Archivi Blog

Il popolino riceve una lezione su come funzionano i media mainstream dopo i commenti sui vaccini di Nicki Minaj

Risposte isteriche dopo che la rapper ha raccontato gli effetti collaterali del vaccino.

Dopo che la rapper Nicki Minaj ha causato polemiche su un tweet parlando degli effetti collaterali del vaccino COVID-19, i media mainstream hanno immediatamente iniziato a mentire e riportare erroneamente ciò che aveva detto, offrendo un raro squarcio (per le persone normali) su come la stampa distorce la verità.

La vicenda è iniziata dopo che la Minaj ha raccontato su Twitter quello che è successo all’amico di suo cugino a Trinidad quando ha preso il vaccino.

“Mio cugino a Trinidad non si fara’ vaccinare perché il suo amico è diventato impotente dopo averlo fatto. I suoi testicoli si sono gonfiati. Il suo amico stava per sposarsi, ora la ragazza ha annullato il matrimonio. Assicurati di essere a tuo agio e non bullizzato nel prendere certe decisioni”, ha scritto la Minaj.

Il tweet ha mandato completamente in tilt sia i fan della Minaj che i media, la cantante si e’ scagliata contro i media perche’ hanno frainteso il suo messaggio.

Joy Reid di MSNBC ha affermato di essere “triste per cio’ che aveva detto”, spingendo la Minaj a rispondere: “Non ti sei preoccupats di leggere tutti i miei tweet … immagina di portare il tuo stupido culo in tv un minuto dopo un tweet per diffondere una falsa narrativa su una donna di colore».

La Minaj ha twittato di nuovo dichiarando: “I due uomini bianchi seduti lì stanno annuendo perche’ hai fatto il lavoro al posto loro. Che triste.

Larapper ha successivamente chiamato la Reid, “Bugiarda omofoba”, riferendosi ai suoi vecchi post sul blog che Reid affermava dubbiosamente fossero opera di un misterioso “hacker”.

Altre agenzie di stampa come Variety hanno pubblicato dichiarazioni completamente false che la Minaj avrebbe fatto in passato, spingendola a rispondere: “Mai detto questo. Sono contenta di non aver mai cancellato nessun tweet.”

I media hanno anche mentito sostenendo che la Minaj ha detto di voler evitare il Met Gala a causa dell’obbligo vaccinale, portando la rapper a twittare, “3 bugie una dopo l’altra da importanti agenzie di stampa. Ho citato mio figlio come il motivo per cui non volevo viaggiare. Avete notato come NESSUNA di loro lo abbia menzionato? Chiediti il perche’!”.

Il Daily Beast ha anche affermato che la Minaj avesse detto di essere “preoccupata” per il vaccino quando non ha mai usato tali parole.

L’isterica risposta alle dichiarazioni della Minaj, nelle quali semplicemente afferma che le persone dovrebbero ricercare attentamente i potenziali effetti collaterali prima di prendere il vaccino, hanno fornito ai milioni di fan di Minaj un’intuizione significativa su come il complesso industriale mediatico attacchi violentemente qualsiasi VIP che si ribella alla narrativa ufficiale

Fonte.

140921minaj1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Avere dei dubbi e’ anti-vax? L’editrice di una rivista inglese riporta cambiamenti nel periodo mestruale dopo il vaccino, l’ultima tra oltre 30.000 donne del Regno Unito

Almeno 30.304 donne britanniche hanno rivelato cambiamenti al loro ciclo mestruale dopo essere state vaccinate contro il Covid-19. Una editrice del The Spectator è una delle ultime ad aver subito questo effetto collaterale e dice che molte altre hanno paura di uscire allo scoperto.


Lara Prendergast, editrice esecutiva della rivista Spectator di Londra, giovedì ha sollevato alcune domande preoccupanti in un articolo dopo aver riferito di aver subito degli effetti collaterali da quando ha ricevuto la sua prima dose di Pfizer a maggio.

Notando il fatto che si tratta di un argomento “scomodo” e delicato da discutere – indicando che il vero numero di donne con effetti collaterali del vaccino legati al ciclo potrebbe essere di gran lunga superiore ai 30.304 documentati – la Prendergast ha rivelato che il suo ciclo non è normale da quando è stata vaccinata mesi fa.

“Milioni di donne britanniche sono state vaccinate, quindi 30.304 segnalazioni sono solo una piccola parte: un numero trascurabile, si potrebbe dire. Ma non sembra trascurabile se sei una di quelle donne” ha scritto, aggiungendo che gli amici le hanno detto “anche loro hanno subito lo stesso effetto collaterale” ma “non l’hanno segnalato” perché l’argomento è sia imbarazzante che sensibile e per il timore di essere etichettate come “anti-vaxxer”.

“È ‘anti-vaxx’ preoccuparsi che questi vaccini possano avere un effetto sui nostri cicli mestruali?” ha chiesto la Prendergast, prima di affermare che un medico di salute femminile le aveva detto che non è esattamente normale “che i vaccini influenzino le mestruazioni in questo modo”.

Prendergast ha anche espresso preoccupazione per il fatto che “se i vaccini stanno interessando così tante donne, chissà cos’altro potrebbe succedere”, osservando che milioni di donne possono solo “sperare e fidarsi” che i funzionari medici e gli influencer che spingono le giovani donne a vaccinarsi hanno ragione sui presunti bassi rischi coinvolti.

Sebbene abbia riconosciuto che funzionari, come il presidente del Royal College of Obstetricians and Gynecologists (RCOG), Dr. Edward Morris, hanno assicurato le donne che sarebbe impossibile che i vaccini influiscano sulla fertilità di una donna, Prendergast ha sottolineato che la maggior parte delle donne “associa le proprie mestruazioni con la loro fertilità”, e che gli effetti collaterali sono quindi estremamente allarmanti per coloro che li sperimentano.

“Un mese dopo il mio secondo vaccino, prendo nota che il mio ultimo ciclo è incasinato, ancora una volta”, ha concluso nell’articolo.

L’agenzia di regolamentazione dei medicinali e dei prodotti sanitari (MHRA) del Regno Unito ha informato le donne preoccupate che i problemi mestruali sono “per lo più di natura transitoria” e che “non ci sono prove che suggeriscano che i vaccini contro il Covid-19 influenzeranno la fertilità e la capacità di avere figli”.

Il vicepresidente della RCOG, la dott.ssa Jo Mountfield, ha anche affermato che sebbene “i cambiamenti nel periodo mestruale possano essere preoccupanti”, sembra che “la maggior parte dei cicli mestruali delle donne torni alla normalità dopo uno o due cicli”.

Il cambiamento nel ciclo mestruale non compare nell’elenco degli effetti collaterali descritti agli inglesi prima che ricevano un vaccino contro il Covid-19 nel Regno Unito.

Il governo del Regno Unito ha annunciato lunedì che l’MHRA stava esaminando “sospetti effetti collaterali dei disturbi mestruali e sanguinamento vaginale inaspettato a seguito della vaccinazione contro il Covid-19 nel Regno Unito”.

Fonte

611e3e5185f540731268c55c

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Effetti collaterali più pericolosi potenzialmente collegati ai vaccini mRNA, avverte l’UE

Mentre le azioni dei fornitori di vaccini MRNA Moderna e BioNTech sono crollate mercoledì, Reuters ha riferito che l’EMA, il regolatore dei medicinali dell’UE, sta esaminando nuovi potenziali effetti collaterali dei vaccini a MRNA ancora sperimentali, comprese reazioni cutanee sospette e disturbi renali.

Secondo Reuters, sono state segnalate tre nuove condizioni da un piccolo numero di persone dopo la vaccinazione con i vaccini Pfizer e Moderna. I disturbi includono l’eritema multiforme, una forma di reazione cutanea allergica; glomerulonefrite o infiammazione renale; e la sindrome nefrosica, una malattia renale che porta a pesanti perdite di proteine tramite le urine. Tutti i casi sono allo studio dell’EMA per determinare se i vaccini potrebbero essere collegati alle condizioni.

Questa non è la prima volta che i regolatori sollevano problemi con un vaccino MRNA. Come abbiamo riportato alcuni mesi fa, la FDA ha stabilito che un effetto collaterale dei vaccini in un piccolo numero di pazienti maschi con determinate complicanze includeva l’infiammazione del cuore. Tuttavia, la FDA, il CDC e l’OMS hanno insistito sul fatto che i rischi posti dai vaccini sono di gran lunga superiori ai loro benefici per la società.

La scoperta arriva quando le autorità sanitarie israeliane hanno scoperto che un piccolo numero di pazienti è stato infettato anche dopo la terza dose di vaccino.

Né Pfizer né Moderna hanno risposto alla richiesta di commento di Reuters.

Poco più di 43,5 milioni di dosi del vaccino di Moderna, Spikevax, sono state somministrate nello Spazio economico europeo al 29 luglio, rispetto a più di 330 milioni di dosi del vaccino Pfizer, Comirnaty, sviluppato in collaborazione con la tedesca BioNTech.

I dettagli sui nuovi effetti collaterali sono piuttosto scarsi, con l’EMA che afferma solo di aver richiesto più dati ai produttori del vaccino in modo che potessero determinare qualsiasi potenziale relazione. Finora, l’EMA non ha formulato alcuna raccomandazione in merito all’etichettatura dei vaccini e alla presenza di nuovi effetti collaterali.

L’agenzia ha rivelato i nuovi effetti collaterali durante un aggiornamento di routine della sezione sicurezza del database dei vaccini approvati.

I vaccini a MRNA si basano su una nuova tecnologia che riprogramma il sistema immunitario per combattere il virus, tuttavia i critici sostengono che gli effetti collaterali a lungo termine e i rischi in generale semplicemente non sono ben compresi poiché i vaccini sono stati approvati di fretta.

Fonte

mdrna

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

La prossima volta che vi danno del “complottista” quando esprimete legittimi dubbi su un vaccino per il Covid-19 fategli leggere questo

Un certo numero di università statunitensi imporrà test COVID-19 obbligatori per tutti gli studenti che desiderano tornare al campus durante il semestre autunnale – con alcuni che hanno recentemente annunciato che ciò avverrà al ritmo di due tamponi nasali a settimana – creando senza dubbio disagio per coloro che devono sopportare tali tamponi “di routine”.

E in molte parti del paese, le città e le contee attualmente hanno leggi sulle maschere che le richiedono in tutti gli spazi pubblici. Dato che negli ultimi mesi è stata avviata la gara per sviluppare e accelerare un vaccino contro il coronavirus, il passo logico successivo sarà che gli studenti e i dipendenti forniranno la prova di aver ricevuto il vaccino prima di tornare al lavoro o a scuola. Naturalmente, l’idea di seguire rapidamente questo processo anche in un clima profondamente politicamente carico preoccupa le persone. E dovrebbero esserlo, visto l’ultima apparizione di Bill Gates su CBS.

La giornalista veterana britannica Neil Clark ha avuto questa reazione all’intervista di Bill Gates: quando qualcuno cerca di ridicolizzarti chiamandoti “teorico della cospirazione” o “Terrapiattista” per avere delle preoccupazioni legittime e sensate riguardo allo sviluppo frettoloso di un vaccino per il “Coronavirus” e i suoi effetti collaterali, basta mandare loro questo video.

Anche la corrispondente dei media mainstream che ha rilasciato l’intervista è apparsa per un attimo esasperata e incredula che Bill Gates abbia scrollato le spalle a riguardo delle notizie credibili su effetti collaterali, che sono in definitiva un grosso problema. Quando la giornalista lo ha spinto di nuovo a parlare della sicurezza del vaccino, la sua risposta e` sembrata essere semplicemente, fidati di noi. A Gates è stato chiesto:

Gli effetti collaterali del vaccino Moderna sono preoccupanti … Dopo la seconda dose, almeno l’80% dei partecipanti ha manifestato un effetto collaterale sistemico, che va dai forti brividi alle febbri. Sono sicuri questi vaccini?

“La FDA, non essendo sotto pressione, lo esaminerà a fondo”, ha detto Gates, affrontando il problema dei possibili effetti collaterali. “La FDA è il gold standard dei regolatori e il loro attuale sistema – se si attengono ad esso – è molto appropriato.”

Gates continua riconoscendo candidamente la probabilità di effetti collaterali del vaccino, che ha ammesso che “diminuira`” nel tempo. Ti sembra confortante? Aggiungete a ciò che, come parte della sua spiegazione, sostiene che per essere efficace un vaccino dovrebbe essere somministrato alla popolazione su vasta scala e a livello globale:

“Se quello che stai cercando di fare è bloccare tutta la trasmissione, devi ottenere una copertura del 70-80% su base globale. Quindi sono numeri incredibilmente grandi”, ha detto.

Gates, che ha avvertito della minaccia di una pandemia globale dal 2015, ha ammesso che “ci sarà molta incertezza” sull’efficacia di qualsiasi vaccino, ma ha sottolineato che si tratta di una soluzione “che migliorerà nel tempo”.

Pertanto i governi, specialmente in Occidente, e anche le istituzioni private verranno messi sotto pressione per imporlo a norma di legge.

Forse il momento più allarmante dell’intervista alla CBS è arrivato quando Gates ha ammesso senza mezzi termini che gli attuali test sui vaccini “ad alto dosaggio” più promettenti stanno causando effetti collaterali:

“Alcuni di questi (effetti collateralli) non sono drammatici oltre misura, ma sì … ci sono”, ha detto Gates.

Nel frattempo, la CNN riferisce lunedì mattina che è iniziato il primo studio clinico di Fase 3 di un vaccino contro il coronavirus sviluppato negli Stati Uniti. “Il vaccino sperimentale è stato sviluppato dalla società di biotecnologie Moderna e dal National Institute of Allergy and Infectious Diseases, part of the National Institutes of Health. Lo studio verra` condotto in quasi 100 siti di ricerca statunitensi, secondo Moderna. Il primo paziente è stato vaccinato in un sito a Savannah, in Georgia, “scrive la CNN.

“Si prevede che lo studio prendera` in esame circa 30.000 volontari adulti e valuterà la sicurezza del vaccino Moderna / NIH e se può prevenire Covid-19 sintomatico dopo due dosi, tra gli altri risultati”, continua il rapporto.

La corsa al rapido lancio di un vaccino è sulle prime pagine dei giornali da marzo e continuerà, dato che attualmente gli Stati Uniti sono in testa al mondo nei casi confermati di coronavirus con 4,2 milioni, tra cui oltre 146.935 morti.

Fonte

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante aiutami a sopravvivere con una donazione

€2,00