Archivi Blog

Covid-19 era presente in Italia già a SETTEMBRE 2019, come mostra uno studio sugli screening per il cancro ai polmoni

Una nuova ricerca ha scoperto che il virus Covid-19 era attivo in Italia mesi prima di essere rilevato ufficialmente per la prima volta, sollevando ulteriori domande sulle vere origini, l’entità e la durata effettiva della pandemia in corso.

Il nuovo studio, condotto da scienziati con l’Istituto dei Tumori di Milano e l’Università di Siena, è stato pubblicato questa settimana. La ricerca si basa sull’analisi di campioni di sangue di 959 persone, raccolti durante gli screening del cancro al polmone condotti tra settembre 2019 e marzo 2020.

Più dell’11% delle persone testate – 111 persone – aveva anticorpi specifici per il coronavirus. Tutte le persone testate erano asintomatiche e non mostravano alcun segno della malattia. Circa 23 dei risultati positivi risalgono a settembre 2019, suggerendo che il virus fosse effettivamente presente nel paese già durante la scorsa estate, circa sei mesi prima che la pandemia “iniziasse” e “raggiungesse” l’Italia.

La nuova ricerca sta aprendo nuovi buchi nella convinzione già ben martoriata che il coronavirus sia emerso dalla città cinese di Wuhan intorno a dicembre 2019 e che si sia trasformato in pandemia nel gennaio 2020. I dati dei ricercatori italiani sono particolarmente preziosi, in quanto si basano su campioni di sangue reali, rispetto ai risultati precedenti, meno conclusivi, i quali suggerivano anch’essi che la tempistica stabilita per la pandemia potesse essere sbagliata.

Le conclusioni dello studio sembrano essere coerenti con le segnalazioni di sintomi respiratori gravi e “influenza atipica” dilagante tra gli anziani italiani alla fine del 2019. Un altro studio, pubblicato da scienziati italiani a giugno, ha mostrato che sono state trovate tracce del coronavirus nelle acque reflue analizzate già lo scorso dicembre.

Risultati simili sono stati fatti anche da scienziati di altri paesi. Ricercatori spagnoli hanno affermato di aver rintracciato il coronavirus in campioni di acque reflue prelevati già a marzo 2019.

Anche l’analisi delle cartelle cliniche della fine del 2019 degli Stati Uniti ha suggerito un’idea simile data la quantità insolita di pazienti “influenzali”, molti dei quali con una forte “tosse” e altri gravi sintomi respiratori.

A livello globale, il numero di casi di Covid-19 registrati ha superato i 54 milioni, mentre più di 1,3 milioni di persone sono morte, secondo gli ultimi dati della Johns Hopkins University. Con le prove crescenti che l’epidemia è iniziata ben prima del suo inizio “ufficiale”, è sempre più probabile che la vera portata della pandemia un giorno sara` rivista.

Fonte

5fb17a522030271556148934

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €


 

Amazon rimuove il libro di un autore “scettico” sul Covid-19 perche`viola le linee guida sui contenuti

Più o meno nel periodo in cui Twitter ha eliminato le storie bomba del New York Post su Hunter Biden dalla sua piattaforma, alla fine della scorsa settimana, Amazon era impegnata a censurare qualsiasi critica contro la narrativa “ufficiale” di COVID-19, con la censura di almeno un libro dal suo negozio Amazon Books .

L’ultimo libro dello scrittore politico James Perloff, “Covid-19 and the Agendas to Come: Red-Pilled,”, è stato rimosso da Amazon giovedì, ha twittato.

“CATTIVE NOTIZIE. Dopo aver venduto oltre 3.500 copie per Amazon dalla pubblicazione il 20 agosto, Amazon ha bandito il mio libro “Covid-19 and the Agendas to Come: Red-Pilled,”.

Perloff ha parlato con RT News dell’incidente, delineando come l’atto di censura di Amazon convalida le scoperte del suo libro, esprimendo preoccupazione per il fatto che “la censura su Covid è diventata progressivamente più forte, anche se il tasso di mortalità da Covid è andato progressivamente abbassandosi”.

“Siamo in una cultura veramente orwelliana”, ha avvertito.

Perloff ha detto che Amazon lo ha contattato giovedì, chiedendogli di “chiarire i [suoi] diritti sul libro” – qualcosa che ha detto era già stato completato in agosto, quando il libro è stato messo in vendita sulla piattaforma di e-commerce. Come spiega RT:

“Ma prima che potesse finire di raccogliere il materiale richiesto per dimostrare ancora una volta che possedeva i diritti globali sulla sua opera, ha ricevuto un’altra e-mail da Amazon, questa volta sostenendo di aver rimosso il suo libro” durante una revisione della garanzia della qualità del [suo] catalogo “perché” violava le linee guida sui contenuti “.”

Risposta di Amazon a Perloff
 

Poi “ha chiesto loro [Amazon] di specificare quali linee guida [lui] aveva violato”, “hanno risposto che il libro violava” le nostre linee guida sui contenuti “.

“Ci riserviamo il diritto di determinare se il contenuto fornisce una scarsa esperienza al cliente e di rimuovere il contenuto dalla vendita”, ha affermato Amazon.

Successivamente, Amazon ha cancellato il libro dalla sua piattaforma. Utilizzando un collegamento incorporato nel sito Web di Perloff, indirizzando le persone ad acquistare il libro su Amazon, è possibile vedere di seguito facendo clic sul collegamento che la pagina di Amazon che vende il libro non esiste più.

Secondo RT, e forse il motivo per cui Amazon ha rimosso il libro, è che “traccia come la pandemia Covid-19 è stata utilizzata dai governi di tutto il mondo per imporre misure di controllo sociale draconiane su una popolazione terrorizzata, valuta diverse teorie sull’origine del virus”. e offre alcune proiezioni su ciò che potrebbe accadere all’umanità, incluso il modo in cui le popolazioni potrebbero collaborare per evitare alcuni dei risultati più totalitari “.

Perloff ha affermato che il libro contiene fonti provenienti da centinaia di riferimenti tramite riviste accademiche e altre fonti importanti:

“Non c’è niente di quello che dico nel libro che non sia documentato”, ha detto, sottolineando che molti altri dissidenti del coronavirus stanno vendendo i loro libri sulla piattaforma senza incidenti.

Fonte

2020-10-17_12-12-34

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2.00 €