Archivi Blog

Gli American Music Awards 2019: Puro Inferno

Uno sguardo al simbolismo infernale nelle esibizioni di Kesha, Billie Eilish, Camila Cabello e Post Malone.

Prima ancora che gli AMA del 2019 iniziassero, sapevo esattamente cosa sarebbe successo: gli stessi sette artisti sarebbero sfilati sul palco, la stessa agenda sarebbe stata promossa senza vergogna e lo stesso simbolismo pseudo-satanico sarebbe stato una parte centrale dello spettacolo. E, sfortunatamente, avevo ragione.

Tuttavia non mi aspettavo di avere cosi` tanta ragione.

Gli AMA del 2019 sono stati una stravaganza satanica mista a un sacco di lavaggio del cervello “Woke”. E, per finire, c’era un tema ricorrente che era difficile da ignorare: l’inferno. Letteralmente l’inferno. In effetti, diverse esibizioni hanno caratterizzato artisti che si esibivano in un vero inferno. E, quando non c’era un fuoco infernale, si doveva soffrire per un altro grande male: ovvero non richieste esibizioni di virtu` da parte delle star.

Se non hai guardato gli AMA, hai fatto del bene perché non ti sei perso nulla. Tranne tantissima agenda. Ecco un riassunto di queste tre ore di inferno.

UNA PARTENZA ERRATA

Qualcosa non andava in Selena Gomez.

Gli AMA del 2019 sono iniziati con un’esibizione orribile di Selena Gomez che ha cantato fuori campo per un paio di minuti. Ha quindi iniziato a ballare e, rispetto ai suoi ballerini di riserva, era strana e quasi pigra. In breve, non sembrava neppure lei. Il giorno seguente, alcune fonti dei media hanno affermato che Selena ha avuto un “attacco di panico” proprio prima della performance.

Un titolo di Buzzfeed sulla Gomez e sul suo “attacco di panico”.

La performance ricordava la terribile performance di Britney Spears ai VMA del 2007, dove appariva lenta e “fuori di sé” come Selena Gomez.

Ci sono molte somiglianze tra le due: entrambe sono ex bambine della Disney che sono diventate schiave di alto livello. Entrambe hanno “problemi mentali” che sono probabilmente sintomatici di un problema più profondo (controllo mentale Monarch). Entrambe sono state usate per anni per promuovere l’agenda Beta Kitten (vedi l’inquietante video di Fetish di Selena).

In breve, la prima performance ai VMA e` stata difficile da guardare. Una giusta introduzione a una notte infernale.

RAISING HELL DI KESHA

Kesha si esibisce in una chiesa che si sta “sciogliendo” con colori arcobaleno.

Ogni volta che penso a Kesha, divento un po ‘ triste. Fortunatamente non succede troppo spesso. Ma, quando lo faccio, mi viene in mente quel periodo in cui combatte per liberarsi dal superproduttore e gestore MK, il Dr. Luke … per poi diventare ancora piu` schiavizzata di prima. Come affermato nell’articolo di “Prey” Kesha è ancora di proprietà dell’industria, il primo video che ha fatto subito dopo la debacle del Dr. Luke è stata una chiara conferma che era ancora di proprietà degli illuminati.

Agli AMA, Kesha ha eseguito una canzone appropriatamente intitolata Raising Hell. La performance è iniziata con Kesha che ha detto “Benvenuti al NOSTRO servizio domenicale”, che sembra essere un richiamo ai recenti servizi domenicali di Kanye West. Tuttavia, il servizio di Kesha non riguarda Gesù. Come suggerisce il titolo della canzone, si tratta del contrario.

All’inizio dello spettacolo, Kesha si trova in una chiesa che si sta sciogliendo con colori dell’arcobaleno, un’immagine simbolica che allude alla “dissoluzione” del cristianesimo per creare una nuova religione “Woke”.

Intorno a Kesha c’è un cast di ballerini accuratamente selezionati, che vanno da persone “neutre rispetto al genere” a uomini vestiti con abiti rosa. Quindi, Kesha canta testi piuttosto blasfemi.

Hands up, witness
Solo cup full of holy spirits
Something wicked (ooh)
Speaking in tongues in my blood-red lipstick

I ballerini di Kesha fanno le corna da diavolo quando canta “Non voglio andare in Paradiso senza sollevare l’inferno”.

Quindi, Big Freedia – un rapper che si esibisce in drag – esce allo scoperto e fa alcune rime.

Big Freedia e` vestita da prete.

Ecco il contributo di Big Freedia alla canzone:

Drop it down low, hit it, hit the pole with it
Drop it down low, drop it down low
Drop, dr-drop it down low, drop it down low (get it)
Drop it, drop it, drop it, drop-drop-drop it down, down low
Bounce it up and down where the good Lord split it

Alla fine della performance, lo sfondo diventa rosso fuoco e i ballerini cadono a terra.

In breve, questa esibizione era una messa nera satanica sottilmente velata (che si basa sulla profanazione della messa cristiana).

Quindi, gli AMA hanno continuato nell’oscurità con un’altra pedina dell’industria. Una pedina nuova di zecca che è amata dai bambini e dai ragazzini.

HELLISH EILISH

La performance di Billie Eilish riguardava fondamentalmente il mondo che si stava lentamente trasformando in un inferno.

