto di una bomba e dire ‘Questo non può far male.'”

Gates afferma che la vita dopo COVID non tornerà alla normalità fino al 2022

Il fan dell’ingegneria sociale Bill Gates ha fatto notizia all’inizio di questo mese quando voleva oscurare in modo figurato il sole sulla società suggerendo che i lockdown pandemici potevano e dovrebbero essere estesi.

Il nerd della tecnologia ha espresso sostegno per la chiusura di bar e ristoranti per un massimo di sei mesi aggiuntivi e ha indicato che i lockdown potrebbero continuare fino al 2022.

“Certamente, entro l’estate saremo molto più vicino alla normalità di quanto lo siamo ora, ma anche all’inizio del 2022, a meno che non aiutiamo altri paesi a sbarazzarci di questa malattia e otteniamo alti tassi di vaccinazione nel nostro paese, il rischio di reintroduzione del lockdown sarà dietro l’angolo. “, Ha avvertito Gates.

Molti americani hanno dimostrato di non essere disposti a continuare con la farsa del lockdown. Non siamo sicuri nemmeno di quanti saranno entusiasti del fatto che Gates dominera` il sole.

Fonte

17206554-0-image-a-109_1565654204552

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante , aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Tutto quello che c’e` da sapere sui vaccini per il Covid

In un ambiente così altamente polarizzato e politicizzato, è possibile uno studio così scrupolosamente obiettivo?

Ora che e` stata annunciata con gioia la notizia sul vaccino a RNA messaggero (mRNA) di Pfizer (c'e` da notare che il CEO di Pfizer ha venduto la maggior parte delle sue azioni nella società immediatamente dopo l’annuncio), esaminiamo i vaccini a RNA messaggero (mRNA) ) che si stanno rapidamente avvicinando all’approvazione normativa.

Alcune persone hanno concluso che i vaccini non sono sicuri, indipendentemente dalla loro fonte o dai meccanismi. Queste persone non prenderanno mai alcun vaccino Covid.

Altri rifiuteranno il vaccino perché hanno concluso che la faccenda Covid e` una esagerazione.

Giusto. Ma molte altre persone pensano che il Covid è pericoloso, in parte perché si sa così poco sui suoi effetti a lungo termine. Il basso tasso di mortalità Covid potrebbe distrarci dalle sue altre conseguenze più insidiose.

Le autorità che cercano disperatamente di riavviare l’economia e rassicurare la popolazione sono pronte ad approvare nuovi vaccini utilizzando un nuovo meccanismo per generare una risposta immunitaria: i vaccini a RNA messaggero (mRNA).

Non sono uno scienziato o un clinico, ma ho seguito da vicino gli sviluppi scientifici negli ultimi 40 anni e quindi ho una conoscenza di base di questo nuovo percorso.

Sto postando link di seguito ad articoli che descrivono i vaccini a mRNA in modo più dettagliato. Tutte queste fonti sono riviste rispettate o organi di stampa.

I vaccini contro i virus agiscono introducendo un virus inattivo o una particella virale nel flusso sanguigno dove questa nuova particella estranea, attiva il nostro sistema immunitario per creare anticorpi contro questo virus specifico. Se il virus vivo ci infetta in un secondo momento, il nostro sistema immunitario è già pronto ad identificare e distruggere il virus.

L’RNA messaggero è stato scoperto solo nel 1961. Il DNA è l’insieme di istruzioni, il “modello”, e l’mRNA è una parte fondamentale del meccanismo cellulare che copia un filamento del “modello” del DNA e costruisce una proteina basata sulle istruzioni del DNA.

I vaccini a RNA messaggero non introducono una particella virale nel nostro sistema immunitario – forniscono istruzioni cellulari (cioè un “modello”) per una particella virale che le nostre cellule riproducono una volta che l’mRNA entra nelle nostre cellule e fornisce il “modello” per l’assemblaggio della particella virale.

Ecco una descrizione recente di questo meccanismo dalla rivista The Atlantic:

“Moderna lavora sui vaccini a RNA, iniettando non proteine ​​ma molecole di acido nucleico che codificano le istruzioni per costruire le proteine. Le tue cellule usano l’RNA per produrre proteine ​​tutto il tempo; l’RNA è come i modelli o gli schemi dati agli operai della fabbrica per costruire un determinato oggetto “.

COVID-19 Vaccines Are Coming, but They’re Not What You Think. 

