Archivi Blog

CDC rilascia finalmente le analisi di monitoraggio VAERS per i vaccini COVID

Scritto dal professor Josh Guetzkow tramite Jackanapes Junction,

SOMMARIO:
L’analisi del monitoraggio VAERS del CDC basata sui rapporti dal 14 dicembre 2020 al 29 luglio 2022 per i vaccini mRNA COVID-19 fa emergere chiari segnali di sicurezza se consideriamo il tasso di mortalità e una gamma di eventi tromboembolici, cardiaci, neurologici, emorragici, ematologici, immunitari altamente preoccupanti – eventi avversi mestruali e sistemici (AE) tra gli adulti statunitensi.

Ci sono stati 770 diversi tipi di eventi avversi che hanno colpito soprattuto individui di età superiore ai 18 anni, di cui oltre 500 (o 2/3) mostravano un “segnale di sicurezza” miocardite/pericardite.

L’analisi del CDC mostra che il numero di eventi avversi gravi segnalati in meno di due anni per i vaccini mRNA COVID-19 è 5,5 volte maggiore di tutti i casi gravi segnalati per i vaccini somministrati agli adulti negli Stati Uniti dal 2009 (~73.000 contro ~13.000).

Il doppio delle segnalazioni di vaccini mRNA COVID-19 sono state classificate come gravi rispetto a tutti gli altri vaccini somministrati agli adulti (11% contro 5,5%). Questo soddisfa la definizione CDC di segnale di sicurezza.

Esistono 96 segnali di sicurezza per i ragazzi di 12-17 anni, che includono: miocardite, pericardite, paralisi di Bell, ulcere genitali, ipertensione e frequenza cardiaca, irregolarità mestruali, disturbo delle valvole cardiache, embolia polmonare, aritmie cardiache, trombosi, versamento pericardio e pleurico, appendicite e peritonite, trombocitopenia immunitaria, dolore toracico, aumento dei livelli di troponina, essere in terapia intensiva e terapia anticoagulante.

Esistono 66 segnali di sicurezza per i bambini di 5-11 anni, che includono: miocardite, pericardite, disfunzione ventricolare e disturbo delle valvole cardiache, versamento pericardico e pleurico, dolore toracico, appendicite e peritonite, malattia di Kawasaki, irregolarità mestruali, vitiligine e infezione post vaccinale.

I segnali di sicurezza non possono essere ignorati come parte di segnalazioni “gonfiate”, esagerate, fraudolente o altrimenti artificiali, né possono essere ignorati a causa dell’enorme numero di vaccini COVID somministrati. Ci sono diversi motivi per cui, ma il più semplice è questo: l’analisi del segnale di sicurezza non dipende dal numero di segnalazioni, ma dal fatto che alcuni eventi avversi siano segnalati o meno a un tasso più elevato per questi vaccini rispetto ad altri vaccini non COVID. Altri motivi sono discussi nel post completo di seguito.

Nell’agosto 2022, il CDC ha dichiarato a Epoch Times che i risultati della loro analisi dei segnali di sicurezza “erano generalmente coerenti con il data mining EB [empirico bayesiano] [condotto dalla FDA], non rivelando ulteriori segnali di sicurezza inaspettati”. Quindi o il data mining della FDA era coerente con il metodo del CDC, nel senso che “generalmente” hanno trovato lo stesso gran numero di segnali di sicurezza altamente allarmanti, oppure i segnali che hanno trovato erano attesi. Oppure stavano mentendo. Potremmo non saperlo mai perché la FDA ha rifiutato di rilasciare i risultati del data mining.

INTRODUZIONE
Finalmente! Zachary Stieber di Epoch Times è riuscito a convincere il CDC a rilasciare i risultati del monitoraggio del segnale di sicurezza VAERS per i vaccini COVID-19, e dipingono un quadro molto allarmante (vedi il suo rapporto e i file di dati qui, o se quello è dietro un paywall qui). Le analisi coprono i rapporti VAERS per i vaccini mRNA COVID dal periodo dal lancio del vaccino il 14 dicembre 2020 fino alla fine di luglio 2022. Il CDC ha ammesso di aver iniziato la sua analisi dei segnali di sicurezza solo il 25 marzo 2022 (per coincidenza 3 giorni dopo che un avvocato della Children’s Health Defense ha scritto loro ricordando loro la nostra richiesta FOIA).

[AGGIORNAMENTO: T Coddington ha lasciato un collegamento nei commenti a un sito Web in cui ha reso più accessibili i dati nei file Excel.]

Come me, ti starai chiedendo perché il CDC abbia aspettato più di 15 mesi prima di fare la sua prima analisi del segnale di sicurezza del VAERS, nonostante abbia affermato in un documento pubblicato sul suo sito web che avrebbe cominciato all’inizio del 2021, soprattutto perché VAERS è pubblicizzato come il nostro primo sistema di monitoraggio del vaccino. Potresti anche chiederti come hanno potuto insistere per tutto il tempo che i vaccini COVID-19 sono sottoposti al monitoraggio di sicurezza più rigoroso che il mondo abbia mai conosciuto. Ci tornerò più tardi. Per prima cosa fornirò alcune informazioni di base sull’analisi che hanno fatto (che puoi saltare se sei al corrente) e poi descriverò cosa hanno trovato.

BACKGROUND SULL’ANALISI DEI SEGNALI DI SICUREZZA
Nel giugno 2022, il CDC ha risposto a una richiesta del Freedom of Information Act (FOIA) per il monitoraggio del segnale di sicurezza del Vaccine Adverse Events Reporting System (VAERS), quello che aveva detto che avrebbe fatto settimanalmente a partire dall’inizio del 2021. La loro risposta è stata: non l’abbiamo mai fatto. Poi poco dopo hanno detto che lo avevano fatto fin dall’inizio. Ma nell’agosto 2022, avevano finalmente chiarito la loro storia, dicendo che l’avevano effettivamente fatto, ma solo dal 25 marzo 2022 fino alla fine di luglio. Puoi aggiornarti su questo qui.

L’analisi che avrebbero dovuto fare utilizza i cosiddetti rapporti di segnalazione proporzionali (PRR). Questo è un tipo di comunicazione di analisi della sproporzionalità.

Utilizzato esclusivamente in farmacovigilanza (ovvero il monitoraggio degli eventi avversi dopo l’immissione sul mercato di farmaci/vaccini). L’idea di base dell’analisi della sproporzionalità è prendere un nuovo farmaco e confrontarlo con uno o più farmaci esistenti generalmente considerati sicuri. Cerchiamo la sproporzione nel numero di eventi avversi (AE) segnalati per uno specifico AE rispetto al numero totale di AE segnalati (poiché generalmente non sappiamo quante persone assumono un determinato farmaco). Quindi confrontiamo i farmaci esistenti considerati sicuri per vedere se c’è una percentuale più alta di particolari eventi avversi segnalati per il nuovo farmaco rispetto a quelli esistenti.

Esistono molti modi per eseguire l’analisi della sproporzionalità. Il PRR è uno dei più antichi. Il data mining bayesiano empirico, che avrebbe dovuto essere eseguito su VAERS dalla FDA, è un altro. Il PRR viene calcolato prendendo il numero di segnalazioni per un determinato evento avverso diviso per il numero totale di eventi segnalati per il nuovo vaccino o il numero totale di segnalazioni. Quindi lo si divide per lo stesso rapporto per uno o più farmaci/vaccini esistenti considerati sicuri. Ecco una semplice formula:

Quindi, ad esempio, se la metà di tutti gli eventi avversi segnalati per i vaccini COVID-19 e il/i vaccino/i di confronto sono per la miocardite, allora il PRR è 0,5/0,5 = 1. Se un quarto di tutti gli eventi avversi per il vaccino di confronto sono per la miocardite , allora il PRR è 0,5/0,25 = 2.

Tradizionalmente, affinché un PRR sia considerato un segnale di sicurezza, il PRR deve essere 2 o superiore, avere un valore Chi-quadro di 4 o superiore (il che significa che è statisticamente significativo) e devono essere riportati almeno 3 eventi per un dato AE. (Ciò significa anche che se ci sono tonnellate di eventi avversi diversi segnalati per i vaccini COVID che non sono mai stati segnalati per nessun altro vaccino e non varranno come segnale di sicurezza. Ne ho trovati oltre 6.000 nella mia analisi del segnale di sicurezza dal 2021.

Ovviamente un segnale di sicurezza non significa necessariamente che c’è un problema o che il vaccino ha causato l’evento avverso. Ma dovrebbe far scattare campanelli d’allarme per sollecitare un’ispezione più ravvicinata, come in questo opuscolo del CDC:

Ah sì, condiviso con il pubblico – dopo aver inizialmente rifiutato di condividere i risultati a seguito di ripetute richieste FOIA! Vedremo che il CDC non ha condotto uno studio più mirato su quasi nessuno degli eventi avversi con “nuovi schemi” (aka segnali di sicurezza).

COSA HA FATTO REALMENTE IL CDC?
The Epoch Times ha ottenuto 3 settimane di analisi dei segnali di sicurezza dal CDC per i dati VAERS aggiornati il 15, 22 e 29 luglio 2022. Qui mi concentrerò sull’ultimo, poiché c’è pochissima differenza tra loro ed è più completo. L’analisi del segnale di sicurezza confronta gli eventi avversi 1segnalati al VAERS per i vaccini mRNA COVID-19 dal 14 dicembre 2020 al 29 luglio 2022 con i report per tutti i vaccini non COVID dal 1 gennaio 2009 al 29 luglio 2022.

I PRR sono calcolati separatamente per i bambini di 5-11 anni, 12-15 anni e 18+. Per ogni gruppo di età, sono disponibili tabelle separate per gli eventi avversi di tutte le segnalazioni, gli eventi avversi delle segnalazioni contrassegnate come gravi e gli eventi avversi delle segnalazioni non contrassegnate come gravi.2 Ricordiamo che una segnalazione grave è quella che coinvolge la morte, un evento potenzialmente letale, prolungato ricovero, invalidità o danno permanente o un’anomalia congenita. Mi concentrerò sui rapporti per tutti gli AE.

Hanno anche una tabella che calcola i PRR confrontando i report per il vaccino Pfizer COVID-19 con i report per il vaccino Moderna e viceversa, sempre per tutti i report, solo report seri e report non gravi. Non c’erano risultati degni di nota in quelle tabelle, quindi non ne parlerò. [Modifica: ho dimenticato cosa ha notato Norman Fenton nella sua analisi: la proporzione complessiva di segnalazioni con eventi avversi gravi è del 9,6% per Modern rispetto al 12,6% per Pfizer.] Questo non è sorprendente poiché entrambi i vaccini sono molto simili e quindi dovrebbero presentare eventi avversi relativamente simili se confrontati tra loro e le differenze non sono probabilmente abbastanza grandi da essere rilevate da un’analisi PRR. [Sebbene la differenza nel tasso complessivo di eventi avversi gravi, che non sono specifici di un particolare tipo di evento ma solo quanto sia grave, è stata significativa.]

Il CDC sembra aver calcolato i PRR per ogni diverso tipo di evento avverso riportato per tutti i vaccini COVID esaminati, sebbene sia possibile che ne abbiano analizzato solo un sottoinsieme. Ciò che appare chiaro è che, tra gli AE esaminati, gli unici inclusi nelle tabelle soddisfano almeno una delle due condizioni: un valore PRR di almeno 2 e un valore Chi-quadrato di almeno 4 (Chi è la lettera greca χ e si pronuncia come ‘kai’). Quando entrambe le condizioni sono state soddisfatte, hanno evidenziato l’evento avverso in giallo, che sembra indicare un segnale di sicurezza. Non sono stati elencati eventi avversi del vaccino COVID con meno di 3 eventi segnalati, sebbene per i vaccini non COVID siano stati elencati molti eventi avversi di cui solo 1 o 2 segnalati dal 2009. Le tabelle CDC li includono ancora e li evidenziano in giallo quando il PRR è maggiore di 2 e il valore Chi-quadrato è maggiore di 4, indicando che questi eventi vengono conteggiati come segnali di sicurezza.

QUALI SEGNALI DI SICUREZZA HA TROVATO IL CDC?
Lo dividerò per gruppi di età e il confronto tra Pfizer e Moderna. Iniziamo con il gruppo 18+.

Ci sono 772 eventi avversi che appaiono nell’elenco. Di questi, 770 sono contrassegnati in giallo e hanno valori PRR e Chi-quadro che li qualificano come segnali di sicurezza. Alcuni di questi sono nuovi codici relativi a COVID-19 e ci aspetteremmo che questi attivino un segnale poiché non esistevano negli anni precedenti negli altri vaccini. Quindi, se li togliamo, rimaniamo con 758 diversi tipi di eventi avversi non COVID che hanno mostrato segnali di sicurezza.

Ho raggruppato questi 758 segnali di sicurezza in diverse categorie. La figura seguente mostra il numero totale di eventi avversi segnalati per ciascuna delle principali categorie di segnali di sicurezza:

Analizziamo alcune di queste categorie per esaminare quali tipi di eventi avversi hanno generato il maggior numero di segnalazioni:3

Puoi esaminare gli eventi avversi utilizzando le tabelle Excel fornite dal CDC, che sono state pubblicate da The Epoch Times e Children’s Health Defense ai link all’inizio di questo post.

E I BAMBINI?
Se c’è qualcosa che sembra lontanamente un punto luminoso in tutto questo è che l’elenco dei segnali di sicurezza per i bambini di 12-17 e 5-11 anni è molto più breve di quello per i 18+. Ci sono 96 eventi avversi che si qualificano come segnali di sicurezza per il gruppo 12-17 e 67 per il gruppo 5-11. Quando eliminiamo i nuovi eventi avversi dell’era COVID, ci sono 92 segnali di sicurezza per i bambini di 12-17 anni e 65 per i bambini di 5-11 anni. Ecco i più allarmanti:

Non so perché l’elenco degli AE sia molto più breve per questi gruppi di età. Potrebbe essere che l’elenco degli eventi avversi per altri vaccini per questi gruppi di età sia molto più breve, quindi nel caso in cui gli eventi avversi siano stati segnalati per i vaccini mRNA COVID ma non per altri vaccini, non verrà conteggiato come segnale di sicurezza per definizione .

CONFRONTI CON MIOCARDITE E PERICARDITE
Ci viene detto che l’esistenza di un segnale di sicurezza non significa necessariamente che l’AE sia causato dal vaccino e accetto questa premessa. Ma la pratica corrente sembra essere quella di ignorare i segnali di sicurezza, liquidarli come rumore senza alcuna prova e bloccare qualsiasi indagine su di essi il più a lungo possibile. Il principio di precauzione, tuttavia, impone di presumere che un segnale di sicurezza indichi causalità, fino a prova contraria. Poiché è stato riconosciuto che i vaccini mRNA COVID possono causare miocardite e pericardite (spesso indicate come miopericardite), possiamo prendere questi eventi avversi come una sorta di punto di riferimento e proporre che, come minimo, qualsiasi evento avverso con un segnale di dimensioni uguali o maggiori dovrebbe essere considerate potenzialmente causale e indagate più a fondo.4

Dopo aver eliminato i nuovi eventi avversi dell’era COVID, ci sono 503 eventi avversi con PRR maggiori della miocardite (PRR=3,09) e 552 con PRR maggiori della pericardite (PRR=2,82).5 Ciò significa che il 66,4% degli eventi avversi presentava un segnale di sicurezza maggiore rispetto alla miocardite e il 77,3% erano più grandi della pericardite. Puoi vedere quali erano utilizzando questo file Excel fornito dal CDC e ordinando la scheda 18+ in base alla colonna PRR 12/14-07/29 (colonna E). Quindi basta guardare quali eventi avversi hanno PRR più grandi di quelli per pericardite e miocardite.

Per i ragazzi di 12-17 anni, c’è 1 segnale di sicurezza più grande della miocardite (è “aumento della troponina”) e 14 segnali di sicurezza più grandi della pericardite (esclusa la miocardite), che includono: disturbo alla valvola mitrale, paralisi di Bell, abbondante sanguinamento mestruale, ulcerazione, infezione da vaccino e una serie di indicatori di anomalie cardiache.

Per i bambini di 5-11 anni, il paragone con mio/pericardite è meno pertinente, in quanto sembrano soffrire meno di questo effetto collaterale. Ma possiamo ancora fare il confronto: ci sono 7 segnali di sicurezza più grandi della pericardite, tra cui paralisi di Bell, disfunzione ventricolare sinistra, disfunzione della valvola mitrale e “farmaco resistenza” (presumibilmente significa che hanno ancora il COVID). Esistono 16 segnali di sicurezza maggiori della miocardite (esclusa la pericardite), che oltre a quelli sopra elencati includono anche: versamento pericardico, aumento della pressione diastolica, disfunzione della valvola tricuspide e vitiligine. La tachicardia sinusale (battito cardiaco elevato), l’appendicite e il disturbo mestruale si presentano appena sotto la miocardite.

Ora, se pensiamo che un segnale di sicurezza abbia sia forza che chiarezza, allora il PRR può essere pensato come un indicatore di quanto è forte il segnale, mentre il Chi-quadro è una misura di quanto sia chiaro o inequivocabile il segnale, perché ci dà un’idea di quanto sia probabile che il segnale sia dovuto al solo caso: maggiore è il valore Chi-quadrato, meno probabile è che il segnale sia dovuto al caso. Un Chi-quadro di 4 significa che c’è solo una probabilità del 5% che il segnale osservato sia dovuto al caso. Un Chi-quadro di 8 significa che c’è solo una probabilità dello 0,5% che sia dovuto al caso.6

Per il gruppo 18+, ci sono 57 eventi avversi con un Chi-quadrato maggiore della miocardite (Chi-quadrato=303,8) e 68 con un Chi-quadrato maggiore della pericardite (Chi-quadrato=229,5). Ancora una volta, puoi vedere cosa sono andando al file Excel citato prima.

Per il gruppo 12-17, ci sono 4 eventi avversi con un Chi-quadrato maggiore della miocardite (Chi-quadrato=681,5) e 6 maggiori della pericardite (Chi-quadrato=175,4).

Per il gruppo 5-11, ci sono 22 eventi avversi con un Chi-quadrato maggiore della miocardite (Chi-quadrato=30,42) e 34 eventi avversi con un Chi-quadrato maggiore della pericardite (Chi-quadrato=18,86).

RISPONDERE ALLE OBIEZIONI
Facciamo a meno di alcune delle critiche utilizzate per respingere i dati VAERS, che senza dubbio verranno sollevate se si tenta di portare l’analisi del CDC all’attenzione della gente.

Obiezione: chiunque può riferire al VAERS. I rapporti non sono attendibili. Gli anti-vaxxer hanno fatto molte denunce fraudolente. Nessuno era a conoscenza del VAERS in passato, ora invece sanno cosa è. Così tante persone avevano paura del vaccino, quindi hanno incolpato di esso tutti i loro problemi di salute. Gli operatori sanitari erano tenuti per legge a segnalare determinati eventi avversi, come decessi e anafilassi. Ecc. Ecc.

Tutte queste obiezioni alla fine si basano sull’idea che i rapporti VAERS per i vaccini COVID-19 siano stati gonfiati artificialmente negli anni precedenti per un motivo o per l’altro. Il fatto è, tuttavia, che il CDC ha un metodo per distinguere tra inflazione artificiale e segnale reale. L’idea è semplice: se gli eventi avversi sono gonfiati artificialmente, dovrebbero essere gonfiati artificialmente nella stessa misura. Ciò significa che i PRR per tutti questi segnali di sicurezza dovrebbero essere più o meno gli stessi. Ma anche uno sguardo casuale ai PRR nel file Excel mostra che variano ampiamente, da un minimo di 2 a un massimo di 105 per infezione post-vaccino o 74 per trombosi cerebrale. Questo metodo non si basa sul numero di segnalazioni, ma sul tasso di segnalazione di determinati eventi rispetto a tutti gli eventi segnalati. Semmai, questo metodo tenderebbe a nascondere i segnali di sicurezza in una situazione in cui un nuovo vaccino genera un numero molto elevato di segnalazioni.

Il CDC ci ha persino fatto il favore di calcolare gli intervalli di confidenza superiore e inferiore, il che significa che possiamo essere sicuri almeno al 95% che due PRR siano veramente diversi se i loro intervalli di confidenza non si sovrappongono. Quindi, ad esempio, l’intervallo di confidenza inferiore per la trombosi polmonare è 19,7, che è superiore all’intervallo di confidenza superiore per altri 543 segnali. Segnalazioni artificialmente gonfiate non possono spiegare perché così tanti diversi eventi avversi hanno PRR di grandi dimensioni che sono statisticamente distinti l’uno dall’altro.

Obiezione: i segnali di sicurezza sono dovuti all’enorme numero di vaccini COVID distribuiti. Mai prima d’ora abbiamo distribuito così tante dosi di vaccino. Alla fine di luglio, gli Stati Uniti avevano somministrato qualcosa come 600 milioni di dosi di vaccino a persone di età superiore ai 18 anni. Ma l’analisi del CDC confronta i rapporti VAERS per queste dosi con tutte le dosi per tutti gli altri vaccini per questa fascia di età dal 1° gennaio 2009. Ma dal 2015 al 2020 sono state somministrate oltre 100 milioni di dosi di influenza ogni anno solo a questa fascia di età. In un lavoro precedente, ho stimato 538 milioni di dosi di influenza somministrate a persone di età superiore ai 18 anni da luglio 2015 a giugno 2020. Il numero di vaccini antinfluenzali e altri vaccini non COVID per questa fascia di età somministrati dal 1° gennaio 2009 al 29 luglio 2022 deve essere ben oltre il doppio di questo numero, il che significa che i rapporti VAERS per i vaccini COVID vengono confrontati con i rapporti per almeno il doppio del numero di dosi per altri vaccini. Oltre a ciò, come già notato, la metodologia PRR non dipende, in senso stretto, dal numero di dosi, ma piuttosto dal tasso di segnalazione di uno specifico EA su tutti gli EA per quel vaccino.

Obiezione: i vaccini vengono somministrati principalmente a persone anziane che tendono ad avere problemi di salute, mentre altri vaccini vengono somministrati a persone più giovani. Questa obiezione è affrontata, poiché le analisi sono stratificate per fasce di età. Potrebbe essere ancora in qualche modo valido per il gruppo 18+, tranne per il fatto che nell’analisi del segnale di sicurezza che ho fatto nell’autunno del 2021, ho stratificato per fasce di età più piccole e ho ancora trovato segnali di sicurezza. In ogni caso, questa obiezione non è sufficiente per liquidare l’analisi del segnale di sicurezza, ma richiede piuttosto una ricerca migliore e più raffinata.

Obiezione: i dati VAERS non sono verificati e non possono essere attendibili. Sarò la prima persona a concordare sul fatto che VAERS non è un dato di alta qualità, ma se è completamente inaffidabile, allora come mai il CDC utilizza questi dati per pubblicarli nelle migliori riviste mediche come JAMA e The Lancet? Se i dati fossero privi di valore, allora queste riviste non dovrebbero accettare questi documenti. In quel documento JAMA, hanno riferito che l’80% dei rapporti di miocardite soddisfaceva la loro definizione di miocardite e sono stati inclusi nell’analisi. Molti altri rapporti avevano semplicemente bisogno di maggiori dettagli per la convalida. Inoltre, il CDC ha la capacità e il budget per dare seguito a ogni rapporto ricevuto dal VAERS per ottenere maggiori dettagli e persino cartelle cliniche per verificare il rapporto.

Quindi, se la miocardite mostra un chiaro segnale nell’analisi del CDC, e l’80% di quei rapporti era apparentemente di qualità sufficiente per essere incluso in un articolo pubblicato in una delle migliori riviste mediche del mondo, com’è possibile che tutti gli altri rapporti sono spazzatura? Che tutti gli altri segnali di sicurezza sono privi di significato? Risposta: non lo sono.

E poiché siamo in tema di segnali di sicurezza che si sono rivelati reali, è istruttivo scoprire che l’appendicite si presenta come segnale di sicurezza in tutte e 3 le fasce d’età, da uno studio pubblicato su NEJM basato su cartelle cliniche di oltre un milione di adulti Gli israeliani hanno riscontrato un aumento del rischio di appendicite nei 42 giorni successivi alla vaccinazione Pfizer (ma non a seguito di un test PCR SARS-CoV-2 positivo). Quello studio ha anche riscontrato un aumento della linfoadenopatia (linfonodi ingrossati) dopo la vaccinazione, ma non dopo il test COVID positivo. La linfoadenopatia era un altro segnale di sicurezza.

E questo ci porta alla nostra ultima obiezione da eliminare: tutti questi eventi avversi erano dovuti a COVID. C’era un’epidemia e quindi le persone si ammalavano a causa del COVID e avevano tutti questi problemi che poi venivano attribuiti al vaccino. Tanto per cominciare, come abbiamo appena visto, almeno due di loro (appendicite e linfoadenopatia) non sembrano avere rapporti di rischio aumentati a seguito di un test SARS-CoV-2 positivo, e sappiamo che i vaccini a mRNA aumentano il rischio di mio/ pericardite indipendente dalle infezioni. Quindi, come possiamo presumere che il resto di questi lo sia e liquidarli con un gesto della mano? Non possiamo. Come minimo, abbiamo bisogno di ulteriori indagini. Inoltre, nell’analisi del segnale di sicurezza che ho fatto nel 2021, ho eliminato tutti i rapporti VAERS in cui sul rapporto era indicato qualsiasi segno di esposizione o infezione da SARS-CoV-2, e ho comunque trovato segnali di sicurezza ampi e significativi.

METTENDO LE COSE IN PROSPETTIVA

L’articolo di Epoch Times cita il mio stimato collega e amico, Norman Fenton, professore di gestione del rischio ed esperto di fama mondiale nell’analisi statistica bayesiana: “da una prospettiva bayesiana, la probabilità che il vero tasso di AE dei vaccini COVID-19 sia non superiore a quello dei vaccini non COVID-19 è sostanzialmente zero…. Spetta alle autorità di regolamentazione trovare qualche altra spiegazione causale per questa differenza se desiderano affermare che la probabilità che un AE del vaccino COVID provochi la morte non è significativamente superiore a quella di altri vaccini. (Vedi il suo post sull’analisi del CDC qui.) Lo stesso vale per tutti i segnali di sicurezza che hanno trovato.

Il documento di analisi VAERS SOP del CDC elenca 18 eventi avversi di particolare interesse a cui presterà molta attenzione. Nel loro documento JAMA del 2021 (e presentazioni simili all’ACIP), i ricercatori responsabili dell’analisi dei milioni di cartelle cliniche nel Vaccine Safety Datalink (VSD) del CDC utilizzando la “Rapid Cycle Analysis” hanno studiato solo 23 risultati. Un’analisi simile a quella NEJM da parte di ricercatori israeliani si è concentrata solo su 25 risultati. Confronta questo con gli oltre 700 segnali di sicurezza trovati dal CDC quando alla fine hanno deciso di cercare, e questo non conta nemmeno tutti gli eventi avversi che non sono mai stati segnalati per altri vaccini, quindi non possono mai mostrare un segnale di sicurezza per definizione. Come può il CDC affermare che questi segnali di sicurezza sono privi di significato se quasi nessuno di essi è stato studiato ulteriormente? Eppure siamo certi che questi vaccini hanno subito il più intenso sforzo di monitoraggio della sicurezza della storia. È una sciocchezza completa e totale!


Fonte

vaers-logo

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

5,00 €

La prova che Israele ha riscontrato seri problemi di sicurezza con i vaccini COVID e poi l’ha deliberatamente nascosto

Israele non ha iniziato a raccogliere dati sulla sicurezza fino a un anno dall’inizio del programma di vaccinazione. Hanno raccolto 6 mesi di dati e hanno scoperto che i vaccini non erano sicuri, quindi hanno mentito al mondo al riguardo.

La dott.ssa Sharon Alroy-Preis, capo dei servizi pubblici del ministero della Salute e uno dei principali consiglieri COVID del governo israeliano, non ha problemi a nascondere le informazioni vitali sulla sicurezza sui vaccini COVID per farli sembrare sicuri. Perché non hanno rilasciato la presentazione originale fatta dal team di sicurezza? Ci deve essere un’indagine il prima possibile su quello che è successo, ma il capo del MoH, Nitzan Horowitz, non ne chiede una. Anche lui è corrotto?

Il punto più importante della vicenda:

Ora abbiamo la prova di:

1)Effetti collaterali gravi di durata sconosciuta, forse irreparabili

2)Non erano solo “coincidenze”

3)La corruzione del governo complice nel nascondere questi danni

4)Correlazione tra dosi di vaccino e decessi da più studi indipendenti su più set di dati indipendenti

5)Nessun interesse a vedere la relazione dell’esperto o il video da qualsiasi mezzo di informazione mainstream, qualsiasi membro della comunità medica tradizionale, qualsiasi legislatore, qualsiasi funzionario della salute pubblica in qualsiasi parte del mondo.

Il principio di precauzione della medicina richiede ora l’arresto immediato del programma di vaccinazione COVID.

I fatti chiave in poche parole:

1)L’autorità sanitaria israeliana sapeva che i vaccini stavano danneggiando le persone: gli effetti collaterali del vaccino non sono né lievi né a breve termine. Infatti, nel 65% dei casi neurologici i sintomi sono tutti in corso.

2)Hanno anche stabilito la causalità: gli effetti collaterali sono stati causati dal vaccino. Questo è qualcosa che nessun altro era stato in grado di stabilire prima.

3)Non sanno quanto sia grave il danno perché hanno esaminato solo i dati per le prime cinque categorie. Cardiovascolare era la numera 6. Quindi hanno esaminato solo una frazione dei dati.

4)I ricercatori non conoscono la prevalenza di questi gravi effetti collaterali perché sono stati forniti solo il numeratore, non il denominatore (simile a VAERS).

5)Le autorità israeliane hanno deliberatamente nascosto i problemi di sicurezza al mondo, pubblicando un falso rapporto dicendo essenzialmente “nulla di preoccupante”.

6)L’unica buona notizia in tutto questo è che Israele non ha consentito ai palestinesi di vaccinarsi.

7)Lo stesso popolo israeliano ha capito che i vaccini sono “non sicuri e inefficaci” (il nuovo slogan per i vaccini) e non sono più conformi alle direttive del governo per essere vaccinati (solo il 2,4% della popolazione israeliana è “conforme” a settembre 2, 2022):

Ad oggi 5 settembre 2022 nessuno è ritenuto responsabile e tutti stanno ignorando questa storia bomba:

C’è un blackout da parte della stampa. I media israeliani si rifiutano persino di guardare le prove

Nessuno in Israele è ritenuto responsabile di questa corruzione. Non c’è nemmeno un’indagine.

Nessuno nella comunità medica mondiale parla della corruzione nonostante il fatto che colpisca persone in tutto il mondo.

Non c’è copertura di questo in nessun media mainstream mondiale.

Nessun funzionario della sanità pubblica o media mainstream in nessuna parte del mondo chiede nemmeno un’indagine, nessuno vuole vedere il rapporto originale dell’esperto e nessuno vuole vedere i dati sulla sicurezza che hanno raccolto.

Qualcuno ha tradotto una versione precedente di questo articolo in ebraico e l’ha pubblicata sui media mainstream in Israele. È stato rimosso in meno di 1 ora. Questo mostra quanto sia importante la censura. Se questa storia trapela, è tutto finito.

Abbiamo il video completo e abbiamo le diapositive che sono state presentate; usa il link Contattami se sei un’autorità sanitaria e vuoi vederlo prima che venga rilasciato al pubblico.

Solo per essere sicuro che il CDC lo sappia, ho appena inviato un’e-mail a centinaia di persone del CDC coinvolte nei vaccini COVID (incluso Rochelle Walensky) per far loro sapere che il rapporto e il video sono disponibili. Scommetto che non una sola persona al CDC vuole vederlo. Stiamo per scoprire quanto sia profonda la corruzione al CDC.

Non sorprende che lo ignorino. Tutti i dati negativi sul vaccino vengono ignorati. Ad esempio, quando ho scoperto che i giovani medici canadesi stavano morendo a una frequenza di 12 volte normale dopo il secondo richiamo, la Canadian Medical Association, si è rifiutata di commentare. Ho inviato cinque richieste e hanno ignorato tutte le richieste. Dovrebbero cambiare il loro sito web per dire che sono un sostenitore delle compagnie farmaceutiche, non della salute dei medici.

Nello specifico:

Il Ministero della Salute israeliano (MoH) ha impiegato 18 mesi dalla data di lancio del vaccino prima di esaminare i dati sulla sicurezza del vaccino COVID per vedere cosa dicevano.

Hanno iniziato a raccogliere dati sulla sicurezza solo nel dicembre 2021, un anno dopo aver distribuito i vaccini al pubblico. Poche persone lo sapevano.

Nel dicembre 2021, hanno incaricato un gruppo di esperti esterni guidato dal Prof. Mati Berkowitz, uno dei principali esperti israeliani di farmacologia e tossicologia dell’ospedale Asaf Harofe, di esaminare i dati sulla sicurezza raccolti nei successivi 6 mesi (dall’inizio di dicembre alla fine del maggio 2022).

La giuria ha presentato i propri risultati al personale del Ministero della Salute intorno al 6 giugno 2022 in una chiamata Zoom che è stata segretamente registrata. Hanno scoperto che i vaccini COVID erano molto più pericolosi per le persone di quanto ammesso dalle autorità mondiali. Hanno riscontrato gravi eventi avversi che non sono mai stati divulgati da Pfizer o da alcun governo mondiale. Anche questi eventi avversi non sono risultati a breve termine, come è stato detto al pubblico.

Hanno anche determinato la causalità, cosa che nessun’altra autorità sanitaria mondiale è mai stata disposta a fare (perché nemmeno altri governi hanno mai esaminato i dati). La causalità era sia ovvia che facile da dimostrare utilizzando i dati raccolti (non è possibile farlo utilizzando i dati VAERS statunitensi, ad esempio).

In breve, la giuria ha stabilito che il governo stava fuorviando il popolo di Israele.

Non sappiamo ancora fino a che punto siano pericolosi i vaccini perché il team esterno ha esaminato solo i primi 5 eventi più frequentemente citati.

Sia le autorità israeliane che gli scienziati che hanno analizzato i dati del Ministero della Salute (MoH) hanno agito per coprire i danni rilasciando al pubblico un rapporto inventato per far sembrare il vaccino perfettamente sicuro e affermare che non c’era nulla di sbagliato..

È solo grazie agli sforzi di un individuo coraggioso che ha rilasciato la registrazione dell’incontro Zoom completo tra il Ministero della Salute e il loro gruppo di esperti che ora sappiamo cosa è stato detto in quell’incontro e cosa hanno effettivamente mostrato i dati. Altrimenti il ​​mondo sarebbe ancora nell’oscurità.

I leader delle nostre “istituzioni di fiducia” in tutto il mondo non hanno detto assolutamente nulla dopo che la notizia è stata diffusa il 20 agosto 2022. Ciò suggerisce che c’è una corruzione diffusa nella comunità medica, nelle agenzie governative, tra i funzionari della sanità pubblica, i media mainstream e i social società di media in tutto il mondo: non riconosceranno alcun evento che vada contro la narrativa mainstream.

Questo è un livello di corruzione senza precedenti. Le atrocità qui sono chiare. Tutti dovrebbero parlare apertamente e chiedere un’indagine completa e una valutazione completa dei dati sulla sicurezza raccolti dal governo israeliano.

Sintesi
Il Ministero della Salute israeliano (MoH) è stato informato dal proprio gruppo di esperti esterni selezionato e personalmente guidato dal Prof. Mati Berkowitz che i vaccini COVID non sono sicuri come il Ministero della Salute aveva affermato al popolo israeliano. Era esattamente il contrario: invece di eventi lievi e di breve durata, gli eventi erano seri e di lunga durata. Per gli effetti collaterali neurologici, nel 65% dei casi, questi non sono scomparsi affatto (inizia a guardare questo video a 2:30; il 65% è a 3:09) e i ricercatori hanno ammesso di non avere idea se sarebbero mai scomparsi.

Invece di ammettere il proprio errore, il Ministero della Difesa lo ha coperto pubblicando una relazione che ha distorto la relazione dell’esperto.

Gli esperti hanno coperto il tutto efficacemente senza dire nulla quando ciò è accaduto. Si sono seduti pigramente mentre il Ministero della Salute ha travisato i dati. Sembra che tutte le persone coinvolte fossero così intimidite da sentire di dover seppellire la verità, anche quando può costare vite umane.

Il 20 agosto è finalmente giunta al pubblico la notizia che il governo non monitorava le reazioni avverse da un anno e poi, dopo aver finalmente raccolto i dati sulla sicurezza avversa, li manipolava deliberatamente per far sembrare il vaccino sicuro quando non lo era. Penseresti che ci sarebbe una grande indignazione per aver violato la fiducia pubblica. Ma non è successo nulla. Nessuna reazione. La dottoressa Sharon Alroy-Preis, capo dei servizi pubblici del ministero della Salute e uno dei massimi consiglieri COVID del governo israeliano, non ha rilasciato alcuna dichiarazione pubblica. È sbalorditivo.

Ciò suggerisce che lei e gli altri membri della sua organizzazione che ne erano a conoscenza fossero coinvolti nell’insabbiamento. Il popolo israeliano dovrebbe chiedere giustizia.

Inoltre, l’attuale ministro della Salute, Nitzan Horowitz, non sta facendo nulla. Perché non chiede un’indagine? Dovrebbe essere licenziato anche lui. O la corruzione della scienza va bene al governo israeliano?

Infine, quanto è profonda la corruzione? Qualche media mainstream israeliano tratterà questa storia? Perché no? Qualche membro del parlamento israeliano chiederà un’indagine? Qualche membro del ramo esecutivo chiederà un’indagine?

Mi sembra che siano stati tutti comprati dalle case farmaceutiche. Sbaglio?

Questa è una storia di corruzione, pura e semplice.
Non c’è modo di dare uno spin positivo a questa vicenda. Chiunque sia al potere che non richieda un’indagine è corrotto tanto quanto le persone che si sono impegnate nell’insabbiamento originale del rapporto sulla sicurezza.

Questa storia è la “pistola fumante” che stavamo aspettando: un’agenzia governativa ufficiale è stata catturata mentre aveva ricevuto un rapporto dannoso dagli scienziati e poi ha deliberatamente mentito al pubblico al riguardo.

La risposta a questa storia è stata 0
Nel momento in cui scrivo questo (5 settembre), la stampa israeliana (che è fortemente controllata dallo stato; si noti che la censura del governo è legale in Israele) si è rifiutata di avvicinarsi alla storia; non rispondevano nemmeno quando venivano contattati. Non vogliono vedere nessuna delle prove. Solo una testata giornalistica, GB News nel Regno Unito, ha coperto la storia originale.

Sta a noi costringere i nostri leader medici, sanitari e politici in tutto il mondo a prendere posizione su ciò che è successo. Lo condanneranno o lo ignoreranno?

Ogni leader nel campo della medicina dovrebbe dire che ciò che ha fatto il Ministero della Salute è sbagliato e chiedere un’indagine immediata sulla sicurezza dei vaccini. Dovremmo essere in grado di vedere la presentazione completa del gruppo di esperti e la loro relazione. E i dati sulla sicurezza dovrebbero essere rilasciati al pubblico come lo sono i dati VAERS.

Ma guarda cosa è successo: non stanno condannando quello che è successo e non chiedono il rapporto o i dati. Stanno zitti… come se non fosse successo.

Fondamentalmente stanno tutti dicendo: “Va bene per un governo non monitorare la sicurezza dei vaccini per 12 mesi e poi, dopo 6 mesi di monitoraggio della sicurezza e chiare prove di danno, travisare deliberatamente i dati sulla sicurezza al pubblico”.

INTRODUZIONE
Si scopre che il governo israeliano non ha mai avuto un sistema di monitoraggio della sicurezza dei vaccini quando ha lanciato i vaccini COVID nel dicembre 2020.

Infine, nel dicembre del 2021, dopo più di un anno dall’inizio del programma di vaccinazione, hanno deciso di correggere quell’errore. Hanno iniziato a raccogliere dati sulla sicurezza da quel momento fino alla fine di maggio 2022. Hanno quindi incaricato un gruppo di ricerca esterno guidato da un importante scienziato israeliano di analizzare i dati.

Il rapporto dice che gli effetti collaterali non erano lievi e di breve durata come è stato detto al popolo israeliano. I dati erano chiari sul fatto che gli effetti collaterali erano gravi e di lunga durata (a volte senza una fine in vista).

In breve, i dati hanno mostrato che il governo, che non stava monitorando la sicurezza come sostenevano, ha mentito al popolo di Israele. Inoltre, ora è chiaro che la dottoressa Sharon Alroy-Preis ha mentito al comitato esterno della FDA sul monitoraggio della sicurezza.

Il Ministero della Salute (MOH) ha nascosto il rapporto di sicurezza per 2 mesi, poi ha emesso un rapporto pubblico ingannevole per far sembrare il vaccino sicuro. Domenica, scorsa, il 4 settembre, “chiederanno” al comitato per la sicurezza del vaccino di raccomandare la 5a dose per gli over 60. Questa è corruzione. Stanno nascondendo i dati sulla sicurezza al pubblico e lo sanno.

Ci sono voluti 2 mesi prima che il MOH distorcesse i risultati e li presentasse al pubblico per far sembrare che i vaccini COVID fossero sicuri.

Nessuno sapeva che qualcuno stesse registrando segretamente l’incontro tra i ricercatori esterni e il Ministero della Salute.

Apparentemente, c’era una persona onesta alla riunione e quindi quando il Ministero della Salute non ha agito in modo da proteggere il pubblico, la registrazione è trapelata alla stampa.

Nella registrazione di 80 minuti, uno dei ricercatori ha detto: “Dovremo pensare in termini medico-legali: come presenteremo i nostri risultati per evitare azioni legali?”.

Dopo che parti della registrazione sono trapelate alla stampa, nessuno dei media israeliani ha coperto la storia. In effetti, solo una testata giornalistica al mondo, GB News nel Regno Unito, si è impegnata a farlo. Guarda questo video dell’intervista a GB News di Neil Oliver avvenuta il 20 agosto 2022.

Fox News è stata informata ma ha rifiutato di parlare della notizia (apparentemente perché i loro contratti pubblicitari con Pfizer proibiscono loro di coprire qualsiasi notizia negativa sui vaccini).

L’intera truffa è stata completamente esposta al pubblico il 1 settembre 2022 in questo Tweet (lungo 10 messaggi) di Yaffa Shir-Raz, un giornalista onesto che vive in Israele.

Il tweet di Yaffa discute le tecniche utilizzate per distorcere i risultati dei ricercatori:

Se Twitter cancella il suo tweet, ho una copia del video e il tweet completo che pubblicherò se necessario.

La causalità di nuovi eventi avversi è stata dimostrata dal team esterno
Inoltre, sono stati identificati nuovi eventi avversi significativi ed è stata stabilita la causalità attraverso il re-challenge della stessa persona; se il sintomo riappare o peggiora dopo le varie vaccinazioni, questo è un sicuro segno di correlazione.

La causalità è stata persino stabilita in aree in cui i ricercatori non erano precedentemente a conoscenza. Ad esempio, per problemi neurologici (perché non era un effetto collaterale ufficialmente stabilito).

Punti aggiuntivi
La squadra esterna è stata assunta dal Ministero della Salute.

L’incontro con il MoH si è svolto all’inizio di giugno davanti a un leader senior del MoH incaricato del monitoraggio degli eventi avversi.

I funzionari del MoH non hanno condiviso i risultati con il comitato consultivo del MoH quando diverse settimane dopo si è riunito per discutere l’approvazione del vaccino per i bambini e del 5° richiamo per gli adulti.

Il dottor Alroy-Preis è il numero 2 nel MOH. È a capo della collaborazione formale tra Israele e Pfizer. Si incontra regolarmente con Pfizer e scrive documenti con loro. È anche responsabile di tutte le politiche COVID 19 in Israele.

Le cose che hanno nascosto includono:

Il fatto che, nella maggior parte dei casi, questi effetti non si siano risolti rapidamente (in alcuni casi di durata superiore a un anno)

La prova che il vaccino ha causato gli eventi avversi

I casi effettivi; hanno manipolato i tassi dividendo il numero di segnalazioni per tutte le dosi, nascondendo il fatto che avevano il sistema da 6 mesi e un solo HMO (il 15% della popolazione segnalata). Questo rende il denominatore enorme e il numeratore piccolo in modo da mascherare il risultato reale.

Perchè tanta corruzione?
La mia ipotesi personale è piuttosto semplice:

Inizialmente è stato causato dalla cieca fiducia in figure autorevoli come Fauci, CDC, FDA e Pfizer. Fauci ha ingannato tutti nella falsa convinzione che il vaccino fosse l’unica via d’uscita.

Dal momento che tutti volevano porre fine alla pandemia, hanno guardato dall’altra parte quando sono emersi problemi di sicurezza.

Quando le autorità vengono colte in flagrante come in questo video, lo nascondono in modo che nessuno sembri cattivo (se stessi, il governo, i media e la comunità medica tradizionale).

Tutte queste strategie di mitigazione sono del tutto inutili. Abbiamo dimostrato protocolli di trattamento precoce che hanno portato a ricoveri e decessi prossimi allo zero. Ma poiché Fauci controlla il NIH, ignorano tutto questo.

Fauci ha creato il virus (finanziando la ricerca sul guadagno di funzione presso l’Istituto di virologia di Wuhan) e da solo è anche responsabile della risposta che ha ucciso ancora più persone del virus.

Fonte

f4bffe6d-28a9-47da-a84f-fb2e56d3600c_2027x1269

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €