Archivi Blog

Merriam-Webster cambia la definizione di “femmina” per volere degli attivisti transgender

Il gruppo “emarginato” ora controlla letteralmente la lingua.

Merriam-Webster si è inchinata agli attivisti transgender cambiando letteralmente la definizione della parola “femmina” per includere chiunque si identifichi come tale.

Sì davvero.

Una nuova voce per la parola femminile include la descrizione “avere un’identità di genere che è l’opposto di quella maschile”.

Anche le precedenti descrizioni della parola sono state modificate per compiacere i folli pagliacci di estrema sinistra.

Una femmina è ora qualcuno “che si identifica (come tale), o del sesso che in genere ha la capacità di generare piccoli o produrre uova”.

Sono anche “composte da membri generalmente adulti del sesso femminile”.

Anche le definizioni della parola “maschio” sono state deformate in modo simile.

Presumibilmente, ora dovranno cambiare l’identità di ogni altro animale, minerale o vegetale esistente perché le persone potrebbero identificarsi come un cavallo, una roccia o un cetriolo.

Il cambiamento sottolinea anche come i transgender, che si lamentano costantemente di essere discriminati ed emarginati dalla società, si siano ora arricchiti di così tanto potere da poter letteralmente cambiare le definizioni delle parole.

Come osserva Chris Menahan, Merriam-Webster ha anche cambiato la loro definizione di “razzismo” dopo che una donna si è lamentata.

Come abbiamo evidenziato in precedenza, Merriam-Webster ha anche cambiato la definizione di “anti-vaxxer” per includere coloro che si oppongono alle vaccinazioni obbligatorie, anche se sostengono ampiamente la pratica della vaccinazione.

Il dizionario sta adottando tali cambiamenti per rafforzare la loro visione del mondo distorta.

Merriam-Webster sta chiaramente mostrando un distorto senso di parzialità e dovrebbe essere per il mondo dei dizionari ciò che Wikipedia è per il mondo dell’enciclopedia.

Fonte

200722dictionary1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

5,00 €

Attivisti gender sostengono che agli archeologi dovrebbe essere impedito di identificare il sesso nei resti umani

“Ovviamente” non possiamo sapere con quale “gender” si identificava il nostro progenitore.

Gli attivisti gender nel campo dell’archeologia stanno spingendo affinché agli antropologi venga impedito di identificare i resti umani come maschi o femmine perché non si sa come gli antichi si sarebbero autoidentificati.

No, non sei su Lercio.

Psicologi, archeologi e antropologi criminali forensi hanno da tempo le capacità per identificare se un corpo è maschio o femmina in base a una serie di tratti, comprese le dimensioni e la forma delle ossa.

Tuttavia, gli attivisti di estrema sinistra ora insistono sul fatto che questo è transfobico perché gli esperti non sanno con quale specifico genere si identificavano le persone antiche.

“Potresti conoscere l’argomento secondo cui gli archeologi che troveranno le tue ossa un giorno ti assegneranno lo stesso sesso che avevi alla nascita, quindi indipendentemente dal fatto che tu effettui la transizione, non puoi sfuggire al sesso assegnato”, si è lamentata Emma Palladino, una canadese Candidato alla laurea magistrale.

Palladino, che sta studiando per una laurea specialistica in archeologia, ha proseguito affermando che era “una stronzata” assegnare il sesso a un essere umano antico.

“Etichettare un resto ‘maschio’ o ‘femmina’, comunque, è raramente l’obiettivo finale di qualsiasi scavo”, ha scritto. “La ‘bioarcheologia dell’individuo’ è ciò a cui miriamo, tenendo conto di tutto ciò che scopriamo su una persona in una biografia sfumata e aperta della sua vita”.

Il tweet è diventato virale e ha ricevuto oltre 44.000 Mi piace.

Sì, perché sono sicuro che c’erano innumerevoli persone che vagavano in giro migliaia di anni fa dicendo di identificarsi non binari, sostenendo che erano in realtà lupi, pinguini o ippopotami.

Se ci fossero stati, sarebbero stati giustamente dichiarati malati di mente e probabilmente rinchiusi.

Nella nostra società, esaltiamo queste persone a posizioni di autorità e le autorizziamo a mostrare e mettere a tacere chiunque dissenti dalla loro ideologia demenziale.

Come sottolinea il College Fix, questo non è solo il pazzo delirio di uno studente su Twitter, è un movimento in crescita.

“Gli attivisti di genere hanno formato un gruppo chiamato Trans Doe Task Force per “esplorare i modi in cui gli attuali standard di identificazione umana forense rendono un disservizio alle persone che non si adattano chiaramente al binario di genere”.

“Proponiamo un approccio ampio di genere all’identificazione umana, setacciando database scomparsi e non identificati alla ricerca di indizi contestuali come i defunti che indossano abiti codificati culturalmente in base a un genere diverso dal sesso assegnato”, proclama la dichiarazione di intenti del gruppo.

“Manteniamo il nostro database di persone scomparse e non identificate che abbiamo determinato potrebbero essere transgender o varianti di genere, poiché la maggior parte degli attuali sistemi di database non consente il confronto di persone scomparse e non identificate tra diverse categorie binarie di sesso”, scrive il gruppo.

Follia, pura, genuina.

Fonte

190722remains1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

5,00 €

Una donna a Vienna e’ stata accusata di “lesioni fisiche” dopo aver respinto un migrante che la voleva stuprare

Autorità accusate di aver tentato di nascondere il caso.

Una donna a Vienna è stata accusata di aver inflitto lesioni personali dopo aver accoltellato un migrante siriano, nonostante il migrante stesse cercando di violentarla.

La donna è stata aggredita poco prima della mezzanotte di martedì la scorsa settimana mentre entrava nel suo condominio in Schönbrunner Strasse, nel distretto di Meidling.

Il quotidiano austriaco Kronen Zeitung riferisce che l’aggressore ha afferrato le parti intime della vittima e l’ha spinta a terra.

“Ma poi il tentativo di stupro ha preso una svolta drammatica: la donna, è riuscita a tirare fuori un coltello dalla borsa”, riporta Remix News. “Ha pugnalato il suo aggressore diverse volte fino a quando non ha lasciato andare la sua vittima, ha afferrato la sua borsa ed è scappato gravemente ferito. L’autore è stato scoperto dalla polizia poco tempo dopo con tagli e coltellate in una vicina stazione della metropolitana e portato in ospedale”.

Dopo essere stato curato per le ferite riportate, l’uomo, un richiedente asilo siriano di 24 anni, è stato trovato in possesso di marijuana ed è stato arrestato.

La polizia di Vienna ha ritardato di tre giorni la pubblicazione del caso e ha rivelato i dettagli solo dopo che i media hanno iniziato a fare domande, suscitando accuse da parte di alcuni che le autorità avevano cercato di seppellire l’incidente.

La procura ha successivamente accusato la donna di lesioni personali nonostante stesse cercando di difendersi da aggressioni e molestie violente.

L’avvocato Michael Dohr ha detto che la vittima era ancora traumatizzata e che la decisione di incriminarla è stata un “approccio assolutamente insensibile”.

Nonostante il voto di vietare l'”Islam politico” dopo che un simpatizzante dell’ISIS si è scatenato nel novembre 2020, uccidendo quattro persone e ferendone altre 23 durante un attacco a Vienna, l’Austria continua ad essere “arricchita” dai migranti dal Medio Oriente.