Ed ecco un’altra descrizione di un medico che scrive sull’independent.co.uk:

This is the hard-to-swallow truth about a future coronavirus vaccine (and yes, I’m a doctor)

“Il vaccino RNA messaggero di Moderna, d’altra parte, è completamente nuovo e a dir poco rivoluzionario. Utilizza una sequenza di materiale RNA genetico prodotto in un laboratorio che, quando iniettato nel tuo corpo, deve invadere le tue cellule e hackerare i ribosomi in modo che producano i componenti virali che successivamente addestreranno il tuo sistema immunitario a combattere il virus. In questo caso, l’mRNA-1273 di Moderna è programmato per far produrre alle tue cellule la famigerata proteina spike del coronavirus che dà al virus la sua corona – da cui prende il nome. “

Molti sul campo vedono del potenziale nell’mRNA in quanto potrebbe fornire vaccini di qualita` superiore perché possono generare risposte delle cellule T così come le risposte immunitarie convenzionali alle particelle virali. Sono anche più facili ed economici da produrre e possono essere stabili a temperatura ambiente per una settimana, a differenza del vaccino Pfizer che deve essere refrigerato a temperature estremamente basse.

The Super Cold Covid Vaccine Distribution Problem

Ma questi sono i primi vaccini a mRNA che devono essere approvati per l’uso umano, e quindi non ci sono studi a lungo termine su cosa potrebbe andare storto.

Una preoccupazione è la possibilità che i vaccini a mRNA possano innescare una risposta immunitaria generalizzata (interferone, ecc.) Piuttosto che solo una risposta immunitaria specifica a un virus specifico (anticorpi, ecc.).

Il nostro sistema immunitario è estremamente complesso e non pretendo di averne una completa comprensione. Detto questo, il sistema immunitario ha diversi livelli di risposta. Un vaccino convenzionale innesca la produzione di un anticorpo specifico che “riconosce” uno specifico invasore. In altri casi, il sistema immunitario può attivare una risposta generalizzata.

Il pericolo è che l’mRNA possa innescare una risposta che potrebbe poi precipitare in disturbi autoimmuni in cui il sistema immunitario va in tilt e inizia ad attaccare le cellule del corpo piuttosto che limitare le sue capacità distruttive a virus, batteri, ecc. .

Uno dei miei corrispondenti di MD mi ha recentemente inviato un’e-mail che riassume queste preoccupazioni.

“Ho letto del vaccino Pfizer. Sapevo da tempo che si trattava di un vaccino a mRNA, ma mi sono reso conto che sarà il primo vaccino a mRNA mai approvato per uso umano.

Se COVID fosse un virus “Steven King” (ovvero che uccide tutti), certo, fallo: previeni le morti e preoccupati poi per le conseguenze.

Ma la mortalità è bassa, i trattamenti per i casi acuti stanno migliorando, la trasmissione è prevenibile e il rischio maggiore ora sembra essere la morbilità a lungo termine.

I vaccini a mRNA per la natura stessa dei loro componenti provocano una risposta all’interferone che innesca l’autoimmunità generalizzata. Ciò può, infatti, essere parte del meccanismo della morbilità a lungo termine associata all’infezione da COVID.

L’introduzione di massa di filamenti di mRNA nelle popolazioni può effettivamente ridurre la morbilità e la mortalità COVID acute, ma quante complicazioni autoimmuni risulteranno?

Nessuno lo sa.

Non è mai stato fatto prima – mai.

Ci vorrebbero anni di studi attentamente controllati e limitati in tutti i gruppi etnici per scoprirlo.

Non dovrebbe esserci una discussione prima che i “passaporti di immunità” siano obbligatori?

Del resto, non dovremmo scoprire quanto dura l’immunità naturale prima di provare a provocare l’immunità indotta?

Prima cosa, non fare del male. “

Infatti. E poi c’è l’interesse personale di coloro che cercano una rapida approvazione dei vaccini. Come indicato nell’articolo di independent.co.uk citato sopra:

“Ma forse la domanda più importante da porre sul nuovo vaccino RNA messaggero di Moderna non è scientifica né tecnica, ma di etica e moralità. Quando si tratta degli Stati Uniti e del loro sistema sanitario privato, le aziende farmaceutiche hanno una lunga e sordida storia di profitti sulle persone e sulle vite umane “.

Perché qualcuno dovrebbe fidarsi che le società Big Pharma agiranno per il bene pubblico piuttosto che per massimizzare i profitti?

La folle corsa delle società Big Pharma per possedere il primo vaccino approvato creerà una confusione inutile e potenzialmente pericolosa su quale vaccino funziona effettivamente meglio a lungo termine.

First, A Vaccine Approval. Then “Chaos and Confusion.” (NY Times)

“Non ci si e` ancora resi conto del caos e della confusione che si scatenera` in pochi mesi”, ha affermato il dottor Gregory Poland, direttore del Vaccine Research Group presso la Mayo Clinic.

La FDA ha fissato un livello molto basso per i vaccini Covid: il vaccino deve essere efficace solo per il 50% di coloro che lo assumono per essere approvato. Ma come notato sopra, le aziende Big Pharma hanno padroneggiato l’arte della statistica alterando i risultati in modo che sembrino molto più conclusivi di quanto non siano in realtà.

