Archivi Blog

L’Austria rende obbligatorio il vaccino contro il COVID, promette “sanzioni” per chi resiste

L’intera popolazione ora è sotto lockdown

Dopo aver annunciato l’ennesimo lockdown, le autorità austriache hanno anche affermato che renderanno obbligatorio il vaccino COVID-19, promettendo “sanzioni” per coloro che continuano a resistere.

A seguito di un lockdown dei non vaccinati, che non è riuscito a fermare l’impennata del numero di casi, l’intero paese sarà ora sottoposto a un blocco completo della durata di almeno 10 giorni.

Dal 1° febbraio, inoltre, tutti dovranno essere vaccinati per legge.

“Non siamo stati in grado di convincere abbastanza persone a vaccinarsi. Per troppo tempo io e altri abbiamo pensato che potessimo convincere le persone a farsi vaccinare”, ha affermato il cancelliere Alexander Schallenberg.

Ha anche promesso di imporre “pene” a coloro che si rifiutano ancora di vaccinarsi, sebbene queste non siano state specificate.

È probabile che l’Austria segua gli Stati Uniti nel tentativo di rendere obbligatoria la vaccinazione per avere un lavoro.

Numerosi altri paesi, tra cui Germania, Italia, Slovacchia e Repubblica Ceca, stanno per attuare nuove restrizioni nel tentativo di combattere una “quarta ondata” del virus.

L’Europa sta attualmente vivendo la più alta ondata di COVID di sempre, con 310.000 casi registrati in tutto il continente nelle ultime 24 ore.

Un paese che sta affrontando notevolmente meglio del resto d’Europa è la Svezia, che non ha mai imposto alcun mandato di maschera rigoroso o blocco legale.

Nel frattempo, anche l’Irlanda è sul “piede di guerra” e potrebbe essere in procinto di introdurre un nuovo lockdown nonostante abbia una popolazione vaccinata al 94%, obbligo di indossare le maschere e uno schema di passaporto vaccinale già in vigore.

Quanti lockdown, seguiti da nuove ondate di contagi, devono imporre i paesi europei prima di considerare l’efficacia dei lockdown?

E’ da oltre 20 mesi che osserviamo questo teatrino.

Continuate ad obbedire, idioti.

Fonte

191121austria1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

BLM a sostegno della tirannia marxista cubana

I marxisti di BLM stanno dalla parte dei marxisti cubani. Naturalmente.

L’organizzazione Black Lives Matter ha rilasciato una dichiarazione in cui si schiera chiaramente dalla parte della brutale oppressione del governo marxista in tutto il paese, provocando una reazione diffusa ma che sorprende poco dato che la stessa BLM è stata fondata da accaniti marxisti.

Piuttosto che condannare il regime cubano, la dichiarazione del BLM incolpa il governo degli Stati Uniti sotto il presidente Trump per il “trattamento disumano” del popolo cubano:

La dichiarazione afferma che “Dal 1962, gli Stati Uniti hanno imposto dolore e sofferenza al popolo di Cuba tagliando cibo, medicine e forniture, con un costo stimato per la piccola nazione insulare di 130 miliardi di dollari”.

È esattamente la stessa affermazione che sta facendo il regime marxista cubano.

La dichiarazione continua: “Il popolo di Cuba viene punito dal governo degli Stati Uniti perché il paese ha mantenuto il suo impegno nella sovranità e nell’autodeterminazione. I leader degli Stati Uniti hanno cercato di schiacciare questa Rivoluzione per decenni”.

“Invece di amicizia, rispetto e buona volontà internazionali, il governo degli Stati Uniti ha solo istigato la sofferenza per le 11 milioni di persone del paese, di cui 4 milioni sono neri e marroni”, afferma anche la dichiarazione.

Il fatto che i manifestanti pro-libertà a Cuba sventolino bandiere degli Stati Uniti è stato completamente ignorato dall’organizzazione BLM.

La dichiarazione di BLM è stata ampiamente criticata:

Fonte

gettyimages-1328600684-768x432-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Coronavirus e “La Scienza”

Quando i politici di tutto il mondo ti dicono che ascoltano “la scienza” imponendo le loro misure anti COVID, mentono. Ciò che ascoltano è un relativo parere scientifico formulato dai loro virologi ed epidemiologi locali, che viene inevitabilmente messo in discussione da altri scienziati.

Se così non fosse, il mondo intero adoterebbe le stesse misure e non ci sarebbe alcuna discussione nella comunità scientifica. Tuttavia, quando le misure vengono imposte in vari paesi, vengono imposte come una sorta di legge. I lockdown sono popolari tra i politici falliti, perché lo vedono come una misura di sicurezza (non c’è niente di più estremo). Tutto questo perché non sono mai andati oltre al setting mentale “COVID è l’unico problema che abbiamo”.

Tuttavia, anche in questo caso, sarebbe saggio riconoscere queste misure come estremamente arbitrarie. Ecco perché differiscono da un luogo all’altro; si inventano la narrativa man mano che procedono, guidati dalla loro limitata comprensione del problema. Ciò che il giudice della Corte Suprema degli Stati Uniti Neil Gorsuch ha espresso sul decreto del governatore di New York Andrew Cuomo riguardo la chiusura delle chiese, quando la corte ha annullato il decreto, è un ottimo esempio del motivo per cui sono arbitrarie:

Le cose tendono ad essere meglio definite quando le autorità giudiziarie le pronunciano. Ecco a cosa servono i tribunali. Ecco perché dovremmo prestare attenzione quando un tribunale portoghese afferma che i test PCR sono inaffidabili al 97%. Non prestiamo attenzione, perché i nostri media ignorano quella sentenza. E continuiamo a utilizzare il test PCR su vasta scala, anche se il suo stesso inventore afferma che non dovrebbe essere utilizzato per questo scopo. E` scritto anche sulla scatola.

