Archivi Blog

Perché la sinistra è ossessionata dalla distruzione di ogni eroe?

Nel film “Batman: Il cavaliere oscuro” il famoso procuratore distrettuale Harvey Dent fa una dichiarazione che da allora si è intrecciata nella nostra cultura popolare al punto che spesso la sentiamo citare come se fosse stata detta da qualche antico filosofo:

“O muori da eroe o vivi abbastanza a lungo da diventare il cattivo.”

L’interpretazione più semplice di questa frase è che c’è una linea sottile tra fare il bene e fare il male con le migliori intenzioni. Le persone possono iniziare come eroi e cadere rapidamente nell’oscurità in nome del servire il “bene superiore”. Tuttavia, penso che ci sia anche un altro significato.

C’è anche il problema della revisione storica e del fatto che gli eroi di ieri potrebbero essere considerati i terroristi di domani. A volte gli eroi diventano cattivi a causa dei propri errori, altre volte vengono semplicemente riscritti in quel modo.

Ad esempio, oggi sentiamo continui lamenti da parte della sinistra politica sui “crimini” dei Padri Fondatori e sul perché dovrebbero essere cancellati dal nostro zeitgeist culturale. Hanno anche tentato di rivedere le basi stesse della storia americana attraverso il loro “Progetto 1619” poiché affermano che nessun risultato americano è valido perché “tutto” è stato costruito attorno all’istituzione della schiavitù. Non fanno menzione del fatto che la schiavitù era un’istituzione in ogni singola cultura del pianeta dall’inizio della civiltà, ma per loro non importa.

L’obiettivo del Progetto 1619 era sminuire o respingere tutto ciò che era chiaramente americano, fino alla rivoluzione che ha fondato la nazione americana. Ciò di cui si preoccupano è la decostruzione degli eroi, in parte perché se riesci a distruggere un eroe, potresti anche essere in grado di distruggere ciò che hanno rappresentato nel processo. E, se riesci a distruggere gli ideali di una società, diventa molto più facile controllare quella società.

Quando la sinistra politica cerca di minare l’eredità dei fondatori, non si sta solo impegnando in attacchi contro uomini che non possono più difendersi, ma sta anche tentando di sabotare la visione che quegli uomini hanno creato – La visione di una repubblica libera al di fuori di i dettami del collettivismo e della monarchia (governo delle élite).

Ovviamente i Padri Fondatori non sono più in vita, ma ci sono milioni di persone che hanno portato avanti la loro eredità per generazioni che in realtà stanno ancora vivendo per vedere i loro eroi trasformati in mostri attraverso il revisionismo.

Ma la distruzione degli eroi va ancora più in profondità delle riscritture storiche.

La sinistra prende di mira anche le basi stesse degli archetipi e delle mitologie eroiche attaccando le rappresentazioni degli eroi nella nostra società. Stanno cercando di cambiare la natura dell’eroismo dirottando i pilastri culturali e cancellando storie e personaggi amati per “riscriverli” a immagine del culto di sinistra. Questo di solito viene fatto sotto la copertura di “diversità ed equità” come mezzo per oscurare la vera agenda. Analizziamo le tattiche e le motivazioni alla base di questa tendenza…

Riscrivere gli eroi per “riflettere la nostra era moderna”

L’ideologia woke non riflette in alcun modo la nostra era moderna; in realtà è una versione mascherata dei vecchi modelli sociali del collettivismo e del comunismo, in particolare del marxismo sociale mostrato dalla Rivoluzione culturale di Mao. L’unica differenza è che oggi abbiamo sessioni di lotta online e le società sono pienamente d’accordo con il movimento. Quando la sinistra afferma di combattere il sistema, non ha idea di cosa significhi veramente. Il sistema ama la politica woke.

La sinistra usa l’argomento della riflessione tutto il tempo per giustificare l’eliminazione delle mitologie degli eroi e la loro sostituzione con cloni insulsi. Un esempio recente potrebbe essere l’ultima versione Amazon della loro serie prequel de Il Signore degli Anelli. Per riassumere, il nuovo Signore degli Anelli è progettato per diffondere un messaggio politico e minare i valori del passato piuttosto che raccontare una storia organica significativa. Amazon ha persino rilasciato il loro Signore degli Anelli woke nell’anniversario della morte di Tolkien.

