Archivi Blog

Project Veritas: “Il nostro obiettivo era quello di mandare a casa Trump” – direttore tecnico dela CNN ammette che la rete e’ pura propaganda

Un video sotto copertura pubblicato da Project Veritas mostra il direttore tecnico della CNN Charlie Chester che rivela come la rete abbia intenzionalmente dipinto Joe Biden in una luce positiva per mandare a casa Donald Trump.
In una conversazione con un giornalista di Project Veritas, Chester può essere visto in un video ammettere che la CNN ha lavorato per far sembrare Trump “inadatto al compito”, mentre allo stesso tempo ritraeva Biden come sano per combattere le critiche secondo cuiil 78enne non fosse in grado di sostenere la presidenza.

“Guarda cosa siamo riusciti a fare [la CNN] abbiamo mandato a casa Trump. Credo che se non fosse stato per la CNN, Trump sarebbe ancora al comando … Lavoro per la CNN perché volevo farne parte, “Chester dice nel video.

Ha anche spiegato in dettaglio il coinvolgimento di “medici” per raccontare una storia che era “tutta speculazione” sul tremito della mano di Trump.

“Stavamo creando una storia di cui non sapevamo nulla. Ecco cos’era – era propaganda “, ha detto.

Chester ha rivelato che è stato fatto il contrario per Biden durante la corsa presidenziale del 2020.

“Abbiamo sempre mostrato sue [Biden] foto mentre fa jogging facendo capire che [era] sano”, ha detto, dicendo che la strategia era uno “specchio per le allodole” in modo da distrarre il pubblico dall’eta’ e dalle numerose gaffe pubbliche.

La CNN ha pubblicato numerose storie sulla salute di Trump durante la corsa presidenziale, inclusa una di Brian Stelter con un titolo: “Ora spetta ai giornalisti arrivare alla verità sulla salute di Trump”.

Un altro critico schietto di Trump, Jim Acosta, a ottobre ha letto: “I medici di Trump dipingono un quadro roseo – ma vago – della sua salute durante il trattamento con Covid-19”.

Il dipendente della CNN ha anche affermato che la strategia della sua rete mentre diminuisce la sua copertura sul Covid-19 è quella di concentrarsi sul cambiamento climatico.

“Sarà il nostro obiettivo [della CNN]. Come lo era mandare a casa Trump. Il nostro prossimo focus sara’ il cambiamento climatico “, ha detto.

Chester ha aggiunto di non sapere quasi nulla su questa nuova strategia, ma probabilmente includerà video che generano paura sugli “effetti che sta avendo sull’economia”, nonché sul “declino del ghiaccio” e sul “riscaldamento meteorologico”.

Chester ha rivelato che la persona che decide tutto questo è il capo della CNN Jeff Zucker.

La rete non ha ancora risposto al video al momento della pubblicazione di questo articolo. Tuttavia, una fonte vicina alla CNN ha detto che Mediaite Chester è stato preso di mira tramite l’app di appuntamenti Tinder, che includeva il dettaglio che lavorava per il canale.

Fonte

607604d185f54006745024dc

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Una catena di supermercati tedesca offre ai dipendenti un buono di 50 € come “bonus vaccinale” Covid-19

Una catena di negozi di alimentari nel nord della Germania ha deciso di incoraggiare i propri dipendenti a farsi il vaccino contro il Covid-19 offrendo un buono spesa del valore di € 50 ($ 59).


Edeka Nord è uno dei principali rivenditori di generi alimentari nel nord della Germania. L’azienda che gestisce circa 670 negozi e impiega circa 4.400 persone ha deciso di fornire ai propri lavoratori un ulteriore incentivo alla vaccinazione, poiché la Germania fatica a contenere l’ennesima ondata di pandemia di coronavirus.

Qualsiasi membro del personale idoneo alla vaccinazione e che viene immunizzato può ricevere una ricompensa, ha confermato l’azienda ai media tedeschi. Tuttavia, la Germania attualmente sta vaccinando solo gli anziani, quelli con malattie polmonari croniche e coloro che hanno stretti contatti con le donne incinte. Non è chiaro quanti dei dipendenti di Edeka Nord rientrino in queste categorie, ma la società ha affermato di voler “adempiere al proprio dovere di assistenza come datore di lavoro e sostenere la strategia di vaccinazione del paese”.

Oltre alla “responsabilità sociale”, l’iniziativa serve anche “l’interesse personale” e la necessità di “far andare avanti l’azienda”, ha detto al quotidiano tedesco KN il vice CEO Julia Koerner. Edeka Nord ha persino sviluppato un “concept” per vaccinare i propri dipendenti direttamente sul posto di lavoro.

L’iniziativa ha ricevuto elogi dal governo dello stato tedesco dello Schleswig-Holstein, che l’ha descritta come qualcosa che potrebbe accadere in un futuro più lontano, poiché al momento ci sono troppo pochi vaccini per renderla una realtà.

Inoltre, non è chiaro se un incentivo finanziario possa davvero incoraggiare la popolazione, anche se ce ne fossero disponibili. Uno studio pubblicato a febbraio da un team di scienziati dell’università di Erfurt ha mostrato che le offerte in denaro comprese tra € 25 ($ 29) e € 200 ($ 238) non hanno portato a un aumento significativo dei volontari.

