Archivi Blog

Il direttore del NIH chiede che i “cospirazionisti” del COVID siano “assicurati alla giustizia”

Per aver bombardato Fauci di messaggi negativi.

Il direttore del National Institutes of Health (NIH) Francis Collins ha chiesto con rabbia che chiunque diffonda “disinformazione” sul COVID-19 online sia “assicurato alla giustizia”.

“Le cospirazioni stanno vincendo. La verità sta perdendo. Questo è un atto d’accusa davvero serio per il modo in cui la nostra società sembra viaggiare”, ha detto Collins al Washington Post.

Citando un assalto di messaggi arrabbiati diretti al dottor Anthony Fauci, che Collins sembra ritenere al di sopra delle critiche, il burocrate ha chiesto che i responsabili di tale comportamento fossero identificati e “assicurati alla giustizia”.

L’articolo citava un esempio di “disinformazione” come il coinvolgimento di Fauci in esperimenti barbari condotti sui cani dall’Istituto nazionale di allergie e malattie infettive (NIAID), nonostante il fatto che tale crudeltà si fosse effettivamente verificata sotto la guida di Fauci.

Mentre Collins non ha specificato esattamente cosa intendesse per “assicurare alla giustizia”, ​​il CEO di Pfizer Albert Bourla ha affermato in precedenza che le persone che diffondono informazioni false sui vaccini COVID sono “criminali” che “sono letteralmente costati milioni di vite”.

Questo è un punto di riferimento interessante dato che una volta era considerato falso affermare che i vaccini COVID non fermassero la diffusione del COVID tra i vaccinati, il che ora è un fatto fin troppo ovvio.

Ciò che costituisce “disinformazione” su COVID-19 è pura speculazione dato che diverse cose che si sono rivelate plausibili o vere, come l’origine del virus nel laboratorio di Wuhan, una volta erano considerate “disinformazione”.

Sembra probabile che qualunque cosa il National Institutes of Health, Anthony Fauci o Pfizer considerino “disinformazione” diventerà lo standard.

Fonte

191121collins1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €