Archivi Blog

Il laboratorio di Wuhan ha chiesto finanziamenti alla DARPA per produrre virus chimerici, alterare geneticamente i coronavirus per renderli più infettivi per gli esseri umani

18 mesi prima dell’epidemia di COVID-19, gli scienziati di Wuhan hanno elaborato piani che persino la DARPA ha giudicato folli; Gli scienziati osservano che il WIV potrebbe averli eseguiti comunque senza i finanziamenti

Un rapporto bomba ha concluso che gli scienziati dell’Istituto di virologia di Wuhan e i loro partner affiliati hanno tentato di ottenere 14 milioni di dollari in finanziamenti dal braccio scientifico del Pentagono, la DARP,A per alterare geneticamente i virus, inclusi i coronavirus dei pipistrelli, e renderli più infettivi per l’uomo, appena diciotto mesi prima della famigerata pandemia.

Il London Telegraph riporta i risultati rivelati da Drastic, un team di investigazione creato da scienziati di tutto il mondo per indagare sulle origini del Covid-19.

I documenti che hanno ottenuto, confermati come autentici da ex funzionari del governo degli Stati Uniti, mostrano che la DARPA ha rifiutato la richiesta, affermando che i piani per ulteriori studi sul guadagno di funzione erano TROPPO PERICOLOSI per la popolazione umana.

Il Telegraph osserva che i documenti rivelano che gli scienziati di Wuhan “hanno presentato piani per rilasciare nanoparticelle che penetrano nella pelle contenenti “nuove proteine ​spike ​chimeriche” di coronavirus nei pipistrelli delle caverne nello Yunnan, in Cina.

I documenti mostrano anche che il piano prevedeva l’alterazione genetica dei coronavirus dei pipistrelli per aggiungere “siti di scissione specifici per l’uomo”, rendendo essenzialmente più facile per il virus entrare nelle cellule umane.

Questo è ESATTAMENTE ciò che è stato scoperto quando il Covid-19 è stato sequenziato geneticamente per la prima volta, spingendo molti scienziati a suggerire che il virus fosse stato manipolato geneticamente in un laboratorio.

I documenti rivelano che i “soliti noti” già sotto esame in merito alla ricerca sul guadagno di funzione a Wuhan ha presentato il piano alla DARPA. Sia lo zoologo britannico Peter Daszak di EcoHealth Alliance, che in seguito tentò di chiudere il dibattito scientifico sulla possibilità di una fuga di laboratorio, sia la “donna pipistrello” Dr Shi Zhengli erano intimamente coinvolti.

Angus Dalgleish, professore di oncologia alla St Georges, Università di Londra, che sostiene che la pandemia sia stata probabilmente il risultato di un virus geneticamente modificato, ha affermato che la ricerca potrebbe essere andata avanti anche senza i finanziamenti.

“Questo è chiaramente guadagno di funzione, ingegnerizzando il sito di scissione e migliorando i nuovi virus per aumentare l’infettibilità”, ha detto Dalgleish.

Il Telegraph osserva che i piani sono stati respinti dalla DARPA, con l’agenzia che ha notato “È chiaro che il progetto proposto guidato da Peter Daszak avrebbe potuto mettere a rischio le comunità locali”.

Persino la DARPA, l’agenzia segreta per lo sviluppo di armi militari, coloro che hanno inventato microchip impiantabili, cani cyborg e macchine per distruggere i droni hanno affermato che le ricerche sul guadagno di funzione erano folli.

Il Telegraph rileva inoltre che un “ricercatore Covid-19 dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), che desiderava rimanere anonimo, ha affermato che era allarmante che la proposta di sovvenzione includesse piani per migliorare la sindrome respiratoria mediorientale (MERS). ).”

“La parte spaventosa è che stavano producendo virus MERS chimerici infettivi”, ha avvertito la fonte.

Questi risultati combaciano con precedenti rivelazioni in documenti ottenuti grazie al FOIA che mostrano che la manomissione di laboratorio è stata intrapresa su coronavirus simili a MERS in diversi laboratori intorno a Wuhan, tra cui una struttura di biocontenimento di livello tre, che ha una sicurezza minore rispetto ai laboratori di livello quattro precedentemente menzionati in relazione a l’epidemia.

I virus MERS hanno tassi di mortalità del 30-50%, con la fonte che osserva “Se uno dei nuovi virus facesse diffondere la MERS in modo simile (a COVID-19), pur mantenendo la sua letalità, questa pandemia sarebbe quasi apocalittica”.

Drastic ha rilasciato una dichiarazione sulle ultime scoperte esortando “Dato che troviamo in questa proposta una discussione sull’introduzione pianificata di siti di scissione specifici per l’uomo, è giustificata una revisione da parte della più ampia comunità scientifica sulla plausibilità dell’inserimento artificiale”.

Fonte

gettyimages-1230937482-768x432-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Ufficiale dell’Oms con collegamenti alla ricerca del coronavirus a Wuhan ringrazia Fauci per aver “smantellato” il mito che il virus sia fuoriuscito dal laboratorio

Lo zar del Covid di Washington, Anthony Fauci, ha ricevuto elogi da un funzionario dell’OMS con legami con l’Istituto di virologia di Wuhan per aver respinto le teorie secondo cui il virus è stato creato dall’uomo, come mostrano i messaggi interni rilasciati di recente.

Peter Daszak, che faceva parte del team dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) che si è recato in Cina per indagare sulle origini del virus, ha inviato a Fauci un’e-mail il 18 aprile 2020 in cui lo ha ringraziato per aver respinto l’affermazione che Covid- 19 sia fuoriuscito da un laboratorio. Il messaggio fa parte di una tranche di e-mail ottenute in base a una richiesta del Freedom of Information Act di BuzzFeed.

“Volevo solo fare un ringraziamento personale a nome del nostro staff e dei nostri collaboratori, per aver pubblicamente preso una posizione affermando che le prove scientifiche supportano un’origine naturale per COVID-19 e non una fuoriuscita dal laboratorio dell’Istituto di virologia di Wuhan”, ha scritto Daszak. Ha aggiunto che i commenti “coraggiosi” di Fauci provenivano da una “voce fidata” e aiuterebbero a “sfatare i miti intorno alle origini del virus”.

Fauci ha risposto il giorno successivo, scrivendo: “Molte grazie per la tua gentile nota”.

Daszak è a capo di un’organizzazione, EcoHealth Alliance, che ha fornito 3,4 milioni di dollari in sovvenzioni dal National Institutes of Health all’istituto di Wuhan per studiare i coronavirus dei pipistrelli tra il 2014 e il 2019. È stato anche membro del team dell’OMS che si è recato a Wuhan per sondare le origini del Covid-19. L’indagine ha concluso a marzo che la teoria della fuoriuscita di laboratorio era altamente improbabile e che era probabile, ma non certo, che la malattia fosse trasmessa all’uomo dagli animali. Recentemente ha respinto i suggerimenti secondo cui il virus è fuoriuscito da un laboratorio come “teorie della cospirazione”.

L’e-mail di Daszak faceva riferimento ai commenti che Fauci ha fatto durante una conferenza stampa il 17 aprile, in cui gli è stato chiesto delle teorie secondo cui il Covid-19 potrebbe provenire dall’Istituto di virologia di Wuhan. Fauci ha risposto alla domanda citando un recente studio che ha scoperto che le mutazioni del virus sono “totalmente coerenti con il salto di una specie da animale a umano”.

Fox News ha pubblicato un rapporto esclusivo il 15 aprile 2020 affermando che più fonti ritenevano che il virus provenisse dal laboratorio cinese. L’allora presidente Donald Trump aveva anche lasciato intendere di ritenere che il virus potesse essere creato dall’uomo, affermando all’epoca che la teoria “sembra avere un senso” e che “molte persone la stavano analizzando”.

Sebbene tali affermazioni siano state inizialmente respinte dai media, la teoria della fuoriuscita dal laboratorio ha guadagnato terreno poiché esperti e funzionari dell’intelligence hanno affermato che potrebbe avere valore.

Lo stesso Fauci ha dichiarato il mese scorso di “non essere convinto” che il Covid-19 si sia sviluppato naturalmente, nonostante in precedenza avesse affermato che era “altamente probabile” che la malattia avesse un’origine naturale.

Fonte

60b7168520302761ba4548c3

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 USD

Una donna di 61 anni che viveva vicino al laboratorio di Wuhan potrebbe essere stata la “paziente zero” – Tre settimane prima che il PCC rivelasse il primo caso

Tre settimane prima che la Cina ammettesse che un misterioso virus stava circolando nella città di Wuhan, una donna di 61 anni che viveva a circa un miglio da diversi centri di ricerca sui pipistrelli era conosciuta come “Patient Su” in un ospedale locale, secondo il Daily Mail.

La sua identità è stata accidentalmente rivelata dopo che un importante funzionario cinese ha inviato uno screenshot a una rivista medica che rivelava parzialmente informazioni personali, incluso il fatto che era stata ricoverata all’ospedale Rongjun di Wuhan e “quasi certamente viveva nella comunità Kaile Guiyan nella Zhuodaoquan Street, a circa 600 metri dal centro medico. “

Inoltre, “Patient Su” si ammalò tre settimane prima che la Cina affermasse che qualcuno era stato colpito dal nuovo virus.

L’accademico ha poi dettagliato altri due casi sospetti segnalati ai medici di Wuhan il 14 e 21 novembre, insieme a molti altri prima dell’8 dicembre, la data che la Cina ha dato all’Organizzazione mondiale della sanità per il “caso di esordio più precoce”.
L’articolo di Health Times includeva uno screenshot dei due casi di novembre nel database del professore. Sebbene i dettagli personali fossero sfocati, alcuni erano visibili, incluso il nome dell’ospedale e il distretto di residenza.

Mostrano che il paziente Su è stato curato all’ospedale Rongjun di Wuhan e, dati l’edificio e i numeri civici, quasi certamente viveva nella comunità Kaile Guiyan, a circa 600 metri dal centro medico. -Daily Mail

Il paziente Su viveva anche vicino a una fermata per la linea ferroviaria ad alta velocità che si ritiene abbia svolto un ruolo chiave nella diffusione del virus nella città di 11 milioni di persone, secondo il rapporto.

Sia l’ospedale che la presunta residenza di Su si trovano nel distretto di Hongshan, dove si trovavano sia il CDC cinese che un sito del centro gestito dall’Istituto di virologia di Wuhan. Secondo l’ex investigatore capo del Dipartimento di Stato americano David Asher, tre ricercatori si sono ammalati di una misteriosa condizione respiratoria nel novembre 2019, con la moglie di uno scienziato morente.

Il Wall Street Journal la scorsa settimana ha riferito dei tre lavoratori di laboratorio malati che sono finiti in ospedale – affermazioni che Pechino contesta furiosamente. Nel frattempo, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha ordinato una revisione dell’intelligence di 90 giorni dopo che è stato rivelato che le agenzie di intelligence statunitensi sono in possesso di moltissime informazioni non analizzate raccolte nel corso delle loro indagini, in gran parte perché l’enstablishment ha voluto coprire tutto.

“È giunto il momento per la Cina di aprire tutti i suoi file in modo che il mondo possa trovare la verità sulle origini di questa pandemia”, ha detto Tom Tugendhat, presidente della commissione per gli affari esteri del Regno Unito. “Non possiamo proteggerci dai rischi futuri se non si riconosce che tutti abbiamo bisogno di condividere le conoscenze e imparare dagli errori”.

Il professor Yu Chuanhua, professore di biostatistica all’Università di Wuhan, è stato colui che ha rivelato che il paziente Su si è ammalato tre settimane prima della data di divulgazione ufficiale. Secondo il Daily Mail, tuttavia, la Cina e’ impegnata in una operazione di controllo dei danni.

L’intervista del professor Yu a Health Times ha avuto luogo il giorno in cui le autorità sanitarie cinesi sono state messe a tecere mentre il presidente Xi Jinping ha cercato di riprendere il controllo della situazione.

Yu ha telefonato al giornalista dopo due giorni per ritirare queste informazioni, sostenendo che le date erano state inserite in modo errato e tutti gli altri casi sospetti prima dell’8 dicembre dovevano essere verificati.

I dettagli sono stati scoperti da Gilles Demaneuf, un membro del gruppo “Drastic” di attivisti digitali online che hanno scoperto molti dei fatti visti come contraddittori alla narrativa cinese ufficiale secondo cui il Covid-19 era una malattia che è derivata naturalmente dagli animali. -Daily Mail

“Siamo stati in grado di individuare il nome esatto, l’età e l’indirizzo di un caso sospetto molto precoce quasi un mese prima del primo caso ufficiale”, ha detto Demaneuf, un data scientist francese che lavora per una banca neozelandese. “Quell’indirizzo è proprio accanto alla linea della metropolitana n. 2 e anche non lontano da un ospedale dell’Esercito popolare di liberazione che ha curato alcuni degli altri primi casi”.

Demaneuf sostiene che le nuove scoperte evidenziano quanti più indizi potrebbero essere accessibili se le persone continuassero a perseguire la teoria della fuga dal laboratorio, piuttosto che “accettare senza criticita’ le dichiarazioni della Cina”.

Fonte

wiv-outside_2

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

I dipendenti del laboratorio di Wuhan erano “cosi’ malati da dover essere ricoverati in ospedale”

Tre ricercatori del Wuhan Institute of Virology erano così malati nel novembre del 2019 che hanno cercato ricovero in ospedale, secondo il Wall Street Journal, citando un rapporto dell’intelligence statunitense precedentemente non divulgato “che potrebbe aggiungere peso alle crescenti richieste di una più completa indagine sul fatto che il COVID -19 virus potrebbe essere sfuggito dal laboratorio. “

I dettagli della segnalazione appartengono ad una nota informativa del Dipartimento di Stato, emessa durante gli ultimi giorni dell’amministrazione Trump, secondo la quale diversi ricercatori del laboratorio, un centro per lo studio dei coronavirus e di altri patogeni, si sono ammalati nell’autunno 2019 “con sintomi compatibili sia con Covid-19 che con una comune malattia stagionale “.

La divulgazione del numero di ricercatori, i tempi delle loro malattie e le loro visite ospedaliere arrivano alla vigilia di una riunione dell’organo decisionale dell’Organizzazione mondiale della sanità, che dovrebbe discutere la prossima fase di un’indagine sulle origini del Covid-19. . -WSJ

“Le informazioni che abbiamo ricevuto dalle varie fonti erano di qualità squisita. Erano molto precise. Quello che non ti dicevano era esattamente il motivo per cui si erano ammalati”, ha detto una fonte al Journal, mentre un’altra persona ha detto che le informazioni, fornite da un “partner internazionale”, erano potenzialmente significative ma necessitavano ancora di ulteriori indagini e conferme.

Il laboratorio di Wuhan ha rifiutato in particolare di condividere dati grezzi, registri di sicurezza e registrazioni di laboratorio dei suoi vasti esperimenti con i coronavirus di pipistrello, con cui ha collaborato una ONG finanziata dagli Stati Uniti, la EcoHealth Alliance.

Pechino, nel frattempo, ha ripetutamente negato che COVID-19 sia fuggito da uno dei suoi laboratori, arrivando fino a citare la conclusione di un team guidato dall’OMS secondo cui una fuoriuscita dal laboratorio era improbabile. Un team dell’OMS, intendiamoci, che includeva Peter Daszak di EcoHealth, il ragazzo pagato $ 666.000 all’anno dall’NIH di Anthony Fauci per collaborare con il laboratorio WUhan.

“Gli Stati Uniti continuano a sostenere la teoria della fuoriuscita dal laboratorio”, ha detto al Journal il ministero degli esteri cinese in risposta a una richiesta di commento. “Si preoccupa davvero di rintracciare la fonte o di cercare di distogliere l’attenzione?”

Forse Pechino, con le sue sofisticate tecniche di tracciamento, può spiegare dove si trova Huang Yanling, lavoratore del laboratorio WIV ancora scomparso?

Huang Yanling, che lavorava presso l’Istituto di virologia di Wuhan, era uno delle decine di medici, scienziati, attivisti e giornalisti scomparsi durante il sospetto insabbiamento del Partito Comunista Cinese.

Durante le prime settimane dell’epidemia dello scorso febbraio, sui social media cinesi giravano voci secondo cui la studentessa laureata fosse la “paziente zero”, creando un collegamento diretto tra il controverso laboratorio e l’epidemia di virus.

I funzionari cinesi sono rapidamente intervenuti per censurare i rapporti da Internet.

L’Istituto di virologia di Wuhan ha negato che fosse la paziente zero e ha insistito, senza prove, che era viva e vegeta altrove nel paese, mentre cancellava la sua biografia e immagine dal suo sito web. -NZ Herald

L’amministrazione Biden, nel frattempo, è passata dallo schernire l’ipotesi della fuga dal laboratorio a una posizione più neutrale dell'”aspetta e vedi”.

“Continuiamo ad avere serie domande sui primi giorni della pandemia di Covid-19, comprese le sue origini nella Repubblica popolare cinese”, ha detto una portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale. “Non faremo dichiarazioni che pregiudichino uno studio in corso dell’OMS sulla fonte della SARS-CoV-2”, ha aggiunto.

Il Journal, facendo l’avvocato del diavolo, osserva che “non è insolito per le persone in Cina andare direttamente in ospedale quando si ammalano, o perché ricevono cure migliori o non hanno accesso a un medico di base”, e quel COVID- 19 condivide una moltitudine di sintomi con l’influenza nonostante siano malattie molto diverse.

“Tuttavia, potrebbe essere significativo se i membri dello stesso team che lavora con i coronavirus andassero in ospedale con sintomi simili poco prima che la pandemia fosse identificata per la prima volta”, continua il rapporto.

Detto questo, l’ex funzionario del Dipartimento di Stato americano David Asher, che ha guidato una task force sulle origini del COVID-19, ha detto a un seminario dell’Hudson Institute a marzo che dubitava che i lavoratori di laboratorio fossero stati infettati da una normale influenza.

“Sono molto dubbioso che tre persone in circostanze altamente protette in un laboratorio di livello tre che lavorano sui coronavirus si ammalerebbero tutte di influenza che le ha portate in ospedale o in condizioni gravi tutte nella stessa settimana, e non ha avuto nulla a che fare con il coronavirus “, ha detto, aggiungendo che i ricercatori che si sono ammalati potrebbero rappresentare “il primo cluster conosciuto” di casi di COVID-19.

A lungo caratterizzata dagli scettici come una teoria del complotto, l’ipotesi che la pandemia potesse essere iniziata con un incidente di laboratorio ha suscitato maggiore interesse da parte degli scienziati che si sono lamentati della mancanza di trasparenza da parte delle autorità cinesi o prova conclusiva dell’ipotesi alternativa: che il virus fosse contratto da esseri umani da un pipistrello o da un altro animale infetto al di fuori di un laboratorio.

Molti sostenitori dell’ipotesi di laboratorio affermano che un virus trasportato da un pipistrello infetto potrebbe essere stato portato in laboratorio in modo che i ricercatori potessero lavorare su potenziali vaccini, solo per poi sfuggire.

Mentre l’ipotesi di laboratorio viene presa più seriamente, anche dai funzionari dell’amministrazione Biden, il dibattito è ancora colorato dalle tensioni politiche, inclusa la quantità di prove necessarie per sostenere l’ipotesi. -WSJ

È un bel modo per dire che il PCC e l’establishment anti-Trump hanno politicizzato la teoria più logica e hanno sprecato quasi 18 mesi a coprire Pechino.

Durante l’ultima settimana dell’amministrazione Trump, il Dipartimento di Stato ha emesso una scheda informativa che attingeva a informazioni riservate affermando che “il governo degli Stati Uniti ha motivo di credere che diversi ricercatori all’interno del WIV si siano ammalati nell’autunno 2019, prima del primo caso identificato del focolaio, con sintomi compatibili sia con Covid-19 che con malattie stagionali “.

La scheda informativa del 15 gennaio ha aggiunto che questo “solleva interrogativi sulla credibilità” del ricercatore sui pipistrelli di Wuhan Shi Zhengli, e ha criticato Pechino per i suoi “inganni e disinformazione”.

Finora l’amministrazione Biden non ha contestato un solo aspetto della scheda informativa.

E ora gli Stati Uniti, insieme all’Unione Europea e molti altri governi, hanno chiesto un’indagine più trasparente sulle origini di COVID-19.

Fonte

wiv-outside

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

ll Bulletin Of Atomic Scientists ha “aperto il vaso di Pandora” sul Coronavirus

La pandemia COVID-19 ha sconvolto la vita in tutto il mondo per più di un anno. Il bilancio delle vittime raggiungerà presto i tre milioni di persone. Tuttavia l’origine della pandemia rimane incerta: le agende politiche dei governi e degli scienziati hanno generato spesse nubi, che la stampa mainstream sembra incapace di dissipare.

In quanto segue selezionerò i fatti scientifici disponibili, che contengono molti indizi su quanto accaduto, e fornirò ai lettori le prove per esprimere i propri giudizi. Cercherò quindi di valutare la complessa questione della colpa, che inizia con, ma si estende ben oltre, il governo cinese.

Alla fine di questo articolo, potresti aver imparato molto sulla biologia molecolare dei virus. Cercherò di mantenere questo processo il più indolore possibile. Ma la scienza non può essere evitata perché per ora, e probabilmente per molto tempo, offre l’unico filo rosso sicuro attraverso il labirinto.

Il virus che ha causato la pandemia è ufficialmente noto come SARS-CoV-2, ma può essere chiamato SARS2 in breve. Come molte persone sanno, ci sono due teorie principali sulla sua origine. Una è che è passato naturalmente dalla fauna selvatica alle persone. L’altro è che il virus era in fase di studio in un laboratorio, da cui è scappato. È molto importante stabilire quale sia il caso se speriamo di prevenire un secondo evento del genere.

Descriverò le due teorie, spiegherò perché ognuna è plausibile e poi chiederò quale fornisce la migliore spiegazione dei fatti disponibili. È importante notare che finora non ci sono prove dirette per nessuna delle due teorie. Ciascuna dipende da una serie di congetture ragionevoli, ma finora manca di prove. Quindi ho solo indizi, non conclusioni, da offrire. Ma questi indizi puntano in una direzione specifica.

LA STORIA DI DUE TEORIE

Dopo che la pandemia è scoppiata per la prima volta nel dicembre 2019, le autorità cinesi hanno riferito che molti casi si erano verificati nel mercato – un luogo che vende animali selvatici per la carne – di Wuhan. Ciò ha ricordato agli esperti l’epidemia di SARS1 del 2002, in cui un virus del pipistrello si era diffuso prima agli zibetti, un animale venduto nei mercati umidi, e dagli zibetti alle persone. Un virus simile ai pipistrelli ha causato una seconda epidemia, nota come MERS, nel 2012. Questa volta l’animale ospite intermedio erano i cammelli.

La decodifica del genoma del virus ha mostrato che apparteneva a una famiglia virale nota come beta-coronavirus, alla quale appartengono anche i virus SARS1 e MERS. La relazione supportava l’idea che, come loro, fosse un virus naturale che era riuscito a saltare dai pipistrelli, tramite un altro ospite animale, alle persone. La connessione al mercato umido, il principale punto di somiglianza con le epidemie di SARS1 e MERS, è stata presto scartata: i ricercatori cinesi hanno scoperto casi precedenti a Wuhan senza alcun collegamento con il mercato. Ma questo non sembro’ avere importanza nel complesso generale.

Wuhan, tuttavia, è sede del Wuhan Institute of Virology, uno dei principali centri mondiali per la ricerca sui coronavirus. Quindi la possibilità che il virus SARS2 fosse sfuggito dal laboratorio non poteva essere esclusa. Sul tavolo c’erano due ragionevoli scenari di origine.

Fin dall’inizio, le percezioni del pubblico e dei media sono state modellate a favore dello scenario dell’origine naturale da forti dichiarazioni di due gruppi scientifici. Queste affermazioni non furono inizialmente esaminate criticamente come si sarebbe dovuto fare.

“Siamo uniti per condannare fermamente le teorie del complotto che suggeriscono che COVID-19 non ha un’origine naturale”, hanno scritto un gruppo di virologi e altri su Lancet il 19 febbraio 2020, quando era davvero troppo presto per essere sicuri di cosa era successo. Gli scienziati “concludono in modo schiacciante che questo coronavirus ha avuto origine nella fauna selvatica”, hanno detto, con un appello stimolante ai lettori a stare con i colleghi cinesi in prima linea nella lotta contro la malattia.

Contrariamente all’affermazione degli scrittori della lettera, l’idea che il virus potesse essere sfuggito da un laboratorio non era una banale cospirazione ma un possibile incidente. Sicuramente doveva essere esplorato, non rifiutato a priori. Un segno distintivo dei scienziati che si possono definire tali è che si danno molto da fare per distinguere tra ciò che sanno e ciò che non sanno. In base a questo criterio, i firmatari della lettera di Lancet si sono comportati da poveri scienziati: hanno rassicurato il pubblico con fatti che non potevano sapere con certezza fossero veri.

Successivamente si è scoperto che la lettera di Lancet era stata organizzata e redatta da Peter Daszak, presidente della EcoHealth Alliance di New York. L’organizzazione di Daszak ha finanziato la ricerca sul coronavirus presso l’Istituto di virologia di Wuhan. Se il virus SARS2 fosse effettivamente sfuggito alla ricerca da lui finanziata, Daszak sarebbe stato potenzialmente ritenuto colpevole. Questo acuto conflitto di interessi non è stato dichiarato ai lettori di Lancet. Al contrario, la lettera concludeva: “Non abbiamo conflitti di interesse”.

Peter Daszak un membro del gruppo dell’OMS incaricato di indagare sulle origini del coronavirus a Wuhan parla al telefono

Per i virologi come Daszak stabilire le origini del coronavirus significa molto. Per 20 anni, sotto l’attenzione del pubblico, avevano giocato a un gioco pericoloso. Nei loro laboratori creavano abitualmente virus più pericolosi di quelli esistenti in natura. Sostenevano che potevano farlo in sicurezza e che, anticipando la natura, potevano prevedere e prevenire gli “spillover” naturali, il passaggio di virus da un ospite animale alle persone. Se SARS2 fosse davvero sfuggita a un simile esperimento di laboratorio, ci si poteva aspettare un selvaggio contraccolpo e che una tempesta di indignazione pubblica avrebbe colpito i virologi ovunque, non solo in Cina. “Manderebbe in frantumi l’edificio scientifico da cima a fondo”, ha detto a marzo 2020 un editore del MIT Technology Review, Antonio Regalado.

Una seconda dichiarazione che ha avuto un’enorme influenza nel plasmare l’atteggiamento del pubblico è stata una lettera (in altre parole un pezzo d’opinione, non un articolo scientifico) pubblicata il 17 marzo 2020 sulla rivista Nature Medicine. I suoi autori erano un gruppo di virologi guidati da Kristian G. Andersen dello Scripps Research Institute. “Le nostre analisi mostrano chiaramente che SARS-CoV-2 non è un costrutto di laboratorio o un virus manipolato di proposito”, hanno dichiarato i cinque virologi nel secondo paragrafo della loro lettera.

Sfortunatamente, si tratta di un altro caso dove la “scienza” c’entra ben poco. È vero, alcuni metodi più vecchi per tagliare e incollare i genomi virali conservano segni rivelatori di manipolazione. Ma i metodi più recenti, chiamati approcci “no-see-um” o “senza soluzione di continuità”, non lasciano segni distintivi. Né lo fanno altri metodi per manipolare i virus come il passaggio seriale, il trasferimento ripetuto di virus da una coltura di cellule a un’altra. Se un virus è stato manipolato, sia con un metodo senza interruzioni che tramite passaggio seriale, non c’è modo di sapere che è così. Andersen e i suoi colleghi stavano assicurando ai loro lettori qualcosa che non potevano sapere.

C’e’ in particolare una parte della lettera che dice: “È improbabile che SARS-CoV-2 sia emerso attraverso la manipolazione di laboratorio di un coronavirus simile a SARS-CoV”. Ma aspetta, nella seconda riga non c’era scritto che il virus CHIARAMENTE non e’ stato manipolato? Il grado di certezza degli autori sembrava scivolare di parecchie tacche quando si e’ trattato di esporre il loro ragionamento.

La ragione di tutto questo è chiara una volta che ci si addentra nel linguaggio tecnico. Le due ragioni addotte dagli autori per supporre che la manipolazione sia improbabile sono decisamente inconcludenti.

In primo luogo, dicono che la proteina spike di SARS2 si lega molto bene al suo bersaglio, il recettore ACE2 umano, ma lo fa in un modo diverso da quello che i calcoli fisici suggeriscono sarebbe la soluzione migliore. Pertanto il virus deve essere derivato dalla selezione naturale, non dalla manipolazione.

Se questo argomento sembra difficile da afferrare, è perché e’ progettato appunto per esserlo. L’assunto di base degli autori, non esplicitato, è che chiunque cerchi di legare un virus pipistrello alle cellule umane potrebbe farlo in un solo modo. Per prima cosa calcolerebbero l’adattamento più forte possibile tra il recettore ACE2 umano e la proteina spike con cui il virus si attacca ad esso. Quindi progetterebbero la proteina spike di conseguenza (selezionando la stringa giusta di unità di amminoacidi che la compongono). Poiché la proteina spike SARS2 non corrisponde a questo design calcolato, afferma il documento Andersen, non può essere stata manipolata.

Ma questo ignora il modo in cui i virologi fanno effettivamente legare le proteine ​​spike ai bersagli scelti, che non è per calcolo ma unendo i geni delle proteine ​​spike da altri virus o per passaggio seriale. Con il passaggio seriale, ogni volta che la progenie del virus viene trasferita a nuove colture cellulari o animali, vengono selezionate le più riuscite fino a quando ne emerge una che crea un legame molto stretto con le cellule umane. La selezione naturale ha fatto tutto il lavoro pesante. La speculazione del documento Andersen sulla progettazione di una proteina spike virale attraverso il calcolo non ha alcuna relazione sul fatto che il virus sia stato manipolato o meno da uno degli altri due metodi.

Il secondo argomento degli autori contro la manipolazione è ancora più artificioso. Sebbene la maggior parte degli esseri viventi utilizzi il DNA come materiale ereditario, un certo numero di virus utilizza l’RNA, il cugino chimico stretto del DNA. Ma l’RNA è difficile da manipolare, quindi i ricercatori che lavorano sui coronavirus, che sono basati sull’RNA, convertiranno prima il genoma dell’RNA in DNA. Manipolano la versione del DNA, aggiungendo o alterando i geni, e quindi fanno in modo che il genoma del DNA manipolato venga riconvertito in RNA infettivo.

Solo un certo numero di queste spine dorsali del DNA è stato descritto nella letteratura scientifica. Chiunque manipolasse il virus SARS2 “probabilmente” avrebbe utilizzato una di queste spine dorsali note, scrive il gruppo Andersen, e poiché SARS2 non è derivato da nessuna di esse, non è stato manipolato. Ma l’argomento è vistosamente inconcludente. Le spine dorsali del DNA sono abbastanza facili da realizzare, quindi è ovviamente possibile che SARS2 sia stata manipolata utilizzando una spina dorsale del DNA non pubblicata.

E questo è tutto. Questi sono i due argomenti proposti dal gruppo Andersen a sostegno della loro dichiarazione secondo cui il virus SARS2 chiaramente non è stato manipolato. E questa conclusione, fondata su nient’altro che due speculazioni inconcludenti, ha convinto la stampa mondiale che SARS2 non poteva essere scappata da un laboratorio. Una critica tecnica alla lettera di Andersen la distrugge con parole molto piu` dure.

La scienza è presumibilmente una comunità di esperti che si auto-corregge e che controlla costantemente il lavoro degli altri. Allora perché altri virologi non hanno sottolineato che l’argomento del gruppo Andersen era pieno di buchi assurdamente grandi? Forse perché nelle università di oggi parlare può essere molto costoso. Le carriere possono essere distrutte se si esce dalla linea. Qualsiasi virologo che metta in discussione il punto di vista dichiarato dalla comunità rischia che la sua prossima domanda di sovvenzione venga respinta dal gruppo di colleghi virologi che consiglia l’agenzia di distribuzione delle sovvenzioni governative.

Le lettere di Daszak e Andersen erano davvero dichiarazioni politiche, non scientifiche, ma sono state sorprendentemente efficaci. Articoli sulla stampa tradizionale affermavano ripetutamente che la maggioranzaa di esperti aveva stabilito che la fuga di laboratorio era fuori questione o estremamente improbabile. I loro autori hanno fatto affidamento per la maggior parte sulle lettere di Daszak e Andersen, non riuscendo a capire le stratosferiche lacune nei loro argomenti. I giornali tradizionali hanno tutti giornalisti scientifici nel loro staff, così come le principali reti, e questi giornalisti specializzati dovrebbero essere in grado di interrogare gli scienziati e verificare le loro affermazioni. Ma le affermazioni di Daszak e Andersen sono rimaste in gran parte incontrastate.

DUBBI SULL’ORIGINE NATURALE

L’origine naturale è stata la teoria preferita dai media fino a circa febbraio 2021 e anche quella della commissione dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) in Cina. La composizione e l’accesso della commissione sono stati pesantemente controllati dalle autorità cinesi. I suoi membri, che includevano l’onnipresente Daszak, continuavano ad affermare prima, durante e dopo la loro visita che la fuga dal laboratorio era estremamente improbabile. Ma questa non era proprio la vittoria propagandistica che le autorità cinesi avrebbero sperato. Ciò che divenne chiaro era che i cinesi non avevano prove da offrire alla commissione a sostegno della teoria dell’origine naturale.

Ciò è sorprendente perché sia ​​il virus SARS1 che il virus MERS avevano lasciato abbondanti tracce nell’ambiente. La specie ospite intermedia di SARS1 è stata identificata entro quattro mesi dallo scoppio dell’epidemia e l’ospite di MERS entro nove mesi. Eppure, circa 15 mesi dopo l’inizio della pandemia di SARS2, e dopo una ricerca presumibilmente intensiva, i ricercatori cinesi non sono riusciti a trovare né la popolazione di pipistrelli originale, né le specie intermedie in cui SARS2 sarebbe saltata, né alcuna prova sierologica che qualsiasi popolazione cinese, compresa quella di Wuhan, sia mai stata esposta al virus prima del dicembre 2019. L’origine naturale è rimasta una congettura che, per quanto plausibile all’inizio, non aveva ottenuto un brandello di prove a sostegno in oltre un anno.

E fintanto che le cose stanno così, è logico prestare seria attenzione alla congettura alternativa, secondo cui SARS2 è scappata da un laboratorio.

Perché qualcuno dovrebbe voler creare un nuovo virus in grado di provocare una pandemia? Da quando i virologi hanno acquisito gli strumenti per manipolare i geni di un virus, hanno sostenuto di poter anticipare una potenziale pandemia esplorando quanto un determinato virus animale potrebbe essere vicino a fare il salto agli esseri umani. E questo ha giustificato esperimenti di laboratorio per migliorare la capacità di pericolosi virus animali di infettare le persone, hanno affermato i virologi.

Con questa logica, hanno ricreato il virus influenzale del 1918, mostrato come il virus della poliomielite quasi estinto può essere sintetizzato dalla sua sequenza di DNA pubblicata e introdotto un gene del vaiolo in un virus correlato.

Questi miglioramenti delle capacità virali sono noti come esperimenti di guadagno di funzione. Con i coronavirus, c’era un particolare interesse per le proteine ​​spike, che sporgono tutt’intorno alla superficie sferica del virus e determinano praticamente quale specie di animale prenderà di mira. Nel 2000 i ricercatori olandesi, ad esempio, si sono guadagnati la gratitudine dei roditori di tutto il mondo ingegnerizzando geneticamente la proteina spike di un coronavirus di topo in modo che attaccasse solo i gatti.

I virologi hanno iniziato a studiare seriamente i coronavirus di pipistrello dopo che questi si sono rivelati essere la fonte delle epidemie di SARS1 e MERS. In particolare, i ricercatori volevano capire quali cambiamenti dovevano verificarsi nelle proteine ​​spike di un virus pipistrello prima che potesse infettare le persone.

I ricercatori dell’Istituto di virologia di Wuhan, guidati dalla principale esperta cinese di virus dei pipistrelli, Shi Zheng-li o “Bat Lady”, hanno organizzato frequenti spedizioni nelle grotte infestate da pipistrelli dello Yunnan nel sud della Cina e hanno raccolto circa un centinaio di diversi coronavirus di pipistrello.

Shi ha poi collaborato con Ralph S. Baric, un eminente ricercatore sul coronavirus presso l’Università del North Carolina. Il loro lavoro si è concentrato sul potenziamento della capacità dei virus dei pipistrelli di attaccare gli esseri umani in modo da “esaminare il potenziale di emergenza (cioè il potenziale di infettare gli esseri umani) dei CoV di pipistrello circolanti [coronavirus]”. Per perseguire questo obiettivo, nel novembre 2015 hanno creato un nuovo virus prendendo la spina dorsale del virus SARS1 e sostituendo la sua proteina spike con una da un virus pipistrello (noto come SHC014-CoV). Questo virus prodotto è stato in grado di infettare le cellule delle vie aeree umane.

Il virus SHC014-CoV / SARS1 è noto come chimera perché il suo genoma contiene materiale genetico di due ceppi di virus. Se il virus SARS2 fosse stato inventato nel laboratorio di Shi, il suo prototipo diretto sarebbe stato la chimera SHC014-CoV / SARS1, il cui potenziale pericolo ha riguardato molti osservatori e ha suscitato intense discussioni.

“Se il virus fosse sfuggito, nessuno avrebbe potuto prevedere la traiettoria”, ha detto Simon Wain-Hobson, virologo presso l’Istituto Pasteur di Parigi.

Baric e Shi hanno fatto riferimento agli ovvi rischi nel loro documento, ma hanno sostenuto che dovrebbero essere valutati rispetto al vantaggio di prefigurare future ricadute. I gruppi di revisione scientifica, hanno scritto, “potrebbero ritenere che studi simili sulla costruzione di virus chimerici basati su ceppi circolanti siano troppo rischiosi da perseguire”. E` importante considerare il valore dei dati generati da questi studi e se questi tipi di studi sui virus chimerici giustificano ulteriori indagini rispetto ai rischi intrinseci coinvolti “.

Tale dichiarazione è stata fatta nel 2015. Dal senno di poi del 2021, si può dire che il valore degli studi sul guadagno di funzione nella prevenzione dell’epidemia di SARS2 era zero.

All’interno dell’Istituto di virologia di Wuhan. Baric aveva sviluppato e insegnato a Shi un metodo generale per ingegnerizzare i coronavirus di pipistrello per attaccare altre specie. Gli obiettivi specifici erano cellule umane coltivate in colture e in topi. Questi topi da laboratorio, un sostituto economico ed etico per i soggetti umani, sono geneticamente progettati per trasportare la versione umana di una proteina chiamata ACE2 che fissa la superficie delle cellule che rivestono le vie respiratorie.

Shi è tornata al suo laboratorio presso l’Istituto di virologia di Wuhan e ha ripreso il lavoro che aveva iniziato sull’ingegneria genetica dei coronavirus per attaccare le cellule umane. Come possiamo esserne così sicuri?

Perché, per una strana svolta nella storia, il suo lavoro è stato finanziato dal National Institute of Allergy and Infectious Diseases (NIAID), una parte del National Institutes of Health (NIH) degli Stati Uniti. E le proposte di sovvenzione che hanno finanziato il suo lavoro, che sono una questione di dominio pubblico, specificano esattamente cosa intendeva fare con i soldi.

Le sovvenzioni sono state assegnate all’appaltatore principale, Daszak della EcoHealth Alliance, che le ha subappaltate a Shi. Ecco alcuni estratti delle sovvenzioni per gli anni fiscali 2018 e 2019. (“CoV” sta per coronavirus e “proteina S” si riferisce alla proteina spike del virus).

“Testare le previsioni sulla trasmissione inter-specie di CoV. I modelli predittivi per il potenziale di emergenza saranno testati sperimentalmente utilizzando genetica inversa, saggi di legame di pseudovirus e recettori ed esperimenti di infezione da virus attraverso una gamma di colture cellulari di diverse specie e topi umanizzati “.

“Useremo i dati della sequenza della proteina S, la tecnologia dei cloni infettivi, gli esperimenti di infezione in vitro e in vivo e l’analisi del legame del recettore per testare l’ipotesi che le soglie di divergenza % nelle sequenze della proteina S predicano il potenziale di spillover”.

Ciò significa, in un linguaggio non tecnico, che Shi ha deciso di creare nuovi coronavirus con la più alta infettività possibile per le cellule umane. Il suo piano era quello di prendere geni che codificano per proteine ​​spike che possiedono una varietà di affinità misurate per le cellule umane, che vanno da alte a basse. Avrebbe inserito questi geni spike uno per uno nella spina dorsale di un certo numero di genomi virali (“genetica inversa” e “tecnologia dei cloni infettivi”), creando una serie di virus chimerici. Questi virus chimerici verrebbero quindi testati per la loro capacità di attaccare colture cellulari umane (“in vitro”) e topi umanizzati (“in vivo”). E queste informazioni aiuterebbero a prevedere la probabilità di “spillover”, il salto di un coronavirus dai pipistrelli alle persone.

L’approccio metodico è stato progettato per trovare la migliore combinazione di spina dorsale del coronavirus e proteina spike per infettare le cellule umane. L’approccio potrebbe aver generato virus simili a SARS2, e in effetti potrebbe aver creato il virus SARS2 stesso con la giusta combinazione di spina dorsale del virus e proteina spike.

Non si può ancora affermare che Shi abbia generato o meno SARS2 nel suo laboratorio perché i suoi record sono stati sigillati, ma sembra che fosse sicuramente sulla buona strada per farlo. “È chiaro che il Wuhan Institute of Virology stava costruendo sistematicamente nuovi coronavirus chimerici e stava valutando la loro capacità di infettare cellule umane e topi che esprimono ACE2”, afferma Richard H. Ebright, biologo molecolare presso la Rutgers University e principale esperto di biosicurezza.

“È anche chiaro”, ha detto Ebright, “che, a seconda dei contesti genomici costanti scelti per l’analisi, questo lavoro potrebbe aver prodotto SARS-CoV-2 o un progenitore prossimale di SARS-CoV-2”. “Contesto genomico” si riferisce alla particolare spina dorsale virale utilizzata come banco di prova per la proteina spike.

Lo scenario di fuga dal laboratorio per l’origine del virus SARS2, come dovrebbe essere ormai evidente, non è un semplice complotto. Si tratta di una proposta dettagliata, basata sul progetto specifico finanziato dal NIAID.

Anche se il finanziamento e’ stato concesso per il lavoro sopra descritto, come si può essere certi che il piano sia stato effettivamente realizzato? Per questo possiamo fare affidamento sulla parola di Daszak, che ha protestato molto negli ultimi 15 mesi sul fatto che la fuga dal laboratorio fosse una ridicola teoria del complotto inventata da chi odia i cinesi.

Il 9 dicembre 2019, prima che lo scoppio della pandemia diventasse generalmente noto, Daszak ha rilasciato un’intervista in cui ha parlato in termini entusiastici di come i ricercatori dell’Istituto di virologia di Wuhan avessero riprogrammato la proteina spike e generato coronavirus chimerici in grado di infettare topi umanizzati.

“E ora abbiamo trovato, sai, dopo 6 o 7 anni di attività, oltre 100 nuovi coronavirus correlati alla SARS, molto vicini alla SARS”, dice Daszak intorno al minuto 28 dell’intervista. “Alcuni di loro entrano nelle cellule umane in laboratorio, alcuni di loro possono causare la malattia della SARS in modelli di topi umanizzati e non sono trattabili con monoclonali terapeutici e non è possibile vaccinarli con un vaccino. Quindi, questi sono un pericolo chiaro e presente….

“Intervistatore: Dici che si tratta di diversi coronavirus e che non e’ possibile utilizzare un vaccino, quindi cosa facciamo?

“Daszak: Beh, penso che i coronavirus – possono essere manipolati in laboratorio abbastanza facilmente. La proteina Spike guida molto di ciò che accade, nel rischio zoonotico. Quindi puoi ottenere la sequenza, puoi costruire la proteina e lavoriamo molto con Ralph Baric all’UNC per farlo. Inseriscilo nella spina dorsale di un altro virus e fai del lavoro in laboratorio. Quindi puoi essere più predittivo quando trovi una sequenza. Hai questa diversità. Ora la progressione logica per i vaccini è che, se hai intenzione di sviluppare un vaccino per la SARS, ci si basera’ sulla SARS della pandemia, ma inserendo alcune modifiche ottenendo un vaccino migliore. ” Gli inserimenti a cui si riferiva forse includevano un elemento chiamato sito di scissione della furina, discusso di seguito, che aumenta notevolmente l’infettività virale per le cellule umane.

Con uno stile sconnesso, Daszak si riferisce al fatto che una volta generato un nuovo coronavirus in grado di attaccare le cellule umane, puoi prendere la proteina spike e renderla la base per un vaccino.

Si può solo immaginare la reazione di Daszak quando ha saputo dello scoppio dell’epidemia a Wuhan pochi giorni dopo. Conosceva meglio di chiunque altro l’obiettivo dell’Istituto di Wuhan di rendere i coronavirus dei pipistrelli infettivi per gli esseri umani, così come le mancanze dell’istituto nel proteggere i propri ricercatori contro le infezioni.

Ma invece di fornire alle autorità sanitarie pubbliche le numerose informazioni a sua disposizione, ha immediatamente lanciato una campagna di pubbliche relazioni per convincere il mondo che l’epidemia non poteva essere stata causata da uno dei virus provenienti dall’istituto. “L’idea che questo virus sia fuggito da un laboratorio è solo pura sciocchezza. Semplicemente non è vero “, ha dichiarato in un’intervista dell’aprile 2020.

LE MISURE DI SICUREZZA AL LABORATORIO DI WUHAN

Forse Daszak non era a conoscenza, o forse conosceva fin troppo bene, la lunga storia di virus che sono sfuggiti anche dai laboratori meglio gestiti. Il virus del vaiolo è fuggito tre volte dai laboratori in Inghilterra negli anni ’60 e ’70, causando 80 casi e 3 morti. Da allora virus pericolosi sono fuoriusciti dai laboratori quasi ogni anno. Venendo a tempi più recenti, il virus SARS1 si è dimostrato un vero artista della fuga, fuoriuscendo dai laboratori di Singapore, Taiwan e non meno di quattro volte dall’Istituto nazionale cinese di virologia di Pechino.

Uno dei motivi per cui la SARS1 è così difficile da gestire è che non c’erano vaccini disponibili per proteggere i lavoratori di laboratorio. Come ha menzionato Daszak nell’intervista del 19 dicembre sopra citata, anche i ricercatori di Wuhan non erano stati in grado di sviluppare vaccini contro i coronavirus che avevano progettato per infettare le cellule umane. Sarebbero stati indifesi contro il virus SARS2, se fosse stato generato nel loro laboratorio, come lo erano i loro colleghi di Pechino contro SARS1.

Una seconda ragione per il grave pericolo dei nuovi coronavirus ha a che fare con i livelli richiesti di sicurezza di laboratorio. Ci sono quattro gradi di sicurezza, designati da BSL1 a BSL4, con BSL4 che è il più restrittivo e progettato per agenti patogeni mortali come il virus Ebola.

L’Istituto di virologia di Wuhan aveva un nuovo laboratorio BSL4, ma il suo stato di preparazione ha notevolmente allarmato gli ispettori del Dipartimento di Stato che lo hanno visitato dall’ambasciata di Pechino nel 2018. “Il nuovo laboratorio ha una grave carenza di tecnici e investigatori adeguatamente formati necessari per operare in sicurezza questo laboratorio ad alto contenimento “, hanno scritto gli ispettori in un cablogramma del 19 gennaio 2018.

Il vero problema, tuttavia, non era lo stato della sicurezza del laboratorio BSL4 di Wuhan, ma il fatto che ai virologi di tutto il mondo non piace lavorare in condizioni BSL4. Devi indossare una tuta spaziale, fare operazioni in spazi ristretti e accettare che tutto richiederà il doppio del tempo. Quindi le regole che sono state assegnate ad ogni tipo di virus a un determinato livello di sicurezza erano più lassiste di quanto alcuni potrebbero pensare fosse prudente.

Prima del 2020, le regole seguite dai virologi in Cina e altrove richiedevano che gli esperimenti con i virus SARS1 e MERS fossero condotti in condizioni BSL3. Ma tutti gli altri coronavirus di pipistrello potevano essere studiati in BSL2, il livello successivo inferiore. BSL2 richiede l’adozione di precauzioni di sicurezza piuttosto minime, come indossare camici e guanti da laboratorio. Tuttavia, un esperimento di guadagno di funzione condotto in BSL2 potrebbe produrre un agente più contagioso di SARS1 o MERS. E se lo facesse, i lavoratori di laboratorio avrebbero un’alta probabilità di infezione, specialmente se non vaccinati.

Gran parte del lavoro di Shi sul guadagno di funzione nei coronavirus è stato eseguito a livello di sicurezza BSL2, come affermato nelle sue pubblicazioni e in altri documenti. Ha detto in un’intervista alla rivista Science che “[la] ricerca sul coronavirus nel nostro laboratorio è condotta nei laboratori BSL-2 o BSL-3”.

“È chiaro che parte o tutto questo lavoro è stato eseguito utilizzando uno standard di biosicurezza – livello di biosicurezza 2, il livello di biosicurezza di uno studio dentistico statunitense standard – che rappresenterebbe un rischio inaccettabilmente alto di infezione del personale di laboratorio al contatto con un virus avendo le proprietà di trasmissione di SARS-CoV-2 “, afferma Ebright.

“È anche chiaro”, aggiunge, “che questo lavoro non avrebbe mai dovuto essere finanziato e non avrebbe mai dovuto essere eseguito”.

Questa è una visione che mantiene indipendentemente dal fatto che il virus SARS2 sia stato creato in laboratorio o meno.

La preoccupazione per le condizioni di sicurezza nel laboratorio di Wuhan non era, a quanto pare, fuori luogo. Secondo una scheda informativa rilasciata dal Dipartimento di Stato il 21 gennaio 2021, “Il governo degli Stati Uniti ha motivo di credere che diversi ricercatori all’interno della WIV si siano ammalati nell’autunno 2019, prima del primo caso identificato dell’epidemia, con sintomi compatibili sia con il COVID-19 che con le comuni malattie stagionali. “

David Asher, un collega dell’Hudson Institute ed ex consulente del Dipartimento di Stato, ha fornito maggiori dettagli sull’incidente in un seminario. La conoscenza dell’incidente proveniva da un mix di informazioni pubbliche e “alcune informazioni di fascia alta raccolte dalla nostra comunità di intelligence”, ha detto. Tre persone che lavoravano in un laboratorio BSL3 dell’istituto si sono ammalate entro una settimana l’una dall’altra con sintomi gravi che hanno richiesto il ricovero in ospedale. Questo è stato “il primo cluster noto di cui siamo a conoscenza, di vittime di ciò che riteniamo essere COVID-19”. L’influenza non poteva essere completamente esclusa ma sembrava improbabile date le circostanze, ha detto.

CONFRONTANDO GLI SCENARI SULL’ORIGINE DEL COVID

Le prove di cui sopra si aggiungono a un caso serio secondo cui il virus SARS2 potrebbe essere stato creato in un laboratorio, da cui è poi fuggito. Ma il caso, per quanto sostanziale, non ha prove sufficienti. La prova consisterebbe nell’evidenza del Wuhan Institute of Virology, o dei relativi laboratori a Wuhan, che SARS2 o un virus predecessore erano in fase di sviluppo lì. Per la mancanza di accesso a tali registrazioni, un altro approccio è prendere alcuni fatti salienti sul virus SARS2 e chiedersi come ciascuno di essi possa essere spiegato dai due scenari di origine rivali, quelli dell’origine naturale e della fuga dal laboratorio. Ecco quattro test delle due ipotesi. Alcuni hanno qualche dettaglio tecnico, ma questi sono tra i più convincenti per coloro che potrebbero voler seguire l’argomento.

1) Il luogo di origine. Inizia con la geografia. I due parenti più stretti conosciuti del virus SARS2 sono stati raccolti da pipistrelli che vivevano in grotte nello Yunnan, una provincia della Cina meridionale. Se il virus SARS2 avesse prima infettato le persone che vivevano nelle grotte dello Yunnan, ciò sosterrebbe fortemente l’idea che il virus si fosse diffuso naturalmente alle persone. Ma non è quello che è successo. La pandemia è scoppiata a 1.500 chilometri di distanza, a Wuhan.

I beta-coronavirus, la famiglia dei virus pipistrello a cui appartiene SARS2, infettano il pipistrello Rhinolophus affinis, che si estende in tutta la Cina meridionale. La portata dei pipistrelli è di 50 chilometri, quindi è improbabile che qualcuno sia arrivato a Wuhan. In ogni caso, i primi casi della pandemia COVID-19 si sono verificati probabilmente a settembre, quando le temperature nella provincia di Hubei erano già abbastanza fredde da mandare in letargo i pipistrelli.

E se i virus pipistrello avessero infettato prima qualche ospite intermedio? Avresti bisogno di una popolazione di lunga data di pipistrelli in prossimità di un ospite intermedio, che a sua volta avrebbe dovuto vivere in mezzo a persone. Tutti questi scambi di virus devono avvenire da qualche parte fuori Wuhan, una metropoli frenetica che per quanto si sa non è un habitat naturale delle colonie di pipistrelli Rhinolophus. La persona infetta (o l’animale) che trasporta questo virus altamente trasmissibile deve aver viaggiato a Wuhan senza infettare nessun altro. Se la persona è montata su un treno per Wuhan, nessun compagno di viaggio si è ammalato.

È una forzatura, in altre parole, far scoppiare la pandemia naturalmente fuori Wuhan e poi, senza lasciare traccia, farla accadere proprio li’.

Per lo scenario della fuga dal laboratorio, l’origine a Wuhan e’ fin troppo ovvia. Wuhan ospita il principale centro cinese di ricerca sul coronavirus dove, come notato sopra, i ricercatori stavano ingegnerizzando geneticamente i coronavirus di pipistrello per attaccare le cellule umane. Lo stavano facendo in condizioni di sicurezza minime di un laboratorio BSL2. Se un virus con l’inaspettata contagiosità di SARS2 fosse stato generato lì, la sua fuga non sarebbe stata una sorpresa.

2) Storia naturale ed evoluzione. Il luogo iniziale della pandemia è una piccola parte di un problema più ampio, quello della sua storia naturale. I virus non saltano solo una volta da una specie all’altra. La proteina spike del coronavirus, adattata per attaccare le cellule di pipistrello, necessita di ripetuti salti verso un’altra specie, la maggior parte delle quali fallisce, prima di ottenere una fortunata mutazione. La mutazione – un cambiamento in una delle sue unità di RNA – fa sì che una diversa unità di amminoacidi venga incorporata nella sua proteina spike e rende la proteina spike in grado di attaccare le cellule di alcune altre specie.

Attraverso molti altri aggiustamenti guidati dalle mutazioni, il virus si adatta al suo nuovo ospite, ad esempio un animale con cui i pipistrelli sono in frequente contatto. L’intero processo riprende quindi quando il virus si sposta da questo host intermedio alle persone.

Nel caso della SARS1, i ricercatori hanno documentato i successivi cambiamenti nella sua proteina spike man mano che il virus si è evoluto passo dopo passo in un pericoloso patogeno. Dopo essere passato dai pipistrelli agli zibetti, ci sono stati altri sei cambiamenti nella sua proteina spike prima che diventasse un lieve agente patogeno nelle persone. Dopo altri 14 cambiamenti, il virus si è adattato molto meglio all’uomo e con altri quattro l’epidemia è decollata.

Ma quando cerchi le impronte di una transizione simile in SARS2, ti aspetta una strana sorpresa. Il virus non è cambiato quasi per niente, almeno fino a poco tempo fa. Fin dalla sua prima apparizione, si è adattato bene alle cellule umane. Ricercatori guidati da Alina Chan del Broad Institute hanno confrontato SARS2 con SARS1 in stadio avanzato, che a quel punto era ben adattato alle cellule umane, e hanno scoperto che i due virus erano altrettanto ben adattati. “Quando la SARS-CoV-2 è stata rilevata per la prima volta alla fine del 2019, era già pre-adattata alla trasmissione umana in una misura simile alla SARS-CoV”, hanno scritto.

Anche coloro che pensano che l’origine del laboratorio sia improbabile concordano sul fatto che i genomi di SARS2 sono notevolmente uniformi. Baric scrive che “i primi ceppi identificati a Wuhan, in Cina, hanno mostrato una diversità genetica limitata, il che suggerisce che il virus potrebbe essere stato introdotto da un’unica fonte”.

Una singola fonte sarebbe ovviamente compatibile con la fuga dal laboratorio.

La struttura uniforme dei genomi di SARS2 non dà alcun accenno ad alcun passaggio attraverso un ospite animale intermedio e nessun ospite di questo tipo è stato identificato in natura.

I sostenitori dell’origine naturale suggeriscono che la SARS2 sia incubata in una popolazione umana ancora da trovare prima di acquisire le sue proprietà speciali. O che sia saltato su un animale ospite fuori dalla Cina.

Tutte queste congetture sono possibili, ma sono sostanzialmente una forzatura. I sostenitori della fuga da laboratorio hanno una spiegazione più semplice. SARS2 è stato adattato alle cellule umane sin dall’inizio perché è stato coltivato in topi umanizzati o in colture di laboratorio di cellule umane, proprio come descritto nella proposta di finanziamento di Daszak. Il suo genoma mostra poca diversità perché il segno distintivo delle culture di laboratorio è l’uniformità.

Chi propone la fuga da laboratorio scherzano sul fatto che, naturalmente, il virus SARS2 ha infettato una specie ospite intermedia prima di diffondersi alle persone e che l’hanno identificata: un topo umanizzato dell’Istituto di virologia di Wuhan.

3) Il sito di scissione della furina. Il sito di scissione della furina è una piccola parte dell’anatomia del virus, ma che esercita una grande influenza sulla sua infettività. Si trova nel mezzo della proteina spike SARS2. Si trova anche al centro del puzzle della provenienza del virus.

La proteina spike ha due sottounità con ruoli diversi. Il primo, chiamato S1, riconosce l’obiettivo del virus, una proteina chiamata enzima di conversione dell’angiotensina-2 (o ACE2) che fissa la superficie delle cellule che rivestono le vie aeree umane. Il secondo, S2, aiuta il virus, una volta ancorato alla cellula, a fondersi con la membrana della cellula. Dopo che la membrana esterna del virus si è coalizzata con quella della cellula colpita, il genoma virale viene iniettato nella cellula, dirotta il suo meccanismo di produzione delle proteine ​​e la costringe a generare nuovi virus.

Ma questa invasione non può iniziare finché le subunità S1 e S2 non sono state separate. E lì, proprio alla giunzione S1 / S2, c’è il sito di scissione della furina che assicura che la proteina spike venga tagliata esattamente nel posto giusto.

Il virus, un modello di efficenza, non ha alcun strumento per procedere a questa necessaria divisione. Si affida alla cellula per fare il taglio al suo posto. Le cellule umane hanno uno strumento per tagliare le proteine ​​sulla loro superficie noto come furina. La furina taglierà qualsiasi catena proteica. Questa è la sequenza delle unità amminoacidiche prolina-arginina-arginina-alanina, o PRRA nel codice che si riferisce a ciascun amminoacido con una lettera dell’alfabeto. PRRA è la sequenza di amminoacidi al centro del sito di scissione della furina di SARS2.

I virus possiedono molti tipi di meccanismi intelligenti, perché il sito di scissione della furina si distingue? Perche’ tra tutti i beta-coronavirus noti relativi alla SARS, solo SARS2 possiede un sito di scissione della furina. Tutti gli altri virus hanno la loro unità S2 tagliata in un sito diverso e con un meccanismo diverso.

In che modo SARS2 ha acquisito il suo sito di scissione della furina? O il sito si è evoluto in modo naturale o è stato inserito dai ricercatori alla giunzione S1 / S2 in un esperimento di guadagno di funzione.

Considera prima l’origine naturale. Due modi in cui i virus si evolvono sono per mutazione e per ricombinazione. La mutazione è il processo di cambiamento casuale nel DNA (o RNA per i coronavirus) che di solito si traduce in un amminoacido in una catena proteica che viene scambiato con un altro. Molti di questi cambiamenti danneggiano il virus, ma la selezione naturale trattiene i pochi che fanno qualcosa di utile. La mutazione è il processo mediante il quale la proteina spike SARS1 ha gradualmente trasferito le sue cellule bersaglio preferite da quelle dei pipistrelli agli zibetti e poi agli umani.

La mutazione sembra un modo meno probabile per la generazione del sito di scissione della furina di SARS2, anche se non può essere completamente esclusa. Le quattro unità di amminoacidi del sito sono tutte insieme e tutte proprio al posto giusto nella giunzione S1 / S2. La mutazione è un processo casuale innescato dagli errori di copia (quando vengono generati nuovi genomi virali) o dal decadimento chimico delle unità genomiche. Quindi colpisce in genere i singoli amminoacidi in punti diversi di una catena proteica. È molto più probabile che una stringa di aminoacidi come quella del sito di scissione della furina venga acquisita tutta insieme attraverso un processo abbastanza diverso noto come ricombinazione.

La ricombinazione è uno scambio involontario di materiale genomico che si verifica quando due virus invadono la stessa cellula e la loro progenie viene assemblata con bit e pezzi di RNA appartenenti all’altro. I beta-coronavirus si combinano solo con altri beta-coronavirus ma possono acquisire, per ricombinazione, quasi tutti gli elementi genetici presenti nel pool genomico collettivo. Ciò che non possono acquisire è un elemento che il pool non possiede. E nessun beta-coronavirus noto correlato alla SARS, la classe a cui appartiene SARS2, possiede un sito di scissione della furina.

I sostenitori dell’origine naturale affermano che SARS2 potrebbe aver rilevato il sito da un beta-coronavirus ancora sconosciuto. Ma i beta-coronavirus legati alla SARS dei pipistrelli evidentemente non hanno bisogno di un sito di scissione della furina per infettare le cellule di pipistrello, quindi non c’è grande probabilità che qualcuno ne possieda uno, e in effetti nessuno è stato trovato finora.

Il prossimo argomento dei sostenitori è che SARS2 ha acquisito il suo sito di scissione della furina da persone. Un predecessore di SARS2 avrebbe potuto circolare nella popolazione umana per mesi o anni fino a quando ad un certo punto non ha acquisito un sito di scissione della furina dalle cellule umane. Allora sarebbe stato pronto a scoppiare come una pandemia.

Se questo è quello che è successo, dovrebbero esserci tracce nei registri degli ospedali di persone infettate dal virus in lenta evoluzione. Ma finora nessuno è venuto alla luce. Secondo il rapporto dell’OMS sulle origini del virus, gli ospedali nella provincia di Hubei, monitorano regolarmente le malattie simil-influenzali e “non è stata osservata alcuna prova che suggerisca una trasmissione sostanziale di SARSCoV-2 nei mesi precedenti l’epidemia di dicembre. . “

Quindi è difficile spiegare come il virus SARS2 abbia sviluppato naturalmente il suo sito di scissione della furina, sia per mutazione che per ricombinazione.

Ciò lascia un esperimento di guadagno di funzione. Per coloro che pensano che SARS2 possa essere scappato da un laboratorio, spiegare il sito di scissione della furina non è affatto un problema. “Dal 1992 la comunità virologica sa che l’unico modo sicuro per rendere un virus più mortale è quello di dargli un sito di scissione della furina all’incrocio S1 / S2 in laboratorio”, scrive Steven Quay, un imprenditore biotech interessato alle origini della SARS2 . “Almeno 11 esperimenti di guadagno di funzione, che aggiungono un sito di scissione della furina per rendere un virus più infettivo, sono pubblicati nella letteratura, tra cui [dalla] Dr. Zhengli Shi, capo della ricerca sul coronavirus presso il Wuhan Institute of Virology”.

4) Una questione di codoni. C’è un altro aspetto del sito di scissione della furina che va contro all’origine naturale del virus.

Come tutti sanno (o possono almeno ricordare dal liceo), il codice genetico utilizza tre unità di DNA per specificare ogni unità amminoacidica di una catena proteica. Quando vengono letti in gruppi di 3, i 4 diversi tipi di DNA possono specificare 4 x 4 x 4 o 64 diverse triplette, o codoni come vengono chiamati. Poiché ci sono solo 20 tipi di amminoacidi, ci sono più che sufficienti codoni, consentendo ad alcuni amminoacidi di essere specificati da più di un codone. L’amminoacido arginina, ad esempio, può essere designato da uno qualsiasi dei sei codoni CGU, CGC, CGA, CGG, AGA o AGG, dove A, U, G e C stanno per i quattro diversi tipi di unità in RNA.

Ecco dove diventa interessante. Organismi diversi hanno preferenze per codoni differenti. Alle cellule umane piace designare l’arginina con i codoni CGT, CGC o CGG. Ma CGG è il codone meno popolare del coronavirus per l’arginina. Tienilo a mente quando osservi come gli amminoacidi nel sito di scissione della furina sono codificati nel genoma di SARS2.

Ora il motivo funzionale per cui SARS2 ha un sito di scissione della furina, e i suoi cugini virus no, può essere visto allineando (in un computer) la stringa di quasi 30.000 nucleotidi nel suo genoma con quelli dei suoi cugini coronavirus, di cui il il più vicino finora conosciuto è quello chiamato RaTG13. Rispetto a RaTG13, SARS2 ha un inserto a 12 nucleotidi proprio alla giunzione S1 / S2. L’inserto è la sequenza T-CCT-CGG-CGG-GC. I codici CCT per prolina, i due CGG per due arginine e il GC è l’inizio di un codone GCA che codifica per alanina.

Ci sono diverse caratteristiche curiose in questo inserto, ma la più strana è quella dei due codoni CGG affiancati. Solo il 5% dei codoni di arginina di SARS2 sono CGG e il doppio codone CGG-CGG non è stato trovato in nessun altro beta-coronavirus. Quindi, come ha fatto SARS2 ad acquisire una coppia di codoni di arginina che sono favoriti dalle cellule umane ma non dai coronavirus?

I sostenitori dell’origine naturale hanno il compito di spiegare tutte le caratteristiche del sito di scissione della furina di SARS2. Devono postulare un evento di ricombinazione in un sito del genoma del virus in cui le ricombinazioni sono rare e l’inserimento di una sequenza di 12 nucleotidi con un doppio codone di arginina sconosciuto nel repertorio del beta-coronavirus, nell’unico sito nel genoma che potrebbe espandere in modo significativo l’infettività del virus.

Per lo scenario della fuga dal laboratorio, il doppio codone CGG non è una sorpresa. Il codone preferito dall’uomo viene utilizzato di routine nei laboratori. Quindi chiunque volesse inserire un sito di scissione della furina nel genoma del virus sintetizzerebbe la sequenza di produzione del PRRA in laboratorio e probabilmente userebbe i codoni CGG per farlo.

UN TERZO SCENARIO

C’è una variazione nello scenario dell’origine naturale che vale la pena considerare. Questa è l’idea che SARS2 sia passato direttamente dai pipistrelli agli umani, senza passare attraverso un ospite intermedio come hanno fatto SARS1 e MERS. Uno dei principali sostenitori è il virologo David Robertson che osserva che SARS2 può attaccare molte altre specie oltre agli umani. Crede che il virus abbia sviluppato una capacità generalista mentre era ancora nei pipistrelli. Poiché i pipistrelli che infetta sono ampiamente distribuiti nella Cina meridionale e centrale, il virus ha avuto ampie opportunità di balzare alle persone, anche se sembra che lo abbia fatto solo in un’occasione nota. La tesi di Robertson spiega perché finora nessuno ha trovato traccia di SARS2 in alcun ospite intermedio o in popolazioni umane sorvegliate prima di dicembre 2019. Spiegherebbe anche il fatto sconcertante che SARS2 non è cambiato da quando è apparso per la prima volta negli esseri umani.

Un problema con questa idea, tuttavia, è che se SARS2 è passato dai pipistrelli alle persone in un unico balzo e da allora non è cambiato molto, dovrebbe comunque essere bravo a infettare i pipistrelli. E sembra che non lo sia.

“Le specie di pipistrelli testate sono scarsamente infettate da SARS-CoV-2 ed è quindi improbabile che siano la fonte diretta dell’infezione umana”, scrive un gruppo scientifico scettico sull’origine naturale.

Tuttavia, Robertson potrebbe aver scoperto qualcosa. I coronavirus dei pipistrelli delle grotte dello Yunnan possono infettare le persone direttamente. Nell’aprile 2012 sei minatori che rimuovevano il guano di pipistrello dalla miniera di Mojiang hanno contratto una grave polmonite con sintomi simili a COVID-19 e tre alla fine sono morti. Un virus isolato dalla miniera di Mojiang, chiamato RaTG13, è ancora il parente più prossimo conosciuto di SARS2. Molto mistero circonda l’origine, la segnalazione e l’affinità stranamente bassa di RaTG13 per le cellule di pipistrello, così come la natura di 8 virus simili che Shi riferisce di aver raccolto contemporaneamente ma non ha ancora pubblicato nonostante la loro grande rilevanza per l’ascendenza della SARS2. Ma tutto questo è una storia per un’altra volta. Il punto qui è che i virus dei pipistrelli possono infettare le persone direttamente, anche se solo in condizioni speciali.

Quindi chi altri, oltre ai minatori che scavano il guano di pipistrello, entro’ in contatto particolarmente stretto con i coronavirus di pipistrello? Beh, i ricercatori del coronavirus! Shi dice che lei e il suo gruppo hanno raccolto più di 1.300 campioni di pipistrelli durante circa otto visite alla grotta di Mojiang tra il 2012 e il 2015, e senza dubbio ci sono state molte spedizioni in altre grotte dello Yunnan.

Immagina i ricercatori che fanno frequenti viaggi da Wuhan allo Yunnan e ritorno, mescolando guano di pipistrello in caverne buie e miniere, e ora inizi a vedere un possibile collegamento mancante tra i due luoghi. I ricercatori potrebbero essere stati infettati durante i loro viaggi di raccolta o mentre lavoravano con i nuovi virus al Wuhan Institute of Technology. Il virus che è scappato dal laboratorio sarebbe stato un virus naturale, non uno prodotto da guadagni di funzionalità.

La tesi diretta dai pipistrelli è una chimera tra l’origine naturale e lo scenario di fuga dal laboratorio. È una possibilità che non può essere ignorata. Ma contro ciò è il fatto che 1) sia SARS2 che RaTG13 sembrano avere solo una debole affinità per le cellule di pipistrello, quindi non si può essere completamente sicuri che nessuno dei due abbia mai visto l’interno di un pipistrello; e 2) come per quanto riguardo la teoria dell’origine naturale non spiega come SARS2 ha ottenuto il suo sito di scissione della furina, o perché il sito di scissione della furina è determinato dai codoni di arginina preferiti dall’uomo invece che dai codoni preferiti dai pipistrelli.

A CHE PUNTO SIAMO

Né l’origine naturale né l’ipotesi della fuga dal laboratorio possono ancora essere escluse. Non ci sono ancora prove dirette per nessuno dei due. Quindi nessuna conclusione definitiva può essere raggiunta.

Detto questo, le prove disponibili si inclinano più fortemente in una direzione rispetto all’altra. I lettori si formeranno la propria opinione. Ma mi sembra che i sostenitori della fuga dal laboratorio possano spiegare tutti i fatti disponibili sulla SARS2 molto più facilmente di quanto possano fare coloro che favoriscono l’origine naturale.

È documentato che i ricercatori dell’Istituto di virologia di Wuhan stavano conducendo esperimenti di guadagno di funzione progettati per fare in modo che i coronavirus infettassero cellule umane e topi umanizzati. Questo è esattamente il tipo di esperimento da cui potrebbe essere emerso un virus simile a SARS2. I ricercatori non sono stati vaccinati contro i virus e stavano lavorando nelle condizioni di sicurezza minime di un laboratorio BSL2. Quindi la fuga di un virus non sarebbe affatto sorprendente. In tutta la Cina, la pandemia è scoppiata alle porte dell’istituto di Wuhan. Il virus era già ben adattato agli esseri umani, come previsto per un virus cresciuto in topi umanizzati. Possedeva un insolito miglioramento, un sito di scissione della furina, che non è posseduto da nessun altro beta-coronavirus correlato alla SARS noto, e questo sito includeva un doppio codone di arginina che non si trova tra i beta-coronavirus. Quali altre prove potresti volere, a parte i registri di laboratorio attualmente non ottenibili che documentano la creazione di SARS2?

I sostenitori dell’origine naturale hanno una storia piuttosto difficile da raccontare. La plausibilità del loro caso si basa su un’unica ipotesi, il parallelo previsto tra l’emergere di SARS2 e quello di SARS1 e MERS. Ma nessuna delle prove attese a sostegno di una tale storia parallela è ancora emersa. Nessuno ha trovato la popolazione di pipistrelli che è stata la fonte della SARS2, se davvero ha mai infettato i pipistrelli. Nessun ospite intermedio si è presentato, nonostante un’intensa ricerca da parte delle autorità cinesi che ha incluso il test su 80.000 animali. Non ci sono prove che il virus faccia salti multipli indipendenti dal suo ospite intermedio alle persone, come hanno fatto sia il virus SARS1 che il virus MERS. Non ci sono prove dai registri di sorveglianza ospedaliera della crescente forza dell’epidemia nella popolazione con l’evoluzione del virus. Non c’è alcuna spiegazione del motivo per cui un’epidemia naturale dovrebbe scoppiare a Wuhan e in nessun altro luogo. Non c’è una buona spiegazione di come il virus abbia acquisito il suo sito di scissione della furina, che nessun altro beta-coronavirus correlato alla SARS possiede, né perché il sito sia composto da codoni preferiti dall’uomo.

I registri dell’Istituto di virologia di Wuhan contengono certamente molte informazioni rilevanti. Ma sembra improbabile che le autorità cinesi li rilascino data la sostanziale possibilità che incriminino il regime nella creazione della pandemia. In assenza degli sforzi di qualche coraggioso informatore cinese, potremmo già avere a portata di mano quasi tutte le informazioni rilevanti.

Quindi vale la pena provare a valutare la responsabilità della pandemia, almeno in modo provvisorio, perché l’obiettivo principale resta quello di prevenirne un’altra. Anche coloro che non sono convinti che la fuga dal laboratorio sia l’origine più probabile del virus SARS2 possono vedere motivo di preoccupazione per l’attuale stato di regolamentazione della ricerca sul guadagno di funzione. Ci sono due ovvi livelli di responsabilità: il primo, per consentire ai virologi di eseguire esperimenti di guadagno di funzione, offrendo un guadagno minimo e un rischio enorme; il secondo, se effettivamente SARS2 è stato generato in un laboratorio, per aver permesso al virus di sfuggire e scatenare una pandemia mondiale. Ecco chi probabilmente dovrebbe essere incolpato.

  1. Virologi cinesi. Innanzitutto, i virologi cinesi sono i responsabili di aver eseguito esperimenti di guadagno di funzione in condizioni di sicurezza per lo più di livello BSL2 che erano troppo lassiste per contenere un virus di inaspettata infettività come la SARS2. Se il virus è davvero fuggito dal loro laboratorio, meritano l’esposizione mondiale per un prevedibile incidente che ha già causato la morte di tre milioni di persone. È vero, Shi è stata addestrata da virologi francesi, ha lavorato a stretto contatto con virologi americani e stava seguendo le regole internazionali per il contenimento dei coronavirus. Ma avrebbe potuto e dovuto fare la propria valutazione dei rischi che stava correndo. Lei e i suoi colleghi hanno la responsabilità delle loro azioni.
    Ho usato il Wuhan Institute of Virology come abbreviazione per tutte le attività virologiche a Wuhan. È possibile che SARS2 sia stato generato in qualche altro laboratorio di Wuhan, forse nel tentativo di realizzare un vaccino che funzionasse contro tutti i coronavirus. Ma fino a quando il ruolo di altri virologi cinesi non sarà chiarito, Shi è il volto pubblico del lavoro cinese sui coronavirus, e provvisoriamente lei e i suoi colleghi saranno i primi a dover essere giudicati.
  1. Autorità cinesi. Le autorità centrali cinesi non hanno creato la SARS2, ma hanno sicuramente fatto del loro meglio per nascondere la natura della tragedia e la responsabilità della Cina. Hanno soppresso tutti i record presso l’Istituto di virologia di Wuhan e chiuso i suoi database di virus. Hanno rilasciato un rivolo di informazioni, molte delle quali potrebbero essere del tutto false o progettate per fuorviare. Hanno fatto del loro meglio per manipolare l’indagine dell’OMS sulle origini del virus e hanno guidato i membri della commissione al nulla. Finora si sono dimostrati molto più interessati a deviare le colpe che a prendere le misure necessarie per prevenire una seconda pandemia.
  1. La comunità mondiale dei virologi. I virologi di tutto il mondo sono una comunità professionale molto unita. Scrivono articoli nelle stesse riviste. Partecipano alle stesse conferenze. Hanno interessi comuni nel cercare fondi dai governi e nel non essere sovraccaricati da norme di sicurezza.

I virologi conoscevano meglio di chiunque altro i pericoli della ricerca sul guadagno di funzione. Ma il potere di creare nuovi virus e il finanziamento della ricerca ottenibile in tal modo erano troppo allettanti. Sono andati avanti con esperimenti sul guadagno di funzione. Hanno fatto pressioni contro la moratoria imposta sui finanziamenti federali per la ricerca sul guadagno di funzione nel 2014, cancellata nel 2017.

I benefici della ricerca nel prevenire future epidemie sono stati finora nulli, i rischi enormi. Se la ricerca sui virus SARS1 e MERS potesse essere effettuata solo a livello di sicurezza BSL3, era sicuramente illogico consentire qualsiasi lavoro con nuovi coronavirus a livello inferiore di BSL2. Indipendentemente dal fatto che SARS2 sia scappato da un laboratorio, i virologi di tutto il mondo hanno giocato con il fuoco.

Il loro comportamento ha da tempo allarmato altri biologi. Nel 2014 gli scienziati che si chiamavano Cambridge Working Group hanno sollecitato cautela nella creazione di nuovi virus. In parole preveggenti, hanno specificato il rischio di creare un virus simile a SARS2. “I rischi di incidenti con ‘potenziali patogeni pandemici’ di nuova creazione sollevano nuove gravi preoccupazioni”, hanno scritto. “La creazione in laboratorio di nuovi ceppi altamente trasmissibili di virus pericolosi, specialmente ma non limitati all’influenza, pone rischi sostanzialmente maggiori. Un’infezione accidentale in tale contesto potrebbe innescare focolai che sarebbero difficili o impossibili da controllare “.

Quando i biologi molecolari hanno scoperto una tecnica per spostare i geni da un organismo a un altro, hanno tenuto una conferenza pubblica ad Asilomar nel 1975 per discutere i possibili rischi. Nonostante la forte opposizione interna, hanno stilato un elenco di rigorose misure di sicurezza che potrebbero essere allentate in futuro – e debitamente lo furono – quando i possibili pericoli fossero stati meglio valutati.

Quando è stata inventata la tecnica CRISPR per modificare i geni, i biologi hanno convocato un rapporto congiunto delle accademie scientifiche nazionali statunitensi, britanniche e cinesi per sollecitare la moderazione nell’apportare modifiche ereditabili al genoma umano. Anche i biologi che hanno inventato i gene drive sono stati aperti sui pericoli del loro lavoro e hanno cercato di coinvolgere il pubblico.

Si potrebbe pensare che la pandemia di SARS2 spinga i virologi a rivalutare i benefici della ricerca sul guadagno di funzione, anche per coinvolgere il pubblico nelle loro deliberazioni. Ma no. Molti virologi deridono la fuga di laboratorio come una teoria del complotto, e altri non dicono nulla. Si sono barricati dietro un muro di silenzio cinese che finora sta funzionando bene per fugare, o almeno rimandare, la curiosità dei giornalisti e l’ira del pubblico. Le professioni che non possono autoregolarsi meritano di essere regolamentate da altri, e questo sembrerebbe essere il futuro che i virologi hanno scelto per se stessi.

  1. Il ruolo degli Stati Uniti nel finanziamento del Wuhan Institute of Virology. Da giugno 2014 a maggio 2019, l’EcoHealth Alliance di Daszak ha ricevuto una sovvenzione dal National Institute of Allergy and Infectious Diseases (NIAID), parte del National Institutes of Health, per svolgere ricerche sul guadagno di funzione con i coronavirus presso l’Istituto di virologia di Wuhan . Indipendentemente dal fatto che la SARS2 sia il prodotto di quella ricerca, sembra una politica discutibile distribuire la ricerca ad alto rischio a laboratori stranieri non sicuri utilizzando precauzioni di sicurezza minime. E se il virus SARS2 fosse davvero fuggito dall’istituto di Wuhan, allora il NIH si troverebbe nella terribile posizione di aver finanziato un esperimento disastroso che ha portato alla morte di oltre 3 milioni in tutto il mondo, tra cui più di mezzo milione dei suoi stessi cittadini. .

La responsabilità del NIAID e del NIH è ancora più acuta perché per i primi tre anni della concessione a EcoHealth Alliance, c’era una moratoria sul finanziamento della ricerca sul guadagno di funzione. Perché quindi le due agenzie non hanno interrotto il finanziamento federale, come apparentemente richiesto dalla legge? Perché qualcuno ha aggiunto una scappatoia nella moratoria.

La moratoria ha specificamente vietato di finanziare qualsiasi ricerca sul guadagno di funzione che aumentasse la patogenicità dei virus influenzali, MERS o SARS. Ma poi una nota a pagina 2 del documento di moratoria afferma che “[a] un’eccezione alla pausa della ricerca può essere ottenuta se il capo dell’agenzia di finanziamento USG determina che la ricerca è urgentemente necessaria per proteggere la salute pubblica o la sicurezza nazionale. “

Ciò sembra significare che il direttore del NIAID, Anthony Fauci, o il direttore del NIH, Francis Collins, o forse entrambi, avrebbero invocato la nota a piè di pagina per mantenere il flusso di denaro verso la ricerca sul guadagno di funzione di Shi.

“Sfortunatamente, il direttore del NIAID e il direttore del NIH hanno sfruttato questa scappatoia per concedere esenzioni ai progetti – asserendo assurdamente che la ricerca esentata era “urgentemente necessaria per proteggere la salute pubblica o la sicurezza nazionale” – annullando così la moratoria”, ha detto Ebright in un’intervista a Independent Science News.

Quando la moratoria si è conclusa nel 2017, non solo è svanita, ma è stata sostituita da un sistema di segnalazione, il Potential Pandemic Pathogens Control and Oversight (P3CO) Framework, che richiedeva alle agenzie di rivedere qualsiasi lavoro pericoloso di guadagno di funzione desiderava finanziare.

Secondo Ebright, sia Collins che Fauci “hanno rifiutato di segnalare e inoltrare proposte per la revisione del rapporto rischio-beneficio, annullando così il quadro P3CO”.

A suo avviso, i due funzionari, nel trattare la moratoria e il conseguente sistema di rendicontazione, “hanno sistematicamente ostacolato gli sforzi della Casa Bianca, del Congresso, degli scienziati e degli specialisti della politica scientifica per regolamentare la ricerca del [guadagno di funzione].”

CONCLUDENDO

Se il caso che SARS2 ha avuto origine in un laboratorio è così sostanziale, perché non e’ ovunque nelle news? Come può essere ovvio, ci sono molte persone che hanno motivo di non parlarne. La lista è guidata, ovviamente, dalle autorità cinesi. Ma i virologi negli Stati Uniti e in Europa non hanno grande interesse ad accendere un dibattito pubblico sugli esperimenti di guadagno di funzione che la loro comunità porta avanti da anni.

Né altri scienziati si sono fatti avanti per sollevare la questione. I fondi governativi per la ricerca sono distribuiti su consiglio di comitati di esperti scientifici provenienti dalle università. Chiunque scuota la barca sollevando questioni politiche imbarazzanti corre il rischio che la sua borsa di studio non venga rinnovata e la sua carriera di ricerca venga interrotta. Forse un buon comportamento viene ricompensato con i numerosi vantaggi offerti dal sistema di distribuzione. E se pensavi che Andersen e Daszak avessero buttato nella spazzatura la loro reputazione dopo i loro attacchi allo scenario della fuga dal laboratorio, guarda il secondo e il terzo nome di questo elenco di destinatari di una sovvenzione di 82 milioni di dollari annunciata dall’Istituto Nazionale di Allergia. e malattie infettive nell’agosto 2020.

Il governo degli Stati Uniti condivide uno strano interesse comune con le autorità cinesi: nessuno dei due è interessato a richiamare l’attenzione sul fatto che il lavoro sul coronavirus di Shi è stato finanziato dal National Institutes of Health degli Stati Uniti. Si può immaginare la conversazione dietro le quinte in cui il governo cinese dice: “Se questa ricerca era così pericolosa, perché l’hai finanziata, e anche sul nostro territorio?” A cui gli Stati Uniti potrebbero rispondere: “Sembra che sia stato tu a lasciarlo scappare. Ma abbiamo davvero bisogno di tenere questa discussione in pubblico? “

Fauci è un funzionario pubblico di lunga data che ha servito con integrità sotto il presidente Trump e ha ripreso la leadership nell’amministrazione Biden nella gestione dell’epidemia di COVID-19. Il Congresso, senza dubbio comprensibilmente, potrebbe avere scarso desiderio di trascinarlo sulle braci per l’apparente errore di giudizio nel finanziare la ricerca sul guadagno di funzione a Wuhan.