Un altro studio del Berlin Social Science Center ha suggerito che somme maggiori tra $ 100 e $ 500 potrebbero potenzialmente avere un effetto positivo, mentre bonus più piccoli di circa $ 20 potrebbero infatti scoraggiare le persone dalla vaccinazione.

Negli Stati Uniti, alcune aziende hanno optato per un approccio diverso. Il mese scorso, una catena di ciambelle e caffetterie, Krispy Kreme, ha detto che stava offrendo a qualsiasi ospite che mostra una prova di vaccinazione valida una ciambella gratuita ogni giorno per il resto del 2021.

Fonte

60761103203027140f7d5cf2

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

La Darpa sta lavorando ad un vaccino per il Covid e ad un microchip sottocutaneo in grado di rivelare il virus

“Lo inserisci sotto la pelle e ti dira’ se ci sono particolari reazioni chimiche in corso all’interno del corpo”

La Defense Advanced Research Projects Agency (DARPA) del Pentagono sta lavorando a un vaccino COVID che funzionerà su tutte le varianti e ha sviluppato un microchip impiantabile che si dice monitorerà continuamente il corpo umano per i segni del virus.

Il colonnello in pensione Matt Hepburn, un medico specializzato in malattie infettive dell’esercito a capo della risposta della DARPA alla pandemia, è apparso in 60 Minutes per dimostrare la tecnologia.

Tenendo in mano una fiala con del simil gel verde, che contiene il chip, Hepburn ha proclamato ” Lo inserisci sotto la pelle e ti dira’ se ci sono particolari reazioni chimiche in corso all’interno del corpo , e quel segnale significa che domani avrai i primi sintomi. “

“È come una di quelle spie che si accedono se qualcosa non funziona bene nelle automobili”, ha aggiunto Hepburn, osservando che quelli con il chip “verrebbero allertati subito in modo da farsi controllare immediatamente prevenendo ancor di piu` la diffusione del virus”.

“Possiamo avere queste informazioni in tre o cinque minuti”, ha continuato Hepburn, aggiungendo “Man mano che si dimezzano i tempi, si ferma l’infezione sul nascere”.

Guarda:

Hepburn ha anche dichiarato che DARPA ha sviluppato un filtro per rimuovere il virus dal sangue tramite una macchina per dialisi e che la FDA lo ha approvato ed è già stato utilizzato su 300 pazienti.

Il rapporto 60 Minitues evidenzia anche come il Pentagono abbia centinaia di campioni di tessuto di soldati e marinai infettati da agenti patogeni in tutto il mondo, inclusa l’influenza spagnola del 1918 che uccise milioni di persone in tutto il mondo.

Lo scienziato del Pentagono Dr Kayvon Modjarrad ha anche sottolineato che l’esercito sta sviluppando un vaccino universale per il COVID, commentando “Questa non è fantascienza, questo è un fatto scientifico”.

“Abbiamo gli strumenti, abbiamo la tecnologia, per fare tutto questo adesso”, ha detto spiegando che l’obiettivo è quello di inoculare le persone contro virus potenzialmente mortali che non sono ancora apparsi.

“Saremo protetti da virus killer che non abbiamo visto o nemmeno immaginato”, ha dichiarato Modjarrad.

È stato recentemente rivelato che un terzo dei membri in servizio attivo ha scelto di non prendere il vaccino COVID, con fonti che affermano che la cifra effettiva è probabilmente più vicina alla metà.

La scoperta ha spinto testate del calibro del TIME a dichiarare che “l’esitare a vaccinarsi” sta minacciando la sicurezza nazionale, e che mentre “queste truppe non sono sicuramente da associare al terrorismo domestico, sono tuttavia chiaramente influenzate dai teorici della cospirazione online e semplicemente non si fidano della scienza piu` basilare. “

L’annuncio della DARPA riguardo la tecnologia dei microchip impiantabili legata al virus e a un vaccino servirà probabilmente solo a rafforzare le preoccupazioni che i media descrivono continuamente come “teorie del complotto”.

Fonte

41633564-9460389-the_green_gel_seen_in_a_lab_contains_a_microchip_which_senses_wh-a-62_1618201351339-768x432-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Il giornale “The Guardian” promuove l’idea di lockdown globali ogni due anni per combattere il riscaldamento globale

Il The Guardian ha suggerito che saranno necessari lockdown globali ogni due anni per salvare il pianeta.

L’outlet ha utilizzato il titolo allarmistico (ora modificato) “Lockdown globale ogni due anni necessario per soddisfare gli obiettivi degli accordi di Parigi – secondo uno studio”.

Il pezzo fa riferimento a uno studio pubblicato sulla rivista Nature da un team di ricercatori dell’Università dell’East Anglia, che ha concluso che le emissioni di CO2 devono diminuire della stessa quantità registrata durante i recenti lockdown “circa ogni due anni” per per compensare il riscaldamento globale.

Lo studio non parlava di lockdown globali per raggiungere questo obiettivo, nonostante il titolo fuorviante del Guardian. Infatti richiedeva “metodi completamente diversi”.

Il titolo è stato cambiato nel meno inquietante “L’equivalente delle riduzioni delle emissioni nel periodo Covid necessarie ogni due anni – secondo uno studio” dopo le pesanti critiche.

Dopo che molti allarmisti climatici hanno iniziato a celebrare i vantaggi ambientali dei lockdown lo scorso anno, abbiamo avvertito che i lockdown climatici sarebbero diventati la prossima invenzione/follia woke:

Il Guardian ha da sempre spinto all’inverosimile l’allarmismo climatico, avendo precedentemente riferito che entro il 2020 vedremmo “milioni” di morti, le principali città europee affondate e una guerra nucleare a causa del riscaldamento planetario.