E per tutti quei paesi che chiudono i loro negozi e scuole, questa notizia dal Canada vi aprira` sicuramente gli occhi:

Se solo l’1,5% dei decessi da COVID avviene al di fuori delle case di cura a lungo termine, ” La scienza” non ci dice di chiudere le scuole e i negozi e di far indossare a tutti una maschera 24 ore al giorno, la scienza dice di pompare enormi quantità di risorse nelle case di cura per fermare la miseria lì. La chiusura dei negozi non aiuta. Ci saranno, inoltre, altri effetti molto negativi, mentre non ti prendi cura delle case di cura.

Questo è di Peter Andrews, genetista e giornalista scientifico: Landmark Legal Ruling Finds That Covid PCR Tests Are Not Fit For Purpose

Quattro vacanzieri tedeschi che sono stati illegalmente messi in quarantena in Portogallo dopo che uno è stato giudicato positivo per Covid-19 hanno vinto la loro causa, in un verdetto che condanna il test PCR ampiamente utilizzato come inaffidabile fino al 97%. All’inizio di questo mese, i giudici portoghesi hanno confermato una decisione di un tribunale di grado inferiore che ha ritenuto illegale la quarantena forzata di quattro vacanzieri. Il caso era incentrato sull’affidabilità (o meno) dei test PCR Covid-19. Il verdetto, pronunciato l’11 novembre, fa seguito ad un ricorso contro un atto di habeas corpus presentato da quattro tedeschi contro l’Autorità sanitaria regionale delle Azzorre. Questo organo aveva presentato ricorso contro una sentenza di un tribunale di grado inferiore che si era pronunciata a favore dei turisti, che sostenevano di essere stati illegalmente confinati in un albergo senza il loro consenso.

Ai turisti è stato ordinato di rimanere in hotel durante dopo che uno di loro è risultato positivo al coronavirus in un test PCR – gli altri tre sono stati etichettati come contatti stretti e quindi messi in quarantena. La deliberazione della Corte d’appello di Lisbona è completa e affascinante. Ha stabilito che l’autorità sanitaria regionale delle Azzorre aveva violato il diritto portoghese e internazionale confinando i tedeschi in hotel. I giudici hanno anche affermato che solo un medico può “diagnosticare” qualcuno con una malattia e sono stati critici sul fatto che a quanto pare non sono mai stati visitati da uno. Hanno anche criticato l’affidabilità del test PCR (reazione a catena della polimerasi), il controllo più comunemente usato per Covid.

La conclusione della loro sentenza di 34 pagine includeva quanto segue: “Alla luce delle attuali prove scientifiche, questo test si dimostra incapace di determinare oltre ogni ragionevole dubbio che tale positività corrisponda, di fatto, all’infezione di una persona da parte del Virus CoV-2. ” Agli occhi di questo tribunale, quindi, un test positivo non corrisponde a un caso Covid. Le due ragioni più importanti per questo, hanno detto i giudici, sono che “l’affidabilità del test dipende dal numero di cicli utilizzati” e che “l’affidabilità del test dipende dalla carica virale presente”. In altre parole, ci sono semplicemente troppe incognite che circondano i test PCR.

Questa non è la prima sfida alla credibilità dei test PCR. Molte persone saranno consapevoli che i loro risultati hanno molto a che fare con il numero di amplificazioni eseguite, o la “soglia del ciclo”. Questo numero nella maggior parte dei laboratori americani ed europei è di 35-40 cicli, ma gli esperti hanno affermato che anche 35 cicli sono troppi e che un protocollo più ragionevole richiederebbe 25-30 cicli. (Ogni ciclo aumenta esponenzialmente la quantità di DNA virale nel campione). [..] I giudici portoghesi hanno citato uno studio condotto da “alcuni dei principali specialisti europei e mondiali”, che è stato pubblicato da Oxford Academic alla fine di settembre. Ha dimostrato che se qualcuno è risultato positivo al Covid a una soglia del ciclo di 35 o superiore, le probabilità che quella persona venga effettivamente infettata sono inferiori al tre percento e che “la probabilità di … ricevere un falso positivo è del 97% o superiore”.

Poi ci sono i vaccini di cui tutti sono così entusiasti. Gilbert Berdine, MD, scrivendo per il Mises Institute, ha alcune domande sui vaccini Pfizer e Moderna mRNA (qualcosa a che fare con il motivo per cui Twitter ha sospeso l’account dell’istituto)?

Che cos’è esattamente un “caso” di COVID? Non può essere un test PCR positivo, non se sono affidabili solo al 3%. “La scienza” quindi si sta sbagliando come quasi tutti i governi del pianeta.

E sì, Pfizer e Moderna hanno gli occhi illuminati dalla quantita` di conio che finira` nelle loro tasche. Ci sono molte domande sul vaccino AstraZeneca / Oxford e non posso fare a meno di pensare che siano collegate al fatto che non ha scopo di lucro. Allo stesso modo, è curioso anche il completo silenzio sul vaccino Sputnik V russo. Vogliamo veramente risolvere il problema SOLO se i nostri scienziati e Big Pharma per cui lavorano ritengono giusto/riescono a farlo?

