Archivi Blog

La stanza di hotel piu` costosa al mondo e` stata fatta su misura per i psicopatici dell’elite

Prenditi un secondo e immagina nella tua mente la camera d’albergo più costosa del mondo. Hai immaginato pillole, farfalle e rifiuti sanitari ovunque? Probabilmente no. Perché probabilmente non sei uno psicopatico. Bene, la camera d’albergo più costosa del mondo è in realtà piena di pillole, farfalle e rifiuti medici. E animali morti. Perché questo posto è stato chiaramente creato per gli psicopatici.

L’Empathy Suite del Palms Hotel di Las Vegas combina disegni colorati per bambini con pillole e oppioidi. Non ci vuole molta immaginazione per capire per cosa è stato progettato questo posto. Ecco un commento da un video di YouTube che mostra la Empathy Suite.

Solo guardando le immagini del luogo, si ha una sensazione viscerale di pura sporcizia. E, quando si comprende il simbolismo dell’élite occulta, quel sentimento peggiora. Perché si può solo immaginare cosa accada realmente in quel posto.
Uno dei punti di forza della Empathy Suite è che presenta opere d’arte esclusive di Damien Hirst, che sembra essere uno degli artisti preferiti dell’élite occulta. Pertanto, al fine di comprendere appieno lo “spirito” di questa camera d’albergo, dobbiamo dare una rapida occhiata a Damien Hirst e al suo lavoro.

DAMIEN HIRST

Damien Hirst fa il segno di un occhio che tutto vede usando un teschio su Interview Magazine. Questo riassume tutto ciò che devi sapere su di lui.

Secondo quanto riferito, Damien Hirst è l’artista vivente più ricco del Regno Unito con una ricchezza stimata di £ 215 milioni. Durante la sua carriera, Hirst è stato supportato da persone estremamente ricche e potenti come Charles Saatchi, un uomo d’affari ebreo iracheno-britannico che ha fondato Saatchi & Saatchi, la più grande agenzia pubblicitaria del mondo negli anni ’80.

Fin dall’inizio della sua carriera, le opere di Hirst ruotavano attorno al tema della morte. Una delle sue prime “opere d’arte” è una sua foto mentre sorride accanto a una  testa mozzata. Presto divenne famoso per una serie di opere d’arte in cui gli animali morti (tra cui squali, pecore e mucche) venivano conservati – a volte sezionati – in formaldeide.

Hirst combina spesso i suoi soggetti morbosi con temi cristiani per creare opere d’arte piuttosto blasfeme.

Il pezzo intitolato God Only Knows presenta tre pecore morte che sono “crocifisse” nello stesso modo in cui Gesù fu crocifisso con i due ladri.

Il pezzo intitolato God Knows Why è costituito da una pecora che è stata “crocifissa” su una croce invertita. Pura inversione satanica.

Adam and Eve Under the Table presenta due scheletri umani reali distesi sul pavimento sotto bottiglie vuote e immondizia.

Questo pezzo si chiama Devil Worshiper. Come puoi vedere, è un pentagramma invertito (il simbolo preferito dei satanisti e dell’élite occulta). È interamente fatto di … mosche morte.

Un primo piano di una delle molte opere di Hirst fatte di mosche morte.

È anche noto per la creazione di “vetrine”, che di solito sono costituite da un assortimento di oggetti all’interno di scomparti di vetro. Questo contiene un tavolo operatorio su cui si trova una macchina da cucire. Che tipo di procedura orribile sta avvenendo?

Quindi, i dirigenti al Palms Hotel vedendo queste opere avranno detto: “Abbiamo bisogno che quest’uomo decori i nostri spazi più sontuosi!”.

Per iniziare, hanno acquistato una scultura di 60 piedi realizzata da Hirst intitolata Demon With Bowl.

Gli ospiti del Palms Hotel possono rilassarsi attorno a un demone gigante e senza testa.

Se ti stai chiedendo dov’è la testa, questa è esposta da un’altra parte. Eccola qui.

La testa del demone è un pezzo separato.

Quindi questa è la mentalità dell’artista che ha decorato la Empathy Suite. Come ci si potrebbe aspettare, quella suite è stata creata dall’élite occulta, per l’élite occulta.

LA SUITE EMPATHY

Situata in cima al Palms Hotel di Las Vegas, la Empathy Suite è il “gioiello della corona” del massiccio progetto di ristrutturazione da $ 700 milioni dell’hotel. Estesa su 9000 piedi quadrati e divisa in due piani, la suite costa $ 100.000 a notte – con un minimo di due notti.