L’appello allarmistico del giornale per i lockdown arriva pochi giorni dopo che il World Economic Forum è stato criticato per aver elogiato gli effetti che i lockdown hanno avuto sulle città:

Il WEF aveva pubblicato un video elogiando il “silenzio” e l’aria più pulita a causa della mancanza di persone, ma in seguito ha cancellato il post dopo che gli utenti dei social media hanno sottolineato che le città non dovrebbero essere tranquille e che i lockdown stanno lasciando molti a dover affrontare difficoltà finanziarie estreme .

Fonte

60403d0185f54026872c50bd-768x432-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Propaganda fallita: Cancellato il tweet del Wef sul fatto che i lockdown “hanno migliorato le citta`”

L’organizzazione globalista che ha recentemente sfoderato talenti folli come Klaus Schwab, meglio conosciuto per aver rivelato l’endgame con il suo libro COVID-19: The Great Reset, ha cancellato il tweet secondo cui i “I lockdown stanno migliorando le città di tutto il mondo”.

Sorprendentemente, il tweet di propaganda del WEF – che è stato accompagnato da un video che mostra strade deserte e fabbriche silenziose, che ha notato un calo record delle emissioni di carbonio e collega un articolo in cui si afferma che il silenzio delle citta ha contribuito a rilevare meglio i terremoti minori (perché milioni di lavoratori che perdono il lavoro è chiaramente meno importante che essere in grado di misurare il prossimo terremoto di lievissima entita`) – è sopravvissuto solo poche ore dopo una raffica di scherno e commenti indignati.

Poco prima le 6:00 ET di sabato, il WEF ha finalmente cancellato il tweet, ammettendo in un successivo tweet che “i lockdown non hanno migliorato le città “in tutto il mondo” nonostante insistano ancora sul fatto che le restrizioni sono state “una parte importante del risposta della sanità pubblica al Covid-19. “

A questo punto, tuttavia, i social media erano in piena frenesia per l’ammissione del WEF che i lockdown erano semplice propaganda – con complici tutti i giganti della tecnologia della Silicon Valley – e ha suscitato una risposta ancora più forte da un pubblico indignato.

Il secondo messaggio del WEF non ha fatto altro che confermare la sua idiozia invece di cercare di controllare i danni, ha scritto l’ex eurodeputato britannico Martin Daubney.

Allo stesso tempo, la plebe ha dimostrato una notevole perspicacia accusando il WEF di essere “il nemico nascosto del popolo, in tutto il mondo. La forza non eletta che cerca di dominare le nostre vite influenzando i governi di tutto il mondo. Deve chiudere”

Alcuni erano furiosi che il braccio della propaganda dei globalisti avesse il “DIRITTO DI REGOLARE e DECIDERE CHE COSA È GIUSTO, EQUITABILE e RAGIONEVOLE”:

Altri hanno visto oltre la propaganda e sono arrivati dritti al cuore dell’agenda del WEF, quella di diffondere il “socialismo globale” che renderà la vita di miliardi di persone un incubo e le elite più ricche che mai:

Altri ancora avevano suggerimenti ancora più diretti per il WEF

Alla fine, la catastrofica gaffe ha lasciato un’enorme ammaccatura su quel poco che restava della reputazione del gruppo globalista, e molti utenti hanno sostenuto che avrebbe dovuto tacere:

Ma soprattutto, il tweet ha confermato ancora una volta che quella che fino ad ora era una “teoria del complotto” perseguita con rabbioso fervore da giganti della tecnologia come Google, Amazon e Twitter, era un fatto:

Ore dopo, mentre il catastrofico fiasco del WEF si è diffuso viralmente in tutto il mondo, il WEF ha deciso di triplicare la sua idiozia, e invece di dimenticarsi completamente della questione ha deciso che è meglio interagire con economisti di twitter casuali e dare la colpa a “un essere umano che lavora che ha commesso un errore.”

Fonte

lockdowns-improbing-cities

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Foto simboliche del mese (Febbraio 2021)

In questa edizione di FSDM: Travis Scott, Miley Cyrus, Jeffrey Epstein, la follia COVID e altre prove che l’agenda di sfocamento del genere sta raggiungendo nuovi livelli di assurdità.

Nelle FSDM del mese scorso c’erano foto promozionali per il “Super Bowl Tik Tok Tailgate” di Miley Cyrus e riguardavano il simbolismo Beta Kitten. Non sorprende che lo spettacolo reale fosse pieno di simbolismo simile. Sullo sfondo di questa immagine, possiamo vedere un occhio con delle lacrime circondato da una stampa felina, un simbolo che rappresenta gli schiavi Beta Kitten controllati dal sistema MKULTRA.

Naturalmente, Miley ha dovuto anche rendere omaggio ai suoi gestori satanici.

Il giorno di San Valentino, Meghan Fox ha pubblicato questa foto con il suo fidanzato Machine Gun Kelly. Sorvolando i segni delle corna (così romantici), cosa possiamo vedere nel dipinto dietro di loro? Perché le persone di Hollywood amano i dipinti trash con bambini in situazioni improponibili?

Un primo piano del dipinto. Anche se non posso vederlo nella sua interezza, questo dipinto sembra puzzare di “arte” influenzata da MK, quella che piace a gente come Podesta.