Ciò che la campagna pubblicitaria del vaccino COVID non vi dice

Entrambi gli studi hanno un gruppo di trattamento che ha ricevuto il vaccino e un gruppo di controllo che non l’ha ricevuto. Tutti i soggetti dello studio erano covid negativi prima dell’inizio dello studio. L’analisi per entrambi gli studi è stata eseguita quando è stato raggiunto un numero target di “casi”. I “casi” sono stati definiti mediante test di reazione a catena della polimerasi (PCR) positiva. Non c’erano informazioni sul numero di cicli per i test PCR. Non c’erano informazioni sul fatto che i “casi” presentassero sintomi o meno. Non c’erano informazioni sui ricoveri o morti. Lo studio Pfizer comprendeva 43.538 partecipanti ed è stato analizzato dopo 164 casi. Quindi, circa 150 dei 21.750 partecipanti (meno dello 0,7%) erano positivi al PCR nel gruppo di controllo e circa un decimo di quel numero nel gruppo vaccino è diventato positivo al PCR.

Il processo Moderna ha avuto 30.000 partecipanti. Ci sono stati 95 “casi” nei 15.000 partecipanti di controllo (circa lo 0,6%) e 5 “casi” nei 15.000 partecipanti al vaccino (circa un ventesimo dello 0,6%). Le cifre di “efficacia” citate in questi annunci sono rapporti di probabilita`. Non ci sono prove, ancora, che il vaccino abbia impedito ricoveri o decessi. L’annuncio di Moderna ha affermato che undici casi nel gruppo di controllo erano malattie “gravi”, ma cosa si intenda per “grave” non è stato definito. Se ci sono stati ricoveri o decessi in entrambi i gruppi, il pubblico non è stato informato.

Quando i rischi di un evento sono piccoli, i rapporti di probabilita` possono essere fuorvianti sul rischio assoluto. Una misura più significativa dell’efficacia sarebbe il numero da vaccinare per prevenire un ricovero o un decesso. Quei numeri non sono disponibili. Una stima del numero da trattare dal processo Moderna per prevenire un singolo “caso” sarebbe di quindicimila vaccinazioni per prevenire novanta “casi” o 167 vaccinazioni per “caso” prevenuto, il che non sembra neanche lontanamente “efficace al 94,5%”.

I pubblicisti che lavorano per le aziende farmaceutiche sono persone molto intelligenti. Se ci fosse una riduzione della mortalità da questi vaccini, tale informazione sarebbe nel primo paragrafo dell’annuncio.

Non ci sono informazioni su quanto a lungo persisterà qualsiasi beneficio protettivo del vaccino. La risposta anticorpale dopo il covid-19 sembra essere di breve durata. In base a ciò che sappiamo, il vaccino covid potrebbe richiedere due iniezioni ogni tre o sei mesi per essere protettivo. Più iniezioni sono necessarie, maggiore è il rischio di effetti collaterali da sensibilizzazione al vaccino. Non ci sono informazioni sulla sicurezza. Nessuna. Le agenzie governative come i Centers for Disease Control (CDC) sembrano avere due standard completamente diversi per l’attribuzione dei decessi a covid-19 e l’attribuzione di effetti collaterali ai vaccini covid.

Se questi vaccini saranno approvati, come probabilmente lo saranno, il primo gruppo a essere vaccinato saranno i beta tester. Lavoro presso un centro medico universitario che è un centro di riferimento per la regione del Texas occidentale. I miei colleghi includono medici residenti e medici di facoltà che lavorano quotidianamente con pazienti covid. Ho chiesto a diversi miei colleghi se saranno i primi in linea per il nuovo vaccino. Non ho ancora sentito nessuno dei miei colleghi rispondere affermativamente.

Le ragioni dell’esitazione sono che le incertezze sulla sicurezza superano ciò che percepiscono come un piccolo vantaggio. In altre parole, i miei colleghi preferirebbero correre il rischio di contrarre il covid piuttosto che fare da beta tester per il vaccino. Molti dei miei colleghi vogliono vedere i dati di sicurezza dopo un anno di utilizzo prima di essere vaccinati; questi colleghi sono preoccupati per i possibili effetti collaterali autoimmuni che potrebbero non comparire per mesi dopo la vaccinazione.

Successivamente, diamo un’occhiata, attraverso l’American Institute for Economic Research, a un rapporto che la Johns Hopkins University ha in qualche modo misteriosamente estratto dal suo sito web:  New Study Highlights Alleged Accounting Error Regarding Covid Deaths

È già noto che il Covid-19 è una malattia più pericolosa per le persone di età superiore ai 65 anni e che presentano condizioni preesistenti. Negli Stati Uniti, è stato osservato un tasso di mortalità del 2,1%, con gli individui anziani che rappresentano oltre la metà di quel numero. Le persone giovani e sane non sono minacciate dal Covid-19. Secondo il CDC, “Le stime delle morti in eccesso possono fornire informazioni sul peso della mortalità potenzialmente correlata alla pandemia COVID-19, comprese le morti che sono direttamente o indirettamente attribuite a COVID-19. Le morti in eccesso sono generalmente definite come la differenza tra il numero di decessi osservato in periodi di tempo specifici e il numero di decessi previsto negli stessi periodi di tempo “.

In sostanza, si registra un numero medio di decessi ogni anno dovuti a una varietà di cause che per la maggior parte sono rimaste costanti negli anni. Ciò include morbilità come le malattie cardiache, che è stata a lungo la principale causa di morte, e il cancro, che ha a lungo afflitto la nostra esistenza. Affinché il Covid-19 sia una grave causa di allarme, sarebbe necessario aumentare in modo significativo il numero di morti medie. Tuttavia, secondo lo studio, “Queste analisi dei dati suggeriscono che, contrariamente alle ipotesi della maggior parte delle persone, il numero di morti per COVID-19 non è allarmante. In effetti, non ha relativamente alcun effetto sui decessi negli Stati Uniti “. Le morti totali negli Stati Uniti non mostrano cambiamenti significativi e rispecchiano persino le tendenze passate delle malattie stagionali.

