Archivi Blog

Celebrita` ipocrite sperano che “il mondo non torni alla normalita`” dopo il lockdown e che vi siano “trasformazioni radicali” nell’economia

Milionari idioti come Madonna e Robert De Niro chiedono la fine del “consumismo” quando la crisi del coronavirus sara` finita.

Celebrità milionarie, che non sembrano ancora rendersi conto che il mondo non ruota attorno a loro, si sono unite sotto la causa di “porre fine al consumismo” e a quella di non consentire al mondo di tornare a com’era prima dello scoppio del virus.

Oltre 200 personaggi famosi hanno firmato un “appello” dal titolo Please, let’s not go back to normal, che richiede una “trasformazione radicale” delle economie e che l’umanità “rifletta su ciò che è essenziale”.

Coloro che partecipano alla proposta includono Madonna, Robert de Niro, Cate Blanchett, Jane Fonda, Marion Cotillard e Monica Bellucci.

Certo, la maggior parte di questi vacui e inutili idioti non avrebbero le ricchezze, o gli spazi che ora usano per “sgridare” le persone comuni se seguissero i loro stessi consigli.

“Riteniamo impensabile” tornare alla normalità “, osserva la lettera, aggiungendo” Gli aggiustamenti non sono sufficienti. Il problema è sistemico. ”

“La catastrofe ecologica in corso è una meta-crisi. A differenza di una pandemia … un collasso ecologico globale avrà conseguenze incommensurabili “, continua.

Le celebrità hanno trovato il tempo di aderire alla campagna mentre twittavano lamentandosi di come si sentissero “imprigionati” nelle loro lussuose proprietà.

“La ricerca del consumismo e l’ossessione per la produttività ci hanno portato a negare il valore della vita stessa: quello delle piante, quello degli animali e quello di un gran numero di esseri umani”, afferma la lettera.

Queste persone seguiranno i loro stessi consigli? O continueranno a radunare milioni di persone ogni mese, viaggiando su jet in giro per il mondo, possedendo piu` case, mentre puntano il dito verso il resto del pianeta dichiarando che è colpa del NOSTRO “consumismo” e stile di vita eccessivo se il mondo e` sull’orlo del collasso. ”

“Dobbiamo agire ora. È tanto una questione di sopravvivenza quanto di dignità e coerenza ”, conclude la folle lettera.

Queste persone non sanno cosa significhi la parola “normale”.

Fonte