Archivi Blog

Rituali e adrenocromo: il significato oscuro di “The Watcher”, una serie Netflix basata su una storia vera

“The Watcher” è basato sulla storia vera di una famiglia del New Jersey che ha ricevuto lettere inquietanti da uno stalker che chiedeva “sangue giovane”. Sebbene il vero colpevole non sia mai stato trovato, la serie Netflix solleva una possibilità: dietro le lettere c’è un culto satanico che estrae l’adrenocromo dai bambini. Ecco uno sguardo al significato oscuro di “The Watcher”.

The Watcher è una serie Netflix basata sulla vera storia dei Broaddus, una famiglia che ha ricevuto una serie di lettere inquietanti dopo aver acquistato una casa nel 2014.

Le lettere e la saga che ne è seguita sono state documentate in un articolo del New York Magazine del 2018 che descriveva in dettaglio il contenuto raccapricciante delle lettere. Dopo anni di indagini e colpi di scena di ogni genere, il colpevole non è mai stato trovato… O è tutto un insabbiamento?

L’articolo che ha ispirato la serie Netflix.

Sebbene la serie Netflix sia considerata un’opera di finzione, la sua premessa segue da vicino ciò che è accaduto nella vita reale.

LA STORIA VERA
Dopo aver acquistato una maestosa casa con sei camere da letto nella ricca città di Westfield, nel New Jersey, la famiglia Broaddus ha iniziato a ricevere lettere bizzarre e sempre più minacciose da uno stalker di nome The Watcher.

Una delle vere buste inviate alla famiglia.

La prima lettera alludeva alla lunga storia della casa e ai potenziali segreti che poteva contenere. Più inquietante, la lettera menziona anche i tre figli della famiglia, definendoli “sangue giovane”. Ecco la prima lettera

“Caro nuovo vicino al 657 Boulevard, permettimi di darti il benvenuto nel quartiere. Come sei finito qui? Il 657 Boulevard ti ha chiamato con la sua forza interiore?

Il 657 Boulevard è molto importante per la mia famiglia ormai da decenni e mentre si avvicina al suo 110° compleanno, sono stato incaricato di guardare e aspettare la sua seconda venuta. Mio nonno sorvegliava la casa negli anni ’20 e mio padre negli anni ’60. Adesso è il mio momento. Conosci la storia della casa? Sai cosa si nasconde tra le mura del 657 Boulevard? Perché sei qui? Lo scoprirò.

Vedo già che hai inondato il 657 Boulevard di appaltatori in modo da poter distruggere la casa. Tsk, tsk, tsk… mossa sbagliata. Non vuoi rendere infelice il 657 Boulevard.

Hai bambini. Li ho visti. Finora ne ho contati 3.

Devi riempire la casa con il sangue giovane che ho richiesto? Meglio per me. La tua vecchia casa era troppo piccola per la famiglia in crescita? O era l’avidità di portarmi i tuoi figli? Una volta che saprò i loro nomi, li chiamerò e li attirerò a me.

Chi sono? Ci sono centinaia e centinaia di macchine che passano ogni giorno lungo il 657 Boulevard. Forse sono in una di quelle. Guarda tutte le finestre che vedi dal 657 Boulevard. Forse sto guardando da una di esse. Guarda fuori da una delle tante finestre del 657 Boulevard tutte le persone che passano ogni giorno. Forse tra loro.

Benvenuti amici miei, benvenuti. Diamo inizio alla festa.”

IL WATCHER

In breve, questa lettera è il peggior incubo di un genitore. Due settimane dopo, la famiglia trova una seconda lettera. Ed è peggio.

“Sono lieto di sapere ora i vostri nomi e il nome del sangue giovane che mi avete portato. Dici spesso i loro nomi.

Il 657 Boulevard è ansioso che tu ti trasferisca. Sono passati anni e anni da quando il sangue giovane ha dominato i corridoi della casa. Hai già trovato tutti i segreti che contiene? Il sangue giovane giocherà nel seminterrato? O hanno troppa paura di andare laggiù da soli. Avrei molta paura se fossi in loro. È lontano dal resto della casa. Se fossi di sopra non li sentiresti mai urlare.

Dormiranno in soffitta? O dormirete tutti al secondo piano? Chi ha le camere che si affacciano sulla strada? Lo saprò non appena ti trasferisci. Mi aiuterà a sapere chi c’è in quale camera da letto. Allora posso pianificare meglio.

Tutte le finestre e le porte del 657 Boulevard mi permettono di osservarti e seguirti mentre ti muovi per casa. Chi sono? Sono l’Osservatore (Watcher) e ho il controllo del 657 Boulevard ormai da quasi vent’anni. La famiglia Woods te l’ha consegnata. Era il loro momento di voltare pagine e l’hanno gentilmente venduta quando gliel’ho chiesto.

Passo molte volte al giorno. 657 Boulevard è il mio lavoro, la mia vita, la mia ossessione. E ora anche tu sei la famiglia Braddus. Benvenuto nel prodotto della tua avidità! L’avidità è ciò che ha portato le ultime tre famiglie al 657 Boulevard e ora ti ha portato da me.

Buon trasloco. Sai che starò a guardare.”

A giudicare dal contenuto di questa lettera, The Watcher vive vicino alla casa e sa come è fatta. Nonostante non possano esserci molti sospetti, la polizia non è mai stata in grado di individuare l’autore. Ciò è particolarmente sconcertante considerando che le lettere sono state consegnate in buste sigillate e scritte a mano.

Alcuni credono che sia tutto un insabbiamento e che la polizia sia coinvolta. La serie Netflix prende questa premessa e la porta in luoghi molto oscuri.

LA SERIE

The Brannocks – una versione romanzata della famiglia Broadus nella vita reale.

Creato da Ryan Murphy (American Horror Stories), The Watcher incorpora fatti della storia reale introducendo diversi elementi inquietanti… che potrebbero essere veri. Ad esempio, nella serie, The Watcher è sospettato di essere un membro di un culto satanico che estrae l’adrenocromo dai bambini nei rituali occulti. Potrebbe sembrare una esagerazione. Tuttavia, le vere lettere specificavano chiaramente di volere il sangue dei bambini.

Al di là delle lettere, la serie esplora vari temi relativi alla società moderna, trasformando la storia di una famiglia che acquista una casa in un commento sulle insidie della vita moderna. In effetti, con il progredire della serie, la casa finisce per rappresentare una società tossica controllata da un’élite contorta mentre i Brannock rappresentano la tipica famiglia americana che tenta di prosperare al suo interno. Ecco uno sguardo più approfondito ai temi della serie.

NON GRADITI
Nella serie, viene subito stabilito che i Brannock stanno acquistando una casa troppo costosa per loro. Volendo offrire ai propri figli una casa spaziosa in un quartiere sicuro, i Brannock hanno utilizzato tutti i loro risparmi, azioni e IRA per finanziare la casa.

Dean Brannock, il capofamiglia, vuole davvero che la sua famiglia sia in quella casa.

Per giustificare la sua decisione, Dean dice:

“Questa è l’America, giusto? Tutti comprano una casa che non possono permettersi”.

Fin dall’inizio, ci viene presentato un potente modo in cui la società è controllata dall’élite: il debito.

I Brannock si rendono presto conto di non “appartenere” a quella casa e alla società d’élite che rappresenta. Quindi, ricevono una lettera dal Watcher (la stessa lettera citata sopra) che conferma questo fatto.

A peggiorare le cose, i vicini inquietanti continuano a dire ai Brannock che li stanno tenendo d’occhio.

Quando vanno alla polizia, i Brannock si rendono conto che qualcosa non va

Il detective dice che conosce la loro situazione finanziaria.

Il detective incoraggia fortemente i Brannock a installare telecamere in casa per sentirsi più al sicuro.

Abbastanza convenientemente, un tizio di nome Dakota che gestisce una società di sicurezza si presenta a casa loro e organizza tutto a un ottimo prezzo.

Sebbene le telecamere siano lì per “sicurezza”, fanno anche sì che i Brannock siano sempre sorvegliati. Come molti altri temi di questa serie, questo può essere applicato alla società in generale.

C’è un altro tema importante nella serie che può essere applicato alla società in generale: la sessualizzazione dei minori.

SESSUALIZZARE LA RAGAZZINA
Una trama importante della serie coinvolge la sessualizzazione della sedicenne Ellie Brannock e la reazione di suo padre. Sebbene questa narrazione non abbia nulla a che fare con la vera storia di The Watcher, si adatta perfettamente al significato più ampio di questa serie: la corruzione della società americana.

Poco dopo essersi trasferita, Ellie trova un rossetto in casa e se lo mette subito.

Dopo aver messo il rossetto, dice “Ehi, marinaio”.

Le parole “Ehi, marinaio” non sono parole civettuole casuali. C’è un po’ di storia dietro queste parole.

“Ciao, marinaio” è una proposta sessuale fatta a un marinaio, presumibilmente da una prostituta o da una donna promiscua, supponendo che il marinaio sia maschio e sessualmente frustrato dopo un lungo periodo in mare.
-En-Academic, “Ciao, marinaio”

Insomma, la casa (che rappresenta una società controllata dall’élite) ha “offerto” a Ellie il rossetto che rappresenta la sua sessualizzazione.

Quindi, le cose si fanno piuttosto difficili da sostenere. Mentre Ellie si mette il rossetto e imita una prostituta, i suoi genitori fanno sesso nell’altra stanza. Tuttavia, vengono interrotti da Ellie che li chiama.

È uno scherzo strano da fare alla tua figlia adolescente.

Quindi si fermano e vanno a cercarla. Dean, presumibilmente ancora accaldato e infastidito dal fatto che non ha potuto concludere, inizia ad essere ossessionato dal rossetto di sua figlia.

L’intera serie è stranamente focalizzata sulla giovinezza.

Mentre Dean non approva che sua figlia indossi il rossetto, Dakota, il ragazzo della sicurezza di 19 anni, lo adora.

Quindi, la serie dedica molto tempo a giocare con il tabù di un minore che ha una relazione con un adulto.

Ellie dice a Dakota che è “roba da galera”… flirtando.

In una scena successiva, Ellie attira Dakota in una piscina e gli chiede di baciarla. Poi Dakota chiede:

  • Quanti anni hai?

– 16.

– Vedi, ho 19 anni. Potrei finire nei guai.

– Sì, beh, allora, questo lo rende solo più eccitante, vero?

  • Sì.

Poi si baciano. Questo è il tipo di dialogo che un pedofilo inventerebbe.

Nel frattempo, il padre di Ellie è sempre più ossessionato dalla sessualizzazione di sua figlia. E sua moglie lo trova strano. Dice alla sua amica:

«Sono Ellie. Il modo in cui le parla. Adesso è un’adolescente e lui la sgrida sempre. Sai, se la camicia le cade dalla spalla… è ridicolo, è strano.

