Archivi Blog

Il responsabile della diversità della BBC si lamenta che Luther non è “abbastanza nero per essere reale”

La persona incaricata di garantire la diversità alla BBC è stata accusata di nutrire visioni ristrette sulla razza dopo aver definito un personaggio televisivo interpretato dall’attore Idris Elba non sufficientemente “nero”.
Commentando il dramma poliziesco “Luther”, Miranda Wayland ha apprezzato il programma per la presenza di un “forte protagonista nero”, interpretato da Elba, ma si è lamentata del fatto che il detective fittizio fosse privo di autenticità.

“Ci siamo tutti innamorati di lui. Ma dopo aver visto la seconda serie pensi, OK, non ha amici neri, non mangia cibo caraibico, non sembra affatto autentico “, ha detto il funzionario della BBC in un recente conferenza, come riportato dal Times. Secondo la Wayland, i personaggi neri dovrebbero essere collocati in ambienti e avere tratti che riflettano il loro background. Alla fine ha concluso che il personaggio di Elba “non è abbastanza nero per essere reale”.

Le sue teorie sull’argomento sembrano scontrarsi con la filosofia di scrittura del creatore di “Luther” Neil Cross. Cross, che è bianco, ha segnalato in una precedente intervista che la razza non era un fattore trainante quando Elba e’ stato scelto come protagonista e che non aveva “nessuna conoscenza o competenza o diritto di provare ad affrontare in qualche modo l’esperienza di essere un uomo nero nella Gran Bretagna moderna “. Ha aggiunto che il tentativo di rendere il detective immaginario “più nero” avrebbe portato “all’idea che un bianco borghese ignorante non fosse in grado di ritrarre una razza diversa dalla sua”.

La BBC, che ha prodotto la serie pluripremiata, ha rilasciato una dichiarazione in cui ribadiva il suo impegno a “continuare a investire nella diversità”.

Wayland, il cui titolo ufficiale è “Head of Creative Diversity”, lavora per assistere la BBC. Dopo aver accettato la posizione lo scorso febbraio, ha affermato di essere entusiasta dell’opportunità di garantire che “voci e talenti diversi all’interno del nostro settore siano inclusi e riflessi meglio nelle nostre produzioni”.

A giudicare dalle reazioni sui social media, sembra che molti ritengano che possa essere la donna sbagliata per il lavoro.

Numerosi commenti l’hanno accusata di dilettarsi nella politica dell’identità e di “costringere i neri a conformarsi agli stereotipi”.

Altri hanno condiviso storie personali e aneddoti sul motivo per cui era presuntuoso presumere che il colore della pelle determini i gusti del cibo o il tipo di amici che hai.

Un fan dello show si è chiesto perché ci fosse persino una discussione su quanto “nero” sia Luther.

Com’era prevedibile, le osservazioni di Wayland hanno portato anche a richieste di eliminare i finanziamenti con fondi pubblici dell’emittente, con hashtag #DefundtheBBC che appaiono su Twitter.

I critici hanno accusato la BBC di impegnarsi in crociate per la giustizia sociale in passato. A dicembre, il Vicar of Dibley della BBC ha presentato il suo personaggio principale durante un discorso a sostegno di Black Lives Matter.

Fonte

6076b21d20302715c309eb32

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

La BBC applica dei trigger warning a “Willy il Principe di Bel-Air” e a “Blackadder”

La BBC ha aggiunto trigger warning alla sitcom americana Willy il Principe di Bel-Air e al classico della commedia britannica Blackadder, sostenendo che contengono “battute discriminatorie” che possono causare “offese”.

Un episodio-reunion del 2020 del pilastro della commedia americana degli anni ’90 Willy il principe di Bel-Air è stato ritenuto offensivo dall’emittente britannica finanziata con fondi pubblici, nell’ultimo esempio di “wokeness” della BBC per proteggere il pubblico dalle battute che apparentemente potrebbero disturbare la delicata sensibilità di alcune persone .

Il trigger warning mostrato prima dell’inizio della serie cult di Will Smith diceva, secondo The Sun, che lo spettacolo: “Contiene un linguaggio discriminatorio che alcuni spettatori potrebbero trovare offensivo”.

Lo stesso avvertimento è stato posto prima di un episodio di Blackadder di Rowan Atkinson in cui i personaggi usavano un linguaggio particolare per gli spagnoli e i neri.

Il personaggio interpretato da Atkinson, noto a livello internazionale per il ruolo di Mr Bean, ha dichiarato: “Vieni qui appena dopo aver massacrato un paio di cioccolatini e pensi di poter sconvolgere l’armonia di un intero regno”.

“Cioccolatini” è apparentemente un insulto razziale per i neri in riferimento al colore della loro pelle. Il Daily Mail ha riferito che il commentatore di calcio Richard Keys era già stato criticato per aver usato la frase per descrivere i calciatori neri nel 2011.

A gennaio, la BBC ha utilizzato lo stesso avviso prima di mandare in onda un episodio della classica sitcom britannica Dad’s Army.

La direttrice della campagna “Defund the BBC”, Rebecca Ryan, ha dichiarato in risposta ai trigger warning: “La società è chiaramente impegnata a rappresentare solo il terzo del paese che sostiene queste mosse, aspettandosi che il resto di noi continui a pagare.

“La BBC sta insistendo con la sua ‘campagna woke’, che affrettera` l’inevitabile”.

Un portavoce della BBC ha difeso gli avvertimenti, dicendo: “È per dire agli spettatori quando uno spettacolo include qualcosa che può essere offensivo, inappropriato o obsoleto”.

Non è la prima volta che una produzione con Will Smith ha attirato l’ira delle reti televisive woke nel Regno Unito. L’anno scorso, l’emittente britannica Sky ha spiattellato un trigger warning sul film d’animazione Disney Aladdin degli anni ’90, così come sul remake di Will Smith del 2019, pochi mesi dopo la sua uscita.

“Questo film ha atteggiamenti, linguaggio e rappresentazioni culturali obsoleti che possono essere offensivi oggi”, diceva il trigger warning.

La rete di proprietà di Comcast in precedenza aveva applicato trigger warning ad una sfilza di film classici per i loro “atteggiamenti obsoleti“, tra cui Aliens, Colazione da Tiffany, Flash Gordon, Il libro della giungla e Lawrence d’Arabia.

Fonte

gettyimages-74260602-640x480-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutatemi a sopravvivere con una donazione

2,00 €