Se hai effettivamente esaminato i risultati della sperimentazione sui farmaci di Fase III (io l’ho fatto), scopri che le incertezze sono state mascherate con tecniche di analisi statistica. Molti farmaci approvati funzionano solo meno della metà del tempo nel mondo reale.

Un altro corrispondente professionista sanitario ha raccomandato il libro Tainted Truth: The Manipulation of Fact In America come fonte per capire come i dati degli studi vengono manipolati per ottenere i risultati desiderati.

Il pericolo qui a mio avviso è che il pubblico in generale scarsamente informato e politicamente polarizzato presumerà che un vaccino Covid sia essenzialmente efficace al 100% come un vaccino contro il morbillo, quando l’efficacia nel mondo reale potrebbe essere notevolmente meno certa. Forse i vaccini funzioneranno solo per il 75% dei destinatari. Come farà qualcuno a sapere se ricade in quel 25% per il quale il vaccino offre solo false speranze?

Nessuno sa quanto durerà l’immunità generata da questi vaccini. Queste due incertezze generano dubbi insormontabili, che molto probabilmente intorbidano le acque e rendono più difficile accertare quali vaccini effettivamente funzionano e per quanto tempo offrono l’immunità.

Le nostre carenze educative non aiuteranno, poiché una popolazione che ha una conoscenza limitata delle statistiche e della biologia di base ha pochi mezzi per separare i risultati statistici dal mondo reale.

Forse i vaccini a mRNA manterranno la loro promessa, con un’efficacia quasi perfetta e un’immunità di lunga durata. Il problema è che ci vorrà molto tempo e studi accurati, depoliticizzati e confermati in modo indipendente per giungere a conclusioni affidabili.

In un ambiente così altamente polarizzato e politicizzato, è possibile uno studio così scrupolosamente obiettivo? In un sistema che premia l’analisi statistica, un sistema in cui gli addetti ai lavori di Big Pharma raccolgono milioni di dollari vendendo le loro azioni, è possibile avere studi veramente obiettivi sull’efficacia e sul lungo termine degli effetti di un vaccino?

Ho i miei dubbi. E questo è un problema che va ben oltre le incognite dei vaccini mRNA.

Ecco alcuni link per approfondire:


 Fonte

https___d1e00ek4ebabms.cloudfront.net_production_53db3bfa-b846-4129-a1a9-eed0e16fb9fa

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Il primo ministro inglese incontra Bill Gates per parlare dell’implementazione di un programma di vaccinazione globale

Boris Johnson intende utilizzare la presidenza britannica del G7 nel 2021 per attuare l'”approccio globale” della Fondazione Gates riguardo la “sicurezza sanitaria”

Il primo ministro britannico Boris Johnson, attualmente criticato per aver imposto un altro lockdown sulla base di dati discutibili, si è incontrato con Bill Gates per discutere l’implementazione di un programma globale di “sicurezza sanitaria” utilizzando la presidenza britannica del G7 per accelerare il processo.

Johnson ha incontrato Gates insieme agli amministratori delegati di dieci delle più grandi aziende farmaceutiche del mondo per organizzare i piani per il lancio del vaccino.

Ogni CEO ha accettato di impegnarsi a fornire un accesso “equo” al vaccino in tutto il mondo quando sarà pronto.

Johnson ha affermato che l’opportunità offerta dalla presidenza del G7 nel 2021 alla Gran Bretagna consentirà alla nazione di guidare un piano sanitario globale sviluppato dalla Bill and Melinda Gates Foundation in collaborazione con il Wellcome Trust.

Il piano è stato svelato da Gates alle Nazioni Unite a settembre, dove ha chiesto di rivedere la capacità di big pharma di produrre “vaccini e trattamenti”.

Johnson ha salutato lo sforzo come una “nuova era di collaborazione per la risoluzione dei problemi” e “preparazione alle pandemie”, aggiungendo che sarà un “impegno veramente globale”.

Il Primo Ministro ha affermato che i leader mondiali avrebbero dovuto dare ascolto agli avvertimenti di Gates anni fa e ora devono collaborare con la sua Fondazione per evitare che “qualcosa come [Covid-19] accada di nuovo”.

Gates ha osservato che “il mondo ha bisogno di una strategia globale; un approccio coerente al finanziamento e alla produzione di miliardi di dosi di vaccini, test e farmaci; e una rete per monitorare le nuove minacce “.

“Siamo fortunati che il primo ministro Johnson abbia escogitato un piano intelligente per fare proprio questo nel Regno Unito e la nostra fondazione continuerà a lavorare con il suo governo e altri per renderlo una realtà”, ha aggiunto Gates.

Il governo britannico si sta preparando a lanciare il vaccino contro il coronavirus a un livello mai visto prima, arruolando l’esercito per distribuire il vaccino nelle arene, nei palazzetti dello sport e nei centri commerciali.

È stato descritto come “il più grande sforzo logistico dalla seconda guerra mondiale”.

Gates ha già dichiarato che il mondo non tornerà alla normalità fino a quando “molte persone” non prenderanno un secondo vaccino contro il coronavirus “super efficace” che potrebbe essere lontano anni.

La scorsa settimana, Gates ha previsto che uno “scenario ottimale” per un ritorno alla normalità sarebbe la fine del 2021, una data qualificata con la condizione: “Non sappiamo ancora se questi vaccini avranno successo”.

Il miliardario ha anche suggerito che i governi hanno bisogno di “fare un brainstorming” sui modi per “ridurre l’esitazione sui vaccini”, di fronte alle “teorie del complotto” anti-vaccino.

Fonte

gettyimages-1183210463-768x432-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante ,aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Youtube rimuovera` ogni video che cerca di mettere in discussione l’attuale narrativa sul vaccino per il Coronavirus

L’azienda incontra l’Organizzazione Mondiale della Sanità OGNI SETTIMANA

YouTube, che è di proprietà di Google, rimuoverà e bandirà tutti i video che fanno affermazioni “non comprovate dal punto di vista medico” riguardanti il ​​coronavirus e i vaccini sviluppati da big pharma.

In particolare, YouTube afferma che prendera` di mira le “teorie del complotto” sostenendo che l’agenda del vaccino ha uno scopo nefasto, come la sterilizzazione, lo spopolamento o la sorveglianza di massa.

In un’e-mail ottenuta da Reuters, la società ha annunciato che rimuoverà i contenuti che “promuovono la disinformazione” sui vaccini COVID-19.

Definisce “disinformazione” tutto ciò che contraddice la guida delle autorità sanitarie governative o dell’Organizzazione mondiale della sanità, quindi qualsiasi opinione che non corrisponde a ciò che dicono le autorità.

La società ha detto ai giornalisti che consentirà ai video che coprono “preoccupazioni” sul vaccino di rimanere sulla piattaforma.

Quest’ultima mossa non e` nuova per YouTube, che sta già rimuovendo tutti i video che incoraggiano gli spettatori a non indossare maschere o aderire a regole di distanziamento sociale, nonché metodi di trattamento “clinicamente infondati”.

YouTube si è vantato nell’email di aver già rimosso oltre 200.000 video contenenti “informazioni COVID-19 pericolose o fuorvianti”.

La società sembra prendere ordini diretti dall’Organizzazione mondiale della sanità.

Andy Pattison, manager delle soluzioni digitali presso l’OMS, ha detto a Reuters che l’ente globale si incontra con il team politico di YouTube ogni singola settimana per discutere quali contenuti sono diventati popolari e cosa è potenzialmente “problematico”.

Reuters osserva che YouTube ha detto che annuncerà ulteriori passi nelle prossime settimane per “enfatizzare informazioni autorevoli sui vaccini COVID-19 sul sito”.

L’ultima mossa di censura di YouTube arriva poche ore dopo che Bill Gates si è nuovamente lamentato di essere diventato l’obiettivo di “teorie del complotto anti-vaxxer infondate” che hanno guadagnato terreno negli ultimi mesi.

La repressione di Youtube arriva nel bel mezzo della censura di Facebook e Twitter relativa allo scandalo delle lobby straniere di Joe Biden.

Entrambe le società di social media stanno anche attivamente censurando post e video con contenuti che contraddicono le dichiarazioni e le posizioni dell’OMS e del governo sul coronavirus.

Fonte

gettyimages-1220243620-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2.00 €

Bill Gates: Il mondo non tornera` alla normalita` finche` un “gran numero” di persone non ricevera` un SECONDO vaccino per il Covid-19

E fino a quando il virus non verrà eliminato in tutto il mondo.

Il filantropo miliardario Bill Gates afferma che il mondo non tornerà alla normalità finché “molte persone” non prenderanno un secondo vaccino “super efficace” contro il coronavirus che potrebbe essere lontano anni.

Gates ha detto alla NBC che la situazione non sarà invertita fino a quando non avremo raggiunto “COVID 0”, eliminando totalmente il virus in tutto il mondo, un obiettivo che rappresenta una barra più alta rispetto a qualsiasi altra malattia nella storia.

“L’unico modo per tornare completamente alla normalità è avere, forse non la prima generazione di vaccini, ma alla fine un vaccino che è super efficace, e che molte persone prenderanno, eliminando la malattia su base globale “, ha affermato Gates.

“È qui che possiamo finalmente iniziare a prendere tutti i problemi che sono stati creati – nell’istruzione, nella salute mentale – e iniziare a ricostruire in modo positivo”, ha aggiunto.