E poi si mette sulla difensiva, dicendo cose come “Non voglio che mia figlia sia sessualizzata”. E io sono tipo “sei tu quello che la sta sessualizzando. Sta solo facendo la bambina”.

Per riassumere questa trama: la casa (che rappresenta la società dell’élite) offre a Ellie lo “strumento” per la sua sessualizzazione. Dopo essere stato coinvolto con un adulto, suo padre cerca di fermare tutto questo. Tuttavia, viene accusato di essere ossessionato dalla sua sessualità, lasciandolo arrabbiato ma impotente.

Alla fine, tutto questo rientra nei piani più ampi dell’élite di normalizzare la sessualizzazione dei minori. Perché sono pedofili che vanno a caccia di bambini.

Non vogliono solo sessualizzare i bambini. Vogliono il loro sangue.

SACRIFICIO DI SANGUE
Nel tentativo di raccogliere maggiori informazioni sul Watcher, Dean Hannock incontra Andrew Pierce, un precedente proprietario della loro casa. Gli dice che la casa – e l’intero quartiere – custodisce oscuri e inquietanti segreti.

Il precedente proprietario della casa spiega cosa fanno i vicini.

Pierce mostra a Dean Brannock una lettera che ha ricevuto dal Watcher.

“Sacrificherai tua moglie o tuo figlio? La casa preferisce il sangue giovane. Potrebbe essere vecchia ora, ma vive ancora. Anch’io. E mi assicurerò che questa casa duri a qualsiasi costo. Presto dovrà scegliere, signor Pierce. Devi presentare un’offerta di sangue.

A quanto pare, per essere accettati in quella casa, bisognava offrire del sangue. Quindi, Pierce spiega cosa è successo quando i vicini hanno fatto da babysitter a suo figlio.

«Era da Mitch e Mo. Ha detto che stava giocando nella loro camera da letto ed è sceso in soggiorno e c’erano tutte queste persone anziane, in piedi in cerchio, con lunghe vesti rosse. E stavano cantando. E, nel mezzo del cerchio, c’è questo bambino su un altare. Gli avevano tagliato la gola. Ne stavano bevendo il sangue.

I vicini cantano intorno a un bambino morto su un altare.

Spiega a Dean:

– Stanno bevendo il sangue dei bambini.

Scusi? Perchè lo fanno? Per sembrare più giovani?

– Mi sono informato. Ci sono questi culti, giusto, e c’è qualcosa nel sangue chiamato adrenocromo che viene espulso dal corpo grazie all’effetto della paura e ne sono drogati.

Pierce spiega anche che ci sono tunnel segreti che conducono al seminterrato della casa.

Una volta, ha trovato un vicino depravato di adrenocromo nel suo seminterrato che succhiava il sangue da suo figlio.

Considerando il fatto che la casa rappresenta una società controllata dall’élite, il fatto che ci siano tunnel nel seminterrato è altamente simbolico. Rappresenta la rete segreta di pedofili succhiasangue che operano proprio nel “seminterrato” della società.

Mentre Dean sta scoprendo queste verità inquietanti, sta anche perdendo la testa. Soprattutto perché non può provare nulla di tutto ciò in modo definitivo e le autorità si rifiutano di indagare su queste affermazioni. In altre parole, si sta trasformando in uno stereotipo di “teorico della cospirazione”.

DISTRUTTO

Dean, il capofamiglia un tempo orgoglioso e di successo, ora è un uomo distrutto.

Preoccupato per la sessualizzazione di sua figlia, dei suoi vicini che sono satanisti strafatti di adrenocromo e del Watcher che lo minaccia, Dean vuole sapere la verità. Tuttavia, questa ossessione gli sta costando. Non riesce a concentrarsi sul lavoro, non riesce a fare felice sua moglie e sta diventando molto irritabile.

Dean passa molto tempo a fissare una stereotipata bacheca “complottista”, completa di fili rossi.

Nel frattempo, la sua famiglia si sta rivoltando contro di lui.

Per vendicarsi di suo padre, Ellie fa un TikTok accusando suo padre di essere un razzista.

Naturalmente, tutti vedono il video e la reputazione di Dean viene distrutta.

Nel frattempo, Nora è incoraggiata a divorziare e a vendere la casa.

Insomma, la famiglia Brannock (che vive in una casa che rappresenta la società dell’élite) è sul punto di implodere. Considerando il fatto che l’élite è in una guerra a tutto campo contro la famiglia tradizionale, questo ha senso.

Alla fine, i Brannock vendono la casa e tornano a New York City. Mentre la famiglia è rimasta unita, i suoi problemi non sono stati risolti. Dean rimane ossessionato dal Watcher e non è in grado di voltare pagina senza risolvere il caso. Sa che c’è una verità più profonda, ma non può provarla, un fatto che lo fa impazzire.

Nonostante non siano più in quella casa maledetta, sono stati “infettati” dalla sua energia malvagia.

Nora ora è… una Watcher.

Su scala più ampia, una volta che le masse entrano in contatto con la società dell’élite, ne vengono contagiate. Anche dopo aver realizzato che è altamente tossico, non possono fare a meno di rimanere affascinati e interrogarsi sulle forze oscure dietro a tutto questo.

CONCLUDENDO
Mentre The Watcher sembra essere una serie su una casa infestata, i temi aggiunti alla storia le conferiscono un’altra dimensione. In The Watcher, la casa rappresenta una società controllata da un’élite occulta malata. Per rappresentare questo fatto, un culto satanico che brama “sangue giovane” ha accesso alla casa usando dei tunnel.

I Brannock che si trasferiscono in quella casa rappresentano la famiglia americana che tenta di prosperare nella società dell’élite. Tuttavia, ci sono molte insidie. La famiglia ora è finanziariamente vulnerabile, è costantemente monitorata attraverso le telecamere, la figlia viene sessualizzata e la moglie pensa di poter fare di meglio. Inoltre, si rendono conto che i “membri rispettati della comunità” sono in realtà satanisti che cercano sangue di bambini.

In breve, The Watcher è l’élite occulta che ti prende in giro. Attraverso il simbolismo, ti stanno raccontando come avvelenano la società e distruggono le famiglie. Ti dicono che potresti aver ragione a farlo notare, ma verrai comunque chiamato pazzo.

E, mentre guardi questa serie Netflix sulle persone ossessionate dall’élite, ti rendi conto che stanno trasformando tutti in … Watchers.

Fonte

leadthewatcher

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravviere con una donazione

5,00 €

Un rituale a Baal? Il simbolismo occulto nella cerimonia di apertura dei Giochi del Commonwealth del 2022

La cerimonia di apertura dei Giochi del Commonwealth del 2022 conteneva alcune scene bizzarre, nelle quali erano coinvolte persone che veneravano un toro gigante. Hanno veramente celebrato Baal? Ecco uno sguardo a questo evento simbolico.

Una delle cose che questo sito ha dimostrato nel corso degli anni è che l’élite occulta ama le cerimonie di apertura. In effetti, questi affari prolissi e altamente simbolici sono diventati niente di meno che mega-rituali che celebrano i piani subdoli e le convinzioni oscure dell’élite.

I piani sono “subdoli” perché vanno sfacciatamente contro il benessere delle masse. Ruotano attorno all’uso della paura, del controllo e della propaganda implacabile per costringere le persone ad accettare una cultura globale che apre la strada a un governo globale.

Le credenze sono “oscure” perché coinvolgono le pratiche più malvagie e depravate conosciute dall’uomo. Riguardano rituali oscuri, sacrifici di sangue e, cosa più disgustosa, strappare l’innocenza ai bambini. In breve, sono tutti incentrati sul satanismo, nel vero senso della parola.

Abbastanza sorprendentemente, tutta questa follia è incorporata in cerimonie che sono osservate da milioni di persone. E la maggior parte degli spettatori non se ne rende nemmeno conto.

Nel 2012 ho pubblicato un articolo sulle cerimonie di apertura e chiusura delle Olimpiadi di Londra che conteneva una quantità sbalorditiva di simbolismo. E le cose sono diventate molto oscure.

La cerimonia di apertura comprendeva un gigantesco Lord Voldemort che incombeva su centinaia di bambini sdraiati nei letti d’ospedale.

La cerimonia di chiusura è stata un sfacciato rituale elitario occulto che includeva persone che giacevano davanti a una piramide degli Illuminati. L’intera faccenda era strapiena di simbolismo.

Nel 2016, la cerimonia di apertura della Galleria del San Gottardo in Svizzera (il tunnel più grande del mondo) è stata un’altra vicenda sbalorditiva, inutilmente oscura e ritualistica

L’intera cerimonia ruotava attorno a un uomo capra che era elogiato e venerato da persone sporche e confuse che rappresentano le masse.

Quasi esattamente 10 anni dopo le Olimpiadi di Londra del 2012, la cerimonia di apertura dei Giochi del Commonwealth si è svolta a Birmingham, in Inghilterra. E, ancora una volta, si è trattato di un affare altamente ritualistico contaminato dalle ossessioni dell’élite occulta. Ecco cosa è successo.

UNCOMMON WHEALTH (RICCHEZZA NON COMUNE)

La cerimonia di apertura dei giochi del Commonwealth è iniziata piuttosto… normalmente. Alcune auto d’epoca di proprietà dei residenti locali sono state portate nello stadio per formare la bandiera dell’Union Jack, un tributo al ruolo di Birmingham nella storia dell’auto. Questa parte dello spettacolo è culminata con il principe Carlo che ha guidato la sua Aston Martin nello stadio.

Automobili, reali e storia locale: il tipo di cose che ci si aspetta da una cerimonia di apertura.

Poi, le cose si sono fatte oscure.

I festeggiamenti si sono fermati bruscamente quando la luce ha illuminati i ballerini mentre facevano il gesto delle corna: stavano annunciando l’arrivo della bestia cornuta.

E’ arrivata poco dopo.

Un enorme toro fumante con gli occhi rossi viene portato nello stadio da donne che tirano delle catene.

Cosa rappresenta? Ecco una spiegazione da Birmingham 2022:

Di fronte a questa spiegazione, vengono subito in mente alcune domande. Primo: cosa hanno a che fare le condizioni di lavoro delle persone nel 19° secolo con un evento sportivo?

La seconda domanda sarebbe: cosa rappresenta il toro? La rivoluzione industriale? L’oppressione degli uomini (anche se le loro condizioni di lavoro non erano migliori)? Non è del tutto chiaro.

Tuttavia, mentre si osserva l’intera cerimonia, diventa chiaro che questa scena rappresenta molto più di uno sciopero dei lavoratori.

Quando le donne lasciano cadere le catene, il toro si arrabbia e tutti cercano di scappare perchè sono in preda alla paura

Quindi, una donna con in mano un frammento di luce (simbolo ricorrente durante la cerimonia) “addomestica” il toro.

Poi, per alcuni imbarazzanti minuti, le persone si radunano attorno al toro letteralmente per adorarlo. Non ci sono altre parole per descrivere cosa sta succedendo.

La donna che è riuscita a placare il toro ora lo sta “cavalcando” mentre tiene un frammento di luce sopra la sua testa. Le persone intorno al toro fanno lo stesso.

Questo è il momento appropriato per notare che Lucifero significa “portatore di luce”. E queste persone stanno letteralmente “portando luce” per onorare il toro. Questo è tutto puro simbolismo luciferino.

Poi si prostrano davanti al toro.

Questo è altamente simbolico e prova che il toro rappresenta più di uno sciopero dei lavoratori (o altro). La definizione di “prostrarsi” è:

disteso con la faccia a terra in adorazione o sottomissione.

Ecco un’altra immagine di persone che si prostrano davanti ad un toro. Il suo nome: Baal.

A Baal viene offerto in sacrificio un bambino mentre le persone si prostrano.

La gente teme, riverisce e porta sacrifici a questo toro da migliaia di anni. Succede ancora oggi.

BAAL

Un’incisione d’epoca di Baal.

Diverse antiche civiltà del Medio Oriente adoravano una divinità chiamata Baal (che significa “maestro” o “signore”). Spesso rappresentato come un toro, si diceva che Baal fosse il figlio del dio principale El.

Il culto di Baal era radicato nella sensualità e prevedeva la prostituzione rituale nei templi. A volte, placare Baal richiedeva il sacrificio umano, di solito il primogenito di colui che compiva il sacrificio. I sacerdoti di Baal si appellavano al loro dio in riti di selvaggio abbandono che includevano grida forti ed estatiche e lesioni autoinflitte.
– Julian Kennedy, il culto di Baal

Quando le religioni monoteiste si diffusero nel Mediterraneo, Baal divenne nientemeno che il volto del male. Ad esempio, Numeri 25:1-3 nell’Antico Testamento afferma:

Mentre Israele si trovava a Shittim, gli uomini iniziarono a indulgere all’immoralità sessuale con le donne moabite, che le invitavano ai sacrifici ai loro dèi. Il popolo mangiò e si prostrò davanti a questi dèi. Così Israele si unì all’adorazione del Baal di Peor. E l’ira del Signore ardeva contro di loro.

Nel Nuovo Testamento, Gesù chiama Satana Belzebù (Ba’al Zebub), associando per sempre Baal a Satana e al “principe dei demoni”.

La storia del culto di Baal è lunga, complessa e correlata ad altre figure come Moloch. Detto questo, una cosa su Baal è chiara: è identificato come un nemico di Dio nei libri sacri dell’ebraismo, del cristianesimo e dell’Islam.

Ed è proprio per questo motivo che l’élite occulta ancora oggi venera Baal. Rappresenta gli antichi dei del passato che si placavano con i sacrifici di bambini e la prostituzione sacra. Cose che l’élite pratica ancora oggi.

CONCLUDENDO

La cerimonia di apertura dei Giochi del Commonwealth è stata stroncata da alcuni critici per essere stata troppo “woke”. Hanno affermato che la presenza di una bandiera LGBT era completamente fuori luogo in un evento sportivo mentre l’ossessiva promozione del multiculturalismo della cerimonia puzzava di propaganda globalista.

In effetti, la cerimonia di apertura ha fortemente promosso il dogma globalista che ruota attorno alla negazione della cultura e della storia locali per promuovere una cultura globale omogenea.

Ma c’è una dimensione spirituale più profonda in questi obiettivi politici. Una convinzione fondamentale dell’élite occulta riguarda il fatto che vogliono diventare dei. È l’obiettivo finale di tutte le società segrete occulte. Pertanto, la figura di Baal in questa cerimonia rappresenta anche l’élite stessa che (nella sua mente) è ascesa al grado di divinità.

Le donne hanno trascinato il toro nello stadio usando le catene allo stesso modo in cui le persone hanno trasportato l’élite attraverso la sottomissione e la schiavitù. Il toro ha cominciato a correre per lo stadio provocando paura e panico allo stesso modo in cui l’élite provoca deliberatamente caos e confusione per portare avanti i suoi piani. Le persone si prostravano davanti al toro nello stesso modo in cui le masse si sottomettono all’élite per paura di esserne calpestate.

E ora questo toro, rappresentante di Baal e dell’élite che si identifica con lui, è in mostra permanentemente a Birmingham.

E’ così che i simboli governano il mondo

Fonte

leadcommon

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Grimes e Bella Poarch sono le protagoniste di “Dolls” – Un video contenente messaggi insidiosi rivolti ai bambini

Per il suo video “Dolls”, la star di Tik Tok Bella Poarch ha invitato un gruppo di celebrità che sono apprezzate da bambini e adolescenti per apparire come ospiti. L’obiettivo: attirare i giovani a guardare un video che promuove due dei programmi preferiti dell’élite: MKULTRA e transumanesimo.

Quando si pensa alla grandezza nel mondo della musica, si pensa inevitabilmente a Grimes e Bella Poarch. Sono sicuramente lassù con i grandi. A DJ Khaled piace urlare “WE ARE THE BEST MUSIC” nelle sue canzoni, ma si sbaglia. LORO sono le migliori. Ogni canzone che hanno realizzato non è altro che un capolavoro senza tempo che sarà apprezzato per le generazioni a venire.

Va bene, ho raggiunto la mia quota di sarcasmo settimanale. La verità? Sono entrambe schiave del settore. E tutto in loro punta direttamente in quella direzione.

Bella Poarch è una grande star tra bambini e adolescenti. Il suo status di celebrità è dovuto a Tik Tok, l’app di social media cinese che sta influenzando profondamente il comportamento di un’intera generazione di ragazzi mentre raccoglie una quantità impressionante di dati su di loro. Apparentemente, l’algoritmo di Tik Tok ama davvero Bella Poarch poiché è una delle personalità più seguite del pianeta.

Anche Grimes è una importante celebrità, soprattutto perché ha avuto un figlio con il miliardario Elon Musk. Da allora, ha sfruttato la sua posizione privilegiata all’interno dell’élite mondiale per radicarsi nei mass media e nei social media.

Sebbene Grimes e Bella Poarch siano diventate star attraverso percorsi diversi, il risultato finale è lo stesso: si sono trasformate in schiave del settore che vengono usate per promuovere l’agenda malata dell’élite.

Negli anni passati, sia Grimes che Bella Poarch sono state raffigurate come androidi circondati da tutti i tipi di simboli relativi alla programmazione Monarch. Inoltre, il segno dell’occhio è solo il loro modo per dirti “Sono di proprietà dell’élite”.

Cosa succede quando metti insieme queste due autoproclamate robot in un video? Un festival MKULTRA/transumanista che si chiama appropriatamente Dolls.

La copertina del singolo ritrae un’androide Bella Poarch la cui testa è stata mozzata… e forse trattenuta dall’alto per i capelli. Inoltre, l’onnipresente occhio che tutto vede.

I robot sono programmati per svolgere compiti specifici. E questo è ciò che fanno questi due robot. La loro missione: esporre i giovani all’agenda sconvolgente dell’élite.

Per contestualizzare le cose, Dolls continua da dove si era interrotto il video di Bella Poarch Build a Btch (leggi il mio articolo a riguardo qui). Sì, il suo primo video era letteralmente intitolato Build a Btch e mostrava Bella che veniva assemblata in una specie di fabbrica di bambole del sesso. Poi le bambole sono andate in tilt e hanno fatto il macello. È stata una esperienza terribile. Naturalmente, l’intera cosa era disseminata di un intenso simbolismo MK. L’intero concetto di Bella costruita in una fabbrica è un riferimento diretto al controllo mentale Monarch in cui gli schiavi sono programmati per diventare schiavi sessuali (programmazione Beta) o assassini (programmazione Delta). Vediamo esempi di entrambi nel video.

Detto questo, il video è stato un enorme successo tra i giovani poiché attualmente ha oltre 400 milioni di visualizzazioni su YouTube. Dolls è il sequel e tutto è stato fatto per attirare gli sguardi dei giovani alla sua agenda. Ecco uno sguardo al video.

DOLLS
Dolls inizia con Bella che tiene in braccio la sua amica morente e urla.

Bella è osservata e controllata in diversi schermi

È monitorata da una figura oscura che indossa una veste rituale. Rappresenta l’élite occulta.

Quindi, la figura incappucciata preme un pulsante e vediamo la schermata del titolo.

La parola Dolls viene tagliata a pezzi. Considerando il fatto che il taglio avviene proprio quando la figura incappucciata (aka il gestore MK) preme un pulsante, l’immagine può rappresentare la frattura della personalità di uno schiavo MK. Rappresenta anche Bella che viene letteralmente fatta a pezzi.

L’esplosione scatenata dal conduttore le ha fatto perdere un braccio.

Poi, senza una ragione specifica, una cosa inquietante, simile a un coniglio, si precipita a Bella.

Nella programmazione MK, il simbolo del coniglio è importantissimo. Come il bianconiglio che conduce Alice attraverso lo specchio nel Paese delle Meraviglie, il gestore MK porta lo schiavo MK alla dissociazione. In altre parole, questo coniglio è lì perché questo video parla di controllo mentale.

Quindi Bella riesce a sbarazzarsi di quella cosa e inizia a liberare le sue amiche bambole (schiave MK).

E’ in questo modo che l’elite percepisce le celebrità utilizzate per spingere l’agenda

Quindi, i robot camminano goffamente per la città in cerca di vendetta. Inoltre, sono vestite come puttane.

La bionda con le calze è Chloe Cherry. È un’attrice pornografica che è apparsa in oltre 200 film. Più di recente, ha recitato in Euphoria, un film drammatico per adolescenti che espone insidiosamente i suoi giovani spettatori a sessualità hardcore tra minori. Ora, Chloe Cherry appare in un video rivolto alla generazione di Tik Tok.

Detto questo, a Poarch manca ancora un braccio.

Fortunatamente, vede un braccio bionico in vendita. Che coincidenza!

Quindi Bella si inserisce il braccio e diventa super potente. Prende a pugni cose e spara scosse elettriche. È così che l’élite vende il transumanesimo (una delle sue agende più importanti) ai giovani. Rendendolo cool. Il transumanesimo è una filosofia che promuove la fusione degli esseri umani con i robot e negli ultimi anni ha preso piede. In tutti i mass media, dai film di successo ai video musicali, l’aggiunta di parti robotiche al corpo umano è descritta come un aggiornamento infinitamente interessante che garantisce superpoteri.

Uno dei tanti articoli di cronaca che promuovono il transumanesimo. Questo è da The Guardian, un canale di propaganda dell’élite globale.

Dotata del suo braccio transumanista, Bella guida il suo esercito di robot al quartier generale della compagnia che li ha realizzati.