[..] Ciò che è ancora più interessante, se non più allarmante, è che il picco nelle morti registrate per Covid-19 nel 2020 ha coinciso con una diminuzione proporzionale dei decessi per altre malattie. Yanni Gu scrive: “Questo suggerisce, secondo Briand, che il bilancio delle vittime del COVID-19 è fuorviante. Briand ritiene che le morti dovute a malattie cardiache, malattie respiratorie, influenza e polmonite potrebbero invece essere riclassificate come dovute a COVID-19 “. Le morti sono rimaste relativamente costanti, ma le morti segnalate dovute a condizioni mortali come le malattie cardiache sono diminuite mentre le morti segnalate per Covid sono aumentate. Ciò suggerisce che l’attuale numero di morti Covid è stato in qualche modo ampliato includendo anche altre malattie. Secondo il grafico, le morti segnalate da Covid hanno persino superato le malattie cardiache come causa principale di morte a un certo punto, il che dovrebbe sollevare sospetti.

E quando vedi il rapporto della rivista Clinical Infectious Diseases in cui si afferma che circa 53 milioni di americani potrebbero essere già stati infettati, devi chiederti quale sia l’uso di tutte le misure COVID in questo momento. Se questo è vero negli Stati Uniti, è probabile che sia vero praticamente in qualsiasi altro luogo.

Sembra che ce l’abbiano tutti e solo le persone nelle case di cura muoiono di questa malattia, e per di più molte di quelle persone non sono effettivamente morte per COVID ma per qualche altra afflizione. E per questo stiamo chiudendo le nostre intere società, costringendo enormi quantità di imprese al fallimento, costringendo milioni su milioni alla disoccupazione. Il tutto facendo affidamento su un metodo di prova che è inaffidabile al 97%.

Total COVID19 Cases In US May Be Eight Times Higher Than Reported

Il numero effettivo di infezioni da Covid-19 negli Stati Uniti potrebbe essere circa otto volte superiore al totale dei casi segnalati, ha stimato un modello creato dagli scienziati dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC). Il modello pubblicato sulla rivista Clinical Infectious Diseases suggerisce che quasi 53 milioni di persone negli Stati Uniti erano state infettate da Covid-19 entro la fine di settembre. La stima è circa otto volte superiore ai 7,1 milioni di casi confermati che erano stati segnalati allora. Il modello cerca di spiegare il fatto che la maggior parte dei casi di Covid-19 sono lievi e quindi non vengono segnalati. Gli scienziati, tuttavia, hanno avvertito che entro la fine di settembre, l’84% della popolazione statunitense non era stata infettata ed era ancora a rischio di contrarre la malattia.

Se la tendenza dei casi non segnalati è ancora valida a partire da giovedì, gli Stati Uniti – che hanno 12,5 milioni di casi confermati – potrebbero avvicinarsi a 100 milioni di infezioni totali in tutto il paese. A ottobre, l’Organizzazione mondiale della sanità aveva affermato che quasi il 10% della popolazione mondiale o quasi 760 milioni di persone potrebbero essere già state infettate dal Covid-19, nonostante a quel tempo fossero stati registrati solo 35 milioni di casi confermati.

“Quando conti qualcosa, non puoi contarlo perfettamente”, aveva detto Mike Ryan, il direttore esecutivo del programma di emergenza sanitaria dell’OMS, aggiungendo: “Ma posso assicurarti che i numeri attuali sono probabilmente una sottostima del vero pedaggio di Covid. ” Gli scienziati hanno anche suggerito che anche i decessi dovuti alla pandemia sono stati gravemente sottostimati, con il CDC che ha affermato che gli Stati Uniti avevano registrato quasi 300.000 morti in eccesso durante la pandemia a partire dal 3 ottobre. Questo numero era di quasi 100.000 morti in più rispetto a quanto era stato ufficialmente registrato dagli stati.

Ciò di cui abbiamo bisogno è la scienza reale. Non “La scienza” o “una scienza”, ma scienza indiscussa. L’E = MC2 di Einstein è scienza, questo è il livello di cui abbiamo bisogno.

E se parli dello 0,01% delle persone, devi chiederti se valga la pena chiudere l’intera società in una sorta di grande ripristino. Allo stesso modo, costringere tutti a indossare maschere facciali all’esterno è qualcosa che deve essere valutato in base ai fattori di rischio. Qual è il rischio di infettare qualcuno semplicemente sorpassandolo per strada? Non è mai zero, ma nessun rischio è mai zero. E se è 0,001%, questo giustifica il trasformare le tue strade in una società zombificata che mette tutti in difficoltà?

“La scienza” ha bisogno di evolversi e non sembra averlo fatto. Torniamo sempre al punto di partenza. Ormai, la scienza, per rimanere credibile, avrebbe dovuto svilupparsi, andare avanti. Non lo ha fatto. La speranza per i vaccini ha assunto livelli disperati e la dipendenza da Big Pharma non aiuta. Né lo fa il rifiuto totale dei vaccini russi, cinesi, cubani. Tutte nazioni con eccellenti risorse mediche, ma ignorate per ragioni politiche. Non è il momento di fare politica. È tempo che la scienza si faccia avanti.

Fonte

download-50_0

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

In Svezia, dove non c’e` stato il lockdown i casi e le morti derivanti da Covid sono minime

Secondo molti l’approccio “aperto” della Svezia al coronavirus si sarebbe ritorto contro in modo spettacolare. Tuttavia cosi non e stato, anzi e successo il contrario, i casi e le morte da Covid sono diminuite a livelli minimi.