Le previsioni del fondatore di Microsoft su quando la vita tornerà a una parvenza di normalità sembrano diventare sempre più disastrose.

La scorsa settimana, Gates ha fatto la previsione secondo cui uno “scenario ottimale” per un ritorno alla normalità sarebbe la fine del 2021, tuttavia dice: “Non sappiamo ancora se questi vaccini avranno successo”.

Molti sospettano che la pandemia di coronavirus sia stata dirottata dall’élite per effettuare un “great reset”/ “grande ripristino”, il che significa che l’intero sistema capitalista viene ribaltato a favore di un’economia in stile “Green New Deal” che porterà a un massiccio sconvolgimento economico.

Le reti come la CNN (come quelle della sinistra globalista in tutto il mondo n.d.r.) sembrano insistere affinché la “nuova normalità” diventi permanente, con il loro editore per la sicurezza internazionale Nick Paton Walsh che afferma che l’uso obbligatorio di maschere diventerà “permanente”, “parte della nostra vita”, e che il pubblico avrebbe bisogno di “accettarlo”.

Il mese scorso, Bill Gates ha affermato che chiunque abbia messo in dubbio il vero programma dietro il coronavirus o un vaccino COVID-19 era un “pazzo teorico della cospirazione”.

Fonte

131020gates1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2.00 €

Raggruppare e arrestare gli “anti-vax”? Arruolare leader religiosi? Bill Gates avverte che gli Usa devono trovare un modo per diminuire l’avversione ai vaccini

Il magnate miliardario del software Bill Gates ha esortato gli Stati Uniti a prepararsi per l’implementazione del vaccino Covid-19 utilizzando i leader della comunità per “ridurre l’avversione a farsi vaccinare”, lamentando la rapida diffusione delle “teorie del complotto” online.

Il fondatore di Microsoft diventato evangelista del vaccino ha dipinto un quadro per lo più roseo rispetto al lancio di un vaccino che riportera` i “paesi ricchi” alla normalità entro la fine del 2021 in un’intervista durante al Wall Street Journal martedì.

Tuttavia, con meno della metà degli americani che ha dichiarato che si sarebbe fatta vaccinare- anche se pagata $ 100 – in un recente sondaggio, Gates ha poi concentrato il suo discorso sull’arruolamento di una “rete di fiducia” a livello nazionale per superare lo scetticismo generale.

Lamentando che “l’esitazione a farsi vaccinare esiste in tutti i paesi e precede la pandemia”, Gates ha suggerito che i funzionari sanitari americani inizino “a pensare a quali voci potrebbero aiutare a ridurre l’esitazione, in modo che possiamo ottenere un livello di vaccinazione che ha davvero una possibilità di fermare” il virus .

Gates ha fornito l’esempio delle sfide che il vaccino contro la poliomielite ha dovuto affrontare in alcuni paesi.

In posti come la Nigeria dovevamo andare dai leader religiosi, parlare con loro. Quindi [si tratta] di formare una rete fiduciaria – prendendo personaggi che le masse vedono come esempi (Avete letto le recentissime dichiarazioni di Piero Angela? n.d.r.). Pochissime persone possono esaminare direttamente la formulazione o i dati.

Lo zar del Coronavirus Anthony Fauci ha accennato a giugno che era già impegnato in questo tipo di approccio, rivelando che il governo aveva pianificato un blitz di pubbliche relazioni in cui “le persone [gli americani esitanti ai vaccini] potranno relazionarsi nella comunità – con personaggi sportivi, eroi della comunità in modo da chiarire i dubbi ”.

Gates ha pronunciato parole tipicamente dure sia per i teorici della cospirazione che per le piattaforme di social media che ritiene consentono di esporre le loro idee malate. Gates ha invitato i social media a “ostacolare o eliminare informazioni che effettivamente causano danni enormi, come non indossare maschere o non essere disposti a prendere il vaccino se si dimostra che è questo sara` lo strumento chiave per tornare alla normalità”.

Anche se ha sottolineato che non stava suggerendo a Facebook e ai suoi colleghi di optare per “la soluzione cinese” di dire alle aziende cosa devono censurare, il miliardario ha precedentemente definito le teorie del complotto sul suo finanziamento dei programmi di vaccinazione globale “un grosso problema”, e martedì ha criticato le piattaforme per l’assenza di “soluzioni intelligenti” a quel problema.

Gates non ha risparmiato qualche frecciatina all’amministrazione Trump, denigrando la preparazione e la risposta del governo alla pandemia, accusandolo di creare un “vuoto di leadership” ritirandosi dall’Organizzazione mondiale della sanità. Tra gli altri difetti, “non abbiamo fatto simulazioni [pandemiche]” come alcuni paesi, si è lamentato, riferendosi al suo ormai famoso TED Talk del 2015 sull’importanza di una pianificazione globale a livello statale per le epidemie.