Lì incontrano uomini vestiti di bianco. Sono molto ostili.

Quindi, da una parte, abbiamo le ragazze. Dall’altro, abbiamo gli uomini. Uomini bianchi malvagi, generici, senza volto. Sono il nemico. Attraverso questa scena si comunica ai bambini un’altra importante agenda: la divisione e l’odio tra uomini e donne. Nel corso degli anni, ho analizzato innumerevoli video musicali che ritraggono la tortura e l’omicidio di uomini come una cosa buona e emancipatoria. Questo perché la mascolinità non è un tratto desiderato nel Nuovo Ordine Mondiale dell’élite.

Nel frattempo, la figura incappucciata osserva il caos svolgersi sotto.

La figura incappucciata (che rappresenta l’élite) guarda dall’alto in basso il suo impero. Lui possiede tutto. È anche il gestore MK di Bella Poarch. In altre parole, ti stanno dicendo esattamente chi sono.

In basso a destra, possiamo vedere un cartellone pubblicitario che promuove un parco divertimenti intitolato “No Man’s Land”. È un piccolo dettaglio ma rappresenta l’ideologia radicale che governa il settore. Odia gli uomini, odia la mascolinità e vuole sopprimerla. E chi c’è dietro tutto questo? Un uomo che fa parte dell’élite. Perché lui lo sa. Se gli uomini decidessero di unirsi e prenderlo a calci in culo, sarebbe finito. È così che i governanti sono stati abbattuti nel corso della storia.

COMUNQUE.

Bella usa il suo braccio bionico per irrompere nell’ufficio del tizio incappucciato. I manichini sono il simbolo preferito dell’élite per rappresentare gli schiavi MK. Bella è fondamentalmente una di loro.

Tuttavia, proprio mentre Bella stava per combattere contro l’uomo incappucciato, preme un pulsante.

Poi Grimes esce da una scatola e ferma Bella.

Grimes è fondamentalmente una schiava MK programmata per proteggere il suo gestore. E lo fa combattendo con Bella per un po’. Tuttavia, durante il combattimento, i robot finiscono nella stanza di monitoraggio segreta.

Quando Grimes vede cosa sta succedendo fuori (le donne vengono ferite dagli uomini), smette di combattere Bella.

I due schiavi stanno lì mentre Bella sembra dire: “Guarda cosa sta succedendo. Non dovremmo combatterci l’un l’altro, dovremmo unirci contro il patriarcato e combattere gli uomini. Inoltre, dai un’occhiata al mio sedere”.

Il video termina elencando le “celebrità” che sono apparse nel video. Non ho riconosciuto nessuna di loro, ma ho scoperto che sono YouTuber, streamer, influencer, pornostar e altre persone senza alcun talento distinguibile. Ricordi quando le persone nei video musicali avevano qualcosa a che fare con la musica? Non è più importante. Si tratta di raggiungere il cervello dei bambini con ogni mezzo necessario.

CONCLUDENDO
Non molto tempo fa, i genitori si lamentavano del fatto che i giovani musicisti fossero troppo ribelli. Al giorno d’oggi, stiamo vedendo l’esatto opposto. Le pop star sono costantemente raffigurate come robot letterali senza menti proprie e senza libero arbitrio. Sono completamente controllate da individui potenti e sono completamente impotenti contro di loro. Consideriamo ora il fatto che i giovani vivono i loro anni formativi guardando a questi “artisti”. Che tipo di generazione viene plasmata da questa cultura contraria alla libertà e all’indipendenza?

Alcuni potrebbero dire che Bella sta effettivamente combattendo contro il sistema nel video. Non lo sta facendo davvero. Mentre “combatte contro l’élite”, in realtà promuove i suoi programmi come il transumanesimo, il controllo mentale e la guerra tra i sessi. Era programmata per farlo. E ora è abituata a programmare i nostri figli.

Fonte

leadbelladoll

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

5,00 €

Una nuova ricerca mostra che “il sangue e il trapianto di organi giovani” potrebbe aiutare a raggiungere l'”immortalità”

Non è più solo un “tema caro ai romanzi horror”.

Una nuova ricerca scientifica della Stanford University rivela che “il sangue e il trapianto di organi giovani potrebbe aiutare nel raggiungere l’immortalità” non si tratta più solo di un “tema caro ai romanzi dell’orrore”, ma una cosa verosimilmente fattibile.

Sì davvero.

Secondo un articolo del quotidiano Telegraph, una ricerca di Stanford mostra che “l’infusione di liquido cerebrospinale di topi giovani in topi vecchi migliora la funzione cerebrale”, aprendo la porta ad applicazioni simili per gli esseri umani.

Il team di Stanford ha infuso fluido da topi di 10 settimane nel cervello di topi di 18 mesi per sette giorni e ha scoperto che i topi più anziani erano più bravi a ricordare di associare una piccola scossa elettrica a un rumore e a una luce lampeggiante.

Un esame più attento ha mostrato che il fluido aveva “risvegliato” processi che rigenerano i neuroni e la mielina, il materiale grasso che protegge le cellule nervose all’interno dell’ippocampo, il centro della memoria del cervello.

Lo studio mostra che lo stesso processo potrebbe essere applicato alla ricerca anti-invecchiamento e che “gli esperimenti stanno persino dimostrando che il sangue giovane stesso può invertire il processo di invecchiamento, forse anche curare il morbo di Alzheimer”.

Elitaristi e transumanisti sono da tempo interessati a raccogliere materiale dai giovani nel tentativo di perseguire l’estensione della vita.

L’ex dittatore nordcoreano Kim Jong-il si faceva regolarmente iniettare sangue prelevato da giovani vergini sane nella convinzione che lo avrebbe aiutato a vivere più a lungo.

L’articolo del Telegraph osserva che “Il sangue e il trapianto di organi giovani nella speranza di raggiungere l’immortalità è stata a lungo un tema familiare nei romanzi dell’orrore e nelle teorie del complotto”.

A quanto pare, non ancora per molto.

“Potrebbero passare solo pochi anni prima che questi tipi di operazione passino finalmente dalle pagine dei romanzi horror gotici alla medicina”, scrive Sarah Knapton.

Fonte

170522ageing1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Il matrimonio dell’ereditiera miliardaria Ivy Getty è stato uno spettacolo di potere e simbolismo elitario

Il matrimonio di Ivy Getty, ereditiera della ricca e potente famiglia Getty, è stata una stravaganza di tre giorni piena di persone potenti e immagini ancora più potenti. Ecco uno sguardo a questo affare altamente simbolico.

Ivy Getty è la pronipote del magnate e industriale J. Paul Getty, il fondatore di Getty Oil. Dire che quest’uomo era ricco è un eufemismo grossolano. Nel 1957, la rivista Fortune lo nominò il più ricco americano vivente e, nel 1966, il Guinness dei primati lo nominò il cittadino privato più ricco del mondo. L’immensa ricchezza di Getty ha trasformato la sua famiglia in una dinastia americana che, dopo diverse generazioni, vale ancora miliardi di dollari.

Ivy Getty è un’erede di questa fortuna e il suo matrimonio con il fotografo Tobias Engel, ha mostrato tutta la portata della ricchezza, dell’influenza politica e della portata globale della sua famiglia. C’erano molte persone ricche e potenti presenti. Abbastanza prevedibilmente c’era un sacco di simbolismo relativo all’élite occulta e, in modo abbastanza bizzarro, c’era una chiara focalizzazione sul controllo mentale Monarch.

Prima di entrare nella stravaganza del matrimonio di Ivy Getty, ecco uno sguardo al passato della sua famiglia.

LA MALEDIZIONE DELLA FAMIGLIA GETTY

J. Paul Getty all’interno della sua dimora Sutton Place.

Non diversamente dai Kennedy, da decenni circolano voci secondo cui la famiglia Getty è maledetta. In effetti, si potrebbe scrivere un intero libro sulle storie bizzarre e sulle morti misteriose che circondano la dinastia Getty.
Sebbene la vita delle giovani generazioni sembri glam e cool sui social media, gli addetti ai lavori affermano che devono affrontare una battaglia in salita quando si tratta del passato oscuro della famiglia Getty.

J. Paul Getty una volta era la persona più ricca della terra. Nato nel 1892, morì nel 1976, lasciando una famiglia disfunzionale afflitta da overdose di droga, rapimenti, affari illeciti e scandali. Secondo molti resoconti era un uomo freddo e avaro che è stato sposato e ha divorziato cinque volte e ha avuto cinque figli da quattro mogli diverse. Il suo figlio più giovane, Timothy, è morto di tumore al cervello a 12 anni, ma J. Paul non si è preso la briga di partecipare al funerale. Il figlio maggiore, George, si è pugnalato a morte con un forcone per il barbecue mentre era sotto l’effetto di droghe e alcol. Un altro figlio, John Paul Getty Jr. (nato Eugene), divenne un eroinomane la cui seconda moglie, Talitha, morì di overdose a Roma.

Nel 1973, il figlio di John Paul Jr., il sedicenne John Paul III, fu rapito da mafiosi italiani che gli tagliarono una parte dell’orecchio e lo spedirono a suo nonno in cerca di un riscatto di $ 2,2 milioni – che J. Paul inizialmente rifiutò.

Sebbene alla fine sia stato liberato, John Paul Getty III non ha mai superato il trauma ed è diventato un tossicodipendente. Nel 1981, ha subito un ictus causato da alcol e droghe ed è rimasto cieco, incapace di parlare e confinato su una sedia a rotelle fino alla sua morte nel 2011 all’età di 54 anni.
– Page Six, Will Getty family curse claim the next generation after the latest death?

Ma perché questa famiglia è così maledetta? Un amico di famiglia ha fornito questa sinistra spiegazione:

“Stiamo parlando di soldi alla vecchia maniera, quindi hai demoni e fantasmi tramandati di generazione in generazione”.
– Ibidem.

Più di recente, il padre di Ivy Getty, John Gilbert Getty, non è sfuggito a quella maledizione poiché è morto improvvisamente all’età di 52 anni nel 2020. Non diversamente da altri tristi eventi relativi ai Getty, le circostanze che circondano la sua morte erano in qualche modo misteriose.

John Gilbert Getty con sua figlia Ivy.

Quando John Gilbert Getty è stato trovato “in stato di incoscienza” in una suite da $ 1.200 il 20 novembre presso il lussuoso Hotel Emma, ​​un elegante birrificio ristrutturato nel centro di San Antonio, un investigatore veterano – ha detto questo sulla sua morte:

“È così che fanno”, ha detto al Post l’investigatore di Los Angeles John Nazarian, che ha lavorato per anni per l’ereditiera miliardaria Doris Duke. “Entrano lì, puliscono tutto e si assicurano che nessuno parli”.

Né il personale dell’hotel né la polizia di San Antonio hanno voluto commentare su The Post.
– Ibidem.