Come abbiamo evidenziato il mese scorso, un migrante afgano che ha drogato, violentato e strangolato a morte una ragazza di 13 anni in Austria è salito su una barca prima di arrivare in Inghilterra ed essere ospitato a spese dei contribuenti.

Uno studio esauriente condotto da accademici danesi nel 2019 ha rilevato che la diversità etnica ha un impatto negativo sulle comunità perché erode la fiducia e che praticamente sotto ogni parametro il multiculturalismo non è un punto di forza.

Fonte

140222rape1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

La guerra contro la parola: L’agenda orwelliana per controllare il pensiero limitando il linguaggio

In “1984” di Orwell, il governo totalitario ha reso impossibile il dissenso creando la neolingua, un linguaggio altamente controllato che sopprime idee specifiche. Questo sta accadendo adesso nella nostra realta`. Ecco tre esempi di organizzazioni d’élite che cercano di bandire delle parole dal discorso pubblico.

In questi giorni, la parola “orwelliano” viene utilizzata ovunque perché, purtroppo, è più attuale che mai. Questo perché alcuni degli elementi più opprimenti presenti nel romanzo distopico di George Orwell, 1984, stanno diventando realtà proprio davanti ai nostri occhi.

Lo stato totalitario descritto in 1984 controlla le persone attraverso una serie di metodi. Uno di questi è la neolingua, ovvero un tipo di linguaggio controllato.

Nel romanzo, il Partito ha creato la neolingua per soddisfare i requisiti ideologici del socialismo inglese in Oceania. La neolingua è un linguaggio controllato con una grammatica semplificata e un vocabolario ristretto progettato per limitare la capacità dell’individuo di pensare e articolare concetti “sovversivi” come identità personale, espressione di sé e libero arbitrio. Tali concetti sono criminalizzati come crimine di pensiero poiché contraddicono l’ortodossia prevalente di Ingsoc.
– Wikipedia, 1984

Per l’élite, 1984 non è un ammonimento, è un progetto. Una versione reale della Neolingua è stata creata da gruppi di esperti d’élite e attualmente è stata imposta al mondo utilizzando potenti organizzazioni.

Attraverso il divieto di parole specifiche dal discorso pubblico, l’élite sta cercando di sopprimere le idee che rappresentano. Come vedremo in questo articolo, l’élite è in guerra contro il sesso biologico, le religioni (in particolare il cristianesimo), la storia e tutto ciò che riguarda l’identità nazionale. L’obiettivo finale: creare una cultura globale unica e uniforme.

Ecco come lo stanno facendo.

LA BIBBIA DELLA NEOLINGUA IN EUROPA

Helena Dalli, la “commissaria per l’uguaglianza” della Commissione europea svela le Linee guida sulla comunicazione inclusiva.

Il 30 ottobre la Commissione Europea ha presentato un documento di 30 pagine intitolato Linee guida sulla comunicazione inclusiva. Fa parte di un piano sostenuto dal presidente della Commissione Ursula von der Leyen per attuare un'”Unione dell’uguaglianza” in Europa. Dietro queste parole senza senso si nasconde il vero piano di questo documento: controllare la parola. Sotto minaccia di sanzioni severe.

Credo che questo documento dovrebbe essere letto da tutti perché riassume lo stato mentale scandalosamente orwelliano dell’élite. Ad esempio, nella sezione intitolata “Da seguire in ogni momento”, possiamo leggere queste assurdità:

  • Non usare mai nomi di genere come “operai, poliziotti” (workmen, policemen) o pronomi maschili (lui, suo) come impostazione predefinita.
  • Non utilizzare Miss o Mrs, a meno che non sia l’esplicita preferenza del destinatario; usa signora in ogni occasione.
  • Quando chiedi informazioni sul genere, non offrire solo opzioni uomo/donna, aggiungi “altro” e “preferisco non dirlo”.
  • Non rivolgerti mai a un pubblico utilizzando “signore e signori”, ma usa espressioni come “Cari colleghi”.
  • Non usare la parola “cittadini” per riferirsi alle persone in generale.
  • Quando ti rivolgi alle persone trans, rispetta sempre l’autoidentificazione.
  • Evita i pronomi specifici di genere per le persone il cui genere è sconosciuto. È preferibile utilizzare “loro” o riformulare la frase in modo che non sia necessario alcun pronome.

Come puoi vedere, stanno tentando di cancellare concetti come genere e cittadinanza nazionale dalla lingua. Ma non è tutto. La guida detta anche come i gruppi di persone dovrebbero essere rappresentati nei media.

Questa perla di follia elitaria può essere trovata nella guida.

Possiamo leggere “se rappresentiamo sempre le madri come persone che si prendono cura dei bambini, perpetuiamo stereotipi dannosi”. C’è un sacco di follia da analizzare in questa frase. Le madri sono, per definizione, persone che si prendono cura dei bambini. Questo è ciò che la parola rappresenta. Una madre che si prende cura di un bambino non è uno “stereotipo”. E non è certo “dannoso”.

Il documento prende di mira anche il cristianesimo affermando:

“Non tutti celebrano le feste cristiane, e non tutti i cristiani le celebrano nelle stesse date”.

In uno dei suoi numerosi esempi orwelliani, il documento raccomanda di sostituire la frase “Il periodo natalizio può essere stressante” con “I periodi di vacanza possono essere stressanti”.

Andando oltre, la guida disapprova anche l’uso di nomi “che sono tipicamente religiosi”. Fornisce l’esempio dell’uso di “Malika e Julio” invece di “Maria e Giovanni” per descrivere una “coppia internazionale”. Questo perché i nomi “Maria” e “Giovanni” sono associati al cristianesimo.

Il rilascio di questo documento è passato in gran parte inosservato un paio di settimane fino a quando un giornale italiano non ha rivelato la sua assurdità al grande pubblico. La protesta è stata immediata. Anche il papa, che di solito è d’accordo con le politiche globaliste, ha paragonato il documento a una “dittatura”. Il Vaticano ha accusato la Commissione europea di “cancellare il Natale”.

Diverse personalità politiche hanno anche denunciato le linee guida come tentativi di cancellare l’identità delle nazioni all’interno dell’Unione Europea.

Di fronte a questo contraccolpo, le Linee guida sono state rimosse e il suo autore ha promesso di rivederle. Anche se questo potrebbe essere percepito come una “vittoria”, c’è un fatto importante che dobbiamo realizzare: ogni singola parte di questo documento viene gia` applicata attraverso i mass media.

LA GUERRA CONTRO LA PAROLA “DONNA”

Su questa copertina dell'”importante” rivista medica The Lancet, la parola “donne” è stata sostituita da “corpi con vagine”.

Negli anni passati, questo sito ha documentato l’agenda per rimuovere la parola “donna” dal discorso pubblico. Nel 2020, JK Rowling ha ridicolizzato un titolo che ha sostituito la parola “donne” con “persone che hanno le mestruazioni”. Il contraccolpo contro di lei è stato immediato e continua ancora oggi.

Ecco alcuni titoli apparsi negli ultimi mesi

Un recente articolo su The Economist (dal titolo Why the word “woman” is tying people in knots) afferma:

Un numero crescente di funzionari e organizzazioni non sanno cosa dire quando si tratta di usare la parola “donna”.