Non si può semplicemente andare online e prenotare questa suite. Bisogna fare domanda e l’hotel si accertera` che tu possa permetterti il posto e che tu abbia il profilo giusto.

Non si può semplicemente prenotare questa stanza. Uno deve mandare candidarsi

Cosa rende questa camera d’albergo così speciale ed esclusiva? Che tipo di “profilo” soddisfa? Guarda le foto e diventerà ovvio.

Uno dei tanti salotti della suite Empathy.

Il tema generale della suite è incentrato su pillole e farfalle. Sono ovunque, al punto da essere travolgente. E, per i lettori regolari di questo sito, questa combinazione di simboli indica fortemente una direzione specifica e orribile (che sembra essere una delle ossessioni segrete dell’élite occulta): la programmazione Monarch.

L’obiettivo della programmazione Monarch (una derivazione dell’MKULTRA) è quello di creare schiavi controllati mentalmente attraverso l’uso di traumi e droghe pesanti. Il simbolo principale utilizzato per identificare questa programmazione è la farfalla monarca. La stanza è dedicata a droghe e farfalle. E, come si suol dire, il diavolo è nei dettagli.

Vicino all’ingresso c’è un armadietto di medicinali.

Perché c’è un armadietto di medicinali nel salotto principale? Perché in realtà è un’opera d’arte di Damien Hirst intitolata Vegas.

Anche la sala da pranzo è dedicata a pillole e farfalle.

Il display nella sala da pranzo contiene migliaia di pillole. È un altro pezzo di Hirst intitolato Money.

Di fronte alla sala da pranzo c’è un enorme bar.

Il bar può ospitare oltre una dozzina di persone. Indovina cosa c’è sotto il vetro trasparente.

Rifiuti sanitari.

Il bar contiene tutti i tipi di tubicini, siringhe, involucri per pillole e altri oggetti associati a interventi chirurgici e procedure mediche. È cio` che desideri guardare mentre bevi qualcosa? E se alzassi lo sguardo?

C’è pesce morto sopra il bancone.

Dall’altro lato del bar c’e` un’enorme balconata e una piscina riscaldata. La inquietudine continua.

La balconata che si affaccia su Las Vegas è tutta incentrata su pillole e farfalle.

Non diversamente dal resto della suite, i dischi multicolori sui pilastri conferiscono alla zona un’atmosfera di asilo nido.

La vista è rovinata da adesivi di pillole. Meno male che hai speso solo $ 100.000 a notte per rimanere lì.

Sei pronto per visitare il secondo piano? Sali le scale accompagnato dalle farfalle.

La scala che conduce alle due camere da letto della suite.

Le camere da letto della seguono perfettamente il tema della suite.

Anche la camera da letto principale è dedicata a pillole e farfalle.

Accanto al bagno c’è un lettino da massaggio … e altre farfalle.

Il poster raffigura pillole.

Un altro servizio di fascia alta della Empathy Suite è la “stanza del sale” dove si può prendere parte all’haloterapia. Sicuramente, questo luogo di rilassamento è privo di simbolismo inquietante…… Sbagliato.

Se guardi da vicino il muro, c’è un teschio a sinistra e una farfalla a destra.

Ti senti rilassato?

CONCLUDENDO

Anche senza la conoscenza del contorto simbolismo dell’élite occulta, l’Empathy Suite emana un’atmosfera inquietante. I colori, le farfalle e l’armamentario medico ricordano la sezione pediatrica di un ospedale. Tuttavia, le generose aree salotto e l’arredamento urlano semplicemente “orgia”. La combinazione dei due = isola di Epstein ma a Las Vegas.

Il fatto che questa suite sia chiamata “Empatia” è la ciliegina sulla proverbiale torta. È un nome ironico. È un esempio dell’umorismo malato e contorto dell’élite. Questo posto emette esattamente l’energia opposta. In effetti, sembra fatto su misura per disturbare, traumatizzare e persino terrorizzare le persone a cui sono state somministrate droghe e medicinali, probabilmente contro la loro volontà.

Immagina dei bambini che vengono drogati e che sono costretti ad abitare in quel posto. In quel contesto, la camera d’albergo più costosa del mondo diventera` rapidamente materiale da incubi.

Fonte

 

 

 

La “maledizione” della famiglia Houston continua – l’ex fidanzato di Bobby Kristina Brown muore a 30 anni

Dopo le misteriose morti di Whitney Houston e di sua figlia Bobbi Kristina Brown, la strana “maledizione” continua: Nick Gordon, l’ex fidanzato di Bobbi Kristina, è morto improvvisamente all’età di 30 anni. Che succede in quella famiglia?

Il 1 ° gennaio, Nick Gordon, l’ex fidanzato di Bobbi Kristina Brown (la figlia di Whitney Houston) è morto improvvisamente all’età di 30 anni. Secondo il Daily Mail, Gordon ha subito una “serie di infarti” dopo aver consumato droghe.

‘E` ancora presto ma sembra che stesse prendendo droghe con gli amici ed è svenuto. Lo portarono in ospedale e lo lasciarono lì “, ha detto uno del personale medico.

‘Qualsiasi cosa tu pensi di Nick e del suo stile di vita, è terribilmente triste che i suoi presunti amici lo abbiano scaricato davanti all’ospedale e se ne siano andati.’
Secondo, l’audio del dispaccio via radio, Gordon perdeva del “liquido nero” dalla bocca.

Nick Gordon aveva una sorta di fluido nero che gli usciva dalla bocca quando qualcuno chiamo` il 911 … e non stava respirando. TMZ ha ottenuto il dispaccio sollevando domande sulla causa della morte. Come abbiamo riferito, Nick è stato portato di corsa all’ospedale dove è morto. Un uomo che afferma di essere il fratello di Nick ha detto che Nick è morto per overdose, e il “liquido nero” avrebbe un senso se crediamo a questa conclusione.

L’esaminatore effettuerà un’autopsia – possibilmente giovedì – e i risultati tossicologici dovrebbero essere disponibili entro circa 3 settimane.

Gordon aveva 30 anni. Non diversamente da Whitney Houston e sua figlia Bobbi Kristina Brown, la morte di Gordon è stata rapidamente attribuita all’abuso di sostanze.

LA MALEDIZIONE DI WHITNEY HOUSTON?

Whitney Houston con sua figlia Bobbi Kristina Brown e Nick Gordon. Tutti e tre sono ora morti.

Per comprendere appieno la stranezza che circonda questa storia, bisogna tornare al 2012. Il 12 febbraio, Whitney Houston è stata trovata morta, a faccia in giù in una vasca da bagno. L’autopsia ha trovato come causa di morte un cocktail di droghe e l’annegamento.
Al momento della sua morte, Whitney non era nelle buone grazie del settore. Nelle rare interviste che ha tenuto nei suoi ultimi anni, ha affermato che c’erano “occhi malvagi” in tutta la sua casa e che stava “combattendo contro Satana”.

Houston è stata trovata morta al quarto piano del Beverly Hilton Hotel. Una festa pre-Grammy Awards si stava svolgendo nello stesso posto, pochi piani più in basso.

Nei mesi seguenti, è stato scoperto che l’enigmatico “addetto ai lavori dell’industria” Raffles Van Exel ha rimosso le prove dalla stanza di Whitney prima che le autorità arrivassero. Questo “insider” era anche attorno a Michael Jackson al momento della sua morte altrettanto misteriosa.

Alcune settimane dopo, la zia di Bobby Brown, Leolah dichiarò: “Credo che la morte di Whitney non sia stata accidentale”. Ha anche aggiunto che Bobby Kristina “non era al sicuro”. Tre anni prima della sua morte.

“Si`, sono preoccupata per mia nipote Bobbi Kristina”, Leolah ha detto ad Access Hollywood della sua nipote di 18 anni, che lei chiama “Krissy”. “Krissy non è al sicuro in questo momento. Voglio dire a Krissy che è molto, molto, molto importante che non si fidi di nessuno in questo momento, tranne che di suo padre, sua nonna Cissy e di me.

Leolah afferma che suo fratello Bobby non se la sta passando bene, ma che non è da biasimare per la morte di Whitney.

“Bobby non ha niente a che fare con la morte di Whitney”, ha detto ad Access.

In attesa dei risultati tossicologici per determinare cosa ha ucciso la cantante, Leolah ha detto ad Access di aver contattato il dipartimento di polizia di Beverly Hills per assicurarsi che svolgessero un’indagine approfondita.

“Credo che la morte di Whitney non sia stata casuale.”, ha affermato.

Secondo Leolah, che cosa ha ucciso il cantante?

“Il mio avvocato mi ha consigliato di non parlarne affatto”, ha detto ad Access. “Ma è molto importante sapere che non è semplicemente morta in quel modo. No. E fosse l’ultima cosa che faccio, scoprirò cosa è veramente successo a mia sorella “.

– Access Hollywood, Bobby Brown’s Sister Leolah: Bobbi Kristina ‘Is Not Safe Right Now’

Tre anni dopo, la figlia di Whitney, Bobbi Kristina Brown, fu trovata a faccia in giù in una vasca da bagno, esattamente come sua madre. Dopo aver trascorso sei mesi in un coma “indotto”, è morta a luglio 2015, a 22 anni. La causa della morte era identica a quella di sua madre: un cocktail di droghe e annegamento.

Un altro fatto strano: due settimane prima della morte di Bobbi Kristina, Steven Stepho, un compagno di stanza di Nick Gordon stava facendo apparizioni regolari nei mass media e stava rivelando alcuni fatti oscuri sulla coppia. Morì di overdose all’età di 22 anni.

Uno screenshot di un’intervista rilasciata da Steve Stepho al sito di gossip Radar Online.

In questa intervista, Stepho ha accusato Nick Gordon di approfittare di Bobbi Kristina Brown e dei suoi soldi.

NICK GORDON

Nick Gordon fu accolto da Whitney Houston a 12 anni. La chiamava “mamma” e chiamava Bobbi Kristina “lil sis”. Pertanto, non era solo un “fidanzato”, faceva parte della famiglia. Con il passare degli anni, il rapporto tra lui e Bobbi Kristina divenne romantico.

Nick Gordon e Bobbi Kristina Brown al “We Will Always Love You: A GRAMMY Salute to Whitney Houston” nell’ottobre 2012.

Dopo la morte prematura di Bobbi Kristina, Gordon è stato accusato della morte per averle dato una “miscela tossica” di droghe. Sebbene non abbia mai affrontato accuse penali, Gordon è stato ritenuto responsabile della sua morte.

“Gordon ha sostenuto di essere innocente e ha insistito sul fatto di aver fatto tutto il possibile per rianimare la cantante di 22 anni dopo averla trovata incosciente nella loro casa di Alpharetta, in Georgia. Tuttavia, è stato ritenuto legalmente responsabile della morte di Bobbi Kristina di default e gli è stato ordinato di pagare $ 36 milioni in danni .
– – Op. Cit., Daily Mail

CONCLUDENDO

Sebbene sia quasi impossibile districare tutti i misteri che circondano la morte di Whitney Houston, di Bobbi Kristina Brown e ora quella di Nick Gordon, ci sono alcuni elementi che non possono essere ignorati. Innanzitutto, il fatto che Whitney e sua figlia siano state trovate in una vasca da bagno, nella stessa posizione esatta, è troppo simbolico per essere una coincidenza. Si tratta di un messaggio. Inoltre: quasi tutti quelli che sapevano un po ‘ troppo di questo caso sono morti.

Whitney Houston affermò che forze oscure stavano combattendo contro di lei. Queste forze oscure sembrano essere attive ancora oggi.

Fonte

HBO: La nuova serie “Euphoria” promuove abusi sessuali su minori e il degrado adolescenziale

Trenta peni in un episodio? La nuova serie di Zendaya, piena di nudità, violenza e uso di droghe tra i giovani, è talmente estrema che una star se ne e` andata dallo show prima di finire le riprese, ma la rete spera che l’autenticità aiuti lo spettacolo a sfondare: “Non è sensazionale essere sensazionali”.

Il 16 giugno, i navigatori televisivi occasionali potrebbero rimanere sorpresi se controllano cosa c’è nel canale HBO: un pene eretto. E ‘ solo uno dei tanti elementi stonati di Euphoria, il nuovo dramma per ragazzi che offre forse la più inflessibile, per non dire esplicita, interpretazione dell’adolescenza moderna.

I genitali maschili nel pilota non sono attaccati a nessuno dei cast formato in gran parte da 20enni. Invece, è dell’attore Eric Dane, che commette uno stupro legale con una trans di 17 anni (la nuova arrivata Hunter Schafer, 20 anni). Anche se nella sequenza viene usata una protesi, è comunque probabile che sconvolga la maggior parte del pubblico – così come una manciata di altre scene grafiche del pilota, da un’overdose di droga della star Zendaya, 22 anni, ad una scena di sesso tra adolescenti che si soffocano. In un singolo episodio e` possibile contare 40 peni.

“Ci saranno genitori che andranno completamente fuori di testa”, dice il creatore di Euphoria Sam Levinson, 34 anni, figlio del regista Barry Levinson, che ha scritto tutti gli otto episodi basati sulle sue lotte passate con la dipendenza. È per queste e altre ragioni che l’ex presidente della HBO, Richard Plepler, avrebbe detto spesso alle persone che la serie rende il dramma suicida di Netflix 13 Reasons Why come un cartone animato per bambini. “È una buona idea di quanto sia difficile crescere in questo periodo”, afferma l’attrice Mauele Apatow, 21 anni, che spera che i suoi genitori, Judd Apatow e Leslie Mann, guardino la serie prodotta da Drake. Aggiunge il presidente della programmazione HBO Casey Bloys: “Non stiamo cercando di creare un nuovo Gossip Girl”.

Lo spettacolo arriva anche con implicazioni commerciali. Tra il movimento #MeToo e una rivalutazione dei costumi sessuali e della politica nell’era digitale, HBO sta cercando di creare fermento nelle nuove generazioni.

Anche se Euphoria non è in grado di riempire i vuoti di Game of Thrones nella rete – “Non è per tutti” – inevitabilmente farà parlare la gente. Tuttavia, “Non è sensazionale essere sensazionali”, afferma Bloys, sottolineando che il punto dello show è quello di esporre un pubblico adulto alle sfide della crescita nel 2019, e che molte delle scene provengono direttamente dalla vita di Levinson. “Può sembrare una spinta al limite, come l’idea di metterli in TV, ma qualcuno li ha vissuti”.

Il materiale era troppo pesante per uno degli attori principali. Durante le riprese del pilot, l’attore Brian “Astro” Bradley, 22 anni, un ex concorrente e rapper di X Factor scritturato con l’etichetta di Nas, se ne e` andato dallo show. I dettagli che circondano la sua uscita sono ferocemente sorvegliati, ma fonti dicono che Bradley era a disagio nel girare scene che non erano nel copione originale del pilota e ha suggerito che il suo personaggio avrebbe sperimentato l’omosessualità negli episodi futuri. Dopo una lunga serie di contrasti con i produttori, HBO interviene e sostituisce Bradley con Algee Smith di The Hate U Give. Hanno ripreso le sue parti nel pilot, tra cui un’intensa scena di sesso con l’attrice ventunenne Sydney Sweeney, la quale afferma, “Diciamo che sono molto contento che Algee interpreti il ​​personaggio.”

Nonostante l’entusiasmo di HBO per contenuti autentici e edgy, la rete ha i suoi limiti. Secondo Levinson e Zendaya, i dirigenti hanno respinto due scene. Una e` stata lo shot di apertura, che nella versione finale inizia con il personaggio di Zendaya che narra della sua nascita. “Sono stata ripetutamente schiacciata più e più volte dalla crudele cervice di mia madre”, dice mentre una clip in CGI di se stessa da bambina viene mostrata sullo schermo. Ma Levinson in realtà voleva iniziare con un dolly shot con le luci nella stanza dell’ospedale, mentre inseguiva un dottore e andava dritto tra le gambe di sua madre e dentro la sua vagina. “Erano tipo, ‘Nah, non puoi iniziare in questo modo'”, dice Levinson. “Ho pensato, ‘E’ una battaglia che non ho bisogno di combattere in questo momento. ‘” Avevano già girato la scena, però, e l’attrice Nika King, che interpreta la madre di Zendaya nello show, dice che hanno impiegato un’altra attrice per ritrarre la parte più intima.

La rete ha anche espresso la preoccupazione per una scena del secondo episodio con dozzine di ragazzi liceali nudi in quello che Levinson aveva inteso come omaggio alla famosa scena degli spogliatoi di Carrie. Ciò che lvedremo è una versione ridotta dello scatto originale, che includeva piu` di 80 peni, dice. Ciò potrebbe non reggere il confronto con alcuni spettatori, poiché il presidente del Parents Television Council Tim Winter sostiene che la serie “sembra esplicitamente, intenzionata, a commercializzare contenuti per adulti estremamente grafici – sesso, violenza, oscenità e uso di droga – per adolescenti e preadolescenti”.

Ciò che è rimasto nella serie è un montaggio ironico in cui Zendaya decostruisce l’arte di una foto di un pene. “Possiamo farla franca con la commedia”, dice la star, che era alla ricerca di un ruolo importante che avrebbe segnato la sua transizione da Disney Channel a attrice adulta. “Ho fatto solo film per famiglie, quindi tutti mi vedono in un certo modo e non presumono che io possa fare [una parte come questa] – o che io voglia.”

“E ‘stato davvero difficile per me, capire se volevo essere nuda o no”, dice l’attrice Alexa Demie, 24 anni, che alla fine ha deciso che le andava bene mostrare i seni in una scena non sessuale.

Fonte