Ma questi tragici eventi non hanno diminuito la ricchezza e il potere della famiglia. E il matrimonio di Ivy Getty è stata la prova che una nuova generazione di socialite elitarie sta lentamente ma inesorabilmente sostituendo i loro genitori.

NUOVA GENERAZIONE ELITARIA
Ivy Getty si è sposata con Tobias Engel, figlio dell’attrice inglese Cheryl Prime (Coronation Street, Stolen). Nell’articolo di Vogue che ha coperto l’intero evento, Ivy ha spiegato come la coppia si è fidanzata:

“Dopo aver partecipato al Ballo dell’Unicef, siamo stati a Capri per tre giorni”, racconta Getty. “Normalmente, scelgo io dove andare a mangiare fuori, ma questa volta Toby ha insistito perché scegliesse lui. Per me andava bene, ma quando sono arrivata al ristorante, ho pensato tra me e me “Oh, l’ha davvero pianificato in anticipo”.

La curiosità su questa citazione è il fatto che hanno partecipato al Ballo dell’Unicef. Nel 2018, ho pubblicato un articolo intitolato Il bizzarro ballo in maschera UNICEF 2018 che spiegava come questo evento fosse pieno di immagini sataniche… giustapposte a immagini di bambini affamati. L’articolo presentava le immagini del cugino di Ivy Getty, August Getty.

August Getty indossa una maschera con le corna da diavolo al Ballo dell’UNICEF 2018. È uno stilista che ha vestito celebrità come Kim Kardashian, Paris Hilton, Miley Cyrus, Katy Perry, Bebe Rexha e Rachel McAdams.

I balli dell’UNICEF sono un luogo di ritrovo di “eredi” e “socialite`”, dove si incontra e si saluta una nuova generazione dell’élite occulta. Per molti versi, il matrimonio di Ivy Getty aveva uno scopo simile in quanto la vecchia generazione ha tramandato la proverbiale torcia. E, forse, la maledizione.

MATRIMONIO SIMBOLICO
Il matrimonio è stato opulento, e` durato più di tre giorni e ha incluso più feste a tema. Meticolosamente trattato dalla rivista Vogue, l’evento è stato anche ricco di simbolismi, a cominciare dall’invito stesso.

L’invito includeva il dipinto di Gustave Moreau “La morte di Saffo” che raffigura la poetessa greca Saffo che muore dopo essersi gettata da una scogliera. È una strana scelta per un matrimonio.

Al di là di questa bizzarra rappresentazione del suicidio, l’intero matrimonio è stato condito con il simbolismo relativo alla programmazione Monarch. Mentre ogni singolo simbolo potrebbe essere ignorato come una coincidenza, la combinazione di tutti questi elementi punta fortemente a un tema deliberato.

Alla cena di prova, Ivy indossava un abito a farfalla monarch.

Ad un’altra festa, le ragazze indossavano un pigiama a tema Alice nel Paese delle Meraviglie

Come spiegato in innumerevoli articoli precedenti, Alice nel Paese delle Meraviglie è uno dei principali script di programmazione utilizzati nell’MKULTRA in cui allo schiavo viene detto di “seguire il coniglio bianco” attraverso lo specchio – codice per la dissociazione.

L’abito da sposa di Getty era fatto di schegge di specchio.

Nel contesto di questo matrimonio, questo vestito realizzato con pezzi di specchi rotti è altamente simbolico. In effetti, una volta che agli schiavi MK viene detto di passare “attraverso lo specchio” verso la dissociazione, la rottura dello specchio rappresenta la frammentazione della personalita` principale.

Queste giovani damigelle avevano ali di farfalla.

Ivy è stata accompagnata all’altare da suo nonno Gordon Getty.

Quando suo padre morì nel 1976, Gordon Getty assunse il controllo del fondo di famiglia da 2 miliardi di dollari. Nel 1983, la rivista Forbes lo ha classificato come la persona più ricca d’America con un patrimonio netto di poco più di 2 miliardi di dollari. Al giorno d’oggi, Gordon Getty è un appuntamento fisso della alta borghesia di San Francisco e ha contribuito a finanziare l’ascesa politica del governatore Gavin Newsom, del vicepresidente Kamala Harris e del presidente della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti Nancy Pelosi.

Indovina chi stava officiando il matrimonio?

Nancy Pelosi tra la sposa e lo sposo.

L’immagine sopra è simbolica per diversi motivi. Innanzitutto, il matrimonio si svolge nella rotonda del municipio di San Francisco, un luogo di potere. Come molti altri edifici governativi costruiti nel secolo scorso, il municipio di San Francisco è stato costruito secondo i principi massonici.

Immagini massoniche classiche con pilastri gemelli e scale che portano all’illuminazione.

Il potere viene trasmesso anche attraverso la persona che sta officiando il matrimonio. Nancy Pelosi è il presidente della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti ed è seconda nella linea di successione presidenziale dopo il vicepresidente Kamala Harris. Il fatto che fosse lì per officiare il matrimonio è stato un ottimo modo per mostrare l’incredibile ricchezza e influenza della famiglia Getty.

Un altro ospite degno di nota è stato il governatore della California Gavin Newsom. Nei giorni prima del matrimonio, la gente si chiedeva perché Newsom fosse “scomparso”.

Un titolo da SF Gate,

Un titolo di Newsweek.

Un tweet del giornalista politico Doug Sovern che afferma di aver trovato lo “scomparso” Gavin Newsom.

Chiaramente, Newsom doveva essere lì, qualunque cosa succeddesse. E c’erano molti altri ospiti illustri.

OSPITI D’ELITE
Il matrimonio è stato un evento stellato. C’erano numerose celebrità, politici, uomini d’affari, stilisti e membri di famiglie reali. Ecco alcuni esempi.

John Galliano, il direttore creativo di Maison Margiela. In questa immagine, sembra che stia ricreando una classica posa massonica, completa di una mano nascosta e i suoi piedi ad un angolo di 90 gradi, ricreando il quadrato massonico.

Uno screenshot dal Rituale della Massoneria di Duncan raffigurante il segno del Maestro del Secondo Velo.

Sulla destra è Paul Deneve, il vicepresidente di Apple.

Sulla destra c’è l’attrice Anya Taylor-Joy che ha recitato in The Queen’s Gambit. Era la damigella d’onore.

Sulla destra è London Breed, il sindaco di San Francisco.

Da sinistra a destra: Marie-Chantal, la Principessa Ereditaria di Grecia; Bronson Van Wyck che ha pianificato eventi per i presidenti Clinton, Bush e Obama; Vanessa Getty … a cui piace il botox.

Olivia Rodrigo sembra essere invitata a ogni singolo evento d’élite, come il MET Gala del 2021.

Principessa Maria Olimpia di Grecia e Danimarca.

Il principe Costantino Alessio di Grecia e Danimarca; il principe Odysseas-Kimon di Grecia e Danimarca e l’“aristocratico” Rocco Brignone de Brabant.

Ce n’erano molti altri, ma penso che tu abbia capito.

CONCLUDENDO
L’evento tenutosi a San Francisco il 6 novembre non è stato un semplice matrimonio. Era una dimostrazione di potere dell’élite occulta. Alla presenza di ospiti ricchi, potenti e influenti, un’ereditiera miliardaria si è sposata in una cerimonia officiata dal presidente della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti. Attraverso un simbolismo sottile ma imperdibile, l’evento ha anche accennato al mondo sotterraneo oscuro e inquietante dell’élite occulta.

Fonte

leadivygetty

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

L’ultima “soluzione” di Al Gore per i cambiamenti climatici è la sorveglianza di massa

Nel frattempo, una nuova ricerca rileva che le impronte di carbonio dell’1% più ricco, sono sulla buona strada per essere 30 volte più grandi della dimensione limite per evitare che il riscaldamento globale faccia alzare le temperature di 1,5°C

Parlando dal raduno dei proprietari di jet privati ​​e super yacht, altrimenti noto come il vertice COP 26, Al Gore ha propagandato la sua ultima soluzione per ridurre le emissioni di carbonio, la sorveglianza di massa tramite satelliti, sensori e intelligenza artificiale.

Nell’intervista con Andrea Mitchell di MSNBC, Gore ha dichiarato che la tecnologia creata dalla cosiddetta coalizione Climate TRACE monitorerà le emissioni di gas serra ed eliminerà i colpevoli.

“Otteniamo dati in modo coerente da 300 satelliti esistenti, più di 11.000 sensori terrestri, aerei e marittimi, più flussi di dati Internet e utilizzando l’intelligenza artificiale”, ha spiegato Gore, aggiungendo “Tutte queste informazioni sono combinate e ora possiamo determinare con precisione da dove provengono le emissioni di gas serra”.

Gore, che nel 2008 aveva affermato che non sarebbero rimaste calotte polari entro cinque anni, ha continuato: “E l’anno prossimo potremo vedere le emissioni di ogni singola centrale elettrica, raffineria, ogni grande nave, ogni aereo, ogni discarica e avremo le identità delle persone responsabili di ciascuno di questi flussi di emissioni di gas serra”.

E cosa, accadrà a questi criminali climatici, Al?

“Se investitori o governi o attivisti della società civile vogliono ritenerli responsabili, avranno le informazioni su cui basare la loro azione”, ha proclamato Gore.

Guarda:

Ciò che Gore e i suoi 300 satelliti scopriranno è che è l’élite super ricca a essere la maggior inquinatrice del mondo.

Una nuova ricerca dell’Institute for European Environmental Policy (IEEP) e dello Stockholm Environment Institute (SEI) ha scoperto che entro il 2030, le impronte di carbonio dell’1% più ricco dell’umanità sono sulla buona strada per essere 30 volte più grandi della dimensione compatibile con la limitazione del riscaldamento globale a 1,5°C entro la fine del secolo, l’obiettivo climatico più ambizioso dell’accordo di Parigi.

Il rapporto rileva che se le tendenze attuali dovessero continuare, l’1% più ricco rappresenterà il 16% delle emissioni globali di CO2 nel 2030.

Il documento osserva che “Guidano sempre più l’estensione della disuguaglianza globale e probabilmente hanno un impatto maggiore sull’accettabilità politica e sociale degli sforzi nazionali di riduzione delle emissioni”, aggiungendo “È quindi degno di nota che in tutti i principali paesi emettitori, i più ricchi, a livello nazionale sono destinati ad avere impronte di carbonio sostanzialmente al di sopra del livello globale pro capite di 1,5°C”.

“Le emissioni di un singolo volo spaziale miliardario supererebbero le emissioni totali di qualcuno nel miliardo di persone più povere sulla Terra”, ha affermato Nafkote Dabi, responsabile della politica climatica di Oxfam, in un’ulteriore dichiarazione.

Dabi ha aggiunto che “Una piccola élite sembra avere un pass gratuito per inquinare. Le loro emissioni stanno alimentando condizioni meteorologiche estreme in tutto il mondo e mettendo a repentaglio l’obiettivo internazionale di limitare il riscaldamento globale”.

“Le emissioni del 10% più ricco da sole potrebbero spingerci oltre il limite concordato nei prossimi nove anni”, continua Dabi, esortando che “Questo avrebbe risultati catastrofici per alcune delle persone più vulnerabili sulla Terra che stanno già affrontando tempeste mortali, fame e miseria”.

Come abbiamo notato la scorsa settimana, il vertice sul clima della COP ha attirato dignitari d’élite su oltre 400 jet privati, con stime prudenti che suggeriscono che ciò equivarrà a 13.000 tonnellate di anidride carbonica.

Gente come Jeff Bezos, Bill Gates e il principe Carlo, che vivono la loro vita su jet privati, super yacht e voli spaziali, hanno tenuto conferenze al resto del mondo sulle loro impronte di carbonio.

Sono in giro per il pianeta per incontrarsi, rimpinzarsi di carne di cervo di prima qualità e bistecche di manzo, mentre dicono a tutti gli altri di stare zitti, stare a casa e mangiare insetti

Fonte

al-gore-msnbc-man-bear-pig.png-768x432-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Il simbolismo e i messaggi nascosti di “Squid Game”

La serie Netflix “Squid Game” parla di persone povere che prendono parte a giochi orribili mentre l’elite guarda lo spettacolo per puro intrattenimento. Attraverso messaggi e simbolismo, “Squid Game” rivela di cosa si tratta veramente: la malattia incurabile dell’élite.

Se ti piace guardare persone che vengono uccise, ho la serie Netflix per te. Si chiama Squid Game e include anche un gruppo di persone che si gettano da altezze considerevoli per poi schiantarsi. In effetti, assisterai a così tante morti brutali in Squid Game che diventerai desensibilizzato. Anche i personaggi della serie finiscono per avere intense conversazioni sulla loro infanzia mentre altri vengono uccisi a pochi metri da loro. Non gli importa più. E nemmeno a te. Ed è proprio questo il punto.

Nonostante il fatto che Squid Game presenti livelli estremi di sangue e violenza, il marketing che lo circonda sembra insidiosamente concepito per attirare i bambini.

Questa è una delle immagini che si possono incontrare durante la navigazione su Netflix. I bambini potrebbero facilmente scambiare questa cosa per un film per bambini e non c’è nulla che impedisca loro di guardarlo.

Il cattivo principale sembra uscito da un episodio dei Power Rangers. I suoi scagnozzi sembrano i pulsanti di un controller della Playstation.

Insomma, c’è tutto per attirare i bambini nella serie per poi traumatizzarli con scene di rara violenza e giochi mentali psicopatici.

Un parco giochi a tema Squid Game in un centro commerciale in Corea del Sud. Nella serie, il parco giochi è il luogo in cui dozzine di poveri vengono uccisi dai soldati, tutto per l’intrattenimento dell’élite. La cultura pop di oggi è malata.

Al centro di Squid Game ci sono le “leggende” secolari e immortali di persone ricche dell’élite che reclutano contadini per prendere parte a giochi mortali per il loro divertimento. Il racconto del 1924 The Most Dangerous Game parla di un aristocratico russo che cattura le persone, le rilascia nella natura selvaggia e le dà la caccia per sport; Il film del 1994 Surviving the Game parla di un senzatetto a cui viene offerto un “lavoro” solo per finire in un luogo remoto per diventare preda in un gioco di caccia giocato da persone ricche e potenti. Più di recente, la trilogia di Hunger Games è incentrata sui poveri che si uccidono a vicenda sotto gli occhi vigili dell’élite.

Molte leggende sono basate su storie vere. Squid Game ha preso questo concetto secolare, lo ha mischiato con distopia high-tech e un sacco di follia occulta elitaria. Il risultato sembra aver toccato un nervo scoperto perché Squid Game sta per diventare la più grande serie Netflix della storia.

Ma, come la maggior parte delle serie Netflix, i messaggi in Squid Game sono contorti. Riguarda la cultura della morte che ossessiona l’élite e che rende gli spettatori parte di essa.

Ecco uno sguardo ai messaggi e al simbolismo di questa serie.

DUE CERCHI
La serie parla di persone fortemente indebitate che vengono reclutate per giocare a un “gioco” in cui il vincitore ottiene un enorme premio in denaro. I perdenti muoiono. Alla fine apprendiamo che l’intero calvario è stato orchestrato da un gruppo di ricche persone che si divertono a guardare i contadini infelici che vengono umiliati, infantilizzati e costretti a diventare animali immorali per sopravvivere.

Il tema centrale di questa serie è ben riassunto durante i primissimi secondi del primo episodio.

L’introduzione della serie mostra dei bambini che giocano a Squid Game.

Il contorno di questo gioco è anche il logo principale della serie. Il motivo: illustra perfettamente la filosofia di base di Squid Game e, per estensione, dell’élite. Il rettangolo rappresenta le masse. Il cerchio in fondo rappresenta coloro che sono poveri e fortemente indebitati. Il triangolo sopra il rettangolo rappresenta l’élite che governa le masse. Il cerchio superiore rappresenta l’onnipotente élite occulta che controlla il mondo.

In modo abbastanza appropriato, il narratore spiega che i bambini che giocano a Squid Game devono raggiungere il cerchio superiore per vincere. Quando ciò accade, il narratore dice:

“E, in quel momento, mi sono sentito come se possedessi il mondo intero.”

“Possedessi il mondo intero”… come l’élite rappresentata da quel cerchio superiore.

All’inizio della serie, il protagonista principale chiamato (Gi-hun) è chiaramente nella cerchia più bassa della società. Ruba soldi a sua madre e scappa dalle persone losche a cui deve dei soldi.

Poi, Gi-hun ha il suo primo assaggio di malattia d’élite. Mentre aspetta la metropolitana, Gi-hun viene avvicinato da un misterioso venditore che sa tutto di lui. Propone a Gi-hun di fare un gioco in cui può vincere soldi.

Quando il venditore vince, non vuole i soldi di Gi-hun. Vuole schiaffeggiarlo in faccia. L’élite non trae piacere da più soldi, trae piacere da brividi sadici come schiaffeggiare in faccia questo povero ragazzo più e più volte.

Quando Gi-hun vince finalmente un round, non vede l’ora di schiaffeggiare il venditore in faccia. Tuttavia, lo ferma e gli mostra i soldi.

Per un momento, Gi-hun non si è preoccupato dei soldi, si e` fatto influenzare dal sadismo dell’élite. Questa scena prefigura cosa accadrà a Gi-hun alla fine. Dopo questo gioco umiliante, il venditore propone a Gi-hun di partecipare a un altro gioco che promette molti più soldi.

Dopo aver accettato l’offerta, Gi-hun viene prelevato da un’auto e addormentato con il gas. Si sveglia in un incubo distopico.

SQUID GAME = SOCIETA` GOVERNATA DALL’ELITE
I giochi si svolgono in un enorme complesso nascosto su un’isola remota. Per molti versi, questo posto assomiglia a un sito MKULTRA dove si svolgono esperimenti malati. E il sistema distopico che si svolge all’interno di queste mura è un microcosmo per la nostra società moderna.

I giocatori sono ridotti a un numero e sono costantemente monitorati.

Anche i lavoratori che fanno rispettare le regole sono strettamente monitorati.

I giocatori sono spogliati di tutti i beni, della dignità e sono infantilizzati in misura ridicola. Questi giocatori rappresentano il modo in cui l’élite percepisce le masse.

Prima di ogni partita, i giocatori vengono condotti attraverso un labirinto di scale ispirato ai dipinti di M.C Escher. Questo luogo trasmette un senso di confusione e disorientamento che favorisce lo stato infantile dei giocatori.

I giochi si svolgono in parchi colorati che associamo naturalmente al divertimento e all’innocenza dell’infanzia. Tuttavia, ogni “parco giochi” diventa il luogo di brutali omicidi di massa perpetrati da lavoratori senza volto. Odiano l’innocenza dell’infanzia. Vogliono individui tristi e distrutti.

A un certo punto, i giocatori si uniscono e chiedono un voto per porre fine a questa follia.

Una regola consente ai giocatori di votare per fermare il gioco.

I giocatori finiscono per votare per fermare il gioco e tutti tornano a casa. Tuttavia, quasi tutti si rendono conto di avere molti problemi che possono essere risolti solo con i soldi. Abbastanza convenientemente, gli organizzatori del gioco tengono traccia di questi giocatori e li invitano a tornare. Il risultato: la maggior parte torna al gioco di propria spontanea volontà. Questo concetto è importante per l’élite occulta poiché credono che li liberi dalle leggi karmiche.

In breve: il processo democratico era un’illusione. L’élite ha truccato il sistema per ottenere il risultato desiderato.

Quando tornano in gioco, la solidarietà tra i giocatori si dissipa rapidamente. Per vedere i giocatori lottare l’uno contro l’altro, gli organizzatori danno loro di proposito un solo uovo come pasto. Immediatamente, i giocatori iniziano a combattere per le preziose uova. Ciò riflette una tattica classica della classe dirigente: rendendo scarse le risorse, le masse smettono di concentrarsi sulle regole e iniziano a lottare tra loro per gli avanzi.

I giochi successivi sono progettati specificamente per mettere i giocatori l’uno contro l’altro. Ad esempio, il gioco delle biglie richiede ai giocatori di formare squadre di due. Naturalmente, la maggior parte dei giocatori fa squadra con la persona a cui è più vicina. Un tipo sceglie come compagna sua moglie. Apprendono poi che i due giocatori devono giocare uno contro l’altro… e il perdente muore.

Gi-hun inganna questo vecchio confuso (che era suo amico) per vincere la partita. Ha dovuto giocare sporco per sopravvivere. Tornero` a parlare piu’ avanti di questo vecchio.

I giocatori si rendono anche conto che possono uccidersi a vicenda con totale impunità al di fuori dei giochi. Questo porta al caos e agli omicidi quando i giocatori si trovano nell’area principale.

I cadaveri sono posti in scatole nere raccapriccianti con fiocchi sopra. Un sacrificio umano in onore dell’élite.

I corpi vengono inceneriti in impianti di dimensioni industriali. Considerando il fatto che l’élite è ossessionata dallo spopolamento globale, ogni morte è un “dono”.

Nel primo episodio, Gi-hun fa a sua figlia un regalo che assomiglia alle bare raccapriccianti. Uno dei tanti casi di foreshadowing della serie.

Quando apre la scatola, ci rendiamo conto che il regalo è un accendino a forma di pistola.

Questa scena prefigura le numerose morti per arma da fuoco che stanno per accadere. Inoltre, la pistola è un accendino che può riferirsi ai corpi inceneriti. Il fatto che Gi-hun dia questo dono a sua figlia è in linea con l’agenda generale di esporre i giovani alla malattia dell’élite.

LA MALATTIA DELL’ELITE
Per gli ultimi tre giochi, gli organizzatori invitano come spettatori dei VIP, persone ultra ricche e d’élite che sono venute a guardare le sfide in diretta. Attraverso il simbolismo, la serie indica chi sono esattamente queste persone.

I VIP vanno in giro con maschere di animali sui loro volti – una pratica in cui l’élite occulta si è impegnata per secoli.

A sinistra: uno dei VIP. A destra: Helene de Rothschild a un ballo d’élite occulto del 1972.

Questa immagine dal sito web della Chiesa di Satana mostra un gruppo di persone che indossano maschere di animali che simboleggiano l’abbraccio del lato animalesco degli umani.

In modo abbastanza appropriato, questi VIP sono ossessionati dai due elementi fondamentali del lato animalesco degli umani: lussuria e sangue.

Il salotto dove i vip si siedono e guardano morire i poveri è pura decadenza. Gli esseri umani sono usati come mobili e decorazioni, un altro modo di rappresentare la disumanizzazione delle masse. Questo VIP è subito attratto dal cameriere che gli porta da bere. Ha bisogno di “possederlo” in questo momento.

Il VIP porta il cameriere nella “sala VIP” per essere soddisfatto. Quella stanza è ricoperta di opere d’arte che riflettono lo stato avanzato di perversione del VIP.

Dopo cinque partite, sono rimasti solo tre giocatori. Sono “l’elite” dei giorcatori. Di conseguenza, vengono dati loro abiti costosi e vengono fatti partecipare ad una festa. Niente più uova sode per questi tre. L’ambientazione di questa festa non potrebbe essere più simbolica.

Per la festa, i tavoli sono disposti a forma di triangolo con lampade al centro. Quel triangolo è posto sopra a un pavimento a scacchiera. Inoltre, ci sono due “pilastri” di luce su ciascun lato.

Tutto questo è palese simbolismo massonico.

Simboli massonici classici: il triangolo con l’occhio che tutto vede, il pavimento a scacchiera e i due pilastri.

Questa scena trasmette la natura occulta e rituale di questo gioco. Nella Massoneria, il pavimento della scacchiera è la superficie trasformativa dove si svolgono i rituali.

Il rituale più potente di tutti: il sacrificio di sangue. Ed è esattamente ciò che i VIP vogliono che accada.

Alla fine della festa, i camerieri tolgono tutto… tranne i coltelli da bistecca.

I tre giocatori rimasti giacciono sui loro letti attorno al pavimento rituale mentre tengono in mano i loro coltelli. Inoltre, nota che le pareti sono “decorate” con immagini che rappresentano gli orribili giochi che i giocatori devono affrontare. È un po’ come Netflix che usa “l’intrattenimento” per ricordare alle masse come sono controllate dall’élite.

Come previsto, un giocatore taglia la gola a un altro giocatore che muore. Il sacrificio di sangue all’élite è completo.

Apprendiamo che Gi-hun alla fine vince la partita. Pertanto, viene rimandato nel mondo reale con l’equivalente di $ 38 milioni nel suo conto in banca.

Se li gode tutti quei soldi? No. È praticamente morto dentro. Quindi, Gi-hun riceve un invito simbolico.

L’appuntamento è al 7° piano di un edificio chiamato “Sky”, 30 minuti prima di Natale.

In diverse scuole spirituali tra cui la Kabbalah, “settimo cielo” significa “il cielo più alto, dove dimorano Dio e gli angeli più elevati”.

Gi-hun trova il vecchio con cui ha giocato sul letto di morte.

In un importante colpo di scena, apprendiamo che il vecchio è in realtà super ricco e il creatore dei giochi. Quando Gi-hun gli chiede perché ha creato un sistema così orribile, risponde:

“Se hai troppi soldi, non importa cosa compri, mangi o bevi. Diventa tutto noioso. Tutti i miei clienti alla fine hanno iniziato a dire le stesse cose quando abbiamo parlato. Tutti sentivano che non c’era più gioia nelle loro vite. E così, abbiamo deciso di metterci insieme e abbiamo iniziato a chiederci cosa potevamo fare tutti per divertirci finalmente?”

Questo spiega perché l’élite partecipa ad attività così estreme e depravate (ad esempio l’isola di Epstein)? In ogni caso, per questo vecchietto, la semplice visione delle partite non era più sufficiente. Voleva davvero farne parte per sentirsi vivo.

Quando si rivede la serie, ci si rende conto che questo vecchio (alias giocatore #001) ha avuto una grande influenza nel gioco (mentre apparentemente era anche immune all’essere effettivamente ucciso). Ad esempio, ha avuto il voto finale e decisivo durante il processo democratico. Inoltre, sono state le sue urla a spingere i lavoratori a fermare la notte degli omicidi dopo l’incidente dell’uovo.

Apparentemente Gi-hun dopo l’incontro e` un uomo cambiato. Per riflettere questo profondo cambiamento, si tinge i capelli di rosso (che è anche il colore che rappresenta il sacrificio e l’iniziazione nei circoli occulti). Quindi, decide di salire a bordo di un aereo per andare finalmente a trovare sua figlia.

Tuttavia, all’ultimo secondo, torna indietro.

Gi-hun vuole tornare al gioco perché dice che “ha bisogno di sapere chi c’è dietro”.

Quindi, invece di vedere sua figlia, Gi-hun vuole tornare a quella folle distopia? Questo è pazzesco. Il vero motivo per cui vuole tornare: ora è infetto dalla malattia dell’élite, rappresentata dai suoi capelli rossi. Si sente morto dentro… a meno che non prenda parte ai brividi estremi del gioco.

La prova definitiva di ciò:

Il tipo che supervisiona lo Squid Game è un vecchio vincitore. Anche lui è stato contagiato.

Insomma, il finale non è felice. Tutti perdono. Fatta eccezione per l’élite che guarda i giochi.

CONCLUDENDO
Squid Game è diventata la più grande serie nella storia di Netflix per diversi motivi. Al di là della sua scioccante violenza e della sua storia avvincente, la serie esplora diversi temi come la religione, la natura umana e le insidie ​​delle disuguaglianze economiche. Mentre diverse fonti hanno interpretato Squid Game come una “critica al capitalismo”, sembrano trascurare il tema più ovvio e lampante: la società è governata da un’élite occulta malata che si diverte a dividere, controllare, disumanizzare, infantilizzare e abusare apertamente del masse.

Alla fine, assistiamo a una forma di sindrome di Stoccolma in cui le persone che subiscono abusi finiscono per identificarsi con l’aggressore. E questo è un po’ l’obiettivo della serie: gli spettatori finiscono per divertirsi guardando questa forma malata di intrattenimento allo stesso modo in cui i VIP si divertono a guardare le persone che vengono uccise.

Fonte

leadsquidgame

Neovitruvian

La cenusra dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Clienti super ricchi di un ristorante “vegano” alla moda di New York City si godono una BISTECCA – Un altro esempio di ipocrisia elitaria

Ecco un altro esempio di come le belle parole dell’elite woke siano in realta` un mare di cazzate ipocrite: un famoso ristorante di New York il quale recentemente ha deciso per la svolta vegana, include una “stanza carnivora” per ricchi consumatori di bistecche.

Sarebbe difficile immaginare una metafora migliore per questi tempi di un ristorante che si ingrazia i profeti di sventura del cambiamento climatico diventando pubblicamente “vegan”, mentre, allo stesso tempo, serve foie gras, filetto di manzo e piatti di maiale ai ricchi clienti mentre il pianeta starebbe “bruciando”.

Questa “insalata” di ipocrisia viene servita all’Eleven Madison Park – soprannominato “Eleven Madison Pork” dai critici – un ristorante a tre stelle Michelin a New York che ha recentemente annunciato di essersi unito al carrozzone anti-carne woke.

In un articolo apparso sul Wall Street Journal a maggio, Daniel Humm, il celebre chef e proprietario dell’Eleven Madison Park (EMP), ha ricevuto un articolo a tutta pagina che pubblicizzava la sua conversione quasi biblica alla cucina rispettosa dell’ambiente.

“Come la maggior parte degli chef raffinati, Humm è meglio conosciuto per i piatti a base di carne e pesce”, ha dichiarato WSJ. “Quando riaprirà il 10 giugno, EMP smetterà di servire carne o frutti di mare di qualsiasi tipo e preparerà i suoi piatti esclusivamente servendosi di verdure, frutta e funghi”. C’era solo un problema con quella descrizione: si trattava di un mucchio di sciocchezze.

La “falsa” notizia, arrivata dopo una chiusura dell’attività di Covid di 15 mesi, ha inviato onde d’urto nella comunità culinaria del pianeta. I lettori attenti, tuttavia, avranno notato nel dodicesimo paragrafo – la breve menzione del fatto che EMP continuerà a viziare i suoi clienti carnivori con piatti di carne in un “servizio di ristorazione privato”.

Page Six, ha descritto il servizio con meno gusto come “una stanza segreta della carne per i mega-ricchi”.

In altre parole, dopo aver accontentato a parole gli allarmisti climatici, i ricchi continueranno a cenare esattamente come vogliono mentre il resto dell’umanità sara’ costretta a pagare il conto.

Sebbene si possa scrivere molto sull’incredibile ipocrisia di Humm – lo chef di fama mondiale aveva precedentemente tenuto una conferenza, come un prepotente accolito di Greta Thunberg, che “l’attuale sistema alimentare non è semplicemente sostenibile”.

Da un lato dei binari ci sono quei cittadini che sono costretti ad aderire alle nuove regole e leggi imposte mentre si parla di un’apocalisse climatica imminente, un’idea non dimostrata di cui si parla da decenni; dall’altra ci sono le ricche élite che possono semplicemente permettersi di scrollarsi di dosso l’oscurità e le storie di sventura del collasso ambientale.

Questa non è l’unica incidenza di privilegi speciali conferiti alla fascia alta della società. Considera la devozione senza fiato della sinistra all’obbligo di indossare la mascherina, che hanno ignorato in così tante occasioni che è difficile capire perché continuano con la farsa. Da Gavin Newsom che è apparso a una festa di compleanno senza la copertura facciale, al sindaco di San Francisco London Breed che ha ignorato le sue stesse regole ed è andata senza maschera in una discoteca affollata, l’ipocrisia è diventata la normalita` tra i liberali.

Forse il segno più inquietante di questi tempi contorti, tuttavia, è arrivato durante il ballo di beneficenza del Met Gala, quando le star e le celebrità presenti, totalmente smascherate, sono state assistite da personale e paparazzi mascherati durante l’evento. A quanto pare il coronavirus sa quale classe sociale è vulnerabile al contagio e quale no.

Glenn Greenwald ha riassunto lo spettacolo deplorevole, dicendo che “la normalizzazione delle élite senza maschera seguita da servitori mascherati è grottesca”.

Eppure il “grottesco” promette solo di peggiorare mentre i guerrieri della giustizia sociale senza istruzione, come Miss Thunberg, 18 anni, continuano a urlare “cambiamento climatico!” all’interno di un pianeta affollato. Questa isteria collettiva sta aprendo la strada a un futuro senza carne pieno di gustosi piatti a base di vermi e carne 3-D del Dr. Frankenstein.

Potete essere certi, tuttavia, che nessuna di queste prelibatezze in futuro adornerà mai il menu delle “sale segrete della carne” del mondo. Perché altrimenti Bill Gates vorrebbe diventare il maggiore azionista di terreni agricoli negli Stati Uniti? Il terzo magnate più ricco del pianeta ora possiede circa 242.000 acri di terreni agricoli con un patrimonio che supera i 690 milioni di dollari. In mezzo a queste tendenze sorprendenti, che stanno escludendo del tutto gli agricoltori medi dall’attività di allevamento del bestiame, diventa più chiaro che tipo di futuro queste persone hanno in serbo per noi.

Mentre i mega-ricchi si intrufolano nelle loro stanze segrete per godersi una bistecca, il resto dell’umanità – se l’incessante clamore dei media è un indicatore, e dovrebbe esserlo – dovrà sorridere e sgranocchiare pasti a base di insetti e piante, mentre rimuovono le loro maschere chirurgiche tra i morsi. Ironia della sorte, tutto in nome del “salvare la nostra salute e l’ambiente”.

Fonte

615b43dc85f54019ab5f77bf

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Le autorità sanitarie affermano che gli “Artisti” (ricchi e famosi) sono esenti dalle regole sulle mascherine

Ma gli umili lavoratori dovevano ancora indossarle agli Emmy.

Il Dipartimento della sanità pubblica della contea di Los Angeles ha risposto alle critiche sul fatto che agli Emmy gli ospiti non indossassero le mascherine sostenendo che le regole non si applicavano perché si trattava di un evento televisivo, nonostante il fatto che i “servi” fossero ancora obbligati a indossare le mascherine.

C’è stato un putiferio domenica quando le celebrità si sono ammassate nell’Event Deck di LA Live senza una maschera mentre si baciavano e si abbracciavano per tutta la notte.

I commentatori infuriati su Twitter hanno chiesto perché le celebrità fossero esentate dalle regole, ma i loro bambini di 4 anni dovevano indossare maschere in classe.

Secondo le linee guida del Dipartimento della salute della contea di Los Angeles, tutti i bambini di età pari o superiore a due anni devono indossare una copertura per il viso in “tutti gli ambienti pubblici interni, i luoghi, i raduni e le attività pubbliche e private”.

Tuttavia, dopo che è stato affermato che le regole non sembrano applicabili ai ricchi e famosi, il dipartimento è stato costretto a rispondere.

“Il Dipartimento della sanità pubblica della contea di Los Angeles mi dice che gli Emmy non hanno violato l’obbligo della contea sulla maschera perché “sono fatte eccezioni per produzioni cinematografiche, televisive e musicali” poiché vengono apportate “ulteriori modifiche di sicurezza” per tali eventi, “, ha twittato Oliver Darcy della CNN.

Quindi a quanto pare, fintanto che stai realizzando una produzione televisiva, il COVID-19 riconosce questo fatto e va in vacanza per la notte, proprio come scompare non appena le persone si siedono a mangiare in un ristorante, ma non quando si stanno dirigendo al tavolo.

Le autorità sanitarie sono andate oltre, insistendo sul fatto che gli organizzatori dell’evento “hanno superato i requisiti di base per le produzioni televisive e cinematografiche”, prima di affermare che la vaccinazione completa di tutti i presenti era “uno dei modi più efficaci per ottenere un ambiente sicuro” (nonostante i vaccinati siano in grado di trasmettere il virus).

“L’Emmy Award Show è una produzione televisiva e le persone che compaiono nello show sono considerate artisti”, hanno aggiunto.

Quindi a quanto pare, se sei un “attore”, o in altre parole ricco e famoso, non devi indossare una maschera.

Ma se sei semplicemente un umile drone lavoratore, devi comunque indossare una maschera.

Ha perfettamente senso.

Fonte

210921emmys1-768x403-1

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €

Met Gala 2021: L’ennesima dimostrazione della follia elitaria

Il MET Gala 2021 è stato un evento bizzarro pieno di potenti messaggi e simbolismi. Ecco uno sguardo ai costumi più folli in questo spettacolo di burattini dell’elite.

Il MET Gala è un raduno dell’élite, per l’élite. I prezzi fissati per quell’evento ($ 35.000 per un biglietto, $ 200.000 + per un tavolo) assicurano che nessun plebeo possa parteciparvi … a meno che non sia assunto per servire gli stimati ospiti, ovviamente.

Come visto negli articoli precedenti, il MET Gala 2018 ha avuto un tema religioso che è stato descritto come “satanico”, con Madonna alle prese con una messa nera. L’edizione del 2019 era incentrata sul “camp” (definito come “amore per l’innaturale, per l’artificio e per l’esagerazione”) e presentava abiti che celebravano le tendenze malate dell’élite.

Dopo essere stato cancellato nel 2020 a causa del COVID, il MET Gala ha ripreso da dove era stato interrotto e ha offerto un altro spettacolo bizzarro e grottesco. Mentre la maggior parte delle celebrità presenti ha trascorso gli ultimi mesi a spammare i propri account sui social media con post che esortavano le persone a indossare maschere in ogni momento, quasi nessuno degli ospiti le indossava. Solo il personale e i dipendenti erano obbligati a indossare le maschere. Questo contrasto visivo tra l’élite e la plebe e’ stato sorprendente, ma rappresentativo della loro vera mentalità.

Ma non lasciarti ingannare. La maggior parte delle persone che hanno sfilato al MET Gala non hanno alcun vero potere. Sono burattini la cui popolarità viene sfruttata da chi sta dietro le quinte per spingere i propri programmi… per poi essere scartati. Ecco uno sguardo ai costumi indossati al MET Gala 2021.

SPETTACOLO DI BURATTINI
Il tema di quest’anno era “In America: An Anthology of Fashion” e presentava le opere di stilisti americani. Mentre, in generale, gli abiti erano un po’ sottotono rispetto agli anni precedenti, la follia dell’élite era comunque in piena mostra.

La notte prima del Gala, Billie Eilish era ai VMA ed era praticamente la “regina della notte”. Il giorno dopo, a 19 anni, è diventata la più giovane co-presidente del MET Gala. È stata chiaramente “scelta” dall’industria. Per l’occasione ha indossato un completo e una parrucca ispirati a Marilyn Monroe. Come visto negli articoli precedenti, Monroe è l’archetipo del perfetto schiavo dell’industria.

Prima del Gala, Kim Kardashian andava in giro indossando una inquietante maschera di lattice.

Al gala, era ancora vestita di nero con il viso completamente coperto. Cosa ha a che fare con il tema dell'”America”? Niente. Questa è una continuazione del rituale occulto iniziato con le esibizioni di Donda di Kanye.

La madre di Kim andava in giro con una palla attaccata ad una catena, un dispositivo contenitivo applicato ai prigionieri. Un’altra allusione alla schiavitù dei suoi figli.

Evan Mock aveva un look del tipo: “Sono uno schiavo che viene abusato quotidianamente da pervertiti d’élite”.

Frank Ocean se ne andava in giro con un “bambino robot”. Inquietante

Hunter Schafer è una donna transgender nota per aver recitato nella serie altamente inquietante rivolta ai giovani, Euphoria. Qui, la Schafer ha optato per il look “Sono posseduta da un demone”.

Nella borsetta di Megan Rapinoe la parola “Dio” viene sostituita dalla parola “gay”. Dio non è il benvenuto in questi eventi.

Alexandria Ocasio Cortez è stata una delle tante figure politiche che si sono mescolate all’élite occulta. Indossava un vestito che diceva “Tassa i ricchi” … a un evento in cui era assolutamente vietato l’ingresso ai non ricchi.

Come gli anni precedenti, un’enorme percentuale degli uomini presenti, molti dei quali etero, indossava abiti da donna. L’élite odia la mascolinità con passione..

Lil Uzi Vert (pronunciato Lil Lucifer), è uno dei tanti artisti hip-hop che combinano immagini sataniche con l’agenda di sfocatura del genere. Qui, il rapper sembra un cadavere recentemente dissotterrato.

Pete Davidson andava in giro con l’aria di una mamma che organizza una festa Tupperware.

Il pilota di F1 Lewis Hamilton indossava una gonna in rete di pizzo trasparente. Amano vedere gli atleti in abiti femminili. Nell’ultima edizione del MET, la star della NFL Odell Beckham Jr ha dichiarato alla rivista GQ di essersi rifiutato di indossare una gonna per l’evento. Ma alla fine ha ceduto, dimostrando che non si tratta solo di “uomini che esprimono se stessi”, c’e’ molta coercizione.

Ogni anno, alcuni artisti sono semplicemente lì per essere umiliati. Kid Kudi indossa quella che sembra una tenda da doccia come gonna. Il suo trucco gli dà un aspetto da “occhi da panda”, che sembra essere un sintomo medico di qualcuno che ha subito un trauma enorme.

L’attore Troye Sivan indossava un abito nero che metteva in risalto la scollatura.

Jordan Roth è un produttore teatrale. Nel 2016, ha lavorato con il mostro di Hollywood Harvey Weinstein per produrre lo spettacolo di raccolta fondi Broadway per Hillary. Indossa un vestito a tema farfalla.

L’unico motivo per cui Elliot Page (formalmente Ellen Page) è presente a questo evento è che l’élite ama l’agenda di confusione del genere

Il messaggio sul “gilet” di Cara Delevigne riassume la mentalità dietro questo gala. Il pegging riguarda una donna che penetra un uomo usando un giocattolo. In altre parole, un completo capovolgimento di ciò che è normale e naturale.

CONCLUDENDO
Sebbene il tema del MET Gala 2021 fosse “l’America”, questo evento ha effettivamente evidenziato la completa disconnessione dell’élite occulta con il “vero” popolo d’America. Nella loro cerchia bizzarra ma altamente esclusiva, queste pedine d’élite sfilavano in costumi ridicoli, imbevuti di un immeritato senso di importanza. Come negli anni precedenti, molti ospiti sembravano molto a disagio e quasi traumatizzati, come se sapessero che qualcosa di terribile stava accadendo dietro le porte chiuse di questo evento.

In breve, questo evento è un perfetto riflesso dei modi ingannevoli dell’élite: sotto le spoglie della “creatività” si nasconde una cultura di estrema sottomissione.

Fonte

leadmet2021

Neovitruvian

La censura dei social media e` sempre piu` pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

2,00 €