A questi muri di silenzio si deve aggiungere quello dei media mainstream. Per quanto ne so, nessun importante giornale o rete televisiva ha ancora fornito ai lettori una notizia approfondita sullo scenario di fuga dal laboratorio, come quella che hai appena letto, sebbene alcuni abbiano pubblicato brevi editoriali o articoli di opinione. Si potrebbe pensare che qualsiasi origine plausibile di un virus che ha ucciso tre milioni di persone meriterebbe un’indagine seria. Cosa spiega l’apparente mancanza di curiosità dei media?

L’omertà dei virologi è una delle ragioni. I giornalisti scientifici, a differenza dei giornalisti politici, hanno poco scetticismo innato sulle motivazioni delle loro fonti; la maggior parte vede il proprio ruolo principalmente nel fornire la saggezza degli scienziati alle masse non iniziate.

Un altro motivo, forse, è la migrazione di gran parte dei media verso la sinistra dello spettro politico. Perché il presidente Trump ha detto che il virus era sfuggito da un laboratorio di Wuhan, i redattori hanno dato all’idea poco credito. Si sono uniti ai virologi nel considerare la fuga dal laboratorio come una teoria del complotto irricevibile. Durante l’amministrazione Trump, non hanno avuto problemi a rifiutare la posizione dei servizi di intelligence secondo cui la fuga dal laboratorio non poteva essere esclusa. Ma quando Avril Haines, direttore dell’intelligence nazionale del presidente Biden, ha detto la stessa cosa, anche lei è stata ampiamente ignorata. Questo non vuol dire che gli editori avrebbero dovuto approvare lo scenario di fuga dal laboratorio, ma semplicemente che avrebbero dovuto esplorare la possibilità in modo completo ed equo.

Le persone in tutto il mondo che sono state praticamente confinate nelle loro case nell’ultimo anno potrebbero desiderare una risposta migliore di quella che i loro media stanno dando loro. Forse ne emergerà una in tempo. Dopotutto, più mesi passano senza che la teoria dell’origine naturale ottenga un brandello di prove a sostegno, meno può sembrare plausibile. Forse la comunità internazionale dei virologi finirà per essere vista come una guida falsa e corrotta.

La prima persona a esaminare seriamente le origini del virus SARS2 è stata Yuri Deigin, un imprenditore biotech in Russia e Canada. In un lungo e brillante saggio, ha analizzato la biologia molecolare del virus SARS2 e ha sollevato, senza avallare, la possibilità che fosse stato manipolato. Il saggio, pubblicato il 22 aprile 2020, ha fornito una tabella di marcia per chiunque cerchi di comprendere le origini del virus.

Sulla scia di Deigin hanno seguito molti altri scettici dell’ortodossia dei virologi. Nikolai Petrovsky ha calcolato quanto strettamente il virus SARS2 si lega ai recettori ACE2 di varie specie e ha scoperto con sua sorpresa che sembrava ottimizzato per il recettore umano, portandolo a dedurre che il virus potrebbe essere stato generato in un laboratorio. Alina Chan ha pubblicato un documento che mostra che SARS2 dalla sua prima apparizione si è adattato molto bene alle cellule umane.

Uno dei pochissimi scienziati dell’establishment ad aver messo in dubbio il rifiuto assoluto dei virologi alla fuga dal laboratorio è Richard Ebright, che da tempo mette in guardia contro i pericoli della ricerca sul guadagno di funzione. Un altro è David A. Relman della Stanford University. “Anche se abbondano opinioni forti, nessuno di questi scenari può essere escluso con sicurezza con i fatti attualmente disponibili”, ha scritto. Complimenti anche a Robert Redfield, ex direttore dei Centers for Disease Control and Prevention, che il 26 marzo 2021 ha detto alla CNN che la causa “più probabile” dell’epidemia era la fuga da laboratorio, perché dubitava che un virus del pipistrello potesse diventare un patogeno umano estremo dall’oggi al domani, senza perdere tempo per evolversi, come sembrava essere il caso della SARS2.

Steven Quay, un medico-ricercatore, ha applicato strumenti statistici e bioinformatici a ingegnose esplorazioni dell’origine del virus, mostrando ad esempio come gli ospedali che ricevettero i primi pazienti sono raggruppati lungo la linea della metropolitana Wuhan №2 che collega l’Istituto di virologia all’aeroporto internazionale all’altro, il nastro trasportatore perfetto per distribuire il virus dal laboratorio al globo.

Nel giugno 2020 Milton Leitenberg ha pubblicato un primo sondaggio sulle prove che favoriscono la fuga di laboratorio dalla ricerca sul guadagno di funzione presso l’Istituto di virologia di Wuhan.

Molti altri hanno contribuito con pezzi significativi del puzzle. “La verità è figlia”, ha detto Francis Bacon, “non dell’autorità ma del tempo”.

Fonte

wiv-outside_0

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Pedogate: Sir Jimmy Savile il piu` famoso pedofilo della Gran Bretagna (Parte 17)

Una breve introduzione a James Wilson Vincent Savile (31 ottobre 1926- 29 Ottobre, 2011) offre alcuni indizi molto eloquenti. Savile era il più giovane di sette figli (quattro sorelle e due fratelli) nato il giorno di Halloween da genitori cattolici romani della classe operaia a Leeds, nel nord dell’Inghilterra. Considerando che ha sempre promosso la sua immagine, spaventosamente raccapricciante, l’eccentrico burlone-imbroglione selvaggiamente imprevedibile era un necrofilo, un satanista praticante che fingeva di essere un cattolico e nacque il giorno di Halloween, la vigilia del capodanno celtico e la vigilia del giorno dei morti. [1] Il compleanno di sua madre Agnes era il giorno dopo il suo, il giorno di Ognissanti. [2] I Celti credevano che la loro divinità preferita, il dio del sole, durante i successivi mesi invernali fosse stata fatta prigioniera da Samhain, il Signore dei Morti e Principe delle Tenebre, senza dubbio qualcosa con cui l’oscuro personaggio di Savile si sarebbe segretamente identificato negli anni a venire.

Sebbene relativamente poco sia stato scritto sulla fanciullezza di Savile, come settimo e ultimo arrivato da una grande famiglia finanziariamente a corto di soldi cresciuta durante l’era della Grande Depressione degli anni ’30, Savile ha affermato che il suo arrivo non era ne` pianificato ne` desiderato. [3] Suo padre faceva magri guadagni come impiegato di bookmaker e venditore di assicurazioni. [4] All’età di due anni, è stato riferito che Jimmy Savile è quasi morto per una malattia potenzialmente letale, probabilmente polmonite, con il medico che temeva il peggio, lasciando un certificato di morte al suo capezzale. [5] Ma come racconta Savile, improvvisamente il bambino si è ripreso dalla morte, e sua sorella lo ha definito un miracolo. La loro madre si era precipitata a pregare nella cattedrale di St.Anne di Leeds, dove aveva trovato un opuscolo che presentava la suora scozzese Margaret Sinclair che era morta tre anni prima all’età di 25 anni, poco più di mezzo secolo prima che il papa nel 1978 la elevasse allo status di Venerabile. . [6] Quando Agnes tornò a casa, il piccolo Jimmy si era ripreso completamente e immediatamente, attribuendo le preghiere di sua madre che invocavano l’intervento divino della suora scozzese alla sua salvezza. Insieme ad altri, la sua testimonianza fu inviata a Roma per la revisione nel tentativo di consacrare come santa la suora Margaret Sinclair. Forse il suo amore per la futura santa Margaret si è traslato oltre cinquant’anni dopo nel suo “amore” per Margaret Thatcher. La loro empia alleanza pedofila è completamente trattata nel Capitolo 21.

L’Emergency Powers Act ha arruolato Savile da adolescente durante la seconda guerra mondiale per lavorare come Bevin Boy nelle miniere, ma una presunta lesione alla colonna vertebrale causata da un’esplosione di una mina lo ha apparentemente liberato dal duro lavoro di minatore. [7] Ha continuato a cimentarsi come atleta professionista nelle corse in bicicletta e nel wrestling, ma presto gravitò alla musica pop e alla fiorente scena dancehall della fine degli anni ’40. Jimmy Savile si considera il primo Disc Jockey al mondo oltre a essere stato il pioniere della nuova idea di posizionare doppi giradischi uno accanto all’altro per riprodurre dischi senza interruzioni, sebbene il suo futuro datore di lavoro, la BBC, avesse documenti che risalivano all’inizio degli anni ’30 precedenti alla sua auto-accreditata “Invenzione” molto prima che si definisse un DJ. Ma la verità non è mai stata così importante per Sir Jimmy quanto il miglioramento dell’immagine di sé e la vanagloria per la sua grandiosa auto-promozione che alimenta il pozzo senza fondo di un ego altamente presuntuoso. Essendo uno psicopatico brutalmente ostinato, estremamente manipolatore e sfacciato, il mondo sembrava destinato a ruotare attorno a lui e ai suoi bisogni diabolici.

Mentre Savile è diventato famoso negli anni ’60 e ’70 andando in onda sulla BBC con Top of the Pops debuttando il 1 ° gennaio 1964 fino al 2006 e in seguito con Jim’ll Fix It dal 1975 al 1994, garantendo ai bambini le richieste dei loro sogni, all’apice della sua popolarità alla fine degli anni ’70, il mago dei sogni attirava 20 milioni di spettatori e 20.000 lettere alla settimana da ragazzini speranzosi in tutta la Gran Bretagna. [8] Savile è diventato rapidamente un nome familiare e un’icona televisiva nel Regno Unito per più generazioni di famiglie. Quindi usando la sua “instancabile” filantropia per varie cause per aiutare i bambini in difficolta`, come copertura ingannevole, mentre riceveva titoli onorifici sia dalla regina che dal papa, in realtà per tutto il tempo era un impostore malvagio che a forze di molestie e` diventato il più grande crudele e sadico maniaco sessuale infantile della Gran Bretagna. Ma non lo sarebbe mai diventato senza un supporto, una piattaforma e un sistema di protezione. Ma ne riparleremo più avanti.

Savile disse “donne=danno cerebrale”. [9] Il misogino perennemente non sposato e predatore violentemente sessista ha portato il suo odio prevalentemente sul gentil sesso, molestando e violentando costantemente le donne per tutta la sua vita adulta, per lo più ragazze giovani con l’82% delle sue vittime di sesso femminile e l’80% bambini.[10] Ma ha preso di mira vittime di tutte le età e di tutti i sessi, compresi i ragazzi e anche maschi adulti. Fare il lavoro di Satana si è rivelato essere la sua preoccupazione a tempo pieno, mentre i suoi sforzi di beneficenza “instancabili” hanno preso un posto di secondo piano servendo come sua comoda copertura part-time. Savile amava spietatamente infliggere dolore a individui meno forti.

La relazione di Jimmy Savile con sua madre Agnes è stata una relazione di amore-odio complicatamente contorta. Da un lato, proiettava l’immagine del figlio devoto, che viveva lealmente e fedelmente e si prendeva cura di lei nel suo appartamento a Scarborough fino alla sua morte nel 1972. [11] Ha descritto sua madre come “la Duchessa” e come “l’unico vero amore della sua vita, l’unica donna che io abbia mai amato”, e la settimana che ha trascorso con lei sdraiata morta in una bara aperta sono stati “i migliori cinque giorni della sua vita”, aggiungendo :

Prima dovevo condividerla con altre persone. Abbiamo passato dei momenti meravigliosi. Quando era morta era mia, tutta per me. [12]

Come necrofilio, uno puo` solo immagine cosa facesse. Per i successivi quattro decenni fino alla sua morte nel 2011, in un bizzarro e fedele omaggio, ha lasciato la camera da letto di sua madre immutata, mantenendo tutti i suoi vestiti nell’armadio così come erano, a parte lavarli a secco religiosamente una volta all’anno. [13 ]

Ma d’altra parte, nella sua ultima intervista, mai pubblicata appena tre mesi prima della sua morte, Savile ha rivelato:

Mia madre non è mai riuscita ad essere orgogliosa di me. Se qualcuno le avesse detto: “Com’è Jimmy?”, Lei avrebbe risposto: “Non so cosa stia tramando, ma sicuramente ha in mente qualcosa.” Non si è mai fidata di me perché pensava che avrei fallito e sarei andato in prigione. [14]

Forse la madre sapeva che Sir Jimmy era in realtà uno psicopatico criminale che meritava di essere in prigione. “La Duchessa” senza dubbio ha visto oltre la sua falsa facciata di santo. Vale anche la pena notare che Agnes Savile ha cresciuto tre figli che in seguito, da adulti, sono diventati tutti predatori sessuali. [15]

Mentre Sir James Savile è diventato l’unico e più prolifico raccoglitore di fondi di beneficenza [16] con 45 milioni di sterline nella storia del suo paese, [17] è anche degenerato nello stupratore di bambini più prolifico della Gran Bretagna di sempre. [18] Secondo il conteggio ufficiale del più grande ente di beneficenza per la protezione dei bambini del Regno Unito, [19] la National Society for Prevention of Cruelty to Children (NSPCC), almeno 500 vittime secondo quanto riferito hanno subito abusi per mano di Jimmy Savile. [20] Ma altri resoconti descrivono che almeno 1.000 vittime siano state aggredite sessualmente solo nei locali della BBC. [21] Considerando che questi numeri includono solo denunce di abuso registrate alle autorità, il totale effettivo delle vittime non potra` mai essere conosciuto con precisione, ma senza dubbio raggiunge le migliaia.

Incredibilmente per 60 anni (1951-2011) mentre faceva il volontario all’infermeria generale di Leeds, Savile si vantava di essersi offerto volontario per avere rapporti sessuali non consensuali con cadaveri e di come realizzava gioielli con occhi di vetro rimossi dai loro corpi. [22] Stiamo parlando di un cazzo di malato qui. Più di ogni altra singola figura nella storia dell’umanità, la perversa furia criminale lunga sei decadi di Sir Jimmy e` una mappa demoniaca dove troviamo connessioni con i reali luciferini, i massimi esponenti e agitatori del governo ai più famigerati serial killer.

Ma in più di una mezza dozzina di occasioni la polizia ha effettivamente interrogato Sir Jimmy Savile come sospetto abusatore di bambini recidivo, ma ogni volta lo hanno lasciato andare. Il primo incidente registrato dalla polizia avvenne nel 1955 a Manchester, dove Savile gestiva una sala da ballo. [23] Nel 1958 nella sua città natale di Leeds, mentre era ancora impiegato come manager di un nightclub, un’inchiesta della polizia fece finire in prigione Savile per accuse di violenza sessuale. [24] Una mezza dozzina di anni fa, secondo Dennis Lemmon, un’ex guardia del corpo di Savile che ora ha 80 anni, Savile era di umore particolarmente agitato e pessimo poiche il giorno dopo doveva comparire in aula perche` aveva “fatto cose strane con delle giovani ragazze”. Ma come si è scoperto, poco dopo Lemmon è stato informato che il derelitto preoccupato aveva apparentemente corrotto agenti di polizia all’ultimo minuto affinché lasciassero cadere il caso. Altri rapporti dicono che ha pagato le famiglie delle ragazze. Un altro episodio iniziale di abusi sessuali da parte di Savile ha coinvolto una vittima minorenne risalente al 1959, quando Savile come DJ della Luxembourg Radio violentò una ragazza di 13 anni ai Lime Grove Studios di Londra. [25]

Savile avrebbe avuto 28 o 29 anni nel 1955 con il suo primo reato noto. Con una storia così prolifica e ininterrotta di reati seriali, c’è quasi il 100% di certezza che il predatore sessuale abbia iniziato a molestare i bambini ben prima della metà degli anni ’50. Se stava compiendo atti sessuali su cadaveri subito dopo aver iniziato a lavorare come facchino all’infermeria di Leeds nel 1951 all’età di 25 anni, allora era quasi certo che stesse aggredendo sessualmente bambini minorenni vivi fino a un decennio prima del suo primo caso noto. In conclusione, se le forze dell’ordine inglesi avessero fatto il loro lavoro nel lontano 1955 o 1958, oltre sei decenni fa, migliaia di vite e indubbiamente dozzine di suicidi sarebbero state risparmiate dalle cicatrici permanenti della sua sadica maratona di abusi commessi ininterrottamente nel corso del successivo mezzo secolo. Ma i guadagni illegali alla polizia corrotta, l’intimidazione aggressiva, le minacce criminali e il ricatto manipolativo, nonché la protezione dall’élite che vive al di sopra della legge nel sistema britannico corrotto hanno mantenuto il maniaco fuori di prigione per tutta la vita.

Già nel 1965 l’intera forza di polizia della sua città natale era apparentemente ben consapevole delle predilezioni pedofile di Savile. Un giovane poliziotto di pattuglia in bicicletta una notte ha notato una delle Rolls Royce, uno dei simboli per cui era noto il DJ, parcheggiata in un luogo appartato vicino al campo da golf Roundhay, abbastanza vicino all’attico di Savile a Leeds che si affaccia su Roundhay Park. [26] Il poliziotto ha osservato Savile al posto di guida seduto accanto a una ragazzina. Quando l’agente si è avvicinato chiedendo “che succede?” Savile ha risposto:

Sto aspettando mezzanotte, quando compirà 16 anni.

Erano le 23:45 e all’inizio il giovane poliziotto apparve perplesso finché Jimmy non gli fece l’occhiolino. Il poliziotto si è poi rivolto alla ragazza e le ha chiesto se stava bene, ma lei si è limitata a sorridere in silenzio. Il poliziotto si rese conto di aver appena interrotto Jimmy Savile mentre seduceva una ragazza minorenne e ovviamente non andò molto bene con il potente pedofilo di Leeds che rispose irritato:

Va a quel paese. Se vuoi mantenere il tuo lavoro ti suggerisco di salire sulla bici e andartene a fanculo.

Quando alla fine del suo turno, il poliziotto iniziò a trasmettere il bizzarro incontro al suo sergente, fu interrotto:

Zitto, figliolo, ha amici ai vertici. Se sai cosa è bene per te, meglio che lo lasci in pace. [27]

Savile fu libero di continuare ad aggredire sessualmente i bambini per quasi mezzo secolo.

Il pedofilo seriale si vanta delle sue imprese illecite dalla prima all’ultima pagina nella sua autobiografia di 184 pagine del 1978 [28]. In uno di questi racconti orribili negli anni ’60, Savile ha spiegato di essere stato visitato da un’anziana poliziotta a Leeds che gli ha chiesto se avesse visto una giovane fuggitiva, mostrandogli la sua foto. La sua risposta è stata: “no, ma se la incontro, la terrò per tutta la notte come ricompensa”, quindi mi assicurero di farvela trovare la mattina successiva. Quella notte la incontro` in una delle sue sale da ballo e poi fece esattamente quello che aveva detto che avrebbe fatto. All’arrivo in stazione il giorno successivo, la poliziotta voleva denunciarlo per molestie sessuali ma secondo Savile:

L’ufficiale è stata dissuasa dal muovere accuse contro di me dai suoi colleghi perché era risaputo che se la cosa fosse andata avanti, mi sarei portato dietro meta` stazione. [30]

Già negli anni ’60 Savile conosceva tutti i poliziotti corrotti in città e, in quanto “eroe locale”, era un attore importante nel gioco del ricatto. La carriera mediatica di Savile è iniziata a Radio Luxembourg nel 1958, seguita due anni dopo alla Tyne Tees Television per poi arrivare alla BBC alla fine del 1963. La sua carriera criminale come predatore sessuale di bambini lo seguiva ovunque la sua carriera nella vita pubblica lo catapultava. Nel frattempo, più diventava famoso, più diventava sfacciato. Per tutta la fine degli anni ’60 e ’70, le indagini della polizia sugli abusi sessuali su minori hanno ripetutamente riportato i nomi di Savile e di altri dipendenti della BBC. [31] Per due settimane nel 1969 la polizia ha intervistato dozzine di membri del personale e dei musicisti della BBC in merito alle denunce secondo cui su basi consistenti le vittime minorenni venivano abitualmente aggredite sessualmente nei camerini di tutti gli studi della BBC. Eppure nessuna accusa è stata mai presentata contro alcun sospetto, colpevole quanto Savile e i suoi amici.

Poi arrivò il triste e tragico caso nel 1971 della quindicenne ballerina di Top of the Pops Claire McAlpine, che tramite il suo diario affermò che un certo numero di personaggi pubblici ben noti aveva approfittato sessualmente di lei, tra cui Jimmy Savile, il collega di lunga data della BBC. DJ Tony Blackburn, il leggendario Frank Sinatra e altrii. [32] Apparentemente all’inizio del 1971 nessuno credeva a Claire e, terrorizzata dal fatto che potesse rimanere incinta, diverse settimane dopo aver denunciato un abuso caduto nel vuoto, si sarebbe suicidata per overdose di droga.

Tra le altre dozzine di indagini sul passato criminale di Savile avviate un anno dopo la sua morte nel 2011, l’enorme whitewash della BBC da 10 milioni di sterline condotto dal giudice magistrato in pensione Dame Janet Smith non ha portato avanti le accuse di Claire sapendo che alcuni dei suoi presunti autori erano ancora vivi. Così la sessantenne ex collega ballerina e amica di Claire, Kelly Gold, ha affermato nel 2016 di essere pronta a fare nomi e lavorare con la polizia per portare giustizia tardiva per la sua amica ormai deceduta. [33] Oltre ad affermare che Savile aveva abusato anche di lei, dopo la loro performance del marzo 1971 a Top of the Pops, Kelly Gold sostiene anche che una presunta cantante superstar “famosa in tutto il mondo” sia finita in un hotel a fare sesso con Claire. Fino ad oggi Kelly si sente in colpa perché quella notte ha mentito alla madre di Claire affermando che Claire si trovava a casa sua. Claire McAlpine è stata la prima di una litania di morti strane e premature che circondavano i dipendenti della BBC come vittime apparenti nello scandalo dei pedofili Savile-BBC.

Emersero ancor più controverse dal caso McAlpine durante il licenziamento nel febbraio 2016 del DJ Tony Blackburn. [34] Per l’inchiesta di Janet Smith, la BBC ha trovato un promemoria che indicava che Blackburn è stato intervistato per presunta aggressione a Claire nel 1971. Ma Blackburn insiste nel dire che è allo stesso tempo innocente e che nessuno gli ha mai parlato di accuse o irregolarità con ragazze minorenni. Dame Smith ha creduto alla tesi della BBC e dopo 49 anni di lavoro come uno dei migliori DJ della BBC, la British Broadcasting Corporation ha interrotto bruscamente il rapporto di lavoro con Blackburn.

Da un articolo di RT del febbraio 2016 che copre la risposta della BBC al rapporto di Dame Smith:

Giovedì pomeriggio, il direttore generale della BBC Tony Hall si è scusato con i sopravvissuti agli abusi, dicendo che l’emittente si era “separata dalla compagnia” del DJ Tony Blackburn dopo che le sue prove fornite all’inchiesta erano state al di sotto dello standard, [35] di prova richiesti da tale inchiesta. [36]

La BBC ha avuto l’audacia di pensare che l’esclusione di un dipendente che non e` mai stato arrestato o incriminato per ciò che nega categoricamente, per aver presumibilmente mentito sul fatto di non essere mai stato interrogato su accuse di abuso avanzate da un dipendente minorenne della BBC circa mezzo secolo prima dovrebbe aiutare a assolvere questa società criminale, dalle montagne di peccati passati. Allo stesso tempo questo dipendente minorenne che la BBC non è riuscita a proteggere ha anche accusato il più prolifico violentatore di minori nella storia della Gran Bretagna, ma l’emittente ha scelto di continuare a guardare dall’altra parte per i quattro decenni consecutivi.

In un’intervista a un giornale poco dopo la morte di Claire McAlpine, Jimmy Savile ha negato pubblicamente di averla mai vista o conosciuta. [37] Eppure una foto mostra chiaramente sia Claire McAlpine che Kelly Gold con Savile e altri sul set del marzo 1971. Quindi, la BBC con le mani sporche di sangue, avendo permesso migliaia dei crimini più orribili immaginabili contro i bambini (fino a 1.000 solo da Sir Jimmy), [38] ha licenziato un dipendente che ha lavorato per l’emittente per 49 anni come prova che la società stava adottando in modo proattivo misure correttive per compensare tutti i suoi crimini passati e coperture è un rospo amarissimo da ingoiare per ogni persona di buon senso.

Con Savile che esce da Top of the Pops (TOTP) nel 2006 dopo 42 anni di BBC e 35 anni dopo che lo stesso ha abusato Claire McAlpine, ovviamente la BBC stava ancora scegliendo di sostenere il suo pedofilo numero 1. Il rapporto del febbraio 2016 dell’ex giudice della corte d’appello Dame Janet Smith incentrato sui crimini di Jimmy Savile alla BBC si è rivelato una mezza farsa avendo come obiettivo quello di lasciare fuori dai guai gli alti dirigenti della BBC colpevoli di crimini orrendi.

Almeno ci sono prove più che sufficienti per dimostrare che alti ufficiali della BBC su e giù per i ranghi aziendali sono colpevoli di complicità criminale, sapendo che gli abusi dilaganti erano in corso per anni e decenni ma non sono riusciti ad agire per fermarli. Inoltre, ci sono molte prove che i vertici della BBC siano colpevoli per anni di aver tentato di coprire lo scandalo al fine di preservare la propria reputazione e la propria criminalità. In terzo luogo, Jimmy Savile e il suo gruppo disordinato di colleghi pedo-DJ e musicisti non erano gli unici pedofili a commettere aggressioni sessuali sui bambini. VIP della BBC molto potenti insieme a parlamentari, premier, giudici dell’alta corte, capi di polizia, capi dell’MI5 e dell’MI6, famosi intrattenitori e reali erano e sono tuttora pedofili attivi che partecipano alla loro ancora fiorente rete di stupri di minori. [39]

Eppure nessuno di loro è mai stato arrestato, perseguito o assicurato alla giustizia. Un numero crescente di cittadini in tutto il mondo è molto consapevole di questo fatto. Questo è il motivo per cui l’intera dozzina di indagini post-Savile, le cosiddette indagini sugli abusi sui minori, sono una burla oltraggiosa che viene perpetrata su tutta la brava gente della Gran Bretagna come un assalto esagerato alla loro intelligenza. Il fatto è che i malvagi più vili hanno ancora il controllo e continuano a fare del male a vittime innocenti. E fintanto che rimangono in controllo, la giustizia non sarà mai servita e i bambini non saranno mai al sicuro. Il resto di questo capitolo e altri che seguiranno dimostreranno chiaramente la verità su questi pedofili ancora al potere che riescono a eludere con successo la giustizia.

Dove non c’era pericolo di rivelare nomi importanti, quel rapporto di Dame Smith ha rivelato accuratamente lo squallido terreno fertile per le violenze sessuali su ragazze minorenni presso lo studio di TOTP, [40] “nei corridoi, mense, scale e camerini di ogni sede della BBC. . ”[41] Sebbene guidato dal prolifico Savile, non agiva mai da solo. Lo stupro e l’aggressione sono stati comunemente commessi da molti musicisti, presentatori, roadie, fotografi della BBC, questa norma culturale di lunga data abitualmente praticata negli studi della BBC, in particolare nei camerini, ha permesso ai criminali di farla franca ripetutamente con abusi sessuali su minori su un scala industriale. Come accennato in precedenza, questa perversione e` cresciuta così fuori controllo sia nel 1969 che di nuovo nei primi anni ’70 che la polizia ha intervistavano vittime e criminali sebbene non fossero mai stati effettuati arresti o incriminazioni. Questa è chiaramente una negligenza criminale sia da parte della BBC che della polizia. Per oltre mezzo secolo, la British Broadcasting Corporation ha ignorato sistematicamente le denunce delle vittime che si sono estese a più indagini di polizia intenzionalmente fallite.

Poi, anche quando una celebrità occasionalmente si pronunciava contro i crimini di Savile, la sua scioccante rivelazione veniva regolarmente ignorata. Nello studio della BBC di Radio 1 durante un’intervista del 1978 successivamente soppressa e mai messa in onda, John Lyden, altrimenti noto all’epoca come Johnny Rotten della band punk rock dei Sex Pistols, dopo aver sentito abbastanza voci comprovate su Savile, disse questo:

Un ipocrita … ad ogni livello … di cui non ci è permesso parlare. [42]

Invece di essere preso sul serio per giustificare le indagini sul perverso DJ 40 anni fa, Lyden afferma che la BBC lo ha punito per aver cercato di fare onestamente la cosa giusta:

Se avessi detto qualcosa saresti stato fuori dalle playlist e dalle classifiche, ma non mi dava fastidio perché stavo facendo un buon lavoro in modo indipendente. Ma mi sono state raccontate esperienze di prima mano da giovani ragazze che sono andate a Top of the Pops e hanno detto che era permaloso, inquietante, toccava … lo chiamavano Doctor Death. Sapevo tutto e l’ho detto e mi sono fatto bandire dalla BBC. Valori familiari, eh? È venuto fuori che ero l’unico che ne aveva. [43]

Sempre alla fine degli anni ’70 anche un’infermiera dell’Ospedale Stoke-Mandeville parlò facendo il bene dei suoi pazienti che soffrivano di lesioni spinali e che venivano attaccati sessualmente dal volontario di lunga data Savile, segnalando il suo abuso al detective John Lindsey. Ma secondo Lindsey, il suo comandante di polizia ha risposto che non c’erano “prove sufficienti” per procedere con un caso contro un VIP così importante come Savile. [44] Come la BBC, la polizia ha costantemente guardato dall’altra parte perché gli è stato ordinato di dare al famoso pervertito un pass gratuito.

Gli investigatori della polizia del West Yorkshire alla fine degli anni ’70 fecero a Savile un interrogatorio. Era stato accusato da membri del pubblico, la sua residenza a Leeds era in stretta vicinanza a dove sono stati trovati corpi con segni di morsi su di essi. Vennero prese le impronte dentali di Savile per determinare se corrispondevano, [46] e durante le interviste con il il principale serial killer sospettato poi condannato Peter Sutcliffe, emersero il nome di Savile e l’attività in prossimità dell’omicidio. [47]

Poi molti anni dopo, nel 2007, la polizia del Surrey ha indagato su Savile in risposta a un’accusa di violenza sessuale durante gli anni ’70 da parte di un ex residente della Duncroft Approved School for Girls. Sebbene almeno cinque ragazze avessero affermato che Savile le avesse abusate mentre frequentava la scuola sotto il controllo del Ministero dell’Interno del governo fino al 1973, un totale finale di 23 vittime Savile emerse da quel corpo studentesco composto da ragazze adolescenti intelligenti con problemi emotivi sostenendo che Savile le molestava. [48] Eppure il Crown Prosecution Service (CPS) insiste sul fatto che, anche con tutte quelle presunte vittime, non esistevano prove sufficienti per accusare l’autore o la direttrice Margaret Jones. Jones concesse al predatore il suo appartamento come l’unico maschio autorizzato a pernottare nei locali (simile a Broadmoor e Stoke-Mandeville).

Una delle vittime di abusi di Savile ha detto alla stampa:

Per Jimmy, la Duncroft era un negozio di dolciumi per pedofili. [49]

Eppure, ogni volta che la polizia ha indagato su Savile, tra loro e il CPS, non ci sono mai stati motivi sufficienti per incriminare l’autore del reato seriale, il che dimostra ancora una volta che è stato ripetutamente protetto grazie a degli insabbiamenti.

Un anno dopo che il Surrey ha aperto un’indagine contro le accuse di abuso di Savile che non hanno portato da nessuna parte, nel 2008 la polizia del Sussex ha seguito l’esempio interrogando Savile su una denuncia derivante da un incidente del 1970, solo per portare alla stessa scusa terribilmente scarsa – prove non sufficienti. Ogni volta che i poliziotti hanno intervistato Savile fino a gennaio 2009 su accuse di abusi passati, le minacce intimidatorie e il potere megalomane di Savile hanno messo la polizia sulla difensiva [50] senza prove sufficienti per osare accusarlo. [51] Savile ha chiamato un suo vecchio amico detective del West Yorkshire per organizzare che la polizia del Surrey intervistasse l’82enne nel suo alloggio allo Stoke-Mandeville Hospital, una totale violazione del protocollo di polizia standard. Eppure, se non fosse Sir Jimmy, sarebbe stato rinchiuso per tutta la vita mezzo secolo prima.

Nelle più di mezza dozzina di volte in cui la polizia ha effettivamente interrogato il famoso intrattenitore come possibile sospetto, l’arrogante Savile ha deriso con aria di sfida i suoi presunti interrogatori sapendo di essere al di sopra della legge, protetto dai suoi fedeli amici reali e alleati che gli hanno sempre coperto le spalle. . Perfino i poliziotti onesti che cercavano di fare il loro lavoro per proteggere i bambini hanno ricevuto freddezza dai loro superiori. Savile operava liberamente all’interno del malvagio sistema di cabala della criminalità organizzata chiamato l’establishment britannico.

Fino ad oggi le forze dell’ordine britanniche non hanno mai avuto né le palle né la volontà di portare a termine alcuna seria pedo-investigazione non riuscendo a trovare prove “forti” per incriminare l’enstablishment. Questo modello pervasivo di indifferenza della polizia nei confronti delle vittime, mostrando una totale deferenza verso potenti criminali protetti, combinato con ordini e istruzioni occulte da parte dell’MI5 o dei capi di governo di interrompere qualsiasi ulteriore indagine, è il modello storico coerente sia in Nord America che in Europa.

Per oltre sei decenni questo tipo di collusione criminale da parte delle forze dell’ordine britanniche sottomesse e che seguono gli ordini ha permesso al folle pazzo Savile di vagare liberamente, con carta bianca sul Servizio Sanitario Nazionale (NHS), è stato in grado di selezionare praticamente qualsiasi manicomio criminale, obitorio, ospedale pediatrico, casa per bambini o scuola di sua scelta. Sir Jimmy Savile possedeva in modo univoco a sua disposizione personale una scorta illimitata di vittime pronte all’uso. Cadaveri morti, bambini debilitati e adulti allo stesso modo così come fan adoranti minorenni, per lo più ragazze ma anche ragazzi, giovani e vecchi, nessun corpo era off limits per il re predatore Sir Jimmy. Tutti sono stati sfruttati, come oggetti sessuali sacrificabili che riempivano il suo spietato e insaziabile bisogno di dominio crudelmente satanico e controllo sadico, servendo i suoi desideri carnali pedofili e necrofili mentre era completamente protetto da diabolici legami intimi con regine, principi e primi ministri.

Perché? Perché Savile ha fornito bambini vittime ai VIP mentre lavorava, secondo le sue stesse parole, era un “agente sotto copertura” dell’intelligence britannica e straniera. [52] Sir Jimmy era in intimità con i reali. [53] Il DJ ha usato opportunisticamente la sua eccentrica, filantropica immagine di celebrità e il suo personaggio per accumulare un’immensa influenza e potere principalmente attraverso l’ingraziamento ai reali e ai primi ministri, e intimidazioni, minacce e ricatti a tutti gli altri che si trovavano sulla sua strada, violando e violentando sfacciatamente a volontà. l’intero Regno britannico, i cui padroni al potere in cambio gli garantivano protezione e impunità a vita.

I prossimi capitoli svelano la vile storia di Savile in termini di collegamenti, smascherando i suoi legami con la più ampia rete globale di pedofilia. Come magnaccia procuratore di bambini schiavi sessuali [54] violentati e assassinati dalla regina e dai suoi principi, [55] primi ministri [56] e membri del parlamento, media d’élite e personaggi dello spettacolo, nel corso del tempo la crescente fama di Top of the Pops DJ lo ha trasformato in un giocatore fondamentale all’interno del sistema di ricatti sessuali dell’élite dominante. Non diversamente dal finanziere-cabalista creato dal Mossad Jeffrey Epstein, finché Sir Jimmy ha continuato a consegnare gli agnelli sacrificali ai burattinai luciferini, gli garantirono protezione per tutta la sua vita. – alla veneranda età di soli due giorni prima del suo 85 ° compleanno.

Mentre il rapporto estremamente inquietante di Savile con i reali è specificamente affrontato nel Capitolo 22, i suoi rapporti con i VIP del governo londinese, i servizi di sicurezza e la British Broadcasting Company sponsorizzata dai contribuenti come suo datore di lavoro di lunga data sono esposti in questo capitolo. Ma poiché la pedofilia è il nesso centrale tra la famiglia Windsor, il governo di Downing Street-Westminster e la BBC come falsa macchina di propaganda del Regno Unito, seguiranno capitoli separati. Ma come tallone d’Achille dell’élite, fortunatamente la brutta verità è già definitivamente fuori dal sacco e non si può tornare indietro.

Nonostante il giorno dopo la morte di Savile il 29 ottobre 2011, quando il famoso intrattenitore è stato ampiamente annunciato come un amato “tesoro nazionale” [57] con omaggi ipocriti guidati dal principe Carlo, celebrità e media allo stesso modo, [58] pochi mesi dopo, in risposta a una pletora di accuse emerse dalle sue vittime in tutta la nazione, molteplici indagini di polizia sorsero in modo reattivo apparentemente per esaminare più da vicino il suo mostruoso passato “nascosto”. Una Gran Bretagna inorridita è rimasta scioccata nell’apprendere degli innumerevoli crimini commessi da Savile presso 41 istituzioni mediche del Servizio Sanitario Nazionale (NHS), [59] metà negli ospedali per bambini, [60] insieme a innumerevoli case e scuole per bambini, un istituto psichiatrico della massima sicurezza, persino un ospizio per malati terminali [61] e in ogni camerino dietro le quinte della BBC, vittimizzando migliaia di sue prede indifese di età compresa tra due e 75 anni. [62] Ancora una volta, le ragazze minorenni erano la sua preferenza con l’80% delle sue vittime bambini e l’82% donne. Nel 1976, avvicinandosi all’apice della sua fama, con le telecamere che giravano davanti a milioni di spettatori nazionali, a Jimmy Savile fu permesso di molestare sfacciatamente un adolescente violando la legge senza attirare alcuna critica se non lo shock della povera vittima che si agitava.[63]

Allo spettacolo pre-natalizio Top of the Pops del 1973, pochi minuti dopo essere sceso dal palco ancora vestito con il suo costume da Womble, nel camerino l’entourage di Savile aveva appena lasciato due delle sue ultime vittime in attesa di incontrare la star. Con una sentinella a guardia della porta del suo camerino, il pedofilo Womble ha proceduto a violentare selvaggiamente un bambino di 10 anni mentre una ragazzina di 12 anni guardava sbalordita, poi il ragazzo sodomizzato pietrificato e congelato dal trauma è stato costretto a testimoniare dopo essere stato aggredito sessualmente, alla fine lo zio Jimmy si è rivolto alla sua preda per dire che è “il nostro piccolo segreto”. [64] Dopo innumerevoli episodi come questo negli studi della BBC e prove confermate di aver fatto sesso con cadaveri o pazienti ospedalizzati infermi di tutte le età, è stato anche rivelato che Savile era molto probabilmente un satanista non così nascosto [65] impegnato in rituali di omicidi satanici come complice o co-partecipante, facendo amicizia con i più famigerati serial killer a sangue freddo nella storia britannica.

Al di là degli anni ’80, l’apice di Jimmy Savile come intrattenitore settimanale della BBC, le sue numerose case nelle isole britanniche e tre o quattro Rolls Royce e tutte le sue ricchezze a sostegno del suo stile di vita sontuosamente opulento sono sempre rimaste ostentatamente evidenti per tutta la vita di Sir Jimmy. In qualità di magnaccia della famiglia reale, primi ministri, parlamentari e rockstar, e una figura centrale nel programma di ricatto sessuale della Gran Bretagna, il suo stile di vita sontuoso può essere spiegato al meglio dalla sua sordida e altamente redditizia impresa criminale all’interno della fiorente pedofilia globale. Altrimenti, qualunque reddito legittimo avesse ancora come cittadino anziano negli ultimi due decenni della sua vita da malato non avrebbe mai potuto permettersi di vivere così in alto come era stato a lungo abituato per sei decenni. In breve, la pedofilia è stata buona con Sir Jimmy, “buona finché è durata”. Nonostante qualche membro della sua famiglia che desiderava che il suo corpo fosse riesumato dal suo enorme e triplo appezzamento affacciato sul mare per essere seppellito in una tomba anonima di un povero, il costo di £ 20.000 e i fondi della sua proprietà legati a controversie hanno mantenuto il suo corpo nel suo luogo di sepoltura originale sebbene la tomba sia anonima in un cimitero di Scarborough. [66]

Alla fine Savile possedeva ancora la sua preziosa Rolls Royce da 160.000 sterline che chiamava “la Bestia” dove aveva contaminato molte ragazze, più altre cinque auto di lusso tra cui una Bentley Turbo e una Mercedes 500 SL insieme alle sue otto case [67] e un testamento con cui ha lasciato £ 5 milioni in due enti di beneficenza. [68] Il suo patrimonio al momento della sua morte valeva 4 milioni di sterline, ma 2,5 milioni di sterline andarono agli avvocati suoi e dei suoi querelanti, lasciando solo circa 1 milione di sterline da dividere tra 78 vittime. [69 ]

La cruda, nuda, spregevole realtà e che un "tesoro nazionale" del Regno Unito si è rivelato essere sia un assassino satanista che il più grande stupratore di bambini di tutti i tempi nella lunga "gloriosa" storia della Gran Bretagna [70]. Questo la dice lunga sulla realta ` di questo mondo, in contrasto con le cazzate propagandistiche totalmente ingannevoli a cui siamo stati tutti sottoposti. La lezione di Jimmy Savile arriva in profondità al nocciolo di ciò che è il vero male su questo pianeta, insegnandoci che assolutamente niente in questo mondo è come sembra, che il completo tradimento della verità e della moralità è più che evidente ovunque guardiamo, sia esso dall’apparenza esteriore, dalla saggezza convenzionale accettata, dalle cosiddette buone azioni, o dalla cosiddetta scienza, religione o storia umana revisionista, è tutto un gigantesco pacchetto di sinistre bugie accuratamente progettate e confezionate per ingannare e controllare efficacemente masse sempre più stupide. [71]

Nel corso dei millenni gli stessi controllori planetari della linea di sangue hanno mantenuto il colosso che sopprime la verità dell’umanità con astuti inganni, manipolazioni intenzionali e malvagità calcolata. [72] Ma ora attraverso la saga di Jimmy Savile, l’imperatore senza i suoi vestiti può essere completamente svelato, esponendo il male grottesco e vile e pedofilo di questo racconto ammonitore.

Proprio come ogni altro scandalo di pedofilia trattato in questo libro, praticamente tutti i media, il governo e le inchieste di polizia concludono che una bestia squilibrata, in questo caso Jimmy Savile, ha agito da solo, come ha affermato l’investigatore capo della polizia metropolitana Peter Spindler. [ 73] L’11 gennaio 2013, una delle più grandi indagini mai condotte dalla polizia metropolitana in collaborazione con il Consiglio nazionale del capo della polizia del Regno Unito (NPCC) sulla base dei risultati dell’operazione Yewtree ha pubblicato un rapporto congiunto intitolato “Dare una voce alle vittime”. [74] Ma solo voci di vittime accuratamente selezionate sono state ascoltate, rivelando generalmente solo la punta dell’iceberg e livelli più bassi di abuso. Questa strategia calcolata era orientata a proteggere l’interesse egoistico della più ampia cabala della pedofilia all’interno della quale Savile operava liberamente, composta dai reali, dal governo nazionale, dall’apparato di sicurezza e dal gigante MSM della BBC che, collettivamente, lo proteggevano dal dover rispondere della sua montagna di crimini efferati mentre era ancora vivo.

Come in tutti gli scandali di pedofilia, la pedo-rete dell’élite rimane sempre intatta e ben conservata, placando temporaneamente l’indignazione del pubblico e il cosiddetto “diritto di sapere”. Questa stessa tattica di controllo del danno eccessivamente artificiosa e abusata è costantemente impiegata dai controllori planetari luciferini che torturano, sodomizzano, macellano e drenano [75] la loro preda sacrificale. Per disegno satanico, queste vittime della pedo-cabala non hanno mai avuto la possibilità di vivere o di avere una voce. Sono stati rimossi chirurgicamente dalla versione disinfettata, incompleta e grossolanamente distorta dell’Operazione NSPCC di ciò che è realmente accaduto.

A dimostrazione del potere e della fama di Sir Jimmy nel sopprimere i suoi orribili peccati, nel 1994 l’editore del Sunday Mirror Paul Connew entro` in contatto con due sopravvissute agli abusi di Savile intorno ai 30 anni che erano ex residenti vittime della Duncroft Approved School for girls negli anni ’70, pronte e disponibili a rendere pubbliche le loro accuse. [76] Sapendo in prima persona che cosa fosse il mostro Savile, erano entrambe stanche e sconvolte nel vedere il loro aggressore ricevere tali lodi e onori da artisti del calibro di Margaret Thatcher, la regina e il papa, ciascuno a turno conferendo il titolo di cavaliere al loro stupratore seriale. L’ex editore era certo che non fossero motivate dal denaro poiché le due volevano solo mettere le cose in chiaro e vedere se si potesse ottenere una parvenza di giustizia.

Ma Paul Connew si sentì in dovere di avvertire compassionevolmente le due donne su cosa avrebbero dovuto affrontare se la loro storia fosse stata pubblicata: lo scandalo che ne seguì, il più certo e altamente pubblicizzato, avrebbe portato a una controversa causa per diffamazione contro di loro, ed una probabile non risposta da parte della polizia e una giuria che non avrebbe condannato una celebrita` cosi` famosa. Il marito di una delle accusatrici convinse la moglie a non perseguire tale divulgazione pubblica, sia per proteggere lei che i loro figli. E con questo sviluppo, non volendo andare avanti da sola, per un’ottima ragione l’altra sopravvissuta si è lamentata di questo scenario incisivamente accurato:

Chi mi crederà contro Jimmy Savile con tutti i suoi legami con Charles e Diana, la signora Thatcher e il papa? Mi distruggeranno, anche se diro` la verità. [77]

Quindi, nel lontano 1994, un intero decennio e mezzo prima dell’ultima violenza sessuale conosciuta di Savile, sfortunatamente la storia del suo abuso pedofilo non è mai stata pubblicata sulla stampa.

Quando tutto fu detto e fatto dopo sei decenni di predazione ininterrotta contro migliaia di vittime, il sovrintendente investigativo dell’unità pedofila della polizia metropolitana – David Gray, ha sottolineato come Savile doveva essere mentalmente preoccupato e ossessionato dal complottare il suo prossimo reato sessuale “ogni minuto di ogni giorno.”[78] Ma Savile non ha mai operato da solo perché ogni 3 minuti di ogni singolo giorno un altro bambino britannico scompare, per un totale di 140.000 ogni anno, [79] molti dei quali finiscono nella pipeline globale di schiavi, bambini maltrattati e assassinati in modo rituale. E tutto ciò non può essere un’operazione di un singolo individuo.

Eppure David Gray ha continuato affermando falsamente che non esistono prove che suggeriscano che il “lupo solitario” abbia mai fatto parte di un più ampio anello sessuale di pedofili, [80] facendo sembrare che Savile fosse una stranezza anomala che operava 24 ore su 24, 7 giorni su 7, 365 giorni all’anno per oltre mezzo secolo completamente in solitaria. Nulla potrebbe essere più lontano dalla verità! Questa affermazione intenzionalmente ingannevole promuove ancora una volta la falsa narrativa costante della sindrome del “lupo solitario” come caratteristica standard di copertura prototipica presente in ogni singolo scandalo di pedofilia così come praticamente in tutti i principali omicidi e falsi eventi di “terrorismo”. [81] Lo strumento preferito utilizzato in tutti i false flag sponsorizzati dallo stato.

Tra gli scandali di pedofilia, si pensi a Lawrence E. King, Jeffrey Epstein, Jerry Sandusky, Larry Nassar e Barry Bennell, o Lee Harvey Oswald, Sirhan Sirhan e James Earl Ray. In ogni singolo caso la stampa riporta diligentemente che tutti questi pedofili e assassini di alto profilo agiscono sempre da soli per spazzare convenientemente sotto il tappeto la realtà molto più grande di una rete di cabala criminale di pedofilia massicciamente globalizzata e interconnessa.

La BBC lancio` una “autoindagine” da 10 milioni di sterline sulla dissolutezza di Savile con l’obiettivo specifico di determinare se in qualche modo la BBC fosse complice della follia criminale di Savile. Guidata dalla “rispettata” ex giudice magistrata Dame Janet Smith, la sua inchiesta insiste sul fatto che al di là di voci e pettegolezzi diffusi, nessuno alla BBC sapeva con certezza che Savile stava commettendo crimini sessuali, [82] in un colpo solo ripulendo sia tutti i dirigenti aziendali che tutto il personale dell’azienda. che ha partecipato all’anello sessuale pedofilo della BBC, aggiungendo sale alle ferite traumatizzate subite da migliaia di vittime della cabala. [83]

Oltre una dozzina di importanti indagini su Savile da quella della polizia di Scotland Yard a quella della BBC [84] a quella dell’NHS, [85] a quella di Stoke-Mandeville, [86] a quella del Leeds General Infirmary, [87] a quella del Crown Prosecution Service (CPS), [88] a quella del Department of Education, House of Commons, ad una cosiddetta inchiesta nazionale indipendente sugli abusi sessuali sui minori [89] e così via, [90] sono state costruite per attribuire zero colpe, zero responsabilità e zero complicità ai veri leader della rete pedofila. Rappresentando falsamente come colpevole un solo uomo, i più potenti pedovori che supportano sistematicamente e proteggono Jimmy Savile sono autorizzati a farla franca con i loro crimini brutali. Nessuno oserà parlare di questa verità. Ma allora che altro c’è di nuovo? Questo è semplicemente il modo in cui funziona questo sistema luciferino. Ma verrà presentato un numero considerevole di fatti in gran parte trascurati che confutano totalmente le loro deboli affermazioni e conclusioni fasulle sul regno del terrore di Savile.

Inizieremo con il nipote del predatore seriale, Guy Marsden, che fornisce prove in prima persona inconfutabili che sin dall’inizio della carriera di Savile operava all’interno di una cerchia di pedofili più ampia:

Lo zio Jimmy mi ha portato alle sue feste di malati, (Marsden le chiama specificatamente feste per pedofili). [91]

Dopo essere scappato con tre amici dalle loro case di famiglia a Leeds quando Guy aveva solo 13 anni, Jimmy Savile si reco` a Londra dove stavano i fuggitivi. Inizialmente Guy pensava che i suoi genitori avessero chiesto a suo zio di riportare lui e i suoi amici a casa. Ma con grande sorpresa di Guy, nel 1967 zio Jimmy iniziò a portare suo nipote e amici in ricche dimore di celebrità dove Guy crede che gli uomini che partecipavano alle feste abusassero sessualmente di ragazzi e ragazze di appena 10 anni. Per il successivo anno e mezzo Marsden vide suo zio. presentarsi regolarmente a queste serate depravate in ambienti fantasiosi, spesso accompagnati da un prete e da bambini dei vicini orfanotrofi e case famiglia.

Una mezza dozzina di anni fa l’ormai 63enne Guy Marsden descrisse esplicitamente come negli anni ’60 Savile il magnaccia stesse già operando all’interno di una vasta rete di pedofili elitari tra i membri dell’alta società londinese dell’industria dell’intrattenimento britannica:

Il gruppo di fuggitivi è finito in una casa favolosa – che si ritiene appartenga a un famoso impresario pop – con una grande piscina coperta. La casa delle celebrità era uno dei luoghi della festa. Di notte si presentavano circa 15 o 20 persone. Ci sarebbe stata musica e tavoli pieni di cibo, non potevamo crederci. C’era tutto ciò di cui avevamo bisogno e siamo rimasti solo in giro. All’inizio pensavamo automaticamente che i bambini vivessero lì, ma presto ci siamo resi conto che non lo facevano. Sarebbero stati portati lì, a volte da zio Jimmy, e sarebbero rimasti per sei o sette ore fino alle 3 o alle 4 del mattino. Erano solo bambini, ragazzini e ragazzine. [92]

Con Savile che lavora dietro le quinte e apertamente con il clero della chiesa che incanala i bambini vittime delle case di cura nelle pedo-elite negli anni Sessanta, mentre l’influenza e il potere del DJ erano ancora in aumento, abbastanza presto la grande star della TV stava portando i bambini alla famiglia reale, ai primi ministri del Regno Unito e ai loro servi di Westminster che lavoravano sotto copertura con le agenzie di intelligence britanniche. A nome del culto pedofilo che era composto dai reali inglesi, importanti politici e intrattenitori, dai servizi di sicurezza britannici MI5 e MI6, (proprio come le loro controparti statunitensi e israeliane), sono stati tutti a lungo immersi nel business delle operazioni di ricatto sessuale e l’approvvigionamento di canali pedofili utilizzando la popolazione più vulnerabile di bambini orfani sacrificabili e usa e getta provenienti da enti di beneficenza familiari usati in modo improprio come esche sacrificali e prede consumate dall’élite pedofila. [93]

Sir Jimmy una volta disse a Esquire:

Il bello di me è che dico quello che faccio e lavoro sotto copertura. Conosco la famiglia reale da un milione di anni. [94]

Questo dice tutto. Lavorando “sotto copertura” con i reali e l’MI5, ha portato i bambini britannici ai VIP del Regno Unito: reali, politici e intrattenitori. [95] Il nome di Savile è apparso praticamente in ogni scandalo familiare in cui i parlamentari pedofili hanno regolarmente commesso abusi sessuali su ragazzi per lo più minorenni in tutta la nazione. Un elenco di alcuni che sono ulteriormente approfonditi in seguito sono l’Elm Guest Home, Haut de la Garenne di Jersey, la casa di cura Bryn Estyn del Galles del Nord dove Sir Jimmy si presentava nella sua limousine con autista con suo fratello maggiore. [96] L’MI5 è stato a lungo collegato alla gestione di un’operazione di ricatto in un bordello vicino alla casa dei ragazzi di Kincora a East Belfast, nell’Irlanda del Nord, spesso scortati a feste nelle ville vicine per essere abusati dai politici su entrambi i lati del conflitto dell’IRA. [97] Jimmy Savile ha ammesso di aver lavorato come agente sotto copertura per i servizi di sicurezza ed è stato anche collegato a Kincora. [98] I suoi amici pedofili, il PM Ted Heath e il reale Lord Mountbatten, hanno introdotto Savile alla famiglia Windsor nel 1966, argomento approfondito nel capitolo 20.

In genere, la comunità dell’intelligence globale agisce insieme alla Chiesa cattolica, a società segrete come i Cavalieri di Malta, ai Massoni, agli Illuminati e ai satanisti come Savile. Un sopravvissuto agli abusi nel Galles del Nord, ora avvocato, ha affermato che molti dei suoi aguzzini erano massoni. [99] L’infiltrazione di membri della società segreta tra i governi di alto livello (dal nazionale al locale), le forze dell’ordine, i tribunali, gli affari, la medicina, il mondo accademico e i media di intrattenimento tipicamente costituiscono la rete dei pedofili. La comunità dell’intelligence globale ovviamente funziona anche come esercito privato dell’élite al potere di assassini mercenari internazionali e di bulli per proteggere e servire gli interessi della cabala, oltre a coordinare la rete globale del traffico sessuale di bambini.

Ancora un altro scandalo noto per avere collegamenti con Savile coinvolge un gruppo di bambini di Islington trasportati a feste dove i VIP li hanno abusati. [100] Negli anni ’90, nel tentativo di coprire gli abusi pervasivi, il capo del Consiglio di Islington, Lady Margaret Hodge (nata Oppenheimer [101]), cercò di mettere a tacere una vittima-sopravvissuta schietta diventata avvocato Demetrius Panton, definendolo “estremamente disturbato”. in un’intervista alla BBC. Panton in seguito la costrinse in un’alta corte a scusarsi per la sua menzogna diffamatoria. Nel 1992, quando l’Evening Standard ha svelato la storia dietro una serie incisiva che esponeva prove di una vasta operazione pedofilia in un certo numero di case per bambini di Islington, Hodge è andata di nuovo sull’offensiva definendo l’articolo “un giornalismo sensazionalista”, per il quale ha dovuto di nuovo scusarsi. Ma le azioni malvagie non restano senza ricompensa da parte di altri malfattori al potere, così nel 2003 Margaret Hodge è stata nominata guardia del pollaio come ministro di tutti i bambini del Regno Unito da un altro primo ministro criminale di guerra Tony Blair, il cui governo era anche pesantemente infiltrato da pedofili. E ovviamente Blair era anche amico sia di Sir Savile che di Sir Cliff. [103]

Incredibilmente per sei lunghi decenni, i legami di Jimmy Savile che procurava illegalmente vittime per i VIP dell’establishment britannico lo hanno reso al corrente dei deplorevoli crimini interni dell’élite, garantendo così automaticamente la sua protezione per tutta la vita e la sicurezza di poter vivere in modo spericolato e arrogante al di sopra della legge.

La spiegazione su come Savile sia stato in grado di acquisire l’indirizzo di casa del documentarista Louis Theroux parla ad alta voce della sua sicura infallibilità:

Posso ottenere qualsiasi cosa. Non c’è niente che non possa ottenere e non c’è niente che non possa fare. [104]

Dopo aver trascorso le ultime due settimane con Sir Jimmy a girare il suo documentario nel 2000, quando Theroux finalmente lo ha messo all’angolo per avere una risposta sulle accuse di pedofilia, Theroux iniziò con:

Allora perché dici nelle interviste che odi i bambini quando ti ho visto con dei bambini, e chiaramente ti piace la loro compagnia e hai un buon rapporto con loro? [105]

Dopo aver negato di odiarli, Savile ha osservato:

Viviamo in un mondo molto divertente. Ed è più facile per me, da single, dire “Non mi piacciono i bambini”, perché questo mette fuori gioco un sacco di salaci tabloid.

Theroux ha poi chiesto:

Lo fai quindi semplicemente perche` i tabloid non usino la narrativa del “è o non è un pedofilo”?

La risposta di Saville:

Oh, sì, come fanno a sapere se non lo sono? Come fa qualcuno a sapere se lo sono? Nessuno sa se lo sono o no. So di non esserlo.

Le migliaia di vittime di Savile lo sanno sicuramente, così come la BBC e un certo numero di dipartimenti di polizia, per non parlare dei suoi clienti nel governo e nei reali. Ma Theroux più discreto ha risposto con:

A me questo suona un po ‘ sospetto in un certo senso.

Savile, difensivo, irritato ma ancora presuntuoso, ribatte:

Va bene guarda, questa è la mia politica, è così che va e ha funzionato da dio. Ho ho ho.

In bella vista il famigerato predatore ha sfidato le sue vittime, i fan, le forze dell’ordine e l’intera nazione, mettendo in giro diabolicamente i suoi detrattori con i suoi sfacciati giochi di parole di negazione e derisione.

Ma come specialista di pedo-ricatto della cabala del crimine, come il suo omologo americano Jeffrey Epstein, Jimmy Savile è sempre rimasto fiducioso sapendo di essere in grado di vivere al di sopra della legge come un intoccabile completamente protetto da reali, dai governi, dai tribunali, dagli apparati di sicurezza (entrambe le forze dell’ordine e MI5 / 6 / CIA / Mossad) e la macchina di propaganda MSM, isolato e immune da qualsiasi accusa da parte di vittime di abusi, informatori e giornalisti. Dopotutto, la sua aggressivita litigiosa, le minacce intimidatorie e la brutalità delinquente avevano reso le sue vittime invisibili, mai realmente credute né ascoltate. Chi aspira a dire la verità e` tipicamente diffamato, ridicolizzato, molestato o altrimenti messo a tacere, persino neutralizzato da un assassinio palese o nascosto. Poi c’è il metodo ultra popolare di “suicidarsi”. Quella parte della saga di Savile verrà esplorata in dettaglio nel Capitolo 18.

Quindi esistono prove abbondanti che già negli anni Sessanta Savile fosse un membro di una vasta rete di pedofilia che depredava ragazze e ragazzi minorenni. A parte gli orfanotrofi, i famosi disc jockey dell’epoca godevano di un accesso facile e gratuito a legioni di minori britannici, sia maschi che femmine, disposti a mettere in pericolo se stessi e i loro giovani corpi nubili in modo innocente e non. Fan irriducibili, groupie o membri della band alle prime armi negli anni ’60 e ’70 cadevano letteralmente nelle grembo di degenerati sessuali che lavoravano nell’industria musicale, radiofonica e televisiva, disposti a fare qualsiasi cosa per un autografo, un abbraccio, un’attenzione positiva o alla ricerca di fama o semplicemente per stare “fianco a fianco” con i ricchi e famosi. L’era del rock & roll ha generato generazioni di anime perdute innamorate che si sono ciecamente impegnate nell’adorazione dell’idolatria di celebrità raccapriccianti come Sir Jimmy, i suoi compagni della BBC e gli amici rockstar che si schiumavano con impazienza per trarne il massimo vantaggio. Gli apologeti degli abusi sessuali sui minori poi lo attribuiscono ai tempi, un’era di liberazione sessuale su tutti i fronti, i promiscui ed edonistici “oscillanti anni ’60 e ’70”. Sebbene alcuni adolescenti potessero essere disposti, tuttavia erano ancora bambini molestati sessualmente da un prolifico predatore e consumatore vorace, che divorava con gusto bambini di ogni taglia, sesso ed età senza consenso, con una preferenza per le femmine più vulnerabili tra i 13 e i 15 anni.

Un uomo che una volta era un undicenne vittima di uno stupro brutale perpetrato da Savile e dal suo collega della BBC DJ Alan Freeman nel 1964 spiegò a Scotland Yard un anno dopo la morte di Savile durante l’operazione Yewtree del 2012 come l’attore tedesco Victor Beaumont avesse attirato il ragazzo nella lussuosa casa della celebrità a nord-ovest di Londra. [106] Una volta rinchiuso in camera da letto, Beaumont chiamò due dipendenti della BBC e tre selvaggi sodomizzatori che si avventarono sulla loro preda indifesa. L’attore Beaumont è morto 13 anni dopo, all’età di 64 anni, mentre l’australiano Al “Fuzzy” Freeman schiatto` nel 2006 all’età di 79 anni. Dopo anni di terapia, la vittima traumatizzata diventata sopravvissuta alla fine si è sposata, uscendo dal trauma della sua infanzia per diventare un uomo d’affari di successo, raccogliendo la forza di parlare pubblicamente e in modo anonimo per la prima volta per proteggere la sua famiglia e altre potenziali vittime nel settembre 2013:

[Beaumont, Savile e Freeman] non mi mostrarono pietà e pensarono con arroganza di poter farla franca con qualsiasi cosa … [Perché potevano e lo fecero]. [107]

Il mezzo tentativo di insabbiamento della polizia metropolitana chiamato Operazione Yewtree è stato apparentemente impostato per indagare sui sei decenni di regno del terrore di Savile alla ricerca di altri pedofili nella rete degli orrori di Savile. Eppure ha catturato solo una manciata di pedofili di basso livello al solo scopo di placare l’indignazione pubblica nazionale piuttosto che spalancare la rete globalizzata dell’élite a cui Savile apparteneva come un vero sforzo per abbattere effettivamente i controllori planetari pedofili. L’idea è di mettere dietro le sbarre un minimo di pochi frutti marci semi-degni di nota.

L’insider dell’intelligence canadese Roderick Russell che analizza il rapporto di Savile con i servizi di sicurezza britannici trae questa conclusione nel Daily Kos:

Con queste piacevoli amicizie con i migliori politici e reali, non c’è da stupirsi che Sir Jimmy Savile si sentisse al di sopra della legge in Inghilterra – e la verità è che era al di sopra della legge…. Sembra sempre più che Savile fosse un uomo protetto. Si percepisce che la vera questione dovrebbe essere il ruolo dei servizi di intelligence / sicurezza [MI5 / MI6 nel Regno Unito] e delle élite dell’establishment nell’insabbiamento. [108]

Un commentatore su aagirfan.com ha descritto la sua esperienza quando era uno scolaro di 12 anni e Jimmy Savile venne a parlare di se stesso e del suo lavoro di beneficenza, menzionando anch l’altra parte del suo lavoro:

Lui [Savile] ha detto che era un’ottimo agente sotto copertura. Disse che l’Inghilterra sarebbe parte di un grande piano e tutti noi bambini dovevamo aiutare a migliorare i rapporti tra Inghilterra e Israele. [109]

Da qui i suoi numerosi viaggi in Israele come consigliere per la sicurezza e lavorando a stretto contatto con l’amico del Mossad Uri Geller. Maggiori informazioni sulla connessione di Savile con Israele più avanti. [110]

In qualità di agente sotto copertura con legami con i reali e il governo, è facile capire perché la brutale follia criminale di 60 anni di Savile sia stata completamente protetta dall’establishment britannico e dalla cabala criminale internazionale. E solo dopo un anno da quando è morto silenziosamente nel sonno è stato finalmente ritenuto lecito iniziare a rendere pubblica la sua carriera “segreta” di feroce predatore sessuale seriale. Dall’ottobre 2012, quando la vita più oscura e postuma di Savile come malfattore ha creato un tale shock nazionale e tumulto pubblico, persone perbene dal Regno Unito hanno iniziato a chiedere giustizia per le sue innumerevoli vittime e per gli innumerevoli altri pedofili impuniti all’interno della BBC e l’establishment britannico. E come risultato dell’indagine dell’Operazione Yewtree su una rete di pedofili che si nasconde in bella vista mentre è isolata entro i confini sicuri dell’impresa criminale della BBC sponsorizzata dal governo, una manciata di sospetti pedofili è stata arrestata e un misero numero di persone sono state effettivamente condannate e imprigionate. Ma l’attenzione dei media e` rimasta focalizzata solo sugli abusi pervasivi di Savile negli ultimi mezza dozzina di anni, tutto per oscurare e deviare dalla verità reale. Ovvero che si trattava di un ingranaggio significativo nella ruota demoniaca terrena che è la rete di pedofilia globalizzata gestita dalla élite al potere.

Pochi giorni dopo la bomba di Savile che colpì il Regno Unito sotto forma di una produzione ITV chiamata Exposure – The Other Side of Jimmy Savile che andò in onda il 3 ottobre 2012, [111] fu avviata l’Operazione Yewtree alla ricerca di un primo round di sospetti già pronti dal giro di pedofili connessi a BBC/Savile con gli arresti molto pubblicizzati della star glam rock Gary Glitter, del comico Freddie Starr e dell’ex produttore della BBC Wilfred De’ath. [112]

La parata dei successivi arresti da parte dell’operazione Yewtree della polizia britannica aveva lo scopo di inviare il messaggio che le forze dell’ordine della nazione stavano compensando il fatto che così tanti decenni di abusi di Savile fossero rimasti impuniti. Come parte dell’indagine congiunta della polizia metropolitana che coordina gli sforzi di più dipartimenti di polizia in tutta la nazione che indagano sulla connessione di Savile alla più ampia rete di pedofilia della BBC, lo stesso Gary Glitter è stato il primo, il più famigerato ed evidente sospetto arrestato alla fine di ottobre 2012, [113] sebbene, nonostante diverse condanne precedenti, Glitter non sia stato incriminato fino a giugno 2014. Per anni Paul Gadd (alias Gary Glitter) era stato più che amichevole con Sir Jimmy, apparendo in televisione con lui un certo numero di volte. E Glitter non era estraneo alla pedofilia, essendo finito in prigione nel 1999 per possesso di migliaia di foto di pornografia infantile, trascorso il Natale 2002 in una prigione cambogiana dopo essere stato sorpreso ad aggredire ragazzini [114] ed essere deportato solo per essere nuovamente arrestato nel 2005 in Vietnam, un altro paradiso dei turisti sessuali del sud-est asiatico, impegnato in atti osceni con ragazze di 10 e 11 anni, incarcerato e deportato di nuovo a casa tre anni dopo nel 2008.

L’arresto di Paul Gadd nel 2012 è avvenuto poche settimane dopo che Savile è stato scoperto, spingendo migliaia di vittime di abusi sessuali su minori a iniziare a farsi avanti per denunciare non solo Savile, ma anche i pedofili che gli erano amici e il suo anello sessuale alla BBC. Una testimone chiave e sopravvissuta agli abusi, Karin Ward, sostiene di aver osservato Glitter aggredire sessualmente una studentessa di 13 anni nel camerino della BBC di Savile mentre Sir Jimmy palpeggiava un 14enne e un altro intrattenitore che, secondo quanto riferito, lavorava ancora oggi, stava abusando di un’altra studentessa. [115] La scena del crimine in cui è avvenuta la maggior parte degli abusi è stata nei camerini della BBC, dove i malati si sono sbizzarriti a spese dei loro fanciulli adoranti. Nel febbraio 2015 il passato oscuro dell’allora 71enne Paul Gadd lo ha finalmente raggiunto per sempre. [116] È stato condannato per un tentativo di stupro di un bambino di 8 anni, rapporti sessuali illegali con un dodicenne e quattro capi di aggressione indecente contro tre ragazze all’apice della sua fama durante gli anni ’70 e condannate a 16 anni di prigione in più. [117] Sebbene non sia mai stato processato per questo, si dice che la bestia abbia ripetutamente violentato la migliore amica di sua figlia a partire da quando aveva solo 8 anni. [118] Due anni prima della sua morte, Savile ha avuto la faccia tosta di difendere pubblicamente il suo collezionismo di pornografia infantile, il collega pedofilo seriale e amico Gadd-fly durante un’intervista, insistendo che “non ha fatto nulla di sbagliato”. [119]

Il secondo arrestato del caso Yewtree era Freddie Starr, un cantante inglese nonché un attore che divenne famoso negli anni ’70 con Jimmy Savile, e spesso appariva anche come attore regolare nei suoi programmi. [120] L’incidente che ha causato il crollo della sua vita incantata è accaduto presumibilmente nel camerino di Jimmy Savile dopo che era stato ospite del programma Clunk Click di Savile. Secondo la presunta vittima Karin Ward, che all’epoca aveva 15 anni, le “mani vaganti” di Freddie Starr le risalirono la gonna e le pizzicarono le natiche. Karin ha dichiarato che non si sarebbe mai nemmeno presa la briga di denunciare l’incidente alla polizia se non fosse stato per le rivelazioni di Savile e Starr che l’ha umiliata subito dopo l’incidente, definendola una “meraviglia senza tette” di fronte a un gruppo di tirapiedi che rideva e prendendola in giro nel camerino di Savile. [121]

Decenni dopo l’umiliante incidente, Karin Ward è stata intervistata per due diversi documentari che sono stati prodotti esponendo Savile, uno da ITV che ha aperto la strada nell’ottobre 2012 e un altro dalla BBC che non è mai stato mostrato, bloccato dai dirigenti della BBC all’ultimo minuto. [122] Subito dopo la trasmissione del documento ITV, Karin si è trovata intervistata dalla polizia mentre Freddie Starr è diventato successivamente il secondo sospetto del caso Yewtree e fu rilasciato su cauzione. Come prevedibile, Freddie ha negato di aver mai visto o conosciuto Karin, ma le riprese dell’episodio del programma in questione sono presto emerse confermando che la vittima era presente tra il pubblico. Per inciso, Karin ha anche testimoniato che durante un viaggio in campeggio dalla casa dei suoi figli nel Norfolk alla famigerata isola di Jersey, dove i bambini venivano regolarmente usati e maltrattati dai VIP britannici, ha riferito che il selvaggio Savile l’ha molestata anche lì. [123]

Sebbene l’operazione Yewtree alla fine abbia concluso che non c’erano prove sufficienti per perseguire il comico Freddie Starr, sulla base delle testimonianze di altre presunte vittime, un anno dopo, nel 2013, Starr è stato nuovamente arrestato e di nuovo una terza volta, ma stranamente mai incriminato. [124] Dopo il suo quarto arresto, Freddie Starr ha promesso di distruggere l’operazione Yewtree. [125] Sebbene riuscì a eludere l’accusa, la sua reputazione era completamente a pezzi. Sapendo che non poteva affrontare e aspettarsi di vincere in tribunale contro la Met Police dietro Yewtree, un vendicativo Starr è andato all’offensiva presentando una causa contro il suo primo accusatore Karin Ward per calunnia e diffamazione. Ma nel 2015 il giudice si è pronunciato a favore della vittima e Starr ha dovuto pagare un risarcimento da un milione di sterline per coprire le spese legali di Karin. [126] Continuando a rivendicare la sua innocenza con la sua carriera e la sua vita lacerate e la sua salute presumibilmente in crisi, Starr vendette prontamente la sua proprietà inglese e si trasferì in Spagna senza pagare il suo debito. Alla fine, il Crown Prosecution Service ha deciso di non accusare Starr di alcun crimine.

Sembra che le buffonate degli arresti, fossero tutte per fare scene, equivalenti a una colossale perdita di tempo e manodopera a spese esorbitanti dei contribuenti, per non parlare di causare ulteriore disperazione a vite già danneggiate. La domanda rimane, Starr alla fine è stato risparmiato dal processo perché poteva restituire il danno ad altri più in alto nella catena alimentare della pedofilia?

Starr successivamente ha riferito al The Sun che a penso` di togliersi la vita:

Ero intrappolato come un cane. Quindi ho pensato di prendere un aereo e andare in Spagna. Ed è qui che morirò … Freddie Starr, l’intrattenitore, è morto. [127]

Ma alla fine del 2016, un Freddie con la barba lunga e grassoccio è risorto dalla morte ed è uscito dal nascondiglio per intrattenere di nuovo, cantando canzoni di Elvis nel suo bar karaoke preferito in Costa del Sol [128] … parlando di pedofili di nome Elvis, [129] apparentemente Starr si è reinventato come una versione dai capelli bianchi di un altro clone di Elvis. Sebbene affermasse di essere al verde e incapace di pagare le sue spese legali a casa, aveva abbastanza soldi per spendere 133.500 sterline per il suo appartamento nella penisola iberica.

Durante la prima settimana di novembre 2012 è stato arrestato anche Wilfred De’ath, un produttore della BBC negli anni ’60 e ’70 che ha lavorato con Jimmy Savile nel programma radiofonico Teen Scene . [130] De’ath sarebbe stato successivamente intervistato nell’esplosivo documentario ITV “Exposure – The Other Side of Jimmy Savile”, affermando che in un contatto telefonico e in un incontro di persona nel 1964, vide prove in prima persona che Savile era coinvolto in rapporti sessuali illegali con una ragazza minorenne che aveva tra i 12 e i 14 anni. [131]Ma nell’ottobre 2012 come parte dell’operazione caccia alle streghe Yewtree, De’ath si è trovato accusato di violenza sessuale, ma la presunta vittima adolescente da adulta avrebbe successivamente ritirato la sua denuncia e, come con Starr, la polizia non ha mai accusato De’ath di qualsiasi crimine di pedofilia.

Appena laureato a Oxford all’età di 23 anni, la BBC ha assunto Wilfred De’Ath come il suo produttore più giovane in assoluto. Ma negli anni ’70 fu citato in giudizio per diffamazione, scrivendo che nove dei suoi contemporanei erano “pigmei intellettuali”. Ha perso non solo una costosa battaglia legale, ma anche la sua carriera di due decenni alla BBC , mandandolo in una spirale discendente per i successivi molti anni vissuti in Francia come senzatetto, spostandosi avanti e indietro dalle strade alle celle di prigione per un serie di piccoli crimini. Il vecchio di 81 anni riusci` ancora a scrivere una colonna per The Oldie sulla sua vita di alti e bassi. [132]

Dave Lee Travis e Jimmy Savile erano entrambi colleghi DJ della BBC molto popolari e presentatori di Top of the Pops, apparentemente affiliati allo stesso club di sesso per bambini della BBC dalla fine degli anni ’60 agli anni ’80. L’ironia della dichiarazione di Travis che rende omaggio al suo amico Sir Jimmy si è rivelata particolarmente accurata per lui:

Staremo tutti peggio senza di lui. [133]

Come il quarto sospetto dell’Operazione Yewtree, l’ex conduttore del programma mattutino della BBC Radio 1 Travis è stato arrestato con l’accusa di pedofilia e preso in custodia per 12 ore dopo un’irruzione mattutina a casa sua prima del suo rilascio su cauzione nel novembre 2012. [134] Travis Alla fine è stato prosciolto da una dozzina di accuse in un primo processo nel 2014 poiché le affermazioni delle presunte vittime minorenni secondo cui le aveva assaltate decenni prima non erano abbastanza convincenti per essere prese in considerazione dalla giuria. [135]

Tuttavia, in un secondo processo separato nel settembre 2014, Travis è stato dichiarato colpevole di aggressione indecente a una giovane ricercatrice sui vent’anni che lavorava alla produzione della BBC del The Mrs. Merton Show nel 1995, ricevendo una condanna a tre mesi di sospensione. [136] Nel dicembre 2015 una commissione di tre giudici d’appello ha confermato la sua condanna, [137] non convinta che la vittima del 1995 avesse mentito sulla sua accusa. La sua vittima ha spiegato che il veterano DJ l’ha vista fumare una sigaretta in un corridoio della BBC, e l’ammonì scherzosamente: “Non dovresti fumare. Pensa ai tuoi poveri polmoni. ” Ha testimoniato in tribunale che poi le si è avvicinato e ha proceduto ad afferrarle e spremerle i seni per 10-15 secondi, aggiungendo che rimase totalmente scioccata. [138]

Mentre la vittima dell’aggressione del 1995 – la comica Lucy Porter – era diventata una personalità televisiva a pieno titolo, [139] per tutto il tempo l’anziano DJ afferma di essere stato un ingiustamente accusato e che era vittima di una caccia alle streghe post-Savile che lo ha lasciato in rovina finanziaria. Ma a partire dal marzo 2018, mezzo decennio dopo il suo arresto iniziale, l’ormai 72enne Travis è tornato al lavoro presentando una nuova stazione digitale United DJs Radio. [140] Sostenendo da sempre di essere stato una vittima, l’ex dipendente della BBC non può nascondere la sua amarezza:

Ho sentimenti piuttosto negativi e forti riguardo a cose che le persone hanno fatto che sono state totalmente sbagliate. La cosa sfortunata è che al giorno d’oggi qualcuno deve solo dire qualcosa e questo è sufficiente per distruggere la carriera di una persona. [141]

Ancora una volta, i sostenitori di Travis ritengono che l’ex star della BBC sia stata ingiustamente calunniata come martire per quelle che considerano accuse inventate come una presa in giro della giustizia, soccombendo alle pressioni per giustificare l’operazione Yewtree la quale aveva il compito di trovare i cosiddetti pedofili che dovevano pagare i crimini di Savile in una debole campagna di pubbliche relazione con lo scopo di placare un pubblico scioccato e infuriato … in effetti, sono state appese al patibolo sia vittime innocenti che alcuni delinquenti di basso livello al fine di proteggere i boss colpevoli della pedofilia ai vertici dell’establishment britannico. Il collega presentatore televisivo Noel Edmonds sostiene che la famiglia reale e il governo Thatcher sono stati altrettanto colpevoli del flagello di Jimmy Savile quanto la BBC . [142] I fatti a sostegno della sua affermazione saranno affrontati più avanti nei capitoli 19 e 20.

Se Travis ha assaltato sessualmente qualcuno, e potrebbe anche averlo fatto, afferrare il seno di una donna che non conosceva senza il suo consenso è giustamente un atto riprovevole e un crimine legittimo. Ma violentare brutalmente migliaia di vittime – sia giovani che anziani negli ospedali o nei locali della BBC , inclusi atti di necrofilia all’obitorio, il tutto con la conoscenza e la protezione dei politici, dei reali, dell’MI5 / 6 e dei dirigenti della BBC, in contrasto, il comportamento di Dave Lee Travis non è nemmeno lontanamente paragonabile a Savile e altri in cima alla rete di pedofilia predatoria del Regno Unito. E a quel punto, lui e altri come lui nella caccia alle streghe post-Savile sono vittime. Nel frattempo, irraggiungibili al di sopra della legge al governo e ai reali continuano a stuprare e uccidere in modo satanico i bambini a frotte. Questa è una presa in giro totale della giustizia per tutti gli esseri umani sulla terra. Eppure non cambia nulla.

È ovvio che la polizia britannica ha preso di mira Travis come vittima sacrificale designata da perseguire ostinatamente al fine di salvaguardare la più grande operazione pedolofila dei cannibali luciferini in modo che rimangano liberi di continuare a massacrare sia i nostri innocenti che l’umanità. Piuttosto che consegnare alla vera giustizia i mostri planetari responsabili di questa grave crisi globale, gettare alcune piccole “vittime” sotto l’autobus come una comoda misura è a dir poco un insulto alla nostra intelligenza . I poliziotti di Scotland Yard / Metro nel loro insabbiamento dell’Operazione Yewtree sono state puttane controllate, proverbiali volpi che sorvegliano il pollaio satanico dell’élite, in obbediente servizio protettivo ai loro padroni bestiali – i veri stupratori e assassini pedofili della terra che continuano a distruggere innumerevoli bambini nella totale impunità. Senza eccezioni, al livello più alto del potere criminale sulla terra è sempre stato permesso di vivere al di sopra della legge.

Mentre Travis può essere un capro espiatorio vittimizzato, molti altri DJ di BBC Radio 1 e presentatori di lunga data chiaramente non lo sono, e oltre a Savile, a 77 anni Chris Denning sta attualmente scontando una condanna a 13 anni per la sua pletora di crimini pedofili. [143] I registri della polizia e del tribunale mostrano che durante la sua carriera da DJ dagli anni ’60 agli anni ’80, Denning ha assaltato ragazzi di appena 8 anni e ha abusato selvaggiamente di dozzine di vittime minorenni nella sua casa, anche a casa di Savile, [144] negli studi della BBC, in viaggio, negli hotel, offrendo persino i suoi ragazzi ad altri DJ e presentando ad altri il collega rocker pedofilo Gary Glitter, e così via.

Capisci? Savile non è mai stato un operatore solitario come descritto dai media mainstream, ma un procuratore di un’intera brigata che opera all’interno di una vasta cerchia di pedofili della BBC e dell’establishment britannico. Proprio come la pedofilia di Hollywood, per decenni la BBC è stata una fogna segreta e aperta. Gli astanti all’interno della società sanno da tempo e non hanno detto nulla perché innumerevoli powerbroker della BBC sono stati attivamente coinvolti anche nella più ampia rete pedofila dell’establishment britannico che ovviamente include primi ministri, ministri di gabinetto e membri del parlamento, nonché linee di sangue reali della nobiltà nera. Ma di più sui loro crimini nei prossimi capitoli.