Dopo la canzone di Kesha, Raising Hell, gli spettatori assistono alla performance di Billie Eilish e della sua All the good girls go to hell. Capisci la correlazione? Nel mio articolo Il significato sulla canzone di Billie Eilish, ho spiegato come il video musicale di questa canzone riguardasse il fatto che Billie fosse posseduta dallo stesso Lucifero e che tifasse per la distruzione dell’umanità.

Anche se le parole mormorate da Billie durante lo spettacolo erano appena comprensibili, dice alcune cose oscure.

All the good girls go to Hell
‘Cause even God herself has enemies
And once the water starts to rise
And Heaven’s out of sight
She’ll want the Devil on her team

Nonostante il suo evidente sottotono satanico, il messaggio della canzone dovrebbe riguardare il riscaldamento globale.

Billie indossava una maglietta che dice “Nessuna musica su un pianeta morto”. È un riflesso perfetto della visione del mondo desolante e deprimente che viene insegnata ai bambini.

La performance si è conclusa con Billie sollevata su una piattaforma mentre l’intero set prendeva fuoco.

Letteralmente una stella nascente

Lil Nas X (che era vestito come mia zia Nancy nel 1984) era molto divertito.

In breve, la performance di Billie riguardava una nuova stella del settore che cantava riguardo al fatto di essere posseduta da Lucifero mentre il mondo bruciava. E quella non è stata nemmeno la performance più simbolica della nottata.

L’INIZIAZIONE DI CAMILA CABELLO

Negli ultimi due anni, Camila Cabello è stata una delle “prescelte” durante le premiazioni. E` ovunque. Si esibisce, presenta e ottiene tonnellate di foto quando è in mezzo alla folla. Inoltre, ora ha una relazione intensa con Shawn Mendes, che è la trovata pubblicitaria perfetta per attirare la attenzione dei media su di lei.

Tuttavia, quel dolce momento sotto i riflettori ha un prezzo. E la sua interpretazione della canzone Living Proof è … la “prova vivente” di questo.

La performance è iniziata in un ambiente “celestiale” con tutti vestiti di bianco – colore di purezza e innocenza. Sì, ci sono uomini che indossano un abito bianco. L’agenda di sfocatura di genere è inevitabile.

Camila canta:

Like a choir singing “Hallelujah”
When my body’s crashin’ right into you
When we align, ooh yeah
Do you feel me?
Can you feel me?
‘Cause I can’t breathe

L’industria ama sessualizzare qualsiasi cosa sia divina. Fa parte della sua mentalità satanica. La parola Alleluia ha un’antica qualità sacra in quanto significa “Dio sia lodato”. In questa esibizione, viene usata ripetutamente in un contesto oscuro e sessuale.

Più tardi, gli artisti sono circondati dal verde, a dimostrazione del fatto che sono discesi dal cielo alla Terra.

Quindi, le cose diventano simboliche.

Le persone vestite di nero afferrano gli artisti vestiti di bianco per la gola. Il male prende il sopravvento sulla bontà e sulla purezza

Mentre il cielo si oscura, a Camila viene offerta una rosa nera – che simboleggia il “lato oscuro”. La accettera`?

Certo che la accetta. È una pedina del settore.

Quindi si scatena l’inferno. Letteralmente

Tutto prende fuoco e tutti fanno sesso.

Dal cielo, Camila discese sulla Terra. Quindi accettò il “lato oscuro” e scese all’inferno.

L’intera performance ha incarnato la classica narrativa della “brava ragazza che prende la cattiva strada” che è stata evidenziata su questo sito innumerevoli volte. Ogni pop star che desidera ascendere alla celebrità deve essere associata a questo tipo di narrativa.

IL PRINCIPE DELLE TENEBRE E I SUOI SERVI

Ozzy Osbourne siede in mezzo tra Post Malone e Travis Scott

L’esibizione di Post Malone si è svolta in un ambiente simile a una prigione con catene appese tutt’intorno, evocando immagini di dolore, tortura e schiavitù. Ozzy Osbourne – noto come Il principe delle tenebre (che è anche il titolo dato a Satana) – siede su un trono mentre i suoi “servi” si esibiscono attorno a lui. Il coro di Ozzy recita:

I feel you crumble in my arms down to your heart of stone
You bled me dry just like the tears you never show
Why don’t you take what you want from me?
Take what you need from me
Take what you want and go
Why don’t you take what you want from me?
Take what you need from me
Take what you want and go

Indovina cosa succede alla fine della performance?

Ancora fiamme infernali

La Performance ha introdotto due dei più grandi artisti del rap nel lato oscuro del settore.

CONCLUDENDO

Gli AMA del 2019 avevano un chiaro tema ricorrente ed era “l’inferno”. Più specificamente, l’inferno sulla terra. Attraverso la sua agenda empia, l’élite sta effettivamente cercando di portare l’inferno sulla terra allontanando l’umanità da tutto ciò che è buono, puro e sacro per spingerlo verso il male, il malato e il corrotto.

Questi spettacoli a premi hanno due scopi: da un lato, mettono in mostra pedine del settore mentre celebrano la loro stessa schiavitu`. D’altra parte, danno ai pedoni più utili i trofei in modo da suggerire agli altri artisti la strada da seguire per raggiungerei il successo.

Oh, e un’altra prova che questo spettacolo è stato un vero inferno: a Taylor Swift è stato assegnato il premio “artista del decennio”. E si è esibita per circa 10 minuti. Un vero Inferno.

Fonte