L’agenda di sfocatura di genere è stata menzionata per la prima volta su questo sito nel 2013. Da allora, questa agenda si è fatta strada in tutti gli aspetti della società. Come al solito, i mass media stanno guidando questo programma attraverso una propaganda incessante. Questa è la copertina della rivista Glamour con un modello trans con un focus speciale sui peli “virili” del petto e delle gambe. Non si tratta di un uomo che diventa una donna, ma di una totale confusione di genere.

Bisogna mostrare quei peli sul petto

L'”Influencer” James Charles fa parte di questo programma. Di recente ha pubblicato questa foto (photoshoppata) di lui incinta. Ovviamente non ha organi che gli permettano di portare un bambino. Ma l’agenda di sfocatura di genere riguarda l’offuscamento della linea molto chiara e distinta tra maschi e femmine.

Quando dico che l’agenda di sfocatura del genere si riflette in tutti gli aspetti della società, intendo veramente tutti gli aspetti della società. Hasbro ha recentemente annunciato che sta abbandonando il “Mr.” da Mr. Potato e le denominazioni di genere dai suoi giocattoli. Qualcuno potrebbe dire: “Beh, le patate non hanno sesso”. In realtà, queste “patate” sono antropomorfizzate, il che significa che sono dotate di qualità umane. Le patate vere non portano gli occhiali e sono abbastanza sicuro che non hanno i baffi. L’obiettivo effettivo di questo rebranding è addestrare i bambini a rifiutare il concetto di generi binari.

Come al solito, il mese scorso il segno di un occhio era dappertutto. Questo è Travis Scott sulla copertina di i-D magazine. La faccia del cane dice: “Per favore, non usarmi per questa merda”.

La carriera del comico francese Gad Elmaleh è stata quasi distrutta dopo essere stato accusato di plagio. Tuttavia, facendo il segno di un occhio, gli è stata data “la nouvelle vie” (una nuova vita) nel mondo dello spettacolo.

Hailee Steinfeld fa il segno di un occhio solo sulla copertina del Boston Common usando un fiore. È così originale e creativo. Nessuno ci ha mai pensato.

Ashley Usich-Iha è la sorella gemella della moglie di Marilyn Manson. Ha lanciato una linea di abbigliamento. Qui la vediamo nascondere un occhio con un fiore. Puro genio creativo.

Quasi ogni edizione di FSDM contiene un poster di Netflix contenente un segno di un occhio. Questo perché Netflix è incentrato sull’agenda dell’élite. Questo è il poster che promuove Bling Empire, un reality su ricchi asiatici.

Il marketing che circonda il videogioco Resident Evil Village è fortemente incentrato sul segno di un occhio solo.

Questa è un’altra immagine promozionale di Resident Evil Village con uno dei personaggi principali (Marilyn Manson travestito?). Grande attenzione per il segno di un occhio

YouTube ha “celebrato” il mese della storia nera con questa immagine con molti segni di un occhio. Il messaggio: a loro non importa davvero, queste sono PR aziendali sponsorizzate dall’élite.

Il governo della British Columbia in Canada ha pubblicato questa tessera COVID “Self-Care Bingo” sui social media. Indica a uomini e a donne completamente cresciuti con posti di lavoro e responsabilità di “costruire un fortino con cuscini e coperte” in risposta alle misure COVID oppressive. Questo “gioco”, che sembra uscire direttamente da una scuola elementare, è un ottimo esempio di come COVID viene utilizzato per infantilizzare e demoralizzare le masse.

Questa è una foto di un gruppo musicale mentre fa pratica in una scuola superiore nel centro di Washington. L’incubo distopico è qui.

Da quando Epstein si è “suicidato”, la luce che veniva proiettata sul sistema pedo dell’élite è stata spenta. In questa foto emersa di recente, Epstein tiene in braccio una bambina nel suo jet privato con uno sguardo inquietante sul viso. Questo è il tipo di schifo disgustoso che stanno cercando di nascondere.

Fonte

38794804-9215741-image-a-13_1612295700972-e1614352594568

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Che cos’e` il Grande Reset?: Un video di palese propaganda del World Economic Forum

Il World Economic Forum ha recentemente pubblicato un video che promuove il Grande Reset mentre affronta le teorie del complotto che lo circondano. Il risultato: un bizzarro video orwelliano che annuncia la morte del capitalismo come lo conosciamo.

Il video “Cos’è il Grande Reset?” è un bizzarro pezzo di PR / propaganda. A prima vista, sembra dirci “non preoccupatevi per il Grande Reset, ci teniamo a voi”. Tuttavia, attraverso parole coercitive e simboli potenti, il messaggio che la maggior parte delle persone riceve è “lo stiamo realizzando … che vi piaccia o no”.

Attraverso il suo tono condiscendente e il fraseggio odioso e troppo semplicistico, il video vuole comunicare con la plebaglia, specialmente a quel gruppo che osa mettere in dubbio i loro piani. E, se l’obiettivo di questo video era quello di placare le preoccupazioni sul Grande Reset, il tentativo è fallito miseramente. Prova: circa il 99,9% dei commenti su YouTube sono estremamente negativi. Ecco alcuni esempi.

