Archivi Blog

Le 10 narrative più inquietanti e distopiche spinte dal World Economic Forum (WEF)

Il World Economic Forum (WEF) è una delle organizzazioni più potenti al mondo. E, nel corso degli anni, i membri del WEF hanno detto cose veramente folli e distopiche. E sono riusciti a esprimere queste cose nei modi più inquietanti possibili. Ecco le 10 narrative più folli spinte dal WEF.

Quando si parla di “élite globale”, di solito ci si riferisce a un piccolo gruppo di individui ricchi e potenti che operano oltre i confini nazionali. Attraverso varie organizzazioni, questi individui non eletti si riuniscono in semisegretezza per decidere le politiche che vogliono vedere applicate a livello globale.

Il World Economic Forum (WEF) è il fulcro di tutto questo. Infatti, attraverso i suoi incontri annuali a Davos, il WEF tenta di legittimare e normalizzare la sua influenza sulle nazioni democratiche del mondo facendo partecipare e parlare all’evento un gruppo di leader mondiali.

Un semplice sguardo all’elenco dei partecipanti a queste riunioni rivela l’incredibile portata e influenza dell’organizzazione. Al WEF sono rappresentati i più grandi nomi dei media, della politica, degli affari, della scienza, della tecnologia e della finanza.

Pagina 34 (su 58) della lista dei partecipanti al meeting di Davos 2022. Grandi nomi, grandi aziende, grande influenza.

Secondo i mass media, gli incontri di Davos riuniscono persone per discutere di questioni come “disuguaglianza, cambiamento climatico e cooperazione internazionale”. Questa descrizione semplicistica sembra fatta su misura per far sbadigliare di noia il cittadino medio. Ma gli argomenti del WEF vanno ben oltre la “disuguaglianza”.
Nel corso degli anni, i membri del WEF hanno detto cose molto inquietanti, nessuna delle quali ha attirato l’attenzione dei media. In effetti, quando si mettono insieme gli argomenti sostenuti dal WEF, emerge un tema generale: il controllo totale dell’umanità utilizzando i media, la scienza e la tecnologia rimodellando le democrazie per formare un governo globale.

Se questa sembra una teoria del complotto inverosimile, continua a leggere. Ecco le 10 narrative più distopiche che vengono spinte dal WEF in questo momento. Questo elenco ordinato non è in un ordine particolare. Perché sono tutti ugualmente pazzi.

10 Penetrare i governi

Il minimo che si possa dire è che Klaus Schwab, il fondatore e capo del WEF non è un fan della democrazia. In effetti, la percepisce come un ostacolo a un mondo pienamente globalizzato.

Nel rapporto del WEF del 2010 intitolato “Global Redesign“, Schwab postula che un mondo globalizzato sia gestito al meglio da una “coalizione auto-selezionata di società multinazionali, governi (anche attraverso il sistema delle Nazioni Unite) e organizzazioni della società civile (OSC) selezionate”. Questo è l’esatto opposto di una democrazia.

Ha affermato che i governi non sono più “gli attori dominanti sulla scena mondiale” e che “è giunto il momento per un nuovo paradigma delle parti interessate della governance internazionale”. Per questo motivo, il Transnational Institute (TNI) ha descritto il WEF come “un colpo di stato globale silenzioso” per possedere la governance.

Nel 2017, alla John F. Kennedy School of Government di Harvard, Schwab ha ammesso apertamente quella che viene continuamente liquidata come una “teoria del complotto” dai mass media: il WEF sta “penetrando” i governi di tutto il mondo.

Schwab ha detto:

“Devo dire che quando cito nomi, come la signora (Angela) Merkel e persino Vladimir Putin, e così via, sono stati tutti Young Global Leaders del World Economic Forum. Ma ciò di cui siamo molto orgogliosi ora sono le giovani generazioni, come il Primo Ministro [Justin] Trudeau, il Presidente dell’Argentina e così via.

Penetriamo il consiglio dei ministri. Quindi ieri ero a un ricevimento per il Primo Ministro Trudeau e so che metà del suo gabinetto, o anche più della metà del suo gabinetto, sono in realtà Young Global Leaders del World Economic Forum. (…) È vero in Argentina ed è vero in Francia, con il Presidente – un Giovane Leader Globale”.

In questo eccezionale discorso, Schwab ha dichiarato apertamente che Angela Merkel dalla Germania, Vladimir Putin dalla Russia, Justin Trudeau dal Canada ed Emmanuel Macron dalla Francia sono stati “allevati” dal WEF. Aggiunge anche che almeno la metà del gabinetto canadese è composta da rappresentanti venduti all’agenda del WEF. Questa non è una teoria del complotto. Questa è la verità assoluta, confermata dallo stesso capo del WEF.

9 Controllare le menti usando le onde sonore

Nel 2018, uno degli argomenti di discussione al WEF è stato il “Controllo mentale mediante onde sonore”. Non ho alterato questo titolo per sensazionalismo, queste sono esattamente le parole usate dal WEF.

Questo è il titolo di un vero e proprio articolo pubblicato sul sito ufficiale del WEF. È stato cancellato per ragioni oscure, ma è ancora visualizzabile negli archivi web.

Nell’articolo, la tecnologia è pubblicizzata come un possibile trattamento per il morbo di Parkinson e l’Alzheimer. Tuttavia, l’articolo afferma anche che “può curarti, può farti diventare dipendente e può ucciderti”. Può anche essere utilizzata per controllare completamente la mente di una persona, a distanza. L’articolo afferma:

“Vedo arrivare il giorno in cui uno scienziato sarà in grado di controllare ciò che una persona vede nella sua mente, inviando le onde giuste nel posto giusto nel suo cervello. La mia ipotesi è che la maggior parte delle obiezioni saranno simili a quelle che sentiamo oggi sui messaggi subliminali nelle pubblicità, solo molto più veementi.

Questa tecnologia non è esente da rischi di uso improprio. Potrebbe essere una tecnologia sanitaria rivoluzionaria per i malati o un perfetto strumento di controllo con cui gli spietati controllano i deboli. Questa volta, però, il controllo sarebbe letterale”.

La conclusione dell’articolo: nessuno può impedire agli scienziati di sviluppare questa tecnologia. Per prevenire un uso improprio, dovrebbe essere regolamentata da organizzazioni come … il WEF. È conveniente perché alcune aziende che sviluppano questa tecnologia fanno parte del WEF. Vedi dove sta andando a parare?

8 Pillole che contengono microchip

Ancora una volta, questo titolo suona come una teoria del complotto inverosimile, abilmente formulata per sensazionalismo. Non lo è. Ecco un video dell’incontro del WEF del 2018 in cui Albert Bourla, CEO di Pfizer, parla di pillole che contengono microchip.

Bourla dice:

“La FDA ha approvato la prima ‘pillola elettronica’, se così posso chiamarla. È fondamentalmente un chip biologico che si trova nella compressa e, una volta ingerita e dissolta nello stomaco, invia un segnale che accerta il fatto che la hai presa. Quindi immagina le applicazioni, la conformità. Le compagnie di assicurazione saprebbero che le medicine che i pazienti dovrebbero assumere, vengono effettivamente assunte. È affascinante quello che succede in questo campo”.