Parlando di regalità, a parte Savile e la sua orda di amici pedofili alla BBC, un altro dipendente della BBC, un pedofilo protetto dalla BBC, il pittore ufficiale del ritratto della regina Elisabetta nel 2005, il cantate australiano Rolf Harris. [145] Dopo un paio di dozzine di denunce emerse durante la fuga precipitosa post-Savile che lo identificano come il loro predatore sessuale, nel 2013 Harris è stato arrestato e nel 2014 condannato a quasi sei anni di reclusione per aver commesso una dozzina di aggressioni indecenti contro quattro ragazze minorenni di 7 dal 1968 al 1986. [146]La sua vittima più frequentemente abusata è stata la migliore amica della sua stessa giovane figlia a partire da quando aveva solo 13 anni, come l’altro musicista derelitto della BBC Gary Glitter. [147] Ma a differenza del collega pervertito della BBC Savile, nonostante una condanna indulgente almeno questo mostro fu costretto a iniziare a pagare per i suoi peccati disgustosi e vergognosi. A metà degli anni ’70 il suo amico Savile invitò il suo collega pervertito della BBC per un tour prima di andare a dormire a Broadmoor, la struttura di salute mentale di massima sicurezza più famigerata del paese, solo così quei pervertiti potevano guardare a bocca aperta le donne che dovevano spogliarsi nel corridoio di fronte. [148]

Senza dubbio come controllo dei danni, un gesto di pubbliche relazioni in modo che se stessa e la famiglia reale prendessero le distanze dal condannato in disgrazia per reati sessuali su minori, nel 2015 la regina ha privato l’84enne Harris del suo ambito premio CBE – il comandante della divisione civile dei più Eccellente Ordine dell’Impero Britannico. [cxlix] Ecco un punto di collegamento: ogni volta che la corona conferisce il cavalierato e l’eccellente appartenenza all’ordine ai suoi fedeli sudditi, puoi quasi scommettere che sono pedofili o abilitatori di pedofili come parte del loro club illecito deviante. I pedofili premiano i loro simili. La regina ha ripreso il suo OBE da Harris immediatamente dopo che è stato reso pubblico che il maiale vile e spietato seduto in prigione aveva scritto una lettera vendicativa contenente testi spregevoli in cui chiamava le sue vittime “tarli” che strisciavano fuori dal legno 40 anni dopo il fatto per prendersi i suoi milioni. [150] Rolf Harris, nel maggio 2017 all’età di 87 anni, fu rilasciato dalla prigione. [151]

Con tutta la Gran Bretagna a guardare, nel 2014 l’operazione Yewtree stava diventando disperata e aveva bisogno di condanne a seguito di una serie di arresti che non avevano portato ad accuse o assoluzioni di processo per un numero di sospetti precoci. L’operazione ha finalmente raggiunto il suo culmine, ottenendo la sua prima condanna abbattendo il più grande boss pubblicitario del Regno Unito quando Max Clifford è stato dichiarato colpevole nel maggio 2014 per 8 su 11 conteggi di aggressione indecente contro sette ragazze adolescenti di età compresa tra 14 e 19 anni dal 1966 al 1984. [ 152] Ironia della sorte, all’inizio di Yewtree, è stato Clifford a dire alla stampa che dozzine di star lo stavano contattando a destra e a sinistra per chiedere protezione e consigli temendo che sarebbero stati arrestati dopo i loro passati crimini di abusi sui minori. Il pubblicitario non sapeva che sarebbe stato lui il prossimo. [153]

Poi, una volta incarcerato, molti di quegli stessi famosi predatori temevano che Clifford avrebbe usato la sua pletora di oscuri segreti per scrivere un libro rivelatore in prigione per pagare le sue spese legali che avrebbero esposto tutti i suoi ex amici. Ma invece, l’ex boss delle pubbliche relazioni ha usato il suo tempo in prigione per mandare in bancarotta intenzionalmente se stesso al fine di negare i risarcimenti alle vittime, liquidando la sua ricchezza entro giugno 2017. [154] Sebbene avesse pianificato di appellarsi contro il suo caso nel 2018, non è mai arrivato così lontano, poiche` la sua condanna a 8 anni è stata bruscamente interrotta quando, a quanto pare, ha subito un attacco cardiaco fatale nella sua cella di prigione nel dicembre 2017. [155]

I critici del verdetto del 2014 nell’era post-Savile insistono sul fatto che le relative “piccole irregolarità” di Clifford lo hanno trasformato sfortunatamente anche in un capro espiatorio braccato dalle streghe il quale ha pagato per i peccati di Savile e altri. L’uomo che una volta vantava Sinatra, Muhammad Ali e il Chelsea Football Club come suoi clienti [156] e che l’attuale magnate dell’industria musicale Simon Cowell celebra (l’assunzione di Max Clifford) come la migliore decisione professionale che abbia mai preso, [157] il guru della pubblicità deve anche aver tenuto così tanto dentro la sporcizia sui VIP dell’Establishment dai reali a Westminster che, con la sua improvvisa scomparsa a 74 anni, Max Clifford potrebbe essere stato il cadavere sacrificale dell’élite pedo.

Un’altra grande star dei media britannica caduta in disgrazia da quello che pensava fosse il suo intoccabile trono della BBC è il presentatore di lunga data Stuart Hall. Arrestato a seguito dell’operazione Yewtree nel dicembre 2012, Hall si è dichiarato colpevole nel maggio 2013 di aver aggredito sessualmente 13 ragazze, una di appena 9 anni, dal 1967 al 1991. [158] È stato quindi condannato a 15 miseri mesi di prigione, nel 2013 prima che i giudici delle corti d’appello si impegnassero per altri 15 mesi. Questo pedofilo è stato rilasciato dalla prigione nel dicembre 2015 e gli è stato impedito di trasferirsi in Spagna (a differenza di altri ex BBC come Freddie Starr). E per dimostrare ulteriormente il suddetto nesso tra la regina Elisabetta e la pedofilia, poco prima dell’arresto del pervertito, la regina ha anche premiato l’ennesimo “tesoro nazionale” trasformato in disgraziato pedofilo della BBC con il The Most Excellent Order of the British Empire (OBE). [159]

Un altro criminale di bassa lega in questa saga infinita di sporcizia e perversione e` uno degli autisti di Savile – Ray Teret, condannato a 73 anni nel dicembre 2014 ad 25 anni dietro le sbarre per aver attirato almeno 11 ragazze minorenni con alcol e droghe. Con il suo relativo status di mini-celebrità di vittime di stupri brutali tra i 13 e i 15 anni dal 1963 al 1979. [160] Teret era già stato condannato per violenza sessuale su un minore nel 1999, ma potrebbe successivamente essere perseguito per aggressioni sessuali asserite da altre vittime di Savile.

Un altro sospetto semi-degno di nota di Yewtree la cui casa è stata perquisita nel dicembre 2012 è il 68enne Fred Talbot, il meteorologo ITV This Morning per aver aggredito sessualmente ragazzi mentre era insegnante di biologia negli anni ’70 e ’80. [161] Poiché il numero delle vittime continuava a crescere fino a raggiungere almeno dieci, nel novembre 2017 sono stati aggiunti altri otto mesi alla sua condanna di 4 anni in Scozia nel maggio 2017 per aver abusato di altri sette scolari oltre alla condanna originale di 5 anni. ricevuta dalla Manchester Crown Court per aver molestato altre due vittime minorenni.

Ma a parte questa manciata di predatori relativamente poco conosciuti, nonostante tutti i suoi sforzi, l’operazione Yewtree è stata uno spreco totale e un completo fallimento nel mettere dietro le sbarre i pedofili più potenti del Regno Unito. Per aggiungere la beffa al danno, alcuni dei sospetti identificati che sono stati arrestati pubblicamente per pedofilia non sono mai stati perseguiti per mancanza di prove. Per citarne alcuni … Un mese dopo l’arresto di Wilfred De’ath, nel dicembre 2012 un altro ex collega produttore di BBC Radio 1 che ha lavorato con Savile negli anni ’60 e ’70, l’allora 76enne Ted Beston è stato arrestato ma a maggio 2013 gli è stato detto che non avrebbe affrontato le accuse. [162] Beston e Savile erano amici intimi che collaboravano a una serie di spettacoli BBC – i Savile’s Travels, il Jimmy Savile Old Record Club e il Double Top Ten Show. Si dice che Beston abbia procurato ragazze minorenni e giovani donne per Savile ed è stato nuovamente interrogato dalla polizia nel novembre 2015 per crimini “legati a Savile”. [163] Altri capri espiatori di Yewtree contro un uomo più o meno innocente al fine di compensare i peccati di Savile [164] L’attuale ottantenne non è mai stato accusato di un crimine.

Il comico di 59 anni Jim Davidson e il DJ radiofonico di 53 anni Mike Osman sono stati arrestati nel gennaio 2013 ma dopo nove mesi non sono stati né incriminati né perseguiti. [165] Poi è arrivato il comico Jimmy Tarbuck, 73 anni, arrestato nell’aprile 2013 e rilasciato un anno dopo. [166] Paul Gambaccini è stato arrestato nell’ottobre 2013, ma dopo un anno su cauzione non è stato nemmeno incriminato per presunta mancanza di prove.

Solo nel 2015 a un prezzo di 5 milioni di sterline [167] quando i bilanci della polizia in tutta la Gran Bretagna venivano ridotti del 20%, 63 diverse indagini della polizia stavano indagando sugli abusi sessuali su minori in risposta a 2.100 denunce di vittime, più della metà, oltre 1.200, commessi in un istituto di detenzione giovanile di Medomsley. [168] Questa statistica da sola è indicativa di come lo stato autoritario del Regno Unito tratta i suoi giovani “usa e getta” come puri beni di consumo usati e abusati dai malati nel suo sistema penale corrosivo per il benessere dei bambini. La massiccia operazione di polizia come esercizio egoistico, salva-faccia e per il controllo dei danni non era altro che uno spettacolo grandioso e una dimostrazione di forza messo in atto dalle forze dell’ordine britanniche per compensare il permesso a Savile di vagare liberamente commettendo:

… Oltre 600 crimini di abuso sessuale in 28 aree in tutto il Regno Unito. [169]

La National Society for Prevention of Cruelty to Children (NSPCC), “la principale organizzazione di beneficenza per bambini del Regno Unito”, [170] ha affermato un aumento del 128% nelle segnalazioni di abusi sessuali su minori dal 2009/10 al 2014/15. [171] A febbraio 2015, un aumento del 71% dei casi di abuso segnalati a causa della morte di Savile nell’ottobre 2012 è stato citato dal National Police Chiefs ‘Council (NPCC) come parte di Yewtree, rilasciato con il nome in codice Operation Hydrant. [172] In quella conferenza stampa di febbraio, l’NPCC si vantava che 1433 sospetti erano stati indagati, scomponendo il loro numero per rivelare che 261 erano classificati come “persone pubbliche di spicco”. [173] Di quei 261 cosiddetti pedopospetti sul totale di 1433, 135 erano nel mondo della TV, film o radio, 76 erano politici, 43 erano nell’industria musicale e 7 nello sport. Di questi 1433 sospetti solo 19 in tutto furono arrestati, [174] molto meno perseguiti, molto meno condannati – 6 in tutto, [175] molto meno imprigionati.

Il fatto che una manciata così piccola e patetica di pedofili sia stata effettivamente condannata da Yewtree [176] è ancora un’ulteriore disgrazia. La Gran Bretagna ha semplicemente dimostrato una buona ragione per essere chiamata l’epicentro della pedofilia nel mondo. Con rare eccezioni, i pochi pedofili processati, condannati e incarcerati sono di minore importanza e la maggior parte ha ricevuto anche condanne troppo clementi. Le operazioni Yewtree e Hydrant si sono rivelate semplicemente una trovata pubblicitaria trasformata in un circo di propaganda inteso a placare la nazione scioccata e oltraggiata, con il risultato di milioni di sterline pagate sprecate pagate nella carne di migliaia di vite danneggiate e distrutte ancora in attesa di giustizia.

Le operazioni di Yewtree sono una colossale truffa di prim’ordine poiché le forze dell’ordine corrotte del Regno Unito [177] prendono ordini direttamente dal cosiddetto apparato di sicurezza nazionale – MI5 / 6, che a loro volta prendono ordini da reali e governo, che a loro volta prendono i loro ordini dai Rothschild e da altre linee di sangue subumane che governano la terra attraverso un sistema di controllo di pedo-ricatto luciferino.

Un’altra osservazione lampante fa sorgere una domanda senza risposta. Perché questa massiccia inchiesta della polizia di tutte le nazioni ha prodotto solo pochi anziani condannati che hanno commesso abusi dagli anni ’50 fino agli anni ’80, come se la pedofilia si fosse improvvisamente fermata negli anni ’90? Le autorità pensano che siamo così stupidi da credere che le giovani generazioni di pedofili abbiano smesso di abusare di bambini negli anni ’90 o che la pedofilia sia cessata del tutto? O le loro operazioni globali di stupro di bambini sono solo sommerse più in profondità nel sottosuolo e negli ultimi decenni sono diventate più strettamente isolate e protette? Nel frattempo, ci sono molte prove controindicative che gli abusi sessuali sui minori, la pornografia infantile e il traffico di esseri umani negli ultimi anni sono in realtà aumentati in modo esponenziale con circa 2 milioni di bambini all’anno vittime della tratta in tutto il mondo.[178] tra gli 8 milioni scomparsi ogni anno. [179] Al di fuori del Nord America, le isole britanniche, essendo una nazione molto piccola, sono il maggior consumatore mondiale di pornografia infantile. [180]

È così sfuggito al controllo del sistema giudiziario britannico che è stato lanciato un programma pilota con la polizia del Sussex bussa alle porte e avvisa i trasgressori che scaricano per la prima volta immagini pedopornografiche in modo che la polizia possa concentrare più risorse sui pedofili che rappresentano un grave rischio. [181]Un capo della polizia sostiene che la pornografia infantile non dovrebbe più essere trattata come un crimine ma come una condizione di salute mentale deviante che merita un trattamento. I critici ovviamente criticano questo approccio controverso avvertendo che potrebbe solo promuovere un maggior numero di persone che si rivolgono alla pornografia infantile.

Allora perché la polizia non sta arrestando gli attuali criminali attivi nei circoli pedofili? Certamente non perché non esistono. La polizia citerà la mancanza di risorse. Viviamo tuttavia nel periodo in cui gli esseri umani vengono monitorati e controllati elettronicamente più di qualsiasi altro momento nella storia, uno dei pochissimi vantaggi di questa tecnologia avanzata è che dovrebbe aiutare la polizia a identificare e localizzare più rapidamente i pedofili e gli assassini. Eppure i potenti individui dietro le massicce operazioni globali di pedofilia non vengono arrestati e assicurati alla giustizia, e il motivo è fin troppo ovvio: semplicemente vivono al di sopra della legge.

Le volpi che seguono gli ordini di pedofilia mascherate con l’uniforme della polizia e le vesti sacerdotali o dell’alta corte stanno proteggendo gli attuali gruppi di pedofili ancora fiorenti all’interno della rete globale del traffico di bambini. I pedofili e i loro sostenitori delle alte corti, forze dell’ordine, servizi di intelligence, governi, società segrete, forze armate, servizi sociali, grandi enti di beneficenza e MSM hanno semplicemente murato la malignità attualmente radicata con giochi di prestigio. Ma nonostante le bugie di MSM, con la crescente consapevolezza sul PedoGate, finalmente riconoscendo la crisi epidemica globale, [182]per quanto la cabala cerchi di coprire le sue tracce del crimine nel disperato tentativo di rimettere il pedo-genio nella bottiglia, abbastanza persone stanno ora vedendo attraverso il flusso continuo di bugie e insabbiamenti, e di conseguenza, alla luce della verità, la fatiscente pedocabala finirà per crollare prima o poi.

Persino la sostenitrice di pedofili l’allora ministro dell’Interno Theresa May ha ammesso nel luglio 2014 che il suo ufficio aveva precedentemente nascosto le prove che i parlamentari e gli alti funzionari del governo hanno commesso abusi sessuali su minori. [183] Ma nel respiro successivo May insiste poi che il defunto MP Geoffrey Dickens non ha mai presentato un dossier al capo dell’Home Office Leon Brittan nel 1983, ma solo lettere scritte. Ha anche aggiunto che un precedente investigatore del Ministero dell’Interno non ha trovato prove che i 114 file mancanti di abusi sessuali presumibilmente persi siano mai stati “rimossi o distrutti in modo inappropriato”.

Per gettare ulteriore chiarezza sull’ex primo ministro May, allo scoppio della bomba di Savile durante la prima settimana di novembre 2012, l’allora ministro dell’Interno May ha respinto una singola superinchiesta generale che avrebbe posseduto i muscoli necessari per esaminare tutto. collegamenti e tentacoli di abuso sia alla rete nazionale che internazionale della pedocabala, invece la May ha scelto di avallare le già otto piccole indagini separate avviate all’epoca. [184] Mentre una sfilza di mini-inchieste sdentate, annacquate e strettamente focalizzate sono ovviamente finalizzate a proteggere la pedo-macchina globale, il parlamentare Tom Watson, difensore delle vittime della pedofilia, ha profeticamente avvertito:

Un’indagine ristretta è l’elemento costitutivo di base di un insabbiamento ancora piu` profondo. Molti crimini disgustosi rimarranno non indagati e alcuni dei pedofili più spregevoli rimarranno protetti dall’establishment che li ha protetti per 30 anni. [185]

La strategia di protezione dei pedofili della May ha ovviamente funzionato finora, per anni la sua presunta indagine “indipendente” è andata storta. Inoltre, Theresa May ha proceduto alla selezione di due donne di fila per guidare la sua cosiddetta inchiesta nazionale su come le istituzioni governative del Regno Unito hanno risposto al massiccio scandalo degli abusi sessuali su minori ed entrambe le sue scelte sono state costrette a dimettersi per palesi conflitti di interesse, [186]. Si scopre che il fratello dell’ex giudice dell’alta corte della baronessa Butler-Sloss – Sir Michael Havers – in qualità di segretario alla giustizia del Regno Unito per i primi otto anni in carica della Thatcher (1979-1986) sapeva che il diplomatico del primo ministro Peter Hayman stava abusando di giovani ragazzi eppure ha scelto di coprilo. [187]In effetti, Havers ha fatto del suo meglio per garantire che le accuse di pedofilia non venissero mai trasmesse in Parlamento. Poi la sostituta scelta dalla May – Fiona Woolf, è stata dichiarata amica intima di Lord Brittan, il famigerato ministro degli interni della Thatcher che, oops, ha perso il dossier del 1983 sugli abusi sui minori di Westminster. Ovviamente Theresa May ha affermato di non essere a conoscenza del background parziale delle sue due selezioni. Eppure lei e la Woolf sono state colte in collusione nel tentativo di allontanare la Woolf dal branco con cui viveva nella stessa strada, il quale partecipava regolarmente alle dubbie feste di Sir Leon accusato di pedofilia. [188]

Sebbene la stampa abbia definito Theresa May “incompetente” per le sue patetiche selezioni per condurre un’indagine “aperta” e onesta sulla pedofilia del governo, May non è stupida e sapeva esattamente cosa stava facendo, cercando di insabbiare un’altra inchiesta. Per rispondere alle critiche derivanti dai suoi tentativi sottilmente velati di facilitare l’ennesimo insabbiamento del governo, nel febbraio 2015 la May ha finito per reclutare un giudice straniero dalla Nuova Zelanda per guidare il prossimo tentativo “obiettivo” di “arrivare alla verità . ” [189] Il perenne ostruzionismo britannico per proteggere i potenti stupratori VIP di bambini a tutti i costi si sta rivelando infinitamente estenuante nella nazione che è chiaramente l’epicentro pedofilo del mondo.

Senza spiegazioni, se non che l’indagine era semplicemente “troppo” per lei e si sentiva “sola”, [190] dopo un anno e mezzo di lavoro, abbandonò la nave e volò a casa in Nuova Zelanda. Ovviamente c’è molto di più nella storia di questo. Forse non poteva più prendere parte eticamente all’abituale insabbiamento dei VIP degli inglesi.

Un quarto personaggio, il professor Alexis Jay, è subentrato nell’agosto 2016 ma meno di un anno dopo, nel giugno 2017, i due gruppi di vittime più grandi si sono ritirati, affermando che l’inchiesta “non era adatta allo scopo”, sostenendo che le vittime sin dall’inizio sono state “totalmente emarginate”. [191] Il più grande gruppo di vittime si era già ritirato in precedenza, accusando l’inchiesta “indipendente” di May sugli abusi sessuali su minori (IICSA) di essere un “evento ridicolo”. Mentre la colossale fuga di 100 milioni di sterline dei contribuenti britannici in una falsa indagine giaceva in disastrose macerie, in questo punto patetico della storia, la non cosi Gran Bretagna ha conosciuto solo menzogne. [192] Come l'America, l'Inghilterra e` coinvolta in un insabbiamento epico della pedofilia. [193] Non c’è da stupirsi, fanno entrambi parte della stessa pedocabala globale.

Forse la più grande menzogna farsesca che emerge dall’ondata di varie sotto-operazioni di Yewtree è l’Operazione Newgreen condotta dalla stessa polizia del West Yorkshire (WYP) di Savile, incaricata di sorvegliare la città natale di Sir Jimmy, Leeds, dove 68 vittime sono emerse nell’era post-Savile. Poiché lo psicopatico Savile era stato a lungo compagno di letto con i suoi amici della polizia locale che la pensano allo stesso modo, stabilendo “il club del venerdì mattina” dove Savile si incontrava regolarmente per il tè con i suoi amici più stretti poliziotti nell’attico di casa sua, [194] non dovrebbe sorprendere che L’operazione Newgreen sarebbe stata una copertura totale sostenendo che non c’erano “prove” che il più famoso residente di Leeds fosse mai stato protetto dall’arresto o dall’accusa. [195]Inoltre, Newgreen insiste sul fatto che le presunte 68 vittime di Savile non hanno mai denunciato abusi alla polizia mentre Sir Jimmy era ancora vivo. Mi chiedo perché. Ricorda il precedente incidente del 1965 con Jimmy e la sua vittima minorenne seduti nella sua Rolls parcheggiata a Roundhay Park e la risposta del sergente di polizia. Da allora, quel piccolo episodio è servito come un’anteprima di ciò che sarebbe seguito. Ciecamente fedele al proprio figliol prodigo, la polizia del West Yorkshire ha sempre protetto il pedofilo più prolifico della Gran Bretagna che, pagando volentieri le sue quote di protezione, si è divertito a condurre campagne di pubbliche relazioni e annunci pubblici per i suoi ragazzi locali in blu: una vittoria per la depravazione moralmente corrotta.

Un altro motivo importante per cui la polizia non ha registri di vittime che hanno denunciano crimini Savile è la cattiva abitudine della polizia del West Yorkshire di “perdere” [o più che altro distruggere] i propri registri, [196]un po ‘come fa il Ministero degli Interni. Questo fatto è venuto alla luce più volte. Dopo che un onesto, ufficiale in pensione del WYP ha insistito sul fatto che la Leeds Vice Squad ha condotto un’inchiesta indagando sulle accuse di aggressione indecente fatte da due ragazze contro Savile negli anni ’80, ma quando non sono stati trovati documenti in archivio per sostenerlo, questa questione discrepante è stata consegnata alla Metropolitan Police. Inoltre, lettere anonime nel 1998 inviate alla polizia metropolitana affermando che Savile era “un pedofilo profondamente impegnato” sono state poi inoltrate alla polizia del West Yorkshire e di nuovo anche loro si sono perse nel caos. E forse la ragione principale per cui la polizia del West Yorkshire è rimasta così indietro nei casi di abusi sessuali segnalati e negli arresti di pedofili è perché più poliziotti del WYP risultano essere pedofili di qualsiasi altra forza di polizia nella nazione.[197]

Il rapporto Newgreen includeva anche questa chicca:

Savile offre i suoi servizi come intermediario per la polizia, qualora lo “Squartatore” volesse mettersi in contatto. [198]

Savile e Peter Sutcliffe, uno dei serial killer più letali nella storia del Regno Unito, erano in realtà amici che potrebbero essere stati soci in un crimine insieme. Uno dei corpi delle vittime dello Squartatore è stato trovato ai margini della proprietà di Savile e un altro tentato omicidio è avvenuto nelle vicinanze. [199] La polizia sapeva che Sir Jimmy usava prostitute locali e ordinò persino un’impronta dei denti del pedofilo poiché il vizioso Jimmy era noto per morsicare e due vittime dello Squartatore dello Yorkshire avevano segni di denti sui loro corpi.

Come se non ci fossero prove sufficienti per dimostrare che Savile era un noto magnaccia e necrofilo satanista coinvolto in reti di pedofilia su larga scala, un articolo dell’ottobre 2012 sull’Express intitolato “Jimmy Savile Ruled Pedophile Ring” collega Jimmy come capobanda alla località balneare del North Yorkshire dove almeno due vittime sostengono che Savile le abbia aggredite alla fine degli anni ’60 e alla fine degli anni ’80. [200] Inoltre, l’articolo implica che Savile fosse coinvolto in un traffico di sesso infantile nella vicina Scarborough, dove l’intrattenitore mantenne intimi legami con gli uomini d’affari di spicco ripetutamente accusati, ora morti e l’ex sindaco di Scarborough Peter Jaconelli. [201]Le prove mostrano che in almeno due occasioni Savile, il procuratore di bambini, ha trasportato pazienti minorenni da Rampton senza autorizzazione a Scarborough, dove si ritiene che lui e il suo amico sindaco abbiano abusato sessualmente di bambini. [202] Quattro anni dopo la morte di Jaconelli, nel 2003 la polizia di Scarborough stava indagando sullo stesso anello sessuale collegato a Savile e Jaconelli che ha portato alla condanna di almeno un altro delinquente per aver molestato due bambine di 9 anni.

Forse la prova più egregiamente convincente che Savile fosse un magnaccia arriva quando sono emerse prove che confermano che l’ex primo ministro britannico Edward Heath (1970-1974) ha abusato sessualmente di bambini dell’orfanotrofio per bambini Haut de la Garenne sulla famigerata isola di Jersey. Come il miglior paradiso fiscale offshore del pianeta con una popolazione di appena 100.000 abitanti annidata nelle Isole del Canale a sole 14 miglia al largo della costa occidentale francese, [203]Jersey è il deposito sia della ricchezza più nascosta del mondo sia della più orribile storia di abusi e insabbiamenti di pedofilia: l’epicentro dell’epicentro. Sia il primo ministro Ted Heath che Jimmy Savile erano frequenti visitatori di piacere della famosa isola turistica. Heath era un pedofilo impegnato nella misura in cui ha rischiato la sua carriera politica partecipando ad almeno una mezza dozzina di riunioni del Pedophile Information Exchange (PIE), il gruppo politico negli anni ’70 e ’80 che faceva pressioni per eliminare l’età del consenso sessuale per i bambini. [204]

Membro del PIE, torturatore di bambini, coinvolto in stupri e omicidi, la cabala aveva Heath per le palle quando fu nominato Primo Ministro nel 1970. E nel giro di un anno Heath firmò un trattato che cancello` la sovranità britannica con un mandato segreto tenuto nascosto ai cittadini britannici. per quasi mezzo secolo. [205] Heath ha semplicemente fatto ciò che gli era stato ordinato dai suoi padroni che lo hanno messo al potere come un fantoccio controllato dai pedofili usurpando la legge inglese subordinandola al Trattato di adesione all’Unione economica europea (CEE), il precursore globalista che si è evoluto nel 1993 nella mostruosità non eletta e antidemocratica del NWO chiamata Unione Europea, la stessa che sta letteralmente uccidendo nazioni come la Grecia, con l’Italia e la Spagna non molto indietro. [206]Non è stato fino a maggio 2018 che questo inganno sovversivo del documento FCO30 / 1048 è stato finalmente reso pubblico, illustrando come negli ultimi 50 anni i cosiddetti leader nazionali erano pedine controllate dall’elite.

La sodomia di Ted Heath e l’uccisione dei bambini scomparsi che Savile ha scortato dall’Haut de la Garenne a bordo dello yacht del primo ministro è supportata da testimoni oculari del molo che hanno osservato il ritorno di un minor numero di ragazzi. [207] Gli assassini pedofili di bambini Savile e Heath sono stati persino denunciati da un articolo mainstream di Newsweek come stupratori di bambini sfortunati del Jersey. [208] Altre fonti di conferma indipendenti sono emerse dalle stesse vittime di abusi, nonché dall’intelligence e dal consulente per la sicurezza nazionale, l’avvocato Michael Shrimpton e l’autore-attivista investigativo David Icke, una dozzina di anni prima della morte di Savile e oltre una mezza dozzina prima della scomparsa di Heath . [209]Le scioccanti accuse di Icke contro Savile e Heath non furono contestate in tribunale mentre i due potenti malati erano ancora vivi perché erano vere. Durante i lunghi decenni di abusi che probabilmente risalgono alla fine degli anni ’30 sull’isola, ogni volta che i bambini maltrattati delle case di cura del Jersey hanno osato lamentarsi, sono stati duramente picchiati, ulteriormente maltrattati e rinchiusi in cantine che fungevano da segrete barbariche. [210] 

Shrimpton sostiene che il primo ministro pedofilo non poteva rischiare che le vittime lo riconoscessero come il loro aggressore e che quindi molte delle sue vittime più anziane torturate e sodomizzate di 14 e 15 anni di età fossero assassinate e gettate in mare. [211] Dopo che il Sun pubblicò una serie di articoli che collegavano Jimmy Savile agli abusi di Haut de la Garenne allora sotto inchiesta nel 2008, Savile minacciò di citare in giudizio il giornale, negando con veemenza di aver mai messo piede a Jersey Island. The Sun ha quindi prodotto una fotografia con il famigerato sodomizzatore circondato da potenziali vittime a Haut de la Garenne. [212] Il pedo-kingpin ha poi replicato con una super ingiunzione che vietava al The Sun lla pubblicazione della foto incriminante. E fino ad oggi il The Sun di proprietà di Rupert Murdock ha rimosso tutti i suoi articoli relativi alle foto e all’ingiunzione del tribunale.

Due anni fa è emerso anche che un articolo del Jersey Evening Post del 29 luglio 1967 citava l’intrattenitore caduto in disgrazia che avvertiva audacemente i genitori dell’isola di “rinchiudere le loro figlie” durante una delle sue numerose visite. [213] Savile ebbe l’audacia di vantarsi di essere “un cattivo” a piede libero e che le “figlie che si abbronzavano al sole” di Jersey dovevano essere tenute al sicuro lontano dalle sue perverse grinfie malvagie.

Per inciso, in una nota a margine correlata, Jimmy Savile era anche a Jersey nel 1963, lo stesso anno in cui il politico pedofilo Lord Boothby ringraziò il suo capo criminale amante gay Ronnie Kray in una lettera datata 6 giugno 1963:

Grazie per la tua cartolina. Sono quasi andato nel Jersey io stesso, perché non ci sono mai stato, e ho sentito da così tante persone che è piuttosto delizioso . [214]

È una pura coincidenza che i due prolifici pedofili Ronnie Kray e Jimmy Savile si trovassero entrambi sulla stessa isoletta infestata dalla pedofilia contemporaneamente? Storicamente Jersey era già diventata la miniera d’oro offshore della Gran Bretagna per gli abusi da parte dei VIP. Dopotutto, Savile e i fratelli Kray si conoscevano ed erano amici, partecipavano alle feste dello stesso sesso con DJ, musicisti e intrattenitori che risalgono alla fine degli anni ’50. [215]I legami di Savile con la mafia hanno avuto origine un decennio prima durante i suoi giorni di dancehall nel nord dell’Inghilterra. Una coppia di vittime che affermano di essere state fidanzate ha alluso ai legami della malavita di Sir Jimmy. [216] I suoi modi rozzi e ruffiani mafiosi si riflettevano nella sua frequente auto-referenza come il Padrino [217] e nei frequenti promemoria di come con una semplice telefonata poteva avere nemici malmenati o peggio. [218]

Nonostante sia stato colto in flagrante mentre negava di essere mai stato sulla famigerata scena del crimine di Jersey Island all’Haut de la Garenne, non è mai venuto fuori nulla di più dalle accuse delle vittime che individuano sia Savile che il primo ministro. E alla fine della giornata, incredulamente non ci furono abbastanza prove per incriminare Savile e compagnia secondo le autorità corrotte del Jersey. [219] Ma la vera ragione è fin troppo ovvia: Sir Jimmy aveva troppa sporcizia sui reali e praticamente sul governo infiltrato da pedofili come Ted Heath, Margaret Thatcher, Gordon Brown, [220], Tony Blair e David Cameron (le prove nel capitolo 21), più che sufficienti per far cadere l’intera cabala del crimine nel Regno Unito se arrestata.

Secondo l’avvocato Shrimpton, un’altra spiegazione del motivo per cui a Heath è stata risparmiata l’esposizione e la rovina prima della sua morte nel 2005 è stata che il suo segretario di gabinetto Baron Hunt di Tanworth, John Hunt, era un altro presunto compagno pedofilo il cui compito era quello di garantire la protezione. [221]Detto questo, Hunt non è riuscito a impedire a David Icke nel 1998 di denunciare il pervertito residente di 10 Downing Street. Ma sfortunatamente nel 1998 non abbastanza persone prestavano attenzione a Icke, incapace di gestire la scioccante verità. Per aver svolto il suo dovere di protezione dei pedofili, i promotori della cabala e gli agitatori, la regina e il papa hanno premiato John Hunt con il titolo di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine Britannico [222] e un cavalierato papale, [223]come ulteriore testimonianza che sottolinea il nesso empio tra la pedofilia e le società segrete, i reali della nobiltà nera e la Chiesa cattolica. Ovviamente il sionista cattolico Sir Jimmy è stato anche nominato cavaliere dalla regina nel 1990, lo stesso anno che Papa Giovanni Paolo II [224] promotore pedofilo conferì al satanista il titolo di cavaliere papale come Cavaliere Comandante di San Gregorio Magno. [225].

Per sei decenni i poveri bambini indifesi dell’isola di Jersey e di Haut de la Garenne sono stati spietatamente prede di potenti pedofili luciferini. Poiché il governo del Jersey e le forze dell’ordine erano tra i peggiori criminali nella nazione insulare autonoma occupata (e fortemente influenzata) dai tedeschi della seconda guerra mondiale [226], alla fine il poliziotto capo del Jersey Graham Power e il vice capo della polizia Lenny Harper ha condotto un’indagine della polizia nel 2007-2008 per cercare finalmente prove criminali nel famigerato orfanotrofio chiuso nel 1986. [227]

Ma l’establishment locale composto in gran parte da membri minacciati dalla rete pedofila dell’isola ha ostacolato gli sforzi degli investigatori in ogni momento, inclusa una campagna diffamatoria del Jersey Evening Post , [228] culminata con l’allora ministro degli affari interni dell’isola Andrew Lewis che sospese illegalmente Powers nel novembre. 2008, [229] cacciandoli dall’isola, [230] ma non prima che le ossa di cinque bambini fossero esumate dai locali, [231] insieme a 65 denti con radici attaccate e circa 100 frammenti ossei carbonizzati una volta appartenenti a bambini scomparsi assassinati. [232]L’unico motivo per cui altri resti scheletrici non sono stati recuperati nel sito era che molti dei ragazzi abusati scomparsi erano stati assassinati in mare da importanti VIP come Edward Heath e il suo amicone Sir Jimmy.

Tra i tanti uomini potenti accusati da ex residenti di Haut de la Garenne e di altri orfanotrofi negli anni ’60 e ’70 c’era Jimmy Savile. Non avevano mai denunciato gli abusi alla polizia di Jersey prima perché sapevano di non potersi fidare di coloro che facevano parte del circolo pedofilo sistemico dell’isola. Ma nel 2008, quando gli investigatori Power e Harper sostenuti dal senatore del Jersey, dal ministro della salute e da Stuart Syvret stavano finalmente ascoltando le vittime, un numero ha riferito che Jimmy Savile e Ted Heath erano tra i loro violentatori. Oltre ai crimini di alto livello in alto mare, Sir Jimmy ha anche attaccato le vittime sia nell’Haut de la Garenne che nell’orfanotrofio Sacre Coeur gestito da suore cattoliche francesi. [233]

Due uomini hanno anche riferito che l’attore Wilfrid Brambell che interpretava “il vecchio sporco” nella serie televisiva della BBC Steptoe and Son (la controparte della sitcom americana era Sanford and Son con Redd Foxx) li ha molestati sessualmente in una stanza dietro le quinte del Jersey Opera House. [234] Un famigerato venditore ambulante locale per le celebrità in visita andò a prendere le vittime della casa del gruppo per assistere agli spettacoli del teatro dell’opera come “un regalo”. [235]Uno era un bambino dell’Haut de la Garenne ed entrambi avevano 12 e 13 anni a quel tempo negli anni ’70, quando Brambell sulla sessantina era all’apice della sua fama. Nel ruolo del nonno di Paul McCartney in Hard Day’s Night dei Beatles, l’attore Brambell aveva una fedina penale risalente al 1962 per aver assalito ragazzi minorenni nei bagni pubblici. Apparentemente stava solo interpretando se stesso come lo sporco vecchio Albert Steptoe, morendo senza amici e quasi al verde all’età di 72 anni nel 1985. Entrambi i famosi intrattenitori della BBC erano entrambi frequenti isola che visitavano i pedofili negli anni ’70, quindi è probabile al 100% che Brambell e Savile sapessero l’un l’altro. Dopotutto, l’isola è stata una calamita pedofil sin dall’occupazione nazista tedesca della seconda guerra mondiale.

Le società di ristrutturazione che ha lavorato nei locali di Haut de la Garenne nel corso dei decenni sono state sempre abitualmente istruite dal personale dell’orfanotrofio di bruciare le ossa che potevano incontrare. [236] Tracce di sangue sono state scoperte nella prigione sotterranea e rilevate nei tubi di drenaggio. È diventato evidente che per molti anni i bambini erano stati sistematicamente torturati e uccisi nella “Jersey House of Horrors”, i loro corpi inceneriti in una grande fornace nel tentativo di eliminare le prove. Eppure, con tutta questa schiacciante incriminazione che corrobora i resoconti di prima mano ben documentati di quasi 200 vittime, il ministro del Jersey è stato inconsapevolmente in grado di chiudere la legittima indagine di Graham Power del 2008. La sostituzione di Power ha prontamente negato tutti i risultati precedenti, sostenendo che non è mai stata trovata alcuna prova di abuso e ha proceduto a portare avanti l’indagine per altri due anni fino al dicembre 2010 a un prezzo che ammontava a 20 milioni di sterline di soldi dei contribuenti. [237]

I potenti malati di Jersey, bloccarono e molestarono efficacemente anche i giornalisti che tentano di scoprire l’orribile verità. Chiaramente proteggendo i pedofili, non appena le autorità di Jersey nel settembre 2011 hanno appreso che la rispettata giornalista americana Leah McGrath Goodman aveva in programma di scrivere un libro sugli abusi di Haut de la Garenne, l’hanno immediatamente deportata, in seguito detenuta all’aeroporto di Heathrow di Londra per 12 ore, in effetti in arresto, impedendole successivamente di tornare sia nel Regno Unito che nel Jersey. [238]Ci sono voluti quasi un anno e mezzo , una petizione e l’assistenza di un parlamentare prima che Leah fosse finalmente autorizzata a tornare nelle isole britanniche. Abbastanza patetico, ma questo è il tipo di estremi assurdi a cui i regimi omicidi ricorrono quando hanno così tanto da nascondere.

Nonostante abbia effettivamente annullato le inchieste sia dei giornalisti che della polizia, l’indagine del 2008 è riuscita a raccogliere 1.776 dichiarazioni di 192 presunte vittime che accusavano 151 presunti aggressori (121 dei quali ancora vivi [239] ), tra i 30 morti Savile e Heath. [240] Ma poiché molti dei pedofili sono ed erano figure ricche e influenti in alto sia nel governo di Jersey che in quello di Londra, ad oggi solo sette delinquenti sono stati perseguiti con successo.

L’Operazione Whistle è stata l’ultima indagine della Polizia degli Stati del Jersey che presumibilmente ha riesaminato gli abusi storici sull’isola, [241] inclusi 13 famosi headliner pedofili ancora senza nome che includono celebrità, personalità dei media, politici e star dello sport. [242] Stiamo ancora aspettando il risultato di quelle persone interessate che dovrebbero essere interrogate dalla polizia nel 2015. Se andra` come ogni altra indagine, “non ci saranno prove sufficienti” e quindi non sentiremo mai parlare di nessuno di questi pedofili di alto profilo, soprattutto dopo il recente caso di Sir Cliff Richard trattato nel prossimo capitolo.

In un’inchiesta separata, dopo aver raccolto testimonianze negli ultimi tre anni ascoltando 200 testimoni che descrivono 553 reati sull’isola dal 1947 al 2004, altre 20 milioni di sterline spese ,per il rapporto Indipendent Jersey Care Inquiry fu finalmente rilasciato dopo molti ritardi nel luglio 2017. Chiedeva che gli edifici di Haut de la Garenne fossero demoliti e ha avvertito che i bambini sull’isola sono ancora attualmente a rischio. [243]

Carrie Modral, presidente della Jersey Care Leavers ‘Association, un ente di beneficenza dedicato a coloro che hanno trascorso del tempo nel cosiddetto sistema di assistenza all’infanzia, solleva un’osservazione toccante nell’ottobre 2012 spiegando perché il nome Savile è finalmente riemerso a Jersey dopo la sua morte :

Perché gli Stati del Jersey hanno ammesso solo adesso che Savile era un loro regolare visitatore? Perché è morto e non può parlare o portare con se altre persone influenti. La loro opinione sarebbe che noi, i sopravvissuti, continuiassimo a parlare di celebrità che abusano di bambini a Haut de la Garenne, quindi OK, “Eccone uno, è morto e non può parlare”. Ma Savile era solo la punta dell’iceberg. [244]

Non ho mai sentito parlare di quello che è successo a quegli altri 13 importanti personalita` sotto inchiesta. Saranno tutti morti prima che i loro nomi diventino pubblici come quello di Sir Jimmy? Chiaramente rimane un potente gruppo d’élite super ricco di pedofili e facilitatori complici sull’isola con alti collegamenti con altri pedofili in cima al governo del Regno Unito e ai reali che ha controllato la politica negli Stati del Jersey per molte generazioni, perseguitando e distruggendo le carriere dei difensori dei bambini che hanno tentato di cambiare una cultura dell’abuso da tempo radicata. Individui coraggiosi che sfidano il sistema dello status quo nel tentativo di sbarazzarsi sia della cultura dell’abuso [245]hanno subito la totale distruzione della loro carriera, sono stati citati in giudizio, imbavagliati, licenziati e persino incarcerati. [246] La rete pedofila di Jersey è viva e vegeta quanto quella di Westminster, principalmente perché è la stessa e tutti i suoi membri vivono al di sopra della legge.

Dopo che Savile era diventato un ospite fisso della BBC nella televisione britannica negli anni ’70 e ’80, la sua crescente cerchia di amici pedofili si era allargata alle famose star della soap opera dal set della BBC della serie di lunga data EastEnders sin dal suo debutto nel 1985. [247] Nel 2013 sulla scia della bomba di Savile, è stato riferito che la polizia di Scotland Yard ha iniziato a indagare sui dipendenti della BBC che hanno abusato del loro status di celebrità. Questo sviluppo post-Savile ha scoperto un anello di pedofili attivo che opera sistematicamente alla BBC confermando solo ulteriormente che l’istituzione gigante dei media ha ospitato una lunga storia continua di abusi sessuali su minori che si estende ben oltre un mostro leader designato o la sua manciata di compagni marginali della BBC .

Il The sun ha citato una fonte interna:

La polizia è scioccata da ciò che ha scoperto. Gli arresti saranno molto probabili. Questo è più grande di quanto chiunque abbia immaginato. Negli ultimi mesi è stato fatto molto lavoro. I principali capi della polizia sono rimasti scioccati da ciò che hanno scoperto finora e sono determinati a finire il lavoro. [248]

Ancora un’altra discutibile morte della BBC tra le tante, un argomento correlato ripreso nel capitolo 18, un pedofilo condannato che ha lavorato come comparsa su EastEnders è morto insieme al suo fratello gemello asfissiato con sacchetti di plastica in Spagna. [249]

Parlando di morti, anche l’ultimo attore deceduto della BBC – Leslie Grantham – come il suo collega della BBC Savile e l’ex primo ministro britannico Heath – se ne e` andato da questo mondo senza essere arrestato o perseguito per i suoi crimini pedofi. [250] Ma nonostante la sua celebrità televisiva abbia raggiunto il picco negli anni ’80, questo ragazzo non era estraneo alla polizia e al tribunale penale. Nel 1967, mentre era un giovane che prestava servizio nell’esercito britannico in Germania, Grantham fu condannato per omicidio dopo aver sparato a un tassista in un tentativo di rapina fallito e condannò a dieci anni per quel grave crimine. Mentre era in prigione ha iniziato a recitare e ha ottenuto il suo ruolo popolare di cattivo di EastEnders.

Ma il suo stile di vita stravagante apparentemente ha iniziato a raggiungerlo di nuovo quando nel 2004 è stato sorpreso a esporsi in webcam in un atto sessuale osceno. [251] È stato anche rivelato che assumeva droghe sul set della BBC acquistato da un altro membro dello staff della BBC in seguito arrestato per aver spacciato stupefacenti ad altri membri della loro rete di pedofili della BBC . Poi nel 2009 Grantham è stato accusato di aver violentato una ragazza minorenne di meno di 16 anni. Negli ultimi anni ha sviluppato un cancro ai polmoni, ed e` tornato in Gran Bretagna morendo qualche anno fa .

L’ex agente di polizia dietro il documentario ITV Jimmy Savile Exposure – Mark Williams Thomas – ha detto al Mirror poche ore dopo la morte di Grantham che l’attore nel 2012 come parte di Yewtree era stato indagato per “prove convincenti” che indicavano che Grantham aveva ripetutamente abusato sessualmente di una studentessa di 15 anni nel 2009-10. [252] Thomas ha spiegato che dopo che la ragazza lo aveva contattato “molto, molto spaventata”, ha informato la Metropolitan Police (MET), ma la ragazza alla fine ha deciso di non portare avanti il ​​caso.

Apparentemente la lunga storia delle forze di polizia britanniche sottomesse, e delle societa` statali controllate da pedofili che agiscono in combutta con i loro gestori di alto livello hanno ancora una volta sigillato tutte le informazioni che proteggono i pedofili prominenti. Nonostante l’elite ha seppellito efficacemente lo scandalo pedofilo della BBC con Savile, l’editore dell’Esquire Andrew O’ Hagan ha scritto questo sul London Review of Books :

La pedofilia è un’etica e un disordine istituzionale che prospera nei principali labirinti dell’intrattenimento. [253]

La BBC ha affermato che nessun anello di pedofili è mai esistito presso la società, concludendo che Savile ha agito da solo, sostenendo che altre star della BBC condannate come Rolf Harris, Chris Denning e Stuart Hall hanno commesso i loro crimini sessuali in modo completamente indipendente da Sir Jimmy. Tuttavia, entro sette mesi dallo scoppio della bomba di Savile, furono già avanzate 152 accuse contro altri 81 dipendenti della BBC , [254] in parte risultanti in oltre 5 dozzine di condanne per pedofilia della BBC . [255] Degli oltre 80 accusati, la metà sono attuali dipendenti o collaboratori della BBC . Se quei numeri non sono indicativi di un anello pedofilo all’interno della BBc, non so cosa lo sia. Oltre alle prove precedenti già presentate, combinate con queste statistiche sbalorditive tutte documentate e riportate pubblicamente, come può un osservatore obiettivo concludere che Jimmy Savile ha aggredito sessualmente 1.000 vittime negli studi della BBC mentre operava completamente da solo? Eppure, mentre le bugie della società mediatica continuano fino ad oggi, la polizia sta ancora indagando sulle star della BBC accusate di crimini sessuali su minori, l’ultima annunciata nel marzo 2018 per presunta violenza sessuale contro un bambino sotto i 16 anni alla fine degli anni ’90. [256]

Il direttore generale della BBC dal 2004 al 2012 è stato Mark Thompson, che ha iniziato la sua carriera presso la BBC come apprendista di produzione nel 1979, [257] proprio al culmine della fama e del potere di Savile. Ma proprio quando la merda stava colpendo la BBC durante l’esposizione alla pedofilia di Savile nell’ottobre 2012, dopo più di tre decenni alla British Broadcasting Corporation , il 12 novembre 2012 Mark Thompson si è salvato in sicurezza, iniziando il suo nuovo lavoro come CEO del New York Times . [258] Dopo aver coperto i crimini di Savile e del circolo pedofilo della BBC commessi sotto la sua sorveglianza negli ultimi 33 anni in cui era stato un dipendente della BBC , all’arrivo al suo primo giorno di lavoro a New York, a Mark Thompson è stato chiesto se lo scandalo della pedofilia che è esploso nel suo ultimo posto di lavoro avrebbe avuto un impatto sul suo lavoro al Times , e la risposta arrogante e altamente rivelatrice di Thompson fu:

Non influenzerà in alcun modo il mio lavoro. [259]

Ma vale la pena dare un’occhiata indietro a come Mark Thompson è salito sul trono della BBC . Una risorsa importante per la sua carriera è stata sua moglie Jane Blumberg, come lui laureata a Oxford ma anche professoressa, scrittrice, critica letteraria e figlia del super scienziato premio Nobel, il defunto dottor Baruch Blumberg noto per il suo lavoro pionieristico nell’affrontare l’epatite B. [ 260] L’anno prima degli otto anni di regno alla BBC di Thompson , nel 2003 Israele aveva interrotto furiosamente ogni contatto con la BBC , e il predecessore di Thompson è stato eliminato. La giornalista della BBC Orla Guerin non solo ha coperto le vittime israeliane del conflitto israelo-palestinese, ma ha anche raccontato storie che simpatizzavano con le vittime palestinesi. Eppure l’Ufficio stampa del governo israeliano (GPO) ha definito lei e la copertura della BBC in generale “anti-israeliana”. [261] Mark Thompson è stato tirato in ballo per rimediare alle crescenti tensioni. Il rapporto Balen, altamente riservato, rilasciato internamente alla fine del suo primo anno nel 2004, non è mai stato reso pubblico e reso noto solo al nuovo direttore generale e ad alcuni dei suoi alti dirigenti. Poiche il rapporto Balen aveva scoperto faziosita` pro palestinesi all’interno della BBC, fino ad oggi rimane sotto chiave. Quindi, in pochi mesi, il direttore generale Thompson e sua moglie ebrea si diressero a Tel Aviv per appianare i rapporti con l’allora primo ministro israeliano Ariel Sharon, culminato con la conseguente concessione di boicottare gli aiuti di Gaza ai palestinesi.

Quando Thompson incontrò il criminale di guerra Ariel Sharon [262] in Israele nel 2005, impegnandosi a non sostenere più le associazioni di beneficenza palestinesi, come capo della società di media sponsorizzata dal governo britannico, quella piccola controversia fomentò la critica sul fatto che fosse un sionista. Il seguace dell’ordine Thompson ha anche prontamente eliminato la giornalista imparziale Orla Guerin come corrispondente della BBC per il Medio Oriente, riassegnandola in Africa. E sotto la sorveglianza di Thompson, la BBC è stata relegata ad essere un semplice portavoce della lobby israeliana. [263] È stato persino rivelato che la BBC mantiene un rigoroso glossario di termini di parole e frasi eufemistiche accettabili per lo Stato ebraico e di parole e frasi tabù che non lo sono. [264]La BBC liberale ha una storia di paranoia sul fatto che la sua copertura mediorientale sia offensiva per Israele. [265] 

Che l’esposizione del gigantesco insabbiamento criminale della BBC di Savile e della moltitudine di crimini di abusi sui minori dei suoi colleghi della BBC non avrebbe “in alcun modo” influenzato il nuovo lavoro di Thompson al New York Times è a dir poco sconcertante. Quando si è sparsa la voce che il proprietario della Times Company Arthur Sulzberger Jr. aveva scelto l’ex capo della BBC come nuovo capo del NYT , diversi giornalisti veterani hanno messo in dubbio con audacia se Thompson fosse l’uomo giusto per il lavoro al New York Times . [266]

Nel marzo 2012 il direttore generale Thompson stava alacremente tirando acqua al suo mulino e a quello della compagnia quando si rivolse alla Royal Television Society di Londra:

La moderna BBC fara` tutto il possibile per indagare se stessa in modo obiettivo. [267]

In considerazione del massiccio insabbiamento della sua BBC , inclusa la decisione di rifiutarsi di mandare in onda l’episodio di Savile che esponeva Sir Jimmy appena quattro mesi prima, la dichiarazione di cui sopra è ovviamente una bugia in grassetto. Nonostante sia stato impiegato alla BBC dal 1979 all’ottobre 2012 e nonostante le deboli contese che affermassero di non essere mai stato a conoscenza di alcun abuso di Savile, Mark Thompson era il direttore generale della BBC quando ha bloccato il servizio di Savile in favore di due servizi per il Natale 2011 poco dopo la morte della bestia. Anche il successore di Thompson, George Entwistle, e` stato molto pumbleo nelle sue spiegazioni. [268]Proprio come Thompson non ricordava i crimini di Savile alla BBC , quando gli è stato chiesto della soppressione del segmento Nightnews, inizialmente ha dichiarato di non essere a conoscenza del programma. Quindi rendendosi conto che una smentita piatta potrebbe essere interpretata come una bugia, in seguito ha ammesso di aver avuto “un incontro casuale” riguardo il programma di news della BBC che indagava sul pedofilo, sebbene continuasse a starsene sulla difensiva in seguito quando disse al New York Times :

Non mi è stata data alcuna linea specifica di indagine e certamente nulla di relativo alla BBC. [269]

Difficile capire come il direttore generale non si sia nemmeno preoccupato di indagare ulteriormente sulla natura dell’indagine di Newsnight quando ha incontrato per la prima volta la giornalista della BBC Caroline Hawley a una festa nel dicembre 2011 dicendogli che doveva essere preoccupato per la storia di Newsnight. Thompson sostiene di aver detto a Caroline che non era a conoscenza dell’indagine di Newsnight. Il giorno successivo presumibilmente ha conferito con il suo senior management, inclusa la responsabile delle notizie della BBC Helen Boaden. Nel frattempo, la giornalista Caroline Hawley afferma di aver spiegato al suo capo che l’indagine Savile riguardava gli abusi sessuali su minori, contraddicendo direttamente l’affermazione di Thompson. [270] Quando gli fu chiesto perché presumibilmente non avesse chiesto perché Savile fosse indagato dalla sua squadra, rispose debolmente:

Puoi dire che è una mancanza di immaginazione. [271]

In una lettera da New York nel gennaio 2013 indirizzata al Parlamento, Thompson ha insistito inequivocabilmente sul fatto che né la conversazione di Hawley né quella di Boaden:

… mi informarono di cosa si trattava. [272]

È assurdo credere che Thompson fosse così blasé faire riguardo alla denuncia della BBC su Savile che “gli mancava l’immaginazione” per preoccuparsi di indagare ulteriormente. Fare l’ingenuo per salvare il proprio culo in modo da poter fuggire con successo a New York illeso da tutto il flagello successivamente accumulato sul suo successore al fine di rilevare il New York Times suggerisce solo che Mark Thompson è anche pesantemente protetto dalla pedocabala. Nelle parole del giornalista sempre inimitabilmente incisivo Yoichi Shimatsu:

Assumendo un bugiardo piuttosto che un giornalista integro, Sulzberger ha rischiato la propria reputazione contro le forti obiezioni di redattori veterani che capivano la responsabilità etica di avere un nuovo capo che è in combutta con le reti di pedofili elitarie. [273]

Nella sua serie di interviste all’epoca, il nervoso Mark Thompson si arrampico` sugli specchi dicendo che non sapeva praticamente nulla:

Che avrei potuto avere l’impressione al momento delle mie conversazioni con Caroline ed Helen che l’indagine riguardasse accuse di abuso sessuale, questa era una speculazione da parte mia nell’ottobre 2012 su un’impressione che avrei potuto o meno aver formato dopo un paio di brevi conversazioni quasi un anno prima. [274]

Per inciso, oltre alla sua natura “priva di fantasia”, (dopotutto, per definizione i seguaci dell’ordine sono sempre privi di fantasia, specialmente quando esprimono i propri pensieri), prima di fare la sua “grande fuga”, quando era ancora in carica, il suo ufficio è stato avvertito altre due volte a maggio e settembre 2012 sul predatore sessuale Savile. Ma senza dubbio Thompson “privo di fantasia” ha ritenuto che fosse troppo “irrilevante”. [275]

Sempre nel settembre 2012, il London Sunday Times Magazine ha posto una serie di domande approfondite a Thompson nel tentativo di accertare quanto sapeva e quando. [276] Il 6 settembre è stata inviata una lettera dei suoi avvocati al di fuori dell’ufficio legale della BBC minacciando in modo aggressivo il Sunday Times di una causa diffamatoria se questo suggerisse anche lontanamente che Thompson e la sua BBC fossero mai stati coinvolti in un insabbiamento. L’incapace Thompson ha affermato ancora una volta di non aver mai nemmeno letto la lettera, ma un osservatore legale ha affermato che se questo è vero, Thompson è “altrettanto colpevole”.

Quando anche il successore George Entwistle inventò la stessa scusa identica, dichiarando di ignorare che fosse stato responsabile della cancellazione del segmento di Newsnight e non conosceva nemmeno la natura del programma, confutato anche da altri, a Londra la sua menzogna non ando` molto lontano. Con i parlamentari che lo perseguitavano durante le udienze parlamentari, un Entwistle vacillante ha tentato invano di attribuire l’unica colpa all’editore di Nightnews Peter Rippon, che apparentemente avrebbe accettato di annullare la trasmissione. [277] Rippon fu il primo ad essere licenziato. Ma mentre si manifestava chiaramente un altro inganno, qualcuno in alto sulla BBC doveva pagarne il prezzo e poiché Thompson aveva già ricevuto il suo pass gratuito per prendere il volo, doveva essere il suo successore.

Quando è stato interrogato su questo problema all’inizio di novembre 2012, durante la sua ultima settimana nel Regno Unito in una conferenza dell’Università di Oxford, Thompson stava ancora giocando la sua carta “ignoranza”:

Come molte altre persone alla BBC e nonostante quello che potresti aver letto, non avevo sentito nessuna delle storie su Jimmy Savile. [278]

Anche quando la parola estremamente discutibile di Thompson è presa per valore nominale, era il capo honcho, il leader di una gigantesca organizzazione di notizie finanziata dal governo che dovrebbe proiettare un resoconto accurato di ciò che accade nel mondo. Qualsiasi leader o direttore generale decente fa del suo lavoro e della sua responsabilità sapere se l’attività criminale viene svolta o nascosta sotto la sua sorveglianza.

Sia Thompson che altro personale senior della BBC hanno scelto di continuare a mentire, fingendo di non sapere che Savile e gli altri membri dello staff della BBC hanno commesso i crimini più eclatanti contro i bambini decennio dopo decennio dopo decennio. L’inganno a tutto campo della Corporation non è mai cessato, culminando quando tutti hanno mentito sul motivo per cui hanno cancellato il documentario su Savile fingendo che fosse strettamente legato a “ragioni editoriali”. [279] Fino alla fine, mentre il direttore generale Thompson era in carica, lui e la sua dirigenza seppellirono intenzionalmente la verità dissotterrata dai loro stessi giornalisti intraprendentemente competenti e coraggiosi[280].

Nove mesi dopo che Mark Thompson iniziò il suo nuovo lavoro a New York, credendo di essersi finalmente liberato della sua losca associazione passata con la sua rete di pedofili della BBC , fuori dal suo lussuoso appartamento di Manhattan si trovò di fronte a una troupe di Channel 4 che gli chiedeva della sua parte nello scandalo di Jimmy Savile e di quanto sapeva che la denuncia di Nightnews riguardava gli abusi sessuali su minori. Un testimone ha detto al New York Post :

Era teso e arrabbiato e parlava a voce molto alta. Lo seguirono dietro l’angolo e lui perse la pazienza e gridò loro contro. Ha davvero fatto una scenata. [281]

Un uomo onesto nella sua posizione sarebbe molto meno propenso ad avere uno sfogo pubblico, specialmente con una telecamera davanti, se non avesse nulla da nascondere.

Proprio come la leadership di un’organizzazione può prendersi il merito dei suoi risultati durante i periodi buoni, durante i periodi difficili in cui sorgono perdite, fallimenti o scandali, anche il leader di un’azienda deve assumersi la responsabilità di questo, anche se non direttamente coinvolto. Ma invece Thompson e` stato un codardo, è strisciato fuori città appena prima di evitare il disastro, solo per cercare rifugio sicuro oltre oceano, ricevendo un premio di $ 5 milioni per il suo primo anno  [282] in un’altro gigante mediatico che sostiene e permette la pedofilia.

Nell’autunno del 2016, in vista dell’elezione di Trump di novembre, WikiLeaks ha pubblicato online e-mail di Podesta [283] utilizzando un linguaggio in codice comunemente usato dai pedofili secondo la documentazione dell’FBI che si riferisce al sesso con i bambini, [284] incriminando anche i fratelli Podesta come anche i Clinton e Obama. [285] Ovviamente, come precedenti passeggeri del Lolita Express, Bill e Hillary erano già stati denunciati come pedofili con prove incontrovertibilmente incriminanti secondo quanto riferito in possesso del NYPD, archiviate nel laptop confiscato del compagno pedofilo condannato Weiner. [286]

Il New York Times di Thompson, insieme a tutti e quattro gli altri conglomerati mediatici di proprietà di oligarchi (erano 50 nel 1983 [287] ), che pompavano oltre il 90% della propaganda giornalistica, balzò freneticamente in difesa immediata di un proprietario di una pizzeria, in qualche modo classificato al 49 ° posto. su GQ delle persone piu` influenti. [288] Quindi, quando MSM ha chiamato il sempre più rumoroso ronzio di Internet che esponeva effettivamente l’anello di pedofilia Pizzagate a Washington [289] su Reddit (presto chiuso) “fake news”, [290] sostenendo che stava incitando alla violenza, [291]è diventata la scusa perfetta per stringere la cinghia sul 1 ° Emendamento creando una lista nera di notizie “false” in modo che MSM diventasse l’unica fonte di news affidabile. [292] Ogni regime totalitario nella storia consente solo la propaganda gestita dallo stato (come l’era dei gulag sovietici o forse la BBC oggi). Benvenuti nell’incubo orwelliano di oggi.

Ricorda che nel mondo luciferino, più inganni e malvagità si commettono, più si viene ricompensati dai poteri terreni che non dovrebbero essere. [293]

L’élite al potere che controlla questo pianeta è in gran parte composta da pedofili e facilitatori della pedofilia. Seguendo i soldi capiamo perché le tasche più profonde del mondo sono invariabilmente legate a così tante guerre, traffico di armi, droga, organi umani, bambini e trilioni di denaro riciclato. Famiglie di stirpe illuminata come i Rothschild sono notoriamente profondamente coinvolte in tutte queste attività criminali sordide.

Ti presento l’unico direttore non esecutivo del nuovo consiglio di amministrazione della BBC : il presidente della Barclay Bank fino al 2012 e l’attuale capo della British Bankers Association Marcus Agius, sposato con la figlia di Edmond de Rothschild, Katherine. [294] Barclays Bank è l’azionista più importante della banca NM Rothschild e della Lazard Brothers. Agius è anche nel comitato direttivo del Gruppo Bilderberg e nel comitato consultivo della City di Londra, dove sono assicurati i soldi dei Rothschild della regina. Con la sua famiglia allargata degli Illuminati che condivide legami con i Cavalieri di Malta, il lignaggio dei Gesuiti cattolici maltesi dalla parte del padre e le radici ebraiche cabaliste materne, Marcus Agius è la presenza dei Rothschild che controlla la BBC e tutte le sue pedine come Mark Thompson. [295]

Per inciso, all’inizio del 2012, quando le crepe fatiscenti dello scandalo della BBC si stavano rapidamente diffondendo, Agius è stato sorpreso a fissare i tassi dei derivati ​​in un incidente chiamato lo scandalo del tasso fisso Libor che ha portato alle sue dimissioni dalla Barclays. [296] L’ ipocrita BBC pubblico` un titolo “Libor Scandal: Can we ever Trust Bankers Again?” mentre ancora oggi la figura centrale dello scandalo rimane ancora in carica come direttore non esecutivo permanente “affidabile” nel consiglio di amministrazione della BBC . [297]L’articolo in realtà cita Agius che violò avidamente la legge ma non fu mai arrestato. Eppure, a sentire lui, era lui la vittima … incredibile:

Stavo male allo stomaco perché mi sono reso conto di quanto fosse spaventosa la situazione e ho capito quali gravi implicazioni avrebbe avuto per la banca [298] .

Una domanda più appropriata è: possiamo mai fidarci di nuovo di Agius o della BBC , perché sulla base delle loro storie, la risposta per entrambi sarebbe un no definitivo Dopotutto, non rappresentano solo la cabala, sono la cabala.

Parlando di inaffidabili e anche non perseguitati, insieme ad Agius, Jamie Dimon di JP Morgan-Citibank è stato anche tra i più grandi criminali nello scandalo Libor, ma ha pagato una multa di 13 miliardi di dollari per far terminare la sua indagine criminale. [299] In qualità di amico affiatato sia di Obama che di Rahm Emanuel, Rahm ha fissato il salvataggio di 16 miliardi di dollari di JP Morgan a spese dei contribuenti durante la crisi della bolla immobiliare di Wall Street del 2008. Complimenti ad Agius e al “consulente” di Barclays Jeb Bush, Lehman Brothers è stata rilevata dalla Barclays Bank assistita da altri 8,5 milioni di dollari di tasse statunitensi che hanno riempito le casse di Barclays. [300] Ovviamente, proprio come il piano di salvataggio di quasi 29 miliardi di dollari degli americani, il governo del Regno Unito ha fatto sì che i contribuenti britannici uscissero l’incredibile cifra di 850 miliardi di sterline nel suo salvataggio bancario. [301]

Vedi dove sta andando tutto questo? Con totale impunità, una cricca intera predatrice riesce a banchettare sia letteralmente che finanziariamente con la linfa vitale dell’umanità e dei loro figli. E va da sé che Mark Thompson e Marcus Agius, come due potenti agenti della cabala che servono i loro maestri della linea di sangue, sono molto uniti l’uno con l’altro, non solo condividono nomi simili e mogli ebree di spicco, ma entrambi sono anche cattolici formati dai gesuiti. [302] Vedi perché la cabala ha salvato il culo di Thompson dalla tempesta di merda della BBC ?

Il marciume della BBC al vertice è solo continuato con il presidente del Trust Lord Chris Patten dal 2011 al 2014. L’ex parlamentare conservatore e ministro del gabinetto Thatcher saturo di pedofilia ha gettato sotto l’autobus i suoi line manager della BBC , descrivendo il loro comportamento durante la crisi di Savile come “sciocco”, sostenendo che lo hanno ingannato, assolvendosi così strategicamente dall’assunzione di qualsiasi responsabilità nonostante è presidente del Trust da maggio 2011, sei mesi prima della morte di Savile e ben 16 mesi prima del fallout di Savile. [303]

Il rapporto Pollard costato 3 milioni di dollari dei contribuenti ha indagato i motivi per cui il segmento di Newsnight che denunciava Savile subito dopo la sua morte è stato ritirato dalla direzione della BBC dalla sua messa in onda nel dicembre 2011 a favore di un paio di tributi di Savile già programmati. [304] Ma il rapporto Pollard è stato anche un rifiuto di capire chi ha effettivamente staccato la spina fingendo che fosse per ragioni editoriali fasulle quando chiaramente non lo era. Invece di rivelare la verità, il rapporto Pollard concludeva che la decisione di non pubblicare la storia era stata presa “in buona fede” e che nessuna prova indicava che la direzione della BBC avesse tentato di sopprimere la storia. [305]

Ma in una conversazione telefonica registrata di nascosto con l’ex dirigente di Sky News Nick Pollard che ha guidato l’inchiesta, il giornalista Miles Goslett è stato informato da Pollard che aveva omesso di proposito le prove nel suo rapporto per proteggere Mark Thompson. [306] Ciò che Pollard ha opportunamente tralasciato è stata la pistola fumante, che la direttrice della BBC Helen Boaden in una conversazione telefonica con Thompson nel dicembre 2011, 10 mesi interi prima delle dimissioni di Thompson dalla BBC , ha esplicitamente informato il direttore generale che l’articolo di Newsnight esponeva gliabusi sessuali su minori di Savile. Pertanto, al fine di proteggere il pedo-abilitatore Thompson, il rapporto Pollard ha omesso la conferma che il ragazzo d’oro continuava a mentire per sfuggire alla punizione per assicurarsi il suo status di CEO presso il New York Times , altre prove che il pedo-club VIP protegge se stesso.

Quando il presidente del Trust Lord Chris Patten è stato informato da Pollard che aveva escluso la pistola fumante contro Thompson dal suo rapporto, Patten ha proceduto a respingerlo, coprendo e persino ingannando il Parlamento, proteggendo ancora Thompson e la copertura della BBC. [307] Quindi i contribuenti hanno pagato 3 milioni di sterline perche` sia Patten che Pollard nascondessero entrambe le prove incriminanti contro Thompson e la BBC . Come ha detto Miles Goslett:

Se la BBC fosse stata un’organizzazione onesta, a questo punto avrebbe almeno insistito affinché il rapporto Pollard venisse modificato di conseguenza. Fino a quando non lo fa, l’insabbiamento continua. [308]

Con entrambi i due principali leader del cover-up della BBC – Mark Thompson e Lord Patten – rimasti indenni dal guidare il più grande scandalo nella storia della BBC , il direttore generale nominato da Patten e il successore di Thompson, George Entwistle è stato costretto a dimettersi dopo soli 54 giorni, anche se il fallito prescelto e stato grossolanamente sovracompensato con un pacchetto di licenziamento gonfiato il doppio dell'importo specificato nel suo contratto a oltre £ 450.000. [309] Usare il denaro dei contribuenti per arricchire generosamente l'alta dirigenza in uscita con doni d'addio eccessivamente generosi quando la BBC e` in crisi e vittima di tagli ingenti riflette gli anni di immutata cultura dell’avidità della società. Durante i suoi 8 anni di mandato come direttore generale, l’elitario Mark Thompson ha notoriamente dimostrato un totale disprezzo per i contribuenti britannici, minando ancora una volta seriamente la fiducia del pubblico. [310]

Mentre il sito web della BBC Trust di Patten ha promesso apertura e trasparenza, gli osceni pacchetti di licenziamento sono stati sepolti in bugie e segretezza così come la creazione di una nuova posizione mai pubblicizzata. [311]

Dopo la grave cattiva gestione della crisi di Savile da parte di Mark Thompson e Lord Patten, il governo britannico ha costretto la BBC ad apportare alcuni cambiamenti fondamentali nella sua struttura di governo. [312] Dopo che Patten si è dimesso per presunti motivi di salute nel 2014, il primo ministro Cameron ha portato la prima donna della BBC a presiedere il Trust, Rona Fairhead, uno stratagemma palese per allontanare la BBC dal suo passato scandaloso, dominato dagli uomini e sessista. [313] Sebbene Cameron si aspettasse che Fairhead dirigesse il Trust nei prossimi quattro anni fino al 2018 durante la sua ristrutturazione in un consiglio unitario che ha assunto il potere nell’aprile 2017, nel settembre 2016 il nuovo primo ministro Theresa May ha cacciato la sua collega di successo femminile precocemente, selezionando il vice governatore della Banca d’Inghilterra Sir David Clementi nel gennaio 2017 per governare il nuovo consiglio unitario. [314] Come ha detto il parlamentare Tom Watson, difensore degli abusi sui minori, il primo ministro May ha consegnato il lavoro proprio all’uomo che ha nominato per creare quella posizione. Puoi scommetterci con un ex della banca centrale inglese che ora supervisiona la BBC, e il genero dei Rothschild Agius, come membro del consiglio esecutivo senior, il controllo dei Rothschild sulle onde radio del governo in Gran Bretagna non è mai stato così profondamente radicato e centralizzato. [315]

In sintesi, ognuna delle dozzine di cosiddette indagini associate a ogni scandalo di pedofilia trattato in questo libro, inclusa la pletora che si è moltiplicata dalla sola eredità di Savile, non equivalgono a nient’altro che a un’altra truffa sistemica. L’infiltrazione dei cannibali della società segreta in cima a questa catena alimentare demoniaca da parte del governo, dei servizi di sicurezza, della polizia, dei giudici e dei media tradizionali che agiscono come volpi che seguono gli ordini, tutte a guardia del loro pollaio satanico non mancano mai di ostacolare sempre la giustizia, chiudere le indagini della polizia, perdere prove incriminanti e altro nascondendo la verità.

Il prossimo capitolo svela come la BBC , l’establishment britannico e il loro fantoccio Savile si siano spinti fino ai limiti del criminale per garantire che la rete di pedofilia della cabala eviti la piena esposizione ignorando o diffamando storicamente vittime, informatori e giornalisti e, se necessario, mettendo a tacere le minacce percepite con numerosi suicidi inscenati, “incidenti” bizzarramente sospetti e assassini sia nascosti che palese di più di una dozzina di dipendenti della BBC che probabilmente hanno pagato il prezzo di sapere troppe cose.

[1] “Legends and History of Halloween,” floramex.comhttp://www.floramex.com/lihallow.htm.

[2] Dan Davies, “The making of a Monster: Can Sordid Sexual Depravity run in a Family? In this Ground-Breaking Analysis, the Writer who has spent ten years Probing the Dark Twisted Mind of Jimmy Savile reveals the Most Deeply Disturbing Truths of all…,” Daily Mail, July 5, 2014, http://www.dailymail.co.uk/news/article-2681719/The-making-monster-Can-sordid-sexual-depravity-run-family-In-ground-breaking-analysis-writer-spent-ten-years-probing-dark-twisted-mind-Jimmy-Savile-reveals-deeply-disturbing-truths-all.html.

[3] Dan Davies, http://www.dailymail.co.uk/news/article-2681719/The-making-monster-Can-sordid-sexual-depravity-run-family-In-ground-breaking-analysis-writer-spent-ten-years-probing-dark-twisted-mind-Jimmy-Savile-reveals-deeply-disturbing-truths-all.html.

[4] “Sir Jimmy Savile,” The Telegraph, October 29, 2011, https://www.telegraph.co.uk/news/obituaries/8857428/Sir-Jimmy-Savile.html.

[5] “Sir Jimmy Savile,” https://www.telegraph.co.uk/news/obituaries/8857428/Sir-Jimmy-Savile.html.

[6] “Sir Jimmy backs Saint Calls,” BBC, July 11, 2003, http://news.bbc.co.uk/2/hi/uk_news/scotland/3060395.stm.

[7] “Sir Jimmy Savile,” https://www.telegraph.co.uk/news/obituaries/8857428/Sir-Jimmy-Savile.html.

[8] “DJ and TV Presenter Jimmy Savile Dies, Age 84,” BBC, October 29, 2011, https://www.bbc.co.uk/news/entertainment-arts-15507374.

[9] Louis Theroux, “Louis Theroux: Looking back on Jimmy Savile,” BBC, October 1, 2016, https://www.bbc.com/news/magazine-37517619.

[10] “Jimmy Savile Abuse: Number of Alleged Victims Reaches 450,” BBC, December 12, 2012, https://www.bbc.com/news/uk-20697738.

[11] “Savile was Devoted to his Mother the Duchess,” The Times, October 19, 2012, https://www.thetimes.co.uk/article/savile-was-devoted-to-his-mother-the-duchess-9fxllmg7ntp.

[12] Patrick Hill, “Paedophile Jimmy Savile believed his Mother ‘never Trusted him’ and expected he’d be Jailed,” Mirror, February 6, 2016, https://www.mirror.co.uk/news/uk-news/paedophile-jimmy-savile-believed-mother-7277712.

[13] Patrick Hill, https://www.mirror.co.uk/news/uk-news/paedophile-jimmy-savile-believed-mother-7277712.

[14] Patrick Hill, https://www.mirror.co.uk/news/uk-news/paedophile-jimmy-savile-believed-mother-7277712.

[15] Dan Davies, http://www.dailymail.co.uk/news/article-2681719/The-making-monster-Can-sordid-sexual-depravity-run-family-In-ground-breaking-analysis-writer-spent-ten-years-probing-dark-twisted-mind-Jimmy-Savile-reveals-deeply-disturbing-truths-all.html.

[16] Anorak, “David Beckham, Jimmy Savile, Ronnie Irani, Maggie Thatcher and Jeffrey Archer: The Five Biggest Charity Boasters,” Flashback, February 7, 2013, https://flashbak.com/david-beckham-jimmy-savile-ronnie-irani-maggie-thatcher-and-jeffrey-archer-the-five-biggest-charity-boasters-13459/.

[17] Paul Jeeves, “Ow’s about that! Sir Jimmy Savile Raised £45m for Charity and left another £5m in his Will,” Express, December 16, 2011, https://www.express.co.uk/celebrity-news/290206/Ow-s-about-that-Sir-Jimmy-Savile-raised-45m-for-charity-and-left-another-5m-in-his-will.

[18] Tom Pettifor, “’He Groomed the Nation’: Jimmy Savile was UK’s Most Prolific Paedophile, Police Report Reveals,” Mirror, January 11, 2013, https://www.mirror.co.uk/news/uk-news/jimmy-savile-uks-most-prolific-1529071.

[19] “Exploring the Case for Mandatory Reporting: A Summary of a Roundtable Hosted by the NSPCC,” nspcc.org, July 2014, https://www.nspcc.org.uk/globalassets/documents/in…

[20] Antonia Malloy, “Jimmy Savile Abused ‘at least 500 Victims,’” Independent, June 2, 2014, https://www.independent.co.uk/news/uk/crime/jimmy-savile-abused-at-least-500-victims-9470888.html.

[21] Daniel Boffey, “Revealed: How Jimmy Savile Abused up to 1,000 Victims on BBC Premises,” The Guardian, January 18, 2014, https://www.theguardian.com/media/2014/jan/18/jimmy-savile-abused-1000-victims-bbc.

[22] Chris Greenwood and Martin Robinson, “Jimmy Savile got Rape Victim, 16, Pregnant and told her to Threaten Suicide if she was Denied an Abortion,” Daily Mail, June 26, 2014, http://www.dailymail.co.uk/news/article-2670444/Jimmy-Savile-abused-corpses-boasted-jewellery-glass-eyes-NHS-report-reveals-shocking-new-details-paedophiles-crimes.html.

[23] Gordon Rayner and Stephen Swinford, “Jimmy Savile spent ‘every Waking Minute’ Thinking about Abusing Boys and Girls,” The Telegraph, January 11, 2013, https://www.telegraph.co.uk/news/uknews/crime/jimmy-savile/9795252/Jimmy-Savile-spent-every-waking-minute-thinking-about-abusing-boys-and-girls.html.

[24] Robert Mendick, “Jimmy Savile: Police Officers Repeatedly Failed Sex Victims,” The Telegraph, October 13, 2012, https://www.telegraph.co.uk/news/uknews/crime/jimmy-savile/9606494/Jimmy-Savile-police-officers-repeatedly-failed-sex-victims.html.

[25] Jamie Grierson, “Atmosphere of Fear still exists at BBC, Savile Abuse Report Concludes,” The Guardian, February 25, 2016, https://www.theguardian.com/uk-news/2016/feb/25/jimmy-savile-abuse-bbc-culture-damned.

[26] David Collins, “Cop who Caught Jimmy Savile with a girl was told to ‘Clear off, she turns 16 at Midnight,’” Mirror, October 17, 2013, https://www.mirror.co.uk/news/uk-news/audio-jimmy-savile-told-police-2460910.

[27] David Collins, https://www.mirror.co.uk/news/uk-news/audio-jimmy-savile-told-police-2460910.

[28] Jimmy Savile, Love Is an Uphill Battle (London: Hodder & Stoughton, 1978), https://www.amazon.co.uk/Love-Uphill-Thing-Coronet-Books/dp/0340199253.

[29] James Moncur, “Jimmy Savile’s Autobiography Shock as Pages Reveal Orgies, Naked Groupies and Furious Parents,” Daily Record, October 4, 2012, https://www.dailyrecord.co.uk/news/uk-world-news/jimmy-saviles-autobiography-shock-as-pages-1359536.

[30] James Moncur, https://www.dailyrecord.co.uk/news/uk-world-news/jimmy-saviles-autobiography-shock-as-pages-1359536.

[31] Robert Mendick, https://www.telegraph.co.uk/news/uknews/crime/jimmy-savile/9606494/Jimmy-Savile-police-officers-repeatedly-failed-sex-victims.html.

[32] Joseph Curtis and Josh White, “’World Famous’ Singer Seduced Savile Victim, 15, at Centre of Tony Blackburn Sacking Scandal, says her Friend who Vows she’ll name him,” Daily Mail, February 28, 2016, http://www.dailymail.co.uk/news/article-3467609/World-famous-singer-seduced-Savile-victim-15-centre-Tony-Blackburn-sacking-scandal-says-friend-vows-ll-him.html.

[33] Joseph Curtis and Josh White, http://www.dailymail.co.uk/news/article-3467609/World-famous-singer-seduced-Savile-victim-15-centre-Tony-Blackburn-sacking-scandal-says-friend-vows-ll-him.html.

[34] Joseph Curtis and Josh White, http://www.dailymail.co.uk/news/article-3467609/World-famous-singer-seduced-Savile-victim-15-centre-Tony-Blackburn-sacking-scandal-says-friend-vows-ll-him.html.

[35] “BBC Missed Multiple Opportunities to Stop Savile Abuse – Report,” RT, February 25, 2016, https://www.rt.com/uk/333571-bbc-jimmy-savile-report/.

[36] Cole Moreton, “Top of the Pops: How BBC Show was a Breeding Ground for Sexual Abusers including Jimmy Savile,” Independent, February 27, 2016, https://www.independent.co.uk/news/uk/crime/top-of-the-pops-how-bbc-show-was-a-breeding-ground-for-sexual-abusers-including-jimmy-savile-a6900816.html.

[37] Paul Bracchi and Sam Greenhill, “A 15-year-old who Killed herself after leaving a Diary naming DJs as Abusers. Disturbing Questions about John Peel. So how many stars were involved?” Daily Mail, October 5, 2012, http://www.dailymail.co.uk/news/article-2213621/Claire-McAlpine-A-15-year-old-killed-leaving-diary-naming-DJs-abusers-Disturbing-questions-John-Peel-So-starts-WERE-involved.html.

[38] Daniel Boffey, “Revealed: How Jimmy Savile Abused up to 1,000 Victims on BBC Premises,” The Guardian/The Observer, January 18, 2014, https://www.theguardian.com/media/2014/jan/18/jimmy-savile-abused-1000-victims-bbc.

[39] Liam-Michael Roberts, “Jimmy Savile and British Establishment’s Paedophile Ring,” conspiracytruths.co.ukhttp://www.conspiracytruths.co.uk/jimmysavilebbcpaedophile.html.

[40] Cole Moreton, https://www.independent.co.uk/news/uk/crime/top-of-the-pops-how-bbc-show-was-a-breeding-ground-for-sexual-abusers-including-jimmy-savile-a6900816.html.

[xli] “Jimmy Savile Pictured on day of his last Attack,” NZ Herald/Daily Mail, February 26, 2016, https://www.nzherald.co.nz/entertainment/news/article.cfm?c_id=1501119&objectid=11595685.

[42] Linda Das, “’The BBC Blacklisted me over Savile’: Sex Pistol John Lydon tells what happened when he tried to Blow the Whistle on ‘Creepy’ Jimmy Savile in the 70s,” Daily Mail, May 27, 2016, http://www.dailymail.co.uk/femail/article-3612935/The-BBC-blacklisted-Savile-Sex-Pistol-John-Lydon-tells-happened-tried-blow-whistle-creepy-Jimmy-Savile-70s.html.

[43] Linda Das, http://www.dailymail.co.uk/femail/article-3612935/The-BBC-blacklisted-Savile-Sex-Pistol-John-Lydon-tells-happened-tried-blow-whistle-creepy-Jimmy-Savile-70s.html.

[44] Robert Mendick, https://www.telegraph.co.uk/news/uknews/crime/jimmy-savile/9606494/Jimmy-Savile-police-officers-repeatedly-failed-sex-victims.html.

[45] Anna Edwards, “Former Detective makes Shock Claims that Jimmy Savile was Quizzed over Yorkshire Ripper Murders,” Daily Mail, November 6, 2012, http://www.dailymail.co.uk/news/article-2228814/Jimmy-Savile-quizzed-Yorkshire-Ripper-murders.html?ICO=most_read_module.

[46] Emma Reynolds and Anna Edwards, “Detectives ‘had a Cast made of Savile’s Teeth’ to Check against Bite-Marks left on Bodies of Yorkshire Ripper Victims,” Daily Mail, November 8, 2012, http://www.dailymail.co.uk/news/article-2229786/Jimmy-Savile-Yorkshire-Ripper-Cast-DJs-teeth-check-bites-left-Peter-Sutcliffes-victims.html.

[47] “The Trial: Week One, execulink.com, May 5, 1981, http://www.execulink.com/~kbrannen/trial03.htm.

[48] Chris Greenwood and Richard Spillett, “Girls’ School Head won’t be Charged over Savile: Headmistress won’t be Prosecuted despite Claims she turned a Blind Eye to late DJ using Establishment as a ‘Paedophile Sweet Shop.’” Daily Mail, April 29, 2015, http://www.dailymail.co.uk/news/article-3060559/Jimmy-Savile-abused-23-youngsters-Duncroft-School-emotionally-disturbed-teenage-girls.html.

[49] “Jimmy Savile treated School like ‘Paedophile Sweetshop,’” The Telegraph, October 17, 2012, https://www.telegraph.co.uk/news/uknews/crime/jimmy-savile/9614091/Jimmy-Savile-treated-school-like-paedophile-sweetshop.html.

[50] David Barrett and Robert Mendick, “Did Jimmy Savile Fix his Interrogation?” The Telegraph, January 13, 2013, https://www.telegraph.co.uk/news/uknews/crime/jimmy-savile/9797464/Did-Jimmy-Savile-fix-his-interrogation.html.

[51] “Savile Interview Part 1,” scribd.com, January 10, 2009, https://www.scribd.com/document/176323524/Savile-Interview-Part-1.

[52] “Cover-up; CIA, Mossad, MI5, MI6; Savile and Jaconelli; Amsterdam Sex,” aangirfan.com, November 7, 2014, https://aanirfan.blogspot.com/2014/11/cover-up-cia-mossad-mi5-mi6-savile-and.html.

[53] Richard Kay, “How Savile Seduced the Royals: As it’s Claimed he nearly became Godfather to Harry, how the Predatory DJ Wormed his way into the very Heart of Palace Life,” Daily Mail, June 12, 2015, http://www.dailymail.co.uk/news/article-3122130/How-Savile-seduced-royals-s-claimed-nearly-godfather-Harry-predatory-DJ-wormed-way-heart-Palace-life.html.

[54] “Paedophile Pimp for the Royals,” helpfreetheearth.com, October 31, 2012, http://www.helpfreetheearth.com/news650_paedophile.html.

[55] “The Royals, Pedophilia & Murder,” SGT Report interview of Jay Myers, YouTube video, posted on July 5, 2017, https://www.youtube.com/watch?v=elMQ9_quuY8.

[56] David Icke, “The British Establishment… Pedophiles Everywhere,” bibliotacapleyades.net, January 18, 2013, https://www.bibliotecapleyades.net/biggestsecret/esp_icke108.htm.

[57] David Marsh, “How to Become a National Treasure,” The Guardian, July 26, 2013, https://www.theguardian.com/media/mind-your-language/2013/jul/26/mind-your-language-national-treasure.

[58] “Jimmy Savile Dead: Prince Charles leads Tributes to TV Legend,” Mirror, October 30, 2011, https://www.mirror.co.uk/news/uk-news/jimmy-savile-dead-prince-charles-276283.

[59] Tom McTague and Martin Robinson, “Why did NHS stay Silent on Savile? 177 Victims aged from five to 75 at 41 Hospitals after Bosses Missed TEN Chances to Stop Predatory Paedophile… and NO ONE will be held Responsible,” Daily Mail, February 26, 2015, http://www.dailymail.co.uk/news/article-2970049/Abuse-grand-scale-Jimmy-Savile-raped-sexually-assaulted-victims-aged-5-75-41-NHS-hospitals-including-60-Stoke-Mandeville-24-year-reign-abuse.html.

[60] Josh Halliday, “Jimmy Savile: Timeline of his Sexual Abuse and its Uncovering, The Guardian, June 26, 2014, https://www.theguardian.com/media/2014/jun/26/jimmy-savile-sexual-abuse-timeline.

[61] Martin Evans, “Jimmy Savile: Abuse extended to Hospice for the Terminally Ill,” The Telegraph, January 6, 2013, https://www.telegraph.co.uk/news/uknews/crime/jimmy-savile/9783638/Jimmy-Savile-Abuse-extended-to-hospice-for-the-terminally-ill.html.

[62] Sarah Knapton, “Jimmy Savile’s Youngest Victim was aged two,” The Telegraph, June 2, 2014, https://www.telegraph.co.uk/news/uknews/crime/jimmy-savile/10868480/Jimmy-Saviles-youngest-victim-was-aged-two.html.

[63] Tom Evans, “Horrific Footage of Jimmy Savile Molesting a Woman Live on TOTP,” Daily Record, January 22, 2016, https://www.dailystar.co.uk/news/latest-news/489507/Jimmy-Savile-molests-woman-Top-of-the-Pops-video.

[64] Amanda Williams and Sam Tonkin, “Revealed: Jimmy Savile Dressed as a Womble to Rape a 10-year-old Boy and Sexually Assault Girl, 12, in his Dressing Room after Filming 1973 Top of the Pops Christmas Special, Daily Mail, February 26, 2016, http://www.dailymail.co.uk/news/article-3465181/Jimmy-Savile-dressed-Womble-rape-ten-year-old-boy-sexually-assault-girl-12-dressing-room-filming-1973-Pops-Christmas-special.html.

[65] James Fielding, “Jimmy Savile was part of Satanic Ring,” Express, January 13, 2013, https://www.express.co.uk/news/uk/370439/Jimmy-Savile-was-part-of-satanic-ring.

[66] Chris Greenwood, “Fight to move Jimmy Savile’s Grave to Cemetery is Sunk by £20,000 Cost: Paedophile’s Body will Remain in his Huge Triple Plot Overlooking the Sea – and two local Schools,” Daily Mail, October 29, 2016, http://www.dailymail.co.uk/news/article-3884038/Fight-Jimmy-Savile-s-grave-cemetery-sunk-20-000-cost-Paedophile-s-body-remain-huge-triple-plot-overlooking-sea-two-local-schools.html.

[67] David Icke, “Pedophile and Child Killing,” bibliotecapleyades.org, January 17, 2013, https://www.bibliotecapleyades.net/biggestsecret/esp_icke108.htm.

[68] Paul Byrne, “Sir Jimmy Savile Leaves £5m to Charity in his Will,” Mirror, December 16, 2011, https://www.mirror.co.uk/news/uk-news/sir-jimmy-savile-leaves-5m-97007.

[69] Ekin Karasin, “Lawyers get £2.5million of Jimmy Savile’s Estate leaving just £1million for the Paedophile DJ’s Victims,” Daily Mail, July 24, 2016, http://www.dailymail.co.uk/news/article-3705498/Lawyers-2-5million-Jimmy-Savile-s-estate-leaving-just-1million-paedophile-DJ-s-victims.html.

[70] Paul Peachey, “Savile used Celebrity Status to become Britain’s most Prolific Sexual Predator, Report says,” Independent, January 12, 2013, https://www.independent.co.uk/news/uk/crime/savile-used-celebrity-status-to-become-britain-s-most-prolific-sexual-predator-report-says-8448106.html.

[71] Joachim Hagopian, “The Dumbing down of America – by Design,” Global Research, August 18, 2014, https://www.globalresearch.ca/the-dumbing-down-of-america-by-design/5395928.

[72] Rishabh Banerje, “These are the 13 Families in the World that apparently Control Everything – From Politics to Terrorism,” India Times, March 9, 2018, https://www.indiatimes.com/culture/who-we-are/these-are-the-13-families-in-the-world-that-apparently-control-everything-from-politics-to-terrorism-257642.html.

[73] Martin Robinson, “Jimmy Savile Scandal: Report Reveals he Raped 34 Women and Girls and Sexually Assaulted up to 450,” Daily Mail, January 11, 2013, http://www.dailymail.co.uk/news/article-2260589/Jimmy-Savile-scandal-Report-reveals-raped-34-women-girls-sexually-assaulted-450.html.

[74] Peter Walker, “Jimmy Savile Report: Key Findings,” The Guardian, January 11, 2013, https://www.theguardian.com/media/2013/jan/11/jimmy-savile-report-key-points.

[75] Adrenochrome – Why Child Ritual Sacrifice is Used by Hollywood, Politicians and the Elite,” Jay Myers documentary, 2018, YouTube video, 10:55, posted August 31, 2018, https://www.youtube.com/watch?v=DV8dbTYr1c8&feature=youtu.be.

[76] Paul Connew, “What Prevented me Exposing Jimmy Savile’s Crimes to the World – former Sunday Mirror Editor Paul Connew,” The Drum, February 27, 2015, https://www.thedrum.com/opinion/2015/02/27/what-prevented-me-exposing-jimmy-saviles-crimes-world-former-sunday-mirror-editor.

[77] Paul Connew, https://www.thedrum.com/opinion/2015/02/27/what-prevented-me-exposing-jimmy-saviles-crimes-world-former-sunday-mirror-editor.

[78] Alexandra Topping, “Jimmy Savile Reports Published,” The Guardian, January 11, 2013, https://www.theguardian.com/media/2013/jan/11/jimmy-savile-reports-live-blog.

[79] Abi Wilkinson, “A Child is Reported Missing in UK every 3 Minutes,” Mirror, September 24, 2014, https://www.mirror.co.uk/news/uk-news/child-reported-missing-uk-every-4315460.

[80] Gordon Rayner and Stephen Swinford, https://www.telegraph.co.uk/news/uknews/crime/jimmy-savile/9795252/Jimmy-Savile-spent-every-waking-minute-thinking-about-abusing-boys-and-girls.html.

[81] Gary G. Kohls, “The Assassination of JFK, the ‘Lone Gunman’ Mythology and the CIA’s Weaponizing of ‘Conspiracy Theories,’” Global Research, November 4, 2017, https://www.globalresearch.ca/the-assassination-of-jfk-the-lone-gunman-mythology-and-the-cias-weaponizing-of-conspiracy-theories/5616466.

[82] Martin Robinson, Emma Glanfield, Katherine Rushton, Claire Elliott and Tom Kelly, “BBC’s £10m Whitewash of Savile Scandal: Report ‘Clears’ TV Chiefs who were Warned about Years of Sick Abuse,” Daily Mail, January 20, 2016, http://www.dailymail.co.uk/news/article-3409119/BBC-hiding-paedophile-Official-Jimmy-Savile-report-warns-whistleblowing-WORSE-pervert-DJ-raped-abused-children-virtually-BBC-building.html.

[83] Dame Janet Smith, “An Independent Review into the BBC’s Culture and Practices during the Jimmy Savile and Stuart Hall Years,” The Dame Janet Smith Review, February 25, 2016, THE DAME JANET SMITH REVIEW REPORT

[84] Roy Greenslade, “National Press Rounds on the BBC, calling Savile Report a Whitewash,” The Guardian, February 26, 2016, https://www.theguardian.com/media/greenslade/2016/feb/26/national-press-rounds-on-the-bbc-calling-savile-report-a-whitewash.

[85] Martin Evans, “Jimmy Savile Scandal: Anger as no one is Blamed for allowing Abuse in Hospitals,” The Telegraph, February 26, 2015, https://www.telegraph.co.uk/news/uknews/crime/jimmy-savile/11438450/Jimmy-Savile-scandal-Anger-as-no-one-is-blamed-for-allowing-abuse-in-hospitals.html.

[86] Josh Halliday and Sandra Laville, “Jimmy Savile Abused 60 People at Stoke Mandeville Hospital, Inquiry finds,” The Guardian, February 26, 2015, https://www.theguardian.com/media/2015/feb/26/jimmy-savile-abuse-stoke-mandeville-hospital-inquiry.

[87] Caroline Davies, “Jimmy Savile’s Victims were Aged Five to 75 at Leeds hospital, Inquiry finds, The Guardian, June 26, 2014, https://www.theguardian.com/media/2014/jun/26/jimmy-savile-victims-leeds-general-infirmary-investigators.

[88] Alexandra Topping, “Jimmy Savile Reports Published,” The Guardian, January 11, 2013, https://www.theguardian.com/media/2013/jan/11/jimmy-savile-reports-live-blog#block-50eff231b57943e43da8f6fb.

[89] Lizzie Dearden, “British Institutions ‘Prioritise Reputation of Political Leaders over Children’, Warns Child Sex Abuse Inquiry, Independent, April 25, 2018, https://www.independent.co.uk/news/uk/home-news/uk-child-sex-inquiry-british-institutions-staff-protect-political-leaders-jimmy-savile-church-a8321416.html.

[90] Corinne Purtill, “The Child Sex Abuse Scandals Engulfing Britain,” PRI/Global Post, August 4, 2015, https://www.pri.org/stories/2015-03-16/child-sex-abuse-scandals-engulfing-britain.

[91] Chris Brooke, “Uncle Jimmy took me to his Sick Parties: Nephew tells how his Childhood was Stolen at 13,” Daily Mail, October 5, 2012, http://www.dailymail.co.uk/news/article-2213636/Uncle-Jimmy-took-sick-parties-Nephew-tells-childhood-stolen-13.html.

[92] Chris Brooke, http://www.dailymail.co.uk/news/article-2213636/Uncle-Jimmy-took-sick-parties-Nephew-tells-childhood-stolen-13.html.

[93] “The Children’s Homes Organized Pedophile Rings,” The UK and Ireland Databasehttps://theukdatabase.com/uk-child-abusers-named-and-shamed/childhood-abuses/uk-childrens-homes-crisis/the-children-homes-organized-paedophiles-rings/.

[94] Simon Edge, “How Jim really did Fix it,” Express, May 8, 2008, https://www.express.co.uk/expressyourself/43798/How-Jim-really-did-fix-it.

[95] “Paedophile Pimp for the Royals,” helpfreetheearth.com, October 31, 2012, http://www.helpfreetheearth.com/news650_paedophile.html.

[96] “Jimmy Savile Linked to North Wales Child Abuse Scandal,” The Telegraph, November 7, 2012, https://www.telegraph.co.uk/news/uknews/crime/jimmy-savile/9660546/Jimmy-Savile-linked-to-North-Wales-child-abuse-scandal.html.

[97] Leslie-Ann McKeown, MI5 ‘used Sexual Abuse of Children at Kincora to Blackmail the Politician Paedophiles,” Independent, May 31, 2016, https://www.independent.co.uk/news/uk/kincora-boys-home-historic-abuse-inquiry-to-examine-abuse-claims-a7057116.html.

[98] CIA, Mossad, MI5 and Kincora Boys Home,” aangirfan.com, July 8, 2014, http://aanirfan.blogspot.com/2014/07/cia-mossad-mi5-and-kincora-boys-home.html.

[99] Jerry Lawton, “’Care Home Paedophiles were Masons,” Daily Star, November 2, 2012, https://www.dailystar.co.uk/news/latest-news/281072/Care-home-paedophiles-were-masons.

[100] Eileen Fairweather, “Jimmy Savile Sex Abuse: ‘Islington is still Covering up,’” The Telegraph, April 6, 2014, https://www.telegraph.co.uk/news/uknews/crime/jimmy-savile/10746412/Jimmy-Savile-sex-abuse-Islington-is-still-covering-up.html.

[101] Kufara Gwenzi, “The Oppenheimer Dynasty,”kufaragwenzi.blogspot.com, March 21, 2008, https://kufaragwenzi.blogspot.com/2008/03/part-4-form-and-structure-of-caucasian.html.

[102] Eileen Fairweather, https://www.telegraph.co.uk/news/uknews/crime/jimmy-savile/10746412/Jimmy-Savile-sex-abuse-Islington-is-still-covering-up.html.

[103] “Blair Protected Savile,” tapnewswire.com, October 24, 2012, http://tapnewswire.com/2012/10/blair-protected-savile/.

[104] “Quotes” from “When Louis Met… Jimmy,” 2000 TV Special documentary, IMDbhttps://www.imdb.com/title/tt0304938/quotes.

[105] Louis Theroux, https://www.bbc.com/news/magazine-37517619.

[106] Matthew Drake, “Man tells of Agony at the Hands of BBC Paedo Ring involving DJ Alan Freeman and Evil Pal Jimmy Savile,” Mirror, September 22, 2013, https://www.mirror.co.uk/news/uk-news/man-tells-agony-hands-bbc-2292125.

[107] Matthew Drake, https://www.mirror.co.uk/news/uk-news/man-tells-agony-hands-bbc-2292125.

[108] Roderick Russell, “Jimmy Savile – Pedophile, Friend of Royalty – and the Cover-up to Pervert Justice,” Daily Kos, October 18, 2012, https://www.dailykos.com/stories/2012/10/17/1146091/-Jimmy-Savile-Pedophile-Friend-of-Royalty-and-the-Cover-up-to-Pervert-Justice.

[109] “Savile the Spy,” aangirfan.com, October 18, 2012, http://aangirfan.blogspot.com/2012/10/savile-spy.html.

[110] “Yuri Geller and Mossad-CIA Mind Control, Obama, Michael Jackson, Savile, Elvis,” aangirfan.com, June 14, 2013, http://aangirfan.blogspot.com/2013/06/yuri-geller-and-mossad-cia-mind-control.html.

[111] Mark Lawson, “Exposure: The Other Side of Jimmy Savile – Review,” The Guardian, October 4, 2012, https://www.theguardian.com/media/2012/oct/04/jimmy-savile-television.

[112] Martin Evans, “Operation Yewtree: The Successes and Failures,” The Telegraph, February 5, 2015, https://www.telegraph.co.uk/news/uknews/crime/11393099/Operation-Yewtree-The-successes-and-failures.html.

[113] Sam Greenhill, “Gary Glitter Released on Bail after Ten Hours of Questioning as Savile Probe Police Prepare to Swoop on more Celebrities,” Daily Mail, October 28, 2012, http://www.dailymail.co.uk/news/article-2224233/Jimmy-Savile-scandal-Gary-Glitter-arrested-whos-next.html.

[114] Hugh Davies, “Cambodia Throw out Gary Glitter,” The Telegraph, January 8, 2003, https://www.telegraph.co.uk/news/worldnews/asia/cambodia/1418206/Cambodia-throws-out-Gary-Glitter.html.

[115] Sam Greenhill and Claire Ellicott, “Gary Glitter ‘raped girl, 13, in Savile’s BBC dressing room’… as Jimmy and a third star ‘abused two 14-year-olds,’” Daily Mail, October 3, 2012, http://www.dailymail.co.uk/news/article-2212445/Jimmy-Savile-documentary-Gary-Glitter-raped-girl-13-stars-BBC-dressing-room.html.

[116] Rebecca Camber, Inderdeep Bains and Chris Greenwood, “Glitter will Die behind Bars: Final Shaming of Glam Rocker Found Guilty of Sex with 12-year-old Girl,” Daily Mail, February 6, 2015, http://www.dailymail.co.uk/news/article-2942017/Glitter-die-bars-Final-shaming-glam-rocker-guilty-sex-12-year-old-girl.html.

[117] Adrian Shaw, “Gary Glitter ‘Crept into Bed and tried to Rape Girl, Eight’, Court told,” Mirror, January 19, 2015, https://www.mirror.co.uk/news/uk-news/gary-glitter-crept-bed-tried-5006657.

[118] Justine Ackroyd, “I Was Eight when Gary Glitter Abused me. I’ve carried his Shame for 24 Years, but I’m not Prepared to any longer,” Mail on Sunday/highbeam.com, November 14, 1999, https://www.highbeam.com/doc/1G1-109711874.html.

[119] John Hall, “Sir Jimmy Savile Defended Paedophile Pop Star Gary Glitter saying ‘he did nothing Wrong’ and calling Child Porn just ‘Dodgy Films,’” Independent, October 1, 2012, https://www.independent.co.uk/news/people/news/sir-jimmy-savile-defended-paedophile-pop-star-gary-glitter-saying-he-did-nothing-wrong-and-calling-8192715.html.

[120] “Operation Yewtree: Freddie Starr held over new Sex Abuse Claims,” BBC, February 12, 2014, https://www.bbc.com/news/uk-26157647.

[121] “Freddie Starr Loses Libel case against Groping Accuser Karin Ward,” The Telegraph, July 10, 2015, https://www.telegraph.co.uk/news/uknews/law-and-order/11730666/Freddie-Starr-loses-libel-case-against-groping-accuser-Karin-Ward.html.

[122] Ian Burrell, “Revealed: Newsnight Emails that Accuse BBC of Jimmy Savile Cover-up,” Independent, October 20, 2012, https://www.independent.co.uk/news/uk/crime/revealed-newsnight-emails-that-accuse-bbc-of-jimmy-savile-cover-up-8218971.html.

[123] Eileen Fairweather, “Jimmy Savile: ‘He was the Tip of the Iceberg,’” The Telegraph, October 19, 2012, https://www.telegraph.co.uk/news/uknews/crime/jimmy-savile/9620223/Jimmy-Savile-He-was-the-tip-of-the-iceberg.html.

[124] Josh Halliday, “Freddie Starr will not be Prosecuted over Sex Offence Allegations, says CPS,” The Guardian, May 6, 2014, https://www.theguardian.com/uk-news/2014/may/06/freddie-starr-not-prosecuted-sex-offence-allegations.

[125] Frank Furedi, “Yewtree: More Propaganda than Police Investigation,” Spiked, February 19, 2014, http://www.spiked-online.com/newsite/article/Yewtree_more_propaganda_than_police_investigation/14686.

[126] “Freddie Starr Loses Libel case against Groping Accuser Karin Ward,” https://www.telegraph.co.uk/news/uknews/law-and-order/11730666/Freddie-Starr-loses-libel-case-against-groping-accuser-Karin-Ward.html.

[127] “Freddie Starr Filmed Singing Elvis Presley during Karaoke Session at a Bar in the Costa del Sol,” Mirror, November 24, 2016, https://www.mirror.co.uk/3am/celebrity-news/freddie-starr-filmed-singing-elvis-9322995.

[128] Ryan Kisiel, “Disgraced Comedian Freddie Starr Resorts to Performing Clumsy Elvis Presley Karaoke for a Handful of Punters close to Costa del Sol Home,” The Sun, November 24, 2016, https://www.thesun.co.uk/tvandshowbiz/2250509/disgraced-comedian-freddie-starr-resorts-to-performing-clumsy-elvis-presley-karaoke-for-a-handful-of-punters-near-costa-del-sol-home/.

[129] Iman Khan, “Stop Romanticizing Elvis Presley and start Acknowledging him for what he was,” Affinity Magazine, August 21, 2017, http://culture.affinitymagazine.us/stop-romanticising-elvis-presley-and-start-acknowledging-him-for-what-he-was/.

[130] Ginny Dougary, “I’ve led a very Wicked Life: Wilfred De’Ath, BBC Producer, Thief and Vagrant on going from Riches to Rags,” Evening Standard, April 3, 2013, https://www.standard.co.uk/lifestyle/london-life/ive-led-a-very-wicked-life-wilfred-death-bbc-producer-thief-and-vagrant-on-going-from-riches-to-rags-8558009.html.

[131] “Exposure – The Other Side of Jimmy Savile,” ITV, October 3, 2012, https://www.dailymotion.com/video/xv03is.

[132] “Wilfred De’Ath,” The Oldiehttps://www.theoldie.co.uk/about-us/contributors/wilfred-death.

[133] Cole Moreton, “Jimmy Savile, the Big Fixer,” The Telegraph, October 30, 2011, https://www.telegraph.co.uk/culture/music/rockandpopmusic/8857759/Jimmy-Savile-the-big-fixer.html.

[134] Chris Greenwood and Tom Kelly, “Dave Lee Travis Arrested over Allegations of Sexual Abuse as Jimmy Savile Probe Widens,” Daily Mail, November 15, 2012, http://www.dailymail.co.uk/news/article-2233293/Dave-Lee-Travis-arrested-allegations-sexual-abuse-Jimmy-Savile-probe-widens.html.

[135] Josh Halliday, “Dave Lee Travis Cleared of String of Indecent Assaults,” The Guardian, February 13, 2014, https://www.theguardian.com/uk-news/2014/feb/13/dave-lee-travis-not-guilty-indecent-assault.

[136] Mark Tran, “Dave Lee Travis found Guilty of Indecent Assault,” The Guardian, September 23, 2014, https://www.theguardian.com/uk-news/2014/sep/23/dave-lee-travis-guilty-indecent-assault.

[137] Tom Pettifor, “DJ Dave Lee Travis Fails in Bid to have his Sex Attack Conviction Thrown out,” Mirror, December 8, 2015, https://www.mirror.co.uk/news/uk-news/dj-dave-lee-travis-fails-6977526.

[138] “Dave Lee Travis ‘Squeezed my Breasts’ Alleges TV Personality in Former DJ’s Trial, Huffington Post, September 9, 2014, https://www.huffingtonpost.co.uk/2014/09/09/dave-lee-travis-sexual-assault-trial_n_5789462.html.

[139] Sarah Ryan, “Lucy Porter – Northern Soul,” Nerve, October 24, 2013, http://www.catalystmedia.org.uk/archive/reviews/lucy_porter.php.

[140] Patrick Hill and Alex Belfield, “Dave Lee Travis making Shock Radio Comeback – Four Years after Operation Yewtree Conviction,” Mirror, January 27, 2018, https://www.mirror.co.uk/3am/celebrity-news/dave-lee-travis-making-shock-11924525.

[141] Patrick Hill and Alex Belfield, https://www.mirror.co.uk/3am/celebrity-news/dave-lee-travis-making-shock-11924525.

[142] Rosa Silverman, “Royals and Thatcher to Blame for Jimmy Savile Scandal, says Noel Edmonds,” The Telegraph, November 16, 2014, https://www.telegraph.co.uk/news/uknews/crime/jimmy-savile/11234069/Royals-and-Thatcher-to-blame-for-Jimmy-Savile-scandal-says-Noel-Edmonds.html.

[143] Richard Spillett, “BBC Radio One DJ Chris Denning is Jailed for 13 Years for Sex Attacks on Children as Young as Eight as it is Revealed he took a 14-Year-old to Meet Gary Glitter,” Daily Mail, October 7, 2016, http://www.dailymail.co.uk/news/article-3826806/Paedophile-DJ-Chris-Denning-offered-child-BBC-presenter.html.

[144] “Former DJ Chris Denning Jailed for 13 years over Sexual Abuse of 24 Boys,” The Guardian, December 16, 2014, https://www.theguardian.com/uk-news/2014/dec/16/former-dj-chris-denning-jailed-sexual-assault-24-boys.

[145] Abe Hawken, “Paedophile Rolf Harris is seen for the first time since his Release Wearing Paint Spattered Trousers outside a Police Station,” Daily Mail, June 18, 2017, http://www.dailymail.co.uk/news/article-4615556/Paedophile-Rolf-Harris-seen-time.html.

[146] Peter Walker, “Rolf Harris Jailed for Five Years Nine Months for Indecently Assaulting Girls,” The Guardian, July 4, 2015, https://www.theguardian.com/uk-news/2014/jul/04/rolf-harris-jailed-indecent-assault-young-girls.

[147] “Rolf Harris case: Daughter’s Former Best Friend gives Victim Impact Statement,” The Guardian, July 4, 2014, https://www.theguardian.com/uk-news/2014/jul/04/rolf-harris-daughter-friend-victim-impact-statement.

[148] Matthew Weaver, “Jimmy Savile gave Rolf Harris Guided Tour of Broadmoor,” The Guardian, July 1, 2014, https://www.theguardian.com/media/2014/jul/01/jimmy-savile-rolf-harris-alleged-tour-broadmoor.

[149] Mark Tran, “Rolf Harris is Stripped of CBE,” The Guardian, March 3, 2015, https://www.theguardian.com/uk-news/2015/mar/03/rolf-harris-is-stripped-of-cbe.

[150] Olga Craig, “Rolf Harris’s Vile Jail Song: In Shock Letter from Cell, Shamed Star Reveals ‘Country Rock’ Lyrics that Damn his Sex Victims as Greedy ‘Wenches’ – then Brags about Cushy Prison Life,” Daily Mail, June 13, 2015, http://www.dailymail.co.uk/news/article-3123036/Rolf-Harris-s-vile-jail-song-shock-letter-cell-shamed-star-reveals-country-rock-lyrics-damn-sex-victims-greedy-wenches-brags-cushy-prison-life.html.

[151] Abe Hawken, http://www.dailymail.co.uk/news/article-4615556/Paedophile-Rolf-Harris-seen-time.html.

[152] Simon Hattenstone, “Max Clifford: The Rise and Fall of the UK’s King of Spin,” The Guardian, May 2, 2014, https://www.theguardian.com/media/2014/may/02/max-clifford-sex-politics-tabloids-simon-hattenstone.

[153] Jerry Lawton, “Stars Fear PR guru Max Clifford will Spill Sex Secrets after Indecent Assault Convictions,” Daily Star, April 29, 2014, https://www.dailystar.co.uk/news/latest-news/376527/Stars-fear-PR-guru-Max-Clifford-will-spill-sex-secrets-after-indecent-assault-convictions.

[154] Matthew Steeple, “Maxed Out,” The Steeple Times, June 13, 2017, http://thesteepletimes.com/editorial/maxed-out/.

[155] Samantha Bartlett, “Danniella Westbrook Sparks Outrage as she Defends Max Clifford over Sex Crimes,” Daily Star, December 11, 2017, https://www.dailystar.co.uk/showbiz/666298/Max-Clifford-dead-news-Danniella-Westbrook-twitter-outrage.

[156] Andy Rice, “You’re (In)famous and in Trouble? Call Max. Max Clifford,” Daily Maverick, December 9, 2010, https://www.dailymaverick.co.za/article/2010-12-09-youre-infamous-and-in-trouble-call-max-max-clifford/.

[157] Simon Hattenstone, https://www.theguardian.com/media/2014/may/02/max-clifford-sex-politics-tabloids-simon-hattenstone.

[158] Tom Rawle, “Stuart Hall’s 15-Month Prison term Doubled after Initial Sentence Considered ‘Inadequate,’” Express, July 26, 2013, https://www.express.co.uk/news/uk/417683/Stuart-Hall-s-15-month-prison-term-doubled-after-initial-sentence-considered-inadequate.

[159] “Stuart Hall Case: National Treasure who had a Guilty Secret,” The Telegraph, May 2, 2013, https://www.telegraph.co.uk/news/uknews/crime/jimmy-savile/10032829/Stuart-Hall-case-national-treasure-who-had-a-guilty-secret.html.

[160] Kim Pilling, “Jimmy Savile Chauffeur Ray Teret Jailed for 25 Years for String of Sex Attacks,” Mirror, December 11, 2014, https://www.mirror.co.uk/news/uk-news/jimmy-savile-chauffeur-ray-teret-4788347.

[161] Kelly McLaughlin, “Paedophile Weatherman Fred Talbot Moans his Convictions have Cost him his Career, Savings and four Stone in Weight as he’s Jailed for a further eight months for Molesting a Tenth Victim,” Daily Mail, November 29, 2017, http://www.dailymail.co.uk/news/article-5129779/Paedophile-Fred-Talbot-jailed-eight-months.html.

[162] Martin Evans, “Savile’s former Producer Ted Beston told he will not face Historic Sex Abuse Charges,” The Telegraph, May 14, 2013, https://www.telegraph.co.uk/news/uknews/crime/jimmy-savile/10056192/Saviles-former-producer-Ted-Beston-told-he-will-not-face-historic-sex-abuse-charges.html.

[163] James Dunn, “Operation Yewtree Detectives Re-interview Jimmy Savile’s Former Producer on Suspicion of Sexual Offences,” Daily Mail, November 13, 2015, http://www.dailymail.co.uk/news/article-3317649/Operation-Yewtree-detectives-rearrest-Jimmy-Savile-s-former-producer-suspicion-sexual-offences.html.

[164] Moor Larkin, “The Killing of Uncle Ted,” The Death of the Life of Jimmy Savile, jimcannotfixthis.blogspot.com, March 12, 2016, http://jimcannotfixthis.blogspot.com/search?q=the+killing+of+uncle+ted#!/2016/03/the-killing-of-uncle-ted.html.

[165] Rob Cooper, “’It’s been nine Months of Murder’: Jim Davidson tells Audience of his Relief in first Live Show since Assault Probe was Halted… and Reveals he turned down £150,000 to go into Celebrity Big Brother House,” Daily Mail, August 21, 2013, http://www.dailymail.co.uk/news/article-2398980/Jim-Davidson-wont-face-legal-action-alleged-sexual-offences.html.

[166] “Jimmy Tarbuck Cleared after Police Investigation into Historic Sex Abuse,” Daily Mail, March 24, 2014, https://www.express.co.uk/news/uk/466649/Jimmy-Tarbuck-cleared-after-police-investigation-into-historic-sex-abuse.

167] Josh Halliday, “Scotland Yard spent nearly £5m on three Child Abuse Inquiries in 2015,” The Guardian, December 27, 2015, https://www.theguardian.com/uk-news/2015/dec/27/scotland-yard-cost-historical-child-abuse-inquiries-2015.

[168] Martin Beckford, “63 Police Inquiries, 2,100 victims… the Child Abuse Dossier that Shames Britain after Horrific Explosion of Historic Sex Cases since Savile,” Daily Mail, April 5, 2015, http://www.dailymail.co.uk/news/article-3025991/63-police-inquiries-2-100-victims-child-abuse-dossier-shames-Britain.html.

[169] “BBC Charter Review,” Media Policy Project Planner, The London School of Economics and Political Science, February 25, 2014, http://blogs.lse.ac.uk/media-policy-planner/2014/02/25/the-bbc-charter-review/.

[170] NSPCC website, https://www.nspcc.org.uk/.

[171] “Britain’s Uncomfortable Extremes in Dealing with past Sexual Abuse,” The Economist, March 28, 2016, https://www.economist.com/britain/2016/03/28/britains-uncomfortable-extremes-in-dealing-with-past-sexual-abuse.

[172] Sandra Laville, “1,400 Investigated in Child Sex Abuse Inquiry, including Politicians,” The Guardian, May 20, 2015, https://www.theguardian.com/uk-news/2015/may/20/1400-suspects-operation-hydrant-politician-and-celebrity-child-sex-abuse-inquiry.

[173] Kate Ferguson, “More than 1400 VIP Child Sex Abuse Suspects Investigated by Police Including Politicians and Celebrities,” Daily Record, May 20, 2015, https://www.dailyrecord.co.uk/news/scottish-news/more-1400-vip-child-sex-5729942.

[174] Martin Evans, “Operation Yewtree: Essex man, 79, Arrested on Suspicion of Sex Offences, The Telegraph, October 6, 2015, https://www.telegraph.co.uk/news/uknews/crime/11914855/Operation-Yewtree-arrest-in-Essex.html.

[175] “Britain’s Uncomfortable Extremes in Dealing with past Sexual Abuse,” https://www.economist.com/britain/2016/03/28/britains-uncomfortable-extremes-in-dealing-with-past-sexual-abuse.

[176] Jamie Grierson, “Police Child Abuse Inquiries: Operation Yewtree to Operation Midland,” The Guardian, August 4, 2015, https://www.theguardian.com/politics/2015/aug/04/police-child-abuse-inquiries-operation-yewtree-to-operation-midland.

[177] Neil Darbyshire, “The Shocking Truth about Police Corruption in Britain,” The Spectator, March 7, 2015, https://www.spectator.co.uk/2015/03/the-shocking-truth-about-police-corruption-in-britain/.

[178] John DeGarmo, “The Shocking Truth of Child Sex Trafficking,” Huffington Post, November 17, 2016, https://www.huffingtonpost.com/entry/the-shocking-truth-of-child-sex-trafficking_us_582de812e4b0eaa5f14d417d.

[179] “Activities in more than 29 Countries around the Globe will Remember Missing Children on May 25,” International Centre for Missing and Exploited Childrenhttps://www.icmec.org/press/activities-in-more-than-29-countries-around-the-globe-will-remember-missing-children-on-may-25/.

[180] Lizzie Deardon, “Tech Companies ‘must Stop Paedophiles Uploading Child Sex Abuse Images,’ National Crime Agency says,” Independent, June 21, 2018, https://www.independent.co.uk/news/uk/crime/child-pornography-live-streaming-sex-abuse-images-stop-uploads-national-crime-agency-a8410661.html.

[181] Angela Wormald, “Online Paedophiles Avoid Arrest under Controversial new Police Warning Scheme,” Mirror, February 7, 2016, https://www.mirror.co.uk/news/uk-news/online-paedophiles-avoid-arrest-under-7327754.

[182] Joachim Hagopian, “Pizzagate turned PedoGate Leads to Momentum Surge in Busting Global Child Sex Trafficking Rings,” sott.net, February 27, 2017, https://www.sott.net/article/343780-Pizzagate-turned-PedoGate-Leads-to-Momentum-Surge-in-Busting-Global-Child-Sex-Trafficking-Rings.

[183] Andrew Gimson, “Top British Politicians Implicated in Child Sex Crimes,” Newsweek, July 8, 2014, https://www.newsweek.com/top-british-politicians-committed-child-sex-crimes-257921.

[184] James Lyons, “’Sick Crimes will go Uninvestigated’: Fears of Child Sex Abuse ‘Cover-up’ as Theresa May Rejects calls for Super Inquiry,” Mirror, November 6, 2012, https://www.mirror.co.uk/news/uk-news/theresa-may-sparks-claims-of-child-sex-1421346.

[185] James Lyons, https://www.mirror.co.uk/news/uk-news/theresa-may-sparks-claims-of-child-sex-1421346.

[186] James Slack, “Theresa May under Fire as Baroness Butler-Sloss Quits Historic Child Abuse Inquiry over Alleged Cover-up of an Establishment Paedophile Ring,” Daily Mail, July 14, 2014, http://www.dailymail.co.uk/news/article-2692225/Theresa-May-fire-Baroness-Butler-Sloss-quits-historic-child-abuse-inquiry-alleged-cover-Establishment-paedophile-ring.html.

[187] David Barrett and Bill Gardner, “Margaret Thatcher Warned of Paedophile Scandal, Secret Documents Reveal,” The Telegraph, January 30, 2015, https://www.telegraph.co.uk/news/uknews/crime/11381191/Margaret-Thatcher-warned-of-paedophile-scandal-secret-documents-reveal.html.

[188] Oliver Wright and Paul Peachey, “Theresa May Accused of ‘Appalling Incompetence’ over Fiona Woolf Affair,” Independent, October 31, 2014, https://www.independent.co.uk/news/uk/politics/theresa-may-accused-of-appalling-incompetence-over-fiona-woolf-affair-9832114.html.

[189] David Barrett, “New Zealand Judge Lowell Goddard to Chair Child Abuse Inquiry,” The Telegraph, February 4, 2015, https://www.telegraph.co.uk/news/uknews/law-and-order/11388962/New-Zealand-judge-set-to-chair-child-abuse-inquiry.html.

[190] Ashley Cowburn, “Child Sexual Abuse Inquiry: Dame Lowell Goddard Resigned because it was ‘too much,’ says Amber Rudd,” Independent, September 7, 2016, https://www.independent.co.uk/news/uk/politics/child-sexual-abuse-inquiry-dame-lowell-goddard-resigned-because-it-was-too-much-says-amber-rudd-a7230806.html.

[191] “Inquiry into Child Sexual Abuse ‘not fit for purpose,’ claims Victims’ Group,” The Guardian, June 13, 2017, https://www.theguardian.com/uk-news/2017/jun/13/inquiry-into-child-sexual-abuse-not-fit-for-purpose-claims-victims-group.

[192] Rebecca Camber, Jack Doyle, Tim Skulthorpe and Matt Dathan, “Child Abuse Inquiry is in Crisis after a second Lawyer goes as Victims Warn of ‘Devastating Blow’ to the £100million Probe,” Daily Mail, September 28, 2016, http://www.dailymail.co.uk/news/article-3811073/Government-s-child-abuse-inquiry-crisis-lawyer-threatens-quit-way-investigation-run.html.

[193] Jeremy Scahill, “Donald Trump and the Coming Fall of American Empire,” Intercept, June 22, 2018, https://theintercept.com/2017/07/22/donald-trump-and-the-coming-fall-of-american-empire/.

[194] David Jones, “Savile’s Police Protectors: They were the Friday Morning Club – Police Friends who met weekly at the DJ’s Flat,” Daily Mail, October 18, 2013, http://www.dailymail.co.uk/news/article-2466512/Saviles-police-protectors-They-Friday-Morning-Club–police-friends-met-weekly-DJs-flat.html.

[195] “Jimmy Savile ‘not Protected’ from Arrest, West Yorkshire Police say,” BBC, May 10, 2013, https://www.bbc.com/news/uk-england-22476937.

[196] “Jimmy Savile ‘not Protected’ from Arrest, West Yorkshire Police say,” https://www.bbc.com/news/uk-england-22476937.

[197] “Police Paedophiles,” upd.co.uk, July 17, 2014, http://www.upsd.co.uk/rogue-officers/police-paedophiles/.

[198] “Jimmy Savile ‘not Protected’ from Arrest, West Yorkshire Police say,” https://www.bbc.com/news/uk-england-22476937

[199] Emma Reynolds and Anna Edwards, http://www.dailymail.co.uk/news/article-2229786/Jimmy-Savile-Yorkshire-Ripper-Cast-DJs-teeth-check-bites-left-Peter-Sutcliffes-victims.html.

[200] James Murray and Mark Branagan, “Jimmy Savile Ruled Paedophile Ring,” Express, October 28, 2012, https://www.express.co.uk/news/uk/354855/Jimmy-Savile-ruled-paedophile-ring.

[201] James Murray and Mark Branagan, https://www.express.co.uk/news/uk/354855/Jimmy-Savile-ruled-paedophile-ring.

[202] Tim Hicks, “The Dangers of Misguided Loyalty,” The Real Whitby, May 25, 2014, http://www.real-whitby.co.uk/jimmy-savile-peter-jaconelli-dangers-misguided-loyalty/.

[203] Leah McGrath Goodman, “Inside the World’s Top Offshore Tax Shelter,” Newsweek, January 16, 2014, https://www.newsweek.com/2014/01/17/inside-worlds-top-offshore-tax-shelter-245078.html.

[204] Nick Dorman and Don Hale, “Edward Heath Fixed it for Jimmy Savile to receive OBE and Attended Paedophile Information Exchange Meetings, Mirror, August 8, 2015, https://www.mirror.co.uk/news/uk-news/edward-heath-fixed-jimmy-savile-6220604.

[205] Lara Deauville, “We were lied to! Secret Document FCO 30/1048 kept Truth about EU from British for 30 years,” Express, May 12, 2018, https://www.express.co.uk/news/politics/882881/Brexit-EU-secret-document-truth-British-public.

[206] “Paul Craig Roberts! The Genocide of the Greek Nation,” Paul Craig Roberts interview, YouTube video, posted on August 25, 2018, 10:36, https://www.youtube.com/watch?v=a6enXugs4qc.

[207] Martin Robinson, “Mother Claims she had told Police a Child Vanished after going on Sir Edward Heath’s Yacht but Officers were Warned not to Investigate by ‘Someone above,’” Daily Mail, August 7, 2015, http://www.dailymail.co.uk/news/article-3187665/Mother-claims-told-police-child-vanished-going-Sir-Edward-Heath-s-yacht-officers-warned-not-investigate-above.html.

[208] Leah McGrath Goodman, “Child Abuse Inquiry on Top Tax Shelter Jersey Island Delayed Again,” Newsweek, April 6, 2017, https://www.newsweek.com/jersey-island-child-abuse-tax-shelter-uk-jimmy-savile-child-predators-rape-579698.

[209] David Icke, https://www.bibliotecapleyades.net/biggestsecret/esp_icke108.htm.

[210] “Jersey: Children were Loaned to Rich Paedophile Yachtsmen,” The UK and Ireland Databasehttps://theukdatabase.com/councillorspolitical-party-affiliated/jimmy-saville-witch-hunt-or-paedophile/jerseychildren-were-loaned-to-rich-paedophile-yachtsmen/.

[211] David Icke, https://www.bibliotecapleyades.net/biggestsecret/esp_icke108.htm.

[212] Richard Alleyne, “Sir Jimmy Savile: He Raped me as a Teenager Claims Woman,” The Telegraph, October 3, 2012, https://www.telegraph.co.uk/news/uknews/crime/9583373/Sir-Jimmy-Savile-He-raped-me-as-a-teenager-claims-woman.html.

[213] Sam Christie, “’Lock up your Daughters’: Jimmy Savile’s Sick Warning to Parents as he Visited Jersey Revealed,” The Sun, February 29, 2016, https://www.thesun.co.uk/archives/news/272132/lock-up-your-daughters-jimmy-saviles-sick-warning-to-parents-as-he-visited-jersey-revealed/.

[214] “Jimmy Savile, Edward Heath and the Kray Twins,” http://google-law.blogspot.com/2012/11/jummy-savile-edward-heath-and-kray-twins.html.

[215] Anthony T. Stokes, “Death of a Showman: Jimmy Savile 1926-2011,” The Truth Seeker, November 1, 2011, http://www.thetruthseeker.co.uk/?p=36860/

[216] Louis Theroux, https://www.bbc.com/news/magazine-37517619.

[217] Louis Theroux, https://www.bbc.com/news/magazine-37517619.

[218] James Saville, “Jimmy Savile and the IRA: Predator Boasted Terrorist Friends could have Enemies Hospitalised,” Mirror, October 20, 2012, https://www.mirror.co.uk/news/uk-news/jimmy-savile-ira-predator-boasted-1389710.

[219] Richard Alleyne, https://www.telegraph.co.uk/news/uknews/crime/9583373/Sir-Jimmy-Savile-He-raped-me-as-a-teenager-claims-woman.html.

[220] Mike James, “Revealed: British Premier Gordon Brown is a Paedophile,” The Truth Seeker, March 14, 2010, http://www.thetruthseeker.co.uk/?p=12346.

[221] David Icke, https://www.bibliotecapleyades.net/biggestsecret/esp_icke108.htm.

[222] “John Hunt, Baron Hunt of Tanworth,” wikipedia.comhttps://en.wikipedia.org/wiki/John_Hunt,_Baron_Hunt_of_Tanworth.

[223] “Association of Papal Knighthood in Great Britain,” papalknights.org.uk, http://www.papalknights.org.uk/page4.htm.

[224] Maureen Dowd, “A Saint, he Ain’t,” The New York Times, April 23, 2014 https://www.nytimes.com/2014/04/23/opinion/dowd-a-saint-he-aint.html.

[225] Paul Crockerton, “The Dark Knight: Jimmy Savile could be first person ever to be Stripped of Papal Knighthood,” Mirror, October 27, 2012, https://www.mirror.co.uk/news/uk-news/jimmy-savile-papal-knighthood-could-1402033.

[226] Vitali Vitaliev, “Channel Islanders Showing off their Sites of Shame,” The Guardian, January 3, 1999, https://www.theguardian.com/theguardian/1999/jan/03/guardianweekly.guardianweekly1.

[227] Helen Pidd, “Jersey’s ‘Secrecy Culture’ led to my Suspension, says Former Police Chief,” The Guardian, June 28, 2012, https://www.theguardian.com/uk/2012/jun/28/jersey-secrecy-culture.

[228] Leah McGrath Goodman, “Anarchy in the UK?” leahmcgrathgoodman.com, June 29, 2012, https://leahmcgrathgoodman.com/2012/06/anarchy-in-the-uk/#more-1183.

[229] Graham Power, “Former Police Chief Statement to Wiltshire Constabulary,” voiceforchildren.blogspot.com, September 7, 2017, http://voiceforchildren.blogspot.com/2017/09/former-police-chief-statement-to.html.

[230] Nigel Bunyan and Gordon Rayner, “Jersey Police Chief Suspended as Claims of Child Murders ‘Ripped up,’” The Telegraph, November 12, 2008, https://www.telegraph.co.uk/news/uknews/3446619/Jersey-police-chief-suspended-as-claims-of-child-murders-ripped-up.html.

[231] Ian Cobain, “Jersey Abuse Inquiry: Remains of five Children Found, Police Reveal – but Murder Charges unlikely,” The Guardian, August 1, 2008, https://www.theguardian.com/uk/2008/aug/01/jerseyisland.ukcrime.

[232] “Jersey: Children were Loaned to Rich Paedophile Yachtsmen,” https://theukdatabase.com/councillorspolitical-party-affiliated/jimmy-saville-witch-hunt-or-paedophile/jerseychildren-were-loaned-to-rich-paedophile-yachtsmen/.

[233] Steven Morris, “How ‘House of Horror’ Investigation brought Jersey Abuse to Light,” The Guardian, July 3, 2017, https://www.theguardian.com/uk-news/2017/jul/03/haut-de-la-garenne-house-of-horror-investigation-brought-jersey-abuse-to-light.

[234] Gordon Rayner and Eileen Fairweather, “Jimmy Savile: Steptoe and Son Actor Wilfrid Brambell ‘Abused Boys in Jersey’ Claims Whistleblower,” The Telegraph, October 17, 2012, https://www.telegraph.co.uk/news/uknews/crime/jimmy-savile/9616121/Jimmy-Savile-Steptoe-and-Son-actor-Wilfrid-Brambell-abused-boys-in-Jersey-claims-whistleblower.html.

[235] Stuart Syvret, “You Dirty Old Man,” Ex-Senator Stuart Syvret Blog, July 17, 2008, https://freespeechoffshore.nl/stuartsyvretblog/you-dirty-old-man/.

[236] “Jersey: Children were Loaned to Rich Paedophile Yachtsmen,” News of the Worldhttp://www.whale.to/c/jersey7.html.

[237] David Rose, “Bungled Jersey Child Abuse Probe Branded a ‘£20 Million Shambles,’ Daily Mail, October 4, 2009, http://www.dailymail.co.uk/news/article-1217863/Bungled-Jersey-child-abuse-probe-branded-20million-shambles.html.

[238] Camille Standen, “The Journalist who was Arrested for Investigating a Pedophile Orphanage,” interview of Leah McGrath Goodman, Vice, February 27, 2013, https://www.vice.com/en_us/article/xd4954/the-journalist-who-was-banned-from-investigating-jerseys-child-abuse.

[239] Camille Standen, https://www.vice.com/en_us/article/xd4954/the-journalist-who-was-banned-from-investigating-jerseys-child-abuse.

[240] “Jersey: Children were Loaned to Rich Paedophile Yachtsmen,” https://theukdatabase.com/councillorspolitical-party-affiliated/jimmy-saville-witch-hunt-or-paedophile/jerseychildren-were-loaned-to-rich-paedophile-yachtsmen/.

[241] Sam Christie, https://www.thesun.co.uk/archives/news/272132/lock-up-your-daughters-jimmy-saviles-sick-warning-to-parents-as-he-visited-jersey-revealed/.

[242] “Operation Whistle,” States of Jersey Police website, 2015, https://jersey.police.uk/news-appeals/2015/june/operation-whistle/.

[243] Lauren Fruen, “Tear It Down: Notorious Jersey Children’s Home Haut de la Garenne must be Demolished as it Warns ‘Kids are still at Risk,’” The Sun, July 3, 2017, https://www.thesun.co.uk/news/3939068/jersey-haut-de-la-garenne-home-demolished/.

[244] Eileen Fairweather, “Jimmy Savile: ‘He was the Tip of the Iceberg,’” The Telegraph, October 19, 2012, https://www.telegraph.co.uk/news/uknews/crime/jimmy-savile/9620223/Jimmy-Savile-He-was-the-tip-of-the-iceberg.html.

[245] Haroon Siddique, “Jersey Care Homs Covered up Abuse,” The Guardian, February 26, 2008, https://www.theguardian.com/uk/2008/feb/26/ukcrime.childprotection1.

[246] Leah McGrath Goodman, https://www.newsweek.com/jersey-island-child-abuse-tax-shelter-uk-jimmy-savile-child-predators-rape-579698.

[247] Stephen Moyes, “EastEnders Paedo Probe,” The Sun, March 24, 2013, https://www.thesun.co.uk/archives/news/612394/eastenders-paedo-probe/.

[248] Stephen Moyes, https://www.thesun.co.uk/archives/news/612394/eastenders-paedo-probe/.

[249] Jonathon Corke, “Sick Jimmy Savile linked to five Mystery Deaths,” Daily Star, June 29, 2014, https://www.dailystar.co.uk/news/latest-news/386307/Sick-DJ-Jimmy-Savile-linked-to-five-mystery-deaths-and-calalogue-of-suicides.

[250] Simon Boyle, “Last Picture Emerges of Leslie Grantham looking Frail as Dark New Claims Surface,” The Irish Sun, June 15, 2018, https://www.thesun.ie/tvandshowbiz/tv/2720133/last-picture-emerges-of-leslie-grantham-looking-frail-as-dark-new-claims-surface/.

[251] Simon Boyle, https://www.thesun.ie/tvandshowbiz/tv/2720133/last-picture-emerges-of-leslie-grantham-looking-frail-as-dark-new-claims-surface/.

[252] Tom Pettifor, “Leslie Grantham was Investigated over ‘Evidence of Sexual Abuse against Girl’, former Police Officer Claims,” Mirror, June 15, 2018, https://www.mirror.co.uk/3am/celebrity-news/former-cops-leslie-grantham-sex-12717194.

[253] Andrew O’ Hagan, “Light Entertainment,” London Review of Books, November 8, 2012, https://www.lrb.co.uk/v34/n21/andrew-ohagan/light-entertainment.

[254] Victoria Ward and Jennifer O’ Mahony, “More than 152 Allegations made at BBC in last seven months,” The Telegraph, May 29, 2013, https://www.telegraph.co.uk/culture/tvandradio/bbc/10087858/More-than-152-allegations-made-at-BBC-in-last-seven-months.html.

[255] “BBC: Sex Offenders & Incidents Connected to the BBC,” skepticpeg.wordpress.com, May 30, 2017, https://scepticpeg.wordpress.com/2017/05/30/sex-offenders-incidents-connected-to-the-bbc/.

[256] Alex Green, BBC Radio Star ‘is being Probed over Claim of Sex Offence against Child under 16,’” Daily Mail, March 11, 2018, http://www.dailymail.co.uk/news/article-5487111/BBC-radio-star-probed-sex-offences-against-child-16.html.

[257] “In Their Own Words,” Biased BBChttps://biasedbbc.org/quotes-of-shame/.

[258] Dominic Rushe, “Mark Thompson starts Work at New York Times as BBC Scandal Grows,” The Guardian, November 12, 2012, https://www.theguardian.com/media/2012/nov/12/mark-thompson-new-york-times-bbc.

[259] Dominic Rushe, https://www.theguardian.com/media/2012/nov/12/mark-thompson-new-york-times-bbc.

[260] H. Roger Segelken, “Baruch Blumberg, who Discovered and Tackled Hepatitis B, Dies at 85, The New York Times, April 6, 2011, https://www.nytimes.com/2011/04/07/health/07blumberg.html.

[261] Keith Dovkants, “The Secret Report at Heart of BBC’s Gaza Paranoia,” Evening Standard, January 27, 2009, https://www.standard.co.uk/news/the-secret-report-at-heart-of-bbc-s-gaza-paranoia-6870301.html.

[262] Richard Becker, “Serial War Criminal, Mass Murderer,” Global Research, January 13, 2014, https://www.globalresearch.ca/ariel-sharon-serial-war-criminal-mass-murderer/5364664.

[263] Robert Fiske, “Robert Fiske: How can you Trust the Cowardly BBC?” Independent, April 16, 2009, https://www.independent.co.uk/voices/commentators/fisk/robert-fisk-how-can-you-trust-the-cowardly-bbc-1669281.html.

[264] Keith Dovkants, https://www.standard.co.uk/news/the-secret-report-at-heart-of-bbc-s-gaza-paranoia-6870301.html.

[265] Amena Saleem, “How Israel Exerts its Influence on the BBC,” Palestine Solidarity Campaign, November 20, 2015, https://www.palestinecampaign.org/how-israel-exerts-its-influence-on-the-bbc/.

[266] Yoichi Shimatsu, “Pedophile Savile Haunts the New York Times – PizzaGate 7,” Rense News, January 3, 2017, https://rense.com/general96/savileNYT.htm.

[267] Matthew Purdy, “As Scandal Flared, BBC’s Leaders Missed Red Flags,” The New York Times, November 4, 2012, https://www.nytimes.com/2012/11/05/business/media/mark-thompson-and-bbc-missed-red-flags-in-savile-scandal.html?pagewanted=all&_r=0.

[268] Christopher Hope and Gordon Rayner, “Jimmy Savile: BBC Scrapped Investigation after Newsnight came ‘under Pressure’ from Senior Managers,” The Telegraph, October 21, 2012, https://www.telegraph.co.uk/news/uknews/crime/jimmy-savile/9624583/Jimmy-Savile-BBC-scrapped-investigation-after-Newsnight-came-under-pressure-from-senior-managers.html.

[269] Dominic Rushe, https://www.theguardian.com/media/2012/nov/12/mark-thompson-new-york-times-bbc.

[270] Mark Sweny and Adam Gabbatt, “Mark Thompson did not know Jimmy Savile was a ‘Pressing Concern,’” The Guardian, October 24, 2012, https://www.theguardian.com/media/2012/oct/24/mark-thompson-jimmy-savile-bbc.

[271] Sam Marsden, “Jimmy Savile: Mark Thompson Admits ‘lack of Imagination’ over Newsnight Report,” The Telegraph, November 5, 2012, https://www.telegraph.co.uk/news/uknews/crime/jimmy-savile/9655940/Jimmy-Savile-Mark-Thompson-admits-lack-of-imagination-over-Newsnight-report.html.

[272] Maureen Orth, “The BBC Blame Game,” Vanity Fair, February 15, 2013, https://www.vanityfair.com/news/2013/02/bbc-chief-mark-thompson-jimmy-savile-scandal.

[273] Yoichi Shimatsu, https://rense.com/general96/savileNYT.htm.

[274] Maureen Orth, https://www.vanityfair.com/news/2013/02/bbc-chief-mark-thompson-jimmy-savile-scandal.

[275] Arthur Martin, “Former BBC Chief Mark Thompson’s Office ‘had Two Alerts about Savile Child Abuse Claims,’” Daily Mail, October 28, 2012, http://www.dailymail.co.uk/news/article-2224236/Jimmy-Savile-rumours-Mark-Thompsons-BBC-office-TWO-alerts-child-abuse-claims.html.

[276] Maureen Orth, https://www.vanityfair.com/news/2013/02/bbc-chief-mark-thompson-jimmy-savile-scandal.

[277] Lisa O’ Carroll, “BBC Chief: Newsnight’s Jimmy Savile Investigation should have Continued,” The Guardian, October 23, 2012, https://www.theguardian.com/media/2012/oct/23/bbc-newsnight-jimmy-savile.

[278] Dominic Rushe, https://www.theguardian.com/media/2012/nov/12/mark-thompson-new-york-times-bbc.

[279] “Newsnight Investigation into Jimmy Savile was actually Shelved ‘because it Clashed with Christmas Tributes to the Presenter,’” Daily Mail, October 19, 2012, http://www.dailymail.co.uk/news/article-2219998/Jimmy-Savile-Leaked-email-casts-doubt-BBCs-reason-Newsnight-film-Savile-shelved.html.

[280] Jasp Jackson, “BBC Forced out Team behind Savile Exposé, says ex-Newsnight Journalist,” The Guardian, July 29, 2015, https://www.theguardian.com/media/2015/jul/29/bbc-savile-expose-newsnight-meirion-jones.

[281] Tom Leonard, “Former BBC Director General ‘involved in Angry Exchange outside Home with Channel 4 Crew who asked him about Savile Scandal,’” Daily News, August 11, 2013, http://www.dailymail.co.uk/news/article-2389285/Mark-Thompson-involved-angry-exchange-outside-home-Channel-4-crew-asked-Savile.html.

[282] Arthur Martin, http://www.dailymail.co.uk/news/article-2224236/Jimmy-Savile-rumours-Mark-Thompsons-BBC-office-TWO-alerts-child-abuse-claims.html.

[283] “The Podesta Emails,” WikiLeakshttps://wikileaks.org/podesta-emails/.

[284] “FBI Pedophile Symbols,” WikiLeakshttps://wikileaks.org/wiki/FBI_pedophile_symbols.

[285] “John Podesta – #PizzaGate – Child Sex Trafficking – Satanic Occultism – The Deep State’s Use of Pedophilia as a Means of Compromising Individuals and Controlling them,” kundaliniandcelltowers.comhttp://kundaliniandcelltowers.com/podesta-pizzagate-pedophilia.html.

[286] Joachim Hagopian, “Breaking Sex Scandal from Weiner’s Laptop may be the Smoking Gun that will bring down the Clintons for good,” sott.net, November 4, 2016, https://www.sott.net/article/333069-Breaking-sex-scandal-from-Weiners-laptop-may-be-the-smoking-gun-that-will-bring-down-the-Clintons-for-good.

[287] Eric Sommer, “How Five American Companies Control what you Think,” RT, May 14, 2014, https://www.rt.com/op-ed/158920-us-ukraine-media-control/.

[288] Reid Cherlin, Rob Fischer, Jason Zengerle and Jason Horowitz, “The 50 Most Powerful People in Washington,” GQ, January 18, 2012, https://www.gq.com/gallery/50-most-powerful-people-in-washington-dc.

[289] Joachim Hagopian, “Pizzagate: Podesta Pedo Perps and Clinton’s International Child Sex Trafficking Ring Exposedsott.net, December 2, 2016, https://www.sott.net/article/335512-Pizzagate-Podesta-pedo-perps-and-Clintons-international-child-sex-trafficking-ring-exposed.

[290] “’Pizzagate’ shows how Fake News Hurts real People,” The Washington Post, November 25, 2016, https://www.washingtonpost.com/opinions/pizzagate-shows-how-fake-news-hurts-real-people/2016/11/25/d9ee0590-b0f9-11e6-840f-e3ebab6bcdd3_story.html?noredirect=on.

[291] Joachim Hagopian, “Was the Pizzagate almost-Shooting a Deep State False Flag? If not, it sure was Conveniently Used to further Demonize Alt Media and ‘Fake News,’” sott.net, December 6, 2016, https://www.sott.net/article/335872-Was-the-Pizzagate-almost-shooting-a-deep-state-false-flag-If-not-it-sure-was-conveniently-used-to-further-demonize-alt-media-and-fake-news.

[292] Joachim Hagopian, “Deep State’s Final Solution: The Death of Alternative News,” sott.net, December 12, 2016, https://www.sott.net/article/336381-Deep-States-Final-Solution-The-Death-of-Alternative-News.

[293] Phillip D. Collins, “Luciferianism: The Religion of Apotheosis,” Conspiracy Archive, January 10, 2006, http://www.conspiracyarchive.com/2014/05/14/luciferianism-the-religion-of-apotheosis/.

[294] Gearóid Ó Colmáin, “Rothschild’s Slaughterships,” Dissident Voice, January 24, 2016, https://dissidentvoice.org/2016/01/rothschilds-slaughter-ships/

[295] Yoichi Shimatsu, https://rense.com/general96/savileNYT.htm.

[296] Jill Treanor, “Barclays Scandal Forces out Chairman Marcus Agius,” The Guardian, July 1, 2012, https://www.theguardian.com/business/2012/jul/01/barclays-chairman-poised-departure.

[297] “Libor Scandal: Can we ever Trust Bankers again?” BBC, May 8, 2013, https://www.bbc.com/news/business-22382932.

[298] “Libor Scandal: Can we ever Trust Bankers again?” https://www.bbc.com/news/business-22382932.

[299] Blair Erickson, “How is a Corrupt Criminal like Jamie Dimon, not in Prison for Fraud?” Medium, September 13, 2017, https://medium.com/@blairerickson/how-is-a-corrupt-criminal-like-jamie-dimon-not-in-prison-for-fraud-f3a1e7eb4cf6.

[300] Christopher Bollyn, “Jeb Bush’s Zionist Paymasters: Bloomberg and Rothschild,” bollyn.com, July 8, 2015, http://www.bollyn.com/jeb-bushs-zionist-paymasters-bloomberg-and-rothschild-2/.

[301] Andrew Grice, “850bn: Official Cost of the Bank Bailout,” Independent, December 4, 2009, https://www.independent.co.uk/news/uk/politics/163850bn-official-cost-of-the-bank-bailout-1833830.html.

[302] Yoichi Shimatsu, https://rense.com/general96/savileNYT.htm.

[303] Peter Oborne, “The BBC rot starts at the top, with the elusive Lord Patten,” The Telegraph, February 23, 2013, https://www.telegraph.co.uk/culture/tvandradio/bbc/9889137/The-BBC-rot-starts-at-the-top-with-the-elusive-Lord-Patten.html.

[304] Miles Goslett, “My Bombshell Secret Tape… and a Cynical Cover-up by the Ducking and Diving BBC: Withering Broadside by Writer who Exposed Fatal Flaw in Savile Report,” Daily Mail, December 15, 2013, http://www.dailymail.co.uk/news/article-2523950/My-bombshell-secret-tape–cynical-cover-ducking-diving-BBC-Withering-broadside-writer-exposed-fatal-flaw-Savile-report.html.

[305] Maureen Orth, https://www.vanityfair.com/news/2013/02/bbc-chief-mark-thompson-jimmy-savile-scandal.

[306] Miles Goslett, http://www.dailymail.co.uk/news/article-2523950/My-bombshell-secret-tape–cynical-cover-ducking-diving-BBC-Withering-broadside-writer-exposed-fatal-flaw-Savile-report.html.

[307] Miles Goslett, http://www.dailymail.co.uk/news/article-2523950/My-bombshell-secret-tape–cynical-cover-ducking-diving-BBC-Withering-broadside-writer-exposed-fatal-flaw-Savile-report.html.

[308] Miles Goslett, http://www.dailymail.co.uk/news/article-2523950/My-bombshell-secret-tape–cynical-cover-ducking-diving-BBC-Withering-broadside-writer-exposed-fatal-flaw-Savile-report.html.

[309] Peter Oborne, https://www.telegraph.co.uk/culture/tvandradio/bbc/9889137/The-BBC-rot-starts-at-the-top-with-the-elusive-Lord-Patten.html.

[310] Alasdair Glennie and Paul Revoir, “BBC’s ‘Outrageous Disregard’ for the Licence Payers’ Cash: Staff were handed £369m in Payoff Deals while TV Bosses Broke their own Rules says Watchdog,” Daily Mail, July 1, 2013, http://www.dailymail.co.uk/news/article-2352483/BBCs-shameful-severance-pay-deals-revealed-How-150-senior-managers-given-vast-pay-offs-came-25MILLION.html.

[311] Peter Oborne, https://www.telegraph.co.uk/culture/tvandradio/bbc/9889137/The-BBC-rot-starts-at-the-top-with-the-elusive-Lord-Patten.html.

[312] Yoichi Shimatsu, https://rense.com/general96/savileNYT.htm.

[313] “BBC Trust Chair Fiona Fairhead to Stand Down,” BBC, September 14, 2016, https://www.bbc.com/news/entertainment-arts-37352295.

[314] Patrick Foster, “Sir David Clementi to Become new BBC Chairman,” The Telegraph, January 10, 2017, https://www.telegraph.co.uk/news/2017/01/10/sir-david-clementi-become-new-bbc-chairman/.

[315] “Who Owns the Bank of England?” tapnewswire.com, February 27, 2010, http://tapnewswire.com/2010/02/who-owns-bank-of-england/.

jimmy_savile-ripper

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

4,00 €

Il rapporto del Congresso conclude che la Cina avrebbe potuto facilmente prevenire la pandemia

Un nuovo rapporto dei membri del GOP della commissione per gli affari esteri della Camera ha concluso che la Cina ha coperto la pandemia del coronavirus e non è riuscita a seguire le linee guida sanitarie internazionali che avrebbero probabilmente prevenuto la pandemia globale.

Il rapporto, pubblicato lunedì, conclude che “è molto probabile che la pandemia in corso avrebbe potuto essere prevenuta” se la Cina fosse stata trasparente dopo l’inizio dell’epidemia a Wuhan.

“Non c’è dubbio che il [Partito Comunista Cinese] si sia attivamente impegnato in un insabbiamento progettato per offuscare i dati, nascondere le informazioni rilevanti sulla salute pubblica e sopprimere medici e giornalisti che hanno tentato di mettere in guardia il mondo”, osserva il rapporto.

“La ricerca mostra che il PCC avrebbe potuto ridurre il numero di casi in Cina fino al 95% se avesse adempiuto ai propri obblighi ai sensi del diritto internazionale e avesse risposto all’epidemia in modo coerente con le migliori pratiche”. aggiunge.

La cifra del 95% deriva dalla ricerca dell’Università di Southampton nel Regno Unito, che ha scoperto “che se gli interventi in [Cina] fossero stati condotti una settimana, due settimane o tre settimane prima, i casi avrebbero potuto essere ridotti del 66% , 86% e 95% rispettivamente, limitando in modo significativo la diffusione geografica della malattia “.

Il nuovo rapporto del Congresso evidenzia anche che “già a metà dicembre [2019], e non oltre il 27 dicembre, il PCC aveva informazioni sufficienti per valutare che fosse legalmente obbligato a informare l’OMS che l’epidemia di Wuhan era un evento che poteva costituire un’emergenza sanitaria pubblica di rilevanza internazionale. “”

Il rapporto conclude inoltre che anche l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) è stata complice dato che ha “ripetuto” la propaganda cinese.

“L’OMS è stata complice della diffusione e della normalizzazione della propaganda e della disinformazione del PCC”, afferma il rapporto, aggiungendo “Ha ripetuto fuorivianti informazioni come fossero verita`, l’OMS ha avuto un impatto negativo sulla risposta globale”.

“Sin dalle prime fasi dell’epidemia, l’OMS, sotto la guida del Direttore Generale Tedros [Adhanom Ghebreyesus], ha ripetuto a pappagallo e sostenuto come verità inviolabile, le dichiarazioni del PCC”, osserva il rapporto, aggiungendo “Un esame delle loro dichiarazioni pubbliche, compresi gli elogi accumulati sulla gestione della pandemia da parte del PCC, rivelano un’inquietante volontà di ignorare la scienza e fonti alternative credibili “.

Come abbiamo più volte evidenziato, il 14 gennaio, l’OMS ha amplificato la propaganda del governo cinese secondo cui non c’era stata alcuna “trasmissione da uomo a uomo” di COVID-19, nonostante ciò fosse effettivamente accaduto a novembre.

In effetti, non solo l’OMS ha aiutato la Cina a coprire la gravità dell’epidemia, ma ha anche messo a tacere gli esperti medici che hanno cercato di dire ai paesi di imporre i controlli alle frontiere a gennaio.

Ad aprile, abbiamo riferito che più fonti indicavano che il coronavirus era trapelato da un laboratorio a Wuhan e che l’Organizzazione mondiale della sanità era “complice” nell’aiutare la Cina a nascondere la verità dietro l’epidemia.

L’ultimo rapporto del GOP conclude anche che quando è diventato chiaro che il virus si stava diffondendo rapidamente, la Cina ha nazionalizzato la produzione di apparecchiature mediche pertinenti, assicurando il controllo sulle forniture globali.

“Secondo il Congressional Research Service (CRS), [il] controllo nazionalizzato della catena di approvvigionamento medico includeva” requisire la produzione e la logistica medica fino al livello di fabbrica “”, afferma il rapporto.

“È altamente probabile che la nazionalizzazione della capacità produttiva da parte della Cina di società straniere, comprese 3M e General Motors, abbia avuto un impatto diretto sulla capacità degli Stati Uniti e di altri paesi di procurarsi [dispositivi di protezione individuale] sul mercato globale”, aggiunge il rapporto.

Fonte

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante aiutami a sopravvivere con una donazione

€2,00


 

Il Coronavirus ha proprieta` mai viste in natura (ovvero e` artificiale)

Scienziati norvegesi e britannici hanno pubblicato prove inequivocabili che SARS-CoV-2, il coronavirus responsabile della pandemia di COVID-19, è prodotto dall’uomo.

Gli autori sono arrivati a due conclusioni: (1) le mutazioni che normalmente sarebbero state osservate nel corso della trasmissione da animale a uomo non si sono verificate in SARS-CoV-2, indicando che era completamente “pre-adattato” per l’infezione umana e (2 ) SARS-CoV-2 ha inserimenti nella sua sequenza proteica che non sono mai stati rilevati in natura e contribuiscono alla sua infettività e patogenicità.

Cioè, SARS-CoV-2 ha un recettore appositamente progettato per il recettore dell’enzima convertitore dell’angiotensina (ACE2) umana presente nei polmoni, nei reni, nell’intestino e nei vasi sanguigni.

Inoltre, SARS-CoV-2 ha un sito di scissione polibasico della furina che non si trova in alcun coronavirus di pipistrello strettamente correlato, nonché in altri aminoacidi inseriti artificialmente che aumentano la capacità del virus di legarsi ed entrare nelle cellule umane formando “ponti salini” tra il virus e la superficie cellulare.

Tali modifiche sono fondamentali per comprendere la trasmissibilità e la potenza uniche di SARS-CoV-2.

Gli autori spiegano che la pandemia COVID-19 sta rivelando la patogenicità neurologica, ematologica e immunologica, che non può essere spiegata dall’infettività attraverso il solo recettore ACE2.

Ci sono state osservazioni cliniche ad ampio raggio come perdita di gusto e olfatto, mal di gola, tosse secca, mal di testa e forte dolore gastrointestinale con diarrea.

Il legame SARS-CoV-2 ai recettori dell’amaro e del dolce nel tratto respiratorio superiore offre una posizione perfetta per la trasmissione mediante tosse.

Secondo gli autori, l’infezione delle vie respiratorie orali e superiori può portare alla trasmissione al tratto respiratorio inferiore, effetti gastrointestinali e una cascata di risposte immunologiche che producono infiammazioni.

Il rilascio sistemico diffuso del virus, grazie al miglioramento del co-recettore, potrebbe spiegare i molteplici risultati clinici sul sistema cardiovascolare, sulle cellule T immunologiche, sulle cellule associate a condizioni neuropatologiche e, infine, la grave ipossia osservata in casi avanzati della malattia.

Come notano correttamente gli autori, lo sviluppo di un vaccino efficace non può essere realizzato senza un’analisi obiettiva della struttura della SARS-CoV-2, del suo modo di agire e della sua origine.

Tale sforzo è stato ostacolato dal rifiuto della Cina di divulgare integralmente le informazioni in suo possesso, in combinazione con una campagna di disinformazione scientifica motivata politicamente da Pechino per evitare la responsabilità, da alcuni scienziati occidentali con un interesse particolare sulle conseguenze (lockdown/pandemia) e da un apparato mediatico disinformato e servile .

Ciò include le decisioni editoriali di riviste scientifiche e mediche, che sembrano favorire, in modo schiacciante, la narrazione secondo cui la pandemia di COVID-19 è solo un altro focolaio naturale, fino al punto di censurare visioni opposte.

Fino ad ora, la copertura della vera origine della pandemia di COVID-19 ha avuto successo.

L’Ufficio del Direttore della National Intelligence negli Stati Uniti ha accolto ciecamente la “saggezza convenzionale” scientifica promossa dal Partito Comunista Cinese, rilasciando la seguente dichiarazione del 30 aprile 2020:

“La comunità dell’intelligence concorda con l’ampio consenso scientifico sul fatto che il virus COVID-19 non è stato creato dall’uomo o geneticamente modificato.”

Sorprendentemente, non ci sono mai state prove scientifiche conclusive a sostegno di tale affermazione, eppure molti sembrano soddisfatti nel sostenere la narrativa ufficiale, principalmente per ignoranza o riluttanza ad accettare la triste verità.

La triste verità è che la Cina ha prodotto SARS-CoV-2 e, attraverso una combinazione di arroganza, incompetenza e incoscienza, l’ha liberata nel mondo.

Fonte

Intelligence tedesca: La Cina ha chiesto all’Oms di ritardare l’annuncio della pandemia e di negare la trasmissione da essere umano ad essere umano

L’intelligence tedesca ha rivelato che il presidente cinese Xi Jinping ha chiesto al direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) Tedros Adhanom Thebreyesus di coprire la gravità della pandemia di coronavirus a gennaio, secondo Der Spiegel.

Durante una conversazione del 21 gennaio – una settimana dopo che l’OMS aveva assicurato al mondo che “non c’erano prove chiare della trasmissione da uomo a uomo“, secondo quanto riferito, Xi ha chiesto a Tedros di non rivelare che il virus era effettivamente trasmissibile tra gli umani e di ritardare la dichiarazione che il coronavirus era diventato una pandemia, nonostante il virus si qualificasse come tale secondo le precedenti linee guida dell’OMS.

E mentre l’OMS ha annunciato il 22 che i dati raccolti attraverso la propria indagine “suggerivano che la trasmissione da uomo a uomo era in atto a Wuhan”, affermarono anche che erano necessarie ulteriori analisi “per comprendere appieno l’estensione del virus”, ed attesero fino all’11 marzo per dichiarare la pandemia.

Come ha scritto Brahma Chellaney di Project Syndicate il mese scorso:

È ormai ampiamente riconosciuto che la politica di segretezza della Cina ha contribuito a trasformare un focolaio virale locale nel più grande disastro globale dei nostri tempi. Lungi dal suonare l’allarme quando il nuovo coronavirus è stato rilevato a Wuhan, il Partito Comunista Cinese (CPC) ha nascosto lo scoppio, permettendogli di diffondersi in lungo e in largo. Mesi dopo, la Cina continua a seminare dubbi sulle origini della pandemia e a trattenere dati potenzialmente salvavita.

A metà gennaio, l’organismo ha twittato che le indagini condotte dalle autorità cinesi non avevano trovato prove chiare della trasmissione del virus da uomo a uomo. Taiwan avverti` il mondo il 31 dicembre che tale trasmissione probabilmente avveniva a Wuhan ma è stata ignorata dall’OMS, anche se le informazioni erano sufficienti per convincere le autorità di Taiwan – che potrebbero avere una migliore intelligence sulla Cina di chiunque altro – a istituire misure preventive prima di qualsiasi altro paese, compresa la Cina.

Il persistente sostegno dell’OMS della narrativa cinese ha portato gli altri paesi a un pericoloso compiacimento, ritardando le loro risposte di settimane. In effetti, l’OMS ha scoraggiato attivamente l’azione. Il 10 gennaio, con Wuhan in piena epidemia, l’OMS affermo` di “non raccomandare misure sanitarie specifiche per i viaggiatori da e verso Wuhan”, aggiungendo che “lo screening all’ingresso offre pochi benefici”. Sconsiglio` anche “l’applicazione di eventuali restrizioni di viaggio o commerciali sulla Cina”.

Anche dopo che il più famoso pneumologo cinese, Zhong Nanshan, ha confermato la trasmissione da uomo a uomo il 20 gennaio, l’OMS ha continuato a sabotare gli sforzi di avvisare il mondo sull’epidemia minimizzando i rischi della trasmissione asintomatica e scoraggiando i test. Nel frattempo, la Cina stava accumulando dispositivi di protezione individuale – ridimensionando le esportazioni di DPI fabbricati in Cina e altri dispositivi medici e importando il resto della fornitura mondiale. Nell’ultima settimana di gennaio, il paese ha importato 56 milioni di respiratori e maschere, secondo i dati ufficiali.

Non è un segreto che la Cina abbia intrapreso un massiccio insabbiamento quando il coronavirus di Wuhan è sfuggito al controllo. Allo stesso tempo, il PCC ha permesso a decine di migliaia di persone di viaggiare per il capodanno cinese.

Mentre la situazione continua a evolversi e le narrazioni vengono manipolalate, dai un’occhiata da vicino e ricorda chi sta difendendo chi.

Fonte

Dei Memos ottenuti ad AP dimostrano che la Cina sapeva che il Covid-19 era una pandemia mentre l’Oms sosteneva il contrario

I documenti affermano chiaramente che la vera portata dell’epidemia virale “non doveva essere divulgata pubblicamente”.

I documenti del governo cinese ottenuti dall’Associated Press dimostrano che il presidente comunista cinese Xi Jinping sapeva con certezza che lo scoppio del coronavirus in Cina era un’epidemia ed era altamente contagioso tra gli esseri umani a metà gennaio, ma allo stesso tempo la Cina ha detto all’Organizzazione mondiale della sanità ( OMS) che non esistevano “prove della trasmissione da uomo a uomo”.

I documenti mostrano che Xi sapeva che il “rischio di trasmissione e diffusione” era “elevato”, eppure il governo cinese non ha divulgato l’informazione per quasi un’intera settimana.

L’AP osserva che i memo “mostrano che il capo della Commissione nazionale per la salute cinese, Ma Xiaowei, ha presentato una severa valutazione della situazione il 14 gennaio in una teleconferenza riservata con i funzionari sanitari provinciali”.

Il memo cita Ma come avvertimento che “La situazione epidemica è ancora grave e complessa, la sfida più grave dalla SARS nel 2003, e probabilmente si trasformerà in un grande evento di salute pubblica”.

In una parte della nota, intitolata “comprensione sobria della situazione”, si riconosce che “casi raggruppati suggeriscono che la trasmissione da uomo a uomo è possibile”.

“Con l’avvento del Festival di Primavera, molte persone viaggeranno e il rischio di trasmissione e diffusione è elevato”, si legge nel promemoria, aggiungendo che “Tutte le località devono prepararsi e rispondere a una pandemia”.

Le informazioni dimostrano che il governo cinese ha mentito all’OMS (o e` stato complice), che ha pubblicato questo famigerato tweet nel quale si afferma che non vi sia nessuna trasmissione da uomo a uomo nella stessa data, il 14 gennaio, a cui si fa riferimento nei documenti cinesi:

https://twitter.com/WHO/status/1217043229427761152

I documenti affermano chiaramente che la vera portata dell’epidemia virale “non doveva essere divulgata pubblicamente”.

Il rapporto di AP rileva che “Nei sei giorni dopo che gli alti funzionari cinesi avevano segretamente stabilito che probabilmente stavano affrontando una pandemia da un nuovo coronavirus, la città di Wuhan nell’epicentro della malattia ha ospitato un banchetto di massa per decine di migliaia di persone; milioni hanno iniziato a viaggiare per le celebrazioni del capodanno lunare. ”

“Il presidente Xi Jinping ha avvertito il pubblico il settimo giorno, il 20 gennaio. Ma a quel punto, più di 3.000 persone erano state infettate durante quasi una settimana di silenzio pubblico”, continua il rapporto.

“Questo è eccezionale”, ha detto Zuo-Feng Zhang, un epidemiologo presso l’Università della California, a Los Angeles. “Se avessero preso provvedimenti sei giorni prima, ci sarebbero stati molti meno pazienti e le strutture mediche sarebbero state sufficienti. Avremmo potuto evitare il crollo del sistema medico di Wuhan “.

Le informazioni coincidono con studi precedenti che avevano scoperto che la pandemia globale avrebbe potuto essere completamente evitata se la Cina fosse stata in prima linea con la vera portata della crisi sanitaria.

È diventato chiaro che i primi casi di virus cinese sono stati segnalati a metà novembre inoltrato e all’inizio di dicembre, con gli scienziati che hanno persino stimato che il primo salto del virus dagli animali agli umani probabilmente si è verificato ad ottobre nella città di Wuhan.

Invece di agire immediatamente, il governo cinese ha atteso fino al 23 gennaio prima di emettere ordini di quarantena per gli 11 milioni di persone che vivono a Wuhan.

Le agenzie di intelligence statunitensi sono a conoscenza del sotterfugio cinese da qualche tempo, con un rapporto di intelligence classificato che era stato presentato alla Casa Bianca alla fine di marzo, il quale concludeva che la Cina aveva sotto riportato la quantità di casi di coronavirus e morti all’interno dei suoi confini e ha lavorato attivamente per nascondere la gravità dell’epidemia.

Bloomberg News ha citato tre funzionari che hanno familiarità con il rapporto, osservando che “I funzionari hanno chiesto di non essere identificati perché il rapporto è segreto. Ma il trend, hanno detto, è che la segnalazione pubblica della Cina su casi e morti è intenzionalmente incompleta. Due dei funzionari hanno dichiarato che il rapporto conclude che i numeri della Cina sono falsi “.

In effetti, sembra che la Cina stia ancora mentendo sull’epidemia, con una nuova ondata di virus che ha colpito il paese.

Il Wall Street Journal ha riferito lunedì:

Mentre il mondo lotta per contenere l’epidemia di coronavirus senza innescare una nuova Grande Depressione, la Cina sta trattenendo informazioni vitali che salverebbero vite e allevierebbero significativamente la catastrofe economica che ora minaccia di immiserare centinaia di milioni di persone in tutto il mondo.

Questo non è il vecchio insabbiamento, quando il borbottio e l’inganno del Partito Comunista hanno permesso a un focolaio locale di trasformarsi nel peggior disastro globale degli ultimi decenni. Il nuovo insabbiamento è ancora più sfacciato. La Cina continua a falsificare le informazioni vitali sull’epidemia su vasta scala.

Le prove provengono da molte fonti. In un rapporto riservato alla Casa Bianca, la comunità dell’intelligence statunitense ha concluso che la Cina sottostima sia i decessi sia il numero totale di casi. La rivista Economist ha confrontato le statistiche riportate dalla Cina con quelle di altri paesi e ha scoperto che i numeri sono cambiati radicalmente in risposta a eventi politici, come il licenziamento e la sostituzione di funzionari locali.

Mentre da gennaio è chiaro che la Cina sta mentendo sul virus, i media occidentali, così come l’Organizzazione mondiale della sanità, hanno continuato a supportare la versione cinese. I media negli Stati Uniti hanno affermato che era una “teoria della cospirazione” che la Cina stava minimizzando l’epidemia e che l’OMS stava difendendo questa nozione.

Il segretario di Stato americano Mike Pompeo ha combattuto la “campagna di disinformazione intenzionale” della Cina, e i consulenti scientifici del governo britannico hanno stimato che le cose potrebbero essere 40 volte peggiori in Cina di quanto lo stato comunista ammetta.

“È in corso una disgustosa campagna di disinformazione ed è inaccettabile”, ha detto una fonte anonima del governo a The Daily Mail all’inizio di aprile. “Loro [il governo cinese] sanno di aver sbagliato così tanto e piuttosto che prendersi la responsabilita` stanno diffondendo bugie”. la fonte ha aggiunto.

L’ex capo della FDA degli Stati Uniti ha dichiarato all’inizio di questa settimana che la disinformazione della Cina sulla diffusione del coronavirus deve essere investigata, osservando anche che l’Organizzazione mondiale ha convalidato le bugie cinesi a gennaio, che alla fine hanno condannato il globo in una pandemia.

L’American Enterprise Institute (AEI) ha riferito la scorsa settimana che una “stima conservativa” suggerisce che ci sono 2,9 milioni di casi di coronavirus in Cina e fino a 136.000 morti. Tuttavia, secondo i dati ufficiali del governo, sono stati segnalati solo 83.000 casi e 3.300 morti.

Mentre il presidente Trump ha bloccato i finanziamenti per l’OMS, un certo numero di senatori del GOP hanno annunciato che stanno indagando sul coinvolgimento dell’organizzazione con la cover up della Cina sulla reale portata dell’epidemia.

Il motivo del tentativo di insabbiamento da parte della Cina sembra essere dovuto al fatto che il virus è fuori uscito dal bio-laboratorio di Wuhan.

Numerosi virologi ed esperti hanno affermato che è necessario indagare sulla possibilità, con i funzionari dell’intelligence e del governo che dichiarano che stanno indagando sulla questione.

Mercoledì sera, Fox News ha rivelato che numerose fonti hanno confermato che il coronavirus era trapelato dal laboratorio di Wuhan e che l’Organizzazione mondiale della sanità era “complice” nell’aiutare la Cina a nascondere la verità.

Fonte