Un ospedale britannico ha incaricato il personale dei suoi reparti maternità di offrirsi di usare la frase “parto di persone”. Alexandria Ocasio-Cortez, membro del Congresso americano, parla di “persone con le mestruazioni”. Il 18 settembre l’American Civil Liberties Union (aclu) ha ripubblicato una citazione di Ruth Bader Ginsburg, giudice della Corte Suprema, nell’anniversario della sua morte. La citazione era una difesa del diritto di una donna ad abortire. Ma la versione dell’aclu, ha sostituito ogni istanza della parola “donne” con “persone”.

Non si tratta di “inclusività”. Si tratta della soppressione dei sessi. Il modo migliore per ottenerlo: La Neolingua.

LA CBC DICE AI CANADESI DI SMETTERE DI UTILIZZARE 18 PAROLE

In un articolo intitolato “Words and phrases you may want to think twice about using“, la CBC ha pubblicato questo collage di parole che dovrebbero essere bandite dai nostri vocabolari.

La Canadian Broadcasting Corporation (CBC) è l’emittente pubblica del Canada. Ora, questa entità di proprietà del governo (finanziata dai soldi dei contribuenti) sta pubblicando elenchi di parole che le persone dovrebbero smettere di usare. La prima frase di questo articolo surreale recita:

Hai mai usato casualmente i termini “animale spirituale”, “problema del primo mondo” o “spettrale”? Potrebbe essere il momento di ripensare al tuo uso di queste frasi e rimuoverle dal tuo gergo quotidiano.

L’articolo non riguarda insulti razziali o parole palesemente offensive. Prende di mira parole regolari e non offensive e usa una logica imperfetta per spiegare perché sono offensive. Ad esempio, l’articolo afferma che la parola “ricatto” (BLACKmail in inglese n.d.r.) è offensiva per i neri perché è “negativa” e connota “sfiducia”. Tuttavia, gli “esperti” consultati in quell’articolo ignorano completamente le origini della parola (che non ha assolutamente nulla a che fare con i neri).

La parola in realtà deriva dal scozzese “mail” che significa “tassa” o “affitto”. In passato, quando la legge e l’ordine erano ancora traballanti, i contadini che vivevano lungo i confini della Scozia avevano pochissima protezione contro le bande che derubavano e depredavano. Invece di combattere regolarmente questi saccheggiatori, gli agricoltori hanno scelto di ripagarli per essere lasciati in pace.

Questo pagamento era chiamato “blackmail” perché di solito pagavano con del bestiame nero: in passato, la ricchezza di un uomo era determinata dalla quantità di bestiame che aveva. Se un agricoltore sceglieva di pagare in monete d’argento, veniva chiamata “whitemail”.
– Know Your English, What is the origin of ‘blackmail’?

L’articolo disapprova anche parole come spirito animale, powwow e tribù perché “possono essere un doloroso insulto per le comunità indigene”. Ancora una volta, quelli non sono insulti, sono parole normali. Anche le parole opossum, squash, avocado, canoa e kayak, puzzola e slittino provengono dalle lingue native. Dovrebbero essere vietati anche loro?

Inoltre, la parola “tribù” è in uso fin dall’antichità. Deriva dalla parola latina tribus che significa: “Un gruppo di persone che formano una comunità e rivendicano la discendenza da un antenato comune”. Che cosa esattamente di questa parola è “offensivo”? Suggerimento: niente.

In una spinta finale verso la follia piu’ totale, l’articolo della CBC vieta l’uso della parola “brainstorm”. La ragione?

L’uso del termine brainstorming potrebbe essere insensibile nei confronti di coloro che hanno lesioni cerebrali o sono neurodiversi, ha aggiunto Cashman.

Mi sta venendo una lesione cerebrale solo leggendo queste spiegazioni dai cosiddetti esperti.

Naturalmente, la CBC ha disabilitato i commenti su questo articolo. Tuttavia, diversi giornalisti di diverse testate hanno fatto a pezzi questa cosa.

CONCLUDENDO
La guerra alle parole è reale e viene combattuta ai massimi livelli. Questo articolo ha elencato esempi della Commissione Europea (il ramo esecutivo dell’Unione Europea), del governo americano, della Canadian Broadcasting Corporation e della rivista medica The Lancet. Tutte queste entità stanno implementando un piano che è stato ordito, anni fa, da gruppi elitari.

L’obiettivo finale: creare una cultura globale uniforme che soppianterebbe le culture, le identità e le tradizioni delle singole nazioni. Attraverso la creazione di una vera e propria Neolingua, l’élite sta tentando di sopprimere concetti come generi, nazioni, religioni e storia al fine di instaurare una cultura omogenea che possa essere applicata in tutto il mondo.

Tutto ciò che va contro questo programma è ora considerato offensivo. In altre parole: Un Psicoreato.

Fonte

waronwordslead

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Dave Chappelle contro la tirannia dell’agenda di genere

L’artificale polemica che circonda lo speciale comico di Chappelle “The Closer” è la prova che l’agenda di genere si sta trasformando in un mostro tirannico che minaccia il concetto stesso di libertà di parola.

Secondo la mia onesta opinione, l’ultimo special di Dave Chappelle The Closer non è stato così divertente. A volte, c’erano scorci del Chappelle dei primi tempi, quello veramente esilerante. Tuttavia, questi momenti non sono durati a lungo. Chiaramente, essere divertenti non era la massima priorità di Chappelle.

The Closer voleva dimostrare un punto. E ci sono voluti solo pochi giorni per vedere questo punto completamente dimostrato.

The Closer mirava a dimostrare che alcune parole non possono essere pronunciate nei media – anche se sono di fatto vere – sotto la minaccia della persecuzione pubblica e della rovina finanziaria. E Chapelle ha commesso il peggiore psicoreato: ha detto che “il genere è un dato di fatto”.

Come la stragrande maggioranza delle persone sulla Terra, Chappelle crede che gli uomini abbiano organi riproduttivi maschili e che le donne abbiano organi riproduttivi femminili. Ecco perché la parola “genere” e “genitali” condividono la stessa radice.

Tuttavia, questo fatto fondamentale della vita, che solo pochi anni fa era una verità indiscussa e universalmente accettata, è diventato un tabù. Ancora peggio, ora è considerato offensivo e “transfobico”. Non da persone normali, ma da una potente agenda che sta cercando di ridefinire completamente il significato del genere e della sessualità umana in generale.

Questa agenda è sostenuta da fondi illimitati e da una forte influenza politica. Ha costretto i governi di tutto il mondo a ridefinire il modo in cui classificano i generi. In effetti, il genere è ormai una “identità”, non un fatto che riguarda i genitali.

Questa agenda è diventata così aggressiva che abbiamo visto sostituire la parola “donna” con le espressioni più assurde e disumanizzanti che si possano pensare.

Su questa copertina della “rinomata” rivista medica The Lancet, la parola “donne” è stata sostituita da “corpi con vagine”. Questa pubblicazione scientifica considera ufficialmente offensiva la parola “donne” e in qualche modo, il termine grottesco e completamente disumanizzante “corpi con vagine” è ritenuto migliore. Nella loro assurda ricerca per cancellare i sessi, sono disposti a sostituire la parola “donne” con un’espressione che userebbe un serial killer psicopatico.

Quindi, e’ come se Chappelle avesse tirato un bestemmione. Ancora peggio, ha difeso JK Rowling che è stata cancellata per essere una “TERF”. Come ha sottolineato Chappelle, a loro piace creare parole per vincere nelle discussioni.
TERF sta per “femminista radicale trans-escludente”. Questa parola è stata creata appositamente per insultare e attaccare le femministe che affermano che le donne hanno organi riproduttivi femminili. Questo va contro l’agenda che sostiene che chiunque si “identifichi come una donna” è una vera donna.

Chappelle ha detto:

“Sono del team TERF. Sono d’accordo. Il genere è un dato di fatto. (…) Ogni essere umano in questa stanza, ogni essere umano sulla Terra ha dovuto passare attraverso le gambe di una donna per venire al mondo. Questo è un dato di fatto”.

Chappelle sapeva benissimo che pronunciare queste parole avrebbe portato ad una sua eventuale cancellazione. Perché, nel 2021, usare la definizione vera, valida e fattuale della parola donna è “transfobico”. Ma Chappelle lo ha fatto lo stesso in modo che tutti possiamo assistere alla follia che ne sarebbe derivata.

Ed e’ successo. GLAAD – l'”organizzazione di monitoraggio dei media” il cui obiettivo ammesso è quello di “modellare la narrativa” ha twittato quanto segue:

La parola chiave in questo tweet è “piattaforma”. Questo è il modo in cui “controllano la narrativa”. Coloro che non rispettano la loro dottrina sono “de-piattaformati”, nel senso che sono banditi dai mass media e da tutte le sue piattaforme.

In altre parole, GLAAD ha chiesto a titolo definitivo la cancellazione della carriera di Chappelle. Questo è il tipo di oppressione che vediamo in Cina contro i “dissidenti”.

Poco dopo, innumerevoli media hanno rivelato i loro veri volti. Nonostante siano letteralmente LA STAMPA, si sono schierati contro la libertà di parola e PER la censura.

Uno dei tanti titoli che chiedono la cancellazione di Dave Chappelle.

Un titolo della CBC (la società televisiva canadese di proprietà del governo). Il titolo introduce l’idea di rimuovere lo speciale formulandolo in una domanda, in un modo subdolo.

Per assicurarsi che la controversia non si estinguesse e che la libertà di parola non prevalesse, le persone dietro l’agenda di genere hanno organizzato uno sciopero di fronte al quartier generale di Netflix. Molte di queste persone lavorano per Netflix, la stessa società che ha prodotto media orribili come Cuties, un film che esalta la sessualizzazione dei bambini.
Tuttavia, lo sfruttamento dei bambini non è una causa a cui tengono. Quello che gli interessa davvero è far tacere un uomo di colore che fa battute.

Ecco un video eloquente della protesta.

Questo breve video riassume la follia di questa agenda e le persone dietro di essa. Come puoi vedere, c’è un ragazzo con un cartello “Ci piace Dave”, il segno meno minaccioso nella storia delle proteste. Non appena entra nella folla, un manifestante distrugge immediatamente il cartello. Lo stesso manifestante inizia a urlare “Ha un’arma!” mentre alza la mano del ragazzo che tiene ancora il bastone di legno rotto. Quindi, i manifestanti usano il fatto che ha un'”arma” per spingerlo fuori dalla folla e farlo tacere.

Questo è esattamente il modo in cui funzionano in tutte le sfere della società. Impongono una falsa etichetta ai loro avversari. Quindi, usano quella falsa etichetta per demonizzarli e metterli a tacere.

La protesta è arrivata con una “lista di domande” presentata a Netflix. Mette in piena mostra le tendenze tiranniche di questa agenda.

1 Eliminare riferimenti/immagini di Chappelle all’interno del luogo di lavoro, inclusi ma non limitati a murales, poster, nomi di stanze;

2 Riconoscere che lo speciale danneggia la comunità trans;

3 Investire in contenuti trans e non binar

4 Un nuovo fondo per sviluppare specificamente talenti trans e non binari

*Questo fondo dovrebbe supportare sia i talenti above the line (ATL) che quelli below the line (BTL)
*Questo fondo dovrebbe esistere in aggiunta al Fondo per l’uguaglianza creativa esistente

4 Investimenti in contenuti trans o non binari su Netflix paragonabili al nostro investimento totale in contenuti transfobici, inclusi investimenti comparabili nella promozione di contenuti

5 Gli investimenti dovrebbero essere comparabili ma non limitati alle opere prodotte da Dave Chappelle (“The Closer” e “Sticks and Stones”), After Life di Ricky Gervais, ecc.

6 Investimento in più creatori trans per realizzare programmi sia con script che senza script tra i generi;

7 Rivedere i processi interni sulla messa in servizio e/o il rilascio di potenziali contenuti dannosi, coinvolgendo numerose e diverse parti che possono parlare del suo danno, inclusa la consultazione di fornitori di terze parti;

8 Rivisitare il ruolo di ERG nelle conversazioni su potenziali contenuti dannosi e sviluppare materiali per assicurarci di avere il miglior supporto regionale della categoria su complicate questioni di diversità

9 Assumere dirigenti di contenuti transgender in posizioni di rilievo e promuovere un ambiente inclusivo per loro;

10 Reclutare persone trans per ruoli di leadership in azienda (direttore, vicepresidente, ecc.) e promuovere un ambiente inclusivo per loro;

11 La possibilità per i dipendenti e gli alleati Trans* di essere in grado di rimuovere se stessi dai contenuti promozionali dell’azienda;

12 Un disclaimer prima di The Closer che dice specificamente che contiene linguaggio transfobico, misoginia, omofobia e incitamento all’odio;

13 Aumentare la promozione e la divulgazione di altri titoli trans nella piattaforma

Netflix ha gia` abbracciato al 100% questa agenda. La maggior parte dei suoi contenuti spinge questo ordine del giorno a un livello assurdo. Chappelle è stato uno dei pochi artisti che ha avuto una certa libertà artistica. Ma, in questo clima di oppressione, non sono ammesse eccezioni. Tutte le opinioni dissenzienti devono essere schiacciate. Anche il CEO di Netflix Ted Sarandos, che originariamente ha sostenuto lo spettacolo di Chappelle, ha dovuto fare marcia indietro e dire che “ha sbagliato”.

Chiaramente, Chappelle sapeva che questa folle reazione sarebbe avvenuta. Ma lo ha fatto comunque.

Nel corso degli anni, Chappelle aveva gia` parlato dell’agenda dell’élite. Ad esempio, nel 2006, Chappelle ha chiesto a Oprah perché c’era così tanta pressione sui comici neri per indossare abiti da donna.

CONCLUDENDO
The Closer era transfobico? No. Chappelle scherzava. Questo è il suo lavoro. Ha anche fatto battute sui bianchi, i neri e R Kelly che urinava sui volti delle ragazze.

Chappelle ha persino dedicato l’ultima parte del suo spettacolo a Daphne Dorman, una comica trans che ha preso sotto la sua ala protettrice. Chappelle ha anche notato che Daphne si è suicidata dopo essere stata brutalmente vittima di bullismo da parte di attivisti trans.

Il punto principale dello spettacolo di Chappelle era che etichette, definizioni e pronomi non contano. È l’essere umano reale, vivente, che respira dietro tutto ciò che conta.