Tuttavia, la sua Bill and Melinda Gates Foundation ha effettivamente organizzato una delle simulazioni di pandemia più note, l’Evento 201, in collaborazione con il World Economic Forum e la Johns Hopkins University di New York lo scorso ottobre. Lo scenario a malapena immaginario prevedeva un coronavirus mortale originato dalle oche che si diffondeva in tutto il mondo, devastando le economie e innescando l’imposizione di severi controlli comportamentali lasciando dietro di sé una scia di 65 milioni di corpi. La narrazione era così vicina all’attuale epidemia di coronavirus che Johns Hopkins è stato costretto a includere un disclaimer sul sito web dell’evento.

In effetti, nel corso degli anni il governo degli Stati Uniti ha eseguito diverse simulazioni di questo tipo insieme ai rappresentanti dei governi locali, degli ospedali e di vari altri interessi del settore privato. “Crimson Contagion”, uno di questi esercizi tenutosi da gennaio ad agosto dello scorso anno, prevedeva che gli Stati Uniti avrebbero risposto in modo caotico e disorganizzato a un’epidemia, esponendo debolezze che apparentemente non erano state risolte in tempo per Covid-19. Allo stesso modo, un rapporto del Pentagono del 2017 ha avvertito che una “nuova malattia respiratoria” proveniente, tra gli altri luoghi, da un mercato cinese potrebbe diffondersi in tutto il mondo, danneggiando la sicurezza nazionale per due anni e prescrivendo misure correttive che evidentemente non sono state prese in considerazione.

Gates ha già avvertito che l'”ostacolo finale” a un ritorno alla normalità basato sui vaccini è convincere la popolazione a rimboccarsi le maniche e prendere il vaccino, e l’Organizzazione Mondiale della Sanità – di cui la sua fondazione è la più grande finanziatrice – ha dichiarato lo scorso anno che “la titubanza sulle vaccinazioni” e` una delle maggiori minacce alla salute mondiale. Il miliardario ha dichiarato di sperare di avere sette miliardi di esseri umani vaccinati con qualsiasi formula si riveli sicura ed efficace, ma ha suggerito che un obbligo vaccinale sarebbe controproducente e aumenterebbe effettivamente la resistenza ai vaccini.

Gates è ben lungi dall’essere l’unica voce che esorta i governi ad utilizzare un guanto di velluto per quanto riguarda le vaccinazioni. Notando che un mandato diretto sarebbe probabilmente contestato e annullato in tribunale, un documento pubblicato all’inizio di questo mese sul New England Journal of Medicine ha invece suggerito che le popolazioni a rischio sarebbero minacciate da “sanzioni” come la perdita del lavoro per la mancata vaccinazione. Allo stesso modo, il premier australiano Scott Morrison ha dovuto rispondere ai commenti secondo cui la vaccinazione dovrebbe essere “il più obbligatoria possibile” dopo un’intensa protesta pubblica, e il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha promesso che la vaccinazione sarà facoltativa.

Fonte


 

5f7ce66085f540367946f9b7

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2.00 €


 

Bill Gates promuove in TV la vaccinazione globale – sostiene che le “teorie del complotto” sul Covid sono FOLLIA

In un’apparizione su Bloomberg martedì, Bill Gates ha nuovamente denigrato chiunque metta in dubbio i motivi della sua propaganda per la vaccinazione dell’intero pianeta contro il coronavirus definendolo un “teorico della cospirazione”, folle.

Il presentatore Erik Schatzker ha dichiarato: “I teorici della cospirazione che credono che tu abbia contribuito a creare e diffondere il Coronavirus potrebbero essere facili da zittire. Purtroppo sono davvero tanti”, prima di chiedere “queste voci fuori dal coro sono diventate un ostacolo ai tuoi sforzi? “

“Sappiamo che i vaccini che produciamo hanno salvato milioni di vite – suggerire il contrario ovvero affermare che il vaccino in generale è maligno e` veramente una follia”, ha affermato Gates.

“Mi sorprende, queste falsita` si diffondono molto più rapidamente della verità “, ha aggiunto.

Guarda:

blob:https://www.bloomberg.com/391fdf0a-7643-4319-b727-7df31c454b91

Non sorprende, tuttavia, che la sfiducia nei confronti dei vaccini di Gates continui a diffondersi, visti i resoconti come una recente ammissione da parte delle Nazioni Unite che un’importante iniziativa internazionale sui vaccini sta effettivamente causando lo scoppio della stessa malattia che avrebbe dovuto spazzare via.

Nella stessa intervista, Gates ha suggerito che mentre è “strano” per le persone diffidare dei suoi vaccini, gli americani non dovrebbero fidarsi della FDA o del CDC, ragionando sul fatto che sono collegati al presidente e stanno politicizzando il virus.