A marzo, quando la Svezia ha annunciato che avrebbe adottato un approccio diverso a gran parte del resto del mondo rifiutandosi di chiudere la propria economia e puntando invece all’immunità di gregge, esperti di salute pubblica e commentatori dei media erano sbalorditi dalla decisione, avvertendo che gli ospedali del paese sarebbero stati sommersi dalle vittime del COVID.

Riassumendo l’atteggiamento nei confronti dell’approccio svedese, la giornalista danese Lisbeth Davidsen ha detto che era “come guardare un film dell’orrore”.

Dopo 5 mesi lo spettacolo dell’orrore predetto da molti non si e` concretizzato.

Mentre i timori di una “seconda ondata” di coronavirus continuano ad affliggere altri paesi europei che hanno completamente messo in lockdown le nazioni e imposto regole draconiane assieme a maschere facciali, la Svezia ha registrato pochissimi casi e morti di Covid ad agosto.

Jordan Schachtel approfondisce i numeri;

Ad agosto la Svezia ha registrato un solo decesso (!) da coronavirus. Sì, avete letto bene. Finora una morte.

Per il mese di luglio, la Svezia ha segnalato 226 morti. Retrocedendo con i mesi la nazione ha subito 805 morti a giugno, 1646 a maggio e 2572 ad aprile. Le morti attribuite a COVID-19 sono passate da una riduzione di circa il 50% al nulla.

La storia è la stessa negli ospedali. COVID-19 si registra a malapena come un blip sul radar. La Svezia ha segnalato solo 4 nuovi pazienti COVID-19 nelle loro unità di terapia intensiva ad agosto. Il mese di luglio ha visto solo 52 pazienti COVID-19 in terapia intensiva.

Non ci vuole un mago della matematica per giungere alla conclusione che l’epidemia sembra essersi conclusa in Svezia da mesi. Non è chiaro se questo sia il risultato del raggiungimento della soglia di immunità di gregge o se la stagionalità del virus stia fornendo un sollievo indefinito. Ma è diventato assolutamente chiaro che la strategia pandemica a lungo termine della Svezia sta funzionando.

Affermando che “non ci sono prove in nessuna parte del mondo che i lockdown o le maschere abbiano * fermato * la diffusione del virus”, Schachtel osserva come gli esperti di salute pubblica “ignorando centinaia di anni di comprovata scienza sull’immunità di gregge” hanno imposto lockdown che saranno responsabili dell’imminente catastrofe economica.

Come ha riconosciuto Newsweek la scorsa settimana, il tasso di mortalità del COVID-19 in Svezia è inferiore a quello di Spagna, Regno Unito e Italia, paesi che hanno tutti imposto il lockdown.

Il calo del PIL svedese di 8,6 nel secondo trimestre del 2020 è anche significativamente meno grave della media di 12,1 sperimentata nell’Eurozona, lasciando il paese scandinavo in “condizioni molto migliori rispetto al resto dell’Europa”.

Fonte

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu`pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

€2,00

V per Vendetta – Il monologo di V e` stato un avvertimento per la tirannia Covid-19(84)?

Il film V per Vendetta è ambientato in una realtà alternativa in cui un regime totalitario neofascista ha soggiogato il Regno Unito con il pretesto di proteggere il popolo da guerre, terrore e malattie. Sì, malattie. In effetti, la seguente clip del film di 15 anni fa assomiglia terribilmente al mondo in cui viviamo oggi.

Un combattente per la libertà (nome in codice “V”) dirotta il feed di una grande rete televisiva a Londra e trasmette un “sermone” alla nazione indossando una maschera di Guy Fawkes. Guarda come le sue parole si applicano alla reazione dei governi al COVID-19:

E la verità è che c’è qualcosa di terribilmente marcio in questo paese.

Crudeltà e ingiustizie, intolleranza e oppressione.. e li dove una volta c’era la libertà di obiettare, di pensare, di parlare nel modo ritenuto più opportuno, li ora avete censori e sistemi di sorveglianza che vi costringono ad accodiscendere e vi spingono a sottomettervi.

Com’è accaduto?…

Di chi è la colpa?…

Sicuramente ci sono alcuni più responsabili di altri che dovranno rispondere di tutto ciò..ma ancora una volta, a dire la verità..se cercate il colpevole.. non avete che da guardarvi allo specchio.

Io so perchè l’avete fatto..so che avevate paura, e chi non l’avrebbe avuta…Guerre, terrore, malattie.

Sembra proprio quello che sta succedendo adesso. Miliardi di persone terrorizzate hanno consegnato volontariamente le proprie libertà in modo da poter essere al sicuro da un virus.

C’era una quantità enorme di problemi, una macchinazione diabolica atta a corrompere la vostra ragione e a privarvi del vostro buon senso..

La paura si è impadronita di voi e il caos mentale ha fatto si che vi rivolgeste all’attuale alto cancelliere..Adam Suttler.

Vi ha promesso ordine e pace, in cambio del vostro silenzioso e obbediente consenso.

Perchè mentre il manganello può sostituire il dialogo..le parole non perderanno mai il loro potere..perchè esse sono il mezzo per giungere al significato.. e per coloro che vorranno ascoltare all’affermazione della verità… e la verità è che c’è qualcosa di terribilmente marcio in questo paese

Fonte

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

€2,00

Transumanesino: La nuova religione della futura tecnocrazia

In un recente saggio del Wall Street Journal, “In attesa della fine dell’umanità“, Adam Kirsch rappresenta la spinta tecnologica, dovuta alla pandemia globale di coronavirus, che porrebbe fine alla morte:

“La vita eterna attraverso la tecnologia avanzata sembra un sogno irrealizzabile per una società che, fino a poco tempo fa, aveva difficoltà a produrre maschere sufficienti per salvare la vita di medici e infermieri. Eppure Covid-19 potrebbe rivelarsi proprio il tipo di crisi necessaria per sovralimentare gli sforzi per creare quello che i suoi sostenitori chiamano un futuro “transumano”. Con la nostra fragilità biologica più ovvia che mai, molte persone saranno pronte ad abbracciare il messaggio della Dichiarazione transumanista, un programma in otto punti pubblicato per la prima volta nel 1998: “Immaginiamo la possibilità di ampliare il potenziale umano superando l’invecchiamento, le carenze cognitive, la sofferenza e il nostro confinamento sul pianeta Terra “.

Vi è abbondanza di pensatori di tutto rispetto che credono che ciò sia possibile, tra cui il fondatore di Google Ventures Bill Maris, citato nell’articolo, e Yuval Noah Harari, nel suo Homo Deus, il quale aveva gia` dato un ideale del contesto:

“Nel ventunesimo secolo, è probabile che gli umani faranno una seria ricerca sull’immortalita` …

Gli umani muoiono sempre a causa di un problema tecnico …

Niente di metafisico al riguardo. Sono tutti problemi tecnici.”

Quindi, naturalmente, nessuna discussione sul tecno-utopismo sarebbe completa senza Ray Kurzweil, che presenta una “singolarità tecnologica” che fornirebbe un universo personalizzato e totalmente controllato per ogni essere umano, in cui avrebbero il controllo completo per sperimentare qualunque cosa essi desiderano, per tutta l’eternità, una volta che caricheremo tutte le nostre coscienze nel cloud.

Il pezzo del WSJ va a parare sullo stesso tema:

“Oggi, gli scienziati cognitivi spesso confrontano il cervello con l’hardware e la mente con il software che lo esegue. Ma un programma software è solo informazione, e in linea di principio non c’è motivo per cui l’informazione della coscienza debba essere codificata nei neuroni.

Il progetto Human Connectome, lanciato nel 2009 dal National Institutes of Health, si descrive come “uno sforzo ambizioso per mappare i percorsi neurali che sono alla base della funzione del cervello umano”. Se tali percorsi potessero essere completamente mappati e tradotti in 0 e 1 digitali, i dati potrebbero essere caricati su un computer, dove potrebbero sopravvivere indefinitamente.”

Non proprio il tuo “paradiso/valhalla” tradizionale? Ciò non sorprende perché lo scientismo (separato dall’esplorazione e dalla scoperta utilizzando il metodo scientifico) ha inaugurato una nuova era di riduzionismo materiale in modo che la religione, la spiritualità o qualsiasi altro aspetto non materiale della realtà che non possa essere facilmente quantificato siano stati privati ​​di rilevanza e significato nel nostro brave new world.

Qualcosa dovra riempire il vuoto che l'assenza di religione e spiritualità avranno lasciato. Nel libro che uscira a breve, The Singularity has been #canceled, l’autore suppone che questo vuoto sarà colmato da un pensiero tecno-utopico, che porterà avanti l’utopia e la felicità eterna dalla “vita oltre la morte”, e attraverso la promessa di una tecnologia gestita da esperti, realizzala con l’utilizzo della tecnologia.

La premessa del libro include quattro affermazioni principali, che sono:

-È pensiero tecno-utopico, l’idea che attraverso la gestione di esperti sia possibile controllare tutti i risultati indesiderati della societa`, che paradossalmente esacerbano i risultati indesiderati che cercano di migliorare.

-La vera “intelligenza artificiale” o “ampia intelligenza artificiale”, senziente e consapevole, non potra` mai essere raggiunta con le nostre attuali assunzioni. L’idea che la coscienza sia solo qualcosa che il nostro cervello emette “come un fegato secerne la bile” è, a mio avviso, sbagliata. Nessun progresso tecnologico raggiungerà un’intelligenza artificiale estesa fintanto che questa è la convinzione principale.

-Che ci sono contraddizioni interne fondamentali nel pensiero tecno-utopico. L’estensione logica della struttura intellettuale è che la coscienza sia un’illusione, anche se torna utile alla loro ideologia quando dicono che si vivra` in eterno caricati su un server. Queste incoerenze interne, se prese a livello della società, portano a un tipo di iper-normalizzazione o quella che il filosofo spirituale Ken Wilbur chiama “follia aperspettivale”.

Infine, l’autore introduce un quadro per quello che chiamo “tecno-realismo”, la premessa centrale è che ogni salto tecnologico introduce un nuovo insieme di problemi più grandi e complessi e che questo sia giusto. Penso che sia possibile che un’era di radicale estensione della vita possa essere alle porte, per coloro che possono permetterselo. L’estensione della vita non è l’eternità, tuttavia. Fai i conti.

Il rovescio della medaglia è che ogni impotante salto tecnologico biforca anche la società in due gruppi, ovvero chi ha subito accesso alla tecnologia e chi (le masse) ne accedera` in seguito e piu` lentamente. Le masse ne beneficiano più lentamente (progressivamente in maniera maggiore) e i modi per mitigare questa disuguaglianza sono generalmente ostacolati da interessi istituzionalmente radicati.

Il che ci riporta all’articolo del Wall Street Journal, che presenta un’immortalità tecno-utopica e presenta evangelisti del calibro di Google e una miriade di think tank per promuoverla.

Mentre entriamo in una società più controllata algoritmicamente, l’autore si aspetta che i sistemi di credito sociale tecnocratico soppiantino le strutture morali convenzionali e che la prospettiva di avere la tua mente caricata in un paradiso eterno sarà il “premio” ricevuto per conformarsi alle regole.

Sarà interessante vedere come questa narrazione sarà promulgata da vari leader di pensiero e notizie mainstream nei prossimi anni.

Fonte

Neovitruvian

La censura nei social media e` sempre piu` pesante, aiutatemi a sopravvivere con una donazione

€2,00

Gli avvertimenti che Orwell ed Huxley diedero al mondo

Mentre George Orwell si avvicinava alla sua morte, diede un ultimo avvertimento al pianeta Terra e a tutti gli umani che lo abitano. Spaventosamente, stiamo vedendo gli esseri umani esigere la propria schiavitù e quella degli altri, che era esattamente ciò che Orwell disse sarebbe successo.

La donna che ha intervistato Orwell dal suo letto di morte ha chiesto se avesse dimostrato di avere la capacità di affrontare alcuni di questi fatti spiacevoli. Orwell rispose:

“Penso che anche se il libro in fin dei conti e` una parodia, qualcosa come 1984 potrebbe effettivamente accadere. Questa è la direzione in cui il mondo sta andando in questo momento. Nel nostro mondo, non ci saranno emozioni tranne la paura, la rabbia e il trionfo. L’istinto sessuale sarà bandito. Dovremo abolire l’orgasmo. Non ci sarà lealtà tranne la lealtà al partito (governo / classe dirigente) ma il potere sara` sempre intossicato dalla corruzione.

Se vuoi una foto del futuro, immagina uno stivale, che si imprime su un volto umano. Per sempre.”

L’avvertimento inquietante di Orwell si sta concretizzando proprio davanti ai nostri occhi e persino gli americani “amanti della libertà” lo stanno permettendo. “La morale da trarre da questa pericolosa situazione è semplice. Non lasciare che accada. Dipende da TE ”, disseOrwell.

Eppure abbiamo persone nella “land of the free” che chiedono la legge marziale e l’uso della violenza per reprimere il dissenso. Abbiamo persone violente che rubano, saccheggiano e si ribellano per protestare contro la violenza della polizia. Vediamo le persone difendere i militari per aver sparato su persone innocenti sotto il loro portico. Abbiamo persone che chiedono che la libertà di parola sia eliminata perché non gli piace ciò che viene detto. Abbiamo persone indignate nel momento in cui leggono qualcosa che non si accorda con le loro idee, risultato di un profondo lavaggio del cervello (dissonanza cognitiva). E abbiamo un governo e un esercito fin troppo pronti per andare in guerra con il popolo americano al fine di mantenere il controllo ed eliminare ogni unico diritto con cui tutti gli umani sono nati per inaugurare il Nuovo Ordine Mondiale. Questo è assolutamente assurdo, ma sta accadendo proprio davanti ai nostri occhi.

Anche Aldous Huxley ha cercato di avvertire l’umanità del loro destino:

Orwell e Huxley hanno entrambi affermato che tutti i diritti umani fondamentali saranno eliminati e la schiavitù prevarrà in un modo o nell’altro. Soprattutto perché gli umani non riescono a funzionare senza un maestro, o un sovrano che li comanda grazie al lavaggio del cervello.

“Nessuno è più irrimediabilmente schiavizzato di quelli che credono erroneamente di essere liberi.”

– Johann Wolfgang von Goethe

“Conoscerai la verità e la verità ti farà impazzire.”

-Aldous Huxley

La soluzione è capire cosa ci è stato fatto. Dobbiamo tutti svegliarci e capire il danno provocato nel permettere agli altri di esercitare potere su di noi. Garantire che certi umani esercitino potere sul resto della popolazione non ha mai funzionato bene per quelli che sono controllati, e la democrazia non è stata di certo la salvezza. Un governo e` tanto grande quanto la popolazione e` disposta a sopportare la schiavitu`”.

Nicki Minaj – “Only” o il tributo dei rapper “illuminati” ai padroni dell’elite

Il video con il testo del brano “Only” mostra Nicki Minaj nei panni di un dittatore in un contesto nazista. I suoi accoliti sono Lil Wayne, Drake e Chris Brown i quali rappresentano i vari rami della elite occulta. Perché i suddetti rapper vorrebbero glorificare un regime che ha ucciso e oppresso milioni – in particolare le minoranze? Perché sono marionette delle élite – e l’elite ama segretamente le dittature oppressive.

leadonly

Questo genere di video sono, solitamente, semplici video che visualizzano il testo di una canzone. Dallo in mano a Nicki Minaj e al suo gruppo e gireranno un video in cui si fa uno sconvolgente cenno ad un regime violento omaggiando allo stesso tempo i signori d’elite. Dopo la “canalizzazione” del molestatore pedofilo Roman Polanski con il suo “alter-ego” Roman Zolanski, Nicki Minaj ora interpreta il ruolo di Hitler. Mentre alcuni potrebbero dire che il video è “un modo per dire che è lei a gestire il mondo del rap” ‘, la verità non è proprio questa. L’unica ragione per per cui questi artisti sono sulla cresta dell’onda è perchè spingono attivamente l’Agenda della elite. E ‘anche opportuno ricordare che la dittatura emulata in quel video ha ucciso milioni di persone. E questo è successo solo qualche decennio fa. Chi vorrebbe essere associato a tale vicenda? Nessuno, ad eccezione delle pedine degli Illuminati a cui vengono impartiti ordini. L’elite occulta ha sempre segretamente approvato i modi della Germania nazista (L’Operazione Paperclip aveva portato 1500 tecnici e scienziati nazisti in America). E, attraverso la progressiva negazione dei diritti e delle libertà in combinazione con tattiche di polizia di stato, l’elite sta attivamente cercando di guidare l’America di nuovo in quella direzione. Il video di Nicki Minaj sta tentando di fare che tutta la terribilità sembri cool e sexy.

Only non tratta solamente della seconda guerra mondiale. Ha come temi l’attuale elite occulta e le sue tendenze totalitarie. Ogni artista nella canzone ritrae un “ramo” delle élite – un “angolo” da cui si controllano le masse. Il rap usato una volta come mezzo per la “lotta contro il potere” – è ora a “servizio del potere”. Per questo motivo, Nicki Minaj, Drake, Lil Wayne e Chris Brown sono ritratti come capi di un regime oppressivo, dittatoriale e militarista – ovvero dove l’elite vuole condurci.

NICKI MINAJ: LA LEADER CARISMATICA

Tutte le dittature hanno bisogno di un leader carismatico che le masse ignoranti temono e idolatrino. Questo ruolo è interpretato dalla Minaj

only1

La Minaj è in piedi davanti a degli aerei da guerra. Sì, a quanto pare, la guerra è diventata di moda. Un’antenna viene utilizzata per diffondere la sua propaganda

only2

Quando Minaj dice “Yo”, il suono si propaga dall’antenna e fa diventare il mondo rosso. Questo rappresenta come i politici diffondono la propaganda delle élite che rimane nell’ombra

onle3

Si tratta di una replica della Porta di Brandeburgo durante la Germania nazista. L’unica differenza è che si vede il logo della Young Money sui banner invece di una svastica … e c’è la Minaj sul tetto.

Corbis-BE039055-e1415823237927

Parata nazista sotto la Porta di Brandeburgo, 1930.

only4

Su ogni lato della Minaj vi sono figure vestite di nero. E’ l’élite che controlla segretamente il leader carismatico?

CHRIS BROWN – IL MILITARE

only5

Chris Brown è un generale in piedi davanti a delle armi d’assalto.

Si noti che Chris Brown indossa la divisa di un generale americano – lasciando intendere che il video è su una dittatura moderna. Si tratta della elite occulta cercando di portare un nuovo ordine mondiale. Altre immagini puntano verso la stessa direzione.

only6

Vengono mostrate immagini di missili moderni mentre Chris Brown sta cantando. 

only7

In diverse occasioni, vediamo immagini di telecamere a circuito chiuso che riprendono lo spettatore. La sorveglianza ad alta tecnologia è un importante elemento del NWO.

Durante la seconda guerra mondiale non c’erano telecamere di sorveglianza. Mostrando telecamere a circuito chiuso attualizza l’intero discorso facendo apparire i piani dell’elite. Negli ultimi anni, c’è stato uno sforzo costante per normalizzare l’uso delle telecamere di video sorveglianza. Vogliono che tu faccia finta che il Grande Fratello non ti stia osservando.

DRAKE – RELIGIONE DI STATO

Perché Drake, che è ebreo, partecipa ad un video che è fortemente ispirato alla Germania nazista? Egli è consapevole del fatto che, se fosse vissuto in Germania durante la seconda guerra mondiale, sarebbe stato mandato in un campo di concentramento a vivere in condizioni terribili, fino alla sua esecuzione? In ogni modo, nel video, Drake è vestito come un prete cattolico, ma la sua “Chiesa” non è il cristianesimo – è una religione di Stato creata dalla dittatura.

only10

Il logo di YM è sulle bandiere all’interno della Chiesa (e sul cappello da papa di Drake) indica che questa religione è stata creata per servire gli interessi della dittatura.

only9

Il libro di Young Money. Probabilmente è riempita di testi rap terribili.

LIL WAYNE – MEGA CORPORAZIONI

Chi potrebbe rappresentare meglio le aziende se non Lil Wayne? Lil Wayne rappresenta una mega-corporation di proprietà della elite mondiale.

only11

Lil Wayne in giacca e cravatta all’interno di una sala riunioni 

Le mega-società sono il “ramo aziendale” delle élite e hanno voce in capitolo sulle decisioni internazionali (CEO di corporazioni che frequentano il Bilderberg e la Commissione Trilaterale). Queste società possiedono i mezzi di produzione di molte industrie e possiedono più o meno tutti i media.

only12

Logo dei YM sui cartelloni per farvi sapere che l’elite utilizza i mass media per promuovere la sua dittatura, come se fosse un prodotto.

only13

Il volto di Lil Wayne in TV: film, video musicali e spettacoli televisivi sono utilizzati per promuovere la dittatura.

CONCLUDENDO

Il video con il testo di Only ha provocato polemiche a causa del cenno alla Germania nazista. Ma va oltre. Si tratta di una moderna dittatura, completa di sorveglianza ad alta tecnologia, avanzate armi militari e di propaganda mediatica. In breve, si tratta dei metodi utilizzati dall’elite per realizzare un governo totalitario mondiale – il Nuovo Ordine Mondiale. Anche se nel video sembra che gli artisti siano potenti e in controllo, rimangono pedine, utilizzate per mettere un volto “attraente” al regime desiderato dall’elite.

Perché questi artisti accettano di essere associati alla guerra, all’oppressione, alla morte, alla sofferenza umana e alla follia militarista? Perché nessuno ha chiesto cosa ne pensavano? Perchè seguono una programmazione ben precisa….che è un pò anche la storia stessa del video.

Fonte