Chiaramente, i promotori dell’agenda non si preoccupano di quel messaggio. Perché, in effetti, l’intero scandalo non ha nulla a che fare con le persone transgender reali. Riguarda l’agenda di genere.

I poteri forti stanno attivamente cercando di distruggere il concetto stesso di maschio e femmina per sostituirli con falsi costrutti artificiali. Il movimento trans è usato come una pedina in questa battaglia per rendere offensivi questi concetti, giustificando la censura.

The Closer mirava a dimostrare che non si possono affermare fatti riguardanti i mattoni più basilari della vita umana senza essere attaccati e demonizzati. E purtroppo ci è riuscito.

Fonte

leadchappelle

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Le Nazioni Unite dicono che non e` politicamente corretto usare i termini “marito e “moglie”

Esorta le persone a smettere di dire “fidanzato” e “fidanzata” per “creare un mondo più equo”.

Le Nazioni Unite hanno pubblicato un tweet in cui affermano che le persone non dovrebbero usare termini politicamente scorretti come “fidanzato”, “fidanzata”, “marito” e “moglie” per “aiutare a creare un mondo più equo”.

“Quello che dici è importante. Aiuta a creare un mondo più equo utilizzando un linguaggio neutro rispetto al genere se non sei sicuro del sesso di qualcuno o se ti riferisci a un gruppo “, afferma il tweet.

Elenca quindi una serie di termini accanto alla loro alternativa politicamente corretta.

Questi includono mankind, chairman, congressman, policeman, landlord, boyfriend/girlfriend, manpower, maiden name, fireman e husband/wife

Una burocrazia globalista senza volto che dice alla gente quali suoni possono uscire dalla loro bocca sorprendentemente non ha avuto un feedback molto positivo.

“Smetti di provare a controllare la lingua delle persone. È inquietante e inutile “, ha detto Lucy Harris.

“Siamo autorizzati a dire figlio o figlia o sia io che il mio coniuge riceveremo una visita da un ufficiale di polizia?” ha chiesto un altro.

Fonte

 

 

Due comuni inglesi rimuovono una bandiera “transfobica” perche` riporta la definzione di donna che si trova nel dizionario

Un conmune nel Regno Unito ha rimosso due bandiere “transfobiche” perché mostravano la definizione della parola “donna” che si puo` trovare nel dizionario.

Sì davvero.

Le bandiere, sventolate fuori dai municipi di Bootle e Southport, dovevano celebrare la Giornata internazionale della donna.

Mostravano la parola “donna” e la definizione del dizionario ovvero “femmina umana adulta”.

Tuttavia, dopo che un utente di Twitter chiamato Adrian Harrop si è lamentato del fatto che le bandiere erano un “inno alla transfobia”, gli elementi offensivi sono stati rimossi.

“Siamo stati informati di un potenziale problema relativo alla messaggistica su una bandiera sventolata nei municipi di Bootle e Southport e li abbiamo eliminati”, ha twittato il Sefton Council.

“Supportiamo storicamente i diritti LGBTQ + in tutto il distretto, continuiamo a sostenere tutti i membri delle nostre comunità”.

“Il Sefton Council afferma qui che il termine “donna” è offensivo. Questo non è uno scherzo. Non sto esagerando in alcun modo. Questo è letteralmente quello che stanno affermando “, ha twittato un altro utente di Twitter.

“Questa era la bandiera offensiva. Hanno rimosso queste bandiere perché sono state considerate OFFENSIVE. Non si tratta di social media. Questa merda sta accadendo nella vita reale ed è fottutamente BIZZARRO “, ha aggiunto.

Ha poi sottolineato l’ironia di una bandiera destinata a onorare la Giornata internazionale della donna che viene rimossa perché un uomo si è lamentato.

Presumibilmente, ogni dizionario che includa una corretta definizione della parola “donna” dovrà ora essere rivisto e tutte le vecchie copie bruciate.

In 1984 di George Orwell, il dizionario Newspeak si ridceva di anno in anno per eliminare la lingua e limitare la libertà di pensiero e la libertà di parola, rendendo più difficile per le plebe esprimere la propria opposizione al Partito.

Fonte

L’islamizzazione della Gran Bretagna si intensifica: Una scuola musulmana non permettera` alle bambine di mangiare prima che i maschi abbiano finito

La scuola Al-Hijrah a Birmingham sta ancora separando ragazzi e ragazze nonostante una sentenza della Corte d’Appello nel 2017 che ha rilevato che era illegale, secondo Luke Tryl, direttore di Ofsted.


Rivolgendosi al comitato per le donne e le pari opportunità, ha detto che gli ispettori di Ofsted stanno cercando di segnalare delle scuole che discriminano le ragazze, ma si sentono “isolati” quando la loro posizione non è sostenuta dai ministri.

Tryl ha affermato che la scuola Al-Hijrah impone una “rigida segregazione di genere” che include “negare alle ragazze di pranzare fino a quando i ragazzi non hanno finito”.

“Sono presenti anche testi molto discriminatori, che incoraggiano, ad esempio, la violenza contro le donne”, ha aggiunto.
Ha detto che Ousted ha accolto favorevolmente la sentenza della Corte d’Appello secondo cui la segregazione di genere all’interno della scuola si è scontrata con le leggi sull’uguaglianze, ma nonostante il caso che si è concluso a metà 2017 la scuola non ha ancora cambiato i suoi metodi.

Mentre gli ispettori di Ofsted possono evidenziare la segregazione nei loro rapporti, il potere esecutivo ricade sui funzionari del DfE.
Tryl ha detto ai parlamentari: “La Corte d’appello ha giustamente affermato che le scuole avevano bisogno di un periodo di transizione tuttavia non c’e` solo Al-Hijrah, ma innumerevoli altre scuole, scuole miste che separano in base al sesso”.

“E` questo che intendo quando parlo di isolamento. Andiamo là fuori, prendiamo queste decisioni difficili e spesso riceviamo molte critiche per la posizione che prendiamo, ma spesso non vediamo l’azione di contrasto auspicata “, ha concluso.

Fonte

Femminismo: La guerra dell’elite contro le donne

Se pensate che le donne occidentali, in generale, siano più emancipate che mai, vi sbagliate di grosso. Questo non è un articolo che condanna le disuguaglianze sul posto di lavoro o la apparente differenza di salario. Si tratta di uno sguardo a come le donne vengano segretamente manipolate nel vivere vite opposte alla loro vera natura interiore; e a come la maggior parte delle donne ne soffra. Divorzio, superlavoro, esagerazioni, disturbi alimentari, chirurgia plastica, depressione, suicidio – e` indubitabile, alle donne sta accadendo qualcosa di strano. E` in corso un grande esperimento: stanno cercando di capire quanto e` possibile trasformare le donne in qualcosa che differisce totalmente dalla loro natura interiore.