“Penso che all’interno della FDA ci siano molti professionisti. Storicamente, proprio come il CDC era considerato il migliore al mondo, la FDA aveva la stessa reputazione di regolatore di prim’ordine. Ma ci sono state alcune crepe con alcune delle cose che hanno detto “, ha dichiarato Gates.

“Il CDC è stato in gran parte cancellato dal quadro perché ci sono persone alla Casa Bianca che non sono epidemiologi i quali sostengono di aver fatto un ottimo lavoro, quindi non si tratta piu` di un insieme di esperti”, ha affermato in modo bizzarro Gates.

Il miliardario ha poi ammesso di essere grato di essere in grado di operare al di sopra delle strutture governative, nel tentativo di fare in modo che tutti sul pianeta siano vaccinati.

“Grazie al cielo che abbiamo questa esperienza del settore privato che vogliamo trasformare in un bene pubblico globale che arrivi a tutti sul pianeta”, ha affermato Gates.

In un’ulteriore apparizione sui media con MSNBC, Gates ha affermato che “The Next Big Question” è come distribuire il suo vaccino Covid a livello globale.

In un’ulteriore intervista a STAT News, Gates ha descritto la risposta al coronavirus del governo degli Stati Uniti come “scioccante” e “tra le peggiori al mondo”.

“L’amministrazione ha ora assunto questo ragazzo di Stanford che non ha alcun background solo perché è d’accordo con le loro teorie pazze”, ha detto Gates del dottor Scott Atlas, il nuovo consigliere del coronavirus del presidente.

Fonte

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante aiutami a sopravvivere con una donazione

€2,00

Le Nazioni Unite costrette ad ammettere che il vaccino finanziato da Bill Gates ha causato un focolaio di poliomelite in Africa

Questo dovrebbe davvero essere uno dei più grandi scandali per la salute pubblica, ma viene prestata poca attenzione, principalmente a causa delle persone e delle organizzazioni coinvolte.

Le Nazioni Unite sono state costrette ad ammettere che un’importante iniziativa internazionale sui vaccini sta effettivamente causando lo scoppio della stessa malattia che avrebbe dovuto eliminare.

Mentre organizzazioni internazionali come l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) si vantano regolarmente di aver “eradicato la poliomelite” con dei vaccini, sembra che sia il contrario. La loro campagna decennale per eradicare la polio sta ora uccidendo decine di giovani innocenti che vivono nei paesi poveri.

Ora sembra che i funzionari sanitari stiano iniziando ad ammettere che il loro piano per fermare la poliomelite sta fallendo, poiché decine di bambini sono rimasti paralizzati da un ceppo mortale del patogeno derivato da un vaccino.

Quest’ultima pandemia provocata da Big Pharma è scoppiata nei paesi africani del Ciad e del Sudan, e il colpevole è stato identificato: un virus della poliomielite derivato dal vaccino di tipo 2. I funzionari ora temono che questo nuovo ceppo pericoloso possa presto ‘saltare i continenti’, causando ulteriori epidemie mortali in tutto il mondo.

Per quanto possa sembrare scioccante, questa debacle di Big Pharma non è nuova. Dopo aver speso circa 16 miliardi di dollari in 30 anni per eradicare la polio, gli organismi sanitari internazionali hanno “ accidentalmente ” reintrodotto la malattia in Pakistan, Afghanistan e anche in Iran. Inoltre, nel 2019, il governo dell’Etiopia ha ordinato la distruzione di 57.000 fiale di vaccino antipolio orale di tipo 2 (mOPV2) a seguito di un’epidemia simile di polio indotta dal vaccino.

È importante notare che il vaccino antipolio orale e` stato fornito alla popolazione africana dalla Global Polio Eradication Initiative (GPEI), un consorzio supportato e finanziato dalla Bill & Melinda Gates Foundation.

Tutto ciò dovrebbe essere motivo di preoccupazione, in particolare con i governi occidentali e Big Pharma che vogliono frettolosamente lanciare il loro nuovo vaccino sperimentale finanziato da Gates contro il coronavirus su scala globale.

Attualmente, il primo vaccino COVID-19 sperimentale è in fase di sperimentazione sulla popolazione africana attraverso la GAVI Vaccine Alliance, un’altra organizzazione finanziata dalla Gates Foundation. Un ampio ciclo di studi sull’uomo si svolgerà in Sud Africa, gestito localmente dall’Università del Witwatersrand a Johannesburg, un’altra istituzione finanziata da Gates.

Quest’ultima rivelazione dovrebbe spingere i media a porre domande difficili sull’efficacia e la sicurezza del tanto pubblicizzato vaccino “miracoloso” per il COVID.

AP News riporta

L’Organizzazione Mondiale della Sanità afferma che una nuova epidemia di poliomielite in Sudan è collegata a un’epidemia in corso provocata dai vaccini in Ciad, una settimana dopo che l’agenzia sanitaria delle Nazioni Unite ha dichiarato il continente africano libero dal virus della poliomelite.

In una dichiarazione di questa settimana, l’OMS ha detto che due bambini in Sudan – uno dello stato del Darfur meridionale e l’altro dello stato di Gedarif, vicino al confine con l’Etiopia e l’Eritrea – sono rimasti paralizzati a marzo e aprile. Entrambi erano stati recentemente vaccinati contro la poliomielite. L’OMS ha affermato che le indagini iniziali sull’epidemia mostrano che i casi sono collegati a un’epidemia derivata da vaccini somministrati in Ciad che è stata rilevata per la prima volta l’anno scorso e che si sta diffondendo in Ciad e Camerun.

L’OMS ha affermato di aver trovato 11 ulteriori casi di poliomielite derivati ​​dal vaccino in Sudan e che il virus era stato identificato anche in campioni ambientali. Di solito ci sono molti più casi non segnalati per ogni paziente confermato di poliomielite. La malattia altamente infettiva può diffondersi rapidamente in acque contaminate e il più delle volte colpisce i bambini sotto i 5 anni.

In rari casi, il virus della polio nel vaccino orale può mutare in una forma in grado di innescare nuovi focolai.

La scorsa settimana, l’OMS e i suoi partner hanno dichiarato che il continente africano era libero dal virus della poliomielite , definendola “una giornata incredibile ed emozionante”.

Lunedì, l’OMS ha avvertito che il rischio di un’ulteriore diffusione della poliomielite derivata dal vaccino nell’Africa centrale e nel Corno d’Africa era “alto”, sottolineando i movimenti della popolazione su larga scala nella regione.

Più di una dozzina di paesi africani stanno attualmente combattendo focolai di polio causati dal virus, tra cui Angola, Congo, Nigeria e Zambia.

In mezzo alla pandemia di coronavirus, molte delle campagne di vaccinazione su larga scala necessarie per eliminare la poliomielite sono state interrotte.

Fonte

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

€2,00

Bill Gates nega (ancora) che i vaccini sono un cavallo di troia per microchippare la popolazione mondiale

Con milioni di persone in tutto il mondo che condividono informazioni e video che affermano che l’ossessione di Bill Gates per le vaccinazioni è una copertura per un programma di microchip globale, il miliardario fondatore di Microsoft ha sentito di nuovo la necessità di negare le accuse, spingendo per una maggiore censura sui post dei social media.

In uno scambio tra Gates e CNBC Martedì, il problema è stato sollevato dall’intervistatore Andrew Ross Sorkin, spingendo Gates a negare che i vaccini contro il coronavirus verranno utilizzati per impiantare dispositivi di localizzazione nell’uomo.

“Cose molto sbagliate che colpiscono il pubblico … possono diffondersi molto più velocemente della verità sui social media, e abbiamo sempre visto che con i vaccini … i social media possono peggiorare le cose …” ha detto Gates.

“Queste società di social media possono vedere ciò che viene detto sulle loro piattaforme e rimuovere le fake news.” Ha aggiunto.

Gates ha anche chiesto se fosse “appropriato” che Facebook non impedisse alle persone di condividere collegamenti e informazioni tramite la sua piattaforma di messaggistica Whatsapp.

I commenti di Gates venivano registrati in camera mentre la BBC News affermava che “passaporti vaccinali” attraverso tatuaggi digitali finanziati da Gates potrebbero diventare una parte necessaria per viaggiare nel mondo post-COVID.

https://banned.video/watch?id=5f2078a068370e02f29fb9a8

La BBC spinge i tatuaggi di Gates come condizione di viaggio, Google intanto presenta il suo tatuaggio “vaccinale” – SkinMarks

Il rapporto della BBC affermava che “questa tecnologia esiste già ed è stata provata su animali vivi e su cadaverio umani”, ha affermato la ricercatrice Ana Jaklenec del Massachusetts Institute of Technology. Il loro metodo utilizza cerotti con micro-aghi in grado di rilasciare sia il vaccino sia uno spruzzo di un inchiostro invisibile sotto la pelle della persona, memorizzando il registro delle vaccinazioni. “

Le notizie sui tatuaggi di Gates sono in circolo da marzo, ma sono state tenute nascoste o censurate.

Incorporare un tatuaggio permanente con i dati sulle vaccinazioni nella pelle delle persone è essenzialmente la stessa cosa di “microchippare”, ma Gates e quelli che si allineano dietro di lui stanno usando della semantica orwelliana per affermare che l’idea è una “teoria della cospirazione”.

Fonte

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

€2,00