Questo campo è davvero affascinante? O del tutto distopico? Come disse lo stesso Bourla: Immagina la conformità. Questo tipo di tecnologia potrebbe facilmente aprire la porta ad ogni tipo di applicazione nefasta. Da allora, il COVID ha messo la Pfizer in una posizione di potere mai vista prima per un’azienda farmaceutica.

Come Pfizer, anche il WEF sta usando il COVID per promuovere la sua agenda.

7 Lode ai lockdown draconiani

Nel 2020 e nel 2021, le città di tutto il mondo sono state sottoposte a lockdown massicci e drastici, causando perdite di posti di lavoro, suicidi, overdose di droga, isolamento, problemi di salute mentale, abusi domestici, fallimenti e senzatetto. Durante questo periodo orribile, i bambini non hanno potuto frequentare la scuola per mesi ed è stato sostanzialmente impedito di interagire con altri bambini. Una sfilza di piccole e medie imprese è stata distrutta mentre le grandi società creavano enormi profitti.

Nonostante tutto ciò, il WEF non ha potuto nascondere il suo amore per i lockdown che hanno distrutto la vita di molte persone. Ha pubblicato un video chiamato surrealisticamente “I lockdown stanno migliorando silenziosamente le città di tutto il mondo”. Ecco questo capolavoro di pura follia.

Il video afferma “I lockdown hanno ridotto significativamente l’attività umana… portando al periodo più tranquillo della Terra da decenni”, mentre mostra immagini distopiche di città vuote e aerei bloccati a terra.

Ignorando completamente l’immensa sofferenza umana causata da questi lockdown, il WEF ha ritenuto che ne valesse la pena perché “le emissioni di carbonio sono diminuite del 7% nel 2020”.

Quando questa cosa è stata pubblicata per la prima volta, ha ottenuto un intenso contraccolpo. Quindi il WEF ha cancellato il video sopra e ha pubblicato questo tweet.

Come puoi vedere, nonostante la cancellazione del video, il WEF ha continuato a lodare i lockdown. Questo perché il WEF vorrebbe vedere “la nuova normalità” diventare permanente.

6 “Dai uno sguardo al futuro”

A giudicare dai commenti su YouTube e sui social media, le persone odiano assolutamente i video creati dal WEF. Ma continuano a pubblicarli. Perché a loro non importa cosa pensi. Vogliono solo piantare il loro seme malvagio nella tua mente. In un video intitolato “Come potrebbero presto apparire le nostre vite”, il WEF invita gli spettatori a “dare uno sguardo al futuro”. Ed è BUIO. Si tratta di rendere permanente la nuova normalità COVID.

Il video è pieno di persone mascherate e codici QR. Questo è il futuro che vogliono. Poi, c’è questa pepita di follia

No. Lasciateci in pace.

Il video dice con orgoglio:

“La NASA ha inventato un sistema in grado di identificarti dal battito cardiaco utilizzando un laser”.

Come se non bastasse, il video mostra dei bambini in casa che vengono istruiti attraverso degli schermi. Il video si conclude mostrando le persone che indossano maschere all’esterno, come pazzi.

5 Spingendo il Grande Reset

Come affermato sopra, il WEF percepisce la pandemia come una “opportunità”. Non è solo un’opportunità per rimodellare la nostra esistenza personale, ma per ristrutturare l’intera struttura del mondo secondo i suoi principi. Il WEF lo chiama “il Grande Reset”. Per promuovere questo Reset (che assolutamente nessuno vuole) il WEF ha diffuso un video di propaganda (si adatta proprio alla definizione di “propaganda”). Eccolo in tutta la sua follia.

Quando ho pubblicato un articolo su questo video nel 2021, i commenti non erano ancora stati disattivati. E ho fatto uno screenshot dei migliori.

Questo breve video riesce a contenere una quantità incredibile di messaggi eversivi. Ridicolizza persino le “teorie del complotto” mentre, sorprendentemente, conferma queste teorie.

Uno screenshot dal video. Ma siamo seri?

Il video annunciava anche la “morte del capitalismo”.

Un altro screenshot surreale dal video.

Mentre il capitalismo si basa su un sistema di autoregolazione dell’offerta e della domanda, il Great Reset cerca di ridefinire il modo in cui le imprese vengono valutate attraverso nuovi parametri. Il principale: il rispetto delle agende sociali e politiche dell’élite.

Verso la fine, il narratore pronuncia questa frase enigmatica:

“E questo è tutto per mettere le persone giuste nel posto giusto al momento giusto”.

Sebbene il video non spieghi esattamente cosa significhi effettivamente questa frase in situazioni di vita reale, le sue implicazioni sono piuttosto agghiaccianti. Invece di consentire a individui e aziende di successo di crescere organicamente, il sistema dell’élite interferirebbe per “portare le persone giuste al posto giusto al momento giusto”, in conformità con la sua agenda. In altre parole, il sistema sarebbe truccato e il rispetto di un’agenda più ampia sarebbe obbligatorio in una nuova economia.

Il video si conclude spingendo gli spettatori ad essere coinvolti. Tuttavia, ovviamente, non sei effettivamente invitato al WEF. In effetti, stanno effettivamente cercando di “ricalibrare” la tua libertà di parola.

4 “Ricalibrazione” della libertà di parola

Un modo semplice per identificare i leader mondiali che sono stati guidati dal WEF è attraverso la loro incessante lotta contro la libertà di parola. La odiano assolutamente e chiedono costantemente che Internet sia censurato e altamente regolamentato. Alla riunione di Davos del 2022, la “commissaria eSafety” australiana Julie Inman Grant ha dichiarato che abbiamo bisogno di una “ricalibrazione della libertà di parola”.

La Grant ha detto:

“Ci troviamo in un luogo in cui abbiamo una polarizzazione crescente ovunque e tutto sembra binario quando non è necessario. Quindi penso che dovremo pensare a una ricalibrazione di tutta una serie di diritti umani che si stanno manifestando online. Sai, dalla libertà di parola alla libertà di essere liberi dalla violenza online”.

Qui, la Grant chiede essenzialmente la censura. Crede persino che la libertà di parola come diritto umano dovrebbe essere “ricalibrata” usando la “violenza online” come scusa. Non esiste una cosa come la “violenza online”. Amano equiparare la libertà di parola alla violenza. È un modo estremamente manipolativo per giustificare la censura in stile cinese.

La libertà di parola è, infatti, binaria. O esiste o non esiste. E chiaramente non vogliono che esista.

3 Tracciamento dei i tuoi vestiti

Il WEF vuole controllare i tuoi vestiti. E hanno fatto un video a riguardo. Ho già detto che le persone odiano assolutamente i video del WEF? Eccone un altro che ha fatto ribollire il sangue delle persone.

Usando l’ambiente come scusa (come al solito), il WEF ha annunciato l’arrivo di abiti collegati a “passaporti digitali” che possono essere rintracciati in ogni momento. Supportati da Microsoft (ovviamente), questi capi apparentemente inonderanno il mercato entro il 2025.

Vogliono davvero chip RFID e codici QR ovunque.

Secondo il WEF, questi chip consentiranno ai marchi di moda di rivendere i loro vestiti. Non ho idea di come funzionerebbe. Il video si assicura di NON menzionare che questa tecnologia sarebbe un ottimo modo per rintracciare coloro che hanno abbandonato i loro smartphone.

Ma abbandonare il tuo smartphone potrebbe diventare… impossibile.

2 “Gli smartphone saranno nel tuo corpo entro il 2030”

Alla riunione di Davos del 2022, il CEO di Nokia Pekka Lundmark ha affermato che, entro il 2030, “gli smartphone verranno impiantati direttamente nel corpo”. Ciò coinciderebbe con l’arrivo della tecnologia 6G, che dovrebbe essere lanciata entro la fine del decennio.

Per anni, questo sito ha documentato l’incessante spinta dell’élite al transumanesimo, ovvero la fusione di esseri umani e macchine. Stanno cercando di accelerare questa transizione rendendo disponibili in forma transumanista le cose senza cui le persone non possono vivere (come gli smartphone).

Stai notando il loro inquietante desiderio di inserire cose nei nostri corpi?

1 “Non possederai nulla. E sarai felice”.

Questo è probabilmente il momento più distopico nella storia del WEF. Nel 2016, Ida Auken, un membro del Parlamento in Danimarca, ha dichiarato:

“Benvenuto nel 2030. Non possederai nulla, non avrai privacy e la vita non è mai stata migliore”.

Il WEF ha amato così tanto quella citazione che la ha twittata.

Il WEF ha anche creato un video (che tutti odiavano assolutamente) intitolato “8 Pronostici per il Mondo nel 2030”. Ecco uno screenshot.

Il WEF ama formulare le sue “predizioni” in una forma non condizionale, come se fossero un’inevitabilità. Ma guarda questo ragazzo sorridente. È chiaramente felice. Grazie WEF!

Un articolo sul sito web del WEF spiega:

“Non possiedo niente. Non possiedo una macchina. Non possiedo una casa. Non possiedo elettrodomestici né vestiti”, scrive la parlamentare danese Ida Auken. Lo shopping è un lontano ricordo nella città del 2030, i cui abitanti hanno sfruttato energia pulita e preso in prestito ciò di cui hanno bisogno su richiesta. Sembra un’utopia, finché non dice che ogni sua mossa è tracciata e fuori dalla città vivono fazioni ribelli, la visione finale di una società divisa in due.

In questo futuro distopico, non ci sono prodotti che puoi possedere. Solo “servizi” noleggiati e consegnati tramite droni. Questo sistema renderebbe tutti gli esseri umani completamente dipendenti dalle società controllate dal WEF per ogni singolo bisogno di base. Non ci sarebbe assolutamente autonomia, libertà e privacy. E sarai felice.

EXTRA: TRACCIATORE INDIVIDUALE PER L’IMPRONTA DEL CARBONIO
Alla riunione di Davos del 2022, il presidente del gruppo Alibaba J. Michael Evans ha annunciato lo sviluppo di un “tracciatore di carbonio individuale”.

Ancora una volta, il WEF utilizza l’ambiente per promuovere la microgestione del comportamento umano. Evans afferma che il tracker può monitorare “dove stanno viaggiando, come stanno viaggiando, cosa stanno mangiando e cosa stanno consumando sulla piattaforma”.

Nota che ha usato il pronome “loro” e non “noi” perché ovviamente lui ne sarà esente

CONCLUDENDO
Dopo aver esaminato questo elenco, due temi comuni diventano evidenti. Il primo tema è la “penetrazione”. Il WEF vuole penetrare nei governi usando i “leader globali”. Vuole anche penetrare nei nostri corpi attraverso pillole, microchip e vaccini. Vuole anche penetrare nelle nostre menti usando onde sonore, censura e propaganda.

L’altro tema è il “controllo”. Vogliono controllare cosa pensiamo, dove andiamo, cosa diciamo, cosa mangiamo e cosa indossiamo.

Sai chi è d’accordo con il WEF? La Cina. La censura qui è diffusa, un sistema di credito sociale controlla i comportamenti delle persone e il COVID è ancora usato come scusa per massici lockdown e controllo totale della popolazione. Per non parlare dei campi di concentramento. Nonostante tutto ciò, i funzionari cinesi sono costantemente presenti alle riunioni del WEF. Come mai? Perché la Cina è fondamentalmente un laboratorio per le politiche del WEF.

Detto questo, come possiamo contrastare la follia del WEF? Come possiamo mandarli a casa se non sono mai stati votati? Un primo passo sarebbe quello di eleggere – a tutti i livelli di governo – rappresentanti che non vogliono avere niente a che fare con il WEF. Se i nostri funzionari eletti trattassero il WEF come l’organizzazione canaglia e illegittima che è, la sua influenza sarebbe notevolmente ridotta.

In secondo luogo, possiamo boicottare ogni azienda che fa parte del WEF. Mi rendo conto che è più facile a dirsi che a farsi perché molte di queste aziende sono monopoli. Tuttavia, se smettiamo di dare loro i nostri soldi, smetteranno di usare i nostri soldi per avvelenare le nostre vite.

Quindi, non possederanno nulla. E saremo tutti felici.

Fonte

leadwef3

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Come il film “Demolition Man” ha perfettamente previsto (e ridicolizzato) la società odierna

Il film Demolition Man è ambientato nel 2032, in una società oppressiva gestita da un folle medico salito al potere dopo un’epidemia e disordini sociali. Guardare questo film oggi è un’esperienza inquietante poiché le “barzellette” del passato sono la realtà di oggi. Ecco uno sguardo alle incredibili previsioni fatte da questo film realizzato ben 30 anni fa.

Quando voglio rilassarmi e distogliere la mente dalle cose, mi piace guardare i film del 20° secolo, in particolare degli anni ’90. Essendo cresciuto in questo decennio magico, immergermi nella nostalgia degli anni ’90 è come un balsamo per la mia anima. Voglio dire, tutto negli anni ’90 era migliore. Le cose divertenti erano divertenti. Le cose belle erano belle. E, secondo me, la società era semplicemente più sana e felice.

Quindi, quando di recente mi sono imbattuto nel film Demolition Man del 1993, non ho potuto resistere. C’è qualcosa di più anni ’90 di Wesley Snipes che combatte Sylvester Stallone mentre indossa una tuta in jeans?

Ma guardare questo film nel 2022 ha finito per essere un’esperienza bizzarra e sconvolgente.

In primo luogo, il film si svolge nel 2032, che è solo tra dieci anni. In altre parole, al momento siamo molto più vicini al “futuro” del film che all’anno in cui è stato effettivamente realizzato. In secondo luogo, il “futuro” rappresentato nel film individua, con un’accuratezza quasi profetica, tutto ciò che è sbagliato nella società in questo momento. E la sta ridicolizzando – come se ridesse di noi dal passato.

In Demolition Man, un medico folle sovrintende a una “utopia” strettamente controllata, in cui ogni aspetto della vita è monitorato e fortemente regolato. Il personaggio di Sylvester Stallone, che è stato congelato criogenicamente dal 1997, irrompe in quel futuro e ne odia ogni singola parte. Rendermi conto che il film parla di un tizio nel 2032 che vuole tornare agli anni ’90. È tutto piuttosto sconvolgente.

Al momento dell’uscita del film, il politically correct stava fiorendo nei media, la tecnologia stava balzando nell’era dell’informazione, l’AIDS era un’epidemia preoccupante e Los Angeles era il luogo di disordini sociali. Attraverso la commedia e la satira, Demolition Man ha rappresentato un futuro in cui una figura tirannica sfrutta questi elementi in misura assurda per inaugurare un “nuovo mondo”. E lo stiamo vivendo ora. E, in un certo senso, il nostro “futuro” è peggiore di quello che vediamo nel film.

Demolition Man è l’unico film diretto da Marco Brambilla, artista noto soprattutto per le sue elaborate installazioni artistiche. Come spiegato nel mio articolo sul video Power di Kanye West (diretto da Brambilla), le sue opere sono piene di simbolismo. Questa è una delle sue ultime installazioni artistiche.

Una porzione della “Porta del paradiso” di Marco Brambilla (2021). Il simbolismo permea l’opera.

L’opera d’arte sopra è descritta come una “decostruzione di Hollywood”. Circa trent’anni fa, Brambilla stava effettivamente dirigendo un film di Hollywood. E, dopo essere stato liquidato come un film d’azione mediocre, Demolition Man è diventato un visionario ammonimento contro le tendenze distopiche dell’élite.

Ecco uno sguardo a Demolition Man e le sue incredibili previsioni.

FILM PROFETICO
In Demolition Man, un criminale violento di nome Simon Phoenix (interpretato da Wesley Snipes) viene condannato a 70 anni di congelamento criogenico. Nel 2032, viene scongelato per l’udienza sulla libertà vigilata, ma finisce per prendere a calci in culo a tutti e fugge dalla struttura.

Phoenix si ritrova in un futuro “utopico”, non violento, in cui le armi sono bandite (si trovano solo nei musei). A un certo punto riassume la situazione:

“L’anno è il 2032. E mi dispiace dire che il mondo è diventato una versione zerbina di Brady Bunch, gestita da un gruppo di femminucce”.

Tutti in futuro indossano tonache/vestaglie. Oltre a un cenno al globalismo, il film aveva previsto la moda della “sfocatura del genere”.

“Moda” nel 2022.

In un mondo pieno di “femminucce”, nessuno può impedire a Phoenix di distruggere tutto. Così le forze di polizia decidono di scongelare John Spartan (interpretato da Sylvester Stallone), un poliziotto della vecchia scuola che è stato congelato criogenicamente nel 1997 a causa delle accuse di omicidio colposo.

Quando Spartan viene integrato nelle forze di polizia, è immediatamente in contrasto con i modi oppressivi di questa nuova società.

Ci sono macchine ovunque che ascoltano ciò che dice la gente. Quando qualcuno dice qualcosa di brutto, la macchina emette un ronzio e dice: “Sei multato di un credito per violazione della legge sulla moralità verbale”. In questa scena, Spartan continua a insultare la macchina in modo da poter usare le multe per pulirsi il sedere.

Quale modo migliore per rappresentare il clima anti-libertà di parola di oggi, dove qualsiasi violazione del “codice morale” dettato dall’élite si traduce in punizioni immediate, censure e cancellazioni?

Spartan scopre anche un altro fatto importante: tutti nella società hanno un microchip sottopelle. Compreso se stesso.

Il chip è necessario per realizzare qualsiasi cosa a San Angeles, incluso entrare nella propria casa. Poiché il denaro è superato, tutte le operazioni vengono eseguite utilizzando il chip.

Guardando questo film nel 2022, è impossibile non tracciare parallelismi con gli odierni passaporti vaccinali che, in molti luoghi, sono richiesti per partecipare alla società. Peggio ancora, ci sono sforzi per trasformare questi passaporti in chip.

Un titolo recente su un’azienda svedese che sta sviluppando un microchip con passaporto vaccinale integrato.

Quando Spartan viene a sapere del chip, dice “questa merda fascista mi fa vomitare”. Sì, negli anni ’90, le persone potevano riconoscere le stronzate fasciste quando le vedevano. Quando Spartan scopre questo “nuovo mondo”, impara anche come è nato tutto. Ed è stranamente simile a quello che è successo nella vita reale.

ORDINE DAL CAOS
Nel 2032, la città di San Angeles (nata dalla fusione di Santa Barbara, Los Angeles e San Diego) è sotto il controllo del dottor Cocteau, una figura tirannica che usa la scienza e la tecnologia per creare una società “perfetta”. Nella città del dottor Cocteau, tutto ciò che ti fa male è illegale: alcol, caffeina, sport di contatto, carne, linguaggio volgare, cioccolato, benzina, giocattoli non educativi. Anche l’aborto è illegale, ma lo è anche la gravidanza… a meno che tu non abbia una licenza.

Inoltre, è vietato il contatto fisico tra esseri umani.

Uno scherzo ricorrente nel film è la “stretta di mano” senza contatto.

Detto questo, ecco un titolo di giornale recente…

Non sto dicendo che il dottor Fauci sia il dottor Cocteau di Demolition Man, ma diciamo che le somiglianze sono sbalorditive.

A sinistra: il dottor Cocteau. A destra: il dottor Fauci.

In questa società contactless, il modo migliore per organizzare le riunioni è attraverso… chiamate Zoom.

Una delle tante accurate previsioni tecnologiche fatte in Demolition Man.

A un certo punto, John Spartan scopre il vero significato di una societa` 100% contactless.

La collega di Spartan Lenina Huxley (dal nome di Aldous Huxley, autore di Brave New World) gli chiede di fare sesso. Quando è d’accordo, lei gli porge un dispositivo “vir-sex”.

Quando si guarda questa scena nel 2022, si pensa automaticamente: quelli sono dispositivi VR. Tuttavia, nessuna di queste cose esisteva davvero nel 1993. A quel tempo, l’apice della tecnologia era il Super Nintendo.

Spartan odia totalmente questo dispositivo e vuole farlo con Huxley alla vecchia maniera. Huxley rifiuta gli spiega come una serie di epidemie e “varianti” portarono al divieto di “trasferirsi liquidi corporei”.

“Il dilagante scambio di fluidi corporei è stato uno dei motivi principali della caduta della società. Dopo l’AIDS, c’è stata la NRS. Dopo NRS, c’era UBT. Una delle prime cose che ha fatto il dottor Coteau è stata quella di mettere fuori legge tutti i trasferimenti di fluidi corporei, convincendo la popolazione che fossero comportamenti socialmente accettabili. Nemmeno quello tra bocche è concesso. (…)

Detto questo, ecco un titolo di giornale, scritto dal “piu` importante” dottore canadese.

Non e` satira

Huxley spiega anche come è regolamentata la procreazione nel 2032.

Procreazione? Andiamo in un laboratorio. I fluidi vengono purificati, controllati e trasferiti solo da personale medico. È l’unico modo legale”.

Detto questo, ecco un titolo molto recente.

Si sta effettivamente discutendo di uteri sintetici in questo momento.

Demolition Man fa anche satira sulla cultura popolare che viene distrutta dalla correttezza politica. In effetti, le persone nel 2032 sono così sensibili e infantilizzate che l’unica musica che ascoltano sono i “mini-tunes” – brevi jingle commerciali senza alcun contenuto. In una scena, i colleghi di Spartan cantano il jingle di Armor Hot Dogs in macchina:

Fat kids, skinny kids, kids of climb on rocks. Though kids, sissy kids, even kids with chicken pox love hot dogs”.

Dopo aver visto questa scena, sono giunto a una realizzazione strabiliante: se il jingle di Armor Hot Dog fosse trasmesso oggi alla radio, alcune persone ne sarebbero effettivamente offese. Ne chiederebbero la censura.

Mentre Spartan odia ogni aspetto di questa nuova società, scopre che alcune persone si stanno ribellando contro di essa.

LA RESISTENZA

Sotto San Angeles vive un gruppo di ribelli emarginati che si oppongono al governo del dottor Cocteau.

I ribelli senza chip nel film sono dei completi emarginati dalla società. Ricordano le persone non vaccinate di oggi che sono bandite dai luoghi pubblici perché non hanno il Green Pass. Ricordano anche coloro che oggi sono diffamati perché vogliono le libertà che esistevano nel 20° secolo.

Ad un certo punto, il capo dei ribelli dice a Spartan:

«Vedi, secondo il piano di Cocteau, io sono il nemico. Perché mi piace pensare. Mi piace leggere. Amo la libertà di parola e la libertà di scelta”.

Potrebbe essere più rilevante oggi? Naturalmente, Cocteau odia queste persone. Li chiama:

“Emarginati e disertori che scelgono di vivere sotto di noi in fogne e tunnel abbandonati. Sono una costante irritazione per la nostra armonia”.

Alla fine scopriamo che Cocteau ha programmato Simon Phoenix per uccidere i ribelli e fermare la loro rivoluzione. In altre parole, il dottor Cocteau ha usato Phoenix come uno schiavo del controllo mentale per prendersi cura del suo lavoro sporco. L’élite lo fa sempre.

Quando il dottor Cocteau espone l’intera portata del suo piano, Simon Phoenix si disgusta e dice:

“Senti, non puoi togliere alle persone il diritto di essere *stronzi.”

Quindi, anche il “cattivo ragazzo” del film apprezza la libertà

Quindi, Jesse Ventura spara al dottor Cocteau e libera il mondo dalla sua immonda presenza.

Alla fine, John Spartan distrugge Simon Phoenix e la sua banda di teppisti. Quindi, in un nuovo mondo, libero dal dominio del dottor Cocteau, le persone chiedono a Spartan cosa dovrebbero fare dopo. Come al solito, Sylvester Stallone trasmette al mondo preziose parole di saggezza. Dice ai cittadini a cui è stato fatto il lavaggio del cervello di “sporcarsi un po`”. Quindi, dice ai ribelli di “darsi una bella pulita”. Poi afferma:

“Da qualche parte nel mezzo, non lo so, lo capirete.”

E ha ragione. L’estrema oppressione porta a una resistenza estrema. Questo sta accadendo ora. Dico di fermare tutto, tornare a come eravamo negli anni ’90 e ricominciare da capo.

Il film si conclude con un grande, grasso scambio di fluidi. La sanità mentale è tornata.

CONCLUSIONE
Il film Demolition Man è probabilmente il film di fantascienza più predittivo che abbia mai visto. E non ho nemmeno menzionato il modo in cui il film prevedeva auto elettriche a guida autonoma che assomigliano esattamente alle Tesla; Come prevedeva che Arnold Schwarzenegger diventasse un politico; Come prevedeva le persone che conversavano continuamente con macchine di tipo Alexa/Siri; Come prevedeva l’uso della biometria e dell’intelligenza artificiale; Come prevedeva la scomparsa dei piccoli ristoranti per essere sostituiti da catene monopolistiche, e molto altro. Tutto ciò era pura fantascienza nel 1993. Ma non era una cosa impossibile, se la società avesse preso una direzione molto specifica. E lo ha fatto.

Il futuro rappresentato in Demolition Man era inteso come satira. In pratica era un avvertimento che diceva: “Ecco come potrebbero finire le cose se non stiamo attenti”. Oggi, a dieci anni dal “futuro” del film, possiamo tranquillamente affermare che la satira è diventata realtà. Le battute del film sono diventate la nostra fastidiosa realtà.

La pandemia di COVID ha permesso a “medici” non eletti di governare ogni aspetto della nostra vita e dettare politiche oppressive. Codici QR e microchip si stanno insinuando nella nostra vita quotidiana. Le opinioni e gli atteggiamenti che non si adattano all’ortodossia attuale vengono immediatamente censurati e puniti. La virilità e la femminilità generali sono disapprovate e ritenute indesiderabili.

Mentre siamo condizionati a pensare che tutto questo sia normale, NON LO È. Demolition Man è come una voce lontana dal passato che ci dice:

Questa merda fascista mi fa vomitare!

Fonte

lead-demolitionman

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Qualcosa di terribilmente sbagliato sta avvenendo in Quebec (Inferno Covid)

La provincia canadese del Quebec vanta uno dei tassi di vaccinazione più alti al mondo. Detiene anche un altro titolo: qui ci sono stati i lockdown piu` duri e le misure sanitarie più oppressive al mondo. Ecco uno sguardo alla vita in Quebec in questo momento.

La mia famiglia è emigrata in Canada oltre 40 anni fa per sfuggire alla guerra civile libanese. Questo vasto e freddo paese si è rivelato un meraviglioso luogo di accoglienza e di opportunità che ha permesso a tutti di prosperare e crescere. Sono nato e cresciuto in Canada e sono sempre stato orgoglioso e riconoscente di questo fatto. In effetti, ogni volta che ascolto l’inno nazionale, ho dei leggeri brividi quando ascolto questo verso specifico:

Dio mantenga la nostra terra gloriosa e libera!

Ma poi è arrivato il COVID. E non ci e` voluto molto prima che il Canada perdesse parte della sua gloria. E gran parte della sua libertà. Ciò è particolarmente vero in una provincia specifica: il Quebec.

Mentre la maggior parte del mondo ha dovuto affrontare dure restrizioni COVID, il Quebec guida costantemente il mondo nell’estrema severità delle sue misure. Nonostante un sistema sanitario universale ampiamente finanziato che è “l’invidia del mondo”, il Quebec ha trascorso 13 degli ultimi 22 mesi in un rigido lockdown in cui la maggior parte delle attività commerciali è stata chiusa e la maggior parte delle interazioni sociali vietate.

Nel 2022, nonostante il 90% della popolazione sia vaccinato, le cose stanno solo peggiorando e si creano pericolosi precedenti. Ecco uno sguardo alla vita in Quebec in questo momento.

INFERNO COVID
Quando il COVID ha colpito il Quebec nel 2020, la provincia ha risposto (come la maggior parte del mondo) con un lockdown totale. Scuole e aziende sono state chiuse per due settimane per “appiattire la curva”. Queste settimane si sono trasformate in mesi. Durante quel periodo, una serie di misure è stata imposta al pubblico da un governo che ha sospeso la democrazia e ha iniziato a governare per decreto. Questo è vero ancora oggi.

Governare per decreto è uno stile di governo che consente la promulgazione rapida e incontrastata della legge da parte di una singola persona o gruppo ed è utilizzato principalmente da dittatori, monarchi assoluti e capi militari.

Nel gennaio 2021, l’intera popolazione del Quebec è stata sottoposta a un coprifuoco durato CINQUE mesi. Durante quel periodo, le persone che venivano catturate fuori dalle loro case dopo le 20:00 sono state fermate dalla polizia e multate. Con l’allungarsi delle giornate, le persone hanno dovuto convivere con l’assurdità di nascondersi nelle proprie case mentre il sole era ancora alto.

Nel frattempo, i vaccini sono stati resi disponibili. Alla gente è stato detto che con le vaccinazioni avrebbero portato la situazione alla normalita`. È stato detto loro che un tasso di vaccinazione del 70% sarebbe stato sufficiente per costruire una solida immunità di gregge nella provincia. I quebecchesi, che erano chiaramente stanchi delle folli misure con cui hanno dovuto fare i conti, si sono rimboccati le maniche. La provincia si è rapidamente avvicinata a un tasso di vaccinazione del 90%, uno dei più alti al mondo.

Il Quebec ha raccolto quindi i frutti della sua conformità? No. Nel frattempo e` arrivato Delta. E, nonostante il fatto che 9 persone su 10 fossero state vaccinate, il governo ha imposto un passaporto vaccinale nella maggior parte dei “luoghi pubblici non essenziali” come bar, ristoranti, palestre e molto altro. L’introduzione di questa misura è stata preceduta da una massiccia campagna mediatica in cui quasi tutti i media e i giornalisti hanno sostenuto la misura. Coloro che si sono opposti furono messi a tacere e censurati.

“Il passaporto vaccinale è libertà”. Uno dei tanti titoli di cronaca orwelliani che hanno preceduto l’imposizione del passaporto.

Quindi il passaporto ha finalmente portato il Quebec alla libertà? No. Solo pochi mesi dopo che questa misura controversa è stata imposta alla società, il Quebec è stato sottoposto a un altro duro lockdown. Tutto e` stato chiuso di nuovo. Come mai? Omicron.

Inoltre, il 31 dicembre 2021, il Quebec è diventato l’unico luogo al mondo a imporre un altro coprifuoco a tutta la popolazione. Quando venne chiesto alla scienza di dimostrare che il coprifuoco ha un impatto reale sulla pandemia, il governo ha semplicemente risposto che non aveva prove. Un pericoloso precedente.

Alla vigilia di Capodanno, alle 18:45, mentre le persone cercavano di dimenticare il fatto di vivere in un incubo orwelliano, ogni singolo telefono della provincia ha emesso un forte rumore terrificante. Si trattava di un “allarme di emergenza” lanciato dal governo in cui si affermava che “era vietato stare fuori casa”.

L'”allarme di emergenza” lanciato dal governo del Quebec alla vigilia di Capodanno.

Come se non bastasse, quel messaggio è apparso anche sugli schermi TV con lo stesso orribile rumore. È stato, facilmente, il momento più distopico nella storia del Quebec. A peggiorare le cose, l’avviso ha effettivamente causato l’interruzione del servizio TV per alcune ore a causa di un “bug”. Non me lo sto inventando. In breve, alla vigilia di Capodanno, le persone sono rimaste bloccate in casa e un’allerta del governo ha fatto smettere di funzionare le TV.

2022
Inutile dire che il 2022 è iniziato male in Quebec. Nonostante il fatto che gli studi abbiano dimostrato che Omicron è molto più debole delle varianti precedenti, il Quebec ha raddoppiato le restrizioni. Ecco alcune delle misure attualmente in vigore in Quebec. Proprio adesso.

Sono vietati tutti gli assembramenti privati
Tutti gli eventi pubblici sono annullati, compresi gli eventi sportivi
Tutti i ristoranti, bar e casinò sono chiusi
Tutti i luoghi di culto sono chiusi (i funerali sono limitati a 25 persone)
Tutte le palestre sono chiuse, le attività extrascolastiche sono sospese, la maggior parte delle attività sportive è vietata
Tutte le scuole sono rimaste chiuse fino al 17 gennaio. Sono vietati gli sport giovanili.
Tutte le terme e le saune sono chiuse
Obbligo di mascherine in tutti i luoghi pubblici. Gli scolari di età inferiore ai 6 anni devono indossare sempre le mascherine a scuola, anche durante l’attività fisica.
I passaporti vaccinali sono richiesti nelle stazioni sciistiche

Dopo che gli è stato detto che i vaccini avrebbero portato alla libertà e, in seguito, che i passaporti vaccinali avrebbero garantito il ritorno alla normalita`, le persone vaccinate non sono ancora libere. E le persone non vaccinate vivono da mesi come cittadini di seconda classe.

Di fronte a crescenti critiche, il governo si è impegnato nella strategia più cinica possibile: il capro espiatorio. E così, tutta la colpa è stata attribuita ai non vaccinati per aver occupato troppi letti d’ospedale.

E, come al solito, quella campagna è stata sostenuta da alcuni dei peggiori tentativi di propaganda a cui abbia mai assistito. Nell’esempio seguente, un programma televisivo del Quebec utilizza i bambini per spingere le vaccinazioni.

Nel video, una bambina afferma che il governo dovrebbe “punire” i non vaccinati rovinando gradualmente la loro vita. Ed è esattamente ciò che sta accadendo ora. In effetti, il governo del Quebec sta attualmente percorrendo una strada molto pericolosa: l’imposizione di misure punitive.

Dalle misure sanitarie alle misure punitive
Fino al 2022, la maggior parte delle misure sanitarie riguardava la “riduzione della diffusione del virus”. Tuttavia, nel 2022, il governo ha introdotto ulteriori misure che non hanno assolutamente alcun impatto sulla diffusione del virus. Queste misure esistono esclusivamente per punire i non vaccinati per non aver obbedito.

In primo luogo, il governo ha imposto il passaporto vaccinale in tutti i negozi di liquori e nei dispensari di marijuana della provincia. In Quebec, queste attività sono monopoli di proprietà del governo. Pertanto, se non sei vaccinato, non puoi comprare una bottiglia di liquore da nessuna parte. Inoltre, i critici hanno subito sottolineato che questa misura aiuta effettivamente gli spacciatori. Compreso Pfizer.

Alcuni giorni dopo, il governo ha imposto il passaporto vaccinale in tutte le attività che superano i 1.600 piedi quadrati (tranne negozi di alimentari e farmacie). Nonostante vendano generi alimentari e medicine, i non vaccinati sono comunque banditi da Walmart e Costco. Sono inoltre banditi da tutti i grandi negozi di ferramenta, concessionarie di automobili, negozi di mobili come Ikea e molto altro.

Sebbene questa misura abbia lo scopo di “punire” i non vaccinati, sono le persone vaccinate pienamente conformi che ora devono fare la fila davanti ai negozi e presentare i loro codici QR ogni volta che entrano.

Ma non è tutto. Il governo ha anche annunciato che i non vaccinati sarebbero stati soggetti a una “tassa sanitaria” di importo considerevole. Nonostante il Quebec sia già uno dei luoghi più tassati al mondo, intende punire i non vaccinati prendendo letteralmente più soldi dalle loro tasche … che verranno utilizzati per opprimerli ulteriormente.

Ma non è tutto. Il governo intende anche contattare ogni singola persona non vaccinata per convincerla a farsi l’iniezione. Questo sarà fatto per posta, telefono e anche di persona.

Le due misure sopra menzionate richiedono un elemento importante ma inquietante: la creazione di un database dei non vaccinati contenente tutte le loro informazioni e tentativi di comunicazione.

Il Quebec è anche all’avanguardia nella creazione di precedenti giudiziari basati sullo stato di vaccinazione. Per favore, leggi il titolo seguente e dimmi che questa non è una follia, soprattutto se si considera il fatto ben noto che i vaccini attuali non impediscono la diffusione di Omicron.

CONCLUDENDO
Questo articolo si e` concentrato sul Quebec, una provincia canadese in cui la democrazia è in sospeso dal 2020 e le libertà fondamentali vengono rimosse senza dibattiti pubblici e piena cooperazione dei media. Nonostante il fatto che i professionisti mettano in guardia sull’effetto disastroso di queste misure sulla salute mentale e fisica della popolazione (soprattutto dei giovani), le misure continuano ad accumularsi per … scopi sanitari. Peggio ancora, le ultime misure non hanno alcun impatto sulla pandemia. Esistono solo per punire i non vaccinati.

Alcuni posti nel mondo riescono a essere peggio. Ad esempio, in Austria è in corso la vaccinazione obbligatoria. Sarà imposto da “controlli cartacei di routine” da parte della polizia. Questo è ciò che fanno gli stati di polizia.

Con l’attenuarsi della pandemia, le persone sperano nella completa scomparsa di queste misure. Tuttavia, alcuni governi stanno cercando di rendere permanenti questi tradimenti della libertà e della democrazia.

Se vivi in ​​un posto che apprezza davvero la libertà e la democrazia, assicurati che le cose rimangano così. Se vivi in ​​un incubo Covidiano simile al Quebec, è ora di svegliarti.

Dio mantenga la nostra terra gloriosa e libera!

Fonte

leadqc

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

I consulenti scientifici del governo del Regno Unito ammettono di aver usato tattiche di paura “totalitarie” per controllare le persone durante la pandemia

“Il modo in cui abbiamo usato la paura è stato distopico”

Scienziati nel Regno Unito che lavorano come consulenti del governo hanno espresso rammarico per aver utilizzato quelli che ora ammettono essere metodi “non etici” e “totalitari” per instillare la paura nella popolazione al fine di controllare il comportamento durante la pandemia, secondo un rapporto.

Il London Telegraph riporta i commenti fatti dai membri dello Scientific Pandemic Influenza Group on Behaviour (SPI-B), un sottocomitato dello Scientific Advisory Group for Emergencies (Sage), il principale gruppo consultivo scientifico del governo.

Il rapporto cita un briefing di marzo 2020, quando è stato decretato il primo lockdown, nel quale si affermava che il governo dovrebbe aumentare drasticamente “il livello di minaccia personale percepito” poiche’ “un numero considerevole di persone non si sente ancora sufficientemente minacciato” .

Uno scienziato dell’SPI-B ammette che “A marzo [2020] il governo era molto preoccupato per la conformità e pensava che le persone non avrebbero voluto essere rinchiuse. Ci sono state discussioni sul livello di paura necessario per incoraggiare le persone ad obbedire e sono state prese decisioni su come aumentare la paura. “

Lo scienziato senza nome aggiunge che “Il modo in cui abbiamo usato la paura è distopico”.

Lo scienziato ha inoltre confessato che “L’uso della paura è stato decisamente discutibile dal punto di vista etico. È stato come uno strano esperimento. Alla fine, si è ritorto contro perché le persone si sono spaventate troppo “.

Un altro scienziato separato del sottocomitato ha affermato: “Si potrebbe chiamare psicologia del “controllo mentale”. Questo è quello che facciamo … chiaramente cerchiamo di affrontarlo in modo positivo, ma è stato usato in modo nefasto in passato. “

Un altro scienziato ha avvertito che “Dobbiamo stare molto attenti all’autoritarismo che si sta insinuando”, aggiungendo “le persone usano la pandemia per prendere il potere e fare cose prima impensabili”.

Secondo il rapporto, un altro ricercatore del gruppo ha riconosciuto che “Senza un vaccino, la psicologia è la tua arma principale”.

Un altro scienziato del sottocomitato ha dichiarato di essere stato “sbalordito da come la psicologia comportamentale e’ stata utilizzata come un’arma” nell’ultimo anno e ha avvertito che “gli psicologi non sembravano notare quando ha smesso di essere altruista ed è diventato manipolativo”.

“Hanno troppo potere e li inebria”, ha ulteriormente avvertito lo scienziato.

I commenti sono stati raccolti dall’autrice Laura Dodsworth, per il suo libro A State of Fear, in uscita oggi, che esplora le azioni del governo durante la pandemia.

Quando il Telegraph ha chiesto al sottocomitato di commentare i risultati, lo psicologo dell’SPI-B Gavin Morgan ha risposto: “Chiaramente, usare la paura come mezzo di controllo non è etico. Usare la paura sa di totalitarismo. Non è una posizione etica per nessun governo moderno “.

Morgan ha aggiunto che “Per natura sono una persona ottimista, ma tutto questo mi ha dato una visione più pessimistica delle persone”.

Commentando le rivelazioni, il conservatore Steve Baker, un membro di un gruppo di parlamentari anti-lockdown, ha detto: “Se è vero che lo stato ha preso la decisione di terrorizzare il pubblico per ottenere il rispetto delle regole, ciò solleva domande estremamente serie sul tipo di società che vogliamo diventare. “

Lo stato di paura del governo continua minuto per minuto poiché i ministri del governo stanno ora suggerendo che il cosiddetto “ giorno della libertà ” nel Regno Unito (una situazione in cui il governo consente alle persone di avere diritti fondamentali non è libertà) il 21 giugno è minacciato perché un considerevole parte della popolazione si rifiuta di prendere il vaccino:

Fonte

gettyimages-1214266712-768x432-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Il World Economic Forum promuove la “maschera intelligente” che ti avvisa se dimentichi di indossarla

I commentatori avvertono che potrebbe essere collegata ad un sistema di credito sociale a punti.

Il World Economic Forum sta promuovendo una “maschera intelligente” che tiene traccia del tuo respiro e ti avvisa tramite un’app se la indossi in modo improprio o se dimentichi di indossarla del tutto.

Sì davvero.

Un video clip pubblicato ieri mattina sull’account Twitter ufficiale del WEF promuove la “maschera del futuro”, progettata dalla società cinese CirQ Technologies.

La maschera intelligente ti dice quando lavarla, se la indossi correttamente e ti avvisa tramite un sensore collegato a un’app per cellulare quando l’hai lasciata a casa.

Vengono promossi anche i benefici ambientali della maschera in quanto ridurrebbe il numero di maschere facciali usa e getta che finiscono nelle discariche.

Il fatto che la maschera possa tenere traccia del fatto che la indossi o meno ha fatto pensare ad alcuni commentatori che alla fine potrebbe essere collegata a un sistema di credito sociale a punti in stile comunista cinese.

In Cina, lo stato ha già collegato il suo sistema di tracciamento del coronavirus al credito sociale a punti, elargendo punizioni per coloro che non indossano la maschera o violano le regole di distanziamento sociale.

Un altro utente di Twitter ha notato come il video promozionale ammetta inavvertitamente che l’anidride carbonica è una minaccia per la salute quando la maschera viene utilizzata troppo.

Il club miliardario di Davos sembra basare la sua agenda sulla “nuova normalità” che è rappresentato da un futuro in cui le maschere saranno permanenti.

Come abbiamo evidenziato in precedenza, il fondatore del World Economic Forum Klaus Schwab afferma nel suo libro Covid-19: The Great Reset, che il mondo “non tornerà mai” alla normalità.

Schwab ha anche chiarito che il transumanesimo è parte integrante del “Grande Reset” quando ha affermato che la quarta rivoluzione industriale “porterebbe a una fusione della nostra identità fisica, digitale e biologica”, che nel suo libro chiarisce, sono i microchip impiantabili, che potranno leggere i tuoi pensieri.

Fonte

070421wef1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Un video mostra un pod futuristico che crescera` vostro figlio dopo il concepimento

Un video prevede un futuro distopico in cui i bambini cresceranno all’interno di sofisticati pod elettronici che sostituiranno completamente l’utero e la gravidanza.

Il video promozionale per il baby pod sottolinea come i genitori saranno in grado di concentrarsi su altre cose come il lavoro mentre sara` la macchina a prendersi cura del bambino.

“I genitori sarebbero in grado di vivere le loro vite normalmente”, afferma il promo, come se avere un bambino naturalmente fosse anormale.

“Ha una zona dove inserire il cibo”, afferma il promo mentre viene mostrata una donna che versa una sostanza verde in un contenitore. C’è anche un “microfono” collegato in modo che le persone possano “parlare con il feto”.

Il pod, che per fortuna è solo un ‘”idea” in questa fase, è stato * creato * dagli studenti del Product Design Arnhem.

Secondo Tech Insider, l’arrivo del pod è “solo una questione di tempo” perché non è così diverso dagli agnelli già allevati all’interno di “biobags”.

Le risposte su Twitter al concetto di baby pod non sono state eccessivamente entusiaste.

Il felice video promozionale non ha fatto menzione del fatto che tutto ciò suona come un orribile ibrido distopico del Brave New World di Aldous Huxley e una trama di Black Mirror.

Il classico di Huxley del 1932 rappresentava una forma morbida di totalitarismo in cui i bambini sono ingegnerizzati biologicamente dalla nascita in provette a ciascuno viene dato un corso predestinato nella vita che dipende dalle tecniche di condizionamento utilizzate sul suo embrione.

Mentre il pod non è molto simile a quello scenario, promuove l’idea di disumanizzare il bambino rimuovendo completamente la madre dal processo.

Come abbiamo precedentemente sottolineato, l’élite tecnologica sembra essere ossessionata dal distaccare e rendere solo e auto sufficiente ogni essere umano, facendo sì che facciano letteralmente tutto all’interno dei confini di un pod, che si tratti di vivere, esercitarsi, lavorare o mangiare.

Dall’epidemia di coronavirus, numerosi ristoranti hanno annunciato che racchiuderanno i commensali all’interno di pod, nonostante il fatto che ovviamente si surriscalderanno in estate.

“Recinti trasparenti per i bagnanti. po dper il pranzo. La richiesta di scudi protettivi in ​​plexiglass non è mai stata così alta ”, ha annunciato il Wall Street Journal questa settimana.

Fonte

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

€2,00

In una nuova serie della BBC i neri sono gli schiavisti, i bianchi gli schiavi

Una nuova serie della BBC ambientata a Londra raffigura una società “distopica” alternativa in cui i neri sono schiavisti e i bianchi schiavi.

Lo spettacolo, in cui vediamo il rapper “woke” Stormzy, si chiama Noughts & Crosses ed è basato su una serie di romanzi di Malorie Blackman.

La trama mostra “una storia alternativa in cui e` il popolo africano ad aver raggiunto un vantaggio tecnologico e organizzativo rispetto al popolo europeo, piuttosto che il contrario”.

Nella narrazione, la schiavitù è stata abolita legalmente, ma la segregazione rimaneva in vigore, con le croci (persone dalla pelle scura) alla quale era stato proibito di avere relazioni romantiche con i cerchi (persone dalla pelle più chiara).

I personaggi bianchi sono sottomessi e servono i neri, i nomi dei personaggi bianchi sono pronunciati male.

“A questo punto, perché Netflix, la BBC e tutti gli altri media di sinistra non fanno semplicemente un film o una serie intitolata “odiamo i bianchi “. Sarebbe molto più onesto “, ha commentato una persona su YouTube.

 

Il trailer dello mostra delle bande di bianchi che protestano violentemente.

“Le cose che lui [Callum] attraversa in particolare a scuola, mi sono successe, come chiedere ai miei insegnanti dove fossero gli scienziati neri e sentirmi dire che non ce n’erano”, ha detto Blackman. “O la prima volta che ho viaggiato su un treno in prima classe e sono stato accusato di aver rubato il biglietto.”

Mentre lo spettacolo cerca di nascondersi dietro la “diversità”, non farà altro che infiammare ulteriormente il risentimento e la divisione tra bianchi e non bianchi.

“Questo accade in un momento in cui agli attori bianchi vengono negati sempre piu` ruoli. Ruoli classici che vengono consegnati alle minoranze sacrificando così l’autenticità. “La BBC è conosciuta per aver discriminato i candidati bianchi in passato “, riferisce il National File.

La serie è anche un’altra opportunità per la BBC di soddisfare le quote di diversità impiegando un cast prevalentemente nero.

Ciò nonostante il fatto che un nuovo sondaggio dell’industria televisiva britannica da parte di Creative Diversity Network abbia scoperto che la rappresentazione sullo schermo di BAME [Black and Minority Ethnic] si attesta al 23%, significativamente al di sopra della popolazione BAME del 14% nel Regno Unito.

Fonte