Businesswoman working at desk

Ai giorni nostri c’e` qualcosa di veramente sbagliato nelle donne. Se non lo vedi, non stai prestando attenzione. Donne americane e occidentali sono prigioniere della preoccupazione, della tristezza, della depressione, dell’ansia emotiva e fisica, di problemi di salute e di malattie.
I mass media non ci parlano di queste tristi verità. Ma se tenete gli occhi aperti potete vedere che qualcosa che non va, e forse potreste trovare prove di questa “malattia di massa” nei giornali, nelle riviste e nella televisione:

“Un recente studio rileva che una donna su quattro di età compresa tra i 45 e i 59 prende anti-depressivi.”
– USA TODAY

“Gli Stati Uniti stanno rapidamente perdendo posizioni per quanto riguarda le aspettative di vita rispetto al resto del mondo industrializzato, e nessuno sta subendo una diminuzione delle aspettative di vita come il genere femminile. Secondo un nuovo studio dell’Institute for Health Metrics and Evaluation (IHME) presso l’Università di Washington, l’aspettativa di vita della donna americana non sta solo salendo troppo lentamente … è in declino. ”
-Travis Waldron, Thinkprogress.org

“Si stima che 8 milioni di americani hanno un disturbo alimentare – sette milioni di donne e un milione di uomini.”
TV -Press

“3 su 100 donne americane soffre di bulimia.”
– Dipartimento di Salute Mentale della Carolina del Sud

“1 in 200 donne americane soffre di anoressia.”
-Dipartimento di Salute Mentale della Carolina del Sud

“1 su quattro donne di età compresa tra i 45 e i 64 anno sta subendo un qualche genere di disturbo mentale, un aumento del 20 per cento negli ultimi 15 anni.”
– Telegraph

Queste statistiche sono una chiara indicazione di una crescente epidemia, allo stesso modo in cui i sintomi indicano l’insorgere di una malattia. Cosa sta succedendo?

La risposta, secondo coloro che studiano questo tipo di dati, è legata al fatto che ci sono molte piu` donne lavoratrici. Questo è un risultato diretto del movimento femminista che ha travolto l’America dal 1960 al 1990.

“… Il movimento femminista, o movimento di liberazione della donna, è un periodo di attività femminista negli Stati Uniti che ha avuto inizio nei primi anni 60 e durò fino alla fine degli anni 90”.
-Wikipedia

Naturalmente, si tratta di una grande cosa che le donne possono ottenere la stessa educazione e accedere alle stesse carriere delle controparti maschili, non c’è dubbio. Il problema, tuttavia, sta nel fatto che non solo le donne moderne lavorano a tempo pieno, ma adempiono, allo stesso tempo, al loro ruolo tradizionale, di mamme, mogli, figlie e di genitori anziani. Mentre le ore di lavoro aumentano, insieme alle tensioni finanziarie a causa della crisi economica, molte donne si trovano in difficolta`:

“Le donne di mezza età che cercano di destreggiarsi tra carriera, figli e parenti anziani sono affette da depressione e ansia più di ogni altro gruppo sociale, secondo il NHS.”
-Il Telegraph

“L’istituto di carita` ‘Mind’ spiega che le donne tra i 40 e i 50 anni sono la fascia piu` affetta in quanto cercano di gestire le responsabilità di famiglia, casa e lavoro … sono state probabilmente allevate da casalinghe ed ora sono madri, che devono affrontare la pressione di essere parte di una famiglia bi reddito … “-Il Telegraph

I mass media ci dicono che grazie ai movimenti femministi post-anni ’60 le donne hanno ora libertà e opportunità che le rendono quasi uguali agli uomini. Sentiamo questa adulazione del femminismo ripetuta da molti giornalisti, leader del settore, e professori universitari. A prima vista l’idea sembra corretta e plausibile. Ma è proprio vero? Le donne stanno davvero meglio adesso rispetto al passato?
Le statistiche non sembrano supportare questa idea, almeno quando si tratta di salute.

LA SEGRETA INGEGNERIZZAZIONE SOCIALE DELLA DONNA MODERNA

Prima di andare avanti, cerchiamo di essere chiari. Questo articolo non parlera` di come le donne non siano uguali agli uomini, o di come il loro destino sia quello di starsene in cucina e procreare. Le donne sono più forti, intelligenti e intuitive rispetto agli uomini in molti modi. Le donne dovrebbero essere lodate per sopportare il comportamento infantile della maggior parte degli uomini.

funny-George-Carlin-quote (1)

George Carlin (1937 – 2008) è stato uno dei più grandi filosofi e pensatori sociali del 20 ° secolo. Le donne hanno contribuito a plasmare la cultura americana, e non solo negli ultimi decenni, ma dal momento in cui i primi pellegrini sbarcarono sulle coste del Nord America. Fin dall’inizio, le donne hanno assunto ruoli di leadership in politica, nella scienza, nell’istruzione, nella letteratura, nella medicina, e come cittadini consapevoli. Negli ultimi decenni,tuttavia le donne americane e occidentali hanno subito una trasformazione improvvisa; si e` verificato, in modo palese e profondo, un cambiamento, cosi`stupefacente che risulta incredibile che gli psicologi di tutto il mondo non abbiano pubblicato libri sull’argomento e sulle sue gravi implicazioni. In qualche modo negli ultimi decenni la società  ormai vittima di mass media e multinazionali, ha preso il “sogno” secolare di quasi ogni donna:

 

Cinderella

Cenerentola

Trasformandolo in questo:

Career-Woman

Alle giovani donne viene insegnato che far carriera dovrebbe essere la loro ambizione primaria. Sembra una buona cosa ma questa realta si adatta al massimo per una manciata di donne. Nonostante i mass media e le universita spingano, con le loro belle pubblicita, i l bisogno di ottenere una laurea, il fatto è che la stragrande maggioranza delle donne “in carriera” si trasforma in QUESTO:

Woman-Stressed1

Le statistiche sulla salute delle donne mostrano che le donne stanno avendo un momento difficile, non solo nel lavoro ma anche nella vita oggi più che mai. Quello che colpisce di piu`, e` che una grande percentuale di donne americane lavorano nella vendita al dettaglio. Analizzando questi dati si puo` capire come il “sogno” sia in realta` un incubo:

Women-Walmart

Molte più donne che uomini lavorano nella vendita al dettaglio, solo una piccola percentuale conquista posizioni di lavoro elevate

Il risultato e` visibile ai giorni nostri, dove i bambini soffrono di più, con un aumento smisurato dei divorzi, delle famiglie mononucleari o con entrambi i genitori che lavorano (diminuendo il tempo dedicato alla famiglia), le preoccupazioni finanziarie, lo stress, ecc La “donna lavoratrice” è stata creata a discapito dei valori tradizionali e della famiglia.

Ancora peggio, la cosiddetta liberazione della donna ha cambiato radicalmente il comportamento delle donne. Non si affidano più alla “famiglia” (nella famiglia in cui sono nate o nella famiglia che hanno aiutano a creare) come base per il loro benessere, le donne stanno diventando più aggressive, più promiscue dal punto di vista sessuale, più fredde e annoiate, sono meno empatiche e meno simpatiche. In sostanza, stanno diventando piu` simili ai maschi.

DONNA MODERNA CONTRO DONNA TRADIZIONALE

Mettiamo a confronto la donna moderna con la donna tradizionale:

DONNA MODERNA

  • Non vuole bambini nell’immediato o ad dirittura non li vuole proprio
  • Le piace fare sesso con patner diversi e si sente emancipata da questo
  • Beve un sacco di alcolici
  • Fa utilizzo di droga (la percentuale e la piu alta nella storia)
  • Gode mostrando il suo corpo in vari stati di nudità
  • Agisce in modo più aggressivo rispetto al passato, insegna indirettamente l’aggressivita` ai bambini l’aggressività è o

DONNA TRADIZIONALE

  • Cerca buon marito
  • Desidera avere figli
  • Ritiene che l’obiettivo primario nella vita sia quello di crescere figli, ed e` disposta a sacrificarsi per i bambini
  • Non cerca sesso da soggetti diversi dal marito
  • Agisce e si comporta in maniera delicata per creare una comunità / società adatta a crescere dei bambini

Quale versione di “donna” ti sembra la piu` giusta? Se sei una donna, quale versione risuona di più nel tuo cuore? Se sei un uomo, quale si adatta maggiormente ad essere la tua donna, madre, moglie, sorella ideale?

La donna tradizionale e` simile a questa:

484px-NRPOSE

Nancy Davis (poi Nancy Reagan) in posa per una foto pubblicitaria, 1950. Poche donne in tutto il mondo hanno esposto più classe e stile.

In confronto, la donna moderna si presenta così:

girl-bar1

La televisione insegna alle ragazze che ubriacarsi, agire in modo aggressivo, e fare sesso con partner multipli, è divertente.

Si puo` convenire che la donna tradizionale nell’esempio sopra, in contrasto con la donna moderna, è più intelligente, più forte, più attraente, più acuta. Quello che non abbiamo capito è che la donna moderna non è una evoluzione naturale della donna tradizionale; si tratta infatti di un prodotto dell’ingegneria sociale.

“L’Ingegneria sociale è una disciplina … che si riferisce agli sforzi atti ad influenzare atteggiamenti popolari e comportamenti sociali su larga scala, sia da parte dei governi che da parte di gruppi privati.”
-Wikipedia

Vale a dire, che i mass media e i loro sponsor stanno “vendendo” l’ideale di donna moderna alle giovani.
Perche` e come l’elite sta facendo tutto cio`?

Cominciamo con il ‘come’. Utilizzano i principali strumenti ipnotizzanti a loro disposizione, la televisione e i mass media in generale. Basta dare un’occhiata ai degradati tv show che le grandi società stanno vendendo alle giovani donne:

  • MOB WIVES
  • REAL HOUSEWIVES
  • JERSEY SHORE
  • SEX AND THE CITY
  • JERRY SPRINGER
  • STEVE WILKOS
  • MAURY POVICH

Questi spettacoli televisivi hanno un’influenza negativa sulle giovani donne e sui giovani uomini, e hanno un impatto negativo sulla società nel corso del tempo. Aggiungete a questo il fatto che le donne vengono fatte sentire inadeguate dai mass media per le ripetute pubblicita` in tv,  sulle riviste, negli spettacoli televisivi e nei film in cui compaiono modelle eccessivamente magre, belle, giovani e impeccabili.

beautiful-brunette-model-natalia-vodianova-modeling-for-the-cover-of-vogue-latino-america-magazine-photographed-by-mert-alas-and-marcus-piggott-for-vogue-latino-america-magazine-editorials-in-sexy-purple-dr

Allora perché i mass media continuano a farlo? C’è solo una parola che descrivere questo assalto al mondo femminile – sinistro. I media creano un criterio ultimo, e le donne vengono giudicate in base ad esso, consapevolmente o meno. Tutto questo porta la maggior parte delle giovani donne e delle donne, in generale, a credere di essere inadeguate.

“Nel 1985, tre donne americane su dieci (30%) sostenevano di essere infelici rispetto al loro aspetto fisico, una cifra che è aumentata di quasi una su due (48%) nel 1993.” – Maggie Wykes, Barrie Gunter, If Looks Could Kill

Certo, ci è stato detto che le donne sexy fanno vendere piu` facilmente il prodotto. E` possibile che i mass media non siano realmente interessati al semplice “commercio” ma stiano invece cercando di far sentire le donne del tutto inadeguate spingendole a cercar altrove la fonte della loro soddisfazione (cioè la loro carriera)? Se pensate che sia del tutto infondato credere che le donne siano influenzate dai mass media o dalle grandi aziende, potete guardare questa clip di 4 minuti dal pluripremiato documentario televisivo britannico The Century Of The Self. Ci viene mostrato come, nel 1940, una grande società ordi`, con successo, un piano per incoraggiare il sesso “debole” ad iniziare a fumare sigarette – qualcosa che, la maggior parte delle donne, non si sarebbe mai sognata di fare fino a questo momento:

Qui ci viene mostrato come una grande corporazione abbia creato l’idea che se una donna avesse fumato, la avrebbe resa più potente e indipendente, un’idea che persiste. L’obiettivo della grande società era quello di vendere più sigarette. Hanno utilizzato i mezzi di comunicazione per aiutarli a raggiungere questo obiettivo semplicemente impiantando “un’idea” nelle menti delle donne.

È allora possibile che i mass media e i loro sostenitori corporativi abbiano anche incoraggiato le donne a entrare nella forza lavoro? È stato il movimento femminista, il catalizzatore che ha spinto le donne ad entrare nella forza lavoro, progettato socialmente dalle grandi corporazioni per un profitto?

Per trovare la risposta, vediamo il video clip qui sotto. L’ex presidente Aaron Russo (1943 – 2007), amico dell’1% Nick Rockefeller (della dinastia Rockefeller), racconta come Rockefeller abbia ammesso che il movimento femminista è stato progettato socialmente per spingere le donne nella forza lavoro per aumentare le entrate fiscali e i profitti corporativi:

Queste informazioni sono incredibili. Molti credono che Russo sia stato assassinato a causa delle cose che ha rivelato su Nick Rockefeller e sui piani segreti dei Rockefeller.

L’influenza totale – economica, politica, anche spirituale – del movimento di liberazione femminile (femminismo) si sente ancora in ogni angolo della società.

A causa delle donne che sono entrate in massa nella forza lavoro negli anni Sessanta e Novanta, il prezzo delle case e dei veicoli è aumentato. Le grandi società, in questo modo, hanno potuto farsi pagare molto di piu` per case e veicoli perché le donne lavoratrici hanno creato la famiglia a doppio reddito.

Possiamo vedere come il paradigma e` cambiato guardando vecchi spettacoli televisivi in ​​bianco e nero come “Leave it To Beaver” che raffigura una famiglia monoreddito. Il papà viene a casa dal lavoro alle 16.00 per cenare con la sua famiglia. Hanno una bella casa, una bella auto e un grande prato verde. Era cosi` che vivevano gli americani.

Al contrario, le mamme e i papà di oggi strascinano i loro bambini all’asilo nido la mattina e guidano con rabbia fino al lavoro per riuscire a sopravvivere e impedire alle banche di impadronirsi delle loro case, automobili e in generale della loro vita. I valori della famiglia sono stati negoziati per una raccolta inorganica di legno, acciaio, gomma e un nuovo dispositivo di tracciamento GPS.

Oggi le donne sono costrette a lavorare, volenti o nolenti, vittime dell’economia creata dal movimento femminista (che ha indirettamente violato i valori tradizionali della società occidentale e dei valori familiari). La stragrande maggioranza delle donne sono bloccate in posti di lavoro a basso reddito, che non contribuiscono positivamente alla loro depressione, tristezza, rabbia, confusione ecc….

Oggi le famiglie hanno meno bambini che mai, un chiaro segno che le donne sono in difficoltà:

“Il tasso di natalità statunitense è sceso al livello più basso da quanto sono stati registrati i primi dati, secondo le statistiche appena rilasciate dai centri per il controllo delle malattie (CDC)”. -About.com (2012 stats)

Inoltre, molte piu` donne hanno bambini al di fuori del matrimonio – ulteriori prove dell’ingegneria sociale subita dalla donna moderna:

“Più di un terzo di tutte le nascite provengono da donne non sposate”. -About.com (2012 stats)

Come possiamo quindi combattere l’ingegneria sociale subita dalle donne? Come possiamo aiutare le donne a combattere la malattia che le affligge? Puo` aiutare forse rendersi conto che le donne non sono mai state veramente oppresse. Le donne sono sempre state rispettate, amate e valorizzate in primo luogo in casa …

“L’uomo può essere il capo della casa, ma la donna è il collo. E il collo può girare la testa in qualsiasi modo voglia. ” —My Big Fat Greek Wedding

“Una moglie felice è una vita felice”. -Proverbio

Le donne sono da tempo importanti contributrici alle arti e alle scienze e alla civiltà nel suo complesso; Tuttavia questo fatto sembra essere minato dai mass media, in quanto non adatto alla percezione della realtà che i media vogliono instillare nelle generazioni più giovani. Piuttosto che insegnare alle giovani donne che sono uguali agli uomini e che le società matriarcali esistevano una volta in tutto il mondo e continuano ad esistere (ricerca come esempio “società della Dea Madre”) nascondono questa verità. Al contrario, i media invitano le donne a sentirsi inferiori agli uomini, spingendo le donne a voler impegnarsi in una guerra di genere e piantando un seme nelle loro menti che si sviluppa nella loro sensazione e desiderio di voler competere con gli uomini.

DONNE FAMOSE NELLA STORIA

Vi sembrano opprese queste donne esistite prima del femminismo?

A sinistra: la regina Cleopatra (69 aC – 30 aC) d’Egitto. A destra: la regina Nefertiti (1370 aC – 1330 aC) d’Egitto. Entrambe le donne vissero molto prima del movimento femminista.

A sinistra: Caterina de Medici (1519 – 1589) è stata consorte del Re di Francia. A destra: Charlotte Brontë (1816 – 1855) era una romanziere e una poetessa inglese.

A sinistra: Golda Meir (1898 – 1978) era primo ministro d’Israele prima del movimento femminista. Destra: H.P. Blavatsky (1831 – 1891) è diventata famosa per i suoi libri occulti. Era una donna oppressa?

A sinistra: Khadīja bint Khuwaylid (555 – 619) era la prima moglie del profeta islamico Muhammad. Destra: Madre Teresa (1910 – 1997). Entrambi vivevano vite liberate e straordinarie.

A sinistra: Amelia Mary Earhart (1897 – 1937) era una nota pioniere dell’aviazione e poetessa americana. A destra: Mahalia Jackson (1911 – 1972) è stata una straordinaria cantante gospel.

A sinistra: Ma Barker (1873 – 1935). A destra: Annie Oakley (1860 – 1926). Nessuna di loro ha avuto bisogno di un movimento femminista per fare la storia.

A sinistra: Ma Joad in “The Grapes of Wrath” di John Steinbeck rappresenta una tipica matriarca lavoratrice dell’america post-coloniale. Destra: Clara Barton (1821 – 1912) è stata una insegnante americana, impiegata dei brevetti, infermiera. E` ricordata principalmente per aver creato la Croce Rossa.

Lucille Ball (1911 – 1989) è stata una esecutive cinematografica e televisiva americana, e protagonista di varie sitcom.

Se le donne erano così oppresse prima del movimento femminista degli anni Sessanta e Novanta, come avrebbero potuto raggiungere i risultati ottenuti agli inizi degli anni ’50?

Non troverai i nomi delle donne tra i firmatari della Costituzione. Con poche eccezioni, esse sono state in gran parte ignorate dagli storici e dai libri di testo sulla storia dell’antica America. Tuttavia, ci sono state donne medico, avvocato, predicatore, insegnante, scrittore e cantante. In ogni caso hanno dato importanti contributi alla creazione di cio` che conosciamo oggi come Stati Uniti.

Credere che le donne siano state oppresse dagli uomini prima che venissero liberate dal movimento femminista degli anni Sessanta e Novanta, è un sogno sinistro, impiantato nelle nostre menti dai mass media e dai loro sostenitori sociali; E questo sogno ora è diventato un incubo non solo per la maggior parte delle donne, ma per tutti noi, e soprattutto per i nostri figli, che ne pagano il prezzo.

La buona notizia è che le donne sembrano essersi risvegliate da tutto questo. Usando la loro naturale intuizione – sono sempre state più in contatto con la loro parte intuitiva che gli uomini – le donne si stanno rendendo conto che in qualche modo qualcuno o qualcosa le sta portando fuori dalla retta via.

Qualcosa è andato tragicamente male e mentre la maggior parte delle donne non riesce a capire cosa veramente sia successo, c’e` una diffusa sensazione che qualcosa non quadri. Lo vediamo in un nuovo studio di More Magazine, che dimostra che nonostante l’idealismo delle donne sul posto di lavoro, le donne sono meno ambiziose di 10 anni fa. Il terzo rapporto annuale sul posto di lavoro di More ha esaminato le donne americane e i loro atteggiamento nei confronti dei loro posti di lavoro.

Un enorme 43% delle donne ha dichiarato di essere meno ambizioso del decennio precedente

Il 73% afferma che non farebbe il lavoro del suo capo

Il 38% dice che non riuscirebbero a sostenere, la pressione e la responsabilità di una posizione di alto livello.

Questo declino nell’ambizione, dice More, non è nuovo: i risultati citano dati provenienti da diversi studi a livello nazionale dell’Istituto delle famiglie e del lavoro che dimostrano che la percentuale di donne dai 35 ai 44 che vogliono un lavoro con grandi responsabilità è scesa dal 40 al 35 % Tra gli anni 1992 e 2008.

Chiaramente, le donne stanno cominciando a mettere in discussione i messaggi che vengono alimentati dai mass media e dai loro sostenitori corporativi. Le donne stanno facendo domande, cercando risposte e arrivando praticamente alle stesse realizzazioni descritte nel presente articolo. Speriamo che la tendenza continui.

CONCLUDENDO

Il movimento femminista del tardo 20 ° secolo era una frode. E ‘stato socialmente progettato dall’Elite, con l’obiettivo di spingere le donne nella forza lavoro. Con le donne che lavorano, le grandi aziende hanno guadagnato più soldi che mai.

L’Elite ha raggiunto questo fine impiantando un’idea nelle menti delle donne, ovvero che sono ppresse dagli uomini e che per battere gli uomini e mostrare la loro uguaglianza devono competere con gli uomini sul posto di lavoro.

Il risultato, e` che le donne soffrono più di prima, e molte hanno un unico figlio (se sono fortunate) a causa di ciò. Il sogno fiabesco delle donne – di trovare un principe affascinante e vivere felicemente per sempre – è stato trasformato nella ricerca del guadagno e della competizione con gli uomini sul posto di lavoro. Il risultato è una società in cui enormi oneri cadono sulle spalle delle donne, dove lo Stato sta crescendo i figli invece delle madri e dove la salute generale delle donne sta scemando a livelli incredibili.

Fonte