Ecco il video (Dimostrate quanto vi fa schifo con un bel pollice in giu`):

Questo video è importante e vale la pena analizzarlo per diversi motivi. Innanzitutto, è stato prodotto dallo stesso World Economic Forum (WEF). Come affermato in diversi articoli precedenti, il WEF è una di quelle organizzazioni d’élite non democratiche che impostano le politiche sociali ed economiche a livello globale. In altre parole, se il WEF pubblica un video su qualcosa, ha il potere di realizzarlo realmente. In effetti, probabilmente sta già accadendo.

In secondo luogo, questo non è uno di quei piacevoli video “combattiamo insieme la pandemia”. In realtà annuncia la “morte del capitalismo come lo conosciamo” – con queste stesse parole. Annuncia cambiamenti drastici, storici e strutturali a livello globale. Annuncia un Nuovo Ordine Mondiale.

Questa è la descrizione del video su YouTube:
La pandemia ha cambiato radicalmente il mondo così come lo conosciamo e le azioni che intraprendiamo oggi, mentre lavoriamo per riprenderci, definiranno la nostra generazione. È per questo che il Forum economico mondiale chiede una nuova forma di capitalismo, che metta le persone e il pianeta al primo posto, mentre ci riuniamo per ricostruire il mondo post COVID-19.

La prima frase di questa descrizione definisce la narrativa generale: la pandemia ha distrutto il mondo e l’élite sistemera` tutto. Tuttavia, quella descrizione contiene un’omissione lampante: la pandemia stessa non ha “cambiato radicalmente il mondo” – è la risposta ad essa che l’ha cambiato. E questa risposta è stata dettata dalla stessa élite che ora organizza conferenze su un Grande Reset.

In effetti, invece di affrontare la pandemia con un approccio equilibrato e mirato incentrato sulle persone effettivamente a rischio, l’élite ha insistito per chiudere per mesi le piccole e medie imprese, eliminando milioni di posti di lavoro nel processo. Nel frattempo, alle mega-società di proprietà dell’élite è stato permesso di lottare.

Poi, dopo aver soffocato le masse per quasi un anno intero, il WEF dice che il sistema è distrutto. Ma l’hanno distrutto loro. E prima che ci riuscissero, eravamo effettivamente nel mezzo della più lunga ripresa economica mai registrata. Non sto dicendo che il capitalismo come lo conosciamo sia perfetto. Tuttavia, ci viene presentata una “soluzione” a un problema che hanno appositamente creato. In breve: ordine dal caos.

Ecco uno sguardo a questo video.

DIRETTO
Di solito, gli sforzi di pubbliche relazioni delle organizzazioni d’élite nascondono le loro vere intenzioni con parole dolci e frasi prive di significato. Ma questo video e` spudoratamente palese.

Naturalmente, deve iniziare con la ossessione dell’élite di un mondo in cui tutti indossano maschere (anche piu` di una secondo le nuove informazione degli esperti n.d.r.). Si eccitano particolarmente quando i bambini le indossano.

All’inizio del video, vediamo un gruppo di persone che indossano maschere in modo semi-rituale: un segno di sottomissione all’élite.

Poi, sentiamo il Segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, descrivere la pandemia come una “opportunità”.

In una strana inquadratura che include un’enorme luna piena, Guterres parla della “speranza” portata dai vaccini. Aggiunge anche: “non esiste un vaccino per il pianeta, la natura ha bisogno di un piano di salvataggio”. In altre parole: se l’isteria COVID dovesse scomparire, sarà immediatamente sostituita dall’isteria del riscaldamento globale.

Quindi, il video ci mostra l’immagine di un edificio che crolla mentre il narratore dice: “Con tutto il mondo che cade a pezzi, possiamo rimodellare il pianeta come mai sarebbe stato possibile”. Sono immagini potenti, quasi subliminali.

Non diversamente dall’edificio sopra, il mondo è attualmente sottoposto a demolizione controllata. E hanno posizionato loro la dinamite. Perché? Guarda il prossimo screenshot.

Il narratore poi dice: “Ecco perché così tanti chiedono un Grande Reset”.

Nessuno (ad eccezione dell’élite) chiede un Grande Reset. Tutti (tranne l’élite) chiedono il completo ripristino delle libertà.

Quindi, in una bizzarra svolta, il narratore parla di come il Grande Reset sembra un complotto.

“Grande Reset? Sembra quasi un modo per nascondere un piano nefasto per il dominio del mondo ”.

Mentre queste parole vengono pronunciate, vengono visualizzati simboli potenti.

Sebbene questa immagine abbia lo scopo di ridicolizzare le teorie del complotto riguardanti il Grande Rieset, in realtà descrive, con relativa precisione, ciò che si otterrebbe con il Grande Reset: La mano invisibile dell’élite che tira i fili dell’economia globale.

Poi, la finta prima pagina di un giornale con il titolo: “I piani dell’elite globale per il tuo futuro”.

Ancora una volta, mentre questo titolo è destinato al gruppo che critica il Grande Reset, viene anche inconsciamente assimilato dagli spettatori. I contenuti di questo falso articolo sono piuttosto rivelatori:

Il Grande Reset è ben documentato.

Il Grande Reset è stato etichettato come una teoria del complotto e parte di esso suona come tale, ma tutto ciò che sappiamo al riguardo proviene dalle stesse élite globali, che sono state piuttosto aperte al riguardo.