DIVERSITA’ COME SCUSA

La diversità non ha senso. Non serve a nulla in termini di rappresentazioni eroiche. Le persone si identificano con azioni, idee e principi, non con il colore della pelle. La sinistra di Hollywood in realtà non si preoccupa della diversità del colore della pelle, si preoccupa solo di due cose: usare le minoranze come scudo per giustificare una narrazione scadente e produzioni pigre e usare le minoranze come arma quando affrontano le critiche.

Vale a dire, quando creano media spazzatura senza immaginazione o sforzo, annunciano “almeno c’è diversità” e questo dovrebbe farti desiderare comunque di guardare i loro prodotti, altrimenti potresti essere “razzista”. Per estensione, quando osi criticare il pontificare politico e la terribile scrittura nei loro media, possono quindi dire “le nostre storie sono fantastiche, semplicemente non ti piacciamo perché assumiamo persone di colore”. Vedi come funziona? Usano le minoranze come scudo, sia per la loro inettitudine che per il loro intento malizioso, ma NON si preoccupano di queste persone se non possono sfruttarle.

“Diversità e inclusione” è la nuova piantagione di schiavi che le élite di sinistra di Hollywood usano per coltivare punti virtù e prestiti ESG. Questo è tutto ciò che c’è da fare. Se rispettassero davvero l’idea di presentare eroi diversi, creerebbero eroi originali e li scriverebbero bene

I narcisisti non possono scrivere eroi

È da tempo che sostengo che l’ideologia di sinistra sia radicata nel narcisismo. Tutto si basa sul diritto piuttosto che sul sacrificio. Si basa sulla richiesta di un trattamento speciale piuttosto che sul rispetto per la realizzazione e il merito. Si basa sull’equità del risultato eliminando l’uguaglianza di opportunità. Una persona che ha abbracciato la mentalità vittimistica non può mai essere un eroe o immaginare come si comporterebbe un eroe. Non hanno alcuna relazione con il concetto, perché i narcisisti sono solitamente cattivi nel mondo reale e i cattivi tendono a considerarsi vittime mentre trascorrono il loro tempo a vittimizzare gli altri. In quale altro modo possono giustificare i mali che fanno?

Non è consentito nessun eroe conservatore

Poiché il nostro mondo dei media è stato invaso da ideologi woke nel corso degli anni, le raffigurazioni di eroi e cattivi sono diventate completamente contorte. Gli eroi agiscono egoisticamente con ego e arroganza, e i cattivi sono solitamente descritti come persone incomprese che stanno solo reagendo alle trasgressioni della società, oppure sono ridicole esagerazioni di conservatori e attivisti per la libertà. Questa tendenza è diventata un’epidemia in film, televisione, videogiochi, fumetti, ecc. Solo negli ultimi due anni c’è stato un respingimento di massa contro l’agenda, ma c’è ancora molta strada da fare prima che le cose possano cambiare per il meglio.

Molte di queste produzioni woke falliscono miseramente, ma non sono necessariamente interessate al successo al botteghino o al guadagno. Ancora una volta, ciò a cui tengono è la saturazione, oltre ad uccidere apertamente l’archetipo dell’eroe. Vogliono distruggere i tuoi eroi di fronte a te e sostituirli con persone woke. Questo è ciò che gli interessa.

Il problema più grande è che la maggior parte dei conservatori ha ignorato la guerra culturale concentrandosi solo su fugaci battaglie politiche. Si sono comportati come se la guerra culturale non avesse importanza e nel processo abbiamo quasi perso completamente l’occidente. Le generazioni future hanno bisogno di ideali ed esempi eroici per vivere, tra persone reali e nei media popolari. Ignorando la guerra culturale, i conservatori hanno ignorato il futuro.

Ci sono alcune persone là fuori che stanno lavorando per cambiare il corso dell’occidente producendo media originali con un messaggio eroico basato sui fondamenti quali la libertà, l’individualismo, la fiducia in se stessi e la meritocrazia.

È importante non sottovalutare il potere dei media nella cultura. C’è una ragione per cui la sinistra ne è così ossessionata; trasformando tutti i nostri eroi in cattivi, sperano di cambiare i nostri valori e i nostri comportamenti. Non stanno solo riscrivendo film, personaggi o fumetti, stanno cercando di riscriverci.L’unico modo per fermare questo è identificare la minaccia, neutralizzare la propaganda e poi riportare in vita la legittima cultura dell’eroe scrivendola ancora una volta con le nostre stesse mani e le nostre stesse azioni.

Fonte

lord-of-the-rings-fellowship-of-the-ring

Neovitruvian

La censura dei social media è sempre più pesante, aiutami a sopravvivere con una donazione

5,00 €