“Questa non è una teoria del complotto, questo è un movimento ben documentato tra molte delle persone più potenti del mondo”, afferma Justin Haskins, direttore editoriale dell’Heartland Institute e una delle principali autorità del Grande Reset, “fondamentalmente, questa è una trasformazione radicale e completa di tutto ciò che facciamo nella nostra società “, aggiunge Haskins,” cambierà il modo in cui le aziende vengono valutate, costringerà le aziende a perseguire cause di sinistra “.

Il Grande Reset è stato presentato al Forum economico mondiale di Davos, in Svizzera, dove molte delle persone più potenti del mondo si recano per offrire soluzioni ai problemi del mondo. Hanno affermato che la pandemia di coronavirus rappresenta un’opportunità storica per cambiare il modo in cui opera il mondo.

La pandemia di COVID-19 come “opportunità” per cambiare tutto.

Un video del World Economic Forum avverte: “In questo momento stiamo affrontando una crisi di proporzioni internazionali. Avrà un impatto a lungo termine su di noi “.

E la loro soluzione è essenzialmente il socialismo globale. Pensa al Green New Deal combinato con le restrizioni dei locdown e butta nella mischia una cosa chiamata Quarta Rivoluzione Industriale, in cui la tecnologia dovrebbe cambiare radicalmente il modo in cui viviamo e lavoriamo.

Haskins dice: “Le élite, i tecnocrati nella società, le persone più istruite”, vedono la possibilità di “controllare e manipolare la società, tirare le leve nella società”.

Come puoi vedere, i contenuti di questo giornale non sono senza senso. Cita Justin Haskins dell’Heartland Institute, un ricercatore di un vero think tank che ha messo in guardia sull’enorme portata del Grande Reset.

Subito dopo, il video replica una scena classica del film They Live (puoi trovare il mio articolo a a riguardo qui). Attraverso la lente della verità, le parole “Grande Reset” si trasformano in “Obbedisci!”

Quindi il video riconosce che il Grande Reset suona come una massiccia cospirazione per usare COVID-19 per inaugurare il socialismo globale. Percio`, invece di placare queste preoccupazioni, il video sostanzialmente le conferma.

Il narratore sostiene che il World Economic Forum si occupa di “riunire le persone”:

“Che si tratti di politici, amministratori delegati, accademici, attivisti o voi, il nostro compito è riunire le persone”.

Sei stato invitato al WEF? No, per niente. Non vogliono nemmeno che tu esca di casa.

Per illustrare il concetto di persone che “si uniscono”, il video ci mostra questo collage di persone potenti (e pedine di proprietà dell’élite).

L’immagine sopra mi ha subito ricordato la simbolica copertina dell’Economist del 2015 con figure dell’élite mondiale.

Quindi, citando la pandemia e il riscaldamento globale, il video diventa piuttosto estremo.

Il video dice: “Il capitalismo come lo conosciamo è morto”. Per rendere le cose perfettamente chiare per noi plebe, hanno letteralmente raffigurato una lapide con la scritta Capitalism RIP 2020.

Circa 23 secondi prima, il video si “rivolgeva” ai critici sostenendo che il Grande Reset riguardava il socialismo globale. Quindi mostra letteralmente una lapide con le parole “Capitalism RIP”. Ancora una volta, immagini potenti provenienti da un luogo potente.

Quindi, il video introduce il “capitalismo degli stakeholder”, un sistema che cambierebbe drasticamente il modo in cui funzionano le imprese e le economie.

“È per queste ragioni che il forum parla di qualcosa chiamato capitalismo degli stakeholder che allontanerebbe le imprese dal solo profitto perché, se vogliamo cambiare dove andrà il focus della nostra ripresa, allora abbiamo bisogno di una piattaforma per la nuova economia. E questa deve comprendere persone, pianeta, prosperità e istituzioni “.

Mentre il capitalismo si basa su un sistema di offerta e domanda autoregolamentato, il Grande Reset cerca di ridefinire il modo in cui le aziende vengono valutate attraverso nuovi parametri. Il principale: rispetto delle agende sociali e politiche dell’élite.

Poco dopo, il narratore pronuncia questa frase enigmatica:

“E si tratta di portare le persone giuste al posto giusto al momento giusto”.

Anche se il video non spiega esattamente cosa significhi questa frase nelle situazioni di vita reale, le sue implicazioni sono piuttosto agghiaccianti. Invece di consentire alle persone e alle imprese di successo di crescere organicamente, il sistema dell’élite interferirebbe per “portare le persone giuste al posto giusto al momento giusto”, in accordo con la sua agenda. In altre parole, il sistema sarebbe truccato e il rispetto di un’agenda più ampia sarebbe obbligatorio in una nuova economia.

Il video si conclude con un invito agli spettatori nel partecipare a questa “rivoluzione”. Tuttavia, ovviamente, nessuno di noi e` stato chiamato al WEF. Quello che vogliono veramente che tu faccia è stare zitto, indossare una maschera e restare a casa.

CONCLUDENDO
Se si guardano i vari video pubblicati dal World Economic Forum su YouTube, un filo conduttore è facilmente distinguibile. 1- Spaventare le persone con disastri catastrofici (questo video si è concentrato su COVID e sul riscaldamento globale). 2- Presentare una soluzione drastica che coinvolga un’entità elitaria non democratica che regola il mondo intero.

Per giustificare il grande ripristino, il WEF menziona le “disparità economiche” causate dal COVID-19. Tuttavia, queste disparità sono state causate dalle politiche che uccidono l’economia dettate dall’Organizzazione mondiale della sanità, un’altra organizzazione d’élite ampiamente finanziata dalla Cina. Forzando lockdown massicci, sapevano esattamente cosa sarebbe successo. Hanno creato il caos e ora stanno cercando di ripristinare l’ordine.

Nonostante tutte le parole che sono state dette, il vero problema è la libertà. Un mercato libero consente a qualsiasi cittadino di creare un’impresa e guadagnarsi da vivere. E, finché c’è una richiesta, l’azienda può crescere e tutte le persone coinvolte prosperano. La libera impresa è un vettore di libertà e consente a coloro che riescono a vivere una vita confortevole, indipendentemente dalla loro appartenenza sociale o politica. È tutta una questione di numeri.

Il Grande Reset sta cercando di distruggere questo vettore di libertà introducendo componenti sociali e politiche nel libero mercato. Se non ti conformi, non potrai far fiorire la tua attivita`. Saranno loro, invece, a mettere “la persona giusta, al posto giusto, al momento giusto”.

Fonte

davos8

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

La societa` Merck abbandona la strada del vaccino. Sostiene sia piu` efficace contrarre il virus e guarire

I vaccini generano una risposta “inferiore” del sistema immunitario rispetto al virus

Il produttore di vaccini Merck ha abbandonato lo sviluppo di due vaccini contro il coronavirus, affermando che dopo approfondite ricerche si è concluso che le iniezioni offrivano meno protezione rispetto alla semplice contrazione del virus stesso e allo sviluppo di anticorpi.

L’azienda ha annunciato che i vaccini V590 e V591 erano “ben tollerati” dai pazienti sottoposti al test, tuttavia hanno generato una risposta del sistema immunitario “inferiore” rispetto all’infezione naturale.

La società ha dichiarato che invece si concentrerà sulla ricerca di farmaci terapeutici etichettati come MK-7110 e MK-4482.

I farmaci mirano a proteggere i pazienti dai danni di una risposta immunitaria iperattiva al virus.

“I risultati provvisori di uno studio di fase 3 hanno mostrato una riduzione superiore al 50% del rischio di morte o insufficienza respiratoria nei pazienti ospedalizzati con COVID-19 da moderato a grave”, ha dichiarato la societa`.

Merck riceverà circa 356 milioni di dollari dal governo degli Stati Uniti per accelerare la produzione dei potenziali trattamenti nell’ambito dell’operazione Warp Speed.

Il Chief Marketing Officer Michael Nally ha recentemente dichiarato a Bloomberg che Merck mira a produrre circa 20 milioni di dosi del farmaco MK-4482, un antivirale orale che i pazienti assumeranno due volte al giorno per cinque giorni.

Nel frattempo, nelle notizie correlate, scienziati tedeschi hanno affermato che il vaccino Oxford / AstraZeneca del Regno Unito ha una efficacia di meno dell’8% negli over 65.

I media tedeschi hanno pubblicato le affermazioni, sostenendo che erano state “confermate” da “molteplici” fonti governative tedesche senza nome.

I ministri del governo britannico hanno suggerito che il reclamo potrebbe essere correlato alla disputa in corso sulla consegna del vaccino tra l’Unione europea e AstraZeneca.

L’UE, che deve ancora approvare il vaccino, ha minacciato di bloccare le esportazioni dei vaccini in Gran Bretagna, con una mossa che è stata bollata “dispettosa” da fonti del governo britannico.

Nel tentativo di assicurarsi che i suoi Stati membri ricevano la loro “giusta quota” di vaccini, l’UE ha anche minacciato di bloccare la consegna di vaccini Pfizer nel Regno Unito, chiedendo alle aziende farmaceutiche di fornire informazioni dettagliate su quando intendono esportare i vaccini Covid in paesi al di fuori del blocco.

Fonte

gettyimages-1222964736-768x432-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

“Una grande ed elaborata menzogna”: Consulente dell’OMS collegato a Biden afferma che COVID-19 e` quasi sicuramente sfuggito dal laboratorio di Wuhan

Un consigliere dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) che in precedenza ha lavorato sotto il presidente Clinton e l’allora senatore Joe Biden ha rotto il silenzio sulle origini della pandemia COVID-19.

Jamie Metzl – che ha servito come vicedirettore del personale del Comitato per le relazioni estere sotto Biden (2001-2003), dopo aver prestato servizio nel Consiglio di sicurezza nazionale (1997-1999) e nel Dipartimento di Stato (1999-2001) sotto Clinton, ha aspettato fino a tre giorni dopo l’inaugurazione di Biden per dire al Toronto Sun che pensa che COVID-19 fosse molto probabilmente sfuggito dal laboratorio di Wuhan.

“Non ci sono prove inconfutabili”, ha detto Metzl, nato nel Kansas, un membro anziano del Consiglio Atlantico che è stato nominato nel comitato consultivo di esperti dell’OMS sull’editing del genoma umano nel 2019. “Ci sono solo molte prove e a mano a mano che le prove si accumulano, il caso per una accidentale fuoriuscita dal laboratorio viene confermato sempre piu` “.

Altro dall’intervista di Metzl al Toronto Sun:

Che dire della teoria originale secondo cui tutto è iniziato nel mercato di Wuhan?

Quella era una bugia. E il governo cinese sapeva benissimo che era una bugia. E così, di fronte alle prove schiaccianti nel maggio dello scorso anno, il governo cinese ha cambiato posizione.

Hai presente che l’idea di virus spaventosi che vengono creati in laboratorio potrebbe sembrare “fantascientifico”?

Può sembrare fantascienza per le persone, ma quello che sta succedendo è del tutto scientifico. Esiste un campo di studio chiamato “guadagno di funzione”, che è molto controverso in cui alcuni scienziati amplificano la virilità dei virus. Sappiamo che l’Istituto di virologia di Wuhan è stato coinvolto nella ricerca sulla funzione dei coronavirus dei pipistrelli.

È a causa del fatto che è iniziato specificamente in Cina che non sappiamo ancora come abbia avuto origine COVID-19?

Se ci fosse stata un’epidemia in Congo o in qualche Paese dell’Africa e quel Paese e nei primi giorni della pandemia, questi paesi avessero impedito agli investigatori dell’Organizzazione Mondiale della Sanità di investigare, il mondo avrebbe reagito molto negativamente.

Un cambiamento nell’amministrazione degli Stati Uniti aiuterà a trovare una risposta?

Biden sarà più duro con la Cina del presidente Trump (non penso proprio n.d.r) perché il presidente Biden è molto intelligente e strategico (non penso proprio n.d.r) e comprende che il potere americano e la forza americana non si basano su spacconate, si basano su principi, si basano su partnership, alleanze e responsabilità. E l’amministrazione Trump purtroppo ha dato alla Cina una scappatoia per politicizzare la questione dell’origine del virus alienando i partner e gli alleati dell’America.


Tutto ciò mi fa venire in mente una domanda logica; se un membro anziano del Consiglio Atlantico che ha operato ad alti livelli di governo sotto i presidenti democratici se ne sta improvvisamente “uscendo” con la teoria della fuoriuscita dal laboratorio di Wuhan, tre giorni dopo l’inaugurazione di Biden, la narrativa ufficiale sta per cambiare?

Fonte

wiv-lab_5

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Venezia: Sorveglianza Orwelliana e “Futuro del Turismo”

La nuova normalita`

Un rapporto della CNN pubblicato mercoledì descrive in dettaglio come Venezia, abbia creato una inquietante rete monolitica di sorveglianza per tracciare e rintracciare tutti coloro che entrano ed escono dalla città e afferma che questo potrebbe essere il “futuro del turismo” in un “mondo post-COVID”.

L’articolo inizia cosi`:

“Ti stanno guardando, ovunque tu vada. Sanno esattamente dove ti fermi, quando rallenti e acceleri, e sanno quando entri ed esci dalla citta`. Inoltre, stanno monitorando il tuo telefono, in modo che possano sapere esattamente quante persone del tuo paese o regione si trovano in quale area e in quale momento. E lo stanno facendo nel tentativo di cambiare il turismo in meglio. Benvenuti a Venezia in un mondo post-Covid.”

Il pezzo esplora poi come Venezia sia entrata in possesso di un enorme magazzino e lo ha trasformato in una “sala di controllo” tecnologica all’avanguardia per “monitorare il turismo” in città. Il pezzo descrive in dettaglio come in futuro l’accesso alla citta` potra` essere controllato elettronicamente, e ai visitatori potrebbe essere negato l’accesso, ma l’aspetto più inquietante è il fatto che a Venezia esiste già un mini stato di sorveglianza. Tutto viene registrato in ogni momento e può essere riprodotto, fornendo in modo efficace ai funzionari una “macchina del tempo” che possono utilizzare per guardare indietro. Il rapporto rileva che “Il sistema non solo conta i visitatori in prossimità delle telecamere poste in giro per la città, ma, in collaborazione con TIM (Telecom Italia, il più grande fornitore di telecomunicazioni in Italia), fa il punto su chi sono e da dove provengono”. Lo sanno avendo accesso ai dati del telefono cellulare. Semplice. Ma non preoccuparti perché non è possibile accedere ai “dettagli personali”, afferma il rapporto. Le autorità sanno esattamente in quali strade stanno camminando le persone, quanto velocemente si stanno muovendo e se dovrebbero essere lì o meno, a causa delle restrizioni COVID. Lo stato di sorveglianza strisciante di Venezia è nato come un modo per “proteggere” la città dai danni e dal sovraffollamento. Tuttavia, come dimostra chiaramente l’articolo della CNN, l’architettura che già esiste (ed esiste in tutto il mondo) potrebbe essere facilmente utilizzata in modo più aggressivo con la giustificazione COVID.

Ovviamente, questa è solo la punta dell’iceberg, in termini di “nuova normalita`”. Con i passaporti vaccinali standardizzati e implementati a livello globale che vengono pesantemente pubblicizzati come il futuro dei viaggi e altre tecnologie sviluppate a un ritmo rapido per consentire l’applicazione delle distanze sociali e qualsiasi altra restrizione, non è difficile immaginare dove questo sta andando tutto.

Dato che numerose persone di spicco insistono sul fatto che le distanze sociali e altre restrizioni sul coronavirus sono qui per rimanere, è perfettamente fattibile immaginare un prossimo futuro in cui questa tecnologia sia ampiamente adottata. La Cina sta già collegando le regole del coronavirus al suo oneroso sistema di punteggio del credito sociale, oltre a utilizzare l’intelligenza artificiale per disciplinare la sua forza lavoro schiava, quindi l’idea che le persone possano essere pubblicamente svergognate o punite per essersi avvicinate troppo agli altri è una possibilità molto reale.

Fonte

gettyimages-1224742311-768x432-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €